lezione02-2009

Commenti

Transcript

lezione02-2009
La società dell’informazione e
della conoscenza
Lezione n. 2
1
Obiettivo della lezione
z
z
z
z
z
z
Definire sistema informativo ed informatico
Definire la relazione fra azienda (in senso lato ossia
non solamente rivolta ad un processo produttivo) e
sistema informativo/informatico
Definire le funzioni del sistema informativo/informatico
Definire le relazioni fra ruoli aziendali e livelli del
sistema informativo
Livelli concettuale, logico, fisico: compiti e formalismi
diversi
Framework di Zachman
2
1
Società Industriale e Società dell’Informazione
Società Industriale
z Produzione di beni utilizzando grandi quantità di materie prime
z Produzione di massa dei beni grazie alla standardizzazione
z Sistemi di lavoro basati su compiti ripetitivi
z Separazione netta tra prodotto e servizio
Società dell’Informazione
Sviluppo autosostenibile (risparmio di materie prime)
z Dematerializzazione del prodotto
z Virtualizzazione del servizio
z Virtualizzazione del posto di lavoro
z Personalizzazione di massa
z Lavoro altamente specializzato ma vario e gratificante
z Globalizzazione, comunicazione, connessione
z
Terminologia: TIC – Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione; ICT – Information
and Communication Technology; IT – Information Technology
3
Società della conoscenza
z
Dalla società dell’informazione alla società della conoscenza
z
L’informazione come mattone della società non è più
sufficiente
z
conoscenza = informazione + esperienza + capacità di
utilizzarla nel contesto appropriato
z
La conoscenza è l’utilizzo dell’informazione vincente nel
momento giusto e per il problema giusto
z
Elemento fondamentale nella società della conoscenza è
rappresentare non solo l’informazione ma anche l’esperienza
dell’individuo o della rete di individui (social networking)
4
2
Il sistema azienda
z
z
z
z
Per azienda intenderemo ogni sistema o ente che si
organizza con procedure, mezzi e regole per perseguire
i suoi obiettivi
Ogni azienda può essere schematizzata in almeno 5
macro-processi - catena di Porter-Miller
I processi sono l’insieme dei passi, dei dati e delle regole
che portano al raggiungimento di un obiettivo
Es. processo di compra-vendita
Gestione
materie
prime
Trasform
azione
Marketing &
Vendite
Distribuzione
Postvendita
Catena del valore di Porter-Miller
5
La catena del valore
z
Il messaggio intrinseco della catena del valore non risiede solo
nel proporre un modello formale e astratto dei processi aziendali
indipendente dalla tipologia di produzione, ma nel comprendere
che ogni processo e connesso a quelli a monte e a quelli a valle
z
La comprensione e la metabolizzazione della catena del valore di
Porter & Miller non fu immediata nell’e-commerce
z
La bolla inflattiva del 2000-2001, che ha travolto le .com company
della prima generazione dell’e-commerce, è stata sicuramente
generata dalla eccessiva concentrazione delle energie di
innovazione nel solo processo di marketing-vendite senza
pensare ad un totale riformulazione dei processi organizzativi
aziendali
z
Amazon.com - Jeff Bezos fermò il servizio nel 2001 per
riorganizzare l’intera catena del valore e questa strategia fu
vincente.
6
3
E-Business:
Transforming
Definizione
di B2B
Visibility
dot.com
best
European
IPOs 1999
U.S. Christmas
1998
U.S. IPOs
1997/8
Dot-com shakeout
cash burn means debts
Dot-com
starts
Mergers/buyouts of
dot-coms
managed by M&A
Internet
Web
dot.com
bust
Technology
Trigger
1990-1996
Net-Liberated Organizations
Dot-com share
fallout
Peak of
Inflated
Expectation
1999
Equity Times
2000
Dot-coms’ survivors
bought by B&M
Slope of
Enlightenment
Trough of
Disillusion
2002
Economies of
Post-Net
scale pay off:
globalization of businesses:
Hybrid
models
dot-coms and
venture capital
firms
2003
Debt Times
2004
Plateau of
Profitability
2005
2006
Positive Cash Flow
These slides are for internal use only. External use of Gartner copyrighted material must be approved in writing by
Gartner Vendor Relations. Please e-mail your usage request to [email protected] for approval.
7
Nasdaq – borsellino elettronico dei titoli
tecnologici ed evidenza della bolla inflattiva
Settembre2001
2001
Settembre
8
4
Livelli decisionali aziendali
Livello
strategico
Cosa fare
Livello tattico
Livello operativo
Come farlo
Realizzarlo
9
Il sistema informativo
z
Il sistema informativo sostiene il raggiungimento degli
obiettivi dell’azienda nella società dell’informazione ed è
il circuito di relazioni tali da regolare il flusso di
informazioni/conoscenza
z
Sistema informativo: l’insieme di persone, norme e
regole, dispositivi tecnologici, processi aziendali che
permettono all’azienda di disporre delle informazioni
giuste al momento giusto.
z
Questo significa poter:
z
creare informazione/conoscenza
z
raccogliere informazione/conoscenza
z
elaborare informazione/conoscenza
z
fornire informazione/conoscenza
10
5
Esempi di sistemi informativi
z
z
z
z
z
z
z
z
z
Sistemi di supporto alla produzione industriale (es. CAD, CAM)
Sistemi di supporto alla gestione aziendale (es. Personale,
Contabilità, Controllo di Gestione - ERP)
Sistemi bancari (es. Sportello, Conti Correnti, Borsa Titoli)
Sistemi per la PAC - Pubblica Amministrazione Centrale (es.
Contabilità di Stato, Finanza, Pubblica Istruzione, Beni Culturali)
Sistemi per la PAL - Pubblica Amministrazione Locale (Anagrafe,
Stato Civile, Tributi)
Sistemi per la Sanità (es. SIO, SIA, CUP, Pronto Soccorso,
Diagnostica per immagini)
Sistemi per l’e-Commerce (Catalogo elettronico, Carrello della
spesa, pagamenti)
Sistemi di pianificazione, consuntivazione, controllo (es. MIS, DSS,
DataWarehouse, cruscotti direzionali, Business Intelligence)
DRM – digital right management system
11
Esempio di sistema informativo
L’avvocato redige con
apposito editor l’atto o
il documento
Lo firma con appositi
strumenti
Invio al Gestore Locale
Tribunale
Invio al
Gestore
Centrale il quale
invia una ricevuta
Il Gestore Locale
Tribunale controlla
l’autenticazione
Controllo formale
e archiviazione
e invio del numero di
registro
Si autentica presso
Punto di Accesso
Il punto di accesso
autorizza l’invio al
Gestore Centrale
Napoli
Notifiche
al Gestore Centrale
al Punto di Accesso
e all’Avvocato
in sequenza 12
6
Esempio di sistema informatico
da Servizi informatici della giustizia civile, Stato dell’arte e prospettive,
Ministero della Giustizia, Gennaio 2009
13
I collocazione dei sistemi informativi/
informatici in azienda
Livello
strategico
Livello tattico
Livello operativo
DSS, SEM, BI
KMS, OLAP, DW,
Data mining
ERP, MRP,
CIM, CRM
14
7
Dimensioni dei sistemi informativi
z
I sistemi informativi quindi sono:
z Organizzazione
z
z
z
Norme esterne
ORGANIZATIONS
Tecnologia
Management
z
z
TECHNOLOGY
INFORMATION
SYSTEMS
Norme interne
Governance
MANAGEMENT
z
Difficilmente la tecnologia da sola
crea innovazione e progresso
15
Funzione dei sistemi informativi: sostenere gli obiettivi
interni e rispondere alle sollecitazioni esterne
da Laudon,
Laudon, Management Information Systems 8/e. Prentice Hall, 2004
16
8
Sistema informatico
z
z
z
z
Sistema informatico: la parte del sistema informativo
gestita tramite supporti informatici
Negli anni ’70-’80 il sistema informatico determinava
cosa l’azienda era in grado di automatizzare orientando
anche la fattibilità degli obiettivi (technology driven)
Ora il sistema informatico è al servizio degli obiettivi
dell’azienda e non il contrario (function driven)
Possono esistere sistemi informativi senza sistemi
informatici (anche se difficilmente possono competere
con quelli informatizzati), non possono esistere sistemi
informativi senza componente umana. I sistemi
informativi di oggi attuano una simbiosi tra componente
umana e componente informatica. Primato delle
esigenze dell'organizzazione e delle persone.
17
Sistemi informativi e informatici
z
z
z
Sistemi informativi =
informazioni+processi+comunicazione+persone
Sistemi informatici =
informazioni+hardware+software
Il sistema informatico è la parte automatizzata del
sistema informativo
Sistema informativo
Sistema
informatico
18
9
Sistema informatico
z
Ciclo di vita di un Sistema Informativo
z Fattibilità tecnico-economica
z Analisi
z Progettazione
z Realizzazione o implementazione: make vs. buy
z Collaudo
z Manutenzione: fase continua caratterizzata da interventi
(sul software) per:
z rimuovere eventuali anomalie
z adeguare il software alla mutata normativa o alle
tecnologie più avanzate
z migliorare le prestazioni del software: aggiungere nuove
funzionalità o migliorare quelle esistenti
z Utilizzo: fase continua che costituisce lo scopo finale della
implementazione dei Sistemi Informativi
19
Framework di Jonh Zachman (1/4)
z
z
z
z
J. Zachman era un informatico dell’IBM dagli anni ’60
agli anni ‘90, ora CEO di una propria impresa
Crea il Framework di Zachman per rappresentare l’intera
azienda in rapporto con i sistemi informativi ed
informatici
La forza di questo schema è che tratta l’azienda nella
sua interezza, indipendentemente dalla natura delle
scelte tecnologiche, dipendente invece dalle prospettive
degli attori e dei ruoli che le persone ricoprono in
azienda
Il suo schema è uno standard internazionale, uno
strumento potente di formalizzazione e di metodologia
20
10
Framework di Jonh Zachman (2/4)
z
Zachman intuisce che occorre dare un nuovo paradigma
per regolare i rapporti fra sistema informativo, sistema
informatico, ruoli decisionali aziendali e formalismi
utilizzati da ciascun ruolo
z
Costruisce uno schema che rappresenta la visione del
sistema informativo e informatico in relazione ai ruoli
aziendali
z
Colonne - dati, processi e infrastrutture di rete
(cosa, come, dove)
z
Righe: ruoli degli attori - decisore, responsabile,
progettista, costruttore, realizzatore e utilizzatore
finale
21
Framework di Jonh Zachman (3/4)
z
Zachman suggerisce inoltre una lettura dell’azienda a
livelli: concettuale, logico, fisico
z
Ogni livello risponde a diverse esigenze organizzative e
instaura relazioni differenziate con il sistema
informativo/informatico e con gli attori
z
Livello concettuale – top management – risponde alla
domanda COSA FARE
z
Livello logico – middle management – risponde alla
domanda COME FARE
z
Livello fisico – operativo – esegue le specifiche utilizzando
le migliori tecniche, risorse, mezzi a disposizione
22
11
Visione nel modello di Zachman dei
sistemi informativi
Livello
concettuale
Livello logico
Livello fisico
Concettuale
Rappresentare i dati, i processi e le
funzioni in modo semantico ossia
astraendo dalla soluzione tecnologica,
preferendo la rappresentazione della
realtà nella sua essenza. Risponde
alla domanda: cosa ho davanti, cosa
rappresento.
Logico
Definire i dati, i processi, le funzioni
finalizzati alla risoluzione di un
problema specifico e orientati alla
soluzione senza però ancora entrare
nei dettagli tecnici. Come risolvo il
problema.
Fisico
Definire i dati, i processi, le funzioni in
modo dettagliato e ancorato ad una
23
particolare tecnica o strumento fisico.
Quali strumenti uso.
Componenti dei sistemi informativi
z
z
z
z
Possiamo quindi vedere i tre più importanti pilastri dei sistemi
informativi sotto tre diversi profili: concettuale, logico, fisico.
Dati - What
z Livello concettuale: analisi delle entità e delle relazioni
z Livello logico: loro rappresentazione tabellare
z Livello fisico: costruzione di una struttura data base
Processi aziendali - How
z Livello concettuale: decomposizione in casi d’uso e flusso dei dati
(UML)
z Livello logico: struttura delle classi e metodi,
z Livello fisico: programmazione e codifica delle classi
Reti di comunicazione/Infrastrutture - Where
z Struttura di comunicazione e organizzativa
z Scelta del modello di rete
z Implementazione della rete
24
12
(da http://www.zifa.com/)
25
Framework di John Zachman (4/4)
z
z
z
z
z
Ogni riga indica il punto di vista di un certo attore
(perception, view) il quale ricopre un certo ruolo
Ogni colonna è la risorsa che deve esaminare
Nel centro dell’incrocio lo strumento formale con cui
l’attore deve affrontare la modellazione del problema
relativamente alla corrispondente risorsa
Un attore che deve modellare i dati dal punto di vista
logico userà il modello entità-relazione
Mentre un programmatore che deve realizzare il
database (livello fisico) userà il linguaggio di
programmazione per gestire le tabelle del database
26
13
Attori e risultato atteso rispetto al ruolo
Attore
Visione del
decisore
Visione del
responsabile
Visione del
progettista
Visione del
costruttore
Visione del
realizzatore
Visione
dell’utilizzatore
Prodotto ICT
Obiettivi e scopi
Modello concettuale del sistema
aziendale
Modello logico
Modello fisico
Progettazione dei componenti e
dei moduli
Sistema informatico
27
(da http://www.zifa.com/)
28
14
Estensioni recenti
z
Con il passaggio verso l’era della conoscenza si
sono aggiunte nuove colonne per la gestione del
capitale umano, fonte primaria della creazione,
elaborazione della conoscenza:
z Persone - who
z Tempo - when
z Motivazione - why
29
(da http://www.zifa.com/)
ENTERPRISE ARCHITECTURE - A FRAMEWORK
DATA
SCOPE
(CONTEXTUAL)
Planner
ENTERPRISE
MODEL
(CONCEPTUAL)
Owner
What
List of Things Important
to the Business
FUNCTION
How
List of Processes the
Business Performs
TECHNOLOGY
MODEL
(PHYSICAL)
Builder
DETAILED
REPRESENTATIONS
(OUT-OFCONTEXT)
SubContractor
FUNCTIONING
ENTERPRISE
Where
List of Locations in which
the Business Operates
PEOPLE
Who
List of Organizations
Important to the Business
TIME
When
List of Events Significant
to the Business
MOTIVATION
Why
List of Business Goals/Strat
ENTITY = Class of
Business Thing
Function = Class of
Business Process
Node = Major Business
Location
People = Major Organizations
Time = Major Business Event
Ends/Means=Major Bus. Goal/
Critical Success Factor
e.g. Semantic Model
e.g. Business Process Model
e.g. Logistics Network
e.g. Work Flow Model
e.g. Master Schedule
e.g. Business Plan
Ent = Business Entity
Reln = Business Relationship
Proc. = Business Process
I/O = Business Resources
Node = Business Location
Link = Business Linkage
People = Organization Unit
Work = Work Product
Time = Business Event
Cycle = Business Cycle
e.g. Logical Data Model
e.g. "Application Architecture"
e.g. "Distributed System
Architecture"
e.g. Human Interface
Architecture
Ent = Data Entity
Reln = Data Relationship
Proc .= Application Function
I/O = User Views
Node = I/S Function
(Processor, Storage, etc)
Link = Line Characteristics
People = Role
Work = Deliverable
Time = System Event
Cycle = Processing Cycle
End = Structural Assertion
Means =Action Assertion
e.g. Physical Data Model
e.g. "System Design"
e.g. "System Architecture"
e.g. Presentation Architecture
e.g. Control Structure
e.g. Rule Design
Ent = Segment/Table/etc.
Reln = Pointer/Key/etc.
People = User
Work = Screen Format
e.g. Security Architecture
Cycle = Component Cycle
SYSTEM
MODEL
(LOGICAL)
Designer
NETWORK
TM
Proc.= Computer Function
I/O = Screen/Device Formats
Node = Hardware/System
Software
Link = Line Specifications
e.g. Data Definition
e.g. "Program"
e.g. "Network Architecture"
Ent = Field
Reln = Address
Proc.= Language Stmt
I/O = Control Block
Node = Addresses
Link = Protocols
e.g. DATA
e.g. FUNCTION
e.g. NETWORK
People = Identity
Work = Job
e.g. ORGANIZATION
e.g. Processing Structure
Time = Execute
End = Business Objective
Means = Business Strategy
e.g., Business Rule Model
End = Condition
Planner
ENTERPRISE
MODEL
(CONCEPTUAL)
Owner
SYSTEM
MODEL
(LOGICAL)
Designer
TECHNOLOGY
CONSTRAINED
MODEL
(PHYSICAL)
Builder
Means = Action
e.g. Timing Definition
e.g. Rule Specification
Time = Interrupt
Cycle = Machine Cycle
End = Sub-condition
Means = Step
e.g. SCHEDULE
SCOPE
(CONTEXTUAL)
e.g. STRATEGY
DETAILED
REPRESENTATIONS
(OUT-OF
CONTEXT)
SubContractor
FUNCTIONING
ENTERPRISE
15
Esempio concreto di uso del framework
Problema: Processo Civile
Ruolo/Attore
Dati - Cosa
Funzioni - Come
Rete - Dove
Società
Il sistema
giustizia
Garantire il
giusto processo
e l’ordine
sociale
Collettività
Ministero
Processi come
atti di giustizia
Efficienza
Efficacia
Rete della
giustizia
Giudice
Fascicoli
Giudizio
Tribunale/Minist
ero
Avvocati
Atti, memorie
Sentenza
Difesa
Accusa
Ufficio Legale
Tribunale
Parti
Sentenza
Rimborso del
danno
Ufficio Legale
Tecnici
Testimonianze
Credibilità
Tribunale
31
Materiali di riferimento e Domande possibili
z
z
z
z
z
z
Quale è la funzione del sistema informativo in un ente
azienda?
Che differenza c’è fra sistema informatico e sistema
informativo?
Cosa si intende per livello concettuale, logico e fisico
nei sistemi informativi?
Cosa rappresenta il framework di Zachman?
Cosa significa che ogni attore usa un formalismo
adeguato al suo ruolo per rappresentare le esigenze?
Cosa rappresentano le colonne e le righe nel
framework di Zachman?
32
16

Documenti analoghi

The Zachman Framework for Enterprise Architecture

The Zachman Framework for Enterprise Architecture quantità di risorse, mentre ad una durata prolungata corrisponde una limitata quantità di risorse.

Dettagli

Enterprise Architecture

Enterprise Architecture l’allineamento continuo fra business e IT;   creare processi di business che riflettono la strategia dell’impresa   favorire l’agilità riducendo la complessità, forte inibitore del cambiamento; ...

Dettagli

ENTERPRISE ARCHITECTURE Parte II ENTERPRISE

ENTERPRISE ARCHITECTURE Parte II ENTERPRISE dell’Enterprise e il suo sfruttamento ha impattato con la struttura di molte industrie. Il mondo è diventato un mercato elettronico globale. Le Enterprises cominciano a percepire il significato di ...

Dettagli