Comunicato stampa completo

Commenti

Transcript

Comunicato stampa completo
VESPA MON AMOUR!
Mostra fotografica
Comunicato stampa
1-31 luglio 2014 . Castello dei Doria
Comune di Dolceacqua
Vernissage martedì 1° luglio 2014 . Ore 18
Mostra fotografica organizzata e curata da Mirko Albini in
collaborazione con la Fondazione Piaggio e l’assessorato alla
Cultura del Comune di Dolceacqua.
Per tutto il mese di luglio il Castello di Dolceacqua ospiterà
un’imperdibile mostra dedicata alla Vespa e a ciò che essa ha
rappresentato per intere generazioni di giovani a partire dagli anni ’50.
La mostra vuole essere una testimonianza per immagini della storia di
questo oggetto di consumo diventato uno degli esempi più conosciuti
del boom economico, un vero e proprio album fotografico di costume,
società e moda non solo italiani ma anche di tutti quei paesi che hanno
subito il fascino di questo simbolo di libertà e spensieratezza,
soprattutto negli anni ‘50, ‘60 e ‘70.
Vespa, il mitico due ruote Piaggio, brevettato nel 1946 su progetto dell'ingegnere aeronautico Corradino
d'Ascanio, è ancora oggi uno dei prodotti di disegno industriale più famosi al mondo nonché uno dei più
conosciuti simboli del made in Italy.
Fu proprio la Vespa a dare il primo impulso alla motorizzazione di massa in Italia, prima ancora
dell’avvento delle utilitarie e dell’altra grande protagonista del rilancio economico italiano del dopoguerra,
la Fiat 500.
Dal 1946 ad oggi, le Vespa vendute nel mondo sono state più di 20 milioni.
La Vespa è stata esposta nei musei di design, arte moderna, scienza & tecnica e trasporti di tutto il
mondo. Fa parte della collezione permanente del Triennale Design Museum di Milano e del MOMA di
New York.
Nonostante lo scorrere degli anni, la Vespa rimane uno degli esempi di design industriale più riuscito al
mondo.La sua linea, pur variando nel particolare, rimane inconfondibile nell'insieme: qualsiasi sia il
modello, qualsiasi sia l'anno di produzione, le sue caratteristiche fondamentali rimangono impresse a tal
punto che l'oggetto Vespa è identificabile in modo univoco.
Verranno esposte alla mostra alcune illustrazioni in puro “Vespa style” realizzate da Isabelle Oziol de
Pignol, illustratrice e stilista Parigina e creatrice del seguitissimo blog illustrato Accrodelamode.com
dedicato allo stile, alla moda e agli accessori.
Il castello di Dolceacqua (o dei Doria) si trova nell'omonimo Comune situato a pochi minuti di auto dalla
Costa Azzurra e a pochi chilometri da Sanremo.Dolceacqua è facilmente raggiungibile in automobile sia
dall’Italia che dalla Francia (uscita casello di Ventimiglia).
Una grande occasione per tutti coloro che hanno amato e continuano ad amare la Vespa.
Per informazioni:
www.dolceacqua.it/turismo
www.mirkoalbini.com
Note sull’organizzatore/curatore:
Mirko Albini è anche l’organizzatore e curatore della mostra internazionale itinerante “POLAROID:EASY ART?”
!
( www.polaroid-easy-art.com
)
VESPA MON AMOUR!
Informazioni
LA FONDAZIONE PIAGGIO, IL MUSEO E L’ARCHIVIO STORICO.
BREVE PRESENTAZIONE
La Fondazione Piaggio nasce nel 1994. E’ una Onlus a partecipazione mista pubblica e
privata (Piaggio & C. S.p.A. e Comune di Pontedera) che ha lo scopo primario di
sviluppare e gestire il Museo e l’Archivio Storico Piaggio e di promuovere le sinergie
tra impresa, cultura e Territorio.
La Fondazione, all’interno dei suggestivi spazi del Museo Piaggio, è un luogo di
promozione culturale estremamente vivo e dinamico dove convivono mostre d’arte,
convegni, incontri ed eventi culturali, spettacoli musicali, di danza, di moda.
Il Museo Piaggio nasce nel 2000 nei 3.000 metri quadrati dell’ex officina attrezzeria, uno
dei corpi di fabbrica più antichi e affascinanti del complesso industriale di Pontedera, dove
l’azienda insediò la propria produzione a partire dai primi anni Venti del ‘900.
Il Museo è nato per conservare e valorizzare la memoria storica dell’impresa. Si pone
l’obiettivo di ricostruire le vicende di Piaggio e del suo Territorio e di ripercorrere un lungo
periodo di storia italiana, fatto di trasformazioni economiche, di costume e di sviluppo
industriale, narrato attraverso l’esposizione dei prodotti più famosi e rappresentativi e
attraverso i documenti e le immagini del ricchissimo Archivio.
Le sue sale accolgono le collezioni Vespa (dai prototipi del 1945 alla Vespa GTV del
2006), Gilera (dalla moto VT 317 del 1909 alla RC600 Parigi-Dakar del 1991) accanto ai
più significativi prodotti di Piaggio (motori aeronautici degli anni Trenta, una locomotrice
ferroviaria del 1936, l’aereo P148 del 1951, l’Ape, il Pentarò, il Ciao, fino agli scooter
di ultima generazione.
Fondazione Piaggio
Viale Rinaldo Piaggio 7
56025 Pontedera (PISA)
www.museopiaggio.it
!
VESPA MON AMOUR!
Informazioni
Castello dei Doria, Dolceacqua (IM)
Il primo documento che cita Dolceacqua risale al 1151; infatti fu proprio nel XII secolo che i conti di
Ventimiglia fecero costruire il primo nucleo del castello alla sommità dello sperone roccioso
che domina strategicamente la prima strettoia e la biforcazione della valle verso Rocchetta Nervina
e la val Roia da un lato e la media e alta val Nervia dall'altro lato, controllandone gli accessi.
Nel corso dei secoli seguenti, ai piedi del castello, acquistato nel 1270 dal capitano del popolo
genovese Oberto Doria, il vincitore dei Pisani alla Meloria, e ampliato dai suoi successori, venne
sviluppandosi l'abitato della Terra ( Téra nel dialetto locale ), seguendo le linee di livello ai gironi
concentrici attorno alla rocca e collegati fra loro da ripide rampe. L'acqua del Nervia fu portata ad
alimentare le fontane ed a irrigare gli orti.
Nella metà del Quattrocento la crescita dell'abitato, che aveva fatto del percorso di via Castello il
principale asse viario urbano, portava alla crescita del nuovo quartiere del Borgo, al di là del
torrente Nervia; i due nuclei vennero collegati da un elegante ponte a schiena d'asino, a un solo
arco di 33 metri di luce.
La storia di Dolceacqua si identifica con le
vicende del castello e della signoria dei
Doria che vanta tra i molti personaggi
Caracosa, madre dell'ammiraglio Andrea Doria;
la dinastia entrata sotto la protezione sabauda,
dal 1652 fu a capo del Marchesato di
Dolceacqua.
Il castello subì diverse trasformazioni. Il primitivo impianto feudale, difeso alla fine del Duecento
dalla torre circolare, venne ingrandito ed incluso nel XIV secolo in una cinta muraria più ampia;ine
età rinascimentale il castrum diventò una grandiosa residenza signorile fortificata, con imponenti
apparati difensivi. Dopo aver resistito a numerosi assedi , non poté tuttavia opporsi alle artiglierie
pesanti franco-ispane, che lo distrussero parzialmente il 27 luglio 1744 durante un episodio della
guerra di successione austriaca. Non più abitato dalla famiglia dei marchesi Doria, che si trasferì
nel cinquecentesco palazzo adiacente la chiesa parrocchiale, subì gli ultimi oltraggi dal terremoto
del 1887.
Il castello è stato immortalato dal pittore Claude Monet in un suo famoso quadro dipingendo il
maniero che guarda dall'alto di una rupe con in primo piano il suggestivo ponte d'accesso al borgo.
Il restauro terminato nel 2010 ha rifunzionalizzato il Castello perseguendone la piena fruizione a
fini museali e ludico-ricreativi. L’intervento ha portato alla realizzazione di parti nuove che
perseguono, rispettando l’identità del monumento, la realizzazione di percorsi continui e la
scoperta del panorama della Val Nervia.
Comune di Dolceacqua
18035 Dolceacqua (Imperia) .
Tel.0184206444 .
www.dolceacqua.it
!
VESPA MON AMOUR!
Alcuni scatti presentati alla mostra
Per informazioni:
www.dolceacqua.it/turismo
www.mirkoalbini.com
1-31 luglio 2014 . CASTELLO DEI DORIA
COMUNE DI DOLCEACQUA (IM)
VERNISSAGE MARTEDI 1° LUGLIO 2014 . ORE 18
!
VESPA MON AMOUR!
Isabelle Oziol de Pignol è una stilista di moda e illustratrice francese.
Negli anni 1990-2000 ha lavorato come stilista di moda maschile per Balmain, Balenciaga e Burberry.
Attirata dal fermento creativo nel mondo di internet, nel 2008 ha creato il blog accrodelamode.com dove
regolarmente pubblica disegni di personaggi (spesso di fantasia ) alla moda e da lei espressamente creati
per i suoi tantissimi lettori.
I personaggi da lei proposti sono da lei commentati e analizzati in funzione del loro look.
Collabora con le seguenti testate : Grazia.fr, lexpress.fr.
Collabora regolarmente con l’editore svizzero Tamédia.
>>>> Informazioni sponsor <<<<
Best & Finest è una dinamica società con sede a Milano.
Da diversi anni offre una mirata consulenza strategica dedicata alle aziende per
assisterle nella pianificazione e gestione dei budget pubblicitari.
Gestisce, in totale trasparenza, importanti fatturati pubblicitari per conto dei propri clienti. L’assistenza di
Best & Finest permette di ottenere importanti ottimizzazioni dei budget pubblicitari nel settore dei vari media,
della stampa e della televisione.
www.bestfinest.it
La nuova sartoria di Milano nasce nell’aprile 2007 con la rilevazione della storica Sartoria di
Pia Rame.L’attività sartoriale è un’importante punto di riferimento per costumisti, stylist e
responsabili di produzione.
La nuova Sartoria è leader nel settore, attiva nel settore del noleggio e produzione per il mondo dello
spettacolo, la televisione, il teatro, il cinema e la pubblicità.Senza dimenticare la clientela privata.
Sede Viale Papiniano, 22 – 20123 Milano
www.lanuovasartoria.it
Dogtags.it è uno store online creato nel 2006 e specializzato in piastrine
DOG TAGS personalizzabili made in U.S.A.
Le DOG TAGS riportano solitamente dati personali e/o sanitari. Dogtags.it è lo store italiano di riferimento.
Articoli in vendita sono dedicati ai privati, alle aziende e alle agenzie di Marketing.
E' presente anche una sezione TRAVEL SHOP dedicata agli articoli per viaggiare in modo sicuro e
organizzato.
www.dogtags.it
!
Locandina (bassa risoluzione).
!

Documenti analoghi

Comunicato stampa – n°2 del 20.04.2010 Dolceacqua (IM) – a

Comunicato stampa – n°2 del 20.04.2010 Dolceacqua (IM) – a Comunicato stampa – n°2 del 20.04.2010 

Dettagli

Comunicato stampa – n°3 del 30.04.2010 APERTE DA OGGI LE

Comunicato stampa – n°3 del 30.04.2010 APERTE DA OGGI LE La nostra è terra di Rally. In passato il Montecarlo ed oggi ancora il Sanremo transitano da queste parti e continuano ad alimentare interesse e passione tra i giovani. Sulla parte tecnica della ga...

Dettagli