La Belle Époque e il suo modello di donna

Commenti

Transcript

La Belle Époque e il suo modello di donna
press LITE
02/03/2010
a Resto dei Careno
Bologn a
La Belle Epoque e il suo modello di donna
A Bologna una mostra sull'evoluzione della figura femminile tra metà XIX e inizio XX secolo
di NICOLETTA
BARBERINI MENGOLI
— BOLOGNA —
nel 2008, e vuole porre l'attenzione, oltre che sull 'evoluzio ne dell'immagine della donna, anche sul tesoro cartaceo
della nostra biblioteca . No n
esiste pressoché argomento
che non possiamo approfondi re».
ONNE sofisticate ,
elegantissime, un po '
fuori dagli schem i
classici, civettuole e misterio se . Così appare l 'immagin e
femminile fra ' 800 e '900 ; coIMMAGINI dai figurini di
sì le riviste di moda l 'immorrigorosamente parigitalano nella nuova allure dei moda
ni,
e
dai
periodici italiani ch e
loro abiti, sfrondati dalle penel
periodo
tra ' 800 e '900 au santezze del passato e armomentano la tinizzati dalla saratura grazi e
piente malizia
al nuovo clim a
che possono suAlbum e riviste
sociale e cultu scitare una scolaiutano a riflettere
rale dell ' Itali a
latura,
pizpost-unitaria ,
sulle
mode:
dalla
crinolina
zzo,
o un ombrellirivelano un clifino
all'eleganza
d'oggi
no o un cappelché femminil e
in netta evolu Donne nell'arte : Le vrai et le
zione. «Gli schizzi dei figurifaux chic nella Belle Epoque.
ni vengono eseguiti da pittor i
Immagini femminili da ale disegnatori delle Accadebum e periodici illustrati mie – chiarisce Valeria Ron dell'Archiginnasio, è la mocuzzi – e si ispirano ai model stra aperta ieri all' Archiginli delle migliori sartorie parinasio di Bologna dove rester à gine, proponendo una donn a
fino al 10 aprile, curata co n
che è passata dall' intimità dei
oculata scelta delle stampe d a salotti alle villeggiature, all e
Valeria Roncuzzi e Sandra gite al parco» . Una donna im Saccone.
mortalata da grandi artisti co «L 'originale esposizione – me Boldini, De Nittis e Zan spiega Pierangelo Bellettini,
domeneghi con abiti semi-atdirettore della Biblioteca ospi tillati, con trine, piume e ven te – segue quella realizzata tagli, che diventa anche, attra-
Una
ale
s<Icz < ; dai
fivurini dì mod a
alli xìloK~nfi~
,f
verso le immagini sulle riviste, una tipologia femminil e
da imitare . Strano a dirsi, la rivista si apre al pubblico femminile più eterogeneo : dall e
sarte alle modiste, dalle madri di famiglia alle signorin e
bene .
LA BELLE ÉPOQUE,
espressione fantastica di nuovi fenomeni di costume, h a
prodotto una serie di immagini a volte frivole, a volte ironiche di un ' epoca che ha rappresentato una svolta temporal e
tra il vecchio e il nuovo, e l a
testimonianza, in parte, si apprezza in questa esposizion e
guidata anche dalla volontà
di documentare l'esistenza i n
Archiginnasio di questo tipo
di riviste, spesso ricevute i n
donazione . «La mostra, costituita da 30 opere e alcuni oggetti d 'epoca – sottolinea Sandra Saccone – parte dalle idee
dell 'album del caricaturista
Georges Goursat (alias Sem)
che, proponendosi come arbiter elegantiarum, dà consigli d i
`buon gusto' » .
Orari : da lunedì a venerdì ore
9-19 ; sabato e prefestivi ore
9-14 ; domenica e festivi chiuso . Visita guidata lunedì 8
marzo alle ore 17 . Ingresso libero .