Gilgamesh - IC De Amicis

Commenti

Transcript

Gilgamesh - IC De Amicis
Gilgamesh,
il primo eroe della storia
Scuola Primaria Pascoli
Classi 4^ A e 4^ B
Anno scolastico 2007/2008
Riferimenti storico-geografici
DOVE E QUANDO
SUMER era il paese che si trovava alla foce dei fiumi Tigri ed Eufrate, nella
Mesopotamia meridionale(l’attuale Irak). Nel paese di Sumer si è formata la
prima regione urbanizzata del mondo; qui si sono formati i primi stati; qui sono
state inventate la scuola e la scrittura; qui, per la prima volta, i contadini hanno
cominciato ad usare l'aratro. Tutto ciò che forma la base della nostra civiltà è
nato a Sumer, circa 4500 anni fa. Per questo oggi si considera Sumer una delle
regioni più importanti della storia del mondo.
CHI
Nella terra fertile di Sumer visse il popolo dei SUMERI.
I Sumeri chiamavano se stessi "il popolo delle teste nere", forse perchè la loro
carnagione era scura come quella degli attuali indiani. I sumeri erano
orgogliosissimi di se stessi e , a ragione, pensavano di essere il popolo più
civile della Terra. Per questo, per celebrare se stessi inventarono eroi
fortissimi e dominatori del mondo.
Fra questi, il più celebre è GILGAMESH
I protagonisti
GILGAMESH:
il re-tiranno
di Uruk .
ENKIDU: l’uomo
selvaggio
ENKIDU: da “selvaggio” a uomo civile
Nella piazza di Uruk, Gilgamesh ed Enkidu si affrontano
I due lottano ,…ma poi diventano amici
Gilgamesh vuole compiere un’impresa talmente
strabiliante che consentirà al suo nome di essere
ricordato per sempre
Prima di partire, i due eroi si armano
Si avviano per la foresta dei cedri
Alle porte della foresta dei cedri…
Appena tagliano il primo tronco,…arriva Humbaba
I due eroi
Gilgamesh
si riposano,
ed ma
Enkidu
Gilgamesh
affrontano
è preoccupato
insieme il terribile
per le ferite
custode
dell’amico
Ishtar , si innamora di Gilgamesh, ma viene rifiutata
La dea, furente, torna in cielo dal padre Anu
e lo convince a vendicarsi di Gilgamesh
Anu concede ad Ishtar, il terribile “Toro del cielo”
Il “Toro del cielo” scatena la sua furia sulla città di Uruk
Gilgamesh ed Enkidu , unendo le loro forze, uccidono il mostro
Purtroppo Enkidu muore.
Gilgamesh , disperato, parte alla ricerca di
Utnapishtim , l’unico uomo sopravvissuto al diluvio,
che potrebbe riportare in vita l’amico e svelargli il
segreto dell’immortalità
Incontro con gli uomini scorpione
Gli uomini scorpione lasciano entrare Gilgamesh nel Monte di Shamash,
dio del sole
All’interno del monte sacro, Gilgamesh deve resistere alle mille
ombre sussurranti che tentano di confonderlo, ma infine…
sostenuto dal ricordo dell’amico…esce alla luce del sole!
Gilgamesh raggiunge il barcaiolo Urshanabi, che gli indicherà la via per
arrivare da Utnapishtim
Urshanabi gliInrivela
un impeto
che led’ira,
pietre
Gilgamesh
sacre lo avrebbero
distrugge le
condotto
pietre-sacre
da Utnapishtim
Impietosito, Urshanabi indica a Gilgamesh il modo per costruirsi
una zattera e attraversare le velenose“Acque morte”
Ma infineLa
, Gilgamesh
traversata è
scorge
lunga l’isola
e pericolosa
di Utnapishtim
UTNAPISHTIM racconta il DILUVIO
Per dimostrarsi
Gilgameshdegno
purtroppo
del dono
si addormenta
dell’immortalità,
Gilgamesh
e nel frattempo
deve superare
la moglie
la di
prova
Utnapishtim
del sonno :
deve
inforna
restareogni
sveglio
giorno
peruna
7 giorni
pagnotta
e 6 notti
Gilgamesh non supera la prova del sonno, ma Utnapishtim è
impietosito e gli rivela come raggiungere la pianta della giovinezza
Recuperata la pianta della giovinezza, Gilgamesh vuole fare ritorno ad Uruk.
Si ferma in un’oasi a fare il bagno, ma un serpente….
mangia i fiori della pianta e subito …cambia pelle…
Gilgamesh torna a Uruk, incide la sua storia su una pietra e capisce che
soltanto le imponenti mura di Uruk, che egli ha fatto costruire,
renderanno immortale il nome e il ricordo del loro Re.
Di Gilgamesh che vide ogni cosa voglio io narrare al mondo;
di colui che apprese ogni cosa, rendendosi esperto di tutto.
Egli andò alla ricerca dei Paesi più lontani
e in ogni cosa raggiunse la completa saggezza
Egli vide cose segrete, scoprì cose nascoste,
egli riferì le leggende dei tempi prima del diluvio.
Egli percorse vie lontane finché, stanco e abbattuto, non si fermò.
Egli fece incidere tutte le sue fatiche su una stele di pietra
Fu lui a costruire le mura di Uruk, l'ovile
Del santo Eanna, il luogo splendente.
Guarda le sue mura: i suoi merli sono come il rame!
Varca la sua soglia, che è di tempi immemorabili,
avvicinati all'Eanna, l'abitazione della dea Ishtar
Un miglio quadrato è la città, un miglio quadrato sono
i suoi orti, e così pure le sue cisterne
oltre alle terre del tempio di Ishtar.
Per tre miglia quadrate si estende Uruk senza contare i suoi terreni agricoli.
Cerca la cassetta di rame delle tavolette,
sbloccane la serratura di bronzo,
apri la porta che cela i suoi segreti,
solleva la tavoletta di lapislazzuli e leggila:
vi è la storia di quell'uomo,
di Gilgamesh
che sperimentò ogni possibile sofferenza
Egli è Gilgamesh di fiero splendore:
è colui che aprì passi nelle montagne,
colui che scavò pozzi persino nei dirupi delle montagne,
colui che attraversò l'Oceano, vasti mari fino
al punto in cui sorge il sole,
colui che scrutò i confini del mondo alla disperata ricerca della vita eterna,
colui che riuscì a raggiungere Utanapishtim, che abita
in un lontanissimo luogo,
colui che restaurò i centri di culto distrutti dal diluvio.
Chi fra la moltitudine delle genti
si può a lui paragonare nell'esercizio della legalità?
Chi come Gilgamesh, ha il diritto di dire: "Io sono re"?
SE VUOI CONOSCERE LA STORIA DI
GILGAMESH NEI PARTICOLARI
E LEGGERE “TRA LE RIGHE”
I RIFERIMENTI STORICI…
CONSULTA IL LIBRO CHE ABBIAMO
PRODOTTO
nel laboratorio “Ricerca-studio”.
Buon viaggio nell’avventura!

Documenti analoghi

L`epopea di Gilgamesh

L`epopea di Gilgamesh Gilgamesh, per due terzi divino e per un terzo umano, è un sovrano tirannico che costringe i giovani guerrieri della sua città a continui e sfiancanti esercizi, finché non incontra Enkidu, creatura...

Dettagli

Il poema di Gilgamesh - Dizionari più

Il poema di Gilgamesh - Dizionari più «Colui che ha visto tutto» è Gilgamesh, l’antichissimo re della città di Uruk, un re molto duro e oppressivo, per due terzi dio e per un terzo uomo. Per soccorrere i sudditi, gli dei modellano con ...

Dettagli

un mito sumero - Maestra Mary

un mito sumero - Maestra Mary UN MITO SUMERO Ricorda Uno dei miti sumeri più conosciuti è quello che racconta le avventure di Gilgamesh. Egli era il re della città di Uruk, un uomo leggendario e un grande eroe. Leggi il brano t...

Dettagli

I Sumeri: dove e quando

I Sumeri: dove e quando fatto a forma di sfera. La parte superiore era il cielo, al centro stava la terra, circondata dall’oceano terrestre. Sotto di essi si trovavano gli inferi.

Dettagli

L`epopea di Gilgamesh

L`epopea di Gilgamesh Essa corrisponde alla cosiddetta Epopea Classica o ninivita. Il nome ha origine dal luogo del ritrovamento: Ninive, capitale dell'impero assiro, dove si trovava una delle maggiori biblioteche dell'...

Dettagli

N. 1 - 21 giugno 2000

N. 1 - 21 giugno 2000 Commenta Platone, riferendosi ad esso, nel suo Teeteto: «Quali le singole cose appaiono a me, tali sono per me e quali appaiono a te, tali sono per te: giacché uomo sei tu e uomo sono io»14. Tramit...

Dettagli

epopea di gilgamesh - Esoterismo e Misteri

epopea di gilgamesh - Esoterismo e Misteri Egli vide cose segrete, scoprì cose nascoste, egli riferì le leggende dei tempi prima del diluvio. Egli percorse vie lontane, (finché), stanco e abbattuto, (non si fermò). Egli fece incidere tutte ...

Dettagli