valutazione - poppiscuola

Commenti

Transcript

valutazione - poppiscuola
VALUTAZIONE
La valutazione è una componente fondamentale di qualsiasi esperienza educativa
ed ha una duplice funzione: da un lato quella formativa che consente agli alunni di
essere consapevoli dei progressi conseguiti, rispetto agli obiettivi prefissati, e dei
percorsi da seguire per migliorare; dall’altro serve ai docenti per controllare
l’efficacia del proprio insegnamento e predisporre eventuali modifiche o percorsi
personalizzati.
La valutazione è effettuata individualmente dal docente e collegialmente dal team
docenti, dal consiglio di classe e dalla commissione della FS.
Si articola in diagnostica, formativa e sommativa:
 la valutazione diagnostica, come analisi della situazione di partenza con la
somministrazione delle prove d’ingresso, individua le capacità, le conoscenze
e le abilità dei singoli alunni e consente di elaborare una programmazione che
sviluppi percorsi formativi rispondenti alle diverse esigenze
 la valutazione formativa verifica periodicamente l’efficacia del processo di
insegnamento-apprendimento
 la valutazione sommativa valuta, a conclusione del primo quadrimestre e
dell’anno scolastico, i livelli raggiunti da ciascun alunno
Per la valutazione dell’apprendimento, ogni docente somministra verifiche e compie
osservazioni sistematiche al fine di misurare conoscenze e abilità in relazione
all’attività didattica svolta e per valutare i progressi rispetto ai livelli di partenza.
Sono oggetto di osservazione e valutazione anche l’impegno, la partecipazione e il
metodo di lavoro.
I dati raccolti attraverso le verifiche delle varie discipline e le osservazioni
consentono la formulazione della valutazione dell’alunno. Gli esiti ottenuti sono
comunicati alle famiglie tramite colloqui bimestrali e attraverso la scheda di
valutazione quadrimestrale.
Sulla base degli esiti della valutazione periodica, l’istituzione scolastica predispone
gli interventi educativi e didattici ritenuti necessari al recupero, al sostegno e al
potenziamento degli apprendimenti.
Al termine dei tre ordini (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) viene
redatta dai docenti, per ciascun alunno, la certificazione delle competenze
raggiunte.
Come in tutti gli istituti del primo ciclo, anche nel nostro al secondo e al quinto
anno della scuola primaria, in prima secondaria di primo grado e durante l’esame di
stato vengono somministrate le prove Invalsi. I risultati ritornano all’istituto che li
esamina per un’autovalutazione della propria offerta formativa. La prova Invalsi
dell’esame, invece, come prevede la normativa, è parte della valutazione in decimi
che concorre al voto finale.
Anche gli obiettivi comportamentali e disciplinari sono oggetto di sistematica
osservazione e si traducono nel voto di condotta attribuito dall’intero Consiglio di
classe e/o dal team dei docenti riunito per gli scrutini. La valutazione del
comportamento tiene conto in particolare di:
 rapporti con compagni e con insegnanti/adulti
 rispetto delle regole
 impegno e partecipazione
 maturazione socio-affettiva.
Allegato 7a : quadro valutativo delle competenze e dei comportamenti alla scuola dell’infanzia
Allegato 7b: quadro valutativo delle competenze conseguite al termine della scuola primaria
Allegato 7c: quadro valutativo delle competenze conseguite al termine della scuola secondaria
Allegato 7d: criteri di valutazione comuni primaria e secondaria
Allegato 7e: quadro valutativo del comportamento.
Allegato 7f: competenze trasversali di Cittadinanza