La filosofia Medievale

Commenti

Transcript

La filosofia Medievale
LA FILOSOFIA MEDIEVALE
Ragione e fede
Corso di riallineamento di filosofia
Prof.ssa Laura Stochino
A.A. 2015/2016
Il trionfo di San Tommaso
Contesto storico-politico
•
•
•
•
Occidente cristiano e nascita dell’Islam
Impero e società feudale (i tre ordini)
La nuova società urbana
La crisi del trecento e la fine dell’universalismo
• La
scolastica: auctores e questiones
quaestio, disputatio)
• La filosofia antica e la mediazione araba
• La cultura ebraica
(lectio,
Filosofia e Teologia nel Medioevo
la ragione precede la fede o la fede precede la ragione
• Scolastica
è
sinonimo
di
filosofia cristiana?:
Philosophia ancilla theologiae; dalla Patristica alla
Scolastica
• L’autonomia della filosofia
Credo ut intelligam o
intelligo ut credam (Sant’Agostino)? Il rapporto tra
verità rivelata e ricerca razionale (“Vere tu es deus
absconditus”)
• Il rapporto tra filosofia e scienze: rinnovamento di
metodo nei diversi campi del sapere.
• La questione degli universali: nominalismo e realismo
Anselmo d’Aosta
(1033-1109)
Monologion
Le prove a posteriori dell’esistenza di Dio
Proslogion
Le prove a priori dell esiststenza di Dio
Il Proslogion: l’argomento ontologico
• Argomento a priori dell’esistenza di Dio: un unico
argomento
Tommaso D’Acquino
(1225-1274)
• Una teologia scientifica: scienza superiore/scienza
subalterna
• È possibile distinguere due ambiti della verità
rivelata: 1. per fede 2. del mistero
• Del primo fanno parte domande come: Dio esiste?
• Sarà perciò possibile affrontare alcune questione e
renderle dimostrabile con la ragione.
DIO esiste?
Prova a Priori: dimostrazione propria perché procede dall’essenza di una
cosa e ne deduce le proprietà (l’esistenza è una di queste proprietà.
Ma di Dio noi non abbiamo conoscenza piena dell’essenza quindi
dobbiamo cercare una via più percorribile
Prova a posteriore: dimostrazione impropria perché procede dagli effetti
per giungere alle cause, presupponendo che ogni cosa ha una causa che
la spiega. In questo caso si parte dell’esperienza dei sensi con i quali
attestiamo determinati effetti. In questa direzione, l’unica percorribile con
la ragione, si possono individuare 5 vie dimostrative
La cinque vie per dimostrare l’esistenza di
DIO