Chiamatele la Bella e la Vespa

Commenti

Transcript

Chiamatele la Bella e la Vespa
II
Pontedera
Martedì
1 Novembre 2005
IL TIRRENO
Chiamatele la Bella e la Vespa
BREVI
MANUTENZIONE
Acqua a singhiozzo
Nicole Kidman e lo scooter Piaggio in “The interpreter”
LARI. Nelle frazioni di Casciana Alta e San Frediano,
giovedì (ore 8-17) potranno verificarsi delle sospensioni
idriche per lavori di manutenzione. Nei giorni seguenti potranno verificarsi cali di pressione e fenomeni di intorbidamento delle acque che termineranno col concludersi delle
operazioni previste.
BELLISSIMA
A DUE
RUOTE.
Prima
si sistema
il caschetto,
poi guarda
lontano
e alla fine
parte
in sella
a una Vespa
vintage
color
arancio:
è Nicole
Kidman
in “The
interpreter”
(foto
concesse
dal Vespa
Club Roma)
DOPO 11 ANNI
Il Giro
è vicinissimo
PONTEDERA. Sabato 12
verrà presentato al Mazda
Palace di Milano il Giro d’Italia 2006. La notizia più
ghiotta è l’epilogo, che dovrebbe prevedere due semitappe: una cronoscalata di
10 km da Bellagio al Ghisallo (Co), al mattino; e, nel pomeriggio, la Cambiago-Milano (127 km) con il classico
percorso interno nella capitale morale. Il Giro partirà
dal Belgio il 6 maggio e punta su Pontedera per una tappa di grande prestigio. Giovedì 18 maggio, dopo un
giorno di trasferimento (dal
Molise) si disputerà la prima delle due cronometro
del percorso rosa. A Pontedera il Comune, la Provincia e soprattutto la Piaggio
(protagonisti a vario titolo
dell’operazione Giro) mantengono un riserbo che ormai pare solo formale, se
non addirittura scaramantico. Le indiscrezioni sul ritorno della corsa in città,
dopo 11 anni, risalgono a
settembre e sono in via di
costante conferma. Resta
da capire che ne sarà del
tracciato: un circuito Pontedera-Pontedera oppure partenza e arrivo in luoghi distinti? E da dove ripartirà
la corsa il 19 maggio?
Art Work in concerto
PONSACCO. Il 4 novembre
(alle 21.30) al centro culturale
“R. Valli” nell’ambito del gemellaggio Treuchtlingen-Ponsacco concerto di Arthur Rosenbauer & Band a Gscheids
Gwerch esibizione scuola di
musica Art Work Village.
INAUGURAZIONE
Affresco al cimitero
PONTEDERA. Domani, in
occasione della ricorrenza
dei morti, al cimitero della
Misericordia verrà inaugurato, nei locali della portineria,
un affresco raffigurante il
Santo Sepolcro.
Penn - capo del corpo delle
guardie del leader - deve fermare gli attentatori prima che
la uccidano. Per la prima volta l’Onu ha permesso che all’interno del Palazzo di Vetro
si girasse un film. L’effetto
per Piaggio è enorme, anche
se con orgoglio, nell’azienda
di Pontedera, sostengono che
la Vespa ormai non ha bisogno di pubblicità.
Messaggi subliminali come
questo sono di sicuro impatto;
anche se a volte dietro l’angolo c’è sempre il rovescio della
medaglia. Piaggio, per esempio, ha rischiato qualcosa sul
Il thriller americano
di Sydney Pollack
è nelle sale italiane
e si trasforma
in un maxi spot
per la casa pontederese
piano dell’immagine nel marzo 2004 quando le agenzie hanno battuto poche righe di questo tenore: Nicole Kidman aveva evitato un incidente per un
soffio, sul set. La Vespa scooter, «che non era stata sistemata bene sul cavalletto», le era
franato addosso, travolgendola. Ma la Kidman se l’era cavata con qualche piccolo graffio.
E la Vespa se l’era cavata con
poche righe.
Alla faccia della pubblicità
negativa. Tre commenti sparsi, pescati su un forum di appassionati vespisti, consultabile su www.vespaonline.com:
«Avrei voluto essere quella vespa, caduta addosso alla Kidman...» (18 aprile 2004, ore
19,25). «Se sapessero quante
volte la Vespa è franata addosso a me... Ogni tanto con un
mio amico ce le tiriamo dietro!» (28 aprile, 7,31). «La immagino in sella e giuro che
non so chi guardare: se la bella sopra o la bella sotto» (29
aprile, 11,20). Fanatici...
• Marcello Mastroianni (in “La dolce vita”)
• Nanni Moretti (in “Caro diario”)
• Matt Damon (in “Il talento di mr. Ripley”)
• Sting (in “Quadrophenia”)
• Jude Law (in “Alfie”)
E ancora...
Raquel Welch, Ursula Andress, John Wayne, Henry Fonda,
Geraldine Chaplin, Joan Collins, Jayne Mansfield, Virna Lisi,
Milla Jovovich, Marcello Mastroianni, Charlton Heston,
Anthony Perkins, Jean-Paul Belmondo, Antonio Banderas,
Gérard Depardieu, Eddie Murphy, Owen Wilson...
I progetti di Riani, da Peccioli a Lucca
PECCIOLI. Venerdì, nel Palazzo Ducale a
Lucca, piazza Napoleone, sarà presentato il libro “Uncharted territories - Paolo Riani per territori sconosciuti” Il grande architetto toscano,
che ha esposto a Peccioli fino a pochi mesi fa, è
protagonista di una mostra a Massa, a Palazzo
Ducale, dal 5 novembre al 4 dicembre (seguiranno Cagliari dal 15 dicembre al 15 febbraio e
New York nella primavera 2006). L’esposizione
è costituita da 20 pannelli, un notevole numero
di disegni e progetti, un ricco repertorio fotografico, 30 modelli, note e resoconti di viaggi,
una proiezione multimediale. Il plastico più
grande e spettacolare è dedicato proprio al centro storico di Peccioli, rivisitato da Riani in un
ambizioso progetto di recupero.
TERRICCIOLA. Ad Halloween le zucche sono anche
buone da mangiare. La ricetta
è di Massimo (Enoteca, Terricciola). Per 4 persone, risotto alla zucca e lardo: 300 gr di riso;
150 gr di zucca gialla; 80 gr di cipolla bianca; brodo di carne;
parmigiano grattugiato; olio di
oliva extravergine; burro; vino
bianco; pancetta; 16 fettine di
lardo tagliato fine. A bollire il
brodo. Tritate la cipolla, mettetela in una casseruola e fatela
appassire nell’olio. Unite il riso, fateci sfumare del vino
bianco e unite il brodo caldo
mescolando. A metà cottura
unite la zucca, già appassita al
forno, tagliata a cubetti e stufata con un po’ di pancetta.
Quando il riso è cotto togliete
la casseruola dal fuoco e mantecate il tutto con burro, olio e
parmigiano. Prima di servire,
su ogni piatto 4 fettine di lardo.
INTERVENTO
Niente buoni pasto per i nidi,
disagio dei genitori e la giunta latita
Via Melegnano, il senso unico pietra della discordia
via primo maggio, non si può
più svoltare a destra e imboccare via Melegnano. «E’ stata
dichiarata strada pericolosa spiegano i due commercianti
- dopo che avvenne un incidente grave, e così è stata presa la decisione che ci sta mettendo in grosse difficoltà. E’
vero che via Melegnano era e
resta una strada pericolosa
per chi la percorre a piedi,
considerato che i marciapiedi
sono stretti. Abbiamo proposto di mettere dossi, ma ci
hanno detto di no. Il risultato
è che, adesso, le auto percorrono questa strada a velocità
ancor più sostenuta».
E’ stata effettuata anche
Risotto alla zucca
• Audrey Hepburn e Gregory Peck (in “Vacanze romane”)
Commercianti contro il senso unico
«Vendite dimezzate, troppi disagi»
PONSACCO. Il cambiamento da doppio senso di marcia
a senso unico in via Melegnano ha sollevato la protesta di
un nutrito gruppo di commercianti della zona intorno a
piazza Cefalonia e Corfù.
«Può sembrare impossibile
- dice Saveria Zerella D’Angerio, dell’omonima edicola di
via Carducci - ma da quando
via Melegnano è diventata a
senso unico abbiamo dimezzato le vendite dei giornali. Per
chi abita dalle parti di via primo maggio o della via vecchia per Pontedera comprare
il giornale da noi è diventato
impossibile. Dovrebbero fare
il giro del centro storico».
Stessa situazione per il Vecchio Forno: «Con questo stravolgimento - dice Brunella
Matteoli - ci rimettiamo molti
soldi al giorno e come noi,
tanti altri commercianti e
professionisti che hanno la loro attività in questa zona». Sono una decina i negozianti arrabbiati per questa nuova viabilità, oltre ad alcuni studi
medici, ai responsabili di una
scuola d’inglese, di un tomaificio e di una scuola materna
e di una banca. I negozianti
vedono ridursi gli incassi. Gli
altri devono attraversare tutta Ponsacco per recarsi al lavoro.
In pratica, proveniendo da
LA RICETTA
STAR IN SELLA
FRANCO SILVI
PONTEDERA. Chi è, oggi, la
donna più bella del mondo?
Questa elezione non si farà
mai ma alle “primarie” ci sarebbe un’iscritta di diritto. Si
chiama Nicole Kidman e di
mestiere fa la superstar del cinema, oltre che la testimonial
di Chanel e (soprattutto) la
dolce demone dei sogni di migliaia di uomini. In questi giorni è al cinema con “The interpreter”, un thriller americano
di Sydney Pollack. E il personaggio di Nicole gira in sella a
una Vespa, indomita, per le
strade di New York, tra normali spostamenti e inseguimenti drammatici.
Le prime notizie dal set hollywoodiano spuntarono nella
primavera 2004, per esempio
su www.vespaclubroma.it. La
Kidman nel film è un’interprete, originaria dell’Africa, che
lavora all’Onu e che viene a
conoscenza di un complotto
per uccidere un leader del suo
paese. Diventa un bersaglio
anche lei e insieme a Sean
GEMELLAGGIO
una raccolta di firme, presentata in comune, per il momento rimasta senza risposte.
«Ben 720 persone hanno firmato la nostra petizione spiegano - a dimostrazione di
quanto sia sentito il problema in questa zona per una decisione, presa tra l’altro, all’improvviso e senza consultare nessuno. Inoltre, questa
nuova viabilità ha creato un
aggravio di traffico in altre
strade, come via 25 aprile per
esempio. Vogliamo quantomeno avere la possibilità di sottoporre, all’attenzione dell’amministrazione comunale,
le nostre problematiche»
A.Q.
Da alcuni giorni riceviamo segnalazioni da parte di
genitori che hanno iscritto i
propri figli ai nidi d’infanzia privati accreditati delle
località della Valdera. Le lamentele riguardano il fatto
che i buoni servizio promessi
dall’amministrazione comunale di Pontedera sia in
maggio che in settembre non
sono ancora arrivati nelle tasche delle famiglie.
I genitori, tra l’altro, ricordano che già una volta sono
dovuti ricorrere all’aiuto della stampa con un articolo
uscito mercoledì 12 ottobre
nel quale si denunciava il
gravissimo ritardo nell’emissione di tali buoni.
A oggi risulta che oltre a
non essere arrivati alle famiglie, i buoni non sono e non
saranno pagati ai servizi
presso i quali i bambini sono inseriti. I nidi hanno infatti comunicato alle famiglie che per il momento sono
costretti a rimettere una fattura per l’intero importo della retta poiché il Comune di
Pontedera, nella persona del
sindaco, ha sospeso tutti i pagamenti dei servizi a carattere sociale. Questo, nelle parole del primo cittadino, per rispettare i termini del “patto
di stabilità”.
Questa giustificazione ci
appare pretestuosa in quanto le spese di carattere sociale sono esplicitamente escluse dai vincoli del suddetto
patto.
Questo atteggiamento dell’amministrazione costringerà i nidi a ritardare i pagamenti, a ridurre il personale e conseguentemente, a
non poter più garantire una
stabile qualità del servizio.
Di qui il forte disagio, sotto
il profilo sia economico che
etico, vissuto dai genitori; e
la completa disattesa di
quanto contenuto nel regolamento generale della Valdera per i servizi alla prima infanzia, documento consegnato ai genitori all’atto dell’iscrizione ai nidi.
Riteniamo che a questo
punto la giunta comunale di
Pontedera debba al più presto intervenire per rimediare
a questa situazione, a dir poco imbarazzante; e ci riserviamo di approfondire la
questione, cercando di capire per quale motivo l’amministrazione stia tergiversando su una questione che a nostro parere è di cruciale importanza.
Giacomo Zito
e Leonardo Carloppi,
Forza Italia
Un secolo su due ruote tra arte e storia
PONTEDERA. Motociclette e motorini nell’immaginario collettivo italiano. Un’esposizione dedicata alle due ruote e ai loro cent’anni di
storia del costume nel nostro Paese è visitabile
nelle sale della sede della Fondazione Antonio
Mazzotta, Foro Bonaparte, a Milano, che presenta, dal 27 ottobre al 12 marzo, “Motocicletta
italiana. Un secolo su due ruote tra arte, storia
e sport”. L’iniziativa raccoglie più di 70 manifesti d’epoca, 30 moto, foto, documenti originali e
abbigliamenti storici. Le due ruote presentate
ai visitatori provengono da alcuni luoghi simbolo del motociclismo italiano: tra cui il Museo
Piaggio di Pontedera e il Museo Moto Guzzi di
Mandello del Lario. In bella vista anche alcune
Vespe di particolare pregio.

Documenti analoghi

vespa: la storia

vespa: la storia Circolo del Golf di Roma, alla presenza del generale americano Stone in rappresentanza del governo militare alleato, e poi presentata al grande pubblico alla Fiera di Milano dell'aprile 1946, dove ...

Dettagli