La donna uscì dalla costola dell`uomo, Non dai piedi per essere

Commenti

Transcript

La donna uscì dalla costola dell`uomo, Non dai piedi per essere
 La donna uscì dalla costola dell’uomo,
Non dai piedi per essere calpestata, né dalla testa per essere superiore, ma dal lato per essere uguale,
sotto il braccio per essere protetta,
accanto al cuore per essere amata..
Essere donna è così affascinante.
E’ un’avventura che richiede un tale coraggio,
una sfida, che non finisce mai.
Quando si scrive delle donne bisogna intingere la
penna nell’arcobaleno e asciugare la
pagina con la polvere
delle ali delle farfalle.
Donna, come il sole che illumina il mondo.
Tu come una poesia, sei l’eleganza,
la bellezza, il fascino, la vita,
l’amore, che fa tremare il cuore.
ESTER RIZZO: Camicette bianche
VALLE & MERLO: Dal focolare alle stelle
MASTROCOLA: L’amore prima di noi
RECALCATI: Le mani della madre
CINZIA VACCARI: La ragazza in bicicletta
ESTER RIZZO: Le mille: i primati delle donne
PITZORNO B.: La vita sessuale dei nostri antenati
LINK CHARLOTTE: Sei nelle mie parole
D’ERRICO MATILDE: L’amore criminale
Chiamarlo amore non si può
BERGNER: Che cosa vogliono le donne..
BRUNO VESPA: Donne d’Italia
DANDINI SERENA: Ferite a morte
ANNIBALI: Io ci sono: la mia storia di non amore
TANI CINZIA: Mia per sempre
MARZANO MICHELA: Sii bella e stai zitta
RENDINA CLAUDIO: Le papesse
GUALMINI: Le mamme ce la fanno
PETTA ADRIANO: Ipazia
YOUSAFZAI MALALA: Io sono Malala
HOSSEINI KHALED: Mille splendidi soli
CONCITA DE GREGORIO: Malamore
ALI NOJOUD: Io, Nojoud, dieci anni, divorziata
FLAUBERT: Madame Bovary

Documenti analoghi