Le idee globali diventano locali, equilibrio tra velocità e

Commenti

Transcript

Le idee globali diventano locali, equilibrio tra velocità e
mercoledì 11 maggio 2016
quotidiano di brand marketing, comunicazione,
media, web & digital, pubblicità, design
TREND
PAG. 7
GLOBAL
TREND
Le idee globali diventano locali, equilibrio tra velocità e contesto
In un mondo in cui la velocità continua ad accelerare e le tendenze attraversano i confini geografici senza difficoltà, la contestualizzazione locale diventa un asse potente per l’innovazione
L’istituto indipendente Trendwatching ha messo sotto la
sua lente di ingrandimento 5 tendenze forti del 2016 per
tradurre efficacemente a livello locale idee globali.
PREZZI PERSONALI. Una di queste è il ‘Sympathetic pricing’ che in Sud America ha attecchito per le sue caratteristiche di offrire prezzi personalizzati, e quindi con più
valore, e declinare in funzione business autenticità e compassione. In Israele, invece, è stata tradotta in una promozione lanciata da Humus Bar che offriva uno sconto del
50% ai consumatori disposti a condividere la tavola
con arabi e israeliani, più
con intenti umanitari che
commerciali. In USA, lo
stesso concetto è stato
sposato dall’etailer Jet e
Jet
dal brand di pannolini Cuties che semplificando il packaging e aumentando il numero di pezzi per confezione ha offerto un prodotto di alta
qualità a prezzo accessibile.
TUTTO IN UN MESSAGGIO. Parte dall’Asia, lo smartphone rappresenta spesso il primo se non l’unico strumento per la connessione, la tendenza ad arricchire le
app di messaggistica con servizi di ogni genere. La prima
app-in-app l’ha forse sperimentata WeChat in Cina offrendo nel 2014 la possibilità di chiamare un Easy Taxi,
aprendo così la strada a una lunga catena di partnership.
Tra queste, Trendwatching segnala l’accordo tra Line e
Burberry per l’accesso alle sfilate della London Fashion
Week; quello tra Viber e Pockettour in Ucraina dove è nata
la prima agenzia di viaggi in app, dalla scoperta della destinazione al pagamento del viaggio; le lezioni di fisica,
matematica ed economia di ChatClass sono invece accessibili via WhatsApp agli studenti nigeriani che pagano
$2,50 per una lezione, collettiva o individuale, di un’ora.
L’ultimo aggiornamento dell’app-in-app sono le chatbot
per fornire un accesso più rapido alle informazioni e alle
interazioni con le marche in linguaggio naturale.
CELEBRARE LA DIVERSITY. Mentre accelera l’ascesa poli-
tica dei populismi, la celebrazione della diversità sembra un
paradosso, ammette Trendwatching. Ma la diffusione delle
connessioni permette ormai di non isolarsi in piccoli mondi
antichi. Il retailer USA JCPenney ha preso questa strada già
nel 2012 con la campagna che vedeva protagonisti due genitori dello stesso sesso. Su questa strada si sono incamminati McDonald’s a Taiwan, con un video da 2 milioni di views
che racconta di un figlio che si dichiara gay e un padre che
dopo il primo rifiuto dichiara la sua accettazione; il detersivo
Ariel (P&G) che in India prende posizione per l’uguaglianza
di genere; la collezione Ungendered di Zara lanciata nel
marzo scorso, 16 pezzi intercambiabili tra uomini e donne.
CONTINUA NELLA PROSSIMA PAGINA
In alto lo spot McDonald’s, in basso Ariel
mercoledì 11 maggio 2016
quotidiano di brand marketing, comunicazione,
media, web & digital, pubblicità, design
FOOD TECH
TREND
PAG. 8
UK
Deliveroo UK invita alla prova con un’enorme slot machine
ACTIVATION
Posizionata in stazione luoghi pubblici l'istallazione distribuirà buoni validi per ordinare i pasti
Nel corso dell'estate una
enorme slot machine, realizzata
ingegnosamente con materiali
di recupero, promuoverà il servizio di food delivery Deliveroo
nelle stazioni e altri luoghi pubblici della Gran Bretagna. L'installazione alta due metri,
chiamata in modo appropriato
'RooMachine', propone in que-
sti giorni ai viaggiatori di passaggio per Waterloo Station di
tentare la sorte come si farebbe
con una slot machine: tirando la
leva la macchina farà vincere
buoni sconto utili per farsi consegnare pasti confezionati in
noti ristoranti come Hummingbird Bakery, Yo! Sushi, Press,
Crosstown e Farmstand. GLOBAL
TREND
DALLA PAGINA PRECEDENTE / Le idee globali diventano locali, tra velocità e contesto
PAZZI PER IL MULTITASKING sono gli umani che cercano di fare tutto contemporaneamente, ma gli oggetti
sì che possono offrire più funzioni.
L’ispirazione, tra le
reinvenzioni identificate da Trendwatching, non manca: in
Papua Nuova Guinea c’è la confeSp Brewery anti-zanzare
zione di birra della
SP Brewery che può essere bruciata diffondendo un repellente per le zanzare prevenendo il diffondersi della
malaria; in Sri Lanka un ospedale ha diffuso invece speciali biglietti del bus contenenti sapone per lavarsi
le mani e proteggersi da
germi e batteri. Che il desiderio di oggetti multi-funzione sia alto lo provano
Asiri Hospital Group
anche i 9 milioni di dollari
raccolti su Kickstarter da Baubax (l’obiettivo iniziale era
20mila dollari) per una giacca che include 13 accessori
tra cui cuscino da collo che si gonfia in 2 secondi, porta
cuffiette, mascherina per gli occhi, tasca per iPad, tasca
per ricaricare i dispositivi elettronici. Insomma, ogni cosa
può diventare multiscopo, come il box dell’HappyMeal
che diventa visore per smartphone.
BRACCIA APERTE. Ottimisticamente pensando, per
ogni chiusura entro i propri confini, c’è un movimento
opposto di apertura. Trendwatching ha raccolto l’esigenza delle persone di trovare brand in grado di aiutarle nell’accoglienza dei rifugiati, opportunità che
l’istituto di ricerche e insight invita a non sottovalutare.
E se un gruppo di volenterosi tedeschi ha creato la
piattaforma per condividere ospitalità, Lush ha creato
un sapone il cui ricavato sostiene i rifugiati in Nord
America, il brand Asos ha devoluto il 5% degli incassi
dalle vendite della linea The Black Market ai rifugiati siriani, ma ci sono anche i droni del MOAS che aiutano
a salvare vite umane nel Mediterraneo, le stampanti 3D
di Field Ready che permettono di ridurre i costi delle
cure, il software di UPS per l’Unicef che aiuta a tracciare la distribuzione degli aiuti umanitari.