Vi aspettiamo il 1° settembre 2015!

Commenti

Transcript

Vi aspettiamo il 1° settembre 2015!
MICAM_04_02.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 20:03 Pagina 1
1
HIGH FASHION SHOES
AND LEATHER GOODS MANUFACTURER
Pad. 3
Stand G 17-19 H 12-14
4
MERCOLEDÌ
18
FEBBRAIO
2O15
Tommaso Cancellara
Giorgio Squinzi
theMICAM: dove si sposano fashion
e business
Calzaturiero: eccellenza
del “made in Italy”
theMICAM: where fashion
and business get together
Footwear: “made in Italy”
excellence
a Pag. 8 >
a Pag. 4 >
Vi aspettiamo il 1°° settembre 2015!
Next appointment 1 September 2015!
st
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:21 Pagina 2
MICAMt4_pag_3.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 20:22 Pagina 3
4
La Fiera
Mercoledì 18 Febbraio 2015
Due parole con Pier Paolo Chicco
A proposito di
internazionalizzazione
theMICAM e non solo: se da un lato alla manifestazione milanese aumentano i buyer provenienti da tutto il mondo grazie anche a una sempre più stretta collaborazione con Ice,
sempre più importante appare l’attività di Assocalzaturifici
all’estero. Ne parliamo brevemente con Pier Paolo Chicco,
dirigente area marketing e internazionalizzazione dell’associazione: “A questa edizione di theMICAM abbiamo
portato – grazie anche alla collaborazione con Ice - quasi un
centinaio di buyer provenienti da oltre 20 paesi, come Usa,
Sud Africa, Russia, Paesi Arabi, Cina in evidenza, senza dimenticare la prima volta di delegati provenienti da Malesia,
Colombia e Sud Corea. Questa iniziativa, che portiamo
avanti da diverso tempo e che cercheremo di incrementare
a partira da settembre prossimo, ha messo in contatto gli
espositori con realtà importanti del retail mondiale in grado
di suggerire idee nuove, linee e collezioni diversificate
ecc…”. E a proposito dell’internazionalizzazione delle attività di Assocalzaturifici, Chicco ribadisce: “Facciamo
azioni che coprono vaste aree del mondo: da Shanghai a
Mosca, a Monaco dove, ad esempio, a marzo saranno presenti circa 250 brand a Moda Made in Italy. Senza
dimenticare la presenza di 20 aziende italiane a Sole Commerce di New York, una nutrita partecipazione
in Turchia a Aymod in aprile, la possibilità di tornare anche a Las Vegas (Magic Platform) in agosto. Mi piace poi sottolineare il workshop che faremo a Singapore nel prossimo ottobre subito dopo l’edizione autunnale
di theMICAMshanghai e il proseguimento della nostra ormai “storica” presenza in Giappone a Shoes from
Italy dove siamo presenti con circa 100 aziende. Infine vorrei ribadire l’estrema importanza della collaborazione con Ice, al nostro fianco in tutte le parti del mondo”.
Segue a pag. 22 / To be continued at pag. 22
>
3
MICAMt4_pag 4_8_10.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 19:36 Pagina 4
4
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
L’AssociazioneAssociation
Tommaso Cancellara, direttore di Assocalzaturifici
L’intervista
“
Per Tommaso Cancellara,
nuovo
direttore
di
Assocalzaturifici è la “prima
volta” in questo theMICAM.
Si è approcciato alla fiera
più importante al mondo,
per il settore della calzatura,
con entusiasmo, curiosità e
con il bagaglio delle precedenti esperienze lavorative
che lo hanno portato in giro
per il mondo a conoscere e
frequentare manifestazioni
importanti ma di altri settori.
Qual è stata la sua prima
impressione di questa nuova esperienza?
Prima di tutto mi ha impressionato la passione di
tutto
lo
staff
verso
theMICAM. Sono persone
estremamente preparate,
una vera e propria “macchina da guerra” fatta di bravura ed esperienza.
E poi l’attaccamento degli
espositori alla fiera. Certo,
ci sono pareri diversi e differenti ma che dimostrano
tutta la vivacità di questo
settore. Infine mi ha impressionato la proposta stilistica
in
vetrina
a
theMICAM fatta di fantasia e
creatività: una cosa unica al
mondo. Nell’anno dell’Expo
ci siamo confermati il punto
di riferimento più importante dei cinque continenti:
l’Expo della calzatura.
Come sta andando questa
edizione?
I numeri della fiera sono ancora in fase di elaborazione
ma da un primo bilancio
conforta il numero delle
presenze italiane. Sarebbe
un dato in controtendenza
rispetto al passato. Questo
può significare una prospettiva positiva per il mercato interno in sofferenza
da troppo tempo.
In generale posso dire che
molti espositori mi hanno
confermato che l’andamento è migliore rispetto alle
theMICAM:
dove si sposano fashion
e business
aspettative. Il momento è
indubbiamente difficile ma
ho colto, parlando con molti espositori, una rassicurante fiducia per il futuro.
Che
giudizio
dà
di
theMICAM?
La fiera mi piace molto: non
è solo un momento di business ma anche di glamour.
Ho la sensazione che chi
viene in fiera trova momenti di gradevole permanenza
oltre che l’offerta più importante al mondo di collezioni di scarpe. Un esempio: lunedì sera abbiamo
organizzato una serata
straordinaria con sfilata e
momenti di intrattenimento
accolti con favore dal pubblico intervenuto.
theMICAM, fiera sempre
più internazionale?
Mi piace definire questa nostra manifestazione con un
termine di moda: glocal. In
altre parole, siamo un po’
“globali” e un po’ “locali”.
theMICAM ha la caratteristica di fiera internazionale
che sa accogliere le proposte stilistiche provenienti da
tutto il mondo e, nello stesso tempo, è espressione di
quel “made in Italy” così
amato e apprezzato.
theMICAM, una fiera sempre più itinerante in giro
per il mondo?
Io sono assolutamente allineato con la filosofia e il
progetto del presidente
Sagripanti che vuole portare
il marchio theMICAM nel
mondo. Siamo già partiti
con l’ambizioso progetto di
thrMICAMshanghai
che
quest’anno si allargherà con
Emi e Smi e che potrebbe
avere ulteriori sviluppi nelle
prossime edizioni. Si pensava anche alla Russia ma i
tempi non lo consigliano;
uno sbocco potrebbero essere gli Stati Uniti ma questa
tappa futura va studiata con
molta attenzione.
Tommaso Cancellara, Director of Assocalzaturifici
theMICAM: where fashion
and business get together
This is the “first time” for
Tommaso
Cancellara,
new
Director
of
Assocalzaturifici,
at
theMICAM.
He approached the most
important fair for the
world of footwear with
enthusiasm, curiosity and
the knowledge of his previous working experiences that took him
around the world to discover and attend important events in other sectors.
What was your first impression of this new experience?
“First of all I was impressed by the staff ’s
passion for theMICAM.
These people are extremely prepared, a proper “war machine” madeup of cleverness and experience. Then the affection of the exhibitors for
the fair. Of course, there
are various and different
opinions but they just
prove the true liveliness
of this sector. Finally, I
was impressed by the
stylistic proposal on display at theMICAM made
of imagination and creativity:
something
unique. In the year of EXPO, we have confirmed
ourselves as the most im-
Interwiew
portant point of reference
of the five continents: an
EXPO for footwear.
How is this edition going?
The figures for the fair are
still in progress but at a
first balance the number
of Italians is comforting.
This would be a countertrend considering the
past. This could mean a
positive prospective for the
domestic market, which
has been suffering for too
long.
In general, I can say that a
lot of exhibitors have confirmed that the trend is
better than expected. It is
definitely a difficult moment but I have found,
talking to a lot of exhibitors, a reassuring faith
in the future.
What is your judgement
of theMICAM?
I like this fair a lot: it is not
only a moment for business but also a glamourous moment. I have the
feeling that who comes to
the fair finds pleasant moments together with the
most important offer in the
world of shoe collections.
An example: on Monday
we organised a fantastic
evening with a fashion
show and entertainment
which was highly appreciated by the audience.
theMICAM, an ever internationalising fair?
I like defining our event
with a fashionable word:
“glocal”. In other words,
we are a bit “global” and
a bit “local”. theMICAM
has the characteristic of
an international fair that
knows how to welcome
the stylistic proposals
coming from all over the
world and, at the same
time, it is an expression
of that “Made in Italy” so
loved and appreciated.
theMICAM, more and
more itinerant all around
the world?
I am absolutely aligned
with the philosophy and
the project of President
Sagripanti who wants to
take theMICAM brand
around the world. We
have already started with
the ambitious project of
theMICAMshanghai that
this year will widen-up
with Emi & Smi and
might have further developments in the next editions. We were thinking
about Russia, too, but
what is happening does
not
encourage
this
choice; the United States
could be an outlet but
this future stage has to
be planned very carefully.
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:21 Pagina 5
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:21 Pagina 6
6
Mercoledì 18 Febbraio 2015
1
collegamento con centro città
RADIOTAXI
Radiotaxi / Funktaxi/ Radiotaxis
MILANO - Tel. +39 02 8585
+39 02 6969
+39 02 4040
Quotidiano di theMICAM
Supplemento a Idea Pelle - Anno 21
Febbraio/Marzo 2015
Editore: Nuova Editoriale di Foto Shoe s.r.l
via Leonardo Da Vinci, 45
20090 Trezzano sul Naviglio (MI)
Direttore responsabile: Carlo Alberto Molteni
Stampa: Everprint - Carugate (MI)
La FieraThe Fair
CITY CENTRE CONNECTION
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 7
MICAMt4_pag 4_8_10.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 19:36 Pagina 8
8
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
L’AssociazioneAssociation
Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria
Calzaturiero: eccellenza
del “made in Italy”
“
Le ultime analisi di
Confindustria parlano di
“un quadro internazionale
che resta propizio all’avvio
della ripresa”. Quali sono
le considerazioni che hanno
portato a questa conclusione?
Ci sono alcuni fattori esterni
che inducono all'ottimismo.
Mi riferisco in particolare al
prezzo del petrolio, al deprezzamento dell’euro e alle
recenti decisioni della Bce
sull’utilizzo del Quantitative
Easing. Il nostro centro studi ha calcolato che l’impatto
positivo di questi fattori potrebbe dare una spinta alla
crescita e portare il Pil sopra
lo 0,5% previsto a dicembre. Il miglioramento delle
condizioni esterne avvenuto
in un mese e mezzo, infatti,
aumenta le probabilità che
non solo si realizzino queste previsioni del Csc, ma
che addirittura vengano nettamente migliorate. Nel
2015 potremo finalmente
avere sorprese positive, anziché le delusioni patite nel
corso del 2014. Tutti i maggiori istituti di ricerca, del
resto, hanno innalzato le loro previsioni. La stessa
Banca d'Italia ha rivisto al
rialzo le stime di crescita del
Pil. Insomma, i dati confermano che il 2015 è cominciato con il piede giusto e
potrebbe essere lo spartiacque tanto atteso, che
potrebbe segnare l'uscita
definitiva dalla crisi. Certo,
questa congiunzione imprevista di fattori positivi non
va sprecata, da sola non basterà. Dobbiamo proseguire
sulla strada delle riforme
necessarie per tornare a
crescere, incidendo soprattutto sul rilancio degli investimenti, il fisco e il lavoro.
Il settore calzaturiero italiano fa parte della grande
famiglia della piccola e media impresa. Cosa si dovrebbe fare per il suo rilancio?
Il settore calzaturiero è una
delle punte di eccellenza
del nostro made in Italy.
Purtroppo è anche uno dei
settori che ha sofferto maggiormente il calo della domanda interna con conseguenze pesanti, specie su
alcuni territori fortemente
caratterizzati da questa produzione. Credo perciò che
la priorità, il punto da cui
partire, sia il recupero delle
quote di mercato domestico. Per questo è assolutamente necessario il recupero della fiducia dei consumatori che ha toccato livelli drammatici in questa
crisi. Un altro aspetto riguarda senz’altro la competitività del settore e su
questo solo l’innovazione
di processo e di prodotto
può essere la soluzione. Gli
imprenditori hanno già fatto
molto da questo punto di
vista e sono certo che alcuni provvedimenti contenuti nella legge di stabilità,
come la nuova Sabatini, saranno utili. Certo, le risorse potrebbero essere maggiori così come sarebbe necessario agire con maggiore decisione rendendo
strutturale il credito d’imposta per la ricerca e innovazione. Poi bisogna aggiungere che l’industria calzaturiera e tessile italiana è
fortemente penalizzata dalla concorrenza sleale della
contraffazione e dei falsi.
Per questo è necessario
che l’Europa approvi il regolamento per il made in a
tutela dei nostri marchi.
È una battaglia che stiamo
combattendo da tempo e
non ci stancheremo finché
non porteremo a casa il risultato.
Che giudizio dà dell’attività
rivolta all’export della piccola e media impresa italiana? Cosa dovrebbe fare
di più? Cosa dovrebbe fare
il governo italiano per sostenerla?
Il calzaturiero, come altri
comparti, è sopravvissuto
alla crisi solo ed esclusivamente grazie all’export che,
con alti e bassi, ha retto il
colpo. Questo è stato possibile grazie all'elevata internazionalizzazione delle
nostre imprese che strategicamente hanno presidiato i mercati giusti; ma non
per questo possiamo rilassarci. Ci sono molti aspetti
che vanno potenziati per
non disperdere questa
grande capacità imprenditoriale. Prima di tutto va
estesa la quota di PMI che
operano all'estero, perché
ad oggi sono davvero troppo poche mentre abbiamo
un potenziale fortissimo.
Poi, nella promozione, do-
vremmo imparare a fare
più sistema, a non sprecare
risorse in mille fiere di paese, ma a concentrarle su
grandi progetti. Inoltre, cre-
do che agevolazioni fiscali,
mi riferisco ad esempio a
sgravi sulla quota dell’export, potrebbero dare una
buona spinta.
Giorgio Squinzi, President of Confindustria
Footwear: “made in Italy”
excellence
Giorgio Squinzi, president of Confindustria, pays special attention to the dynamics
of small and medium-sized enterprises. Very close to the footwear sector, he has
accepted, with pleasure, to answer some of our questions.
The latest analysis of
Confindustria speaks of "an
international framework
that is propitious start of
the recovery." What are the
considerations that led to
this conclusion?
There are some external
factors that lead to optimism. I'm referring in particular to the price of oil, the
recent depreciation of the
euro and the ECB's decisions on the use of
Quantitative Easing. Our
Study Centre has calculated
that the positive impact of
these factors could give a
boost to growth and bring
the GDP to above the 0.5%
forecast in December. The
improvement in external
conditions occurred in a
month and a half increases
the chances that not only
the SC forecasts will be realised, but that they will
even be significantly improved. In 2015 we may finally have positive surprises, rather than the disappointments endured during
the course of 2014. All of
the major research institutions have also raised their
forecasts. The Bank of Italy
has revised its GDP growth
estimate upwards. In short,
the data confirm that 2015
has started on the right foot
and could be the much anticipated watershed that
could mark the final exit
from the crisis. Of course,
this conjunction of unexpected positive factors
should not be wasted, as in
and of itself it will not suffice. We must continue the
reforms necessary to return
to growth, which should especially affect the revival of
investments, taxation and
labour.
The Italian footwear industry is part of the large family of small and medium enterprises. What should be
done for its revival?
The footwear industry is one
of the points of excellence
of the made in Italy label.
Unfortunately, it is also one
of the areas that suffered
most from the decline in domestic demand, with heavy
consequences on some areas that are heavily involved
in production. So I think that
the priority, the starting
point is the recovery of the
domestic market share. This
is absolutely necessary to
regain consumer confidence, which reached dramatic levels in this crisis.
Another aspect is undoubtedly the competitiveness of
the sector, and in this sense
only process and product innovation can be the solution. Entrepreneurs have already done much from this
point of view, and I am sure
that some of the measures
contained in the Stability
Law, such as the "New
Sabatini", will be useful. Of
course, resources may be
greater, as it would be necessary to act more decisively in making tax credit for
research and innovation
structural. It must be added
that the Italian footwear and
textile industry is negatively
affected by unfair competition with counterfeit and
fake products.
For this reason, it is neces-
Interwiew
L’intervista
Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, è molto attento alle dinamiche
economiche della piccola e media impresa. Molto vicino al settore calzaturiero, ha
accettato di buon grado di rispondere ad alcune nostre domande.
sary that Europe approves
the regulation as regards
the Made in Italy label, for
the protection of our
brands. It is a battle that we
have been fighting for a
long time, and we won't
stop until we get the result
we need.
What is your view of activities aimed at the exports of small and medium-sized Italian companies? What more should
be done? What should the
Italian government do to
support it?
The footwear sector, like
others, has survived the crisis exclusively by means of
exports that, with their ups
and downs, has softened
the blow. This was possible thanks to the internationalization of our companies, which strategically
placed them in the right
markets; we can't sit back
and relax because of this.
There are many aspects
that need to be strengthened to avoid losing this
great entrepreneurial ability. First of all it, the share of
SMEs operating abroad
should be expanded, because they are currently
too few of them, while we
have such great potential.
Then, in promotion, we
should learn how to do
things at a system level,
not to waste resources at
a thousand domestic fairs,
but rather concentrate
them on large projects.
Furthermore, I believe that
tax breaks, for example relief on the share of exports,
could lend a good boost.
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 9
MICAMt4_pag 4_8_10.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 19:36 Pagina 10
10
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
L’AssociazioneAssociation
Gilberto Ballin, presidente del Gruppo giovani di Assocalzaturifici
Un gruppo che studia
da imprenditori
L’intervista
“
Ci può illustrare il programma della sua presidenza
dei
Giovani
Assocalzaturifici?
Il Gruppo Giovani di
Assocalzaturifici negli ultimi anni ha sempre privilegiato gli aspetti formativi e la
cultura industriale. Con la
mia presidenza intendo
mantenere l’obiettivo dello
sviluppo manageriale ed è
mia intenzione, infatti, nel
2015, far sì che i giovani
possano far tesoro delle
esperienze e delle realtà industriali diverse da quelle
del settore calzaturiero per
una crescita culturale a
360°.
Quali sono state le iniziative che più l’hanno soddisfatta?
Con tutta sincerità tutte le
iniziative sono state di grande soddisfazione perché
tutte sono state pensate,
sviluppate e realizzate con
la partecipazione di tutti i
giovani.
Se proprio debbo scegliere
fra le varie iniziative opterei
per i viaggi studio che sono
stati di estremo interesse
perché, focalizzato un tema,
questo è stato sviluppato in
tutte le sue declinazioni nell’ambito del paese visitato.
Danimarca e Svezia sono
stati i paesi connotati dall’innovazione e dalla tecnologia, New York dall’attenzione delle innovazioni sul
retail e le nuove generazioni
di stilisti, la Cina è stata la
scoperta di un nuovo mondo, di un nuovo modo di fare relazioni industriali, il
Brasile ci ha aperto gli occhi
sul fast fashion e il Messico
è un paese che potrà dare
molte
soddisfazioni.
Insomma come vede ho
nominato alcuni viaggi studio e tutti sono stati di particolare attenzione su temi
all’avanguardia per le imprese moda.
Gilberto Ballin, presidente del Gruppo giovani di Assocalzaturifici porta avanti con
entusiasmo il programma che intende preparare le giovani generazioni al grande salto
nell’associazione “madre”. A lui abbiamo rivolto alcune domande.
Ricorderei la nostra ultima
Assemblea che ha toccato
argomenti importanti e soprattutto di grande attualità:
lo storytelling aziendale e la
comunicazione come elemento vitale dell’azienda e
del prodotto.
Quali sono le prossime tappe della sua presidenza?
È mia intenzione realizzare
pochi incontri ma caratterizzati da un approfondimento di esperienze indu-
striali in altri settori. Parlo
della Lamborghini, della
Ferrari, di Miroglio, di un
nuovo viaggio studio che ci
faccia entrare in un mondo
della innovazione sotto tutti
gli aspetti, da quello del
prodotto a quello del retail.
Nei prossimi giorni il comitato direttivo del Gruppo si
riunirà per definire i momenti formativi con visite
guidate ad aziende industriali ed il viaggio studio
che, come dicevo poc’anzi,
ci proietterà in un mondo
futuro, la Silicon Valley.
Il Gruppo giovani riesce ad
avere voce in capitolo all’interno
di
Assocalzaturifici?
Sicuramente si! Tutti i presidenti e in particolare Cleto
Sagripanti hanno fatto affidamento sul Gruppo giovani per sviluppare le nuove
generazioni imprenditoriali.
Cleto, poi, è molto vicino a
noi, è stato un ex presidente Giovani ed è lui stesso
giovane e ci ha lasciato lavorare con responsabilità
affidandoci un budget e noi
non abbiamo mai tradito la
sua fiducia.
Il Gruppo giovani è presente in seno agli organi istituzionali dell’Associazione ed
è oggetto della stessa attenzione di tutti i consiglieri
e i membri di Giunta.
Gilberto Ballin, President of the Young Entrepreneurs group
of Assocalzaturifici
A group training for entrepreneurship
Gilberto Ballin, President of the Young Entrepreneurs group of Assocalzaturifici, is pursuing the plan
to prepare new generations for the leap into the “mother” association, with great enthusiasm.
We have asked him some questions.
Can you illustrate your
programme as President
of Young Entrepreneurs
Assocalzaturifici?
In recent years, the
Young
Entrepreneurs
group of Assocalzaturifici
has always favoured the
educational and cultural
aspect
of
industry.
Through my presidency,
I wish to maintain the objective of managerial development and indeed,
for 2015, I intend to enable youngsters to treasure the different experiences and encounters
with industries outside
the footwear sector, for a
360° cultural enrichment.
Which initiatives have
pleased you most?
To be perfectly honest, all
the initiatives have been
widely satisfying because
they have all been con-
Interwiew
ceived, developed and carried out thanks to all the
young entrepreneurs.
If I had to choose only one
of them, it would be the
study trips. They are extremely interesting because they focus on a topic and develop all its aspects within the visited
Country.
Denmark and Sweden are
the Countries characterised by innovation and
technology, New York the
place of attention to retail
innovation and new-generation designers, China
the discovery of a new
world, with a new way of
making
relationships,
Brazil opened our eyes to
fast fashion, and Mexico is
a country that could give
us many a satisfaction. As
you will have noticed, I
have mentioned some
study trips that have all
been concerned, in particular, with avant-garde in
the fashion industry.
What are there next steps
of your presidency?
I intend to organize few
meetings, but all focused
on getting a deeper view
into industrial experience
in other fields. I’m talking
about
Lamborghini,
Ferrari, Miroglio, a new
study trip that will allow us
to enter the world of innovation with all its facets,
from production to retail.
In the next days, the
Directing Board of the
group will meet to discuss
the educational moments
with the guided tours of industrial companies, and
the study trip that will project us into the world of future, Silicon Valley.
Can the Young Entrepre-
neurs have their say in
Assocalzaturifici?
Certainly!
All
the
Presidents and particularly Cleto Sagripanti
have counted on the
Young Entrepreneurs for
the progress of new generations of businesspeople. Moreover, Cleto is
very close to us, he is a
former
Young
Entrepreneurs President,
he is young and he has
encouraged us to work
responsibly, leaving us to
deal with the budget. We
have never breached his
trust.
The Young Entrepreneurs
are
part
of
the
Association’s governing
bodies ad are equally
considered by all the
members of the Council
and the Board.
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 11
MICAMt4_pag12.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 19:41 Pagina 12
12
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
L’AssociazioneAssociation
Ieri l’incontro con la stampa estera, un appuntamento sempre atteso
theMICAM sempre più
internazionale
Una fiera internazionale come
theMICAM si confronta sempre volentieri con la stampa estera in occasione della conferenza alla quale
partecipa la stampa di settore planetaria, che è un appuntamento
clou della rassegna. E anche ieri al
padiglione 7 l’incontro si è tramutato in un momento coinvolgente in
cui fare sì il punto sull’andamento di
theMICAM e del mercato, ma anche
per lanciare progetti, riflettere su
tematiche di carattere economicopolitico, guardare al futuro da un
presente complicato.
Dal confronto, coordinato dal direttore dalla fiera Paolo Borghini,
al quale hanno preso parte il presidente Assocalzaturifici Cleto
Sagripanti e il nuovo direttore
Tommaso Cancellara, l’economista
Marco Fortis e il giornalista
Cameron Bai Ke, è emerso un quadro complesso e articolo, ma positivo.
Andando con ordine: la fiera (che il
direttore
Assocalzaturifici
Cancellara ha definito l’Expo della
calzatura, con chiaro riferimento all’atteso evento che inizia a maggio
a Milano), con i suoi 629 espositori
esteri provenienti da 35 paesi (su un
totale di 1500 aziende presenti) è
una mostra mondiale, divenuta tale
anche grazie al forte messaggio
passato attraverso la nuova cam-
pagna promozionale (il logo mostra il mondo contenuto in una bella decollete). Ciò comporta maggiori opportunità per tutti e il risultato è già evidente: un consistente
aumento di buyer internazionali e
un sensibile risveglio del mercato
domestico che fa pensare alla possibilità di vedere la luce in fondo
al tunnel. Manna per i calzaturieri
che però – ha sottolineato
Sagripanti – devono lavorare non
solo sul prodotto ma con progetti di
marketing sempre più focalizzati.
La visione dell’economista Fortis è
nel complesso positiva. Le criticità
interne all’Europa (leggi Grecia) so-
no controbilanciate da segnali positivi di paesi come la Spagna e la
Germania, mentre viene valutato
ancora possibile un contenimento
del problema derivante dalla tensione presente in Libia. Diverso il discorso relativo all’embargo russo
a causa del quale – è stato detto – è
andato perso un miliardo di euro
di esportazioni.
Ci sono però fenomeni come il reshoring (rientro delle produzioni)
al quale si assiste con soddisfazione
e con speranza (“è necessario che il
calzaturiero recuperi i posti di lavoro persi in questi anni”). Urgono
politiche commerciali più incisive,
ma si avvertono anche impegni del
governo a sostenere il settore e più
in generale a delineare nuove politiche industriali che diano il giusto
aiuto al manifatturiero.
L’Ice (oggi Ita, Italian Trade Agency,
compie un importante lavoro che si
articola durante tutto l’arco dell’anno e che per theMICAM significa
la presenza di 75 buyers provenienti da 22 paesi selezionati e
quindi invitati a visitare aziende
presenti in fiera, specificatamente
scelte sulla base delle tipologie. Un
lavoro di ricerca e selezione che è la
chiave per far incontrare domanda
e offerta nel giusto modo. E’ alle
produzioni di nicchia, tipiche della filiera calzaturiera italiana che guarda
tutto il mondo, dalla Cina
all’America: lo ha ricordato anche
Cameron Bai Ke che, parlando della vivacità del mercato cinese e dei
gusti dei giovani consumatori – una
fascia in grande crescita che rappresenta un bacino vastissimo – ha
esaltato l’unicità delle produzioni
Made in Italy. L’appeal che la scarpa
italiana ha nel resto del mondo deve però essere valorizzato, aiutato
da tutti gli attori e ognuno – è stato
osservato – deve compiere il proprio sforzo con senso di responsabilità e nella consapevolezza che le
opportunità vanno colte sempre in
un’ottica di collaborazione.
Yesterday the meeting with international press, an ever-awaited appointment
theMICAM, more and more international
An
international
fair
like
theMICAM is always pleased to
confront itself with foreign press
during the conference that hosts
specialized journalists from all
over the planet. It is one of the
key events of the exposition.
Yesterday at hall 7, the meeting
was the usual engaging moment
when the trends of theMICAM
and the markets were analyzed,
but it was also the occasion to
launch projects, think about economic and political issues, and
look into the future from a complicated present time.
The confrontation, chaired by the
Director of the fair Paolo Borghini,
featured
the
president
of
Assocalzaturifici Cleto Sagripanti
and the newly appointed director
Tommaso Cancellara, economist
Marco Fortis and journalist
Cameron Bai Ke. The picture that
was drawn is complex and articulated, but positive.
Going in order: the fair (which
Assocalzaturifici’s
director
Cancellara called the EXPO of
footwear, clearly referring to the
important event due to start in
Milan this May) with its 629 foreign exhibitors from 35 countries
(on a total of 1500 companies at
the event) is a worldwide exhibition, owing also to the strong
message of the new advertising
campaign (the logo shoes a world
inside a fancy décolleté). This
brings greater opportunities for
everyone and the result is already
visible: a considerable increase in
international buyers and a noticeable awakening of the domestic
market, which makes us hope to
see the light at the end of the tunnel. A godsend for shoemakers –
as stressed by Sagripanti – but
they still need to work on more
and more focused marketing projects, as well as on the products.
Economist Fortis has a positive
overall view. Critical situations inside Europe (e.g. Greece) are balanced by positive signals coming
from Spain and Germany, while
restraint of the problem of tensions in Libya is still considered
possible. Far cry from the Russian
embargo, which has been said to
have caused the loss of a billion
euros in export.
Nevertheless, there are phenomena such as re-shoring (production coming back in), that are
seen with satisfaction and hope
(“footwear needs to recover the
jobs lost in these years”). Sharper
trading policies are essential, but
one can sense the commitment of
the government to support the
sector and more generally, to outline new industrial policies that
will be able to rightly help manufacturers. ICE (now ITA – Italian
Trade Agency) does a vital job
during the entire year, which for
theMICAM means hosting 75 buy-
ers from 22 selected countries, invited to visit the companies at the
fair, specifically chosen according
to the type. A work of research
and selection that is the key to
putting together offer and demand in the best possible way.
The entire world, from China to
America, is keeping a close eye
on niche production, typical in the
Italian footwear industry. Cameron
Bai Ke, praising the uniqueness
of Made in Italy, pointed this out
while talking about the liveliness of
the Chinese market and the tastes
of the young consumers – a fastgrowing segment representing a
vast consumer base. The appeal of
Italian shoes in the rest of the
world must be valued with the
help of all the parties. Everyone –
it was said – must put their effort
into it, with a sense of responsibility and aware that opportunities should always be seized in a
spirit of collaboration.
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 13
MICAM_04_02.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:50 Pagina 14
14
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
L’AssociazioneAssociation
theMICAMaward:
la premiazione
Una sfilata e un esclusivo concerto di Mario Biondi hanno reso indimenticabile l’evento
Night in the Limelight: occasione speciale creata per premiare l’eccellenza del made in Italy calzaturiero
Il fascino circolare di theMICAMsquare, punto nevralgico della kermesse, ha ospitato lunedì sera Night in the Limelight, evento speciale dedicato all’eccellenza della calzatura italiana, sinonimo di stile, qualità, artigianalità e savoir faire. A presenziare alla serata, seduti
in prima fila, c’erano proprio tutti: Mario Boselli, presidente di Camera della Moda,
Michele Perini, presidente di Fiera Milano, Enrico Pazzali, amministratore delegato Fiera
Milano, Cirillo Marcolin, presidente del Mido, Giorgio Cannara presidente Mipel e molti altri personaggi illustri, oltre ovviamente a tutto il team di theMicam. Cleto Sagripanti
ha salutato gli ospiti assieme all’affascinante Petra Loreggian chiamata a condurre una serata ricca di sorprese. Primo momento importante l’assegnazione del theMicamaward:
il riconoscimento per il miglior buyer italiano e straniero conferito dagli espositori. Sul palco sono stati premiati come miglior buyer italiano Sorelle Ramonda, una catena veneta
di negozi di abbigliamento “shop in shop” nata sessanta anni fa, apprezzata per aver saputo offrire un prodotto medio- alto, dando sempre grande attenzione non solo alla moda ma anche alla qualità made in Italy. Il premio come miglior buyer straniero è invece toccato a Estate: una realtà cinese che gestisce in modo esemplare otto store distribuiti nelle più importanti città della Cina con l’obiettivo di offrire al pubblico più esigente un’esperienza d’acquisto esclusiva, creando punti retail d’eccellenza con i migliori marchi europei. Ma la premiazione è stata solo l’inizio di un evento che ha continuato a infondere emozione. L’affascinante violinista Saule Kilaite ha regalato al pubblico le appassionate
note del suo violino per aprire una sfilata di scarpe da sogno. In passerella sandali e pump
con tacchi da capogiro e stringate classiche maschili rese uniche da materiali pregiati. E
infine l’ospite più atteso da tutti: Mario Biondi, grande interprete della musica italiana che
ha riscaldato la sala con le sue inconfondibili sonorità soul e jazz.
MICAM_04_02.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:50 Pagina 15
4
News
Mercoledì 18 Febbraio 2015
15
theMICAMaward: the prize giving
A fashion show and an exclusive Mario Biondi performance made the Night in the Limelight an unforgettable event:
a special occasion created to award made-in-Italy excellence in footwear.
The circular charm of theMICAMsquare, focal point of the exhibition, hosted Night in the Limelight on Monday night - a special
event dedicated to the excellence of Italian footwear, synonym of
style, quality, craftsmanship and savoir faire. At the show, sitting
in the first row, nobody was missing: Mario Boselli, President of
the Chamber of Fashion, Michele Perini, President of Fiera
Milano, Enrico Pazzali, Chief Executive Officer of Fiera Milano,
Cirillo Marcolin, president of Mido, Giorgio Cannara, President of
Mipel and many other personalities, as well as the entire
theMICAM team. Cleto Sagripanti greeted the guests together
with charming Petra Loreggian, presenter of an evening full of surprises. The first important moment was the appointment of the
theMICAMaward: the prize for the best Italian buyer and best foreign buyer chosen by the exhibitors. On stage to receive the prize
as best Italian buyer Sorelle Ramonda, a chain of “shop in shop”
clothes stores set up in the Veneto region sixty years ago, appreciated especially for their offer of medium-high products,
ever focusing on fashion and made-in-Italy quality. The prize
for best foreign buyer went to Estate: a Chinese group that exemplarily runs eight stores in the most important cities in China,
aiming to offer the most demanding public an exclusive shopping
experience, thus creating prestigious retail points with best
European brands. However, the award ceremony was just the kickoff for an event that continued creating thrills. Charismatic violinist
Saule Kilaite enchanted the public with her passionate notes,
opening a fashion show of dream shoes. On the catwalk sandals
and pumps with astonishing heals and unique men’s laced
shoes in exquisite materials. Last but not least, the most desired
guest: Mario Biondi, shining star of Italian music’s firmament who
warmed the atmosphere with his unmistakable soul and jazz.
MICAM_04_02.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 17:36 Pagina 16
16
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
Cosa trovare in fiera
What you find at the fair
presenza di hostess che assistono
l’utente nella ricerca degli espositori.
Posizioni:
INTERNET POINT
Pad. 1
E25 E29 E31
Pad. 7
K12 K14
Pad. 10
K16 L15
INFO POINT DIGITALI
Sono punti d’informazione digitali,
su video touch screen, dislocati all’entrata di ogni padiglione: i visitatori potranno effettuare la ricerca
espositori oppure consultare le
piante interattive dei padiglioni in
modo veloce e con l’eventuale assistenza del personale addetto.
INTERNET POINT
theMICAM mette a disposizione
dei propri visitatori alcune postazioni internet gratuite per la navigazione, dotate di pc, stampanti e
connessione a banda larga, e con la
News
WIFI
Visitatori ed espositori potranno
usufruire gratuitamente della connessione internet WiFi che sarà disponibile in tutti i padiglioni di
theMICAM e su Corso Italia (password themicam2015).
ECONTACT
Come nella scorsa edizione, gli
espositori potranno usufruire gratuitamente del servizio “e-contact”,
lo strumento che permette di registrare automaticamente i dati degli operatori incontrati presso il
proprio stand.
DIGITAL INFO POINTS
These are digital information
points, on touch screen video, located at the entrance of each hall:
visitors can look up exhibitors or
consult the interactive maps of the
halls quickly and with assistance of
staff if necessary.
ECONTACT
As in the last event, exhibitors can
enjoy the free “e-contact” service,
the tool that lets you automatically
register the data of buyers met at
their stands.
INTERNET POINT
TheMICAM puts at the disposal of
visitors several free internet points
for surfing the web, equipped with
laptop, printers and broadband
connection and with hostesses to
help you find exhibitors.
Locations:
INTERNET POINT
Pav. 1
E25 E29 E31
Pav. 7
K12 K14
Pav. 10
K16 L15
WIFI
Visitors and exhibitors can enjoy
free WiFi available in all the halls of
theMICAM and in Corso Italia (password themicam2015).
Ad Alicante in aprile
La seconda volta di CO Shoes
La associazione spagnola
dei fabbricanti di calzature (Fice) annuncia per i
giorni 22 e 23 aprile la seconda edizione di CO
Shoes, il workshop di
Alicante nato con l’obiettivo di promuovere la produzione di qualità dei
fabbricanti spagnoli di
calzature e pelletteria. Per
la sua seconda edizione il
workshop si sposterà dal
Padiglione 1 al più ampio
e meglio strutturato
Padiglione 2 della Fiera di
Alicante (IFA).
A theMICAM, lo stand FICE-Shoes from Spain è al
Pad 4B – stand R13- S14
In alicante next april
The second edition of CO Shoes
FICE – the Spanish Association of the Footwear Manufacturers – has announced for
April 22nd and 23rd the second edition of CO Shoes, the Alicante’s workshop promoting the Spanish quality production of footwear and leathergoods. On occasion
of its second edition the Workshop will move from the Pav 1 to the bigger and better structured Pavillon 2 of the Alicante Fairground IFAAt theMICAM the FICE’s tand is in the Hall 4B - stand R13 -S14
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 17
MICAMt4_18_20.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 20:07 Pagina 18
18
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
Di nuovo in fiera
Molti graditi ritorni quest’anno a
theMICAM: alcune aziende di
prestigio che avevano momentaneamente sospeso la loro presenza in fiera, sono tornate con
le loro collezioni ad arricchire
l’offerta di calzature.
Per l’area Luxury, molto importante l’entrata di Aston
Martin, un’eccellenza del lusso che ha impreziosito la sua
presenza in stand con uno dei
modelli di auto più conosciuti, la
Vanquish Volante, che rappresenta i valori iconici del brand.
La collezione Aston Martin by
Pakerson rappresenta il perfetto
connubio fra design contemporaneo e comodità senza pari.
Da segnalare inoltre il ritorno
in fiera di due importanti
brand come Ruco Line, che
presenta la sua collezione
Agile con ballerine, sneaker,
stivali estremamente confortevoli, e Stephane Kélian, il marchio francese che presenta una
collezione dalle forme inusuali
con lavorazioni particolari che
ricordano le impunture e i tessuti
sartoriali per una donna che
vuole distinguersi.
Agile by Ruco Line
Aston Martin by Pakerson
News
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 19
MICAMt4_18_20.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 20:07 Pagina 20
20
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
L’AssociazioneAssociation
Stephane Kelian
At the fair again
Many appreciated comebacks at theMICAM this year: some prestigious
companies that had temporarily interrupted their presence at the fair, have come back with their collections to enrich the offer of shoes.
For the Luxury area, the arrival of Aston Martin, a must in luxury, is very
important. One of the most famous cars ever beautifies their stand,
the Vanquish Volante, symbol of the iconic essence of the brand.
The Aston Martin collection by Pakerson represents the perfect union of
contemporary design and unbeatable comfort. It is worth pointing out that
two other important brands have returned to the fair, Ruco Line, presenting its Agile collection with ballerinas, sneakers, and extremely
comfortable boots, and Stephane Kélian, the French trademark presenting unusual shapes and particular processing that recalls the tailors’
backstitch and fabrics, for the lady who wants to stand out.
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 21
>
MICAMt4_22.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 20:15 Pagina 22
22
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
L’AssociazioneAssociation
< From pag. 3
A few words with Pier Paolo Chicco
Talking about
internationalisation
Accordo ANCI Servizi
UniCredit per finanziare
la partecipazione a theMICAM
Continua la partnership tra ANCI Servizi,
società organizzatrice di theMICAM, e
Unicredit che offre alle Pmi calzaturiere,
espositrici a theMICAM finanziamenti a
condizioni agevolate.
L’accordo, aperto a tutti gli espositori italiani di theMICAM, prevede la messa a
disposizione di linee di credito dedicate,
Supercash rotativo a tasso fisso, per far
fronte sia a spese e investimenti legati
alla partecipazione a theMICAM che al ciclo produttivo generato da tale partecipazione, come l’acquisto di scorte, l’anticipo di ordini, fatture e contratti.
La linea di credito è utilizzabile in tutto o in
parte attraverso singoli finanziamenti di
durata sino a 6 mesi erogabili nei limiti
d’importo del plafond concesso, a partire
da 20.000 euro.
Il tasso applicato è parametrato al tasso
Euribor 12 mesi maggiorato di uno
spread variabile a partire dal 2,40 % in
ragione del profilo di rischio assegnato
dalla Banca all’impresa richiedente.
Grazie all’accordo in vigore da circa un anno, ad oggi ben 26 imprese hanno potuto
godere dei finanziamenti della linea di
credito dedicata, Supercash rotativo a
tasso fisso, per un totale di 4,1 milioni
di euro erogati.
Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’Area Made in Italy, padiglione
1 –Luxury, corsie Q-R o scrivere a [email protected]
theMICAM and not only: if on one side the Milanese fair sees an increase of buyers coming from all over the world, also thanks to a
strong cooperation with ICE, Assocalzaturifici’s activity abroad
appears to be more and more important. We briefly talked about it
with Pier Paolo Chicco, Marketing and Internationalisation
Manager of the Association. “We have brought to this edition of
theMICAM – also thanks to the cooperation with ICE – almost a hundred buyers coming from over 20 countries, with USA, South Africa,
Russia, Arabic Countries, China in prominence, without forgetting
the first time here of delegates coming from Malaysia, Colombia and
South Korea. This initiative, that we have been carrying out for a while and we will try to boost again starting from next September, has
put exhibitors in touch with important worldwide retail companies
who can suggest new ideas, ranges and diversified collections
etc…” Talking about the internationalisation of Assocalzaturifici’s
actions, Chicco carries on: “Our actions cover vast areas of the
world: from Shanghai to Moscow and Munich where, for instance,
in March we will see about 250 brands at Moda Made in Italy.
Without forgetting the presence of 20 Italian companies at Sole
Commerce in New York, a good number of participants at Aymon,
Turkey, in April and the possibility of going back to Las Vegas
(Magic Platform) in August. I would also like to draw attention on
the workshop we will have in Singapore next October, just after the
autumn edition of theMICAMshanghai, and the continuation of
our “historical” presence in Japan at Shoes from Italy where we have about 100 companies. Last but not least, I would like to confirm
the extreme importance of the cooperation with ICE, beside us in
every part of the world.
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 23
MICAMt4_pag 24.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 19:34 Pagina 24
24
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
News
Scarpe portoghesi: gusto europeo e sexy
Pedro Silva, direttore commerciale di Apiccaps, parla dello sviluppo entusiasmante che ha caratterizzato le aziende
calzaturiere del Portogallo negli ultimi cinque anni
“Il footwear più sexy
d’Europa
viene
dal
Portogallo”. Esordisce cosi
Pedro Silva, direttore commerciale
di
Apiccaps.
Quest’anno l’associazione
portoghese, che raggruppa
le aziende calzaturiere del
paese iberico, è presente in
fiera con ben 84 marchi,
sparsi nei padiglioni migliori,
molti
anche
nell’area
Visitors, da sempre destinata
alla creatività e all’avanguardia. “Sono oramai lontani i
tempi in cui si andava in
Portogallo per cercare e produrre scarpe di scarsa qualità, - spiega Silva- oggi siamo un paese europeo a tutti
gli effetti. Possiamo contare
su ottime aziende, ottimi lavoratori, ottimi produttori,
un ottimo design e un’ottima qualità”. Parole avvalorate da dati reali.
Il Portogallo, infatti, ha avuto,
negli ultimi cinque anni, una
crescita del +54%, esportando scarpe in tutto il mondo. Numeri entusiasmanti
che hanno portato l’associazione a voler investire anche
nell’immagine, con campagne pubblicitarie emozionali
e seducenti tese a testimoniare uno stile e una qualità
dei prodotti in linea con i gusti europei più sofisticati e
all’avanguardia. Ma quale è il
segreto di una crescita così
esponenziale? “Le nostre
aziende – racconta il direttore- hanno evoluto il loro modo di fare business. Oggi sono capaci di dare risposte
immediate alle esigenze dei
buyer, proponendo prodotti
sempre più esclusivi ed essendo in grado di assicurare
un buon follow up dopo le
vendite.”
Portuguese shoes: sexy European taste
Pedro Silva, Sales Manager of Apiccaps, talks about the enthusiastic development that has characterised
the Portuguese footwear companies during the last five years
“The sexiest footwear in
Europe
comes
from
Portugal.” This is how
Pedro Silva, Sales Manager
of Apiccaps, starts his
speech. This year the
Portuguese association,
that groups the footwear
companies from the Iberian
country, is at the fair with
84 trademarks, spread in
the best halls, a lot of them
also in the Visitors area, traditionally reserved to creativity and avant-garde.
“The days when you would
go to Portugal to try and
produce poor quality shoes
are gone, – explains Silva
– we are now a real and
proper European country.
We can rely on excellent
companies, workers, producers, design and quality.” Words confirmed by figures. In the last five years,
Portugal has had +54%
growth, in exported shoes
all
over
the
world.
Mesmerizing figures that
have pushed the association to invest on image,
with advertising campaigns
that are emotional and seducing, aimed at testifying
style and quality of products in tune with the most
sophisticated and avantgarde European taste. What
is the secret of such an ex-
ponential growth? “Our
companies – says the director – have evolved their
way of making business.
They are now able to give
immediate response to
buyers’ needs, offering
more and more exclusive
products and assuring a
good follow-up after sales.”
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 25
MICAMt4_26.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 20:08 Pagina 26
26
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
News
La direttrice di Cec traccia un rapido bilancio dell’International Footwear Congress e riassume
le priorità della federazione
Anche Carmen Arias a theMICAM
Presenza imprescindibile a
theMICAM e graditissima
ospite di tutti gli appuntamenti
clou della fiera, Carmen Arias,
direttrice di Cec, Confederazione europea calzaturiera, alla quale abbiamo chiesto un
bilancio
dell’International
Footwear Congress che si è
tenuto in Messico a novembre. “I feed back sono estremamente positivi - ha detto
Arias - non solo in termini numerici di partecipanti e per l’
internazionalità dell’evento,
ma anche per quanto riguarda
le offerte provenienti da diverse aree del mondo ad
ospitare la prossima edizione
dell’evento nel 2017. Il congresso ha raggiunto diversi
obiettivi, io mi limito qui a sottolineare il tema fondamentale: essere riusciti a disegnare
gli scenari futuri di collaborazione tra le varie nazioni per
quanto riguarda i contenuti e la
tecnologia del settore e aver
fatto emergere con forza la
tensione positiva al lavoro comune”.
La strategia globale è un punto di forza della Cec e della
politica che la direttrice intende portare avanti: “il lavoro è
tanto su tutti i fronti sia all’interno
dell’Europa,
sia
dall’Europa verso i paesi esteri. Abbiamo accordi tariffari da
monitorare con il Giappone,
con gli Stati Uniti, stiamo lavorando sulla responsabilità
sociale d’impresa , seguiamo
con impegno temi fondamentali che vanno dal Made
In, ai regolamenti sulla presenza di sostanze chimiche,
senza dimenticare la formazione, un punto chiave per la
crescita del settore che deve
mantenere gli elevati standard
qualitativi raggiunti e riuscire a
trasmettere alle nuove generazioni quel patrimonio di conoscenze e cultura che l’hanno
reso grande nel mondo”.
The directress of CEC traces a quick balance of the International Footwear Congress and summarises
the priorities of the federation
Even Carmen Arias is at theMICAM
Essential
presence
at
theMICAM and highly appreciated guest of all the top
appointments of the fair is
Carmen Arias, Directress of
CEC, Confederazione Europea Calzatura (European
Footwear Confederation);
we have asked her for an
analysis of the International
Footwear Congress hosted
in Mexico in November.
“All feed-back is extremely
positive – said Arias – not
only for the number of participants and the internationality of the event, but also for the offers to host the
next edition of the event in
2017 coming from different
areas of the world. The congress has reached a number
of goals but I will only underline the main aspect: we
have managed to draw scenarios of future cooperation
between nations, as far as
the content and the technology of the sector are concerned, and we have unveiled positive tension to
work together”.
Global strategy is a point of
strength of both CEC and the
policy that the directress intends to carry out: “there is a
lot of work to do on all sides,
inside Europe, and from
Europe towards foreign
Countries. We have rate
agreements with Japan and
the United States that need
monitoring. We are working
on the social responsibility
of companies.
We carefully look into fundamental themes that go
from “Made In” to the laws
on the presence of chemical
substances. Not to forget
the training sessions, key
point for the growth of a
sector that has to maintain
the high quality standards
it has reached, and manage
to pass the heritage of
knowledge and culture that
has made it great worldwide over to the new generations”.
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 27
MICAM_04_02.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 19:41 Pagina 28
28
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
News
Al padiglione 1, tecniche di laboratorio ed esperienze dirette
A theMICAM spazio alla formazione
Formazione avanzata e sviluppo professionale sono temi
cruciali
per
Assocalzaturifici, che a
theMICAM riserva, presso il
Padiglione 1 - Stand D18D20, un’area dedicata agli
allievi
dell’ITS
Moda
Calzature di Fermo e
Civitanova Marche e quelli
dell’ITS Cosmo di Padova,
con il braccio formativo e
tecnologico del Politecnico
Calzaturiero, istituti voluti
dall’Associazione che li sostiene dal 2010 per creare un
canale formativo che colmi
il gap tra domanda e offerta
di lavoro.
Assocalzaturifici si impegna
da anni affinché si crei un sistema che integri efficacemente istruzione, formazione e lavoro, con la finalità ultima del rilancio del madein-Italy nel mondo. Proprio
theMICAM
rappresenta
un’occasione in più per trasmettere il bagaglio di valori
e proposte dell’Associazione
nel campo della formazione.
Oltre a promuovere i nuovi
corsi degli Istituti, gli allievi
dell’ITS calzaturiero marchigiano presenteranno a
theMICAM il laboratorio di
“prototipazione rapida” a cui
lavorano durante le lezioni.
Mostreranno un piccolo si-
stema di scanner 3D artigianale, realizzato con i docenti
del corso ed esporranno alcuni dei moduli didattici che
sintetizzano come l’innovazione può coniugarsi con la
tradizione, la qualità e la tecnologia nel settore delle calzature.
Accanto agli aspetti più tec-
nologici, saranno in mostra
nello spazio anche esempi di
calzature realizzate dagli studenti all’interno di una “fabbrica pilota”, che riproduce
l’attività laboratoriale che
svolgono nell’ambito del tirocinio all’interno di aziende
calzaturiere.
Gli allievi del Politecnico
Calzaturiero svilupperanno e
realizzeranno modelli di calzature a partire dai principali
componenti, ossia sottopiede, suola e tacco, proseguendo con le parti di tomaia
e fodera, fino alla fase di costruzione e messa a punto
del prototipo. Altri studenti,
invece, mostreranno la progettazione grafica di diversi
modelli di calzature e borse.
Con i corsi degli ITS Moda
Calzature, gli allievi ricevono
una formazione all’avanguardia e in linea con la domanda occupazionale. Si
tratta di un percorso di studio
che mette i giovani in diretto
contatto con il mondo del lavoro, offrendo concrete opportunità di impiego. Tra le
figure specializzate risultanti
dai corsi e pronte per il mondo del lavoro vi sono: tecnici
di processo e prodotto, coordinatori di collezione, tecnici
per la qualità e l’innovazione
della progettazione e produzione delle calzature, tecnici
per nuove strategie di internazionalizzazione e marketing.
Scopo
dell’azione
di
Assocalzaturifici nel campo
della formazione è, quindi,
sensibilizzare e fornire strade di orientamento per rendere più consapevoli i giovani, le loro famiglie, i docenti e gli operatori scolastici,
che l’industria calzaturiera
italiana è in grado di dare un
considerevole apporto alla
crescita del Paese, promuovendo le competenze e il lavoro che il settore calzaturiero può offrire ai giovani.
At hall 1, lab techniques and direct experiences
At theMICAM give way to training
Advanced training and professional development are
the crucial topics for
Assocalzaturifici.
At
theMICAM hall 1 – Stand
D18-D20 it dedicates an
area to students from ITS
Moda Calzature in Fermo &
Civitanova Marche, and the
ones from ITS Cosmo in
Padua, with the educational
and technological support
of Politecnico Calzaturiero.
The association has wanted
these institutes and supported them since 2010, in
order to create an educa-
tional route that can fill the
gap between the supply and
the demand for labour.
For years, Assocalzaturifici
has put its effort into creating a system that could effectively integrate education, training and work, aiming to re-launch Made in
Italy
in
the
world.
theMICAM represents an
extra occasion to transfer
the proposals of the
Association and its content
in value into the training
field.
Apart from promoting new
courses of the Schools, at
theMICAM the students
from the Marche footwear
ITS will also present the
“rapid prototyping” lab they
work on during the lessons.
They will show a small artisanal 3D scanner system,
created with the teachers,
and they will illustrate some
of the didactic modules that
summarise how innovation
can blend with tradition,
quality and technology in
the footwear sector.
Next to the technological aspects, on display you will
see some examples of
shoes created by the students in a “pilot factory”,
which reproduces the lab
activity they carry out as
part of the internship in a
footwear company.
The students from the
Politecnico Calzaturiero will
develop and create shoe
models starting from the basic components such as insole, sole and heel, continuing with upper and lining,
ending with the construction and setup of the prototype. Other students instead
will show the graphic plan-
ning of various models of
shoes and bags.
With the courses of ITS
Moda Calzature, students
receive a groundbreaking
education that is in-tune
with the demand for labour.
It is a way to put young people in direct contact with the
job market, offering concrete opportunities. The professional figures coming out
from these courses and
ready for the job market are
process and product technicians, collection coordinators, technicians for quality
and innovation of process
and production, technicians
for new internationalisation
and marketing strategies.
The aim of Assocalzaturifici
in the field of training, therefore, is to sensitise and
counsel youngsters, their
families, teachers and all
school operators, making
them aware that the Italian
footwear industry is capable of contributing to the
growth of the Country, promoting the skills and the
jobs that footwear can offer
to youngsters.
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 29
MICAM_04_02.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:58 Pagina 30
4
30
News
L’inverno 2016
secondo gli stilisti
Nella molteplicità di proposte personali legate ai singoli marchi, abbiamo chiesto ad affermati studi
stilistici specializzati in ambito calzaturiero un’opinione su cosa puntare per creare una collezione
rispondente alle reali aspettative del consumatore finale in termini di forme, colori, materiali e mood.
Ecco le loro risposte.
Studio Bettini & Penazzato,
www.bettinipenazzato.it
BOHEMIAN STYLE
Si autodefinisce come stile
rilassato, "urban chic", anticlassico e soprattutto antimoda. Nostalgicamente retrò e intellettuale, questa
moda si identifica con la
scelta di elementi dal gusto
vintage, abiti destrutturati
e comodi che danno libertà
di movimento e sembrano
fatti a mano; scarpe e stivali con pelli ingrassate e
dall'aspetto usato; borse e
zaini monospalla portati
sotto braccio morbidi e a
sacchetto oppure rigide e
sagomate come cartelle da
scuola di altri tempi.
INNOVATION
TECHNOLOGY
L'innovazione tecnologica
diventa couture. Sneakers
con suole performanti e ultra leggere; materiali e tessuti tecnici traspiranti con
tagli laser e finte cuciture
perché i pezzi sono uniti
fra loro attraverso termosaldature. Gli stivali sono
confortevoli, hanno forme
dinamiche e quasi spaziali,
ma anche possenti come
platform con scanalature
evidenti sul fondo. Sono
degli estremisti a cui piace mescolare aspetti legati
allo sport e alle innovazioni
tecnologiche per ricreare
un aspetto dinamico e aggressivo.
KAILEDOSCOPIC
GENERATION
Giovani eccentrici e creativi che riprendono i cartoni animati per creare le
stampe delle T-shirt e dei
vestiti o per creare zaini e
berretti dalle forme di animali; guardano anche al
mondo dello sport, specialmente a quelli invernali come lo sci e lo snowboard, dai quali prendono
l'abbigliamento tecnico,
trasformandolo e adattandolo all'uso in città; gli stivali doposci sostituiscono
le sneakers, i moon boots
diventano stivali da passeggio e gli occhiali protettivi un oggetto prettamente decorativo.
VINTAGE CLASSIC
Un modo di vivere e vestire opulento, quasi decadente, chiassoso e ostentato che per la sua contemporaneità si definirebbe
un anticlassico ma per l'adesione e rivisitazione dei
pezzi iconici della moda è
strettamente legato al gusto classico. Viene però influenzata anche dallo stile
british, dal quale riprende i
tradizionali tessuti maschili come i velluti a coste, fu-
stagno, filati di cachemere e alpaca; stringate
Oxford e stivaletti rock stile Beatles che vengono
declinati anche nella versione femminile.
Winter 2016 according to the stylists
In the multitude of individual brand proposals currently on the market, we asked and verified with style bureaus
specialized in the segments of footwear and leather goods, what exactly they believe a collection should focus on, in
order to reply to the real needs of the end customer, in terms of shapes, colors, materials, and moods.
Here as follows are their answers.
Studio Bettini
& Penazzato,
www.bettinipenazzato.it
BOHEMIAN STYLE
“Urban chic” considers itself to be a relaxed style
that is anti-classical and,
above, all anti-fashion:
Nostalgically retro and intellectual, this fashion
trend is influenced by elements with a vintage
mood, destructured and
comfortable outfits that
allow for freedom of movement and that are seemingly handmade; shoes
and boots with waxed
leathers and a used look;
single strap backpacks and
bags that can be carried on
one shoulder with soft and
sack-like shapes, or rigid
and outlined silhouettes, as
can be found in the old-time
school satchels.
INNOVATION
TECHNOLOGY
Innovation technology becomes couture. Sneakers
feature high performance
and
ultralight
soles,
breathable and technical
materials, and fabrics with
laser cuts and fake seams,
because the various parts
of the shoe are actually
heat welded together.
Boots are comfortable and
have dynamic and almost
outer space-like shapes,
but are also sturdy and include platforms, with
clearly visible grooves on
the bottom stock.
Extremists like mixing together sports-related elements with technological
innovation, in order to recreate a dynamic and aggressive look.
KAILEDOSCOPIC
GENERATION
Eccentric and creative
youths use cartoons as a
source of inspiration for Tshirt prints and garments
to create either backpacks
or berets with animal shapes; also the sports world is
a focal point, including
especially winter sports,
like skiing and snowboarding, which serve as an inspiration to technical
clothing, transforming it
and adapting it to city use;
after ski boots substitute
sneakers, moon boots become perfect walking
shoes, and protective
eyewear is mostly used as a
decorative accessory.
VINTAGE CLASSIC
An opulent way of living
and dressing that is almost
decadent, boisterous, and
showy, with a contemporariness that could also be
called anti-classic, if it weren’t for its adhesion to
and reediting of iconic fashion pieces, thus strongly
linking it to a classic style.
It is also influenced,
however, by the British
style, from which it borrows traditional masculine fabrics like corduroy,
fustian, cashmere weaves, and alpaca; Oxford
lace-ups and Rock’n’Rolllike Beatles half boots are
also presented in a feminine version.
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 31
Pad. 3 · Stand L 21-25 · M 16-20
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 32
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 33
MICAMt4_da 34 a 45.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 17:40 Pagina 34
34
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
TendenzeTrends
Shining ambition
Un mood sofisticato e aristocratico attraversa le collezioni dedicate a lei. La prossima stagione invernale si riempe
di allure e seduzione, grazie a scarpe dal design e dalle tonalità ambiziose: pump dai tacchi vertiginosi, zeppe
importanti, ma anche ballerine e stivali flat, privilegiano decori preziosi e pelli trattate, che non passano inosservate.
Capodarte
Dumond
Gold & Gold
women
No Claim by Ma.bi
Dls
Majora
A sophisticated and aristocratic mood sweeps across the collections for her. The next winter season will fill with
allure and seduction, thanks to shoes with ambitious designs and hues: pumps with killer heels, noticeable wedge
heels but also ballerinas and flat boots that favour precious decorations and processed leather, that don’t pass
unnoticed.
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 35
MICAMt4_da 34 a 45.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 17:40 Pagina 36
36
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
TendenzeTrends
women
Agogò by Italtrend
La Belle
Tentazione
We Are The Original
PommeD’Or
Alberto Fasciani
Viola Fonti
Soffice Sogno (Assia Trend)
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 37
MICAMt4_da 34 a 45.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 17:40 Pagina 38
38
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
TendenzeTrends
Barracuda
Fabi
women
Giovanni Fabiani
Khriò
Imma Albergo
Joy Wendel
Metisse
Lilly’s Closet
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 39
MICAMt4_da 34 a 45.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 17:40 Pagina 40
40
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
Traditional but glamour
TendenzeTrends
Henry & Henry
Glamour e artigianalità sono le parole chiave delle nuove calzature.
I modelli maschili, pensati per l’inverno, non rinunciano a una manifattura
tradizionale ma aggiungono allo stile sobrio un pizzico di creatività in più.
Suole con colori a contrasto, lacci preziosi e colori inediti per l’universo
uomo, come oro e argento, danno vita a uno stile rinnovato e originale.
Bassed
Kowalski
Dabliu
man
MICAMt4_da 34 a 45.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 17:40 Pagina 41
4
TendenzeTrends
Mercoledì 18 Febbraio 2015
41
OMS! by Original Marines
Mephisto
uomo
Refresh
Pikolinos
Glamour and craftsmanship
are the key words of new
shoes. Models for men,
thought for winter, don’t give
up traditional manufacturing
but they add a pinch of
creativity to sombre style.
Soles with contrasting colours,
precious laces and colours that
are new for men, such as gold
or silver, bring a renovated and
original style to life.
MICAMt4_da 34 a 45.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 17:40 Pagina 42
42
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
TendenzeTrends
men
Xti
Knight
Kontatto
Ferudun Footwear
Fertini
Campanile
Radames
Carlo Soldaini
Gianluca Tommasi
MICAMt4_da 34 a 45.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 17:40 Pagina 43
4
TendenzeTrends
Mercoledì 18 Febbraio 2015
Andrea Nobile
Rutz
Brian Cress
Anthony Miles
43
MICAMt4_da 34 a 45.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 17:40 Pagina 44
44
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
Funny attitude
TendenzeTrends
Hello Kitty
Il footwear dedicato ai bambini infonde allo stile dei più piccoli uno spirito
delicato e al contempo divertente. Glitter, rouche e pon pon regalano
un’atmosfera sognante alle scarpe per le più piccole, mentre colori
pastello e materiali grintosi distinguono le proposte dedicate a giovani
ometti.
Cherie
Garvalin
Jarrett
children
MICAMt4_da 34 a 45.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 17:40 Pagina 45
4
TendenzeTrends
Mercoledì 18 Febbraio 2015
Minion
Levi’s
Winx
Footwear for children breathes a
delicate but at the same time fun
spirit into the little ones’ style.
Glitter, ruched, and pompons
create a dreamy atmosphere
for the little women’s shoes,
while pastel colours and gutsy
materials distinguish the
proposals for little men.
Miss Grant
45
MICAM_04_02.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:39 Pagina 46
46
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
News
Sfilate
Il grande successo
delle sfilate!
Ultimo giorno ieri a theMICAM per la grande novità di questa edizione. Nell’area theMICAMsquare del padiglione
10 hanno sfilato, da domenica 15 febbraio sino a ieri, le calzature da donna, uomo e bambino delle aziende espositrici selezionate da WGSN e suddivise nei sei temi che rappresentano i lifestyle protagonisti dei padiglioni Active,
Contemporary, Cosmopolitan, Luxury, Street, Urban. L’iniziativa ha visto la collaborazione dello studio Rosemary
Ferrari. Dagli ankle boot imperanti agli stivali con gambale sopra il ginocchio, dalle derby ai tronchetti, dalle onnipresenti sneaker, declinate in tutti i colori e in tutti i materiali, fino al sandalo gioiello e all’intramontabile décolleté spuntata o meno. Le sfilate hanno detto molto di scarpe che si fanno notare per la struttura importante,
per la silhouette decisa , voluminosa, grintosa. Maxi zeppe, ancora plateaux, tacchi 12 a stiletto in contrapposizione
a uno stile active tutto flat: ogni stile ha la sua altezza, ma tutti indistintamente vogliono stupire.
MICAM_04_02.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:40 Pagina 47
4
TendenzeTrends
Mercoledì 18 Febbraio 2015
47
Fashion
On catwalk
show
Great success of fashion shows!
Last day, yesterday, at theMICAM for the great novelty of this edition. In theMICAMSquare area at hall 10, from
Sunday 15th to yesterday we have seen on show shoes for women, men and children from the exhibiting companies selected by WGSN divided according to the six themes that represent the lifestyles featured in the halls at theMICAM: Active, Contemporary, Cosmopolitan, Luxury, Street, Urban. The initiative has been organised
in cooperation with Rosemary Ferrari Studio. From dominant ankle boots to high boots, from derby to low boots,
from omnipresent sneakers declined in all colours and materials to jewel sandals and timeless décolleté or opentoe: the shows have said a lot about shoes that attract attention for their important structure, for their strong
voluminous gritty silhouette. Wedge heels, more plateaux, 12-cm stiletto heels are in contrast with an active style, all flat: each style has its heights but everybody wants to surprise.
MICAMt4_48_57_58.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:54 Pagina 48
48
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
Tessuti e colori
per Wally Walker
News
Jarrett,
artigianalmente
innovativi
Pelli scamosciate e tessuti sono ancora i protagonisti della nuova proposta Wally
Walker autunno-inverno 15-16. Beaver di lana in fantasia, micro effetto tricot, intreccio in bouclé multicolor vanno a vestire il piede con la tipica scarpa chukka. Allo
scamosciato tradizionale, presentato in 14 varianti di diverso abbinamento cromatico fra suola e tomaia, si aggiungono le stampe che rimandano ai temi del viaggio.
Sneaker con il pizzo e il
Fabrics and colours for Wally Walker
Suede leather and fabrics are still the protagonists in the new Autumn-Winter 15-
16 Wally Walker proposal. Patent beaver in wool, micro tricot effect and multicolour
bouclé interlacement dress the feet with the typical chukka shoes. Next to traditional suede presented in 14 combinations of colour between insole and upper, also
prints that recall travelling themes.
glitter nei colori argento e
oro, ma anche nere con
applicazioni luccicanti e
con i fondi con zip (autentica novità della collezione
autunno-inverno 20152016). In collezione anche
una linea inglese, una per
il running e una di beatle.
Per i maschi ancora beatle
resi più originali dall’inserimento di elastici colorati,
poi sneaker e modelli da
running che abbinano il
tessuto alla pelle. Fondi in
para extra light.
T
rainers with lace and
silver, gold and black glitter, as well sparkly applique and soles with zips
(authentic novelty of the
autumn –winter 20152016 collection). The collection also features the
English, running and
Beatles ranges. More
Beatles for men made
even more original with
inserts of coloured elastic
and trainers and running
models that team fabric
with leather. Soles are in
extra light crepe.
Jarrett,
handcrafted innovations
MICAMt4_49_51_54_55_56.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:49 Pagina 49
4 News Mercoledì 18 Febbraio
49
La prima volta di Darkwood
Per la prima volta a theMICAM, il brand turco Darkwood propone una collezione
basata principalmente sulle calzature uomo ma che affronta - e questa è la novità –
anche l’universo femminile. Ne parliamo con Catherine Trotin (International
Marketing Manager): “Da oltre dieci anni Darkwood è una realtà sempre più importante nel panorama produttivo turco. La nostra fabbrica si trova a Bartin, nella regione del Mar Nero e, fin dall’inizio, ci siamo dedicati alla caltura maschile. Solo negli ultimi tempi abbiamo deciso di proporre collezioni dedicate anche alla donna. Le
nostre collezioni hanno una valenza internazionale grazie alla collaborazione con
vari designer, tra i quali un italiano e un russo. Stiamo afforntando questa manifestazione con la volontà di espandere il nostro export. Siamo certi che theMICAM sia
la vetrina ideale per proporre le nostre linee a tutto il mondo”.
Darkwood: pad.7 - stand N21-25/P22-26
Darkwood’s debut
Making its first appearance at theMICAM, Turkish
brand Darkwood presents a collection based primarily
on men’s footwear but also featuring – and this is the
novelty – women’s ranges. We speak about this to
Catherine Trotin (International Marketing Manager).
“Over the past ten years Darkwood has played an increasingly important role in Turkish production. Our factory is located in Bartin, in the
Black Sea region and we specialised in men’s footwear right from
the start. Only recently did we decide to present collections for
women too. Our collections have an international importance thanks to collaboration with various designers, comprising Italian and Russian ones. We have
come to this exhibition with the desire to expand
our export. We are certain that theMICAM is the
ideal showcase to present our ranges to the entire
world.”
Darkwood: hall 7, stand N21-25/P22-26
El Naturalista,
scarpe secondo
natura
El Naturalista,
shoes following
the principles
of nature
D
al bamboo, al waterproof felt, ai materiali chrome free che prevengono
reazioni allergiche, il marchio di calzature spagnolo
El Naturalista rappresenta
un “passo in avanti” per
continuare a produrre scarpe confortevoli e di alta
qualità con la determinazione di cercare di far tutto
al meglio. Da sempre la natura è la fonte d’ispirazione del marchio e ancora di
più in questa stagione la
costante innovazione e i
processi di produzione dei
materiali vengono portati
avanti con un totale rispetto dell’ambiente. Nella
realizzazione della collezione autunno-invero 2016
sono state utilizzate anche
solette modellabili che si
adattano al piede, mentre
per le tomaie il ricorso è a
pelle di alta qualità che ha
un aspetto artigianale e
rustico dato dalla tessitura
rugosa.
From bamboo to waterproof-felt, including chrome-
free materials that are hypoallergenic: as usual, the
Spanish brand El Naturalista introduces cutting-edge
collections, ensuring a comfortable fit and a high quality, supported by the determination to be the very best
in all it does. Nature has always been a source of inspiration for the brand; above all, with reference to this season’s collection, which sees the steady innovation and
the processes of material production take place with
complete respect for the environment. The FW 2016 season features shoes realized with adaptable insoles that
perfectly fit the foot, while uppers are realized in high
quality leathers with an artisanal and rustic finish created by wrinkled textures.
MICAM_04_02.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 20:20 Pagina 50
50
4
Mercoledì 18 Febbraio 2015
Le proposte uomo
di Giorgio 1958
Woz, la forza
della sneaker
“Be Free Be Woz”, que-
sto il claim che ispira la
collezione autunno-inverno 2015-16, composta da
sneakers made in Italy: la
nuova linea racchiude l’essenza di un brand che non
delude le aspettative e
presenta ancora una volta
prodotti di tendenza con
un ottimo rapporto qualità-prezzo.
Ogni dettaglio è curato
nei minimi particolari e
News
Il blu è in assoluto il re in-
studiato per rendere la
scarpa Woz non solo
confortevole ma anche un
accessorio trendy
adatto ad ogni occasione.
Il percorso creativo
che origina i modelli di Woz è inconfondibile: una
collezione che si
ispira a tutto ciò
che ci circonda nella quotidianità.
Woz, the strength of sneakers
contrastato della collezione autunno inverno
Giorgio 1958 seguito dalle
varie tonalità di marrone e
grigio, che però lasciano
spazio alle nuove proposte
del bordò e del verde scuro
sia su stivaletti che su modelli bassi e stringati. New
entry che merita assolutamente menzione è la “running dress” una forma introdotta proprio in occasione di questa collezione
invernale che va ad affiancare le già esistenti e consolidate forme in gomma e
cuoio mezza gomma perfette per affrontare al meglio il freddo invernale.
Men’s proposals
by Giorgio 1958
“B
e Free Be Woz”, this is the claim that inspires the autumn-winter 2015-16 collection of Made in Italy sneakers: the new range captures the essence of the brand that
does not disappoint and once again presents trendy products with an excellent quality-price ratio.
Every detail has been carefully studied to make Woz footwear not only comfortable
but also a trendy accessory suitable at all times.
The creativity at the heart of Woz models is unmistakeable: a collection that is inspired by everything that surrounds us in everyday life.
Stonefly: il segreto
è nella suola
Pokemaoke,
fascino retrò
Pokemaoke è un brand
di calzature per donne che
si vogliono sentire uniche
e sognatrici, sognatrici, ma
allo stesso tempo forti, sa-
pendo di portare ai propri
piedi un progetto inusuale, dato che nessun’altra
donna avrà lo stesso paio
di scarpe (Ogni scarpa
Pokemaoke è inimitabile
grazie all’alta artigianalità
del fatto a mano che rende ogni pezzo unico).
La collezione nasce dal’ingegno di due giovani designer: Jessica Piantoni e
Giulia Simoncelli che hanno coalizzato le loro forze
e le loro esperienze.
B
lue is the absolute king
of the Giorgio 1958
Autumn-Winter collection,
followed by the varying
tones of brown and blue,
which also leave some
space for new proposals
such as burgundy and
dark green, both for boots
and low models with laces. A new entry that cannot go without mention is
the “running dress”, a
shape introduced especially for this winter collection, which goes side by side with the traditional
rubber and leather shapes
that are perfect for facing
the cold season in the best
way.
P
Tradizione è la parola
d’ordine che non deve mai
mancare nei prodotti: pezzi vintage, chiavi di baule
della nonna, diademi di
principesse, oggetti che
assaporano il vissuto e che
raccontano ognuno una
storia propria.
Pokemaoke,
retro appeal
er la prossima stagione
Stonefly propone un tronchetto in camoscio spazzolato effetto cerato, perfetto per donare brillantezza
ai colori. La fodera imbottita garantisce morbidezza;
e con tacco in eva e anima
in abs lo rende superleggero. Per l’uomo, polacchino
stringato realizzato in nubuk naturale. Grande attenzione per i dettagli come il taglio al vivo, il tono
a contrasto di alcune cuciture e il colore del guardolo anch'esso a contrasto.
Ma il vero segreto è nella
suola: Blusoft è l’esclusiva
goccia di gel che permette
di camminare con leggerezza, morbidezza e senza
fatica. permette di camminare con leggerezza, morbidezza e senza fatica.
For next season, Stonefly
proposes a short boot in
wax-effect brushed suede,
perfect to give brightness
to colours. The stuffed lining guarantees softness;
the heel is in eva
(Ethylene-vinyl acetate)
and the core is in abs
(Acrylonitrile butadiene
styrene) that makes it superlight. For men, lacedup low boots made of natural nabuk. Great attention for details such as
sharp-cut, the contrasting
tones of some seams and
the colour of the welt also
in contrast. But the real
secret is in the sole:
Blusoft is the exclusive
drop of gel that makes
you walk lightly, comfortably and effortlessly.
P
okemaoke is a brand of footwear for women who want to feel unique and
dreamy but who are at the same time strong, aware of wearing an unusual project
on their feet, given that no other woman will have the same pair of shoes. (Every
Pokemaoke shoe is inimitable thanks to the skilled handmade workmanship that
makes each item unique). The collection originates from the creativity of two young
designers: Jessica Piantoni and Giulia Simoncelli, who joined forces and experience.
Tradition is the key word that can never be lacking in the products: vintage items,
shades of granny’s trunk, princess’ tiaras, objects that savour experience, each telling
its own story.
Stonefly: the secret
is in the sole
MICAMt4_49_51_54_55_56.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:49 Pagina 51
4 News Mercoledì 18 Febbraio
51
Universitari Usa
in visita alla Missouri
di Monte Urano
T
occare con mano il made in Italy, vedendo come
nascono creazioni artigianali come le calzature nella patria del manifatturiero: l’Italia. E’ questo lo
scopo del tour che in questi giorni una rappresentanza di studenti della
prestigiosa Rhode Island
School of Design,
Università americana d’eccellenza nei settori di arte
e design con sede a
Providence (Usa), sta facendo nella nostra penisola e che ha toccato anche
il territorio del Fermano
ed il suo distretto. In questo itinerario didattico in
particolare, la delegazione
ha fatto tappa a Monte
Urano nella sede della
Missouri, azienda nota in
tutto il mondo per la produzione di scarpe di alta
qualità per bambini. «È
per noi motivo di grande
orgoglio essere parte di
questo progetto accademico ed aver aperto le
porte della nostra azienda
alle giovani promesse
americane del design – ha
dichiarato Cristiano
Ferracuti, direttore generale di Missouri - confidiamo che i ragazzi possano
aver percepito l’importanza dell’artigianalità e compreso il valore del made in
Italy».
University students visit
Missouri in Monte Urano
T
o get a first-hand view of the “made in Italy” product, seeing how artisan creations like footwear originate in the land of manufacture: Italy. This is the purpose of the tour undertaken by a group of students
from the prestigious Rhode Island School of Design, top
American university specialising in art and design and
based in Providence, USA. The students are currently
touring our country and also stopped in Fermano and
its district. Part of their itinerary included a trip to
Monte Urano, headquarters of Missouri, company famous throughout the world for top quality footwear
for children. “We are extremely proud to be part of
this great educational project and welcomed these
promising young American designers to our company,”
said Cristiano Ferracuti, General Manager of Missouri,
“We hope that the youngsters have understood the importance of craftsmanship and appreciated the value
of the “made in Italy” product.”
Cristiano Ferracuti
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 15:38 Pagina 52
52
Mercoledì 18 Febbraio
Ai piedi di…
4 News
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 15:38 Pagina 53
4 News Mercoledì 18 Febbraio
At the feet of …
53
MICAMt4_49_51_54_55_56.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:49 Pagina 54
54
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
Primigi
per bambini sportivi
S
ono bimbi sportivi, attivi e dinamici, quelli che
indosseranno le calzature
Primigi proposte per la
prossima stagione autunno/inverno 2015-16.
Lo stile moderno e disinvolto riesce ad abbinarsi
al comfort ed alla versatilità da sempre richieste
alle calzature specializzate per bambini.
Ad ispirare la collezione è
il mondo dello sport-acti-
ve: modelli running si alternano a modelli basket,
ma è l’universo outdoor
declinato in chiave urbancity a conquistare la scena.
Anche in questa nuova
collezione viene riservata
particolare attenzione alla scelta dei materiali utilizzati, tutti di alta qualità, come nabuk, suede e
materiali tecnici, in grado
di assicurare massime
prestazioni.
Primigi
for sporty children
Sporty, active and dynamic children will wear the Primigi shoes presented for the
Autumn/Winter 2015-16 season. A modern and casual style manages to blend with
comfort and wearability, always requested in footwear specialised for children.
The sport-active world is the inspiration for the collection: running models alternate
with basketball ones, but it’s the outdoor universe declined in urban-city tones that
really catches the scene.
In this collection there is the usual careful selection of materials, all of high quality,
like nabuk, suede and technical materials, able to assure top performances.
News
Brimarts presenta
il Progetto 435
P
er la prossima stagione
invernale Brimarts presenta il Progetto 435, pensato
per il tempo libero e dedicato ad un uomo raffinato.
435 è il peso della calzatura, una running dalle forme decise offerta in tre
versioni: con tomaia in mix
di maglia, lana, poliestere,
la seconda in camoscio ingrassato, vitello e tessuto
tecnico con stampa damascata, la terza con vitello in
stampa vipera.
Brimarts
presents
Project 435
For next winter season,
Brimarts presents Project
435, designed for leisure
time and dedicated to the
refined man. 435 is the
weight of the footwear, a
running shoe in bold style
coming in three versions:
with upper in a mix of
knits, wool and polyester,
the second in greased
suede, calfskin and technical fabric with damask
print, the third in snakeskin print calfskin.
MICAMt4_49_51_54_55_56.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:49 Pagina 55
4 News Mercoledì 18 Febbraio
55
Per Peperosa
praticità e stile
L
e calzature della collezione autunno/inverno di
Peperosa sono raffinate e
al tempo stesso pratiche e
versatili, tutte realizzate
secondo la migliore tradizione artigianale italiana
e con morbidi vitelli e pelli spazzolate opache e
lucide accostati a
scamosciati e nappe, combinati con fondi dai volumi
importanti, ma leggerissimi e con particolari suole
in gomma e cuoio.
La collezione è pulita e
minimal; include stivali al
ginocchio, ankle boots e
tronchetti.
Practicality and style for Peperosa
Footwear in Peperosa’s autumn-winter collection is refined yet at the same time practical and versatile, all made in the best Italian craftsman traditions with soft calfskin
and matte and shiny brushed leathers teamed with suede and nappa, combined with
prominent, yet lightweight soles and distinct soles in rubber and leather. The collection is clean-cut and minimal and comprises knee-high boots, ankle boots and short
boots.
Romagnoli: l’avventura
accompagna i piccoli
Il brand della calzatura da The brand producing
bambino made in Italy presenta la sua nuova collezione autunno/inverno
2015 dal design accattivante, grintoso e sofisticato.
Ispirata alla natura e all’avventura è declinata in tonalità della terra, ma anche nei blu, nelle sfumature del petrolio e dell’indaco insieme al grigio mélange ed ai nuovi neri.
L’intensità del rosso che diventa bordeaux, pieno di
carattere e personalità, in
armonia con i toni dell’oro
ma soprattutto del rame e
del peltro. Abbondano le
stampe: dal British al glam
rock in versione animalier
e il romanticismo del pied
de poule declinato in diversi colori e materiali con
dettagli sparkling, con borchie e strass su pellami
morbidi e spazzolati, leggermente invecchiati per
un look contemporaneo ed
originale.
Made in Italy children
footwear introduces its
new FW 2015 collection,
which stands out for its alluring, spirited and sophisticated design. Here, inspi-
Romagnoli:
an adventurous
mood supports
children’s
growth
ration comes from both
nature and adventures,
featuring the tones of the
earth, with shades of
blues ranging from blue
green to indigo; we also
find mélange grey and
new black tones. The intensity of red transforms it
into a burgundy full of
character and personality,
which is perfectly in tune
with the tones of gold
and, especially, those of
copper red and pewter.
Patterns are everywhere:
from British to glam rock
in an animalier version,
romantic houndstooth is
proposed in different colors and materials with
sparkling details, including studs and rhinestones
applied on soft and
brushed leathers, resulting
in a slightly aged look
that is original and contemporary at the same
time.
MICAMt4_49_51_54_55_56.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:49 Pagina 56
56
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
News
Le sneaker multimateriche
di Roberto Botticelli Limited
La collezione Roberto Botticelli Limited
rappresenta la linea sportiva della casa marchigiana in cui i canoni tradizionali della calzatura sportiva vengono reinterpretati in un
nuovo concept dove forme e colori sono rimessi in discussione. Nuovi i fondi della collezione; fondo cassetta e fondo running abilmente studiati per rendere la calzatura comoda, versatile e di un impressionante “peso
piuma” che ne fà un ready to wear.
Queste nuove sneaker multi-materiche vengono proposte in combinazioni di materiali
insoliti: i più’ classici dei vitelli con futuristi-
che vernici laccate o i camosci rasati mixati ai
pitoni dalla lavorazione iridescente, sino ad
arrivare ai metalli o pelli stampate a fusione
che ne simulano calzature dal fascino ribelle.
Nuovi anche i colori presentati: domina
il nero, ma i modelli più cool sprigionano tonalità intense di bordeaux, metallo e oro.
Importante contaminazione “Rap” di uno
stile che ha cavalcato un epoca è il modello
30363 presentato nella versione black gold.
Una sneaker multi-materica che sarà il Must
Have della prossima stagione.
Roberto Botticelli Limited introduces its line of shoes
in multi-materials
T
he collection branded Roberto Botticelli
Limited represents the sporty line of this fashion house from Marches. Traditional features
of sports shoes are revamped here, with a new
concept that reinvents shapes and colors. The
collection features new outsoles, including box
and running soles, which are skillfully designed to create a comfortable fit and ensure
versatility, resulting in an outstanding “light-
weight” shoe that is ready-to-wear.
These new multi-material sneakers are proposed with combinations of unusual materials.
In addition to classic calfskin with futuristic
varnished leather or shaved suede matched
with iridescent finished python, we find fusion
patterned leathers and metals, which recall
shoes with a rebel mood.
Also, the colors are new: black is the absolute
protagonist, while the coolest models stand
out for their deep tones of burgundy, metal
and gold.
We find an evident “rap” influence, which
characterized an important era, in the 30363
model that is proposed in a black gold version.
This multi-material sneaker will become the
must-have item of the next season.
MICAMt4_48_57_58.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:54 Pagina 57
4 News Mercoledì 18 Febbraio
Le new entries
sport casual
57
Avirex
L’
area Active ha visto le due gradite new entries dei marchi Avirex e Rifle, punti di
riferimento per il settore sport casual. In uno stand impreziosito da raffinate boiserie fanno bella mostra di sé i modelli di Avirex, storica azienda che fornisce da sempre abbigliamento e calzature per l’aviazione militare americana. Modelli di alta
gamma che utilizzano pelli pregiate e morbidissime come quella del giubbotto indossato da Tom Cruise nel celebre film Top Gun e che campeggia in una vetrina all’ingresso dello stand.
Rifle, invece, marchio molto noto a chi è stato giovane negli anni 80 (non è un caso
che il Presidente del Consiglio Matteo Renzi indossi solo jeans Rifle), presenta la sua
linea fresca e sportiva che garantisce un ottimo rapporto qualità prezzo e permette
di essere fortemente competitivi contro l’onnipresente problema dell’”unbranded”.
Sport casual new entries
T
he Active area had two pleasant new entries, trademarks
Avirex and Rifle - beacons for the sport casual sector. In a stand
embellished by fine wooden panels Avirex model show off,
this historic brand has always supplied the American military aviation with clothing and footwear.
Top range models that use fine and very soft
leather like that of the jacket worn by Tom
Cruise in the famous film Top Gun, which
you can see in a window at the entrance of
the stand.
Rifle
Rifle, instead, well known trademark for
those who were young in the 80s (the fact
that the Italian Prime Minister, Matteo Renzi,
chooses only Rifle jeans is not a coincidence), presents its fresh and sporty range that
guarantees an excellent value for money and promises to be highly competitive against
the omnipresent “unbranded” problem.
MICAMt4_48_57_58.qxp:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 18:54 Pagina 58
58
Mercoledì 18 Febbraio 2015
4
Da Francesco Sacco
arriva Francesca Cipriani
Una gradita sorpresa per
tutti i visitatori di
theMICAM: presso lo stand
di Francesco Sacco, lunedì
pomeriggio è arrivata la
prorompente showgirl
Francesca Cipriani che da
sempre segue con interesse
il marchio partenopeo che
da più di 100 anni cura a livello artigianale tutti i passaggi produttivi delle proprie calzature eleganti e
da sera.
Dettagli preziosi come
swarovski, pietre e inserti
trasformano le scarpe in
veri e propri gioielli adorati dalle celebrities di tutto
il mondo. Per la prossima
stagione invernale, forme
allungate, niente plateau,
lavorazioni trapuntate abbinate ad accessori in metallo, décolleté dalle linee
molto particolari, l’onnipresente tronchetto e tanto tanto grigio.
Francesca Cipriani arrives
at Francesco Sacco’s stand
An appreciated surprise for all theMICAM visitors: on Monday afternoon, at
Francesco Sacco’s stand, Francesca Cipriani walked in. The irrepressible showgirl has
always followed with great passion the Neapolitan trademark that, for over 100
years, has taken care of all the productive process of its elegant and evening shoes
manually. Precious details such as Swarovski, stones and inserts, transform the shoes
into real and proper jewels, adored by celebrities all over the world. For the next
winter season, long shapes, no plateaus, quilted work blended with metal accessories, very particular décolleté, the omnipresent low boot and lots & lots of grey.
News
Fru.it esalta
il Made in Italy
D
Fru.it has fully and con-
Oggi l'azienda conta una
vasta clientela in ambito
nazionale e internazionale
in paesi come Germania,
Belgio, Olanda, Francia,
Russia, Usa, Giappone e
Turchia. Lo standard qualitativo raggiunto è stato
certificato ISO 9001 nel
2002.
Fru.it
al 1979 l'azienda Fru.it
interpreta in maniera piena e coerente il valore inimitabile del made in Italy.
La ricerca stilistica, la qualità e la manualità contraddistinguono le creazioni
esclusive del marchio.
sistently interpreted the
inimitable value of the
Made in Italy product
since 1979. Design research, quality and craftsmanship are the distinguishing features of the
brand’s exclusive creations.
Today the company has a
vast national and international clientele in
countries like
Germany, Belgium,
Holland, France,
Russia, USA, Japan and
Turkey. The quality standard reached was awarded the ISO 9001 certification in 2002.
enhances
the Made in
Italy product
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 59
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 60
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 61
MICAM_02_02:MICAM TODAY Layout 4_13 15/02/15 12:39 Pagina 60
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 63
MICAM_04_02:MICAM TODAY 4_09_2014 17/02/15 13:22 Pagina 64

Documenti analoghi

Una fiera da non perdere!

Una fiera da non perdere! Today at 11:00am there will be a meeting with the foreign press at theMICAMsquare, hall 10. Speakers: Roberto Luongo, General Manager at ICE - Agency for the promotion abroad and the internationali...

Dettagli

News - Fotoshoe

News - Fotoshoe (+5% during the first six months of 2015) demonstrates how the competitive ability of our country is growing significantly. This result has been further backed by the actions that we have put into ...

Dettagli

theMICAM - Fotoshoe

theMICAM - Fotoshoe Italian footwear manufacturers, which represents an area of Made in Italy excellence. This time theMICAM will have, if possible, even more traction: that of Expo 2015. In fact, it falls just a coup...

Dettagli

News - Fotoshoe

News - Fotoshoe You have just celebrated 70 years of Assocalzaturifici: a great achievement for Italian footwear and all your members. What do you appreciate most among your colleagues’ characteristics? We are an ...

Dettagli

News - Fotoshoe

News - Fotoshoe being practical. While in Russia luxury and designer brands are a “must”, in the rest of western Europe there is a growing taste for innovation characterised by the talents of emerging designers. A...

Dettagli