Programma di valorizzazione spirituale dei giovanissimi

Commenti

Transcript

Programma di valorizzazione spirituale dei giovanissimi
BACHECA ONLINE DEL VOLONTARIATO
Raccolta di progetti d’accoglienza per nuovi volontari
LA PROPOSTA DI VOLONTARIATO
Titolo: PROGRAMMA DI VALORIZZAZIONE SPIRITUALE DEI GIOVANISSIMI
CHI PROPONE
Nome associazione: Istituto Nazionale per la formazione di risorse umane Giachery
Obiettivi e finalità dell’associazione: L’associazione persegue finalità di carattere sociale, civile,
culturale e di ricerca etica e spirituale e si propone il conseguimento di due obbiettivi: promuovere
l’educazione universale mediante studio, creazione, sperimentazione di curricula specifici sul tema
dell’educazione mediante l’adozione di metodi di apprendimento partecipativo e formare e
sviluppare risorse umane per la finalità di servizio all’umanità intera mediante lo studio, la
creazione e sperimentazione e utilizzo di curricola a carattere nazionale e internazionale per
promuovere l’unità del genere umano, il rispetto delle diversità, la sacralità della famiglia, lo
sviluppo delle qualità spirituali e morali dell’individuo, l’uso della preghiera come strumento di
miglioramento della vita personale e collettiva, l’utilizzo delle arti.
Indirizzo della sede dell'associazione: Viale Brigata Mantova 4
Indirizzo della sede in cui si svolge l’attività di volontariato: Due sedi, una in Via Hermada 6 A
(Valletta Paiolo), l’altra in Via Marche 11 (Lunetta)
Contatti telefonici dell’associazione: 0376-244843
Nome e cognome del tutor di riferimento per l’accoglienza dei potenziali volontari:
Irene Cucè
Contatti telefonici del tutor: 3492186822
Contatti e-mail del tutor: [email protected]
Quando il tutor è raggiungibile: dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 12,30
COSA SI PROPONE
Per quali motivi l’associazione cerca volontari? Più i giovani desiderano servire come risorse le
generazioni più piccole, in questo caso gli adolescenti, maggiore saranno l’impatto e gli effetti
benefici che influiranno nel tessuto sociale, permettendo di migliorarlo. Inoltre ogni giovane è un
serbatoio di immense potenzialità che deve ricevere un’educazione che miri a farle sprigionare, in
modo da potersi assumere la responsabilità del proprio sviluppo personale e costruire la capacità di
compiere azioni sociali significative partendo dalla propria realtà.
Quali attività vengono proposte ai volontari? Questo progetto è rivolto a giovani che desiderino
formarsi per diventare animatori di piccoli gruppi di adolescenti con i quali iniziare un percorso che
li aiuti, attraverso materiali educativi e artistici a divenire agenti consapevoli e attivi di
trasformazione della società, promotori di benessere dell’ambiente in cui vivono a partire da quei
contesti a loro più vicini quali la famiglia, la scuola e gli amici, rafforzando la loro crescita
spirituale. Le attività nello specifico sono quindi alcune ore di formazione sia teorica che pratica in
cui l’ animatore studierà materiale che condividerà poi con gli adolescenti, il momento in cui farà
l’attività con i ragazzi, a cadenza settimanale (circa due ore) e il momento in cui si incontrerà con
gli altri animatori volontari per condividere le esperienze e le idee emerse dal percorso che svolge
con i ragazzi (circa due ore ogni uno o due mesi).
Per chi opera l’associazione? L’associazione opera per conto della comunità internazionale
Bahà’i, che, mossa dal principio dell’unità del genere umano e della promozione degli interessi dei
popoli del mondo, è creatrice di progetti internazionali volti a valorizzare ogni essere umano,
indipendentemente dall’età, sesso, status sociale, cultura e religione di provenienza.
L’associazione opera a favore di ciascun individuo.
Giorni e orari e periodo in cui il volontario può svolgere l’attività:
Non ci sono limiti di tempo, dipende dalla disponibilità offerta da ciascun volontario.
MESSAGGI DALL’ASSOCIAZIONE
Che volontario cerca l’associazione (rispetto a formazione iniziale, competenze, età minima,
carattere…)?
L’età minima richiesta è di 17 anni in modo da potersi relazionare tranquillamente con adolescenti
tra gli 11 e i 14 anni. Qualunque individuo desideri contribuire al miglioramento della società
prendendosi cura dei più giovani, che abbia uno spirito di apprendimento e volontà di relazionarsi in
modo costruttivo e propositivo all’interno del contesto sociale.
Perché un cittadino dovrebbe cogliere questa occasione?
A ogni generazione di giovani si presenta l’opportunità di dare un contributo alle sorti dell’umanità,
offerta unicamente al tempo in cui essi vivono.
“ Ogni uomo è stato creato per fare avanzare una civiltà in continuo progresso” Bahà’ù’llàh

Documenti analoghi