nomine dalle province - The Jesuit Curia in Rome

Commenti

Transcript

nomine dalle province - The Jesuit Curia in Rome
Servizio Digitale d'Informazione SJ
Vol. XIX, No. 04 , 5 marzo 2015
NOMINE
Il Padre Generale ha nominato:
- Il P. Stefan Dartmann (GER) nuovo rettore del Collegio Germanico-Ungarico, in sostituzione del P. Benedikt
Lautenbacher (GER). Il P. Dartmann è nato nel 1956, è entrato nella Compagnia di Gesù nel 1978 ed è stato ordinato
sacerdote nel 1986. In precedenza è stato parroco della Chiesa di Sant'Eugenia a Stoccolma (1986-2004), Provinciale della
Germania (2004-2010), e Direttore della Fondazione per la Solidarietà con le Chiese dell'Europa Centrale e Orientale
(2010-2015). Entrerà in carica come rettore il 31 luglio 2015.
DALLE PROVINCE
CAMBOGIA: Rispondere alle nuove esigenze della società cambogiana
Banteay Prieb, un centro di formazione professionale della Compagnia in Cambogia, ha lanciato per il mese prossimo un
programma di formazione per persone con carenze intellettive. Il programma, che si inaugura con 11 studenti, si basa su 23
anni di esperienza del centro al servizio delle persone con disabilità fisiche a causa della guerra, delle mine, della poliomielite
e di incidenti vari. L'ottica del programma è di inclusione: "La nostra missione è sviluppare le abilità delle persone con
carenze intellettive affinché possano vivere in modo indipendente ed essere autosufficienti", ha dichiarato Padre Greg Priyadi
SJ del Jesuit Service Cambodia che gestisce Banteay Prieb. "Il nostro obiettivo è creare un ambiente che favorisca la
partecipazione attiva delle persone con disabilità intellettive nella vita comunitaria".
INDONESIA: Vincere focalizzandosi sul dialogo interreligioso
Un breve film prodotto dalla casa di produzione dei gesuiti indonesiani SAV Puskat ha vinto il primo premio per la categoria
"video di 5 minuti" del SIGNIS Asia Media Awards. "Dancing of Life" tratta del dialogo interreligioso nella vita quotidiana
come viene vissuto dagli abitanti dei villaggi di Demangan, Wedomartani e Sleman nella Provincia di Yogyakarta. Il
messaggio che il video vuole lanciare è Molte fedi ma una sola missione: amarsi l'un l'altro. "Abbiamo scelto di fare questo
video sul dialogo interreligioso perché viviamo in una società con molte differenze. Dovremmo imparare a rispettarci l'un
l'altro e a promuovere ciò che è bene per la nostra società. I nostri media dovrebbero mostrare più esempi di vita pacifica
nella società piuttosto che dare enfasi a questioni come la violenza perpetrata dagli estremisti. Così quando il nostro staff ha
proposto di fare questo video, io li ho incoraggiati", ha dichiarato alla consegna dei premi il P. Yosephus Iswarahadi SJ,
direttore di SAV Puskat. Per visionare il video clicca su: https://www.youtube.com/watch?v=Yf4K_STAxCo#t=12
INGHILTERRA: In 40 per la Maratona di Jesuit Missions
Un numero inaspettato di 40 partecipanti si sta allenando per l'annuale Maratona londinese il cui scopo è raccogliere fondi per
Jesuit Missions (JM). Tra i maratoneti di quest'anno si contano anche un padre e figlio in partnership, Austin e Jonathan
Lafferty del Mount St Mary's College nel Derbyshire, insieme al cappellano del college, P. Simon Ellis. La Maratona di
Londra si terrà domenica 26 aprile. "Il nostro rituale annuale che comprende sondaggi per i maratoneti, l'invio di email
rassicuranti, la condivisione di consigli di allenamento, è culminato in una squadra di corridori entusiasti che sperano di
raccogliere fondi vitali per il lavoro delle missioni che gestiamo all'estero", ha dichiarato Laura Howley dell'ufficio di Jesuit
Missions a Wimbledon. Nel corso degli anni la Maratona ha permesso di raccogliere fondi per progetti come l'istruzione
primaria in Tanzania e Zimbabwe, il sostegno a borse di studio in Sud Africa, la costruzione di strutture di riabilitazione in
Guyana e Sud America e l'assistenza d'emergenza ai rifugiati in collaborazione con il Jesuit Refugee Service. Maggiori fondi
permetteranno ai gesuiti di continuare la loro opera a fianco dei poveri e degli emarginati in tutto il mondo.
REPUBBLICA CENTRAFRICANA: Il Centro Universitario
Il Centre d'Information, d'Education et d'Ecoute (CIEE - Centro d'Informazione, Educazione e Ascolto) gestito dalla
Compagnia presso l'Università di Bangui ha organizzato una cerimonia per i suoi "educatori tra pari" ( peer educators) per
sottolineare l'inizio dell'anno accademico nonostante l'insicurezza che affligge la Repubblica Centroafricana. Da quando
all'inizio del 2013 i ribelli del nord hanno preso il potere nella capitale - potere poi perduto -la nazione rimane politicamente
ed economicamente instabile. La storia del paese è un susseguirsi di ribaltamenti politici che hanno portato all'instabilità
istituzionale, che si riflette pesantemente sullo sviluppo. Nella capitale, Bangui, le attività si svolgono secondo il ritmo
imposto dai gruppi armati. In tempo di crisi tutto si paralizza, sopraggiunta la calma la vita riprende il suo corso. E' stato così
che il Centre d'Information, d'Education et d'Ecoute ha organizzato l'evento il 7 e 8 gennaio scorso. Il 7 gennaio è stato
dedicato ad attività culturali e il giorno dopo è stata festeggiata l'apertura dell'anno accademico. La cerimonia annuale riveste
un grande significato per il CIEE perchè è il momento in cui i peer educators ricevono I loro kit e vengono inviati
ufficialmente in missione. Quest'anno il tema era: "L'AIDS non verrà da me e se lo farà non lo trasmetterò".
ROMA: Centro per la protezione dell'infanzia
Il Centro per la protezione dell'infanzia (CCP) della Pontificia Università Gregoriana è stato trasferito da Monaco a Roma. Il
cardinale Sean O'Malley - Arcivescovo di Boston e Presidente della Pontificia Commissione per la tutela dei minori - nel suo
discorso alla cerimonia di inaugurazione ha parlato della necessità di uno sforzo globale per prevenire l'abuso sessuale dei
minori e delle persone vulnerabili. Il Cardinale O'Malley ha letto un messaggio di Papa Francesco che esprime le sue
speranze e i migliori auguri per il CCP.
TAIWAN: Camminare con i giovani
La decisione presa alcuni anni fa dalla Provincia cinese di creare una pastorale giovanile a Taiwan sta portando i suoi frutti.
Ciò che aveva esordito con una messa mensile per i giovani presso il Magis Youth Centre a Taipei è cresciuto fino a diventare
un programma in piena regola, con laboratori di spiritualità ignaziana, consulenza, ritrovi e ritiri, serate di cinema e viaggi di
scoperta. A pochi mesi dalla prima messa per i giovani del settembre 2013 I numeri sono cresciuti al punto che si è avuto
bisogno di una nuova sede. In media, più di 120 giovani partecipano alla messa mensile per i giovani presso il Tien Centre, e
ad ogni messa c'è un gran numero di neofiti. La messa mensile e l'incontro è organizzato dai giovani per i giovani con la
liturgia adattata per coinvolgerli meglio. Durante la Messa i partecipanti mimano un Vangelo ispirato alle sfide della loro
vita quotidiana, a cui fanno seguito riflessioni di gruppo.
Servizio Digitale d’Informazione SJ - Ufficio Stampa e Informazione
P. Patrick Mulemi SJ
Borgo S. Spirito 4 | 00193 Roma Italia
Tel: +39-06-6986-8289 | [email protected]
Per visitare il portale dei Gesuiti: www.sjweb.info
Qualora non vogliate ricevere più le notizie dalla Curia, inviate un email con soggetto
"Unsubscribe"
Jesuit Press and Information Office
Borgo S. Spirito 4 | 00193 Roma Italy
Tel: +39-06-6986-8289 | [email protected]
Tel: +39-06-6986-8289 | [email protected]
Copyright © 2011 - Society of Jesus