Gentile Collega Sono Aurelio Cortesi, Questa mia lettera si riferisce

Commenti

Transcript

Gentile Collega Sono Aurelio Cortesi, Questa mia lettera si riferisce
Gentile Collega
Sono Aurelio Cortesi,
Questa mia lettera si riferisce alla salvaguardia di un’opera da me progettata a partire dal 1967. Si tratta
degli uffici INCISA che hanno ben rappresentato, per oltre quarant’anni, un momento significativo della mia
architettura.
Mi rivolgo a te, l’avrai inteso, chiedendo aiuto, affinché questa mia opera che, a causa di un'iniziativa di
carattere speculativo, verrà presto alterata o demolita, vada preservata per la comprensione e
valorizzazione dell’“architettura che è venuta dopo”.
Pertanto il significato di questa lettera è quello di rivolgermi ai cultori dell'architettura affinché ciascuno
difenda l’INCISA come baluardo di quell'avventura fiorita nel primo dopoguerra, che risulta indispensabile
per la comprensione della cultura della continuità del “moderno”.
La presente comunicazione è volta a richiedere un sostegno formale inviando una e-mail all’indirizzo
[email protected], indicando nome, cognome e i riferimenti di un documento di
identità, necessari affinchè la sottoscrizione abbia un valore legale.
Se volessi è anche possibile aderire alla nostra raccolta firme on-line, collegandoti al seguente link e
aggiungendo nei commenti il numero di carta d'identità:
http://www.petitiononline.com/mod_perl/signed.cgi?cortesi&1
Ti ringrazio per quanto di positivo potrai fare con il tuo prezioso impegno per la difesa di un'architettura che
non ha ancora compiuto cinquant'anni, e ti chiedo di dare massima divulgazione alla petizione.

Documenti analoghi