PROSECCO DI VALDOBBIADENE

Commenti

Transcript

PROSECCO DI VALDOBBIADENE
16
Assaggi
Eccellenze italiane
PROSECCO DI
VALDOBBIADENE
LE ANTICHE RADICI DEL RE INDISCUSSO DELL’APERITIVO...
IN ITALIA COME NEL RESTO DE MONDO
AI PRIMI DEL CINQUECENTO A TRIESTE, PER
DARE MAGGIORE VISIBILITÀ ALLA RIBOLLA,
il principale prodotto locale, si dichiarò che
questa fosse la naturale erede di un celebre vino
dell’antichità, il Pucino, celebrato da Plinio nella
sua Naturalis Historia e prediletto per le sue
doti medicinali da Livia, moglie dell’imperatore
Augusto.
La necessità di distinguere la Ribolla triestina dagli
altri vini dallo stesso nome porterà, a fine secolo,
a un cambio di denominazione da “castellum
nobile vino Pucinum” a “ Castello di Prosecco”, nei
pressi dell’omonimo abitato. La prima citazione
conosciuta del cambio di denominazione è
dovuta a un gentiluomo inglese, che visitò il Nord
Italia nel 1593.
Il metodo di vinificazione, vero elemento
caratterizzante del Prosecco delle origini, si diffuse
prima nel Goriziano, poi, grazie alla Repubblica di
Venezia, in Dalmazia, a Vicenza e nel Trevigiano.
Nel corso dei secoli, la produzione del Prosecco
venne completamente abbandonata dai
viticoltori, sviluppandosi ulteriormente invece
lungo le colline venete, in particolare nella
provincia di Treviso. Inutile ricordare i tentativi di
imitazione, a livello mondiale, utilizzando il nome
Alla scoperta del Prosecco
di Conegliano-Valdobbiadene DOCG
“Prosecco” sull’etichetta, dato il successo che
questo vino ha goduto dal primo Dopoguerra
a oggi. La soluzione è stata ricollegare
la produzione con il nome della località
originaria del Prosecco, ovvero il paese
omonimo, e ripristinando gli antichi nomi dei
vitigni: Glera e Glera lungo.
AREA DI PRODUZIONE
L’area di produzione del Prosecco di
Conegliano-Valdobbiadene DOCG è
unicamente nel Trevigiano, in 15 Comuni:
Conegliano, Susegana, San Vendemiano,
Colle Umberto, Vittorio Veneto, Tarzo, Cison di
Valmarino, Follina, Miane, San Pietro di Feletto,
Refrontolo, Pieve di Soligo, Farra di Soligo,
Vidor e Valdobbiadene.
Il Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene,
nella sola versione spumante, è detto
anche Prosecco Superiore e il suo cru è
Valdobbiadene Superiore di Cartizze.
La DOCG è stata introdotta con la vendemmia
del 2009.
Il Conegliano Valdobbiadene è prodotto da
uve del vitigno Glera per un minimo dell’85%;
delle varietà locali Verdiso, Bianchetta, Perera,
Glera lunga o Pinot e Chardonnay, per un
massimo del 15%, per lo spumante.
LE VARIETÀ
Lo si produce in tre tipologie fondamentali:
Brut, Extra Dry, Dry, e si distinguono
essenzialmente per il loro residuo
zuccherino.
La versione Brut è quella più attuale,
quella meglio capace di incontrare il gusto
internazionale. Si caratterizza per profumi
ricchi di sentori di agrumi e di note vegetali,
che si accompagnano a una piacevole nota
di crosta di pane, unita a una bella e viva
energia gustativa. Il fine perlage assicura la
persistenza del sapore e la pulizia del palato.
La tipologia Extra Dry è quella più
tradizionale, che combina l’aromaticità
varietale con la sapidità esaltata dalle
bollicine. Il colore è paglierino brillante,
ravvivato dal perlage. Fresco ed elegante, è
ricco di profumi di frutta (mela, pera, con un
sentore di agrumi) che sfumano nel floreale.
Il vino è morbido e al tempo stesso asciutto,
grazie a un’acidità vivace.
La Dry è la versione meno diffusa, che
esalta il fruttato floreale. Presenta colore
giallo paglierino scarico, profumo delicato,
fruttato, con sentori di agrumi, pesca bianca
e mela verde, e gusto sapido, fresco, morbido
al palato, grazie alla sua elegante nota
abboccata.
Giustino B.
Ruggeri & C. Srl, Via Pra’ Fontana 4, Valdobbiadene (TV)
Dedicato al fondatore dell’azienda, Giustino Bisol, questo Extra Dry è
diventato un vero e proprio “cult” della realtà produttiva di Valdobbiadene
e Conegliano. Forse, tra i primi a staccarsi in termini qualitativi anche per un
utilizzo dell’autoclave molto elegante. È un Prosecco di Valdobbiadene molto
cremoso totalmente a base Glera, fine e delicato.
Primo Franco DOCG Extra Dry
Nino Franco Spumanti Srl, Via Garibaldi 147, 31049 Valdobbiadene (TV)
Un esempio di eleganza e finezza, che da sempre caratterizza la
produzione di Nino Franco. Azienda di dimensioni medio-grandi,
ma capace di interpretare con sensibilità e attenzione il terroir della
denominazione di Valdobbiadene e Conegliano. Il Primo Franco è il punto
di riferimento, anche se si trovano in azienda alcune tipologie davvero
intriganti.
Col dell’Orso Extra Dry
Az. Agricola Frozza, Via Martiri della Liberazione, 25, Vidor (TV)
Il Col dell’Orso potrebbe essere codificato come un grand cru, se fossimo
nelle realtà d’Oltralpe. Si tratta di una collina con terreno calcareo, capace
di dare vini di rara finezza ed eleganza. L’azienda agricola Frozza da
sempre coltiva le sue vigne di Glera su questa collina, e il risultato è unico.
Azienda di piccole dimensioni ma di grandi risultati.
Profili Brut
Marchiori Soc. Agr., Via Rialto, 3 – 31010 Farra di Soligo (TV)
Azienda molto piccola quella di Umberto Marchiori e familiari. Produce poco
più di 30.000 bottiglie, ma con cura e dedizione maniacale. Abbiamo scelto
il suo Brut perché è un esempio di come il basso tenore di zucchero possa
mettere in luce un terroir vocato, come quello delle colline di Farra di Soligo.
Umberto Marchiori ha la grande capacità di mettere in luce tutto ciò.
Matiù Brut
Antica Quercia Srl, Via Cal di Sopra n. 8 - Scomigo - Conegliano (TV)
Azienda composta da 21 ettari vitati in un unico vigneto collinare a Scomigo,
a pochi passi da Conegliano. Azienda storica oggi gestita quasi interamente
in biologico certificato. Il loro Brut è il punto di forza, che ci fa intendere come
l’estrazione minerale di questi luoghi non lasci spazio ad aggiunte eccessive
di zuccheri.
17
Assaggi

Documenti analoghi

Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Spumante Dry

Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Spumante Dry l’ideale per un’uva di grande qualità: acini piccoli, ricchi di acido malico e di aromi preziosi, risultato di uno sviluppo vegetativo limitato. Contenuta, e perciò tanto più pregevole, anche la pr...

Dettagli

Prosecco Extra Dry DOCG Valdobbiadene - di

Prosecco Extra Dry DOCG Valdobbiadene - di Una “G” che significa qualità Garantita, bottiglia per bottiglia. Si riconosce ad occhi chiusi già al primo assaggio, fine, fresco ed elegante ambasciatore di un territorio unico. PROFILO ORGANOLET...

Dettagli

Molera - Bisol

Molera - Bisol Le radici delle viti affondano nell’argilla e nell’arenaria marina su ripide colline di origine morenica in un terreno sassoso da cui a tratti emerge una roccia tenera e citrina la“Molera”. Il suol...

Dettagli