CARUNCHIO [modalità compatibilità]

Commenti

Transcript

CARUNCHIO [modalità compatibilità]
Integratori e cistiti ricorrenti
Dott.ssa Paola Carunchio
U. O. Ostetricia e Ginecologia
Ospedale di Scandiano (RE)
Infezioni urinarie
Dimensioni del problema
sono le infezioni più frequenti dopo quelle
respiratorie
impatto sociosocio-economico rilevante
negli USA responsabili annualmente di più di 8
milioni di visite mediche e di più di 100.000
ricoveri ospedalieri
40% di tutte le infezioni nosocomiali
dal 50 al 60% delle donne adulte lamenta durante
la vita almeno un episodio
nel 2020-30% delle donne infezioni ricorrenti
(reinfezioni da batteri diversi o recidive dallo
stesso batterio)
correlazione diretta tra numero e probabilità di
ulteriori ricorrenze
Infezioni urinarie
Principali criticità
aumentato rischio di antibioticoantibioticoresistenza e dismicrobismo
intestinale e vaginale
ricerca ed applicazione di metodi
alternativi di prevenzione e
trattamento
immunoterapia orale e
parenterale (vaccini ottenuti con
frazioni immuno
immuno--attive di E. coli:
Uro--vaxom
Uro
vaxom,, Strovac
Strovac))
estrogeno
estrogeno--terapia topica vaginale
dopo la menopausa
acidificanti urinari
integratori
Integratori
Definizione e finalità
Preparazioni intese a supplementare la dieta ed a fornire
nutrienti (vitamine, minerali, fibre, acidi grassi, aminoacidi)
che possono essere assenti o non consumate in quantità sufficiente
nella dieta
Integratori e cistiti ricorrenti
Principali tipologie di integratori
Sostanze di origine vegetale
cranberry (Vaccinium macrocarpon
macrocarpon;; mirtillo
rosso)
blueberry
blueberry;; bilberry (Vaccinium myrtillus
myrtillus;;
varietà di mirtillo)
berberina (alcaloide presente in molte piante, in
particolare nella Hydrastis canadensis)
canadensis)
uva ursina
Hibiscus Sabdariffa
Nutrienti
vitamine C e A
sali di citrato
D-mannosio
flavonoidi liberi della propoli (noxamicina
(noxamicina))
Integratori e cistiti ricorrenti
Principali tipologie di integratori
Interventi dietetici
succhi di frutta fresca
latticini fermentati contenenti probiotici
Probiotici
varie specie di Lactobacillus
supplementazioni orali o supposte vaginali
Integratori e cistiti ricorrenti
Cranberry
Inibisce l’adesione delle fimbrie batteriche alla mucosa
vescicale (agente antianti-adesivo: proantocianidina tipo A)
Utile nel ridurre il tasso di infezioni delle basse vie urinarie
nelle donne
livello di evidenza: 1b (almeno uno studio randomizzato)
grado di raccomandazione: C (assenza di studi clinici di
buona qualità direttamente applicabili)
Utilizzabile per prevenire le infezioni urinarie durante la
gravidanza ? (Dugoua
(Dugoua et al., 2008)
Meno efficace negli anziani in entrambi i sessi
Integratori e cistiti ricorrenti
Cranberry
Impiegato in forma di succo, cocktail zuccherato, capsule,
compresse
Raccomandato un consumo minimo di 36 mg/die di
proantocianidina A
livello di evidenza: 1b
grado di raccomandazione: C
Contenuto relativamente elevato di acido ossalico → rischio
potenziale di calcolosi urinaria ossaloossalo-calcica
Controversa interazione con il warfarin (possibile aumento
dell’INR → indicato attento monitoraggio)
Cochrane Database Syst Rev. 2008 Jan 23; (1):CD001321
Cranberries for preventing urinary tract infections
Jepson RG, Craig JC
Analisi di 10 studi randomizzati e controllati con
l’utilizzo di prodotti del cranberry nella prevenzione
delle infezioni urinarie in tutte le popolazioni
Evidenza che il succo di cranberry può ridurre il
numero di infezioni urinarie sintomatiche in un periodo
di 12 mesi, specialmente per donne con infezioni
ricorrenti
Efficacia incerta per altri gruppi di soggetti: anziani di
entrambi i sessi e persone che richiedono il cateterismo
Cochrane Database Syst Rev. 2008 Jan 23; (1):CD001321
Cranberries for preventing urinary tract infections
Jepson RG, Craig JC
Numero elevato di persone che hanno interrotto la
somministrazione dell’integratore → scarsa
accettazione della somministrazione di succo di
cranberry a lungo termine
Non chiari dosaggi e metodi di somministrazione
ottimali
Necessari ulteriori studi adeguatamente disegnati e
con risultati (“outcome”) rilevanti
Arch Intern Med. 2011;171(14):1270-1278
Cranberries vs Antibiotics to Prevent Urinary Tract Infections
A Randomized Double-blind Noninferiority Trial in premenopausal Women
Beerepoot MAJ et al.
Studio randomizzato su 221 donne in età prepremenopausale con infezioni urinarie ricorrenti
Profilassi antibatterica con trimetoprim
trimetoprim-sulfametossazolo 480 mg/die
mg/die versus profilassi con
capsule di cranberry 500 mg 2 volte al giorno
Dopo 12 mesi il gruppo che utilizzava il cranberry
presentava le maggiori recidive
Comparsa di antibioticoantibiotico-resistenza solo nel gruppo
in profilassi antibatterica
Integratori e cistiti ricorrenti
Vitamina C
Testata per il suo effetto sulla prevenzione delle infezioni
urinarie durante la gravidanza
Studio in singolo cieco su 110 donne gravide, divise in 2
gruppi e trattate per 3 mesi
gruppo A: solfato ferroso, acido folico e vitamina C
gruppo B: solo solfato ferroso e acido folico
Infezioni urinarie significativamente meno frequenti nel
gruppo che ha ricevuto la vitamina C (12,7%) che nel gruppo
senza vitamina (29,1%)
Integratori e cistiti ricorrenti
Vitamina A
Studio randomizzato su 24 bambini trattati per un anno
12 con vitamina A
12 con placebo
Infezioni urinarie significativamente meno frequenti nel
gruppo che ha ricevuto la vitamina A che nel gruppo placebo
Integratori e cistiti ricorrenti
Sali di citrato
Alcalinizzano le urine → benefici sui sintomi di infezione
urinaria, in particolare sulla stranguria
Studio su 205 donne con infezione urinaria: citrato
sodico per 48 ore → miglioramento significativo dei
sintomi nell’80% delle donne con batteriuria
Possibile effetto sinergico con sostanze di origine
vegetale, quali uva ursina e berberina
Possibile beneficio per la candidiasi urinaria
Integratori e cistiti ricorrenti
D-Mannosio
Carboidrato semplice
Previene l’aderenza di certi ceppi batterici
(specialmente E.coli
E.coli)) all’urotelio
all’urotelio vescicale → azione
antibatterica
Proprietà antiflogistiche e rigenerative tissutali
Inibizione della formazione di biofilm batterici a
livello della mucosa vescicale
Integratori e cistiti ricorrenti
Interventi dietetici
Studio casocaso-controllo finlandese
139 donne in ambiente universitario con infezione urinaria
acuta versus 185 controlli
consumo di succo di frutta fresca → protezione dalle
infezioni urinarie (odds ratio 0,66 per 2 dL di succo)
Ruolo protettivo anche per latticini fermentati contenenti
probiotici
Kontiokari T et al, 2003
Integratori e cistiti ricorrenti
Probiotici
Meccanismo d’azione delle varie specie di Lactobacillus:
inibizione della crescita batterica e blocco dell’aderenza dei
batteri uropatogeni all’epitelio vaginale → mantenimento di un
sano ecosistema vaginale
Efficacia nel trattamento di pazienti con vaginosi batterica
Risultati incerti nel trattamento e nella prevenzione delle
infezioni urinarie e della candidosi vaginale
Studi eterogenei, talvolta limitati dalla scarsa numerosità della
popolazione studiata (Abad CL, Safdar N, 2009)
Clin Infect Dis. 2011; 52(10):1212-7
Randomized, placebo-controlled phase 2 trial of a
Lactobacillus crispatus probiotic given intravaginally for
prevention of recurrent urinary tract infection
Stapleton AE et al.
100 giovani donne con storia di infezioni urinarie
ricorrenti trattate con antibiotici per infezione acuta e
quindi randomizzate per ricevere supposte intravaginali
di Lactobacillus crispatus versus placebo
quotidianamente per 5 giorni, poi una volta alla
settimana per 10 settimane
Infezioni urinarie ricorrenti nel 15% delle donne
trattate con il probiotico versus 27% delle donne
trattate con placebo

Documenti analoghi

Manuale di Medicina di Emergenza Urgenza

Manuale di Medicina di Emergenza Urgenza Si è trattato di un caso di cistite batterica trattata con terapia antibiotica.

Dettagli

Probiotici per il benessere intestinale e genitale

Probiotici per il benessere intestinale e genitale L.plantarum 299V - 5x108 cellule/giorno L. reuteri SD2112 e B. infantis 35264 - 1x108 cellule/giorno VSL#3 (miscela di 4 ceppi di lattobacilli, 3 di bifidobatteri ed 1 di S.thermophilus) - 1.8x1010...

Dettagli

L`alimentazione come fattore preventivo delle infezioni del tratto

L`alimentazione come fattore preventivo delle infezioni del tratto simili tassi di recidiva potesse essere dovuto a: un ingrediente imprevisto che era presente anche nel gruppo placebo, forse acido ascorbico, o aver aumentato in entrambi i gruppi l'idratazione e q...

Dettagli