det_00616_19-10-2016 RIPARAZIONE DELL`AUTOVETTURA AUDI

Commenti

Transcript

det_00616_19-10-2016 RIPARAZIONE DELL`AUTOVETTURA AUDI
COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO
Provincia di Livorno
DETERMINAZIONE N.616 DEL 19/10/2016
PROPOSTA N. 662
RISORSE E CONTROLLO
U.O. FINANZE E BENI MOBILI
OGGETTO: RIPARAZIONE DELL’AUTOVETTURA AUDI A6 DI PROPRIETÀ
DELL’ENTE
Beneficiario: Officina Di Buduo Alessandro Massimo & C. s.n.c. di Rosignano Solvay
IL DIRIGENTE
Preso atto dell’esigenza di procedere alla riparazione dell’autovettura AUDI A6 targata
CK 297 CW (n° 28 parco mezzi; n° inv. 8918) di proprietà dell’Ente e destinata a funzioni
di auto di rappresentanza, la quale lamentava un guasto all’alternatore, nonché la
necessità di sostituire le pastiglie dei freni anteriori e il gas nell’impianto dell’aria
condizionata;
Ritenuto di dover provvedere al più presto, al fine di ripristinare la perfetta funzionalità
ed efficienza del mezzo, anche in considerazione della particolare natura del servizio che
esso svolge, legato alle funzioni istituzionali dell’Ente;
Preso atto che il servizio in parola non risulta compreso tra le convenzioni attivate da
CONSIP, ma che comunque il contratto risulta sottoposto a condizione risolutiva nel caso
risulti disponibile detta convenzione nel rispetto di quanto previsto dall’art.1, comma 13 del
D.L. n.95/2012;
Visto l’art. 1, c. 450 della L. 296/2006 e ss.mm.ii., secondo il quale per gli acquisti di
beni e servizi compresi tra mille euro e la soglia comunitaria è necessario ricorrere, in
alternativa, al MePa o al sistema telematico messo a disposizione dalla centrale regionale
di riferimento;
Dato atto che la Regione Toscana ha messo a disposizione degli enti del territorio il
sistema telematico START, che risponde ai requisiti di cui al sopra citato art.1, comma 450
della L. 296/2006 e ss.mm.ii.;
Preso atto che a seguito di richiesta informale di preventivi inoltrata ad alcune ditte
specializzate presenti su piazza (Officina Bongini Nubiano, Motorhaus s.n.c. e Officina Di
Buduo Alessandro Massimo & C. s.n.c., tutte di Rosignano Solvay), l’unica risposta
pervenuta è quella rimessa dalla ditta Officina Di Buduo Alessandro Massimo & C. s.n.c.,
la quale ha richiesto €. 648,44 oltre IVA;
Visto il progetto redatto ai sensi dei cc. 14 e 15 dell’art. 23 del D.Lgs. 50/2016, che
viene allegato al presente atto quale sua parte integrante e sostanziale;
Ritenuto pertanto dover procedere all’affidamento diretto utilizzando la suddetta
piattaforma START, anche se l’importo del servizio de quo risulta inferiore alla soglia
minima di cui al citato art. 1, c. 450 della L. 296/2006 e ss.mm.ii., in quanto tale
piattaforma garantisce comunque una migliore tracciabilità e trasparenza della procedura;
Visto l’art. 36, c. 2 lett. a) del D.Lgs. 50/2016, sugli affidamenti diretti sotto soglia;
Visto che, ai sensi dell’ art. 37 c. 1 del D.Lgs. n.50 del 18 aprile 2016, la procedura può
essere effettuata autonomamente, senza cioè ricorrere ad una Centrale Unica di
Committenza, in quanto trattasi di fornitura di importo inferiore ad €. 40.000,00;
Visto il DPR 207/2010 per le parti ancora in vigore;
Viste le disposizioni di cui all’art. 3 della L. 136/2010 e ss.mm.ii. in materia di
tracciabilità dei flussi finanziari provenienti dalle Pubbliche Amministrazioni, secondo le
quali il soggetto aggiudicatario è tenuto, pena la nullità assoluta del contratto, oltreché a
comunicare al contraente pubblico un numero di conto corrente presso il quale accreditare
i pagamenti relativi al contratto medesimo, anche a contrassegnare ogni uso del denaro
ricevuto con il numero di CIG rilasciato dall’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici
relativamente all’affidamento in questione;
Dato quindi atto, per le suddette finalità, che il CIG relativo al servizio di che trattasi è il
seguente: ZDB1B8306A;
Dato atto che l’obbligazione giuridicamente perfezionata di che trattasi è esigibile entro
il 31.12.2016;
Vista la Legge Regione Toscana n° 38/2007 e ss.mm.ii.;
Vista la Deliberazione di Consiglio Comunale n° 36 del 24.03.2016 recante
‘Approvazione Bilancio di Previsione 2016-2018’ e ss.mm.ii.;
Vista la Deliberazione di Giunta Comunale n° 75 del 30.03.2016 recante ‘Approvazione
PEG definitivo 2016-2018’ e ss.mm.ii.;
DETERMINA
Di approvare, per le motivazioni espresse in narrativa e intese come qui integralmente
riportate, il progetto redatto dal Responsabile Unico del Procedimento, ai sensi dell’art. 23
commi 14 e 15 del D.Lgs. 50/2016, e allegato alla presente atto, nel quale è stato
determinato il costo complessivo della presente fornitura in €. 648,44 oltre Iva al 22%
(€. 791,10 I.C.);
Di affidare, per le motivazioni espresse in narrativa e intese come qui integralmente
riportate, alla ditta Officina Di Buduo Alessandro Massimo & C. s.n.c. di Rosignano Solvay
(v. Caduti di Nassiriya 23; 57016 Rosignano Solvay; P.I. 01789070495) il servizio di
riparazione dell’autovettura AUDI A6 targata CK 297 CW (n° 28 parco mezzi; n° inv. 8918)
di proprietà dell’Ente e destinata a funzioni di auto di rappresentanza, di seguito descritto:
-
sostituzione alternatore;
sostituzione pastiglie freni anteriori;
sostituzione gas impianto aria condizionata;
verifica impianto elettrico;
ricarica batteria;
manodopera;
per l’importo di €. 648,44 oltre Iva al 22% (€. 791,10 I.C.);
Di imputare nel modo che segue la somma di €. 791,10, necessaria per la copertura
finanziaria del servizio, sui seguenti codici di bilancio del PEG definitivo 2016 così come
approvato con deliberazione di Giunta Comunale n° 75 del 30.03.2016 e ss.mm.ii., ove
sussiste la necessaria disponibilità:
- Cod. 01051.03.02000973 ‘Manut. beni mobili Officina
taglio 20% su autovetture DL 78/2010’ ………………………………
- Cod. 01051.03.02000289 ‘Varie gestione Officina
(Respons.) taglio 20% su autovetture DL 78/2010’ ………………….
TOTALE
€. 412,84
.€. 378,26
=======
€. 791,10
Di dare atto che, a seguito della normativa sulla scissione dei pagamenti di cui
all’art. 17–ter del DPR 663/1972, questo Ente provvederà a corrispondere al beneficiario
citato solo la parte imponibile degli importi sopra evidenziati, e a versare all’Erario, con i
tempi e le modalità previste, la parte corrispondente all’IVA;
Di dare atto che il Responsabile del Procedimento è individuato nella dr.ssa Conforti
Francesca, Responsabile dell’U.O. Finanze e Beni Mobili;
Di dare atto di avere accertato, mediante richiesta di DURC agli enti competenti
(scadenza 28.12.2016), che la ditta in questione risulta in regola con i propri obblighi
contributivi e assicurativi;
Di dare atto che ai sensi dell’art. 4, c. 4 del D.Lgs. 231/2002 e ss.mm.ii. si è provveduto
a contrattare con i fornitori un tempo di pagamento pari a 60 giorni dalla data di
ricevimento della fattura, fatta salva l’applicazione di termini superiori ai sensi del predetto
art. 4;
Di dare atto che le liquidazioni avverranno con apposito provvedimento della
Responsabile dell’U.O. Finanze e Beni Mobili, dr.ssa Conforti Francesca, dietro
presentazione di fattura ed espletamento con esito positivo delle verifiche di legge;
Di dare atto che, contestualmente all’assunzione del presente impegno di spesa sarà
data comunicazione al fornitore degli estremi del medesimo, attestante la copertura
finanziaria e dunque dell’ordine, ai sensi dell’art. 191 c. 1 del D.Lgs. 267/2000 e ss.mm.ii.,
con avvertenza agli stessi di riportare i suddetti estremi in fattura;
Di dare atto che, trattandosi di contratto di importo inferiore a € 40.000,00, nessuna
somma è dovuta all’Autorità Nazionale Anti Corruzione né da parte dell’affidatario né da
parte della stazione appaltante, ai sensi della deliberazione dell’Autorità n.163/2016, al
momento vigente;
Di dare atto che il sottoscritto, in qualità di Dirigente competente ad adottare il presente
atto non si trova in alcuna situazione di conflitto di interessi con riferimento al
procedimento di cui trattasi, ai sensi dell’art. 6-bis, della legge n. 241/1990 e ss.mm.ii.,
dell’art 53 del D.Lgs. n° 165/2001, dell’art. 7 del D.P.R. n. 62/2013 (Regolamento recante il
codice di comportamento dei dipendenti pubblici) e dell’art. 6 del Codice di comportamento
integrativo del Comune di Rosignano Marittimo, né hanno comunicato di essere in
situazione di conflitto il responsabile del procedimento, né gli istruttori della pratica in
questione;
Di dare atto altresì che trattandosi di importo inferiore a 150.000,00 euro, non necessita
operare verifiche ai fini della vigente normativa antimafia, in ottemperanza a quanto
previsto dall’ art. 83, comma 3 lett. e) del D.Lgs. 159/2011 e ss.mm.ii.
Rosignano Marittimo, 19/10/2016
IL DIRIGENTE
CANTINI MIRKO / ArubaPEC S.p.A.