Guardare i Promessi sposi

Commenti

Transcript

Guardare i Promessi sposi
 Collegio Arcivescovile “Castelli” – Cattaneo Editore – ALFA Edizioni
presentano
Guardare i Promessi sposi
a cura di Stefano Motta
1. Con gli occhi di Manzoni
Allestita presso la sala delle udienze all’ingresso del
Collegio, la mostra si articola in una serie di pannelli
didattici che illustrano le vicende del romanzo dai primi
abbozzi fino all’impresa editoriale della cosiddetta
“Quarantana”. Attraverso la riproduzione e l’analisi
delle vignette delle edizioni illustrate del romanzo
vengono documentati il successo e la storia figurativa
dei Promessi sposi prima che Manzoni stesso decidesse
di porvi mano in prima persona facendosi editore “in
proprio”. Le vignette più belle pensate da Manzoni e
realizzate dall’equipe del Gonin sono riprodotte in
grande formato e analizzate per permettere ai visitatori
di guardare i Promessi sposi con gli occhi di
Manzoni.
“Quel caro magon di Lucia”
F. GONIN, Illustrazione per la p. 43
della “Quarantana” 2. Con gli occhi di un saronnese:
Giacomo Mantegazza (Saronno, 1853 - Cernobbio, 1920)
Una seconda sezione della mostra presenta i risultati di
un’importante scoperta, sfociata in una prestigiosa
iniziativa editoriale. Nel 1895 la casa editrice milanese
Hoepli indisse un concorso per la realizzazione di
un’edizione illustrata del romanzo: vi parteciparono alcuni
dei più affermati artisti dell’epoca e vinse Gaetano Previati.
Dietro di lui si classificò Giacomo Mantegazza (1853-1920),
pittore nato a Saronno e allora assai quotato. Le illustrazioni
che egli realizzò andarono perlopiù disperse fino a quando
l’editore Cattaneo di Oggiono (LC) non riuscì a ricostruirne il
corpus fondamentale, pubblicandole in un volume di
pregiata fattura.
G. MANTEGAZZA, Lucia
La mostra riporta per la prima volta a Saronno i
preziosissimi lavori di un artista di prim’ordine che
imparò a tenere i pennelli sbirciando gli affreschi del Luini, studiò a Brera, lavorò come
affreschista al Santuario di Saronno e divenne un illustre interprete della pittura
lombarda dell’Ottocento. L’esposizione di alcune tavole originali e l’analisi dei suoi disegni offrirà l’opportunità
unica e inedita di leggere il capolavoro manzoniano attraverso gli occhi di un
saronnese.
Ascoltare i Promessi sposi
venerdì 4 maggio – 20.45, salone del Collegio
Presentazione della mostra
- mons. Carlo Faccendini, vicario episcopale per la pastorale scolastica
- Paolo Cattaneo, Cattaneo Editore
- Stefano Motta, Collegio Arcivescovile “Castelli”
Recital musicale
- pianoforte: Maurizio Bazzoni
- oboe: Massimo Lago
- voci: Cristiana Galli – Emiliano Bertin – Stefano Motta
Rinfresco conclusivo
L’iniziativa in sintesi




OGGETTO: invito a mostra didattica per le scuole e concerto pianistico
ARGOMENTO: la storia redazionale e figurativa dei Promessi sposi
LUOGHI: sala delle udienze, atrio d’ingresso Collegio Arcivescovile “Castelli”
TEMPI: inaugurazione mostra venerdì 4 maggio, ore 19.30. La mostra rimarrà aperta e
visitabile al pubblico fino a domenica 3 giugno, nei seguenti orari:
o dal lunedì al venerdì: dalle ore 9.00 alle 17.30
o sabato mattina: dalle ore 9.00 alle 12.30
o per le scuole:
 accesso gratuito. Per ragioni organizzative è tuttavia necessario assicurare
la presenza di un docente responsabile del gruppo e prenotarsi presso la
Segreteria: tel.: 02 9602428 – E mail: [email protected]
 visite guidate
 Accompagnatori: prof. Stefano Motta – prof. Emiliano Bertin
 Durata: 2h
 Informazioni e prenotazioni: 02 9602428
o alla sera (h. 21.00) visite guidate per gruppi su appuntamento