Continua a leggere

Commenti

Transcript

Continua a leggere
La salute
delle donne
di Livia Azzariti
[Medico, autrice
e conduttrice
televisiva]
P
arlare di prevenzione
al femminile non è solo
un’esigenza scientifica,
ma è parte di una riflessione più ampia sui modi e le forme
più congrue per migliorare la qualità dei servizi erogati dall’assistenza sanitaria. La salute delle donne
è un elemento rivelatore del livello
di civiltà e sviluppo di un Paese. L’Italia vanta un sistema sanitario apprezzato e diffuso sul territorio, un
modello preso ad esempio da altre
Nazioni proprio perché l’assistenza
medica è un diritto fondamentale
dell’individuo.
E, visti i successi ottenuti nella lotta
a patologie diffuse come tumori, infarti e malattie cardiovascolari, non
possiamo di certo perdere terreno
nella corretta informazione sulle
malattie che rappresentano la maggiore causa di mortalità e su quelle
legate all’età o alle “mode”, ad esempio bulimia e anoressia, che affliggono principalmente le adolescenti.
È basilare, soprattutto per le giovanissime, accettare le imperfezioni,
senza inseguire modelli impossibili
e spesso inesistenti: molti problemi
estetici trovano origine o vengono
favoriti da errori alimentari. E non
si ribadisce mai troppo come una
corretta alimentazione e uno stile
di vita salutare siano fondamentali
per mantenere un equilibrio sano
tra mente e corpo. Inoltre, alle donne è affidata la responsabilità di
preservare la salute dei propri figli,
dal concepimento in poi. Durante la
gestazione e l’allattamento, una die-
ta appropriata assume valenze ancor più importanti per
le conseguenze che comportamenti alimentari sbagliati
possono avere sul decorso della gravidanza e sulla salute
del feto e del neonato. Sapere come comportarsi a tavola
e conoscere quali alimenti preferire può essere davvero
fondamentale per la prevenzione.
Senza mai dimenticare che, proprio in relazione al suo
apparato riproduttivo, l’organismo femminile è molto
complesso, e che questa differenza può rendere le donne
più vulnerabili: il diabete, la sindrome metabolica, le patologie cardio-circolatorie e reumatiche vengono infatti trattate come malattie “di genere”. È indicativo che la ricerca
medica si orienti sempre più spesso a diversificare gli
interventi tra i 2 sessi. C’è poi una branca specifica, quel-
HEALTH
la della ginecologia, che studia il ciclo
e i suoi disturbi dalla comparsa alla
menopausa. Sempre con maggiore
successo, con metodi poco invasivi
e risultati evidenti, vengono oggi affrontati e risolti problemi legati alla
fertilità, alla gravidanza e al parto. Ma
i miglioramenti registrati sono dovuti
anche al fatto che oggi le adolescenti
instaurano un rapporto di fiducia e
continuativo con gli specialisti.
Questa attenzione costante a tenersi informate sui nuovi traguardi
medico-scientifici presuppone che
ciascuna di noi abbia rispetto del
proprio corpo, sappia ascoltarlo e
assecondarlo nelle sue funzioni,
scegliendo metodi, cure e comportamenti che siano strumenti,
piccoli mattoni, per costruire giorno dopo giorno quella fortezza
di salute che aiuta a superare gli
ostacoli e le inevitabili trasformazioni legate all’età.
OTT2012
LF
37