Il giornale del serramento

Commenti

Transcript

Il giornale del serramento
2014
Il giornale del serramento
DIFFUSIONE
14.500 copie. Certificate CSST
9%
2%
12%
14%
APPROFONDIMENTI - PRODOTTI - REALIZZAZIONI
Nona edizione
Fiera Bolzano, 23-26 gennaio
3%
6%
7%
15%
8%
2%
PROFILO LETTORI
■ Rivenditori Materiale Edile
■ Serramentisti Legno
■ Vetrai
■ Grossisti Materiale Elettrico
■ Fabbri e Carpentieri
■ Installatori Elettrici
■ Ferramenta
■ Falegnami
■ Serramentisti Pvc
■ Produttori di Tende
■ Serramentisti Alluminio
PIANO EDITORIALE 2014
Uscite
Temi
Speciali fissi
Fiere di riferimento
156
Ferramenta,
maniglie
e accessori
Domotica
e schermature solari
• Risparmio
energetico
157
Porte per interni
e chiusure tecniche
Domotica
e schermature solari
• Risparmio
energetico
158
Sicurezza attiva
e passiva
Domotica
e schermature solari
• Risparmio
energetico
159
Tecnologie
della trasparenza
Domotica
e schermature solari
• Risparmio
energetico
Abitare il tempo,
Verona 18-22
settembre
• Klimaenergy,
Bolzano, 25-27
settembre
160
Speciale
serramenti,
accessori
e protezione solare
Domotica.
• Risparmio
energetico
SAIE, SAIE3, Bologna,
22-25 ottobre • T&T
Rimini, 23-25 ottobre
• Restructura, Torino,
27-30 novembre
Speciale
Made
in Italy
Eccellenze del
“Made in Italy”
Interviste e novità
di prodotto delle
aziende leader
della filiera
serramentistica
161
Klimahouse
- Efficienza
energetica
Domotica
e schermature solari
Expoedilizia, Roma,
10-12 aprile
• Solarexpo
7/9 maggio
Klimahouse, Bolzano,
gennaio
New Business Media srl Via Eritrea, 21 - 20157 Milano - Tel. 02.30223002 Sede operativa: Via C. Pisacane 1 - 20016 Pero (MI) - Anno XXV - Bimestrale - ISSN 1123-8194 - € 4,00 contiene I.P.
22%
a pagina 11
REALIZZAZIONI
GRUPPO SAINT GOBAIN
BLM DOMUS
ZOOM
HECO ITALIA EFG
AGB
ESINPLAST
GENIUS
AMER
VETRINA
FINSTRAL
MUNGO
PAVANELLO
FAKRO
CAME
GRUPPO SERGE FERRARI
La parola a Edoardo Rispoli
di Hörmann Italia
Chiusure tecniche da leader
Nuove date
di MADE expo 2015
Fiera Milano-Rho, 18-21 marzo
a pagina 6
a pagina 8
EFFICIENZA ENERGETICA
&
Domotica
Schermature Solari
STORIA D'AZIENDA
GASPEROTTI
Edizione speciale
GDS - Il Giornale del Serramento, con il suo caratteristico e pratico formato, di comoda consultazione, da oltre 20 anni, è un bimestrale di riferimento nel panorama serramentistico, dai componenti al prodotto finito. Un indispensabile strumento di informazione
professionale per serramentisti, installatori e operatori del settore in genere. I contenuti, organizzati attraverso sezioni tematiche e
schede prodotto, consentono di orientarsi e aggiornarsi sulle principali problematiche del comparto: Efficienza energetica, Sicurezza,
Domotica, Schermature Solari, Design e personalizzazione, Fiere,
tendenze del mercato e distribuzione. Approfondimenti su Normativa, Certificazioni e innovazioni tecnologiche, sono sviluppati in collaborazione con le maggiori Associazioni di Categoria - UNCSAAL,
ASSOFERMA, UNAC, ASSITES, UCIF, AITAL, ANFIT, ANIT, PVC Forum Italia, EdilegnoArredo - oltre che con Istituti di Certificazione ed
esperti di riferimento nei vari settori.
Su GDS - Il Giornale del Serramento trovano una adeguata rappresentatività, oltre ai comparti produttivi più consueti (Porte, Finestre,
Chiusure civili e industriali, Maniglie e Maniglioni, Vetrazioni), anche quelle categorie merceologiche che svolgono un ruolo essenziale nella filiera produttiva e nell’installazione dei serramenti, come
la Ferramenta e gli Accessori, le Serrature e i Sistemi di Sicurezza, i
Sigillanti e le Guarnizioni, le Vernici e gli Impregnanti, le Macchine,
gli Impianti e gli Elettroutensili. Alla Domotica e alle Schermature
Solari, comparti particolarmente variegati e in accelerata evoluzione tecnologico-formale, è dedicato, in ogni numero, un inserto nelle pagine finali del giornale.
GDS - Il Giornale del Serramento è presente alle più importanti Fiere nazionali e internazionali del settore. 6 numeri all’anno, più un
numero speciale in occasione della Fiera Made expo di Milano.
2014
Il giornale del serramento
CARATTERISTICHE TECNICHE
Periodicità
bimestrale (7 numeri anno)
ASSOCIAZIONI
IL DECRETO SVILUPPO D.L. 83/2012
RIMODULA IL 55% PORTANDOLO AL 50%.
Quali sono le reali conseguenze
per il consumatore finale?
La direttiva 2010/31/CE sul rendimento
energetico degli edifici del Consiglio UE e
Parlamento Europeo del 18 maggio 2010,
in vigore dall’ 8 luglio 2010, è il frutto di un
difficile lavoro mirato a rafforzare la precedente Direttiva 2002/91/CE. Il pacchetto
clima-energia, detto anche pacchetto 2020-20, rappresenta le linee guida europee
per la riduzione delle emissioni di gas serra
e l’aumento delle fonti energetiche rinnovabili: ne risulta che nel 2020 si dovranno
produrre “edifici a energia quasi zero” descrizione destinata a tutti gli edifici “ad altissima prestazione energetica, con fabbisogno energetico molto basso o quasi
nullo coperto in misura molto significativa
da energia da fonti rinnovabili, compresa
l’energia da fonti rinnovabili prodotta in
loco o nelle vicinanze”.
Le prestazioni indicate nel D.Lgs. 311 oggi
consentono in Italia in zona climatica E di
costruire un edificio monofamiliare o di
piccole dimensioni con un consumo di circa 116 Kwh/m2/anno. In realtà questo valore, appropriato per la Direttiva Europea
2002/91/CE abrogata ufficialmente dal 1°
gennaio 2012, ora non lo è più poiché a
seguito dell’entrata in vigore della nuova
direttiva 2010/31/CE che la sostituisce ma
che non è stata ancora recepita dal Governo Italiano nuove e migliori prestazioni
energetiche sono richieste per gli edifici da
ristrutturare o ex novo, che andranno a
sostituire quelle indicate dal D.Lgs. 192 come modificato dal D.Lgs. 311.
Il 9 luglio 2012 è stata la data limite per
adeguare le legislazioni statali alla direttiva
europea, “adottando e pubblicando le metodologie di calcolo, i requisiti minimi e le
prestazioni energetiche destinate a tutto il
comparto edile”; per poi passare, l’anno
successivo, alla completa applicazione della Direttiva in tutti i campi.
Dubbi, incertezze, richiami da parte della
Commissione e multe, imperversano e il 31
dicembre 2020, data in cui tutte le nuove
costruzioni e le ristrutturazioni degli edifici
dovranno essere a energia quasi zero, sembra sempre troppo lontano per fare paura.
Purtroppo l’utente finale viene mantenuto
all’oscuro di queste modifiche e non sa che
le agevolazioni fiscali al 55% per essere
erogate imponevano l’utilizzo di prodotti
con profilo energetico che migliorava di
circa il 20% le prestazioni richieste dall’applicazione del D.Lgs. 311, sempre poco rispetto le prestazioni che saranno poi richieste agli edifici nel 2020. Quando decadranno le agevolazioni del 55% sono garantite solo sino a fine giugno 2013, cioè a
partire dal 1 luglio 2013, rimarrà solo l’agevolazione prevista per le ristrutturazioni,
che fa riferimento solo ai valori tabellari del
D.Lgs. 311 con standard minimi di efficienza
energetica. Il nostro settore, comunque,
non è stato troppo maltrattato dalla decisione del Consiglio dei Ministri: il decreto
legge 22 giugno 2012 n. 83 (c.d. "Decreto
Sviluppo") "Misure urgenti per la crescita
del Paese", infatti, ci regala una boccata
d’ossigeno sino a Giugno 2013 che spetta a
noi tutti sfruttare adeguatamente, ma purtroppo un tale beneficio per noi diventerà
per il committente un boomerang dagli
effetti dolorosi. Nell’intervento di sostituzione dei serramenti, riconosciuto tra gli
interventi di ristrutturazione possibili, sarà
consentita la vendita di finestre con caratteristiche prestazionali non sufficienti rispetto gli standard richiesti nel 2020 e
così per tutti i materiali edilizi. Perciò consigliamo l’acquisto di serramenti e l’uso di
prodotti edilizi, in genere, con alte prestazioni di risparmio energetico anche se non
richiesti dalla normativa oggi applicata per
poter usufruire dell’agevolazione del 50%: i
serramenti in PVC garantiscono le migliori
prestazioni a un costo contenuto rispetto
ad altri materiali. I tempi medi dei nostri
iter legislativi, inoltre, non fanno ben sperare: la direttiva europea 2002/91/CE venne
recepita solo 3 anni dopo, nel 2005 con il
D.Lgs. 192, per poi venire nuovamente mo-
Materiale richiesto
informa
dificata l’anno successivo. Quattro anni in
totale per recepire una Direttiva Europea!
Tenendo conto di questi tempi lunghi
quante ristrutturazioni e quanti edifici ex
novo verranno portati a compimento grazie all’utilizzo di materiali che consumeranno praticamente il doppio di quelli che
dovranno comunque essere obbligatoriamente utilizzati tra pochi anni?
Chi avrà commissionato una ristrutturazione o la costruzione ex-novo di un edificio si
ritroverà in tal modo ad avere un edificio
nella classe più bassa, corrispondente
all’attuale Classe F o G perciò svalutato rispetto a quelli costruiti con i materiali comunque imposti, a partire dal 2018 agli
Enti Pubblici, e a partire dal 2020 ai privati.
Senza contare i consumi energetici che
peseranno ancora una volta sulla bilancia
delle riduzioni degli stessi imposte dall’Aja
e che, non completamente rispettate
dall’Italia, ci costringeranno a pagare multe
salatissime alla Comunità Europea. A chi
giova tutto ciò? Chi ha interesse a non dire
chiaramente come stanno le cose?
ANFIT farà il possibile per informare l’utente finale e parlerà chiaro in un mercato che
vuole mantenere assoluto riserbo sulla
questione: va scoperchiata la pentola che
sino a ora ha mantenuto nell’immobilità un
intero settore.
PDF ad alta risoluzione con font incorporati.
Procedimento di stampa
Roto-Offset
Ditta
MADE expo 2012
testo
MADE expo 2012
LA SOSTENIBILITÀ A 360°
È un’onda verde quella che
caratterizza l’edizione 2012
di MADE expo, in
programma a Fiera Milano
Rho dal 17 al 20 ottobre.
Cantiere di idee e prodotti
per affrontare le sfide di
una progettazione
ecosostenibile, MADE
expo propone tre diversi
eventi ‘green’ per offrire
un’ampia panoramica
di proposte.
Valorizzato anche l’interior
design e il mondo delle
finiture con iniziative come
L'INTERNATIONAL
& INTERIOR DESIGN HUB.
Per riflettere e proporre
soluzioni concrete contro
il rischio sismico MADE
expo ospita la mostra
“Antisismica: soluzioni
tecniche” e una mostra
reportage sul recente
sisma in Emilia Romagna
)&5
148 - ottobre novembre
a cura di Stefania Battaglia
6
MADE expo, l’appuntamento annuale dedicato al settore dell’edilizia e dell’architettura non è solo
una fiera di prodotti, quanto piuttosto un evento a 360 gradi che
amplifica le logiche della semplice
esposizione commerciale, una
piattaforma allargata di confronto
e riflessione tra aziende d’eccellenza, progettisti, studiosi di varie
aree disciplinari e istituzioni. Per
indirizzare il futuro dell’architettura e dell’edilizia alle nuove sfide
del pensare – progettare – costruire in una prospettiva di sostenibilità e rispetto per l’ambiente e per
l’uomo.
La volontà e l’impegno per l'affermazione di un nuovo panorama
delle costruzioni più sostenibile,
nonché di una rinnovata politica
immobiliare che possa far da volano per la ripresa dell’intera filiera
sono le basi che hanno permesso
il raggiungimento dell’accordo di
collaborazione tra MADE expo e
RE+build, la convention nazionale
dedicata alla riqualificazione e gestione sostenibile dei patrimoni
immobiliari tenutasi a Riva del
Garda dal 17 al 19 settembre.
È un’onda verde quella che caratterizza l’edizione 2012 di MADE
expo, in programma a Fiera Milano
Rho dal 17 al 20 ottobre, e che risponde alle crescenti necessità di
progettare e costruire secondo i
criteri dell’ecosostenibilità.
Un concetto che MADE expo declina in tre differenti accezioni per
offrire agli operatori del settore
un’ampia e qualificata panoramica
sulle migliori soluzioni e tecnologie proposte dalle aziende espositrici.
Green Home Design
“Abitare il presente”
Green Home Design “Abitare il
presente” è la mostra, organizzata
in collaborazione con My Exhibition, allestita per dimostrare che è
possibile progettare e costruire
case e residenze che rispettano
l’ambiente, belle da vedere e da
vivere.
Quattro modelli realizzati in scala
1:1, un asilo e tre case, progettati
da importanti firme dell’architettura e del design, Aldo Cibic, Massimo Mandarini, Marco Piva, mostreranno a un pubblico trasversale i vantaggi che le nuove sfide
della sostenibilità offrono per chi
vuole percorrere la strada dell’architettura green, capace di utilizzare le migliori innovazioni per
creare edifici funzionali ed esteticamente innovativi.
Le strutture presentate a MADE
expo all’interno del Padiglione 7
su un’area di 1.400 metri quadrati
sono realizzate con sistemi mate-
43
"Space for Life": residenze modulari di piccola scala. Progetto
og
gettto d
dii M
Marco
arc
co Piva
riali, arredi, tecnologie e sistemi
energetici rinnovabili e completamente sostenibili, rispecchiando i
criteri di funzionalità, efficienza e i
canoni estetici tipici della progettualità made in Italy “green”.
La struttura presentata da Cibic
workshop con Aldo Cibic e Tommaso Corà è realizzata in canapa.
Il progetto “Coltivare una casa”
nasce infatti da una riflessione sui
sistemi e sui materiali di costruzione a basso impatto ecologico.
La ricerca sperimentale si è quindi
spinta verso l’utilizzo della canapa
trattata con la calce, per creare
abitazioni innovative e al contempo intrecciare nuove economie del
territorio con le aggiornate richieste di performance energetiche e
ambientali.
Propone invece un nuovo modello
di vivere lo spazio e il tempo
nell’ottica di luoghi green e social
“Green Kinder House”, l’asilo sostenibile sviluppato da Massimo
Mandarini per Marchingenio. “Green Kinder House” è un micro ambiente modulare offgrid, energeticamente autosufficiente e ampiamente flessibile, sviluppato su una
piastra antisismica a due livelli,
uno dedicato all’architettura educativa per introdurre alla sostenibilità e il secondo pensato per
raccontare lo sviluppo green verso
il futuro. A conclusione della manifestazione, l’asilo verrà donato a
uno dei comuni dell’Emilia Romagna colpito dal recente terremoto.
“Space for Life” di Marco Piva
punta a ridefinire un nuovo equilibrio tra l’ambiente naturale e l’ambiente costruito utilizzando risorse naturali e materiali performanti
per concepire
pire una struttura residenziale in
n grado di rispondere
agli stili di vita di oggi. “Space for
Life” mette
te in mostra residenze
modulari di piccola scala dalle
molteplici aggregazioni possibili in
strutture più
iù articolate e compresse per soddisfare
disfare esigenze abitative di altissimo
imo livello.
Smart Village
age
Smart Village,
age, l’evento organizzato da Edilportale
portale in collaborazione
con Agorà
à si rivolge invece alle
Città del futuro, fatte di edifici
“smart” a consumo di energia zero
o quasi zero.
ro. Dedicato alle tematiche della riqualificazione urbana,
della edilizia
zia sostenibilile, e della
efficienza energetica, Smart Village si configura
figura come un vero e
proprio spazio
azio di comunicazione e
scambio di opportunità tra le
aziende e i protagonisti della progettazione
e tecnologica delle costruzioni, dell’involucro edile e degli impianti,
ti, che vogliono essere
protagonisti
sti nel nuovo mondo
delle costruzioni
uzioni a basso consumo
energetico.
o.
In un’area di oltre 1.000 metri quadrati posizionati
zionati all’ingresso del
Padiglione 18, Smart Village alternerà convegni,
egni, seminari, presentazioni di prodotti,
rodotti, oltre a una mostra di progetti
getti ed eventi in tecnologia 6D.
Smart Village
age vuole proporre un
nuovo modo
do di comunicare e di
mettere in relazione aziende e visitatori, complementare
omplementare al tradizionale momento
omento espositivo. L’appuntamento
to è la tappa finale del
tour di Convegni
nvegni “Edifici a Energia
quasi zero”
o” che ha attraversato
FORMATI E TARIFFE
1 PAGINA - 270 x 380 mm*
JUNIOR PAGE - 183 x 250 mm
2 COLONNE - 120 x 360 mm
2 PAGINE
2 MEZZE COLONNE VERTICALI
FINESTRELLA 1ª PAG. - 183 x 125 mm
1/2 PAGINA ORIZZONTALE 246 x 180 mm
MANCHETTE 1ª PAG. 70 x 40 mm
MANCHETTE INTERNE 75 x 45 mm
€ 2.780,00
€ 1.900,00
€ 1.400,00
€ 2.800,00
€ 950,00
€ 560,00
€1.400,00
€ 510,00
€ 400,00
Direttore responsabile: Massimo Cassani
Direttore Scientifico: Arch. Stefania Battaglia
Anno di fondazione: 1988
*formato al vivo; più abbondanza di 1 cm
MAGGIORAZIONI
stampa di un colore di quadricromia oltre il nero +20%
stampa quadricromia +50%
modulo di copertina formato 160x120 mm +100%
moduli in IV di copertina: +70%
posizione di dx +10%
Sono previsti sconti su più uscite.
Le tariffe sono valide dal 01/01/14 al 31/12/14. (+IVA)
Via Eritrea, 21 - 20157 Milano
ufficio pubblicità:
Tel. +39 02 3022.6836
[email protected]
ufficio traffico:
[email protected]