I ragazzi hanno scelto Grillo

Commenti

Transcript

I ragazzi hanno scelto Grillo
savigliano
mercoledì 6 marzo 2013
ELEZIONI Il commento di alcuni giovani esponenti politici
I ragazzi hanno scelto Grillo
7
BREVI DALLA CITTÀ
“Donacibo” alla Gullino
Torna la colletta alimentare
Ritorna la settimana del Donacibo, la colletta alimentare. Fino al 9 marzo, alla scuola per l’infanzia “Gullino” saranno raccolti, dai volontari dell’associazione “Altrocanto” i generi alimentari (scatolame, pasta, riso, olio, ecc.) destinati alle famiglie più bisognose.
Asl Cuneo Uno, direzioni unificate
Montù all’Igiene pubblica e...
Chiara Ravera
Come hanno votato i giovani saviglianesi? Non è semplice dirlo esattamente. Tuttavia,
sottraendo i voti del Senato
(per il quale si vota solo a 25
anni compiuti) da quelli della
Camera (per la quale si esprimono già i diciottenni) si può
avere un’idea di come si sia
espressa la fascia da 18 a 24 anni. Certo, esiste un margine di
errore, perché c’è chi dà il voto disgiunto (sceglie un partito
alla Camera e un altro al Senato), ma questo calcolo permette almeno un’approssimazione.
Così facendo, abbiamo contato
396 voti al Movimento 5 Stelle
(41%), 179 al Centrosinistra
(18,5%), 170 alla Coalizione
Monti (17,6%), 113 al Centrodestra (11,7%) e 108 ai partiti
più piccoli (11,2%).
Abbiamo chiesto di commentare questi dati ad alcuni
esponenti “giovani” della politica saviglianese, che non paiono stupiti dell’esito del voto.
L’assessore Chiara Ravera era
la candidata più giovane tra i tre
saviglianesi in lizza a queste elezioni: «Non mi ha stupita più di
tanto il dato del M5S – dice l’esponente di Sel –: la maggioranza relativa dei giovani ha scelto
Davide Cussa
infatti ciò che più assomiglia e meglio ha saputo interpretare la voglia di cambiamento radicale, di
partecipazione e controllo dal basso. Anche il centrosinistra ha da
tempo proposto un cammino simile, ma con maggiore lentezza
e, a volte, scarsa coerenza rispetto agli impegni assunti (riforma
legge elettorale, tagli alla “casta”,
lotta alla corruzione, legge sul conflitto di interesse, lavoro per i giovani…). Bisogna imparare a proporre un messaggio più semplice
con un linguaggio comprensibile
e lontano dalla comunicazione della politica tradizionale, a cui tutte le orecchie (non solo quelle dei
giovani) sono ormai sorde». «È evidente – aggiunge Davide Cussa
(Giovani democratici) – che una
generazione parte sfiduciata nei
confronti della politica; non possiamo permetterci che a 18 anni
questi ragazzi vivano con rabbia
e apprensione i momenti in cui
prendono le decisioni per il loro
futuro. È proprio a loro che il centrosinistra deve rivolgersi nei prossimi mesi, dando un’idea di politica diversa, fatta di partecipazione, di persone che si incontrino,
non solo sul web, e con cui dovremo dialogare per pensare al futuro della città. A Savigliano – ag-
Paolo Rovera
Alberto Deninotti
giunge – il PD e il centrosinistra
riescono, nonostante lo tsunami
Grillo, ad essere la forza politica
che più riesce a dialogare con i
giovani: questo dipende, almeno
in piccola parte, dal lavoro costante della “giovanile” che, in mezzo
alle urla, lavora costantemente ad
organizzare iniziative. Senza di
essa, forse oggi il PD non sarebbe
il primo partito in città».
Passiamo al centrodestra.
Paolo Rovera, molto attivo nella campagna elettorale per Fratelli d’Italia, sottolinea: «Il centrodestra deve lavorare molto sulla realtà giovanile, in un momento abbastanza controverso come
quello attuale, soprattutto a livello saviglianese. Sono però molto
soddisfatto dei consensi ottenuti
dalla nuova lista “Fratelli d’Italia”
e sono sicuro che questo bel risultato sia un ottimo punto di
partenza, anche in prospettiva
futura». Il marenese Alberto
Deninotti, suo “compagno”
nelle file di Fratelli d’Italia, rileva che: «Il risultato elettorale
dimostra l’insofferenza che la
gente sta vivendo e la scarsa fiducia rivolta alla politica. Questo
dev’essere da stimolo per le nuove generazioni ad intraprendere
un interessamento sempre mag-
Giuseppe Bori
giore verso la politica che è la
massima forma di impegno civile.
Solo con il nostro impegno possiamo impedire il degrado e il
malcostume presente nella nostra classe dirigente».
Infine, Giuseppe Bori, che
sta costruendo la sua Lista Civica in vista delle elezioni cittadine: «Una chiave del successo fra i giovani del M5S rispetto
alle coalizioni “vecchio stile” di
centrosinistra e centrodestra, è il
grande attivismo sui social
network, oltre ad un modo di lanciare il messaggio in maniera più
diretta e concreta. Personalmente mi discosto fortemente da molti dei messaggi “politici” di cui il
M5S si è reso protagonista, ma
valuto positivamente il progressivo distacco della popolazione dall’ormai decadente modo di fare
politica dei partiti, poiché lo considero una presa di coscienza del
fallimento dei partiti principali.
In tal senso si sta muovendo il
movimento da me creato, “La
nuova politica” e, sulla base del
numeroso consenso che stiamo
ottenendo, mi sento di non escludere la presenza di un nostro
candidato sindaco alle prossime
comunali a Savigliano».
Valeria Quaglia
L’Asl Cuneo Uno ha conferito gli
incarichi sulle direzioni unificate
“Igiene pubblica” (Sisp) e “Igiene
degli alimenti e della nutrizione”
(Sian), rispettivamente a Domenico Montù, già responsabile del servizio per l’area territoriale di Saluzzo-Savigliano-Fossano ed a Sebastiano Blancato, finora coordinatore del Sian a direttore anch’egli
per l’ambito dell’ex Asl 17. Angelo
Pellegrino, che era direttore dell’igiene pubblica dell’Asl per l’ambiDomenico Montù
to di Cuneo e coordinatore sull’azienda è stato invece chiamato a dirigere il distretto di Dronero dopo il trasferimento del precedente responsabile Gabriele Ghigo su quello di Fossano-Savigliano. Con le nomine dei
direttori sulle strutture unificate di Sisp e Sian (com’era già
stato fatto per lo Spresal) si chiude la fase transitoria avviata
con la costituzione di strutture sanitarie uniche territoriali
dopo l’unificazione delle vecchie Asl e la costituzione della
“Cuneo Uno”, indicando un unico direttore (in luogo dei tre
precedenti) a reggere il servizio. Venerdì 1° marzo è arrivato
anche un nuovo direttore facente funzioni sul servizio di Emergenza territoriale “118”: è Ugo Zummo, anestesista del SS. Annunziata. Sostituisce Mario Raviolo, che rimane primario della struttura di Maxiemergenza.
“Tecnologie Cad 3D”
Aperte le iscrizioni al corso
Sono aperte le iscrizioni al corso “Tecnologie Cad 3D”, proposto dall’AgenForm – Consorzio, finanziato dalla Provincia di
Cuneo, e rivolto a quanti desiderano avvicinarsi al mondo della modellazione Cad 3D nell’ambito dell’arredamento, dell’industrial design e dell’automotive, con il software Autodesk
Alias. Maggiori informazioni si possono ottenere su www.provincia.cuneo.it e www.agenform.it, dove è anche possibile effettuare la pre-iscrizione, oppure telefonando alla sede del
corso (0172.716.757), dal martedì al sabato.

Documenti analoghi

Care consulenze, ma quanto ci costate?

Care consulenze, ma quanto ci costate? Abbonamento Annuo E 38,00 - Estero E 38,00 + spese postali - Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB/CN - Conto Corrente Postale N°...

Dettagli