Pack and the city - ItaliaImballaggio

Commenti

Transcript

Pack and the city - ItaliaImballaggio
Pack and the City
L'incredibile ma vero e il credibile ma falso.
Quello che potrà essere vero magari in futuro.
O anche no. di Junio Caselli e Nicola Romagnani
1. Il sesto senso, il dono, l'intuito femminile, la fortuna del principiante, i “me lo sentivo”, il nonno apparso in sogno per dare i numeri del lotto, la linea della vita sul palmo della mano che qui si
biforca, ma almeno è lunga, i déjà vu, le scale sotto cui non passare, gli specchi rotti, il sale sulla tavola, né di Venere, né di Marte,
quella persona che tutte le volte che la vediamo accade qualcosa di brutto, quell'altra che, invece, ci porta bene. Secolo dei lumi,
rivoluzioni industriali, era della tecnologia, rivoluzione dell'informatica. Tutto vero, tutto straordinario, tutto evolutivo. E tutto passato senza riuscire a eliminare quel tanto di magia.
C'è chi, senza saper di far torto a Marx, pensa che esistano macchine buone e cattive (per esempio gli hard disk i cui file si cancellano da soli); e c'è chi, oggi 2007, compra il Casio G-Shock
(uguale a quello che ha già, regalatogli dallo zio il giorno della
comunione) senza mai levarlo dal cofanetto; e chi ha papille emozionali tarate su altro da prezzo, quantità, volume e altri valori misurabili. Sono coloro che continuano a succhiare le Pastiglie Leone
o a radersi con il Floid The Genuine in entrambi i casi per la confezione.
The incredible but true and the credible but false,
that which might be true in the future. Or maybe not.
By Junio Caselli and Nicola Romagnani
1. The sixth sense, being gifted,
female intuition, beginners luck, “I
knew it”, grandad who appears in a
dream to give the lottery numbers,
the lifeline in the palm of ones hand
that branches off here, but at least
it is long, the déjà vue, the ladder
under which one should not go,
broken mirrors, salt on the table,
neither Venus, nor Mars, those
people that each time we see them
something nasty happens, that
other person though who brings us
good fortune. The century of
enlightenment, the industrial
revolution, the technological era,
the IT revolution. All true, all
extraordinary, all evolutive. And
everything has happened without
eliminating that little bit of magic.
There are those, without wishing to
spite Marx, who think that good
and bad machines exist (for
16 • 10/07
example hard disks where files
erase themselves): and there are
those, that today in 2007 buy the
Casio G-Shock (the same as the
one they already have, given to
them as a gift by their uncle the day
of their communion) without ever
taking it out of its case; and those
that have emotional buds keyed to
other things thanks to price,
quantity, volume and other
measurable values. These are those
that continue to suck Leone Pastils
and shave using Floid the Genuine
aftershave in both cases because
of the pack.
2. Ice is the best way of packaging
water. It is one of the ideas of
Nature™. You don’t throw away
anything with the ice cube: the
container that contains itself, to
then return to being product, and
2. Il ghiaccio è il miglior sistema per confezionare l'acqua. È un'idea della Natura™. Del cubetto non si butta via nulla: il contenuto che si fa contenitore di sé stesso, per poi tornare a essere prodotto, ci rende impossibile distinguerli. L'ananas, pur se dello
stesso pànico packaging designer, non ha nemmeno lontanamente la stessa convenienza, troppo dispersivo: se non bastassero borchie quadrate e fiocchi esterni, ha anche l'anima centrale. Divenuto invece per antonomasia la confezione più zeppa
di tutte, quella in cui non entra più niente, l'uovo è un altro colpo
di genio della Natura spa: sleeveaderente ma rigida, ha il solo
problema della movimentazione, perché nessuno sa ancora come
tenerlo su da solo, lì fermo. Ci hanno provato navigatori di tutti i
mari, rompendone però a dozzine. E ancora: il nòcciolo è un
esempio di packaging interno, in cui il contenuto circonda il contenitore, se si accetta di considerare, per esteso, come pack/contenitore tutto quello che supportaun prodotto. E l'endocarpio lignificato delle drupe ne è uno splendido esempio, soprattutto
in accoppiata con la buccia, classico e sempreverdeimballo.
3. La sectio aurea, il numero d'oro 0,618, è considerato, nell'arte, come il rapporto proporzionale analogico tra la figura umana
e la realtà sensibile. In natura regola le spirali delle chiocciole e
disciplina gli elementi che compongono le foglie. In geometria è,
in una stella a cinque punte, la misura secondo cui i suoi lati si intersecano o il rapporto tra i lati di un decagono regolare e il raggio del cerchio circoscritto.
In matematica basta spostare una radice quadrata o sottrarre e
poi dividere un numero per un altro e se ne trova uno. Bello sarebbe riuscire a scovare in una confezione di cereali per bimbi
sani la catena di Fibonacci; e scriverlo anche sull'etichetta: questa confezione rispetta tutti i teoremi della geometria euclidea e
tutti i canoni proporzionali da Vitruvio Polliòne in poi. Andando a
we can’t distinguish the one from
the other. The pineapple, even
while being by the same panic
packaging designer, is no way near
as convenient, too wasteful: if
square studs and exterior
decorative flocks were not enough
it also has a central core. Having by
definition become known as the
fullest pack of them all, you can’t
cram anything else into it, the egg
is another stroke of genius of
Nature Ltd: a clinging sleeve that is
though rigid, the only problem lies
in transportation and handling,
because nobody knows how to
make it stand up there completely
still by itself. Navigators of the
seven seas have tried, breaking
dozens. And again: the stone or
kernel is an example of inner
packaging, where the content
surrounds the container, if one
accepts considering in full
everything that supports a product
as a pack/container. The lignified
endocarp of the drupe is a splendid
example of this, aboveall combined
with the skin or rind, a classic
evergreen packaging.
3. The golden section, the golden
number 0.618, is considered in art
as the proportional ratio analogous
between the human figure and
sensitive reality. In nature it
regulates the spirals of snail shells
and disciplines the elements that
go to make up leaves. Geometry
is, in a five pointed star, the
measure at which its sides
intersect each other or the ratio
between the sides of a regular
decagon and the radius of the
circumscribed circle. In
mathematics all you need to is
move a square root or subtract
and then divide a number by
another one to find an example of
the same. It would be nice to be
able to discover the Fibonacci
chain in a cereal pack for healthy
children; and also write it on the
label: this pack respects all the
theorems of Euclidean geometry
and all the proportional canons
controllare, la videocassetta VHS non è golden section compliant,
ma è più allungata (0,549); nemmeno il formato A4, che un imperioso 0,707 rende più quadrato; i 20 euro sono smilzi, con uno
0,533; la scatola della Pizza Catarì Soffice si avvicina, con 0,65,
alla misura che l'occhio dovrebbe percepire come armonica e in
pace con la natura: eccolo, il vero pack che rispetta la natura.
4. Hanno rallentato tutto, negli ultimi anni; messo i fermi a cibo, turismo e arte: così ce li possiamo godere tutti più a lungo, senza
dover ripartire appena il rosso diventa verde. E chi siamo noi per
orbare la comunità scientifica e gli operatori del settore imballaggi? Quindi, avanti: è il caso di introdurre, ladies and gentlemen, lo slow packaging. Attenzione, però: non per altro che per
il semplice gusto di averlo detto per primi. Così che roviniamo la
festa a chi se ne uscirà fra un po' con l'imballaggio che ti dà piacere anche mentre lo scarti; quando, dopo 43 secondi, non hai
ancora trovato il lembo da tirare o il pretaglio da strappare. Ma il
bello dello slow pack è che deve renderti la vita più piacevole,
senza darti la sensazione di essere in corsa perenne. Benissimo;
noi fondiamo il movimento, lo battezziamo e poi lo lasciamo alla
fantasia di qualcuno che sappia appiccicare etichette. Perché un
bel bio ci starebbe bene sopra; e mica male anche l'eco: lo slow
se li merita tutti. Perché è ora di finirla con il fast packaging, basta con la riga rossa sulla sottiletta! Chi l'ha detto che abbiamo
fretta d'aprirla e che non abbiamo tutta la pausa pranzo per una
gustosa caccia al tesoro fondi e fila?
from Vitruvio Pollione onwards.
Bothering to check, the VHS
videocassette is not golden
section compliant, rather it’s a bit
longer (0.549); not even the A4
format, that an imperious 0.707
makes squarer; at 0.533 the 20
Euro piece is on the slim side; with
0.65 the Catarì Soffice Pizza box
comes close to the measure that
the eye should perceive as
harmonious and at peace with
nature: this would be the real pack
that respects nature.
4. They have slowed everything
over these last years; put the stops
on food, tourism and art: thus we
can all enjoy them for longer,
without having to start off again
once red has turned green. And
who are we to bereave the
scientific community and the
operators of the packaging sector?
Hence, onwards: ladies and
gentlemen, it’s time to
introduce…slow packaging.
Though take note: for no other
reason than for being able to claim
we announced it first. This way we
spoil things for those who will soon
come out with the packaging that
gives you pleasure even while
unwrapping it; when after 43
seconds you still haven’t found the
tab to pull on or the scored area to
tear along.
But the good thing about the slow
pack is that it should make your life
more pleasant, without giving you
the sensation of always being in a
rush. Great; we will found the
movement, baptise it and then
leave it to the imagination of
someone with a talent for sticking
on labels. Because a bio would
look lovely on it; eco would be
great: the word slow is a must for
all. Because it’s time to do away
with fast packaging, no more red
tear lines on processed cheese
packs! Who said we were in a hurry
to open it; haven’t we got the
whole lunchbreak for a tasty,
thready melted cheese treasure
hunt?