atteso che la signora Purin Lidia ( assegnata dalla PAT al Comune

Commenti

Transcript

atteso che la signora Purin Lidia ( assegnata dalla PAT al Comune
Delibera giuntale n. 82
dd. 30.09.2015
Oggetto: “Progetto lavori socialmente utili: impiego di una persona con la qualifica di
OPERATORE AMMINISTRATIVO -cat. B- livello base.
LA GIUNTA COMUNALE
Visto il Decreto legislativo 01.12.1997, n. 468 e s.m. (D.Lgs. 81/00 e D.Lgs. 297/02)
“Revisione della disciplina sui lavori socialmente utili, a norma dell’articolo 22 della legge 24 giugno
1997, n. 196 “ ed in particolare art. 7, comma 1, che prevede che le Amministrazioni pubbliche di cui
all’articolo 1 del decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, tra cui i comuni, possano svolgere le
attività socialmente utili mediante l’utilizzo di lavoratori percettori di trattamento previdenziale
(indennità di mobilità statale o cassa integrazione straordinaria) residenti nel comune o nell’area della
sezione circoscrizionale per l’impiego, ove si svolge la prestazione;
visto il parere favorevole di data 22/12/2014 della Commissione Provinciale per
l’Impiego, concernente i nuovi criteri e le modalità per l’approvazione dei progetti di lavori
socialmente utili e per la selezione dei lavoratori da occupare in relazione alla deliberazione G.P. n.
145/014 – Direttive per il collocamento e l’avviamento al lavoro;
vista la delibera della Giunta Provinciale n.208 del 16/02/2015 con la quale si procede
alla modifica della deliberazione della Giunta Provinciale n. 145 del 7 febbraio 2014 recante
“Direttive per il collocamento e l'avviamento al lavoro” con l'inserimento del nuovo articolo 7 bis
recante “Criteri e modalità per la realizzazione di progetti di lavori socialmente utili, nonché per la
selezione dei lavoratori”;
visti gli artt. 7 e 8 del Decreto legislativo 01.12.1997, n. 468 che dettano norme relative
all’attivazione di iniziative per attività socialmente utili, alla loro durata, all’assegnazione dei
lavoratori, ed all’attribuzione e corresponsione ai medesimi di un importo integrativo;
vista la circolare della P.A.T. - Assessorato al Lavoro del 24.02.2015 pervenuta al prot.
796/2015, con la quale si indica la possibilità, anche per gli Enti Pubblici, di utilizzare gli iscritti delle
liste di mobilità o altra indennità speciale, per la fornitura di servizi di pubblica utilità, con
integrazione a carico dell’Ente del trattamento previdenziale percepito, fino alla retribuzione oraria
rispetto al trattamento retributivo del dipendente pubblico di pari livello oltre all’assicurazione INAIL
e RCT;
atteso che la signora Purin Lidia ( assegnata dalla PAT al Comune di Castelnuovo,
tramite il cosiddetto Progettone”) che dal 1 settembre è andata in pensione e che il lavoratore
che si intende utilizzare va a sostituirla;
richiamato il provvedimento nr. 77 di data 08 agosto 2015, dichiarato immediatamente
esecutivo, con il quale è stato deliberato:
di approvare la seguente iniziativa per attività socialmente utili :
PROGETTO
PUNTO LETTURA E
SUPPORTO UFFICI
AMMINISTRATIVI
Durata: 4 mesi
28 ore settimanali
n. 1 unità lavorativa
Azioni di supporto agli uffici amministrativi e contabili nell’attività di
archiviazione, segreteria e sportello informazioni per il pubblico presso
gli uffici del Comune di Castelnuovo.
Attività di collaborazione e supporto al punto di lettura sia per quanto
riguarda il rapporto con il pubblico sia per l’attività amministrativa
relativa (prestiti, catalogazione, riordino, ecc.). Supporto logistico
all'organizzazione delle manifestazioni culturali e promozionali
programmate dal Comune di Castelnuovo.
N. 1 OPERATORE AMMINISTRATIVO -B baseRequisito minimo: Diploma biennale/triennale con esperienza uso PC
(word, excell e open office)
di provvedere all’invio delle schede, di cui al presente atto, alla Commissione Provinciale per
le pubblicazioni conseguenti, al fine della ricerca del personale disponibile ed idoneo;
atteso che l’Agenzia del Lavoro competente ha provveduto a pubblicare apposito bando, in
attuazione del progetto comunale presentato;
vista la lettera dell’Agenzia del Lavoro di data 25/09/2015 prot. nr.
S202/CPI1/2015/488267/24.4 che ha segnalato i seguenti nominativi aventi i requisiti necessari:
1. MORANDUZZO CLARA
2. NERVO LUCIA
3. GIAMPICCOLO GIULIANA
vista la nota pervenuta in data 28.09.2015 prot. 4605 con cui la prima in graduatoria signora
Moranduzzo comunica la propria rinuncia all’incarico;
ritenuto, a seguito di colloquio, di procedere all’inserimento nel progetto della seconda in
graduatoria signora Lucia Nervo per il periodo dal 05/10/2015 al 04/02/2016, integrando a carico
dell’Ente il trattamento previdenziale percepito dallo stesso a carico dell’INPS, fino alla retribuzione
oraria corrispondente al trattamento di “Operatore amministrativo” categoria B, livello base;
vista anche la circolare del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale n. 100/98, in data
27 luglio 1998, la quale specifica che i lavoratori che beneficiano di trattamenti previdenziali vengono
impiegati per un orario settimanale corrispondente alla proporzione tra il trattamento percepito e la
retribuzione iniziale al netto delle ritenute previdenziali e assistenziali prevista per i dipendenti che
svolgono analoghe mansioni presso il soggetto promotore delle attività e comunque per non meno di
20 ore settimanali e per non più di 8 ore giornaliere. In caso di utilizzo per un orario superiore, ai
lavoratori compete per le giornate di effettiva presenza un importo integrativo a carico dei soggetti
utilizzatori, determinato prendendo o sussidio spettante e la retribuzione netta;
preso atto che, ai sensi dell’art. 8, punto 2, del Decreto legislativo 01.12.1997, n. 468, l’importo
integrativo può non essere dovuto nei casi in cui i lavoratori siano adibiti per un numero di ore
corrispondente alla proporzione tra il trattamento previdenziale o sussidio spettante e la retribuzione
prevista;
vista la circolare INPS n.19 di data 30.01.2015 nelle quali sono indicati gli importi dei
trattamenti di integrazione salariale, mobilità, ecc., relativi all’anno 2015;
visti i pareri favorevoli espressi dal Segretario Comunale in ordine alla regolarità tecnicoamministrativa e dal responsabile del Servizio Finanziario in ordine alla regolarità contabile del
presente provvedimento;
richiamato l’art. 28 del T.U.LL.RR.O.C. approvato con D.P.Reg. 01.02.2005 n. 3/L;
con voti unanimi, espressi in maniera palese per alzata di mano
DELIBERA
1) di impiegare, in attuazione del progetto indicato in premessa, per il periodo dal 05/10/2015 al
04/02/2016 per ventotto ore settimanali, nella mansione di “Operatore amministrativo ” cat.B,
livello base, la signora Lucia Nervo, nata a Pieve Tesino il 21.01.1960, riconoscendo allo
stesso l’integrazione del trattamento previdenziale percepito dall’INPS nella misura fino alla
retribuzione oraria corrispondente al trattamento di “Operatore amministrativo” categoria B,
livello base;
2) di corrispondere al medesimo, con le stesse modalità dello stipendio dei dipendenti comunali,
in mensilità posticipate, il trattamento integrativo indicato al precedente punto 1 calcolato
sulla base delle ore effettivamente prestate risultanti dalla scheda mensile riepilogativa delle
presenze;
3) Di prendere atto che, trattandosi di corresponsione mensile, le 28 ore settimanali
corrispondono mensilmente a 112 ore convenzionali;
4) Di impegnare la spesa presunta di euro 1.600,00 al cap. 110 del bilancio 2015 che presenta
adeguata disponibilità;
5) di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 79, quarto
comma del T.U.LL.RR.O.C. approvato con D.P.Reg. 01.02.2005, n. 3/L e s.m., al fine di
procedere con l’impiego e l’attuazione del progetto prima possibile.
Avverso la presente deliberazione sono ammessi i seguenti ricorsi :
a) opposizione, da parte di ogni cittadino entro il periodo di pubblicazione da presentare alla Giunta
Comunale, ai sensi del T.U.LL.RR.O.C. approvato con D.P.Reg. 01.02.2005, n. 3/L e s.m.;
b) ricorso straordinario al Presidente della Repubblica da parte di chi vi abbia interesse, per motivi di
legittimità entro 120 giorni, ai sensi del D.P.R. 24.01.1971, n. 1199;
c) ricorso giurisdizionale al T.R.G.A di Trento da parte di chi via abbia interesse entro sessanta (60)
giorni ai sensi della Legge 06.12.1971, n. 1034;
- i ricorsi b) e c) sono alternativi.

Documenti analoghi