Architettura ARTIST Trinacria sicura

Commenti

Transcript

Architettura ARTIST Trinacria sicura
BANDO DI GARA PER L’AFFIDAMENTO DEL CONTRATTO DI
FORNITURA E POSA IN OPERA DEI SISTEMI ITS ED EROGAZIONE
IN VIA SPERIMENTALE DEI RELATIVI SERVIZI IN FAVORE DELLA
REGIONE SICILIA
Allegato n°2 al Capitolato Tecnico
Progetto “Trinacria sicura” – Applicazione dell’architettura ARTIST
1
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
SOMMARIO
1.
Introduzione........................................................................................................................... 4
2.
Schema logico del progetto “Trinacria sicura” .............................................................................. 5
3.
L’architettura ARTIST e il processo di adeguamento del progetto “Trinacria sicura” ........................... 6
4.
Definizione dell’Architettura Logica............................................................................................. 8
5.
4.1
Identificazione degli “user need”. ....................................................................................... 8
4.2
Identificazione delle “funzioni”. ........................................................................................ 10
4.3
Identificazione della “matrice di correlazione”..................................................................... 18
4.4
Identificazione dei “terminatori”. ...................................................................................... 33
4.5
Tracciamento del “Diagramma di contesto”. ....................................................................... 38
4.6
Individuazione delle basi di dati e degli archivi ................................................................... 39
4.7
Tracciamento dei “Data Flow Diagram”.............................................................................. 40
Definizione dell’Architettura Fisica............................................................................................ 43
5.1
Identificazione dei siti fisici in cui localizzare le funzioni. ...................................................... 43
5.2
Definizione dei messaggi di livello fisico............................................................................. 44
5.3
Definizione delle interfacce di ricezione e trasmissione dati e delle tecnologie a supporto. ......... 50
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
Elenco delle Figure
Figura 1 – Schema logico del progetto “Trinacria sicura”................................................................... 5
Figura 2 – Diagramma di contesto del progetto Trinacria sicura”...................................................... 38
Elenco delle Tabelle
Tabella 1 – User need per il progetto “Trinacria sicura” ...................................................................... 10
Tabella 2 – Aree funzionale per il progetto “Trinacria sicura” ............................................................... 11
Tabella 3 – Funzioni della categoria 5-Emergenza.............................................................................. 13
Tabella 4 – Funzioni della categoria 6-Informazioni all’utenza.............................................................. 14
Tabella 5 – Funzioni della categoria 7-Gestione del traffico ................................................................. 15
Tabella 6 – Funzioni della categoria 8-Assistenza al conducente........................................................... 15
Tabella 7 – Funzioni della categoria 9-Merci e flotte di veicoli commerciali............................................. 18
Tabella 8 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 2 “Provide safety and emergency facilities” ............. 20
Tabella 9 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 3 “Manage Traffic” .............................................. 22
Tabella 10 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 4 “manage publci traffic operation” ...................... 23
Tabella 11 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 5 “Provide advance driver assistance system” ....... 24
Tabella 12 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 6 “Provide traveller journey assistance” ................ 25
Tabella 13 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 7 “Provide support for law enforcement”............... 26
Tabella 14 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 8 “Manage freight and fleet operations” ................ 33
Tabella 15 – Elenco dei terminatori dell’architettura ARTIST................................................................ 35
Tabella 16 – Elenco dei terminatori per il progetto “Trinacria sicura” .................................................... 35
Tabella 17 – Elenco dei terminatori con input ed output per il progetto “Trinacria sicura” ........................ 38
Tabella 18 – Basi di date selezionate per il progetto “Trinacria sicura” .................................................. 40
Tabella 19 – Messaggi definiti nel progetto “Trinacria sicura”. ............................................................. 43
Tabella 20 – Siti fisici definiti nel progetto “Trinacria sicura”................................................................ 44
Tabella 21 – Messaggi dell’architettura fisica nel progetto “Trinacria sicura”. ......................................... 50
Tabella 22 – Interfacce di comunicazione dell’architettura fisica nel progetto “Trinacria sicura”................. 51
3
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
1. Introduzione
Il presente documento ha lo scopo di identificare i passi logici necessari all’applicazione
dell’architettura ARTIST al progetto “Trinacria sicura”.
Gli obiettivi generali del progetto “Trinacria sicura” sono quelli di favorire la conoscenza,
l’utilizzazione e lo sviluppo dei sistemi intelligenti (ITS) asserviti ai trasporti e, nello specifico,
di assicurare il puntuale controllo delle merci pericolose e dei rifiuti speciali che transitano nel
territorio siciliano, al fine di ridurre in modo significativo e determinante il rischio di incidente
rilevante e quello fraudolento connesso con l’occultamento di sostanze pericolose nel territorio
siciliano.
Il progetto prevede la realizzazione in Sicilia di un sistema di sorveglianza continua dei mezzi
di trasporto di merci pericolose per via stradale e/o marittima, con monitoraggio degli itinerari
su cartografia georeferenziata con frequenze già assegnate dal Ministero delle Comunicazioni.
Nel Capitolo 2 del presente documento sono brevemente riassunte le finalità e il contesto del
progetto “Trinacria sicura”; nel Capitolo 3 sono invece brevemente presentate le finalità
dell’architettura ARTIST e i passi seguiti per l’adeguamento del progetto “Trinacria sicura”. Nel
Capitolo 4 è definita l’architettura logica, mentre nel Capitolo 5 è individuata l’architettura
fisica.
4
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
2. Schema logico del progetto “Trinacria sicura”
Lo schema logico del progetto “Trinacria sicura” è riportato nella Figura 1.
Servizi di
emergenza
sorgenti dati
traffico-viabilità
Mezzo
mobile
Gestione
Emergenze
Ottimizz
azione
percorsi
Tracking Veicoli
Comunicazioni
vocali e dati
Archiviazione
Centrale di
Controllo
Società di
autotrasporto
Archivi esterni
Figura 1 – Schema logico del progetto “Trinacria sicura”
In particolare, si desidera che il sistema svolga le seguenti funzioni:
-
Monitoraggio dello stato del mezzo e comunicazione tra veicolo e la centrale
operativa.
Su ogni mezzo è montata un’unità periferica di comunicazione in grado di:
o
determinare la posizione del veicolo ed inviare le informazioni di localizzazione
alla centrale di controllo e alla società di autotrasporto;
o
attivarsi
in
modo
automatico,
al
verificarsi
di
un
evento
significativo
programmato preventivamente per identificare una delle condizioni di allarme
che potranno interessare il mezzo in movimento, in questo caso, dovrà essere
attivato, istantaneamente, un canale di comunicazione verso la centrale
operativa, ed inviante tempestivamente informazioni, in formato digitale, circa la
situazione anomala riscontrata;
o
poter scambiare dati con la centrale operativa, per quanto attiene le all’attività
del veicolo, ricevere istruzioni sulle modalità operative o ricevere, inviare e
stampare messaggi di testo;
5
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
o
-
consentire la comunicazione vocale tra autista e centrale operativa.
Ottimizzazione dei percorsi:
La funzione permette di individuare il percorso ottimale che un mezzo deve seguire
tenendo conto di incidenti, eventi particolari con impatto sulla viabilità, di condizioni meteo,
in base alla disponibilità di informazioni dall’esterno (es. vigili urbani, ANAS, ecc.). Il nuovo
percorso viene segnalato al veicolo per mezzo del sistema di comunicazione.
-
Gestione delle emergenze:
La funzione ha lo scopo di permettere il rilancio di una chiamata di emergenza al servizio
pubblico di emergenza, inoltre tiene nota della presenza di incidenti per l’ottimizzazione dei
percorsi e stima dei tempi di arrivo.
-
Archiviazione dei dati di funzionamento del sistema:
La funzione deve permettere di verificare, sia in tempo reale che a posteriori, il
funzionamento del sistema e le funzioni svolte tenendo traccia del comportamento di tutte
le funzioni. Ovviamente, le informazioni sono da considerarsi riservate ed ogni attore del
sistema avrà autorizzazione ad accedere solo a parte delle informazioni registrate, secondo
modalità da definire.
3. L’architettura ARTIST e il processo di adeguamento del
progetto “Trinacria sicura”
L’architettura ARTIST si propone i seguenti obiettivi:
• consentire la pianificazione e la progettazione di sistemi partendo dalle esigenze
riconosciute di tutti gli utenti, permettendo di definire tutto ciò che concerne il servizio ITS;
• consentire l’identificazione degli attori coinvolti e le strategie da adottare per i processi di
raccolta,elaborazione e gestione dell’informazione che sono alla base degli ITS;
• fornire a chi in Italia, ente pubblico o privato, investe nei Sistemi ITS le linee guida generali
per indirizzare il progetto dei sistemi verso una soluzione “compatibile” con le scelte
nazionali ed Europee; questo anche al fine di facilitare ed armonizzare lo sviluppo del
mercato;
• individuare le priorità di intervento;
• definire gli standard per gli aspetti realizzativi dei Sistemi.
L’applicazione dell’architettura ARTIST effettuata nel presente studio si articola nella
definizione seguenti due diverse tipologie architetturali:
1) Architettura Logica: l’architettura Logica di riferimento viene descritta attraverso una
struttura, indipendente dalla modalità di realizzazione, in cui si specificano più livelli di
dettaglio:
• il livello più alto è rappresentato dal Processo (detto anche Area Funzionale o ambito
funzionale) inteso come servizio ITS erogato;
• il processo a sua volta si articola in funzionalità logiche che sono chiamate Funzioni;
6
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
• ogni funzione, a seconda della sua complessità, può essere scomposta in un albero di altre
funzionalità di livello inferiore, indicate come Sotto-Funzioni.
L’interazione fra gli elementi dell’architettura logica (processi, funzioni e sottofunzioni) avviene
tramite uno scambio di flussi di dati che sono indicati come Messaggi (di ingresso, uscita o di
consultazione).
2) Architettura Fisica: l'architettura fisica rappresenta la dislocazione delle funzionalità definite
nell’architettura logica sui differenti siti coinvolti nell’ambito, evidenziando inoltre le interfacce
tra gli stessi e proponendo standard di comunicazione utilizzabili.
Il processo di adeguamento del progetto “Trinacria sicura” all’architettura ARTIST seguito in
questo documento prevede l’esecuzione dei seguenti passi:
• Definizione dell’Architettura logica
Questa fase si compone dei seguenti passi:
1. Identificazione dei “requisiti d’utente” (User need): ovvero l’identificazione dell’insieme
delle azioni e delle attività che il sistema di trasporto intelligente deve essere in grado di
gestire e garantire.
2. Identificazione delle “funzioni” che concorrono alla garanzia di ogni singolo requisito per
ogni ambito funzionale.
3. Creazione della “matrice di correlazione”, che consiste nell’associazione tra ogni funzione
reputata necessaria al passo precedente e gli user need che essa soddisfa e garantisce.
4. Identificazione dei “terminatori”; che rappresentano le entità (strumenti, attori, Autorità
Pubbliche) che ricevono ed inviano informazioni e dati dal/al sistema, senza, però, svolgere
alcuna operatività internamente ad esso.
5. Tracciamento del “diagramma di contesto”; che, avendo come centro il sistema di trasporto
intelligente, presenta segmenti orientati da/verso i vari terminatori in modo da rendere più
semplice possibile e immediata la comprensione di quali parti del sistema apportano e quali
acquisiscono informazioni.
6. Generazione dai “data flow diagram” (DFD); tali diagrammi identificano graficamente i vari
flussi di dati tra le varie funzioni tramite segmenti orientati etichettati con il tipo di
messaggio, la funzione mittente e la funzione ricevente, con lo scopo di rendere più
semplice e immediata la comprensione dell’impostazione logica del progetto, nonché i
collegamenti tra i terminatori e le varie funzioni.
• Definizione dell’Architettura fisica
Questa fase si compone dei seguenti passi:
1. Raggruppamento delle funzioni in base a criteri di: i) omogeneità operativo/funzionale e
organizzativa; ii) ottimizzazione dei flussi informativi di scambio; iii) efficacia operativa.
2. Identificazione dei siti fisici in cui localizzare le funzioni.
3. definizione dei messaggi di livello fisico.
7
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
4. Definizione delle interfacce di ricezione e trasmissione dati e delle tecnologie a supporto.
4. Definizione dell’Architettura Logica
4.1 Identificazione degli “user need”.
Il primo passo nella definizione dell’Architettura logica prevede l’identificazione di tutti gli user
need che il progetto è chiamato a soddisfare attraverso un’operazione di mappatura e
selezione nella lista di requisiti generali forniti da ARTIST.
I criteri che sono stati seguiti nella fase di identificazione dei requisiti d’utente sono i seguenti:
• Individuazione delle funzioni chiave del sistema in modo da ottenere la semplificazione
generale dell’architettura in vista della sua implementazione.
• Eliminazione dei requisiti che riguardano in modo diretto la pianificazione delle infrastrutture
di trasporto.
• Eliminazione dei requisiti che riguardano in modo diretto il monitoraggio e la gestione del
traffico stradale.
• Eliminazione dei requisiti che riguardano in modo diretto aspetti relativi a tariffazioni,
pagamenti e transazioni finanziarie.
• Semplificazione dei requisiti relativi alla gestione dei veicoli e dei carichi.
A seguito dell’applicazione dei criteri sopra esposti, la lista dei requisiti d’utente individuati per
il progetto “Trinacria sicura” sono riassunti nella Tabella 1.
Si noti che dall’elenco sono stati omessi i requisiti che sono compresi nella categoria “1 Requisiti Generali” poiché non necessari in questa fase.
User
Need
Descrizione
5.01.01
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli occupanti di un veicolo
o coinvolto o testimone di un incidente.
5.01.02
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se una sua componente è in
condizioni critiche per garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una richiesta di aiuto.
5.01.03
5.01.04
Comunicare l'emergenza ed effettuare lo scambio bidirezionale dei dati o delle
comunicazioni vocali, tra il veicolo e la centrale di ricezione delle richieste di
aiuto.
Localizzare ed identificare il conducente/veicolo che ha inviato una richiesta
d'aiuto.
5.01.05
Scambiare informazioni sull'incidente in tempi funzionali con le forze di
soccorso e di polizia così da ridurre i tempi di risposta per venire in aiuto al
conducente che ha inoltrato la richiesta di soccorso.
5.02.01
Avvertire gli utenti nelle immediate vicinanze dell'incidente, mediante un
appropriato segnale di allerta.
5.02.02
Avvertire gli utenti in avvicinamento dell'incidente, mediate un appropriato
segnale di allerta.
5.02.03
Avvertire gli utenti che si dirigono verso un incidente, mediante un
appropriato messaggio di allerta.
8
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
5.05.01
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di materiali pericolosi
trasportati da veicoli, contenitori, ecc., all'interno di una predefinita zona
d'interesse.
5.05.02
Scambiare informazioni relative ad un incidente in cui è coinvolto un DGT
(posizione, natura, quantità) con i sistemi dei servizi di sicurezza e di polizia.
5.05.03
Rilevare il coinvolgimento di un veicolo in un incidente, determinare la sua
posizione e la natura del suo carico, e generare in automatico una richiesta di
aiuto.
5.05.04
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il reinstradamento dei DGT.
5.05.05
Verificare la conformità alla regolamentazione vigente della natura e della
quantità di merce pericolosa trasportata.
6.02.19
Essere informato della propria localizzazione nell'ambito della rete di
trasporto.
6.02.20
Disporre di un itinerario aggiornato in base alle variazioni delle condizioni
previste per la parte dello spostamento non ancora effettuato.
6.04.03
Fornire raccomandazioni di sicurezza che possono influenzare positivamente il
comportamento degli utenti in qualsiasi condizione di viaggio.
6.04.04
6.04.05
7.01.19
7.01.21
7.02.18
Fornire raccomandazioni di sicurezza basate sulle condizioni meteorologiche o
di traffico.
Fornire gratuitamente tutte le informazioni necessarie ad evitare all'utente
situazioni che possano compromettere la sua sicurezza o salute (ad es.
presenza di incidenti, ostacoli, eventi speciali, congestione, criticità
dell'infrastruttura, condizioni meteorologiche, ecc.).
Disporre di una base dati con tutti gli eventi (futuri) prevedibili.
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche, le restrizioni alla
circolazione, le chiusure dei ponti, la sosta nei parcheggi (in superficie,
sotterranei, o aree di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
Avvisare i servizi di emergenza per gli incidenti che implicano materiali
pericolosi.
7.03.07
Raccomandare itinerari alternativi che tengano conto delle necessità del
traffico pesante (e delle merci pericolose), eventualmente utilizzando anche
itinerari che prevedano il trasporto dei veicoli via mare.
8.00.01
Assicurare la rapidità d'acquisizione delle informazioni per il conducente e la
naturalezza dell'utilizzo (ergonomia).
9.01.01
Controllare l'insieme dei dati relativi alla merce nel contenitore o sul veicolo.
9.01.02
Registrare l'insieme dei dati amministrativi riguardanti il veicolo, tenuti a
bordo dello stesso. La sicurezza dei dati e la loro integrità dovranno essere
garantiti (autorizzazione).
9.01.04
Consultare a richiesta tutte le informazioni registrate a bordo del veicolo.
9.04.03
Identificare la posizione del veicolo e attivare una chiamata di soccorso ai
servizi di emergenza, su comando di un occupante del veicolo.
9.04.04
9.04.05
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un incidente e identificare la sua
posizione.
Attivare direttamente una chiamata di soccorso verso i servizi d'urgenza, in
caso di incidente.
9.07.08
Proporre un itinerario ottimale per tutti i veicoli "normali".
9.07.09
Proporre un itinerario adatto per i veicoli "anormali" (veicoli di gran gabarit,
veicoli che trasportano merci pericolose ecc.).
9.07.10
Prevedere un orario di arrivo.
9.07.11
Comunicare con altri attori: magazzini, dogane, gestori stradali, forze
dell'ordine, ecc.
9.07.12
Proporre un itinerario alternativo adatto, nell'impossibilità di intraprendere
l'itinerario originariamente scelto.
9.07.13
Localizzare, identificare e seguire lo stato di un veicolo, di una attrezzatura o
di un carico, in ogni momento.
9.07.14
Informare il conducente di un cambiamento dei suoi compiti: cambiamento
del luogo di raccolta, consegna, cambio d'itinerario, ecc.
9.08.07
Disporre di una comunicazione vocale fra un veicolo e il centro di gestione
della flotta.
9.08.12
Memorizzare l'itinerario effettivamente seguito.
9
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
9.08.13
Ricevere la segnalazione di ogni variazione significativa dall'itinerario previsto
(per esempio per indagare su un eventuale furto del veicolo).
9.08.14
Determinare un ritardo in rapporto all'orario previsto per l'arrivo e
comunicarlo al centro di gestione della flotta.
9.08.22
Disporre di un itinerario verso una destinazione.
9.08.25
Permettere la comunicazione (vocale e/o di dati) fra i conducenti e la stessa
compagnia.
9.08.29
Ridurre al minimo durante il viaggio gli input tramite tastiera (uno soltanto
gestendo simultaneamente la comunicazione mobile e il computer a bordo) o
assicurare che siano possibili soltanto quando il veicolo è fermo, o offrire dei
sistemi che non richiedano l'uso delle mani (comandi vocali anzichè manuali),
che possano essere usati dal conducente durante il viaggio, quali appropriati
input basati su microfono ed output acustici di messaggi e informazioni in
arrivo o di risultati di processi prodotti a bordo.
9.08.36
Ricevere un segnale acustico e/o visivo quando arriva a bordo un messaggio
di comunicazione mobile in formato dati.
9.08.38
Permettere al conducente di compilare un modulo elettronico preformattato
per confermare, prima della partenza, la verifica grafica che tutti i servizi
richiesti sono stati espletati (check list prodotte alla base o in officina e
consultazione a bordo delle liste dei compiti richiesti dal conducente e/o
programmati dall'applicazione di gestione della manutenzione per confrontare
con la lista dei task messi a punto in officina ed evidenziare quelli richiesti ma
non eseguiti), lo stato di tutte le funzioni del veicolo (e del
rimorchio/container/cassa mobile), le funzioni del motore, del consumo
(carburante, olio...), e che il conducente abbia verificato la presenza e lo stato
operativo degli accessori richiesti per la missione.
9.08.40
9.08.46
Fornire automaticamente all' home-base o una terza parte autorizzata
(mandante, spedizioniere, consegnatario, destinatario, operatore del trasporto
combinato e/o autorità) la posizione del veicolo (considerando anche il
trasporto associato) su base periodica (la periodicità può essere modificata
dall' home-base), o passando pre-determinate coordinate x/y, o su richiesta.
Memorizzare a bordo, visualizzare e/o descrivere i percorsi ottimi connessi
alle rotte più spesso usate, per evitare nuovi tempi di calcolo e costi di
trasmissione.
Tabella 1 – User need per il progetto “Trinacria sicura”
4.2 Identificazione delle “funzioni”.
Prima di passare all’identificazione delle funzioni é utile considerare gli ambiti funzionali
coinvolti nel progetto, in modo tale da valutare solamente quelle funzioni specifiche per gli
ambiti selezionati.
Nella Tabella 2, nella colonna di sinistra sono elencati tutti gli ambiti forniti da ARTSIST,
mentre nella colonna di destra, in grassetto, sono stati riportati tutti quelli inerenti al caso del
progetto in esame.
Aree Funzionali ARTIST
Aree Funzionali caso di studio progetto
“Trinacria Sicura”
1. Provide Electronic Payment Facilities
2. Provide Safety and Emergency Facilities
2. Provide Safety and Emergency Facilities
3. Manage Traffic
3. Manage Traffic
4. Manage Public Transport Operations
4. Manage Public Transport Operations
5. Provide Advanced Driver Assistance Systems
5. Provide Advanced Driver Assistance Systems
10
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
6. Provide Traveller Journey Assistance
7. Provide Support for Law Enforcement
8. Manage Freight and Fleet Operations
8. Manage Freight and Fleet Operations
9. Provide Archive
Tabella 2 – Aree funzionale per il progetto “Trinacria sicura”
Il passo successivo vede quindi la vera e propria identificazione delle funzioni da scegliere
nell’insieme definito dalla piattaforma ARTIST. Tali funzioni si articolano in alcuni casi in
sottofunzioni, tali comunque da garantire tutte le esigenze richieste degli user need.
La tabelle seguenti contengono per ogni user need le funzioni che concorrono al suo
soddisfacimento. Le tabelle si riferiscono alle categorie di user need definite in ARTIST
5 EMERGENZA
User
Need
5.1
5.01.01
5.01.02
Descrizione
Funzioni correlate
Messaggi di emergenza
Segnalazione automatica di casi di emergenza e tutela della sicurezza
individuale.
2.1 Manage Emergencies
2.1.1 Acquire Mayday Call on Roadside
2.1.2 Manage Emergency Intervention
2.1.2.1 Identify and Classify Emergencies
2.1.2.2 Manage Incident and Emergency
Information
2.1.2.3 Plan Emergency Intervention
Lanciare una richiesta
3.2 Manage Incidents
d'aiuto su richiesta di uno
3.2.2 Identify and Classify Incidents
degli occupanti di un veicolo
4.4 Control PT Fleet
o coinvolto o testimone di
4.4.1 Optimise Control Action
un incidente.
5.5 Provide Safety Readiness
5.5.7 Provide Mayday Call
5.8 Integrate Vehicle in Traffic System
5.8.4 Provide Road Assistance
8.3 Manage Vehicle/ Driver/ Cargo/ Equipment
8.3.2 Monitor Resources
8.3.2.3 Monitor Cargo
2.1 Manage Emergencies
2.1.2 Manage Emergency Intervention
2.1.2.1 Identify and Classify Emergencies
2.1.2.2 Manage Incident and Emergency
Information
2.1.2.3 Plan Emergency Intervention
4.1 Monitor PT fleet
Rilevare se il veicolo è
4.1.4 Confer to Vehicles
coinvolto in un incidente o
se una sua componente è in 4.4 Control PT Fleet
4.4.1 Optimise Control Action
condizioni critiche per
5.5 Provide Safety Readiness
garantire la sicurezza, o
5.5.3 Monitor Vehicle Status
qualunque altra situazione
5.5.5 Provide Automatic Take-over of
di emergenza, e quindi
Controls
inviare in automatico una
5.5.7 Provide Mayday Call
richiesta di aiuto.
5.8 Integrate Vehicle in Traffic System
5.8.4 Provide Road Assistance
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.2 Manage Incident
11
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
5.01.03
Comunicare l'emergenza ed
effettuare lo scambio
bidirezionale dei dati o delle
comunicazioni vocali, tra il
veicolo e la centrale di
ricezione delle richieste di
aiuto.
2.1 Manage Emergencies
2.1.2 Manage Emergency Intervention
2.1.2.1 Identify and Classify Emergencies
2.1.2.4 Process Emergency Progress Reports
4.1 Monitor PT fleet
4.1.4 Confer to Vehicles
5.01.04
Localizzare ed identificare il
conducente/veicolo che ha
inviato una richiesta
d'aiuto.
2.1 Manage Emergencies
2.1.2 Manage Emergency Intervention
2.1.2.1 Identify and Classify Emergencies
4.1 Monitor PT fleet
4.1.4 Confer to Vehicles
5.01.05
Scambiare informazioni
sull'incidente in tempi
funzionali con le forze di
soccorso e di polizia così da
ridurre i tempi di risposta
per venire in aiuto al
conducente che ha inoltrato
la richiesta di soccorso.
2.1 Manage Emergencies
2.1.2 Manage Emergency Intervention
2.1.2.4 Process Emergency Progress Reports
5.2
Segnalazione di Allerta
Gestione delle flotte, guida e segnalazione prioritaria dei veicoli di sicurezza.
5.02.01
Avvertire gli utenti nelle
immediate vicinanze
dell'incidente, mediante un
appropriato segnale di
allerta.
5.02.02
Avvertire gli utenti in
avvicinamento
dell'incidente, mediate un
appropriato segnale di
allerta.
5.02.03
Avvertire gli utenti che si
dirigono verso un incidente,
mediante un appropriato
messaggio di allerta.
5.5
5.05.01
5.05.02
3.1 Provide Traffic Control
3.2 Manage Incidents
5.6 Provide Driver-Vehicle Interaction
5.7 Provide Vehicle-Telematics Integration
5.7.1 Provide Vehicle-Infrastructure
Communication
6.3 Support Trip
6.3.2 Assess Perturbations
6.3.3 Inform Traveller
3.1 Provide Traffic Control
3.2 Manage Incidents
5.6 Provide Driver-Vehicle Interaction
5.7 Provide Vehicle-Telematics Integration
5.7.1 Provide Vehicle-Infrastructure
Communication
6.3 Support Trip
6.3.2 Assess Perturbations
6.3.3 Inform Traveller
3.1 Provide Traffic Control
3.2 Manage Incidents
5.6 Provide Driver-Vehicle Interaction
5.7 Provide Vehicle-Telematics Integration
5.7.1 Provide Vehicle-Infrastructure
Communication
6.3 Support Trip
6.3.2 Assess Perturbations
6.3.3 Inform Traveller
Materiali pericolosi e gestione degli incidenti
Gestione dei carichi di sostanze pericolose, al fine di semplificare l'adozione di
provvedimenti in casi di emergenza.
7.1 Detect Fraud
7.1.1 Collect Measures
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
Localizzare ed identificare la
8.2.2.1 Plan & Prepare Fleet Operations
natura e la quantità di
8.2.2.1.1 Elaborate & Store Operational trip and
materiali pericolosi
load plan
trasportati da veicoli,
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
contenitori, ecc., all'interno
8.2.2.2.1 Prepare/Process information to/from
di una predefinita zona
board
d'interesse.
8.2.2.2.2 Manage Incident
8.3 Manage Vehicle/Driver/Cargo/Equipment
8.3.2 Monitor Resources
8.3.2.3 Monitor Cargo
Scambiare informazioni
4.4 Control PT Fleet
relative ad un incidente in
4.4.1 Optimise Control Action
cui è coinvolto un DGT
8.2 Manage Commercial Fleet
12
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
5.05.03
5.05.04
5.05.05
(posizione, natura,
quantità) con i sistemi dei
servizi di sicurezza e di
polizia. [r]
Rilevare il coinvolgimento di
un veicolo in un incidente,
determinare la sua
posizione e la natura del
suo carico, e generare in
automatico una richiesta di
aiuto.
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.2 Manage Incident
4.4 Control PT Fleet
4.4.1 Optimise Control Action
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.2 Manage Incident
3.2 Manage Incidents
3.2.3 Assess Incidents and Determine Responses
6.2 Plan Trip
6.2.5 Plan Multi-Modal Trip
Fornire, in caso di
8.2 Manage Commercial Fleet
incidente, l'assistenza e il
8.2.2 Manage Fleet Operations
reinstradamento dei DGT.
8.2.2.1 Plan & Prepare Fleet Operations
[r]
8.2.2.1.1 Elaborate & Store Operational trip and
load plan
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.2 Manage Incident
7.1 Detect Fraud
Verificare la conformità alla
7.1.2 Check Compliance
regolamentazione vigente
8.2 Manage Commercial Fleet
della natura e della quantità
8.2.2 Manage Fleet Operations
di merce pericolosa
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
trasportata.
8.2.2.2.2 Manage Incident
Tabella 3 – Funzioni della categoria 5-Emergenza
6 INFORMAZIONI ALL’UTENZA
User
Need
6.2
Descrizione
Funzioni correlate
Informazione durante il viaggio
Questa attività comprende i sistemi che forniscono informazioni in tempo reale
su condizioni di traffico, incidenti, lavori, possibilità di parcheggio, orari del
trasporto pubblico,
pagamenti, condizioni meteorologiche.
6.02.19
Essere informato della
propria localizzazione
nell'ambito della rete di
trasporto.
6.3 Support Trip
6.3.1 Track Traveller and Implement Trip
Plan
6.3.3 Inform Traveller
6.02.20
Disporre di un itinerario
aggiornato in base alle
variazioni delle condizioni
previste per la parte dello
spostamento non ancora
effettuato.
6.2 Plan Trip
6.2.8 Provide GTP Store Operator Interface
6.3 Support Trip
6.3.1 Track Traveller and Implement Trip
Plan
6.3.3 Inform Traveller
6.3.4 Guide Traveller
6.4 Evaluate Trip
6.4
6.04.03
Gestione delle Infrastrutture
Dal punto di vista del gestore dell’infrastruttura, le esigenze principali
riguardano l'efficienza, la sicurezza ed il comfort offerto all’utente finale,
indipendentemente dal relativo modo
di trasporto. Un vincolo fondamentale del sistema di informazione è che non
comprometta la sicurezza dell’utente (per esempio mentre guida).
Fornire raccomandazioni di
sicurezza che possono
influenzare positivamente il
comportamento degli utenti
in qualsiasi condizione di
viaggio.
6.3 Support Trip
6.3.3 Inform Traveller
8.1 Manage Logistics and Freight
8.1.5 Manage Inter-modal Transport
Synchronisation
13
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
6.04.04
6.04.05
Fornire raccomandazioni di
sicurezza basate sulle
condizioni meteorologiche o
di traffico.
Fornire gratuitamente tutte
le informazioni necessarie
ad evitare all'utente
situazioni che possano
compromettere la sua
sicurezza o salute (ad es.
presenza di incidenti,
ostacoli, eventi speciali,
congestione, criticità
dell'infrastruttura,
condizioni meteorologiche,
ecc.).
6.3 Support Trip
6.3.3 Inform Traveller
6.3 Support Trip
6.3.3 Inform Traveller
Tabella 4 – Funzioni della categoria 6-Informazioni all’utenza
7 GESTIONE DEL TRAFFICO
User
Need
7.1
7.01.19
7.01.21
7.2
7.02.18
7.3
7.03.07
Descrizione
Funzioni correlate
Gestione del Traffico
Sistemi che assicurano la gestione ed il controllo dei flussi di traffico.
3.1 Provide Traffic Control
3.1.5 Provide Traffic Management Facilities
Disporre di una base dati
3.1.5.1 Provide Traffic Management
con tutti gli eventi (futuri)
3.1.5.2 Provide Planned Traffic Management
prevedibili.
Facilities
3.3 Manage Demand
3.3.4 Manage Demand Data Store
3.1 Provide Traffic Control
Informare gli utenti circa le 3.1.1 Collect Traffic Data
3.1.5 Provide Traffic Management Facilities
condizioni meteorologiche,
3.1.5.1 Provide Traffic Management
le restrizioni alla
circolazione, le chiusure dei 3.1.5.10 Provide Service Area Vehicle
ponti, la sosta nei parcheggi Occupancy States
(in superficie, sotterranei, o 3.1.5.3 Provide Urban Car Park States
3.6 Provide Traffic Management for Bridges
aree di sosta in
and Tunnels
autostrada), l'accesso ai
3.6.1 Assess Bridge Status
porti per condizioni meteo,
3.6.3 Provide Bridge and Tunnel Operator
l'indicazione di rotte
Interface
preferenziali.
3.6.4 Output Bridge Information
Gestione degli incidenti
Sistemi che consentono il rilevamento e la gestione degli incidentii (supposti
non prevedibili) e delle loro conseguenze sul traffico
Avvisare i servizi di
emergenza per gli incidenti
che implicano materiali
pericolosi.
3.2 Manage Incidents
3.2.3 Assess Incidents and Determine Responses
3.2.5 Provide Incident Management
Operator Interface
Gestione della domanda
Sistemi che permettono l'attuazione di strategie di gestione e controllo della
domanda, concepite per influenzare la domanda di mobilità, utilizzando la
tariffazione, la restrizione
degli accessi a certe zone, ecc ..
Raccomandare itinerari
alternativi che tengano
conto delle necessità del
traffico pesante (e delle
merci pericolose),
eventualmente utilizzando
3.1 Provide Traffic Control
3.1.1 Collect Traffic Data
3.3 Manage Demand
3.3.2 Implkement Demand Management
Srategy
14
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
anche itinerari che
prevedano il trasporto dei
veicoli via mare. [r]
Tabella 5 – Funzioni della categoria 7-Gestione del traffico
8 ASSISTENZA AL CONDUCENTE
User
Need
8.0
8.00.01
Descrizione
Funzioni correlate
Requisiti generali assistenza al conducente
Assicurare la rapidità
d'acquisizione delle
5.6 Provide Driver- Vehicle Interaction
informazioni per il
conducente e la naturalezza
dell'utilizzo (ergonomia). [r]
Tabella 6 – Funzioni della categoria 8-Assistenza al conducente
9 MERCI E FLOTTE DI VEICOLI COMMERCIALI
User
Need
9.1
Descrizione
Funzioni correlate
Controllo veicoli commerciali
Sistemi che permettono di controllare i dati residenti a bordo del veicolo (es.
tachigrafo)
9.01.01
Controllare l'insieme dei
dati relativi alla merce nel
contenitore o sul veicolo.
8.1 Manage Logistic and Freight
8.1.3 Control Freight/Cargo Operations
8.3 Manage Vehicle/Driver/Cargo/Equipment
8.3.1 Manage Task and Transport Order
8.3.1.4 Monitor Operational Task
8.3.2 Monitor Resources
8.3.2.2 Monitor Vehicle
8.3.2.3 Monitor Cargo
8.3.3 Comply with Regulation
9.01.02
Registrare l'insieme dei dati
amministrativi riguardanti il
veicolo, tenuti a bordo dello
stesso. La sicurezza dei dati
e la loro integrità dovranno
essere garantiti
(autorizzazione).
8.3 Manage Vehicle/Driver/Cargo/Equipment
8.3.2 Monitor Resources
8.3.2.1 Monitor Driver
8.3.2.1.1 Monitor Social Regulation Status
8.3.3 Comply with Regulation
Consultare a richiesta tutte
le informazioni registrate a
bordo del veicolo.
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.1 Plan & Prepare Fleet Operations
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.1 Prepare/Process information to/from
board
8.3 Manage Vehicle/Driver/Cargo/Equipment
8.3.2 Monitor Resources
8.3.2.1 Monitor Driver
8.3.2.1.1 Monitor Social Regulation Status
9.01.04
9.4
9.04.03
Controllo della sicurezza a bordo dei veicoli commerciali
Sorveglianza a bordo veicolo dello stato dei veicoli commerciali, del loro autista
e dei cambiamenti di carico durante il viaggio.
Identificare la posizione del
veicolo e attivare una
chiamata di soccorso ai
2.1 Manage emergecies
2.1.2 manage emergency intervention
2.1.2.1 Identifield and classify emergencies
15
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
servizi di emergenza, su
comando di un occupante
del veicolo.
9.04.04
Rilevare che un veicolo è
stato coinvolto in un
incidente e identificare la
sua posizione.
9.04.05
Attivare direttamente una
chiamata di soccorso verso
i servizi d'urgenza, in caso
di incidente.
9.7
Gestione delle flotte di mezzi stradali
Gestione delle flotte di mezzi stradali.
9.07.08
Proporre un itinerario
ottimale per tutti i veicoli
"normali".
9.07.09
Proporre un itinerario
adatto per i veicoli
"anormali" (veicoli di gran
gabarit, veicoli che
trasportano merci
pericolose ecc.).
9.07.10
Prevedere un orario di
arrivo.
9.07.11
Comunicare con altri attori:
magazzini, dogane, gestori
stradali, forze dell'ordine,
ecc.
9.07.12
9.07.13
2.1.2.2 Manage incident and emergency
information
2.1.2.3 Plan emergency intervention
5.5 Provide Safety readiness
5.5.7 Provide Mayday Call
8.3 Manage vehicle/driva/cargo
8.3.2 Monitor Resurces
8.3.2.2 Monitor Vehicle
2.1 Manage emergecies
2.1.2 manage emergency intervention
2.1.2.1 Identifield and classify emergencies
2.1.2.2 Manage incident and emergency
information
2.1.2.3 Plan emergency intervention
3.2 Manage Incident
3.2.1 Detect incident
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operation
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.2 Manage Incident
5.5 Provide Safety readiness
5.5.7 Provide Mayday Call
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operation
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.2 Manage Incident
8.3 Manage vehicle/driver/cargo/equipment
Proporre un itinerario
alternativo adatto,
nell'impossibilità di
intraprendere l'itinerario
originariamente scelto.
Localizzare, identificare e
seguire lo stato di un
veicolo, di una attrezzatura
o di un carico, in ogni
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operation
8.2.2.1 Plan and Prepare Fleet Operations
8.2.2.1.1 Elaborate and Store Operational trip
and load plan
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operation
8.2.2.1 Plan and Prepare Operation
8.2.2.1.1 Elaborate and Store Operational Trip
and Load Plane
8.1 Manage Logistic and Freight
8.1.1 Manage Freight Business Transactions
8.1.1.2 Choose a Fleet Supplier
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.1 Manage Fleet Business Transactions
8.2.1.1 Negotiate Freight Operator Requests
8.2.2 Manage Fleet Operation
8.2.2.1 Plan and Prepare Fleet Operations
8.2.2.1.1 Elaborate and Store Operational trip
and load plan
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.1 Prepare/Process information to/from
Board
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.1 Plan and Prepare Fleet Operations
8.2.2.1.2 Determinate Compliant and Resources
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.1 Prepare/Process information to/from
Board
8.3 Manage vehicle/driver/cargo/equipment
8.3.4 Provide Acess to comfort Service
8.3 Manage vehicle/driver/cargo/equipment
8.3.1 Manage Task and Trasport Order
8.3.1.4 Monitor Operational Task
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.1 Plan and Prepare Fleet Operations
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
16
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
momento.
9.07.14
9.8
9.08.07
Informare il conducente di
un cambiamento dei suoi
compiti: cambiamento del
luogo di raccolta, consegna,
cambio d'itinerario, ecc.
Gestione di veicolo, conducente, attrezzatura e carico
Gestione del veicolo, del conducente, dell'attrezzatura e del carico.
Disporre di una
comunicazione vocale fra
un veicolo e il centro di
gestione della flotta.
9.08.12
Memorizzare l'itinerario
effettivamente seguito.
9.08.13
Ricevere la segnalazione di
ogni variazione significativa
dall'itinerario previsto (per
esempio per indagare su un
eventuale furto del veicolo).
9.08.14
Determinare un ritardo in
rapporto all'orario previsto
per l'arrivo e comunicarlo al
centro di gestione della
flotta.
9.08.22
Disporre di un itinerario
verso una destinazione.
9.08.25
Permettere la
comunicazione (vocale e/o
di dati) fra i conducenti e la
stessa compagnia.
9.08.29
9.08.36
8.2.2.2.1 Prepare/Process information to/from
Board
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.1 Plan and Prepare Fleet Operations
8.2.2.1.3 Prepare and Deliver Operational
Transport Document
8.3 Manage vehicle/driver/cargo/equipment
8.3.4 Provide Acess to comfort Service
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.1 Plan and Prepare Fleet Operations
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.1 Prepare/Process information to/from
Board
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.4 Evalutate Transport Conditions
8.3 Manage vehicle/driver/cargo/equipment
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.2.4 Evalutate Transport Conditions
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.1 Plan and Prepare Fleet Operations
8.2.2.1.3 Prepare and Deliver Operational
Transport Document
8.3 Manage vehicle/driver/cargo/equipment
8.3.1 Manage Task and Transport Order
8.3.1.4 Monitor Operational Task
8.3.1.4.3 Check Client Profile and
Constraints
8.3.1.4.4 Prepare Trip/Route
8.3 Manage vehicle/driver/cargo/equipment
8.3.1 Manage Task and Transport Order
8.3.1.4 Monitor Operational Task
8.3.1.4.1 Ask For a New Task Order
8.3.4 Provide Access to Comfort Service
Ridurre al minimo durante il
viaggio gli input tramite
tastiera (uno soltanto
gestendo simultaneamente
la comunicazione mobile e il
computer a bordo) o
assicurare che siano
possibili soltanto quando il
veicolo è fermo, o offrire
dei sistemi che non
5.6 Provide Driver-Vehicle Interaction
richiedano l'uso delle mani
(comandi vocali anzichè
manuali), che possano
essere usati dal conducente
durante il viaggio, quali
appropriati input basati su
microfono ed output
acustici di messaggi e
informazioni in arrivo o di
risultati di processi prodotti
a bordo.
Ricevere un segnale
8.3 Manage vehicle/driver/cargo/equipment
acustico e/o visivo quando
8.3.4 Provide Access to Comfort Service
17
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
9.08.38
9.08.40
9.08.46
arriva a bordo un
messaggio di
comunicazione mobile in
formato dati.
Permettere al conducente di
compilare un modulo
elettronico preformattato
per confermare, prima della
partenza, la verifica grafica
che tutti i servizi richiesti
sono stati espletati (check
list prodotte alla base o in
officina e consultazione a
bordo delle liste dei compiti
richiesti dal conducente e/o
programmati
dall'applicazione di gestione
della manutenzione per
confrontare con la lista dei
task messi a punto in
officina ed evidenziare
quelli richiesti ma non
eseguiti), lo stato di tutte le
funzioni del veicolo (e del
rimorchio/container/cassa
mobile), le funzioni del
motore, del consumo
(carburante, olio...), e che
il conducente abbia
verificato la presenza e lo
stato operativo degli
accessori richiesti per la
missione.
Fornire automaticamente
all' home-base o una terza
parte autorizzata
(mandante, spedizioniere,
consegnatario, destinatario,
operatore del trasporto
combinato e/o autorità) la
posizione del veicolo
(considerando anche il
trasporto associato) su
base periodica (la
periodicità può essere
modificata dall' homebase), o passando predeterminate coordinate x/y,
o su richiesta.
Memorizzare a bordo,
visualizzare e/o descrivere i
percorsi ottimi connessi alle
rotte più spesso usate, per
evitare nuovi tempi di
calcolo e costi di
trasmissione.
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.1 Plan and Prepare Fleet Operations
8.2.2.1.2 Determinate Compliant and Resources
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.1 Plan and Prepare Fleet Operations
8.2.2.1.2 Determinate Compliant and Resources
8.3 Manage vehicle/driver/cargo/equipment
8.3.1 Manage Task and Transport Order
8.3.1.4 Monitor Operational Task
8.3.1.4.4 Prepare Trip/Route
8.3 Manage vehicle/driver/cargo/equipment
8.3.1 Manage Task and Transport Order
8.3.1.4 Monitor Operational Task
8.3.1.4.4 Prepare Trip/Route
Tabella 7 – Funzioni della categoria 9-Merci e flotte di veicoli commerciali
4.3 Identificazione della “matrice di correlazione”.
Le matrici di correlazione sono uno strumento che permette d’individuare le funzioni
corrispondenti ai requisiti d’utente (user need) selezionati in precedenza. Ad ogni requisito
vengono associate le funzioni operative che permetteranno, poi, di renderlo realmente effettivo
all’interno del sistema.
Le tabelle che seguono riportano le varie sezioni, una per ogni ambito funzionale, della matrice
di correlazione per il progetto “Trinacria sicura”.
18
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
AMBITO 2 :PROVIDE SAFETY AND EMERGENCY FACILITIES
REQUISITI
FUNZIONE
UTENTE
DESCRIZIONE DEL REQUISITO UTENTE
ASSOCIATI
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
5.01.01
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
5.01.02
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Comunicare l'emergenza ed effettuare lo scambio
bidirezionale dei dati o delle comunicazioni vocali, tra il
5.01.03
veicolo e la centrale di ricezione delle richieste di
2.1 Manage
aiuto.
Emergencies
Localizzare ed identificare il conducente/veicolo che ha
5.01.04
inviato una richiesta d'aiuto.
Scambiare informazioni sull'incidente in tempi
funzionali con le forze di soccorso e di polizia così da
5.01.05
ridurre i tempi di risposta per venire in aiuto al
conducente che ha inoltrato la richiesta di soccorso.
Identificare la posizione del veicolo e attivare una
9.04.03
chiamata di soccorso ai servizi di emergenza, su
comando di un occupante del veicolo.
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
9.04.04
incidente e identificare la sua posizione.
2.1.1 Acquire
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
Mayday Call on
5.01.01
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
Roadside
incidente.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
5.01.01
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
5.01.02
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Comunicare l'emergenza ed effettuare lo scambio
bidirezionale dei dati o delle comunicazioni vocali, tra il
5.01.03
veicolo e la centrale di ricezione delle richieste di
2.1.2 Manage
aiuto.
Emergency
Localizzare ed identificare il conducente/veicolo che ha
Intervention
5.01.04
inviato una richiesta d'aiuto.
Scambiare informazioni sull'incidente in tempi
funzionali con le forze di soccorso e di polizia così da
5.01.05
ridurre i tempi di risposta per venire in aiuto al
conducente che ha inoltrato la richiesta di soccorso.
2.1.2.1 Identify
and Classify
Emergencies
9.04.03
Identificare la posizione del veicolo e attivare una
chiamata di soccorso ai servizi di emergenza, su
comando di un occupante del veicolo.
9.04.04
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
incidente e identificare la sua posizione.
5.01.01
5.01.02
5.01.03
5.01.04
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Comunicare l'emergenza ed effettuare lo scambio
bidirezionale dei dati o delle comunicazioni vocali, tra il
veicolo e la centrale di ricezione delle richieste di
aiuto.
Localizzare ed identificare il conducente/veicolo che ha
inviato una richiesta d'aiuto.
19
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
9.04.03
9.04.04
5.01.01
2.1.2.2 Manage
Incident and
Emergency
Information
5.01.02
9.04.03
9.04.04
5.01.01
2.1.2.3 Plan
Emergency
Intervention
5.01.02
9.04.03
9.04.04
5.01.03
2.1.2.4 Process
Emergency
Progress Reports
5.01.05
Identificare la posizione del veicolo e attivare una
chiamata di soccorso ai servizi di emergenza, su
comando di un occupante del veicolo.
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
incidente e identificare la sua posizione.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Identificare la posizione del veicolo e attivare una
chiamata di soccorso ai servizi di emergenza, su
comando di un occupante del veicolo.
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
incidente e identificare la sua posizione.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Identificare la posizione del veicolo e attivare una
chiamata di soccorso ai servizi di emergenza, su
comando di un occupante del veicolo.
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
incidente e identificare la sua posizione.
Comunicare l'emergenza ed effettuare lo scambio
bidirezionale dei dati o delle comunicazioni vocali, tra il
veicolo e la centrale di ricezione delle richieste di
aiuto.
Scambiare informazioni sull'incidente in tempi
funzionali con le forze di soccorso e di polizia così da
ridurre i tempi di risposta per venire in aiuto al
conducente che ha inoltrato la richiesta di soccorso.
Tabella 8 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 2 “Provide safety and emergency
facilities”
FUNZIONE
3.1 Provide Traffic
Control
AMBITO 3: MANAGE TRAFFIC
REQUISITI
UTENTE
DESCRIZIONE DEL REQUISITO UTENTE
ASSOCIATI
Avvertire gli utenti nelle immediate vicinanze
5.02.01
dell'incidente, mediante un appropriato segnale di
allerta.
Avvertire gli utenti in avvicinamento dell'incidente,
5.02.02
mediate un appropriato segnale di allerta.
Avvertire gli utenti che si dirigono verso un incidente,
5.02.03
mediante un appropriato messaggio di allerta.
Disporre di una base dati con tutti gli eventi (futuri)
7.01.19
prevedibili.
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche,
le restrizioni alla circolazione, le chiusure dei ponti, la
7.01.21
sosta nei parcheggi (in superficie, sotterranei, o aree
di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
Raccomandare itinerari alternativi che tengano conto
delle necessità del traffico pesante (e delle merci
7.03.07
pericolose), eventualmente utilizzando anche itinerari
che prevedano il trasporto dei veicoli via mare. [r]
20
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
7.01.21
3.1.1 Collect
Traffic Data
7.03.07
7.01.19
3.1.5 Provide
Traffic
Management
Facilities
3.1.5.1 Provide
Traffic
Management
3.1.5.2 Provide
Planned Traffic
Management
Facilities
3.1.5.3 Provide
Urban Car Park
States
3.1.5.10 Provide
Service Area
Vehicle
Occupancy
States
7.01.21
7.01.19
Disporre di una base dati con tutti gli eventi (futuri)
prevedibili.
7.01.21
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche,
le restrizioni alla circolazione, le chiusure dei ponti, la
sosta nei parcheggi (in superficie, sotterranei, o aree
di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
7.01.19
Disporre di una base dati con tutti gli eventi (futuri)
prevedibili.
7.01.21
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche,
le restrizioni alla circolazione, le chiusure dei ponti, la
sosta nei parcheggi (in superficie, sotterranei, o aree
di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
7.01.21
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche,
le restrizioni alla circolazione, le chiusure dei ponti, la
sosta nei parcheggi (in superficie, sotterranei, o aree
di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
5.01.01
5.02.01
3.2 Manage
Incidents
5.02.02
5.02.03
5.05.04
7.02.18
9.04.04
3.2.1 Detect
Incidents
3.2.2 Indentify and
Classify Incidents
3.2.3 Assess
Incidents and
Determine
Responses
3.2.5 Provide
Incident
Management
Operator
Interface
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche,
le restrizioni alla circolazione, le chiusure dei ponti, la
sosta nei parcheggi (in superficie, sotterranei, o aree
di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
Raccomandare itinerari alternativi che tengano conto
delle necessità del traffico pesante (e delle merci
pericolose), eventualmente utilizzando anche itinerari
che prevedano il trasporto dei veicoli via mare. [r]
Disporre di una base dati con tutti gli eventi (futuri)
prevedibili.
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche,
le restrizioni alla circolazione, le chiusure dei ponti, la
sosta nei parcheggi (in superficie, sotterranei, o aree
di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
9.04.04
5.01.01
5.05.04
7.02.18
7.02.18
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Avvertire gli utenti nelle immediate vicinanze
dell'incidente, mediante un appropriato segnale di
allerta.
Avvertire gli utenti in avvicinamento dell'incidente,
mediate un appropriato segnale di allerta.
Avvertire gli utenti che si dirigono verso un incidente,
mediante un appropriato messaggio di allerta.
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il
reinstradamento dei DGT. [r]
Avvisare i servizi di emergenza per gli incidenti che
implicano materiali pericolosi.
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
incidente e identificare la sua posizione.
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
incidente e identificare la sua posizione.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il
reinstradamento dei DGT. [r]
Avvisare i servizi di emergenza per gli incidenti che
implicano materiali pericolosi.
Avvisare i servizi di emergenza per gli incidenti che
implicano materiali pericolosi.
21
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
7.03.07
3.3 Manage
Demand
7.01.19
3.3.2 Implement
Demand
Management
Strategy
3.3.4 Manage
Demand Data
Store
Raccomandare itinerari alternativi che tengano conto
delle necessità del traffico pesante (e delle merci
pericolose), eventualmente utilizzando anche itinerari
che prevedano il trasporto dei veicoli via mare. [r]
Disporre di una base dati con tutti gli eventi (futuri)
prevedibili.
7.03.07
Raccomandare itinerari alternativi che tengano conto
delle necessità del traffico pesante (e delle merci
pericolose), eventualmente utilizzando anche itinerari
che prevedano il trasporto dei veicoli via mare. [r]
7.01.19
Disporre di una base dati con tutti gli eventi (futuri)
prevedibili.
3.6 Provide
Traffic
Manegement
Bridge and
Tunnel
7.01.21
3.6.1 Assess
Bridge Status
7.01.21
3.6.3 Provide
Bridge and
Tunnel Operator
Interface
7.01.21
3.6.4 Output
Bridge
Information
7.01.21
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche,
le restrizioni alla circolazione, le chiusure dei ponti, la
sosta nei parcheggi (in superficie, sotterranei, o aree
di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche,
le restrizioni alla circolazione, le chiusure dei ponti, la
sosta nei parcheggi (in superficie, sotterranei, o aree
di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche,
le restrizioni alla circolazione, le chiusure dei ponti, la
sosta nei parcheggi (in superficie, sotterranei, o aree
di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
Informare gli utenti circa le condizioni meteorologiche,
le restrizioni alla circolazione, le chiusure dei ponti, la
sosta nei parcheggi (in superficie, sotterranei, o aree
di sosta in autostrada), l'accesso ai porti per condizioni
meteo, l'indicazione di rotte preferenziali.
Tabella 9 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 3 “Manage Traffic”
AMBITO 4: MANAGE PUBLIC TRANSPORT OPERATIONS
FUNZIONE
REQUISITI
UTENTE
ASSOCIATI
5.01.02
4.1 Monitor PT
fleet
5.01.03
5.01.04
5.01.02
4.1.4 Confer to
Vehicles
5.01.03
5.01.04
4.4 Control PT
Fleet
5.01.01
DESCRIZIONE DEL REQUISITO UTENTE
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Comunicare l'emergenza ed effettuare lo scambio
bidirezionale dei dati o delle comunicazioni vocali, tra il
veicolo e la centrale di ricezione delle richieste di
aiuto.
Localizzare ed identificare il conducente/veicolo che ha
inviato una richiesta d'aiuto.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Comunicare l'emergenza ed effettuare lo scambio
bidirezionale dei dati o delle comunicazioni vocali, tra il
veicolo e la centrale di ricezione delle richieste di
aiuto.
Localizzare ed identificare il conducente/veicolo che ha
inviato una richiesta d'aiuto.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
22
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
5.01.02
5.05.02
5.05.03
5.01.01
4.4.1 Optimise
Control Action
5.01.02
5.05.02
5.05.03
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Scambiare informazioni relative ad un incidente in cui
è coinvolto un DGT (posizione, natura, quantità) con i
sistemi dei servizi di sicurezza e di polizia. [r]
Rilevare il coinvolgimento di un veicolo in un incidente,
determinare la sua posizione e la natura del suo
carico, e generare in automatico una richiesta di aiuto.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Scambiare informazioni relative ad un incidente in cui
è coinvolto un DGT (posizione, natura, quantità) con i
sistemi dei servizi di sicurezza e di polizia. [r]
Rilevare il coinvolgimento di un veicolo in un incidente,
determinare la sua posizione e la natura del suo
carico, e generare in automatico una richiesta di aiuto.
Tabella 10 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 4 “manage public traffic operation”
AMBITO 5: PROVIDE ADVANCED DRIVER ASSISTANCE SYSTEM
FUNZIONE
REQUISITI
UTENTE
ASSOCIATI
5.01.01
5.5 Provide
Safety Readiness
5.01.02
9.04.03
9.04.05
5.5.3 Monitor
Vehicle Status
5.5.5 Provide
Automatic Takeover of Controls
5.01.02
5.01.02
5.01.01
5.5.7 Provide
Mayday Call
5.01.02
9.04.03
9.04.05
DESCRIZIONE DEL REQUISITO UTENTE
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Identificare la posizione del veicolo e attivare una
chiamata di soccorso ai servizi di emergenza, su
comando di un occupante del veicolo.
Attivare direttamente una chiamata di soccorso verso i
servizi d'urgenza, in caso di incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Identificare la posizione del veicolo e attivare una
chiamata di soccorso ai servizi di emergenza, su
comando di un occupante del veicolo.
Attivare direttamente una chiamata di soccorso verso i
servizi d'urgenza, in caso di incidente.
23
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
5.02.01
5.02.02
5.02.03
5.6 Provide DriverVehicle Interaction
8.00.01
9.08.29
5.7 Provide
Vehicle-Telematics
Integration
5.02.01
5.02.02
5.02.03
5.7.1 Provide
VehicleInfrastructure
Communication
5.02.01
5.02.02
5.02.03
5.01.01
5.8 Integrate
Vehicle in Traffic
System
5.01.02
5.01.01
5.8.4 Provide Road
Assistance
5.01.02
Avvertire gli utenti nelle immediate vicinanze
dell'incidente, mediante un appropriato segnale di
allerta.
Avvertire gli utenti in avvicinamento dell'incidente,
mediate un appropriato segnale di allerta.
Avvertire gli utenti che si dirigono verso un incidente,
mediante un appropriato messaggio di allerta.
Assicurare la rapidità d'acquisizione delle informazioni
per il conducente e la naturalezza dell'utilizzo
(ergonomia). [r]
Ridurre al minimo durante il viaggio gli input tramite
tastiera (uno soltanto gestendo simultaneamente la
comunicazione mobile e il computer a bordo) o
assicurare che siano possibili soltanto quando il veicolo
è fermo, o offrire dei sistemi che non richiedano l'uso
delle mani (comandi vocali anzichè manuali), che
possano essere usati dal conducente durante il
viaggio, quali appropriati input basati su microfono ed
output acustici di messaggi e informazioni in arrivo o
di risultati di processi prodotti a bordo.
Avvertire gli utenti nelle immediate vicinanze
dell'incidente, mediante un appropriato segnale di
allerta.
Avvertire gli utenti in avvicinamento dell'incidente,
mediate un appropriato segnale di allerta.
Avvertire gli utenti che si dirigono verso un incidente,
mediante un appropriato messaggio di allerta.
Avvertire gli utenti nelle immediate vicinanze
dell'incidente, mediante un appropriato segnale di
allerta.
Avvertire gli utenti in avvicinamento dell'incidente,
mediate un appropriato segnale di allerta.
Avvertire gli utenti che si dirigono verso un incidente,
mediante un appropriato messaggio di allerta.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Tabella 11 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 5 “Provide advance driver assistance
system”
AMBITO 6: PROVIDE TRAVELLER JOURNEY ASSISTANCE
FUNZIONE
6.2 Plan Trip
REQUISITI
UTENTE
ASSOCIATI
6.02.20
5.05.04
6.2.5 Plan MultiModal Trip
6.2.8 Provide
GTP Store
Operator
DESCRIZIONE DEL REQUISITO UTENTE
Disporre di un itinerario aggiornato in base alle
variazioni delle condizioni previste per la parte dello
spostamento non ancora effettuato.
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il
reinstradamento dei DGT. [r]
5.05.04
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il
reinstradamento dei DGT. [r]
6.02.20
Disporre di un itinerario aggiornato in base alle
variazioni delle condizioni previste per la parte dello
spostamento non ancora effettuato.
24
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
Interface
5.02.01
5.02.02
5.02.03
6.02.19
6.3 Support Trip
6.02.20
6.04.03
6.04.04
6.04.05
6.3.1 Track
Traveller and
Implement Trip
Plan
6.02.19
6.02.20
5.02.01
6.3.2 Assess
Perturbations
5.02.02
5.02.03
5.02.01
5.02.02
5.02.03
6.02.19
6.3.3 Inform
Traveller
6.02.20
6.04.03
6.04.04
6.04.05
6.3.4 Guide
Traveller
6.02.20
6.4 Evaluate Trip
6.02.20
Avvertire gli utenti nelle immediate vicinanze
dell'incidente, mediante un appropriato segnale di
allerta.
Avvertire gli utenti in avvicinamento dell'incidente,
mediate un appropriato segnale di allerta.
Avvertire gli utenti che si dirigono verso un incidente,
mediante un appropriato messaggio di allerta.
Essere informato della propria localizzazione
nell'ambito della rete di trasporto.
Disporre di un itinerario aggiornato in base alle
variazioni delle condizioni previste per la parte dello
spostamento non ancora effettuato.
Fornire raccomandazioni di sicurezza che possono
influenzare positivamente il comportamento degli
utenti in qualsiasi condizione di viaggio.
Fornire raccomandazioni di sicurezza basate sulle
condizioni meteorologiche o di traffico.
Fornire gratuitamente tutte le informazioni necessarie
ad evitare all'utente situazioni che possano
compromettere la sua sicurezza o salute (ad es.
presenza di incidenti, ostacoli, eventi speciali,
congestione, criticità dell'infrastruttura, condizioni
meteorologiche, ecc.).
Essere informato della propria localizzazione
nell'ambito della rete di trasporto.
Disporre di un itinerario aggiornato in base alle
variazioni delle condizioni previste per la parte dello
spostamento non ancora effettuato.
Avvertire gli utenti nelle immediate vicinanze
dell'incidente, mediante un appropriato segnale di
allerta.
Avvertire gli utenti in avvicinamento dell'incidente,
mediate un appropriato segnale di allerta.
Avvertire gli utenti che si dirigono verso un incidente,
mediante un appropriato messaggio di allerta.
Avvertire gli utenti nelle immediate vicinanze
dell'incidente, mediante un appropriato segnale di
allerta.
Avvertire gli utenti in avvicinamento dell'incidente,
mediate un appropriato segnale di allerta.
Avvertire gli utenti che si dirigono verso un incidente,
mediante un appropriato messaggio di allerta.
Essere informato della propria localizzazione
nell'ambito della rete di trasporto.
Disporre di un itinerario aggiornato in base alle
variazioni delle condizioni previste per la parte dello
spostamento non ancora effettuato.
Fornire raccomandazioni di sicurezza che possono
influenzare positivamente il comportamento degli
utenti in qualsiasi condizione di viaggio.
Fornire raccomandazioni di sicurezza basate sulle
condizioni meteorologiche o di traffico.
Fornire gratuitamente tutte le informazioni necessarie
ad evitare all'utente situazioni che possano
compromettere la sua sicurezza o salute (ad es.
presenza di incidenti, ostacoli, eventi speciali,
congestione, criticità dell'infrastruttura, condizioni
meteorologiche, ecc.).
Disporre di un itinerario aggiornato in base alle
variazioni delle condizioni previste per la parte dello
spostamento non ancora effettuato.
Disporre di un itinerario aggiornato in base alle
variazioni delle condizioni previste per la parte dello
spostamento non ancora effettuato.
Tabella 12 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 6 “Provide traveller journey assistance”
25
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
AMBITO 7: PROVIDE SUPPORT FOR LAW ENFORCEMENT
REQUISITI
UTENTE
ASSOCIATI
FUNZIONE
5.05.01
7.1 Detect Fraud
5.05.05
7.1.1 Collect
Measures
5.05.01
7.1.2 Check
Compliance
5.05.05
DESCRIZIONE DEL REQUISITO UTENTE
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Verificare la conformità alla regolamentazione vigente
della natura e della quantità di merce pericolosa
trasportata.
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Verificare la conformità alla regolamentazione vigente
della natura e della quantità di merce pericolosa
trasportata.
Tabella 13 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 7 “Provide support for law enforcement”
AMBITO 8: MANAGE FREIGHT AND FLEET OPERATIONS
FUNZIONE
8.1 Manage
Logistics and
Freight
8.1.1 Manage
Freight Business
Transactions
8.1.1.2 Choose a
Fleet Supplier
8.1.3 Control
Freight/Cargo
Operations
8.1.5 Manage
Inter-modal
Transport
Synchronisation
8.2 Manage
Commercial Fleet
REQUISITI
UTENTE
ASSOCIATI
6.04.03
9.01.01
DESCRIZIONE DEL REQUISITO UTENTE
Fornire raccomandazioni di sicurezza che possono
influenzare positivamente il comportamento degli
utenti in qualsiasi condizione di viaggio.
Controllare l'insieme dei dati relativi alla merce nel
contenitore o sul veicolo.
9.07.10
Prevedere un orario di arrivo.
9.07.10
Prevedere un orario di arrivo.
9.07.10
Prevedere un orario di arrivo.
9.01.01
Controllare l'insieme dei dati relativi alla merce nel
contenitore o sul veicolo.
6.04.03
Fornire raccomandazioni di sicurezza che possono
influenzare positivamente il comportamento degli
utenti in qualsiasi condizione di viaggio.
5.01.02
5.05.01
5.05.02
5.05.03
5.05.04
5.05.05
9.01.04
9.04.04
9.04.05
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Scambiare informazioni relative ad un incidente in cui
è coinvolto un DGT (posizione, natura, quantità) con i
sistemi dei servizi di sicurezza e di polizia. [r]
Rilevare il coinvolgimento di un veicolo in un incidente,
determinare la sua posizione e la natura del suo
carico, e generare in automatico una richiesta di aiuto.
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il
reinstradamento dei DGT. [r]
Verificare la conformità alla regolamentazione vigente
della natura e della quantità di merce pericolosa
trasportata.
Consultare a richiesta tutte le informazioni registrate a
bordo del veicolo.
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
incidente e identificare la sua posizione.
Attivare direttamente una chiamata di soccorso verso i
servizi d'urgenza, in caso di incidente.
26
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
9.07.08
9.07.09
9.07.10
9.07.11
9.07.13
9.07.14
9.08.12
9.08.13
9.08.14
9.08.22
9.08.38
9.08.40
8.2.1 Manage Fleet
Business
Transactions
8.2.1.1 Negotiate
Freight Operator
Requests
8.2.2 Manage Fleet
Operations
Proporre un itinerario ottimale per tutti i veicoli
"normali".
Proporre un itinerario adatto per i veicoli "anormali"
(veicoli di gran gabarit, veicoli che trasportano merci
pericolose ecc.).
Prevedere un orario di arrivo.
Comunicare con altri attori: magazzini, dogane,
gestori stradali, forze dell'ordine, ecc.
Localizzare, identificare e seguire lo stato di un
veicolo, di una attrezzatura o di un carico, in ogni
momento.
Informare il conducente di un cambiamento dei suoi
compiti: cambiamento del luogo di raccolta, consegna,
cambio d'itinerario, ecc.
Memorizzare l'itinerario effettivamente seguito.
Ricevere la segnalazione di ogni variazione
significativa dall'itinerario previsto (per esempio per
indagare su un eventuale furto del veicolo).
Determinare un ritardo in rapporto all'orario previsto
per l'arrivo e comunicarlo al centro di gestione della
flotta.
Disporre di un itinerario verso una destinazione.
Permettere al conducente di compilare un modulo
elettronico preformattato per confermare, prima della
partenza, la verifica grafica che tutti i servizi richiesti
sono stati espletati (check list prodotte alla base o in
officina e consultazione a bordo delle liste dei compiti
richiesti dal conducente e/o programmati
dall'applicazione di gestione della manutenzione per
confrontare con la lista dei task messi a punto in
officina ed evidenziare quelli richiesti ma non
eseguiti), lo stato di tutte le funzioni del veicolo (e del
rimorchio/container/cassa mobile), le funzioni del
motore, del consumo (carburante, olio...), e che il
conducente abbia verificato la presenza e lo stato
operativo degli accessori richiesti per la missione.
Fornire automaticamente all' home-base o una terza
parte autorizzata (mandante, spedizioniere,
consegnatario, destinatario, operatore del trasporto
combinato e/o autorità) la posizione del veicolo
(considerando anche il trasporto associato) su base
periodica (la periodicità può essere modificata dall'
home-base), o passando pre-determinate coordinate
x/y, o su richiesta.
9.07.10
Prevedere un orario di arrivo.
9.07.10
Prevedere un orario di arrivo.
5.01.02
5.05.01
5.05.02
5.05.03
5.05.04
5.05.05
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Scambiare informazioni relative ad un incidente in cui
è coinvolto un DGT (posizione, natura, quantità) con i
sistemi dei servizi di sicurezza e di polizia. [r]
Rilevare il coinvolgimento di un veicolo in un incidente,
determinare la sua posizione e la natura del suo
carico, e generare in automatico una richiesta di aiuto.
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il
reinstradamento dei DGT. [r]
Verificare la conformità alla regolamentazione vigente
della natura e della quantità di merce pericolosa
trasportata.
27
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
9.01.04
9.04.04
9.04.05
9.07.08
9.07.09
9.07.10
9.07.11
9.07.13
9.07.14
9.08.12
9.08.13
9.08.14
9.08.22
9.08.38
9.08.40
8.2.2.1 Plan &
Prepare Fleet
Operations
5.05.01
5.05.04
9.01.04
9.07.08
9.07.09
9.07.10
9.07.11
9.07.13
Consultare a richiesta tutte le informazioni registrate a
bordo del veicolo.
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
incidente e identificare la sua posizione.
Attivare direttamente una chiamata di soccorso verso i
servizi d'urgenza, in caso di incidente.
Proporre un itinerario ottimale per tutti i veicoli
"normali".
Proporre un itinerario adatto per i veicoli "anormali"
(veicoli di gran gabarit, veicoli che trasportano merci
pericolose ecc.).
Prevedere un orario di arrivo.
Comunicare con altri attori: magazzini, dogane,
gestori stradali, forze dell'ordine, ecc.
Localizzare, identificare e seguire lo stato di un
veicolo, di una attrezzatura o di un carico, in ogni
momento.
Informare il conducente di un cambiamento dei suoi
compiti: cambiamento del luogo di raccolta, consegna,
cambio d'itinerario, ecc.
Memorizzare l'itinerario effettivamente seguito.
Ricevere la segnalazione di ogni variazione
significativa dall'itinerario previsto (per esempio per
indagare su un eventuale furto del veicolo).
Determinare un ritardo in rapporto all'orario previsto
per l'arrivo e comunicarlo al centro di gestione della
flotta.
Disporre di un itinerario verso una destinazione.
Permettere al conducente di compilare un modulo
elettronico preformattato per confermare, prima della
partenza, la verifica grafica che tutti i servizi richiesti
sono stati espletati (check list prodotte alla base o in
officina e consultazione a bordo delle liste dei compiti
richiesti dal conducente e/o programmati
dall'applicazione di gestione della manutenzione per
confrontare con la lista dei task messi a punto in
officina ed evidenziare quelli richiesti ma non
eseguiti), lo stato di tutte le funzioni del veicolo (e del
rimorchio/container/cassa mobile), le funzioni del
motore, del consumo (carburante, olio...), e che il
conducente abbia verificato la presenza e lo stato
operativo degli accessori richiesti per la missione.
Fornire automaticamente all' home-base o una terza
parte autorizzata (mandante, spedizioniere,
consegnatario, destinatario, operatore del trasporto
combinato e/o autorità) la posizione del veicolo
(considerando anche il trasporto associato) su base
periodica (la periodicità può essere modificata dall'
home-base), o passando pre-determinate coordinate
x/y, o su richiesta.
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il
reinstradamento dei DGT. [r]
Consultare a richiesta tutte le informazioni registrate a
bordo del veicolo.
Proporre un itinerario ottimale per tutti i veicoli
"normali".
Proporre un itinerario adatto per i veicoli "anormali"
(veicoli di gran gabarit, veicoli che trasportano merci
pericolose ecc.).
Prevedere un orario di arrivo.
Comunicare con altri attori: magazzini, dogane,
gestori stradali, forze dell'ordine, ecc.
Localizzare, identificare e seguire lo stato di un
veicolo, di una attrezzatura o di un carico, in ogni
momento.
28
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
9.07.14
Informare il conducente di un cambiamento dei suoi
compiti: cambiamento del luogo di raccolta, consegna,
cambio d'itinerario, ecc.
9.08.12
Memorizzare l'itinerario effettivamente seguito.
9.08.22
9.08.38
9.08.40
5.05.04
8.2.2.1.1 Elaborate
and Store
Operational Trip
and Load Plane
9.07.08
9.07.09
9.07.10
9.07.11
8.2.2.1.2
Determinate
Compliant and
Resources
9.08.38
9.08.40
8.2.2.1.3 Prepare
and Deliver
Operational
Transport
Document
8.2.2.2 Control
and Monitor Fleet
Operations
9.07.14
Disporre di un itinerario verso una destinazione.
Permettere al conducente di compilare un modulo
elettronico preformattato per confermare, prima della
partenza, la verifica grafica che tutti i servizi richiesti
sono stati espletati (check list prodotte alla base o in
officina e consultazione a bordo delle liste dei compiti
richiesti dal conducente e/o programmati
dall'applicazione di gestione della manutenzione per
confrontare con la lista dei task messi a punto in
officina ed evidenziare quelli richiesti ma non
eseguiti), lo stato di tutte le funzioni del veicolo (e del
rimorchio/container/cassa mobile), le funzioni del
motore, del consumo (carburante, olio...), e che il
conducente abbia verificato la presenza e lo stato
operativo degli accessori richiesti per la missione.
Fornire automaticamente all' home-base o una terza
parte autorizzata (mandante, spedizioniere,
consegnatario, destinatario, operatore del trasporto
combinato e/o autorità) la posizione del veicolo
(considerando anche il trasporto associato) su base
periodica (la periodicità può essere modificata dall'
home-base), o passando pre-determinate coordinate
x/y, o su richiesta.
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il
reinstradamento dei DGT. [r]
Proporre un itinerario ottimale per tutti i veicoli
"normali".
Proporre un itinerario adatto per i veicoli "anormali"
(veicoli di gran gabarit, veicoli che trasportano merci
pericolose ecc.).
Prevedere un orario di arrivo.
Comunicare con altri attori: magazzini, dogane,
gestori stradali, forze dell'ordine, ecc.
Permettere al conducente di compilare un modulo
elettronico preformattato per confermare, prima della
partenza, la verifica grafica che tutti i servizi richiesti
sono stati espletati (check list prodotte alla base o in
officina e consultazione a bordo delle liste dei compiti
richiesti dal conducente e/o programmati
dall'applicazione di gestione della manutenzione per
confrontare con la lista dei task messi a punto in
officina ed evidenziare quelli richiesti ma non
eseguiti), lo stato di tutte le funzioni del veicolo (e del
rimorchio/container/cassa mobile), le funzioni del
motore, del consumo (carburante, olio...), e che il
conducente abbia verificato la presenza e lo stato
operativo degli accessori richiesti per la missione.
Fornire automaticamente all' home-base o una terza
parte autorizzata (mandante, spedizioniere,
consegnatario, destinatario, operatore del trasporto
combinato e/o autorità) la posizione del veicolo
(considerando anche il trasporto associato) su base
periodica (la periodicità può essere modificata dall'
home-base), o passando pre-determinate coordinate
x/y, o su richiesta.
Informare il conducente di un cambiamento dei suoi
compiti: cambiamento del luogo di raccolta, consegna,
cambio d'itinerario, ecc.
9.08.22
Disporre di un itinerario verso una destinazione.
5.01.02
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
29
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
5.05.01
5.05.02
5.05.03
5.05.04
5.05.05
9.01.04
9.04.04
9.04.05
9.07.10
9.07.11
9.07.13
9.08.12
9.08.13
9.08.14
5.05.01
9.01.04
8.2.2.2.1
Prepare/Process
information
to/from board
9.07.10
9.07.11
9.07.13
9.08.12
5.01.02
5.05.01
5.05.02
8.2.2.2.2 Manage
Incident
5.05.03
5.05.04
5.05.05
9.04.04
9.04.05
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Scambiare informazioni relative ad un incidente in cui
è coinvolto un DGT (posizione, natura, quantità) con i
sistemi dei servizi di sicurezza e di polizia. [r]
Rilevare il coinvolgimento di un veicolo in un incidente,
determinare la sua posizione e la natura del suo
carico, e generare in automatico una richiesta di aiuto.
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il
reinstradamento dei DGT. [r]
Verificare la conformità alla regolamentazione vigente
della natura e della quantità di merce pericolosa
trasportata.
Consultare a richiesta tutte le informazioni registrate a
bordo del veicolo.
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
incidente e identificare la sua posizione.
Attivare direttamente una chiamata di soccorso verso i
servizi d'urgenza, in caso di incidente.
Prevedere un orario di arrivo.
Comunicare con altri attori: magazzini, dogane,
gestori stradali, forze dell'ordine, ecc.
Localizzare, identificare e seguire lo stato di un
veicolo, di una attrezzatura o di un carico, in ogni
momento.
Memorizzare l'itinerario effettivamente seguito.
Ricevere la segnalazione di ogni variazione
significativa dall'itinerario previsto (per esempio per
indagare su un eventuale furto del veicolo).
Determinare un ritardo in rapporto all'orario previsto
per l'arrivo e comunicarlo al centro di gestione della
flotta.
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Consultare a richiesta tutte le informazioni registrate a
bordo del veicolo.
Prevedere un orario di arrivo.
Comunicare con altri attori: magazzini, dogane,
gestori stradali, forze dell'ordine, ecc.
Localizzare, identificare e seguire lo stato di un
veicolo, di una attrezzatura o di un carico, in ogni
momento.
Memorizzare l'itinerario effettivamente seguito.
Rilevare se il veicolo è coinvolto in un incidente o se
una sua componente è in condizioni critiche per
garantire la sicurezza, o qualunque altra situazione di
emergenza, e quindi inviare in automatico una
richiesta di aiuto.
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Scambiare informazioni relative ad un incidente in cui
è coinvolto un DGT (posizione, natura, quantità) con i
sistemi dei servizi di sicurezza e di polizia. [r]
Rilevare il coinvolgimento di un veicolo in un incidente,
determinare la sua posizione e la natura del suo
carico, e generare in automatico una richiesta di aiuto.
Fornire, in caso di incidente, l'assistenza e il
reinstradamento dei DGT. [r]
Verificare la conformità alla regolamentazione vigente
della natura e della quantità di merce pericolosa
trasportata.
Rilevare che un veicolo è stato coinvolto in un
incidente e identificare la sua posizione.
Attivare direttamente una chiamata di soccorso verso i
servizi d'urgenza, in caso di incidente.
30
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
8.2.2.2.4
Evalutate
Transport
Conditions
9.08.13
9.08.14
5.01.01
5.05.01
9.01.01
9.01.02
9.01.04
9.04.03
9.04.05
9.07.11
8.3 Manage
Vehicle/ Driver/
Cargo/ Equipment
9.07.12
9.08.07
9.08.13
9.08.22
9.08.25
9.08.36
9.08.40
9.08.46
8.3.1 Manage Task
and Transport
Order
9.01.01
9.07.12
9.08.22
9.08.25
9.08.40
Ricevere la segnalazione di ogni variazione
significativa dall'itinerario previsto (per esempio per
indagare su un eventuale furto del veicolo).
Determinare un ritardo in rapporto all'orario previsto
per l'arrivo e comunicarlo al centro di gestione della
flotta.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Controllare l'insieme dei dati relativi alla merce nel
contenitore o sul veicolo.
Registrare l'insieme dei dati amministrativi riguardanti
il veicolo, tenuti a bordo dello stesso. La sicurezza dei
dati e la loro integrità dovranno essere garantiti
(autorizzazione).
Consultare a richiesta tutte le informazioni registrate a
bordo del veicolo.
Identificare la posizione del veicolo e attivare una
chiamata di soccorso ai servizi di emergenza, su
comando di un occupante del veicolo.
Attivare direttamente una chiamata di soccorso verso i
servizi d'urgenza, in caso di incidente.
Comunicare con altri attori: magazzini, dogane,
gestori stradali, forze dell'ordine, ecc.
Proporre un itinerario alternativo adatto,
nell'impossibilità di intraprendere l'itinerario
originariamente scelto.
Disporre di una comunicazione vocale fra un veicolo e
il centro di gestione della flotta.
Ricevere la segnalazione di ogni variazione
significativa dall'itinerario previsto (per esempio per
indagare su un eventuale furto del veicolo).
Disporre di un itinerario verso una destinazione.
Permettere la comunicazione (vocale e/o di dati) fra i
conducenti e la stessa compagnia.
Ricevere un segnale acustico e/o visivo quando arriva
a bordo un messaggio di comunicazione mobile in
formato dati.
Fornire automaticamente all' home-base o una terza
parte autorizzata (mandante, spedizioniere,
consegnatario, destinatario, operatore del trasporto
combinato e/o autorità) la posizione del veicolo
(considerando anche il trasporto associato) su base
periodica (la periodicità può essere modificata dall'
home-base), o passando pre-determinate coordinate
x/y, o su richiesta.
Memorizzare a bordo, visualizzare e/o descrivere i
percorsi ottimi connessi alle rotte più spesso usate,
per evitare nuovi tempi di calcolo e costi di
trasmissione.
Controllare l'insieme dei dati relativi alla merce nel
contenitore o sul veicolo.
Proporre un itinerario alternativo adatto,
nell'impossibilità di intraprendere l'itinerario
originariamente scelto.
Disporre di un itinerario verso una destinazione.
Permettere la comunicazione (vocale e/o di dati) fra i
conducenti e la stessa compagnia.
Fornire automaticamente all' home-base o una terza
parte autorizzata (mandante, spedizioniere,
consegnatario, destinatario, operatore del trasporto
combinato e/o autorità) la posizione del veicolo
(considerando anche il trasporto associato) su base
periodica (la periodicità può essere modificata dall'
home-base), o passando pre-determinate coordinate
x/y, o su richiesta.
31
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
9.08.46
9.01.01
9.07.12
9.08.22
9.08.25
8.3.1.4 Monitor
Operational Task
9.08.40
9.08.46
8.3.1.4.1 Ask For
a New Task
Order
8.3.1.4.3 Check
Client Profile and
Constraints
Permettere la comunicazione (vocale e/o di dati) fra i
conducenti e la stessa compagnia.
9.08.22
Disporre di un itinerario verso una destinazione.
9.08.40
9.08.46
5.01.01
5.05.01
8.3.2 Monitor
Resources
9.01.01
9.01.02
9.01.04
9.04.03
8.3.2.1 Monitor
Driver
Disporre di un itinerario verso una destinazione.
Permettere la comunicazione (vocale e/o di dati) fra i
conducenti e la stessa compagnia.
Fornire automaticamente all' home-base o una terza
parte autorizzata (mandante, spedizioniere,
consegnatario, destinatario, operatore del trasporto
combinato e/o autorità) la posizione del veicolo
(considerando anche il trasporto associato) su base
periodica (la periodicità può essere modificata dall'
home-base), o passando pre-determinate coordinate
x/y, o su richiesta.
Memorizzare a bordo, visualizzare e/o descrivere i
percorsi ottimi connessi alle rotte più spesso usate,
per evitare nuovi tempi di calcolo e costi di
trasmissione.
9.08.25
9.08.22
8.3.1.4.4 Prepare
Trip/Route
Memorizzare a bordo, visualizzare e/o descrivere i
percorsi ottimi connessi alle rotte più spesso usate,
per evitare nuovi tempi di calcolo e costi di
trasmissione.
Controllare l'insieme dei dati relativi alla merce nel
contenitore o sul veicolo.
Proporre un itinerario alternativo adatto,
nell'impossibilità di intraprendere l'itinerario
originariamente scelto.
9.01.02
9.01.04
Disporre di un itinerario verso una destinazione.
Fornire automaticamente all' home-base o una terza
parte autorizzata (mandante, spedizioniere,
consegnatario, destinatario, operatore del trasporto
combinato e/o autorità) la posizione del veicolo
(considerando anche il trasporto associato) su base
periodica (la periodicità può essere modificata dall'
home-base), o passando pre-determinate coordinate
x/y, o su richiesta.
Memorizzare a bordo, visualizzare e/o descrivere i
percorsi ottimi connessi alle rotte più spesso usate,
per evitare nuovi tempi di calcolo e costi di
trasmissione.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Controllare l'insieme dei dati relativi alla merce nel
contenitore o sul veicolo.
Registrare l'insieme dei dati amministrativi riguardanti
il veicolo, tenuti a bordo dello stesso. La sicurezza dei
dati e la loro integrità dovranno essere garantiti
(autorizzazione).
Consultare a richiesta tutte le informazioni registrate a
bordo del veicolo.
Identificare la posizione del veicolo e attivare una
chiamata di soccorso ai servizi di emergenza, su
comando di un occupante del veicolo.
Registrare l'insieme dei dati amministrativi riguardanti
il veicolo, tenuti a bordo dello stesso. La sicurezza dei
dati e la loro integrità dovranno essere garantiti
(autorizzazione).
Consultare a richiesta tutte le informazioni registrate a
bordo del veicolo.
32
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
8.3.2.1.1 Monitor
Social Regulation
Status
9.01.02
9.01.04
9.01.01
8.3.2.2 Monitor
Vehicle
9.04.03
5.01.01
8.3.2.3 Monitor
Cargo
5.05.01
9.01.01
9.01.01
8.3.3 Comply with
Regulation
9.01.02
9.07.11
8.3.4 Provide
Acess to comfort
Service
9.08.07
9.08.25
9.08.36
Registrare l'insieme dei dati amministrativi riguardanti
il veicolo, tenuti a bordo dello stesso. La sicurezza dei
dati e la loro integrità dovranno essere garantiti
(autorizzazione).
Consultare a richiesta tutte le informazioni registrate a
bordo del veicolo.
Controllare l'insieme dei dati relativi alla merce nel
contenitore o sul veicolo.
Identificare la posizione del veicolo e attivare una
chiamata di soccorso ai servizi di emergenza, su
comando di un occupante del veicolo.
Lanciare una richiesta d'aiuto su richiesta di uno degli
occupanti di un veicolo o coinvolto o testimone di un
incidente.
Localizzare ed identificare la natura e la quantità di
materiali pericolosi trasportati da veicoli, contenitori,
ecc., all'interno di una predefinita zona d'interesse.
Controllare l'insieme dei dati relativi alla merce nel
contenitore o sul veicolo.
Controllare l'insieme dei dati relativi alla merce nel
contenitore o sul veicolo.
Registrare l'insieme dei dati amministrativi riguardanti
il veicolo, tenuti a bordo dello stesso. La sicurezza dei
dati e la loro integrità dovranno essere garantiti
(autorizzazione).
Comunicare con altri attori: magazzini, dogane,
gestori stradali, forze dell'ordine, ecc.
Disporre di una comunicazione vocale fra un veicolo e
il centro di gestione della flotta.
Permettere la comunicazione (vocale e/o di dati) fra i
conducenti e la stessa compagnia.
Ricevere un segnale acustico e/o visivo quando arriva
a bordo un messaggio di comunicazione mobile in
formato dati.
Tabella 14 – Matrice di correlazione Ambito funzionale 8 “Manage freight and fleet operations”
4.4 Identificazione dei “terminatori”.
La lista completa dei terminatori presenti all’interno dell’architettura ARTIST è riportata nella
Tabella 15.
Acronimo
terminat.
Acronimo
sottoterminatore.
Nome Terminatore
(inglese)
Nome Terminatore
(italiano)
ae
Ambient Environment
Ambiente
au
Archive User
Utente di Archivi
bti
Bridge/Tunnel Infrastructure
Infrastruttura Ponte/Galleria
cc
Consignor/Consignee, Principal and
Freight Forwarder
Consegnatario/Destinatario,
Commissionario e Spedizioniere
cc.c
Consignee
Destinatario
cc.fs
Consignor Freight Shipper
Consegnatario/Agente
cc.p
Principal
Commissionario
cc.ff
Freight Forwarder
Spedizioniere
Driver
Conducente
d
d.e
d.fvd
d.hfvd
d.pr
d.ptd
dt
Emergency Vehicle Driver
Conducente Veicoli d'Emergenza
Freight Vehicle Driver
Conducente Veicolo Trasporto Merci
Hazardous Freight Vehicle Driver
Conducente Veicolo Trasporto Merci
Pericolose
Private Driver
Conducente Privato
Public Transport Driver
Conducente Trasporto Pubblico
Dynamic Traveler
Viaggiatore Dinamico
33
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
es
Emergency Systems
Sistemi di Emergenza
External Service Provider
Fornitore Servizi Esterni
Broadcaster
Broadcaster
esp.bsp
Bookable Service Provider
Fornitore Servizi di Prenotazione
esp.fms
Freight Matching Service on web
Borsa Noli ed Intermediazione
Commerciale
esp.fsra
Freight Storage Renting Agency
Agenzia Prenotazione Spazi per le Merci
esp.g
Geographic Information Provider
Fornitore Informazioni Geografiche
General Information Provider
Fornitore Informazioni Generiche
esp
esp.b
esp.gip
esp.lp
Locator Provider
Fornitore Localizzazione
Multi-Modal Travel Information
Provider
Fornitore Informazioni Spostamenti
Multimodali
esp.peo
Planned Event Organiser
Organizzatore di Eventi Programmati
esp.ttip
Traffic and Travel Information Provider
Fornitore Informazioni Traffico e
Spostamenti
esp.vra
Vehicle Renting Agency
Agenzia Noleggio Veicoli
esp.mmtip
fc
feq
Financial Clearinghouse
Financial Clearinghouse
Freight Equipment
Container merci
lds
Location Data Source
Sorgente Dati Localizzazione
lea
Law Enforcement Agency
Agenzia controllo Legalità
Multimodal Interchange Management
Organisation
Organizzazione Gestione nodo Multimodale
mim
mms
Multi-Modal System
Sistema Multimodale
mms.mmc
Multi-Modal Crossing
Multi-Modal Crossing
mms.mms
Multimodal Management System
Sistema Gestione Multimodale
mms.omfs
Other Mode Freight System
Sistemi Trasporto Merci altri modi
mo
o
Maintenance Organisation
Organismo per la Manutenzione
Operator
Operatore
o.eo
Emergency Operator
Operatore Servizi d'Emergenza
o.flo
Fleet Manager
Gestore Flotta
o.fro
Freight Operator
Operatore Trasporto Merci
o.po
Parking Operator
Operatore Parcheggi
o.pto
Public Transport Operator
Operatore Trasporto Pubblico
o.rno
Road Network Operator
Operatore Rete Stradale
o.tco
Travel Coordination Operator
Operatore Coordinamento Spostamenti
o.tio
Traveller Information Operator
Operatore Informazioni ai viaggiatori
o.to
oa
pia
pia.c
pia.so
Toll Operator
Operatore Pedaggio
Other Archives
Altri Archivi
Public Interest Agency
Agenzia di interesse pubblico
Customs
Agenzia delle Dogane
Sanitary Office
Ufficio Sanitario
rp
Road Pavement
Pavimentazione Stradale
rrs
Related Road System
Sistemi connessi al Trasporto Stradale
t...
To ... (refer to naming rule)
A ...(vedi regole di nomenclatura)
Traveller
Viaggiatore
t
t.cp
Car-Pooler
Car Pooler
t.cy
Cyclist
Ciclista
t.p
Pedestrian
Pedone
Public Transport Passenger
Passeggero Trasporto Pubblico
t.ptp
Static Traveller
Viaggiatore Statico
tra
t.st
Transport Authorities
Autorità di Trasporto
tp
Transport Planner
Pianificatore del Trasporto
34
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
trfc
v
v.ev
v.fv
v.hfv
v.p
v.ptv
ws
Traffic
Traffico
Vehicle
Veicolo
Emergency Vehicle
Veicolo di Emergenza
Freight Vehicle
Veicolo Trasporto Merci
Hazardous Freight Vehicle
Veicolo Trasporto Merci Pericolose
Private Vehicle
Veicolo privato
Public Transport Vehicle
Veicolo Trasporto Pubblico
Weather Systems
Sistemi Meteorologici
Tabella 15 – Elenco dei terminatori dell’architettura ARTIST
A partire dalla tabella completa dei Terminatori ARTIST, sono stati identificati i Terminatori da
selezionare per il Progetto ITS “Trinacria Sicura” riassunti nella Tabella 16.
Acronimo
terminat.
Acronimo
sottoterminatore.
Nome Terminatore
(inglese)
Nome Terminatore
(italiano)
ae
Ambient Environment
Ambiente
au
Archive User
Utente di Archivi
cc
Consignor/Consignee, Principal and
Freight Forwarder
Consegnatario/Destinatario,
Commissionario e Spedizioniere
cc.p
Principal
Commissionario
cc.c
Consignee
Destinatario
cc.ff
Freight Forwarder
Spedizioniere
Driver
Conducente
d
d.e
d.hfvd
es
esp
esp.g
esp.lp
esp.peo
Emergency Vehicle Driver
Conducente Veicoli d'Emergenza
Hazardous Freight Vehicle Driver
Conducente Veicolo Trasporto Merci
Pericolose
Emergency Systems
Sistemi di Emergenza
External Service Provider
Fornitore Servizi Esterni
Geographic Information Provider
Fornitore Informazioni Geografiche
Locator Provider
Fornitore Localizzazione
Planned Event Organiser
Organizzatore di Eventi Programmati
lds
Location Data Source
Sorgente Dati Localizzazione
lea
Law Enforcement Agency
Agenzia controllo Legalità
mo
Maintenance Organisation
Organismo per la Manutenzione
Operator
Operatore
o
o.eo
Emergency Operator
Operatore Servizi d'Emergenza
o.flo
Fleet Manager
Gestore Flotta
o.fro
Freight Operator
Operatore Trasporto Merci
o.rno
Road Network Operator
Operatore Rete Stradale
oa
Other Archives
Altri Archivi
pia
Public Interest Agency
Agenzia di interesse pubblico
pia.so
tra
Sanitary Office
Ufficio Sanitario
Transport Authorities
Autorità di Trasporto
tp
Transport Planner
Pianificatore del Trasporto
v
Vehicle
Veicolo
v.ev
Emergency Vehicle
Veicolo di Emergenza
v.hfv
Hazardous Freight Vehicle
Veicolo Trasporto Merci Pericolose
Tabella 16 – Elenco dei terminatori per il progetto “Trinacria sicura”
35
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
In Tabella 17, la stessa lista è riordinata, in modo da riportare per primi i ruoli corrispondenti
ai Referenti Primari, Intermedi e Finali del Progetto ITS , ed in seguito i ruoli degli altri
componenti che devono fornire input al sistema ITS “Trinacria Sicura” o riceverne output.
Terminat.
sotto-term.
ae
Nome
Terminatore
(italiano)
Ambiente
au
Utente di Archivi
cc
Consegnatario/Desti
natario,
Commissionario e
Spedizioniere
cc.p
Commissionario
cc.c
Destinatario
cc.ff
d
Spedizioniere
Input verso ITS:
Output ricevuti da ITS:
Informazioni su specifici
problemi ambientali
Orientato all’elaborazione di
statistiche. Utente autorizzato
(Regione, società di
autotrasporto, ecc..) con
opportune restrizioni per
privacy
Sorgente della spedizione
Merci pericolose
Indicazioni su
programmazione delle
spedizioni
Indicazioni su
programmazione delle
spedizioni
Società di autotrasporto
merci pericolose
Indicazioni su
programmazione delle
spedizioni
Colloquio con i conducenti
dei mezzi
Indicazioni su
programmazione delle
spedizioni
Indicazioni sull’avvenuta
consegna
Orario di consegna e sue
eventuali variazioni
Società di autotrasporto
merci pericolose
Localizzazione della flotta dei
mezzi
Colloquio con i conducenti dei
mezzi
Conducente
d.e
Conducente Veicoli
d'Emergenza
d.hfvd
Conducente Veicolo
Trasporto Merci
Pericolose
Sistemi di
Emergenza
es
Colloquio con sistema di
emergenza
Colloquio con società di
autotrasporto
Informazioni su traffico e
incidenti
Informazioni relative allo
stato del carico e del
mezzo
Informazioni su incidenti
Informazioni sullo stato
dell’incidente
Colloquio con società di
autotrasporto
Informazioni generali su
viabilità, event straordinarii,
ecc..
Informazioni sul percorso da
seguire e eventuali variazioni
Segnalazione di incidenti di
rimando dai veicoli di
trasporto
Fornitore Servizi
Esterni
esp
esp.g
Fornitore
Informazioni
Geografiche
esp.lp
Fornitore
Localizzazione
esp.peo
Organizzatore di
Eventi Programmati
Iinformazioni geografiche
da database cartografici, o
parte
"grafica"
di
un
repository
di
localizzazione.
Localizzazioni che non sono
nè forniti standard per un
database cartografico nè
esclusivamente utilizzati
dal Sistema: un qualunque
dato alfanumerico in un
database di localizzazione
che è associato ad uno
degli oggetti geografici del
database cartografico del
repository.
manifestazioni, eventi
pubblici, ecc.. con impatto
sul trasporto delle merci
36
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
Sorgente Dati
Localizzazione
Informazione sulla
posizione dei mezzi
lea
Agenzia controllo
Legalità
Autorità preposta a
garantire il rispetto
delle leggi, delle norme
e delle regole vigenti.
Informazioni su quadro
normativo
mo
Organismo per la
Manutenzione
Lavori pianificati/ in corso
alle infrastrutture di
trasporto
lds
o
Operatore
o.eo
o.flo
o.fro
o.rno
Operatore Servizi
d'Emergenza
Chiamate di emergenza
Gestore Flotta
Società di autotrasporto
merci pericolose
Colloquio con conducenti
Indicazione sorgente e
destinazione delle
spedizioni di merci
pericolose
Indicazioni su
programmazione delle
spedizioni
Operatore Trasporto
Merci
Società che utilizza il
sistema di trasporto
merci pericolose
Generazioni ordini di
trasporto
Operatore Rete
Stradale
oa
Altri Archivi
pia
Agenzia di interesse
pubblico
pia.so
tra
Informazione sulla posizione
dei mezzi
Autorità preposta a
garantire il rispetto delle
leggi, delle norme e delle
regole vigenti
Informazioni su infrazioni e
identità del soggetto che
opera l’infrazione
Ufficio Sanitario
Autorità di
Trasporto
tp
Pianificatore del
Trasporto
v
Veicolo
Colloquio con mezzi di
emergenza
Società di autotrasporto
merci pericolose
Colloquio con conducenti
Indicazione dei percorsi e
degli orari
Informazione di localizzazione
dei mezzi
Informazioni di traffico,
viabilità
Società che utilizza il
sistema di trasporto merci
pericolose
Informazioni sul trasporto
(orari, itinerario, criticità.
ecc.)
Operatore responsabile del
sistema stradale
Informazioni sulla viabilità,
interruzioni, lavori in corso,
ecc.
Dati non trasportistici
(Polizia e sicurezza, salute,
ecc.) e dati di trasporto
che provengono da altri
ITS.
Informazioni su verifiche
sanitarie di salvaguardia
dell’interesse pubblico
Rilascio autorizzazioni
Organismi istituzionali a
livello geografico: Ministero
delle Infrastrutture e dei
Trasporti, Comuni, Consigli
Regionali,
Provinciali,
Prefetture, ecc.
Strategie o politiche di
trasporto: costruzione di
infrastrutture; eventi
eccezionali: blocco della
circolazione per
superamento della soglia di
inquinamento
Informazioni ottenute dal
Sistema per variazioni di
pianificazione alla struttura
della rete di trasporto di
interesse
37
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
v.ev
Veicolo di
Emergenza
Chiamate di emergenza
v.hfv
Veicolo Trasporto
Merci Pericolose
Informazioni sul percorso
Informazioni di controllo
Informazioni sullo stato del
veicolo e del carico
Informazioni sulla posizione
Allarmi
Tabella 17 – Elenco dei terminatori con input ed output per il progetto “Trinacria sicura”
4.5 Tracciamento del “Diagramma di contesto”.
In base alle scelte sopra effettuate, il Diagramma di Contesto per il Progetto “Trinacria sicura”
è mostrato in Figura 2.
Pianific.
del
trasporto
Veicolo
Autorità di
trasporto
Ambiente
To
Agenzia
interesse
pubblico
To/From
From
From
From
Altri
archivi
From
Utente
di Archivi
To
ITS
TRINACRIA
SICURA
Commiss.
Spedizi.
Destin.
To/From
To/From
To/From
Operatore
To/From
Organismo
manutenz.
Conducente
To/From
From
From
To
Sistemi di
emergenza
Agenzia
controllo
legalità
Sorgente
dati
localizz.
Fornitore
servizi
esterni
Figura 2 – Diagramma di contesto del progetto Trinacria sicura”
38
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
4.6 Individuazione delle basi di dati e degli archivi
Come ogni buon sistema di gestione di gestione, i sistemi di trasporto intelligenti devono
essere forniti di basi di dati da cui prelevare informazioni utili in generale al corretto
funzionamento del sistema. Tali informazioni sono disponibili solo in determinate sedi, tali da
garantire correttezza e riservatezza dei dati, ad esempio potranno contenere informazioni
confidenziali del cliente, oppure dati relativi al servizio stesso a cui non è permesso accedere.
Tra quelle proposte da ARTIST sono state ritenute adeguate al progetto in questione le basi di
dati indicate in Tabella 18.
NUM
2.2
NOME
CARATTERISTICHE
Incident and
emergency data
store
Contiene tutte le informazioni registrate per le operazioni relative alla
movimentazione merci. Le categorie di dati che sono memorizzate possono
includere:transazioni, bisogni e ordini del cliente, fornitore della flotta e
disponibilità di mezzi, necessità del centro di gestione delle merci e degli ordini,
proposta del fornitore e contratto, fatture del fornitore della flotta, pagamento
del centro di gestione delle merci, richiesta di dichiarazione doganale e
notificazione, dichiarazione e notifica del trasporto di merci pericolose,
documenti ufficiali relativi al trasporto, condizioni del carico, danni,
ottimizzazione, transazioni nelle aree di deposito
3.1
Traffic and
strategy data
store
3.7
Road static data
store
5.2
Operational data
8.1
Consignment
8.2
Resurces
Contiene dati relativi ai flussi di traffico per la rete stradale, i dati del
parcheggio, e i dati di occupazione delle aree di servizio.
Contiene i dati relativi alle strategie utilizzate all’interno della rete stradale,
in modo da poter valutare le ripercussioni sul traffico di una strategia
utilizzata.
I dati sono suddivisi in quattro sezioni
1 - Dati relativi alla rete stradale
2 - Dati relativi ai parcheggi
3 - Dati relativi all’occupazione aree di servizio
4 - dati relativi alle strategie
Ogni parte può contenere fino atre sotto insiemi di dati storici, correnti e
previsti.
I dati reali nella sezione della
rete stradale possono contenere i seguenti elementi: data, ora,
localizzazione, flusso, velocità, occupazione, coda.
E’ presente un insieme dei suddetti dati per ogni luogo della rete stradale
dove sono stati rilevati all’interno di ogni insieme ci sono dati correnti che
storici.
Contiene I dati di traffico della rete stradale gestita dal sistema.
I dati trattano la disposizione e la configurazione reale della rete stradale. Il
data base può includere i seguenti elementi:tipo di strada, luogo di inizio e
fini, lunghezza, numero, corsie, carreggiate, restrizioni sui vari tipi due veicoli
che la usano, limiti di velocità, lista operatori e servizi associati che lavorano
nell’area interessata. Alcuni dei dati possono anche essere forniti ai veicoli al
fini di informare e guidare il conducente.
Contiene i dati necessari alle funzioni dell’area stessa.
Contiene tutti i dati che riguardano il conducente il veicolo e il comportamento
nel traffico.
Contiene tutte le informazioni registrate per le operazioni relative alla
movimentazione delle merci.
Le categorie di dati memorizzati possono includere:transazioni, bisogni e ordini
del cliente, proposta a contratto, centro di fatturazione, pagamento del cliente,
fornitore della flotta, disponibilità dei mezzi, necessita del centro di gestione
delle merci e ordini, proposta del fornitore della flotta e contratto, fatture del
fornitore della flotta pagamento del centro di gestione delle merci, richiesta di
dichiarazione doganale e notifica, dichiarazione e notifica di trasporto merci
pericolose, documenti ufficiali relativi al trasporto, condizioni del carico, danni,
transazione nelle aree di deposito.
Contiene tutte le informazioni memorizzate inerenti le operazioni della flotta:
Le categorie dei dati memorizzati comprendono:transazioni della flotta, ordini e
requisiti del centro merci, proposta di contratto del fornitore della flotta
fornitore, pagamento della merce, documenti operativi di trasporto, descrizione
del viaggio, descrizione itinerario, stato del carico e condizioni del trasporto,
39
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
8.3
On board data
base
analisi di ottimizzazioni, identificazione del veicolo, descrizione e programma…..
Contiene tutte le informazioni registrate durante il viaggio, a bordo di un
veicolo adibito al trasporto merci.
Le categorie di dati registrati possono essere le seguenti:ordini di trasporto con
registrazione eventi associati, compiti con registrazione degli eventi associati,
documenti contrattuali, descrizione risorse del viaggio, id conducente e
caratteristiche, id veicolo e caratteristiche, elenco della merce e caratteristiche,
elenco delle attrezzature e caratteristiche registrazione di data /posizione,
registrazione eventi associati alle risorse, registrazione eventi associati alla
regolamentazione, registrazione incidenti, registrazione emergenze,
registrazioni dati del conducente, registrazione dati del veicolo, del carico dei
dati delle attrezzature, dei data di regolamentazione, di operazione di
pagamento, di rilevazione e notifica frodi/violazioni.
Tabella 18 – Basi di date selezionate per il progetto “Trinacria sicura”
4.7 Tracciamento dei “Data Flow Diagram”
Lo step successivo dell’architettura logica considera i vari tipi di messaggi scambiati e i percorsi
che i vari flussi di dati seguono.
In particolare, per ogni funzione è possibile individuare messaggi in ingresso e messaggi di
uscita alla stessa. La struttura di un generico messaggio è cosi fatta:
<ambito funzionale mittente>.<ambito funzionale destinatario>-<tipo di messaggio>.
Nel caso in cui sia il destinatario che il mittente sono terminatori la struttura del messaggio
sarà cosi composta:
f<acronimo terminatore >.t<ambito funzionale destinatario>-<tipo di messaggio>
dove la f sta per from e la t per to.
Anche
i messaggi come per tutti gli elementi architetturali sono già definiti e impostati, la
libertà del progettista è quella di ometterli o considerarli nei data flow diagram (DFD).
I messaggi prodotti in questa fase sono riportati nella tabella sottostante.
La scelta è stata quella che per ogni funzione sono considerati messaggi in ingresso e in uscita.
La Tabella 19 riporta i messaggi definiti nel progetto “Trinacria sicura”.
FUNZIONE
2.1
Manage
Emergencies
2.1.2
Manage
Emergency
Intervention
2.1.2.1
Identify and
Classify
Emergencies
2.1.2.3
Plan Emergency
Intervention
2.1.2.4
Process
MESSAGGI IN
-mffo.psef_incident_ notification
-mt.psef_incident_ notification
-mt.psef_incident_ notification
-mffo.psef_incident_ notification
-mffo.psef_incident_ notification
-mt.psef_incident_ notification
-padas.psef_vehicle_ data
-padas.psef_vehicle_ position
-psef_emergency_id_ for_reclassification
-fes-intervation_ answer
- -psef_emergency_id_ for_
planning
-fes-emergency_ progress_ report
-psef_emergency_ id_for_processing
MESSAGGI OUT
- psef.mffo_
incident_notification_acknowledgment
- psef.mt_emergency_request
- psef.mt_incident
- psef.padas_call_ acknowledgment
- psef.padas_road_assistance
- psef.mffo_
incident_notification_acknowledgment
- psef.mt_incident
- psef.padas_call_ acknowledgment
- tes- emergency_or_incident_ notificati
- psef.padas_call_ acknowledgment
- psef_emergency_id_for_ planning
-
psef.mt_emergency_route_ request
psef_emergency_id_for_ processing
tes- intervention_request
psef.mffo_ incident_
notification_acknowledgment
40
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
Emergency
Progress Reports
3.1
Provide Traffic
Control
3.1.5
Provide Traffic
Management
Facilities
3.2
Manage Incidents
3.2.1
Detect Incidents
3.2.3
Assess Incidents
and Determine
Responses
5.6
Provide DriverVehicle Interaction
5.7
Provide VehicleTelematics
Integration
5.7.1
Provide VehicleInfrastructure
Communication
5.8
Integrate Vehicle
in Traffic System
5.8.4
Provide Road
Assistance
8.1
Manage Logistics
and Freight
8.1.3
Control
Freight/Cargo
Operations
8.2
Manage
Commercial Fleet
8.2.1
Manage Fleet
Business
Transactions
8.2.2
Manage Fleet
-fo.rno-traffic_ commands
-mt_traffic_incident_ request
-psef.mt_emergency_ request
-
psef.mt_incident_data_update
psef.padas_call_full acknowledgment
psef_emergency_id_for_ re_planning
psef_emergency_id_for_re- classification
tes- global_progress_report
mt.padas_traffic_autput_data
mt_data_for_incident_detection
td- traffic_commands
to.rno- traffic_responses
-fo.rno-traffic_commands
-mt_traffic_incident_ request
-psef.mt_emergency_ request
- td- traffic_commands
- to.rno- traffic_responses
-fesp.peo_event_data
-fo.rno-incident_input
-mt_data_for_incident_ detection
-psef.mt_indcident
- mt.padas_incident_information
- mt_traffic_incident_request
- to.rno- incident_autput
-ftrfc-presents_indication
- psef.mt_incident_ data_update
- fd- data_HMI
-
mt.mffo_incident_information
mt.padas_incident_information
mt.psef_incident_notification
mt_incident_strategy_request
mt_incident_warning_ commands
- td- data_HMI
- ftrfc- data_vehicle
- mffo.padas_ffm_ specic_data
- mt.padas_incident_ information
- padas.mffo- vehicle_data
- ttrfc- data_vehicle
- mffo.padas- vehicle_data
- mt.padas_incident_ information
- psef.padas_vehicle_ information
- padas.mffo- vehicle_data
- mt.padas_traffic_ autput_data
- psef.padas_call_ acknowledgment
- psef.padas_call_full_
acknowledgment
- psef.padas_road_ assistance
- fcc.p- freigth- transaction- data
- flea- answer_on_
hazardous_good_transpors
- fo.fro- input_data
- fpia.c- custom_ acknowledgment
- mffo_fleet_data
- fcc.p- status_request
- fo.fro- input_data
- mffo_fleet_ operational_information
- mffo_freight_status
- mffo_read_ consignment_data
- fo.flo- input_data
- mffo_freight_data
- mffo_rsc_client_profile
- mffo_rsc_operational_ information
- mffo_rsc_transfer_data
- mffo_rsc_incident_ notification__
acknowledgment
- fo.flo- input_data
- mffo_answer_on_fleet_
resources_availability
- mffo_freight_data
- mffo_operations_ response
- fo.flo- input_data
- mffo_operations_ request
- padas.psef_vehicle_data
- padas.psef_vehicle_position
-
mffo_freight_data
tcc.p_cargo_status
tcc.p- freight_transaction_data
tlea- request_for_hazardous_ good_ transpors
to.fro_autput_data
tpia.c- custom_declaration
-
mffo_freight_status_reques
mffo_load_consignment_data
tcc.p_cargo_status
to.fro_autput_data
-
mffo.psef_incident_notification
mffo_fleet_data
mffo_mgm_transfer_data
to.flo- autput_data
- mffo_fleet_data
- mffo_operations_request
- to.flo- autput_data
- mffo.psef_incident_notification
- mffo_mgm_operational_ information
41
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
Operations
8.2.2.1 Plan &
Prepare Fleet
Operations
8.2.2.1.1
Elaborate and
Store Operational
Trip and Load
Plane
8.2.2.1.2
Determinate
Compliant and
Resources
8.2.2.1.3
Prepare and
Deliver
Operational
Transport
Document
8.2.2.2
Control and
Monitor Fleet
Operations
8.2.2.2.1
Prepare/Process
information
to/from board
8.2.2.2.2
Manage Incident
8.3
Manage Vehicle/
Driver/ Cargo/
Equipment
8.3.1
Manage Task and
Transport Order
8.3.1.4
Monitor
Operational Task
-
mffo_rsc_client_profile
mffo_rsc_operational _information
mffo_rsc_transfer_data
mffo_rsc_incident_ notification__
acknowledgment
- fo.flo- input_data
- mffo_request_for_
fleet_resurces_availability
- mffo_request_for_
freight_preparation
- mffo_vehicle_ equipment_data
- mt.mffo_incident_ information
- fo.flo- input_data
- mffo_request_for_
freight_preparation
- mffo_request_for_
route_optimisation
- mffo_resources_
allocation_confirmation
- mffo_situation_request
mt.mffo_incident_information
- fo.flo_autput_data
- mffo_request_for_ fleet_resurces
- mffo_request_for_
resources_availability
- mffo_request_for_
resources_allocation
- mffo_vehicle_ equipment_data
- fo.flo_input_data
- mffo_read_resources_ data
- mffo_request_for_
client_profile_constraints
- mffo_request_for_
document_preparation
- mffo_request_for_ task_order
- mffo_task_order_ acknowlegment
- fo.flo_input_data
- mffo_read_resources_ data
- mffo_request_for_ fleet_control
- mffo_rsc_client_profile
- mffo_rsc_operational_ information
- mffo_rsc_transfer_data
-
fo.flo_input_data
mffo_end_of_ incident_handling
mffo_incident_ instruction
mffo_read_resources_ data
mffo_rsc_client_profile
mffo_request_for _fleet_control
- fo.flo- input_data
- mffo_board_incident_ information
- mffo_incident_ handling
- mffo_read_resurces _data
- psef.mffo_incident_ notification_
acknowlegment
- flds- freight_vehicle_ position
- mffo_mgm_ operational_
information
- mffo_mgm_request
- mffo_mgm_transfer_ data
- mffo_mgm_ operational
_information
- mffo_mgm_operation_
status_request
- mffo_answer_for_ client_
profile_and_constraints
- mffo_answer_on_
route_optimisation
- mffo_mgm_
operational_information
- mffo_mgm_task_ status_request
-
mffo_mgm_request
mffo_mgm_transfer_data
mffo_operation_response
to.flo- autput_data
- mffo_ answer_on_fleet_ resources_
availability
- mfffo_request_for_fleet_control
- mffo_statutory_transport_ document
- mffo_vehicle_equipment_ request
- to.flo- autput_data
-
mffo_answer_on_client_profile_ constrains
mffo_answer_for_route_ optimisation
mffo_request_for_document_ preparation
mffo_request_for_resurces_ allocation
mffo_situation_response
to.flo_autput_data
-
mffo_answer_on_fleet_ resources_ availability
mffo_resources_allocation_ confirmatiuon
mffo_vehicle_equipment_ request
to.flo- autput_data
-
mffo_load_resurces_data
mffo_mission
mffo_request_for_fleet_control
mffo_statutory_transport_ document
mffo_task_order_proposed
to.flo_autput_data
-
mffo.psef_incident_notification
mffo_load_resurces_data
mffo_mgm_operational_ information
mffo_mgm_request
mffo_mgm_transfer_data
to.flo_autput_data
mffo_board_incident_ information
mffo_incident_handling
mffo_load_resources_data
mffo_mgm_operational_ information
mffo_mgm_regulation_status_ request
mffo_mgm_request
mffo_mgm_task_status_request
mffo_vehicle_equipment_data
to.flo_autput_data
-
mffo.psef_incident_ notification
mffo_end_of_incident_ handling
mffo_incident_instruction
mffo_load_resources_data
to.flo_autput_data
- mffo_rsc_operational_ information
- mffo_rsc_regulation_information
- mffo_rsc_ transfer_data
- mffo_rsc_client_profile
- mffo_rsc_task_status
- mffo_request_for_client_
profile_
and_constraints
- mffo_request_for_ resources_availability
- mffo_request_on_route_ optimisation
- mffo_request_for_task_
order
- mffo_rsc_task_status
- mffo_task_order_ acknowlegment
42
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
8.3.2
Monitor Resources
-
8.3.2.2
Monitor Vehicle
-
mffo_mission
mffo_task_order_ proposed
fd.fvd- input_data
flds- freight_vehicle_ position
fv.fv- vehicle_sensor_ data
mffo_read_resources_
on_board_data
mffo_mgm_
operational_raw_data_request
padas.mffo- vehicle_data
fd.fvd- input_data
flds- freight_vehicle_ position
mffo_mgm_
operational_raw_data_request
mffo_read_vehicle_ on_board_data
padas.mffo- vehicle_data
-
mffo.padas_ffm_specific_data
mffo_load_resources_on_ board_data
mffo_rsc_event
tcc.p_cargo_status
td.fvd- autput_data
tfeq- autput_data
tv.fv- autput_data
-
mffo.padas- vehicle_data
mffo_load_vehicle_on_ board_data
mffo_rsc_raw_vehicle_ incident_information
mffo_rsc_vehicle_event
td.fvd- autput_data
tv.fv- autput_data
Tabella 19 – Messaggi definiti nel progetto “Trinacria sicura”.
Con l’individuazione delle basi e dei flussi di dati termina l’architettura logica.
5. Definizione dell’Architettura Fisica
Come già affermato nelle presentazione generale il primo approccio all’architettura fisica
prevederebbe il raggruppamento delle funzioni secondo tre principi :
• omogeneità operativo/funzionale e organizzativa, delle funzioni.
• ottimizzazione dei flussi informativi di scambio.
• efficacia operativa.
Tale raggruppamento ha lo scopo di semplificare la successiva fase di assegnazione delle
funzioni ai siti fisici, tuttavia, in questo caso non è stato ritenuto effettuare questa
riclassificazione poiché non sarebbe stata di aiuto nella fase successiva e avrebbe invece
rallentato i tempi del progetto.
5.1 Identificazione dei siti fisici in cui localizzare le funzioni.
I siti fisici individuati nel caso del progetto “Trinacria sicura”, estratti dalla lista di quelli
proposti da ARTIST sono i seguenti:
• Sede Organizzatore Trasporto e Ciclo logistico: è rappresentato dalla sede fisica nella quale
sono localizzati gli uffici dell’Organizzatore del Trasporto e del Ciclo Logistico.
• Sede Società di Gestione: è rappresentato dalla sede fisica nella quale sono localizzati gli
uffici tecnico-operativi, i dispositivi informatici, il personale, di quelle società addette alla
gestione operativa dei servizi.
• Bordo Veicolo: è rappresentato dal mezzo con cui viene eseguito lo spostamento di persone
o di merci, il quale eroga o nel quale sono erogati alcuni servizi utilizzando dispositivi di
comunicazione, di elaborazione e di interfa
• Organismi di Controllo: è rappresentato dalla sede fisica nella quale sono localizzati gli uffici
tecnico-operativi, i dispositivi informatici a supporto, il personale, di quegli enti e quelle
società addette al controllo della gestione dei servizi ed al rispetto delle leggi in vigore.
43
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
Nella tabella 20 sono riportati solo i siti fisici necessari al sistema in questione, con
l’assegnazione di ogni funzione ad almeno un sito fisico.
Sito Fisico
Bordo Veicolo:
è rappresentato dal mezzo con cui
viene eseguito lo spostamento di
persone o di merci, il quale eroga o nel
quale sono erogati alcuni servizi
utilizzando dispositivi di comunicazione,
di elaborazione e di interfaccia utente.
Sede Società di Gestione:
è rappresentato dalla sede fisica nella
quale sono localizzati gli uffici tecnicooperativi, i dispositivi informatici, il
personale, di quelle società addette alla
gestione operativa dei servizi.
Organismi di Controllo:
è rappresentato dalla sede fisica nella
quale sono localizzati gli uffici tecnicooperativi, i dispositivi informatici a
supporto, il personale, di quegli enti e
quelle società addette al controllo della
gestione dei servizi ed al rispetto delle
leggi in vigore
Sede Organizzatore Trasporto e
Ciclo logistico:
Questo sito è rappresentato dalla sede
fisica nella quale sono localizzati gli
uffici dell'Organizzatore
del Trasporto e del Ciclo Logistico.
Funzioni
5.6 Provide Driver- Vehicle Interaction
5.7 Provide Vehicle-Telematics Integration
5.7.1 Provide Vehicle-Infrastructure
Communication
5.8 Integrate Vehicle in Traffic System
5.8.4 Provide Road Assistance
3.1 Provide Traffic Control3.1.5 Provide
Traffic Management Facilities
3.2.1 Detect Incidents
3.2.3 Assess Incidents and Determine
Responses
3.2.5 Provide Incident Management Operator
Interface
8.2.2.2.1 Prepare/Process information
to/from board
8.2.2.2.2 Manage Incident
8.3.1 Manage Task and Transport Order
8.3.1.4 Monitor Operational Task
8.3.2.2 Monitor Vehicle
2.1 Manage Emergencies
2.1.2 Manage Emergency Intervention
2.1.2.1 Identify and Classify Emergencies
2.1.2.2 Manage Incident and Emergency
Information
2.1.2.3 Plan Emergency Interventio
2.1.2.4 Process Emergency Progress Reports
3.2 Manage Incidents
8.1.3 Control Freight/Cargo Operations
8.3 Manage Vehicle/ Driver/ Cargo/
Equipment
8.1 Manage Logistics and Freight
8.2 Manage Commercial Fleet
8.2.1 Manage Fleet Business Transactions
8.2.2.1 Plan & Prepare Fleet Operations
8.2.2 Manage Fleet Operations
8.2.2.2 Control and Monitor Fleet Operations
8.2.2.1.2 Determinate Compliant and
Resources
8.2.2.1.3 Prepare and Deliver Operational
Transport Document
8.2.2.1.1 Elaborate and Store Operational
Trip and Load Plane
8.3.2 Monitor Resources
Tabella 20 – Siti fisici definiti nel progetto “Trinacria sicura”.
5.2 Definizione dei messaggi di livello fisico.
Per quanto riguarda i flussi di dati fisici, la scelta è stata di non aggiungere ulteriori messaggi
rispetto quelli generati a livello logico, ma di riclassificarli, con lo scopo di aggiungere
44
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
l’indicazione da quale sito fisico/terminatore/base di dati, il messaggio aveva origine e
destinazione.
Questa scelta ha lo scopo di semplificare il passo successivo che mira all’identificazione delle
interfacce di comunicazione.
In conclusione, per ogni funzione presente nel progetto sono stati individuati i messaggi in
ingresso e in uscita. Per quelli in ingresso sono considerati i terminatori/siti fisici/basi di dati da
cui questi messaggi provengono. Per quelli in uscita sono presenti i terminatori/siti fisici/basi di
dati verso cui questi messaggi sono diretti.
Successivamente sono riportati tutti gli acronimi di terminatori/siti fisici/basi di dati
contemplati.
• Terminatori
• conducente merci pericolose (d.hfvd)
• servizi di emergenza (Es)
• operatore (o) (NB: per operatore si intende colui che risiede nella sede e società di
gestione,e che è in contatto con il conducente delle merci pericolose).
• fornitore servizi esterni (esp)
• conducente (d)
• commissionario (cc.p)
• spedizioniere (cc.ff)
• agenzia controllo e legalità (lea)
• container merci (feq)
• Basi di dati
• -On board data base (Obd)
• resurces (é una base di dati contemplata in artist, che contiene tutti i dati relativi ai
conducenti,ai mezzi disponibili,e quindi tutte le possibili risorse allocabili per il servizio
offerto) (R)
• Siti fisici
• sede e società di gestione (ssg)
• organismi di controllo (oc)
• sede organizzatore e ciclo logistico (Sotc)
• bordo veicolo (Bv)
La Tabella 21 contiene i messaggi dell’architettura fisica.
FUNZIONE
2.1
MESSAGGI IN
Sito fisico
e/o
terminator
e di
partenza
MESSAGGI OUT
-psef.mffo_
Sito fisico
di
destinazion
e
d.hfvd
45
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
Manage
Emergencies
2.1.2
Manage
Emergency
Intervention
2.1.2.1
Identify and
Classify
Emergencies
2.1.2.3
Plan Emergency
Intervention
2.1.2.4
Process
Emergency
Progress Reports
-mffo.psef_
incident_ notific
ation
-mt.psef_
incident_ n
notification
mt.psef_incident_
notification
-mffo.psef_Inci
dent _notification
-mffo.psef_
incident_
notification
mt.psef_incident_
notification
-padas.psef_
vehicle_ data
-padas.psef_
vehicle_ position
-psef_emergency
_id_ for_reclassification
-fes-intervation_
answer
-psef_
emergency_
iid__for_ planning
-fes-emergency_
progress_ report
-psef_emergency_
id_for_processing
d.hfvd/Bv
d.hfvd/Bv
Ssg/O
Sotc
d.hfvd
Sotc
Sotc
Oc
Es
Oc
Es
Ssg/d.
hfvd
Bv
Bv
Es
Es
3.2.1
Detect Incidents
3.2.3
Assess Incidents
psef.mt_incident_
Es
3.2
Manage
Incidents
Oc
Ssg
O/Ssg
3.1.5
Provide Traffic
Management
Facilities
Es
Ssg/O
Oc
d.hfvd
-fo.rno-traffic_
commands
-mt_traffic_
incident_ request
-psef.mt_emer
gency_ request
-fo.rnotraffic_commands
-mt_traffic_
incident_ request
-psef.mt_
emergency_
request
-fesp.peo_event_
data
-fo.rno-incident_
input
-mt_data_for_
incident_ detection
psef.mt_indcident
-ftrfc-presents_
indication
3.1
Provide Traffic
Control
incident_notification_acknowl
edgment
-psef.mt_emergency_
request
-psef.mt_incident
-psef.padas_call_
acknowledgment
-psef.padas_road_ assistance
-psef.mffo_
incident_notification_acknowl
edgment
-psef.mt_incident
-psef.padas_call_
acknowledgment
-tes-emergency_or_incident_
notificati
-psef.padas_call_
acknowledgment
-psef_emergency_id_for_
planning
Ssg
Es
O/Ssg
-psef.mt_emergency_ route_
request
-psef_emergency_id_for_
processing
-tes-intervention_request
Sotc
-psef.mffo_ incident_
notification_acknowledgment
-psef.mt_incident_data
_update
-psef.padas_call_full_
acknowledgment
-psef_emergency_id_for_
re_planning
-psef_emergency_id_ for_reclassification
-tes-global_progress_ report
-mt.padas_traffic_autpu
t_data
-mt_data_for_incident_
detection
-td-traffic_commands
-to.rno-traffic_responses
-td-traffic_commands
-to.rno-traffic_responses
Sotc
Es
Es
Ssg/O
Oc
Es
Es
Oc
d.hfvd
d.hfvd
O/Ssg
d.hfvd
O
Ssg
Es
Esp
O
-mt.padas_incident_
information
-mt_traffic_incident_ request
-to.rno-incident_autput
Oc
Oc
Oc
O
Es
Bv
-mt.mffo_incident_
information
Sotc
46
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
and Determine
Responses
5.6
Provide DriverVehicle
Interaction
5.7
Provide VehicleTelematics
Integration
5.7.1
Provide VehicleInfrastructure
Communication
5.8
Integrate Vehicle
in Traffic System
5.8.4
Provide Road
Assistance
8.1
Manage Logistics
and Freight
8.1.3
Control
Freight/Cargo
Operations
8.2
Manage
Commercial Fleet
8.2.1
Fleet Business
Transactions
data_update
d.hfvd
-mt.padas_incident_
information
-mt.psef_incident_
notification
-mt_incident_strategy_
request
-mt_incident_warning_
commands
-td-data_HMI
d.hfvd
-ftrfc-data_vehicle
-mffo.padas_ffm_
specic_data
-mt.padas_inciden
t_ information
-mffo.padasvehicle_data
-mt.padas_inciden
t_ information
-psef.padas_
vehicle_
information
-mt.padas_traffic_
autput_data
d.hfvd
Sotc
-padas.mffo-vehicle_data
-ttrfc-data_vehicle
Sotc
d
-padas.mffo-vehicle_data
Sotc
-psef.padas_call_
acknowledgment
-psef.padas_call_
full_
acknowledgment
-psef.padas_road_
assistance
-fcc.p-freigthtransaction-data
- flea-answer_on_
hazardous_good_t
ranspors
- fo.fro-input_data
- fpia.c-custom_
acknowledgment
- mffo_fleet_data
-fcc.pstatus_request
-fo.fro-input_data
-mffo_fleet_
operational_inform
ation
- mffo_freight_
status
-mffo_read_
consignment_data
-fo.flo-input_data
mffo_freight_data
-mffo_rsc_client
_profile
-mffo_rsc_
operational_
information
-mffo_rsc_
transfer_data
-mffo_rsc_
incident_notificatio
n__
acknowledgment
-fo.flo-input_data
mffo_answer_on_
fleet_ resources_
availability
-
Es
-padas.psef_vehicle_data
-padas.psef_vehicle_ position
Oc/Es
Oc/Es
-mffo_freight_data
-tcc.p_cargo_status
-tcc.pfreight_transaction_data
-tlearequest_for_hazardous_
good_ transpors
-to.fro_autput_data
-tpia.c-custom_declaration
-mffo_freight_status_ reques
-mffo_load_consignmen
t_data
-tcc.p_cargo_status
-to.fro_autput_data
Sotc
Ssg
-mffo.psef_incident_
notification
-mffo_fleet_data
-mffo_mgm_transfer_data
-to.flo-autput_data
Es
-mffo_fleet_data
-mffo_operations_request
-to.flo-autput_data
cc.ff
Sotc
Bv
-fd-data_HMI
Oc
Es
Es
Bv/d.hfvd
Ssg
Oc
Sotc
Es
Bv
Es
Es
?
Sotc
d.hfvd
Sotc
Sotc
cc.p
Bv
Sotc
Sotc
Bv
Sotc
cc.p
Obd
Bv
Bv
Bv
Bv
Bv
cc.ff
Sotc
Sotc
cc.ff
Ssg
Bv
Sotc
Sotc
Bv
Sotc
cc.ff
Sotc
47
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
mffo_freight_data
-mffo_operations_
response
8.2.2
Manage Fleet
Operations
8.2.2.1
Plan & Prepare
Fleet Operations
8.2.2.1.1
Elaborate and
Store Operational
Trip and Load
Plane
8.2.2.1.2
Determinate
Compliant and
Resources
8.2.2.1.3
Prepare and
Deliver
Operational
Transport
Document
-fo.flo-input_data
-mffo_operations_
request
-mffo_rsc_client_
profile
-mffo_rsc_
operational
_information
-mffo_rsc_
transfer_data
-mffo_rsc_
incident_
notification__
acknowledgment
-fo.flo-input_data
mffo_request_for_
fleet_resurces_ava
ilability
mffo_request_for_
freight_preparatio
n
-mffo_vehicle_
equipment_data
mt.mffo_incident_
information
-fo.flo-input_data
mffo_request_for_
freight_preparatio
n
mffo_request_for_
route_optimisation
-mffo_resources_
allocation_confirm
ation
-mffo _situation
_request
mt.mffo_incident_
information
fo.flo_autput_data
mffo_request_for_
fleet_resurces
mffo_request_for_
resources_availabil
ity
mffo_request_for_
resources_allocatio
n
-mffo_vehicle_
equipment_data
-fo.flo_input_data
-mffo_read_
resources_ data
mffo_request_for_
client_profile_cons
traints
mffo_request_for_
document_prepara
tion
Bv
cc.p
Sotc
Sotc
Sotc
-mffo.psef_incident_
notification
-mffo_mgm_operational_
information
-mffo_mgm_request
-mffo_mgm_transfer_data
-mffo_operation_response
Es
Bv
Bv
Ssg
Sotc/cc.p
Bv
-to.flo-autput_data
Sotc
Bv
Ssg
Sotc
Bv
Ssg
Bv
Sotc
Ssg
Sotc
Ssg
-mffo_ answer_on_fleet_
resources_ availability
-mfffo_request_for_
fleet_control
-mffo_statutory_transport_
document
-mffo_vehicle_equipment_
request
-to.flo-autput_data
Sotc
-mffo_answer_on_client
_profile_ constrains
-mffo_answer_for_route_
optimisation
-mffo_request_for_
document_ preparation
-mffo_request_for_
resurces_ allocation
-mffo_situation_response
-to.flo_autput_data
Sotc
-mffo_answer_on_fleet_
resources_ availability
-mffo_resources_ allocation_
confirmatiuon
-mffo_vehicle_equipment_
request
-to.flo-autput_data
cc.p
-mffo_load_resurces_data
-mffo_mission
-mffo_request_for_
fleet_control
-mffo_statutory_transport_
document
-mffo_task_order_ proposed
-to.flo_autput_data
R
Ssg
Ssg
Ssg
Ssg
Ssg
Bv
Sotc
Ssg
Sotc
Ssg
Bv
Sotc
Bv
Cc.p
cc.p
cc.p
cc.p
R
Bv
Ssg
Bv
Ssg
Ssg
Ssg
Bv
cc.p
Bv
cc.p
48
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
8.2.2.2
Control and
Monitor Fleet
Operations
8.2.2.2.1
Prepare/Process
information
to/from board
8.2.2.2.2
Manage Incident
8.3
Manage Vehicle/
Driver/ Cargo/
Equipment
8.3.1
Manage Task and
Transport Order
8.3.1.4
Monitor
Operational Task
mffo_request_for_
task_order
-mffo_task_order_
acknowlegment
-fo.flo_input_data
-mffo_read_
resources_ data
mffo_request_for_
fleet_control
-mffo_rsc_client_
profile
-mffo_rsc_operat
ional_ information
-mffo_rsc_
transfer_data
-fo.flo_input_data
-mffo_end_of_
incident_handling
-mffo_incident_
instruction
-mffo_read_
resources_ data
-mffo_rsc_client_
profile
-mffo_request_for
_fleet_control
-fo.flo-input_data
-mffo_board_
incident_
information
-mffo_incident_
handling
-mffo_read_
resurces _data
-psef.mffo_in
cident_notification
_acknowlegment
-fldsfreight_vehicle_
position
-mffo_mgm_
operational_inform
ation
-mffo_mgm_
request
-mffo_mgm_
transfer_ data
-mffo_mgm_
operational_inform
ation
-mffo_mgm_
operation_
status_request
mffo_answer_for_
client_profile_and
constraints
mffo_answer_on_
route_optimisation
-mffo_mgm_
operational_inform
ation
-mffo_mgm_task_
status_request
-mffo_mission
-mffo_task_order_
d.hfvd
Bv
Ssg
Soct
Sotc
Soct
-mffo.psef_incident_
notification
-mffo_load_resurces_data
-mffo_mgm_operational_
information
-mffo_mgm_request
-mffo_mgm_transfer_data
-to.flo_autput_data
Es
-mffo_board_incident_
information
-mffo_incident_handling
-mffo_load_resources_ data
-mffo_mgm_operational_
information
-mffo_mgm_regulation_
status_ request
-mffo_mgm_request
-mffo_mgm_task_status
_request
-mffo_vehicle_equipmen
t_data
-to.flo_autput_data
Ssg
R
Ssg
Sotc
Lea
Bv
lea
Bv
Es
Es
R
Sotc
Sotc
Bv
Bv
Bv
R
-mffo.psef_incident_
notification
-mffo_end_of_incident_
handling
-mffo_incident_instruction
-mffo_load_resources_ data
-to.flo_autput_data
Ssg
R
Ssg
Ssg
Sotc
Sotc
Bv
Bv
Es
Ssg
Bv
R
Bv
Es
Bv
Ssg
-mffo_rsc_operational_
information
-mffo_rsc_regulation
_information
Ssg
-mffo_rsc_client_profile
-mffo_rsc_task_status
Ssg
Bv
-mffo_request_for_client_
profile_ and_constraints
-mffo_request_for_
resources_availability
-mffo_request_on_route_
optimisation
-mffo_request_for_task_
order
-mffo_rsc_task_status
-mffo_task_order_
acknowlegment
Sotc
Bv
Sotc
lea
Ssg
Ssg
Ssg
Ssg
D
Ssg
Ssg
Ssg
R
Sotc
Cc.p
Bv
Ssg
49
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
8.3.2
Monitor
Resources
8.3.2.2
Monitor Vehicle
proposed
-fd.fvd-input_data
-flds-freight_
vehicle_ position
-fv.fvvehicle_sensor_
data
-mffo_read_
resources_
on_board_data
-mffo_mgm_
operational_raw_d
ata_request
-padas.mffovehicle_data
-fd.fvd-input_data
-flds-freight_
vehicle_ position
-mffo_mgm_
operational_raw_d
ata_request
mffo_read_vehicle
_ on_board_data
-padas.mffovehicle_data
D
Bv
Bv
Obd
-mffo.padas_ffm_specific
_data
-mffo_load_resources_on_
board_data
-mffo_rsc_event
-tcc.p_cargo_status
-td.fvd-autput_data
-tfeq-autput_data
-tv.fv-autput_data
Ssg
-mffo.padas-vehicle_data
-mffo_load_vehicle_on_
board_data
-mffo_rsc_raw_vehicle_
incident_information
-mffo_rsc_vehicle_event
-td.fvd-autput_data
-tv.fv-autput_data
Ssg
Bv
Obd
Ssg
Ssg
Bv
Ssg
Bv
d.hfvd
Ssg
Bv
Bv
d.hfvd
Obd
Ssg
Ssg
Bv
Bv
Ssg
Tabella 21 – Messaggi dell’architettura fisica nel progetto “Trinacria sicura”.
5.3 Definizione delle interfacce di ricezione e trasmissione
dati e delle tecnologie a supporto.
Il passo successivo vede l’identificazione delle possibili interfacce di comunicazione tra i vari siti
fisici,
e
la
menzione
delle
varie
tecnologie
di
comunicazione
più
adatte
per
ogni
interfaccia,dopo averne considerato capacità e carico.
La Tabella 22 mostra le interfacce dell’architettura fisica del progetto “Trinacria sicura”
Interfacce di comunicazione
INT_BV_SSG
Questa interfaccia permette la comunicazione fra i siti: Sede Società
di Gestione e Bordo Veicolo. Si può avvalere delle seguenti reti o
tecnologie di comunicazione:
- Banche dati Cartografiche e Sistemi Informativi Territoriali
- Reti Mobili
- Reti Radiomobili
- Scambio Elettronico dei Dati: EDI
INT_BV_OC
Questa interfaccia permette la comunicazione fra i siti: Organismi di
Controllo e Bordo Veicolo. Si può avvalere delle seguenti reti o
tecnologie di comunicazione:
- Identificazione Automatica
- Localizzazione Automatica
50
Progetto “TRINACRIA SICURA”
Applicazione dell’architettura ARTIST – Versione 1.0
- Reti Fisse
- Reti Mobili
- Scambio Elettronico dei Dati: EDI
INT_SSG_OC
Questa interfaccia permette la comunicazione fra i siti: Organismi di
Controllo e Sede Società di Gestione. Si può avvalere delle seguenti
reti o tecnologie di comunicazione:
- Identificazione Automatica
- Reti Fisse
- Reti Mobili
- Scambio Elettronico dei Dati: EDI
INT_SSG_SOTCL
Questa interfaccia permette la comunicazione fra i siti: Sede Società
di gestione e Sede Organizzatore Trasporto e Ciclo logistico. Si può
avvalere delle seguenti reti o tecnologie di comunicazione:
- Reti Fisse
- Reti Mobili
- Reti Radiomobili
- Scambio Elettronico dei Dati: EDI
Tabella 22 – Interfacce di comunicazione dell’architettura fisica nel progetto “Trinacria sicura”.
51

Documenti analoghi