IL DECALOGO DEI DIPENDENTI FELICI

Commenti

Transcript

IL DECALOGO DEI DIPENDENTI FELICI
IL DECALOGO DEI DIPENDENTI FELICI
Il Barometro Ipsos 2015 rileva che alcuni strumenti di welfare aziendali sono molto apprezzati.

Investimento in formazione: l’86% dei lavoratori italiani ritiene che la formazione sia l’ingrediente principale
della competitività personale e aziendale.

Salute e prevenzione: assistenza sanitaria, screening e assicurazioni integrative secondo i lavoratori
potrebbero aumentare il benessere psicofisico e la soddisfazione in azienda.

Benefit su misura: Una popolazione aziendale eterogenea necessita di pacchetti di welfare personalizzati: a
misura di mamma, di single, o di senior. La possibilità di scegliere tra opzioni flessibili e modulari è il primo requisito
di un programma di welfare aziendale efficace.

Buoni Pasto: una pausa pranzo sana e condivisa è tra le priorità della maggior parte dei dipendenti, tanto che
ogni giorno i buoni pasto generano un giro d’affari di oltre 2.7 miliardi di euro che coinvolge più di 150mila esercizi
affiliati.

Gestione dello stress: tra i maggiori auspici, la possibilità di conciliare lavoro e vita privata, con servizi come il
maggiordomo aziendale, la baby sitter a domicilio e il caregiver.

Aiuto per i trasporti: Oggi ogni azienda può accedere a nuovi benefit per la mobilità eco-sostenibile, offrendo
vantaggi economici e gestionali come, ad esempio, per gli abbonamenti ai trasporti fornendo così un contributo
tangibile per le spese di trasferimento casa – lavoro.

Sostegno per i consumi energetici: il 65% degli italiani gradirebbe un sostegno economico per i consumi o
un contributo sull’affitto da parte dell’azienda. Per il 24% dei lavoratori, un sostegno di questo tipo rappresenterebbe
addirittura una priorità.

Asilo nido: i dipendenti italiani vorrebbero interventi di work-life balance che consentano di portare i figli al nido
aziendale o utilizzare i voucher dedicati per retribuire la baby sitter.

Aiuto ai familiari non autosufficienti: sempre più richiesto è il sostegno al welfare privato per i nuclei familiari
che al loro interno ospitano soggetti fragili come anziani, diversamente abili, ecc..

Aiuto ai familiari per attività sportive e culturali: un momento ludico dedicato alle proprie passioni, per fare
squadra con i colleghi o semplicemente per rilassarsi.