Scarica PDF Allegato

Commenti

Transcript

Scarica PDF Allegato
stiche simili, tanto per
divertirmi con gli amici
e cambiare (anche l’occhio vuol la sua parte);
anche se in torneo userei
solo la mia KBlade 98.
Anche chi mi allena (ex
pro) dice che ho l’abilità di passare da un
telaio a un altro senza
problemi. Le ricordo che
io gioco prevalentemente spingendo da fondo
con gioco abbastanza
piatto; ottima battuta,
rovescio a una mano e
buon back. La ringrazio
anticipatamente
Ciao Marino. Non possiamo consigliare a nessuno
di utilizzare due telai
differenti in allenamento
e in partita. Si perdono
i riferimenti e il feeling
costruito nel tempo con
il proprio attrezzo di
fiducia. Senza dimenticarsi il fattore corde: è il
binomio racchetta-corde
che funziona, dunque
può capitare anche che
montando la stessa corda su una racchetta diversa le sensazioni siano
ribaltate e - chi lo sa completamente negative.
Se però è uno sfizio, un
diletto personale, allora
per gioco puoi provare
con: Babolat Pure Storm
Tour Gt (98” – 320 g);
Wilson Blx Pro Tour (96”
- 314 g), Yonex RDiS 100
Mp (98” - 315 g), Prince
Exo3 Black 100 (100” 305 g) o Head YouTek
Radical Mp (98” - 295
g). Tutte validissime alternative alla tua Wilson
KBlade 98 con sfumature differenti.
Una vecchia
Maxima Hurricane
Gent.le Tecnico la disturbo perché mi è stata
regalata da uno zio una
racchetta in legno Maxima modello Hurricane,
e sarei curioso di conoscere le caratteristiche
di questa racchetta. Per
esempio anno di produzione, pollici del piatto
corde, bilanciamento, tipologia del telaio (amatoriale o agonistico). E
se decidessi di reincordarla per assaporare un
po’ di tennis vintage è
consigliabile il budello o un buon multifilo?
Grazie, Anselmo. Ps: ho
provveduto a pesarla e
risulta 344 g.
Ciao Anselmo, che regalo prezioso! E’ difficile
rintracciare dati certi - da
Diagnostic Center - sulle
racchette di legno. In genere quegli attrezzi avevano piatto corde intorno ai 65 pollici quadrati,
bilanciamento più o meno neutro, e peso dai 350
ai 400 grammi (come hai
verificato tu stesso). Ai
tempi nessuno misurava
swing weight, inerzia, e
valori simili. Per il resto
- se hai soldi da spendere - potresti incordarla in
budello per ricostruire il
feeling che si otteneva
da quel tipo di racchette
ai tempi in cui si usavano. Buon test!
Quando un millimetro può fare la differenza
Dopo il grip, l’overgrip; dopo il plantare, il sotto plantare. Gli sviluppi tecnologici di chi lavora per permettere agli atleti le migliori performance in assoluta sicurezza producono novità interessanti. E’ il caso di questa proposta innovativa targata Noene, materiale antishock
dalle stupefacenti capacità di assorbimento (da vedere, per capire, il filmato sul sito internet), che si propone ai tennisti sotto forma di un
sottilissimo (1 mm) sotto plantare ammortizzante, da collocare all’interno della scarpa tra la soletta estraibile (o il proprio plantare personalizzato) e la suola.
Lo spessore è talmente
contenuto da non creare problemi di spazio: dal
punto di vista dell’ingombro la sua presenza non si
sente. Dove si fa sentire è
nella capacità di assorbire
il contraccolpo provocato
dall’impatto del piede con
il terreno. Nel nostro caso,
il terreno di gioco.
E’ chiaro che i vantaggi di
questa sotto soletta saranno più sentiti da chi pratica sulle superfici dure. Ma
è proprio lì che giocano di
più i professionisti, lì che
dovranno allenarsi sempre
di più i giovani. Lì che ci
porta la stagione indoor,
durante la quale anche i campi in terra rossa diventano spesso secchi e duri come il cemento.
Il sotto plantare in Noene è già utilizzato con soddisfazione dagli sciatori (e molto apprezzato da chi affronta spesso tratti ghiacciati) e
dai runner. Ora si propone ai tennisti forte di una antica esperienza nel settore: un inserto in Noene fu applicato con successo nell’intersuola dei modelli di punta della collezione Diadora quando, alla fine degli Anni Ottanta, il marchio italiano era sinonimo di avanguardia
tecnologica nella calzatura da tennis. Porteremo il sotto plantare sul campo per i nostri test del mese di ottobre. www.noene.com
TECNICO 5
03/08/2010 11.44.17

Documenti analoghi