le nostre ricette - Rossopomodoro Radio

Commenti

Transcript

le nostre ricette - Rossopomodoro Radio
LA NOSTRA
CUCINA
LE NOSTRE RICETTE
VOLUME 3
�������������
PREFAZIONE DI GIAMPIERO GALEAZZI
15 RICETTE INTERPRETATE DA PERSONAGGI DEL MONDO DELLO SPORT
Le nostre ricette
il gruppo sebeto
Tutti insieme.
Cara amica, caro amico
ROSSOPOMODORO da sempre tutela la tradizione ed è sempre attenta a preservarla; nell’ambito di questa precisa
filosofia aziendale, lo scorso anno abbiamo realizzato ed offerto, a Natale, un “cadeau” intriso di napoletanità
riservato a Voi Clienti che sempre più numerosi ed affezionati apprezzate il nostro costante impegno. Dato lo
straordinario successo del gran gesto di solidarietà dello scorso anno verso AMREF, abbiamo deciso di realizzare
e proporre anche per questo Natale la terza edizione delle: Ricette di ROSSOPOMODORO.
Forti di quest’ennesima entusiasmante esperienza, anche quest’anno ripresentiamo questo terzo evento “editoriale” ROSSOPOMODORO dandogli, ancora una volta, una connotazione sociale abbinandolo ad un’operazione
d’aiuto e beneficenza interamente dedicata al prossimo. Quest’anno abbiamo deciso di coinvolgere sportivi campani di fama internazionale che si sono prestati ad accompagnarci lungo questo nobile percorso. Ed è con la consapevolezza di aver già contribuito, grazie a Voi, ad alleviare le sofferenze del popolo africano che riproponiamo
nuovamente il nostro sostegno all’AMREF. Riteniamo che l’obiettivo dell’AMREF di favorire lo sviluppo sanitario
e sociale delle popolazioni più povere attraverso il loro coinvolgimento attivo, sia così importante da meritare
questa nostra iniziativa. Alla fine 30.000 copie sono state distribuite da dicembre 2005 a maggio 2006 nei nostri
ristoranti per un ricavato di oltre 36.000 euro, serviti alla costruzione in Africa di un acquedotto. Acquedotto di
Munyura (nel distretto di Kajiado in Kenia).
E ora ci rivolgiamo, coinvolgendo, nuovamente Voi; sappiamo di non esser soli e d’avere, in Voi, amici oltre che
Clienti che contribuiranno compiendo questo piccolo gesto non solo con un contributo ma principalmente con
il cuore e il sorriso. ROSSOPOMODORO e tutto il Gruppo SEBETO con il coinvolgimento di risorse economiche e
umane, ha deciso di aiutare, con umiltà, passione e desiderio di imparare, questi nostri “amici bisognosi”. Siamo
certi che tutti insieme riusciremo in quest’opera dando un’ennesima dimostrazione di quanto “grande” e “buono”
sia il nostro cuore italiano.
Solo “tutti insieme” saremo in grado di garantire, ancora una volta con quest’iniziativa, la certezza di stare vicini
a chi ha bisogno non solo dei nostri pensieri ma anche, e soprattutto, le nostre azioni concrete. Grazie del sostegno che ci avete dato l’anno scorso e grazie, ancora una volta, per quello che ci darete quest’anno per realizzare
questo progetto attraverso il Vostro contributo; un dono che ci permetterà di donare ai nostri amici dell’AMREF
un piccolo ma efficace sostegno.
Grazie di cuore.
Le nostre ricette
prefazione
Per far si che le forbici tra benessere
e sottosviluppo non si allarghino
ancora di più, facciamo un passo
insieme, nella stessa direzione.
prefazione
Le nostre ricette
Uno dei maggiori problemi che assilla pensatori, filosofi, politici ed economisti è
l’equa distribuzione delle risorse in tutto l’emisfero. Senza scomodare Max ed Engels,
non è questa la sede per parlare della differenza tra capitalismo e comunismo, mi
sono sempre chiesto, però, per quale motivo accade tutto questo, quando basterebbe
davvero poco da parte di ognuno di noi per regalare un sorriso.
Un emozione di un momento si, che andrebbe prolungata insegnando alla gente
disagiata l’arte di essere autonome, sostenibile, magari, in un’ opera di avvio.
Evidentemente alle superpotenze fa comodo così, investendo denari in genere del
non ritorno.
Per far si che le forbici tra benessere e sottosviluppo non si allarghino ancora di più,
facciamo un passo insieme, nella stessa direzione.
Ben venga qualsiasi tipo di impegnativa in tal senso, bastano poche sigle per risvegliare
l’altrui sensibilità, non bisogna sottovalutarci.
GiamPiero Galeazzi
Le nostre ricette
Secondo: lavoriamo con le comunità
Le comunità sono protagoniste di tutti i progetti
di AMREF a cominciare dalla loro individuazione e
definizione. Grazie ai corsi di formazione e ai comitati tecnici promossi, le comunità sono messe in
n organizzazione per l’Africa fatta di uomini e condizione di agire nei progetti e di garantirne condonne africane.
tinuità e manutenzione.
U
AMREF è la principale organizzazione sanitaria privata, senza fini di lucro, con base in Africa. Si avvale
di professionisti africani che gestiscono ogni anno
centinaia di progetti, promuovendo lo sviluppo di
14 Paesi dell’Africa orientale: dal Kenya all’Uganda,
dal Sudan al Sudafrica.
Terzo: formiamo il personale locale
In quasi 50 anni di attività, AMREF ha soccorso,
vaccinato, curato, operato e soprattutto istruito
milioni di persone. Il braccio operativo più noto è
ancora oggi il servizio dei Flying Doctors, che porta regolare assistenza specialistica e chirurgica agli
ospedali delle zone isolate.
Quarto: facciamo prevenzione
L’ obiettivo di AMREF è quello di favorire lo sviluppo sanitario e sociale delle popolazioni più povere,
attraverso il loro coinvolgimento attivo. L’ identità
africana dell’organizzazione è essenziale per trovare
soluzioni africane a problemi africani.
É una delle voci principali dell’attività di AMREF:
fino ad oggi l’ Organizzazione ha permesso la specializzazione di innumerevoli responsabili sanitari,
infermieri, tecnici di laboratorio, educatori, tecnici
idrici, formatori.
In Africa una percentuale altissima di malattie mortali è prevenibile: AMREF promuove la vaccinazione di migliaia di bambini ogni anno, combatte la
malaria e l’ AIDS e gestisce corsi di educazione alla
salute.
Quinto: voliamo da chi ha più bisogno
Durante le emergenze e dove non arrivano le strade, arrivano i celebri “dottori volanti” di AMREF
per portare assistenza medica specialistica, formazione e medicinali. Ogni anno circa 200 specialisti
Il Decalogo delle nostre attività
raggiungono 80 ospedali rurali per effettuare una
Primo: aiutiamo a non avere bisogno di aiuto
media di 2.500 interventi chirurgici e oltre 10.000
È la filosofia di ogni attività di AMREF: l’ Organiz- visite mediche.
zazione non fa generico “assistenzialismo” ma pro- Sesto: lavoriamo per l’ambiente
muove interventi mirati e replicabili che favoriscono
In Africa 4 decessi su 5 sono dovuti a malattie corlo sviluppo sostenibile delle comunità locali.
relate all’ acqua contaminata. Per questo AMREF
è attenta alla salute dell’uomo e dell’ambiente e
interviene sul campo con numerosi progetti idrici:
pozzi, protezione di sorgenti, cisterne ed acquedotti.
Settimo: investiamo nei giovani
AMREF lavora da sempre per e con i giovani. L’Organizzazione è attivamente impegnata nelle scuole
e con i ragazzi di strada delle aree urbane più povere, con campagne di diritto all’ alfabetizzazione, di
educazione alla salute e di prevenzione dell’AIDS.
Ottavo: sosteniamo le donne
AMREF promuove lo sviluppo della condizione delle donne africane e una maggiore consapevolezza
dei loro diritti sanitari, sessuali e sociali.
Nono: promuoviamo la ricerca
AIDS, malaria, tracoma, idatidosi... per queste e
molte altre malattie, l’ impegno di AMREF non si
limita alla cura e alla prevenzione, ma comprende
una vasta attività di ricerca operativa e di monitoraggio in collaborazione con vari istituti e con
l’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Giobbe Covatta, Paola Cortellesi, Fabio Fazio, Giuseppe Cederna, Icio de Romedis, Sveva Sagramola,
Luca Zingaretti, Damiano Tommasi, Kuki Gallmann,
la Nazionale Artisti TV e Stelle dello Sport, e molti
altri noti personaggi del mondo dello spettacolo,
dello sport e della cultura, hanno scelto di affiancare personalmente AMREF Italia con la loro testimonianza e collaborazione.
Ringraziamo RossoPomodoro e il gruppo Sebeto
per averci proposto di partecipare a questa bellissima iniziativa e anche te che hai preso questo libro
di ricette, entrando così a far parte degli amici di
AMREF.
web: www.amref.it
15
ricette interpretate da personaggi
del mondo dello sport
Le nostre ricette
Pasta e fagioli con le cozze
interpretata da
PAOLO CANNAVARO
Nato a Napoli il 26/06/1981
Ruolo: Difensore
Esordio: Parma - Lecce
Squadre professionistiche: Napoli,
Parma, Hellas Verona, Parma, Napoli
Goal Fatti: 5
ingredienti per
varie persone
320 gr. tubettoni
del soldato
400 gr. di fagioli
cannellini secchi
10 pomodorini
del piennolo
600 gr. di cozze
q. b. olio
aglio, prezzemolo,
pepe
10
“Ammollare” i fagioli per una notte, farli cuocere con acqua, aglio, il sedano, olio e i pomodorini.
A cottura ultimata aggiungere eventualmente altra acqua, cuocervi la pasta, a pochi minuti dalla cottura
aprire le cozze a crudo, conservando frutto e liquido aggiungerle nella pentola, far cuocere ancora un pò,
aggiungere prezzemolo e pepe.
Le nostre ricette
Insalata di seppie agli agrumi
interpretata da
EMANUELE CALAIO
Nato a Palermo il 08/01/1982
Ruolo: Attaccante
Esordio: Torino - Reggina
Squadre professionistiche: Torino,
Ternana, Messina, Pescara, Napoli
Gol fatti: 30
ingredientiper
6 persone
2 seppie da 600 gr.
1 arancia
1 limone
100 gr rucola
50 gr.
parmigiano intero
60 gr olio
extravergine
finocchietto
prezzemolo
sale
pepe
Lavare la rucola, ridurre il parmigiano a scaglie, pelare gli agrumi a vivo.
Con l’olio, il sale ed il finocchietto preparare una salsina, aggiungere un pò di listarelle di buccia di agrumi
e mettere da parte.
Pulire le seppie, privandole dell’osso, lavarle ben bene, cuocerle alla brace, tagliarle a striscioline.
Disporre in ogni piatto un mucchietto di rucola, adagiarvi una parte della seppia tiepida, condire con la
salsina.
Decorare con scaglie di parmigiano e abbondante prezzemolo tritato, volendo servire con sfoglie di pane
tostate.
11
Le nostre ricette
Mezzanelli con peperoni
e pesto di basilico
interpretata da
GENNARO IEZZO
Nato a Castellammare di Stabia
il 08/06/1973
Ruolo: Portiere
Esordio: Juve Stabia
Squadre professionistiche:
Nocerina, Catania, Hellas Verona,
Catania, Cagliari, Napoli
ingredienti per
4 persone
320 gr. di
mezzanelli
600 gr. peperoni
freschi rossi
80gr. olio
1 spicchio d’aglio
1 acciughe
5 gr. pinoli
5 gr. capperi
15 gr. pan grattato
per il pesto
150 gr. basilico
20gr. grana
60 gr. olio
1 spicchio d’aglio
sale q. b.
12
Lavare i peperoni, asciugarli e passali al forno o sulla brace.
Una volta abbrustoliti, spellarli, privarli dei semi e tagliarli a striscioline, soffriggere lo spicchio d’aglio
nell’olio, aggiungere l’acciuga, i pinoli, i capperi far insaporire pochi secondi quindi aggiungere i peperoni
e far insaporire, tenerli in caldo nella padella.
Preparare il pesto di basilico:
mettere tutti gli ingredienti nel bicchiere del frullatore e ridurre in crema.
Cuocere la pasta in abbondante acqua, colarla, versarla nella padella con i peperoni, saltarla unendo il
pangrattato, impiattare e decorare con il pesto di basilico.
Un primo profumatissimo.
Le nostre ricette
Risotto Marechiaro
interpretata da
GIOVANNI IMPROTA
Nato a Napoli il 22/01/1948
Ruolo: Centrocampista
Esordio: anni ‘70
Squadre professionistiche:
Spal, Napoli, Catanzaro
Attualmente opinionista di
calcio per Canale 34
Tipico piatto con frutti di mare della zona di Marechiaro:
ricci di mare, carnummole (frutti di mare simili ad una pietra).
ingredienti per
4 persone
300 gr. di riso
250 gr. di polpa
di riccio (circa
60 ricci, puliti in
acqua di mare)
150 gr. di
carnumole (circa
30 carnummole,
patata di mare)
800 gr. fumetto
(brodo)di pesce
50 gr. burro
aglio
prezzemolo
Far rosolare l’aglio nel burro, togliere l’aglio ed aggiungere il riso, tostarlo e aggiungere 2 mestoli di brodo,
far cuocere aggiungendo man mano il brodo per circa 20 minuti.
A 5 minuti dalla cottura aggiungere i ricci, le carnummole ed il prezzemolo.
13
Le nostre ricette
Gamberoni con bacon e asparagi
interpretata da
MASSIMILIANO ROSOLINO
Nato a Napoli il 11/07/1978
Sport: Nuoto
Esordio: 1996 Giochi di Atlanta
Campione Olimpico Italiano:
Sidney 2000, Oro 200 misti, Argento
nei 400 stile libero, Bronzo nei 200
Atene 2004, Bronzo staffetta 4x200
ingredienti per
4 persone
8 Gamberoni
120 gr. Bacon
(4 fettine da 30 g)
8 punte d’asparagi
Vino bianco
(1/2 bicchiere)
Olio extravergine
d’oliva
Aglio
Prezzemolo
14
Sgusciare i gamberoni lasciando la testa e farli rosolare da entrambe le parti.
Lessare gli asparagi ed accostarli ai gamberoni precedentemente scottati: avvolgergli intorno le fettine di
bacone e tirare il tutto con il vino bianco in forno per pochi minuti,
Servire su un letto di rucola e spolverare di prezzemolo.
Le nostre ricette
Sformato di polenta
interpretata da
DAVIDE RUMMOLO
Nato a Napoli il 12/07/1977
Sport: Nuoto
Esordio: 1996 Giochi di Atlanta
Campione Olimpico Italiano:
Europei 1999 finale nei 200 rana
Sidney 2000, Bronzo nei 200 rana
Europei 2002, Oro nei 200 rana
ingredienti per
6 persone
400 gr. di
farina gialla
3 salsicce di maiale
100 gr. di ciccioli
di maiale
50 gr. di pecorino
grattugiato
50 gr. di
parmigiano
grattugiato
150 gr. di sugna
1/2 bicchiere
di vino rosso
sale
pepe nero
Far bollire un litro e un quarto di acqua con un pizzico di sale e 120 gr. di sugna.
Quando bolle versate a pioggia la farina gialla e, mescolando continuamente, lasciar cuocere per 40’.
Rosolare in 30 gr. di sugna le salsicce, bagnandole con il mezzo bicchiere di vino e tagliatele a fettine,
aggiungere i ciccioli e il pepe.
Fate cuocere ancora qualche minuto la salsa, togliete dal fuoco e fate raffreddare; unite, quindi il formaggio. Ungere di sugna una teglia da forno e versarvi parte della polenta, la salsa e la restante polenta.
Spolverare di formaggio, cuocere in forno a 160° per circa 20’.
15
Le nostre ricette
Spaghetti Italia
interpretata da
paolo trapanese
Nato a Napoli il
Sport: Pallanuoto
ingredienti per
6 persone
Basilico
12 cucchiai
di olio extra
vergine di oliva
2 spicchi d’aglio
7/8 filetti di
pomodoro
caciottina fresca
grattugiata
quanto basta
1 kg di vermicelli
Mettere a macerare per due ore circa in abbondante olio 2 spicchi di aglio pestato e abbondane basilico
sminuzzato irregolarmente a mano.
Far bollire l’acqua, scaldare i vermicelli “doppi” (tipo Barilla n. 8 oppure Garofalo).
Scolare la pasta e condire con l’olio, il basilico e l’aglio, aggiungendo i filetti di pomodoro.
Spolverare con la caciottina grattugiata.
Servire subito.
Napoli, 15 novembre 2006
… passioni …
quel che Ti tocca davvero
è solo la carezza che viene dall’amore,
splendido prato di creature in fiore
che gioiscono di luci e di colori
e quel sapore è dolce
e Ti rapisce
come ogni passione autentica
non muore mai!
16
Paolo Trapanese
Le nostre ricette
Maccheroni “do gravunaro”
interpretata da
Mario Fiorillo
Nato a Napoli il 16/12/1962
Sport: Pallanuoto
12 Titoli italiani, 1 Coppa
Italia, 1 Titolo Olimpico e 2
partecipazioni, 1 Titolo mondiale
e quattro partecipazioni 1
Coppa del Mondo FINA
ingredienti per
4 persone
Tritate l’aglio, il peperoncino, le acciughe ripulite dal sale e i capperi. In una padella con un poco di olio,
soffriggere il trito.
Intanto snocciolare le olive e macinarle fino ad ottenere una salsa densa. Versarla nella padella e continuare la cottura mescolando spesso. Cuocere la pasta al dente, scolarla e completare la cottura nella padella
a fuoco lento rigirando più volte per fare insaporirli.
500 gr. Bucatini
200 gr. olive
di Gaeta
aglio
3 acciughe
10 capperi
100 gr. olio
di oliva
sale
pepe
peperoncino
17
Le nostre ricette
“Le Crisommole”
interpretata da
GIUSEPPE Abbagnale
Nato a Pompei il 25/08/1959
Sport: Canottaggio
Campioni del Mondo:1981, 82, 85, 87
Olimpiadi di Los Angeles:
Medaglia d’Oro nel due con
Olimpiadi di Seul: Medaglia
d’Oro nel due con
ingredienti per
varie persone
1 kg. albicocche
2 uova
farina
zucchero
un pizzico di sale
olio di semi
18
Battere le uova con un pizzico di sale.
Lavare le albicocche, togliere il nocciolo, passarle prima nella farina e poi nell’ uovo.
Friggerle facendole ben dorare e poi poggiarle su carta assorbente per far assorbire l’eccesso di olio.
Cospargere con zucchero abbondante e conservare in frigo per 3 ore.
Servirle fredde.
Le nostre ricette
“I Serpentelli”
interpretata da
Carmine Abbagnale
Nato a Pompei il 05/01/1962
Sport: Canottaggio
Campioni del Mondo:1981, 82, 85, 87
Olimpiadi di Los Angeles:
Medaglia d’Oro nel due con
Olimpiadi di Seul: Medaglia
d’Oro nel due con
ingredienti per
30/40 biscotti
500 gr. miele
500 gr. farina
250 gr. zucchero
250 gr. nocciole
100 gr. di canditi
tagliati a cubetti
1 cucchiaino di
cannella in polvere
la scorza
grattugiata di
un mandarino e
di un’arancia
Far sciogliere sul fuoco il miele e lo zucchero e appena bolle togliere dal fuoco e far raffreddare.
Unire al miele tutti gli altri ingredienti amalgamare bene ed impastare.
Con l’impasto così ottenuto formare dei bastoncini lunghi circa 10 centimetri dando la forma di una “S“
e decorando con le nocciole.
Disporre i dolcini così ottenuti su di una teglia imburrata ed infarinata e far cuocere in forno per 30 minuti
a 180°.
19
Le nostre ricette
Pasta e patate con provola
interpretata da
Mario palmisano
Nato a Napoli il 28/05/1978
Sport: Canottaggio
Campionati mondiali: dal 1995
al 2006 ottenendo, un 1° posto,
quattro volte 2° posto, due volte 5°
Campionati italiani: 1° posto, World
Cup Lucerna, 2° World Cup Monaco 9°
ingredienti per
4 persone
3 patate
olio
sale
1/4 cipolla
bianca grande
sedano
2 pomodori
300 gr. provola
parmigiano
grattuggiato
20
Sbucciare le patate e farle a quadrettini.
Soffriggere la cipolla (deve prendere colore, non bruciare).
Aggiungere sedano e pomodori e girando farli cuocere un pò (i pomodori si possono anche schiacciare).
Aggiungere le patate, dell’acqua in quantità tale da coprirle, una manciata di sale e cuocere con coperchio.
A patate cotte, aggiungere un altro pò d’acqua, lasciar bollire e buttare la pasta.
Nel frattempo tagliare a quadretti la provola.
Quando la pasta è cotta, prima di fare i piatti, aggiungere parmigiano grattuggiato, provola e mescolare.
Servire.
N. B. Dato che non deve essere una minestra, ma asciutta-cremosa, non usare troppa acqua, sempre meglio aggiungere in caso di bisogno.
Le nostre ricette
Pizza di crema
interpretata da
DIEGO NARGISO
Nato a Napoli il 15/03/1970
Sport: Tennis, professionista del 1987
Esordio: Coppa Davis
Titoli: Wimbledon juniores, Finale
a Bordeaux nel ‘93 e semifinali
a Rotterdam, Marsiglia, Londra,
Copenaghen e Brsbane. Grande
Slam terzo turno a Wimbledon
e a Flushing Meadows nell’88
ingredienti per
4 persone
Ingredienti per
la pasta frolla:
300 gr di Farina 00
150 gr di zucchero
150 gr di burro
1 uovo intero
1 torlo d’uovo
1 bustina di vaniglia
Ingredienti per
il ripieno:
500 gr di latte intero
3 cucchiai da
zuppa di farina
3 tuorli d’uova
1 cucchiaio da
zuppa di zucchero
1 cucchiaio da
thè di burro
4/5 cucchiai da
zuppa di marmellata di amarena
Buccia di limone
Preparazione per la pasta frolla
Riporre la farina sul ripiano, fare una fossetta al centro riporre nella fossetta sia l’uovo intero che il tuorlo d’uovo, aggiungere il burro ammorbidito a temperatura ambiente (non sul fuoco) aggiungere lo zucchero e la bustina di vaniglia,
impastare il tutto con le mani fino alla solidificazione della pasta, verificare che la pasta sia ben omogenea. Coprire la
pasta con un tovagliolo e lasciarla a riposo (30 minuti)
Preparazione dell’imbottitura
Deporre la farina in un contenitore attraverso un colino ( passino ), aggiungendogli allo stesso tempo il latte tiepido
Girare lentamente a fuoco lento l’impasto (farina e latte) aggiungendo uno per volta le uova, lo zucchero ed il burro.
Grattugiare la buccia di limone ed aggiungerla all’insieme, lasciare raffreddare del tutto (min 1 ora)
Ultimazione della torta
Prendere la metà della pasta frolla, prendere un foglio di alluminio, spruzzare un po’ di farina sul foglio, stendere
la pasta frolla con il matterello sul foglio, ungere la teglia con il burro, stendere la pasta frolla sul fondo della teglia
versare l’imbottitura, aggiungere la marmellata, prendere la rimanente pasta frolla, stenderla con il matterello su un
foglio di alluminio ricoprire l’imbottitura con la pasta frolla.
Chiudere ermeticamente la torta alle estremità con una forchetta, infornare a 150 gradi (80/90 min), sfornare e cospargere con zucchero a velo con profumo di vaniglia.
21
Le nostre ricette
Risotto “Perugini”
interpretata da
Salvatore Perugini
Nato a Benevento il 06/03/1978
Sport: Rugby
Esordio: in nazionale nel 2000
Campione italiano nel 2005 con
il Calvisano attualmente gioca in
Francia nello Stade Toulousain
ingredienti per
4 persone
200 gr. di burro
1 cipolla
300 gr. di carne
macinata
100 gr. di piselli
400 gr. riso
3 peperoni arrostiti
brodo
parmigiano
22
In una pentola imbiondire la cipolla con il burro metterci la carne, una volta rosolata aggiungere i peperoni precedentemente arrostiti e tagliati a striscioline. Continuare al cottura aggiungendo il riso ed il brodo,
unire i piselli e mantecare con parmigiano grattugiato prima di servire.
Le nostre ricette
“Zuppiera” di linguine amalfitane
interpretata da
Marco BollEsan
ingredienti per
4 persone
400 gr. di linguine
2 spicchi d’aglio
olio q.b.
50 gr. burro
peperoncino
sbriciolato
600 gr. gamberi
sgusciati
il succo di
due limoni
20 pomodorini
1 mazzetto
di rucola
Nato a Chioggia il 07/07/1941
Sport: Rugby
Esordio: in nazionale nel 1963
2 scudetti vinti, Napoli e Brescia Allenatore
dell’Amatori Milano, del Livorno,
dell’Alghero e del CUS Genova. Commissario
tecnico dell’Italia nel 1987. Team manager
della Nazionale dal 2005 attualmente
responsabile delle relazioni esterne.
In una larga padella far sciogliere olio e burro, far imbiondire l’aglio in camicia, toglierlo, aggiungere i
gamberetti ed un pò di peperoncino, aggiustare di sale.
Aggiungere il succo dei limoni e far restringere ed allontanare dal fuoco.
A parte, in una zuppiera, preparare la rughetta tagliuzzata ed i pomodorini tagliati in quattro, aggiustare
di sale e ed olio.
Cuocere le linguine, colarle al dente, saltarle in padella con i gamberetti al limone, versarli caldi nella
zuppiera con i pomodorini e la rughetta.
Mescolare tutto e servire.
23
Le nostre ricette
Linguine con calamarelle
interpretata da
CLAUDIO POLLIO
Nato a Benevento il 27/05/1958
Sport: Lotta
Campione olimpico
Olimpiadi di Mosca 1980
medaglia d’oro
ingredienti per
6 persone
600 gr. di linguine
1 Kg calamarelle
500 gr. di
pomodorini
del vesuvio
60 gr. di capperi
180 gr. di olive
nere di gaeta
1 bicc. di vino
bianco
2 spicchi di aglio
olio extravergine
D.O.P.
sale, pepe e
prezzemolo q. b.
24
Prendere una padella , far riscaldare l’olio quindi aggiungere l’aglio in camicia e aspettare che imbiondisca
per poi toglierlo;
aggiungere immediatamente dopo le calamarelle ,le olive,i capperi e dopo qualche secondo sfumare con
del vino bianco, aggiungere i pomodorini per poi salare e speziare a piacimento.
Dopo che il sugo ha raggiunto una cottura breve (a fuoco vivo circa 3 minuti) togliere la padella dal fuoco.
Attendere che la pasta raggiunga la cottura ideale, quindi scolarla e saltarla nella padella a fuoco vivo
aggiungendo del prezzemolo.
CONSIGLIATI DA
Le nostre ricette
25
Le nostre ricette
Lombatine di agnello al pepe con souté
di fave fresche e fonduta di pecorino
Corso Vittorio Emanuele Chef Giovanni Merolla
NAPOLI
preparazione in
ingredienti per 4 persone
60’
per le lombatine:
800 gr. di lombatine
di agnello (4 da
200 gr. ognuna)
50 gr. di sugna
2 spicchi di aglio
10 gr. di pepe in grani
150 gr. mollica di
pane raffermo
per trito aromatico
(salvia, prezzemolo,
timo, maggiorana)
per il soute:
250 gr. di fave
sgranate (in alternativa
surgelate)
80 gr. guanciale
50 gr. cipolle
60 gr. olio
sale, pepe
per la fonduta:
100 gr. pecorino
semi stagionato
50 gr. ricotta di pecora
150 gr. latte tiepido
1 uovo (solo rosso)
sale, pepe
4 rametti maggiorana
In una padella a fondo pesante, sciogliere la sugna, far dorare l’aglio in camicia, toglierlo e cuocere
le lombatine da tutti i lati per pochi minuti, allontanare dal fuoco e tenere in caldo.
Saltare le fave con olio cipolla dorata e guanciale nel frattempo avrete preparato la fonduta: frullare il pecorino, e la ricotta, in un pentolino riscaldare il latte e legare con il tuorlo ed aggiustare
di sale e pepe. Montare ora i piatti: passare le lombatine nel trito di erbe, pepe e mollica di pane
finemente tritata e passare in forno a 180 gradi per qualche minuto, tagliare ognuna in quattro
medaglioni.
Stendere in ogni piatto un velo di fonduta, con un coppapasta porre al centro una cucchiaiata di
soutè di fave adagiarvi le lombatine di agnello, guarnire con il rametto di maggiorana servire.
26
Le nostre ricette
Cicatielli calamari,
pinoli e patate bianche
Piazza Trieste e Trento Chef Alessandro Gargiulo
30’
370 gr. di cicatielli
200 gr. di calamari puliti
300 gr. di patate bianche
20 gr. di pinoli
olio extravergine q.b.
vino bianco q.b.
pepe nero q.b.
scalogno q.b.
prezzemolo q.b.
sale q.b.
NAPOLI
preparazione in
Ingredienti per 4 persone
In una casseruola, soffriggere una piccola quantità di scalogno, appena imbiondito aggiungere i
calamari puliti tagliati a listarelle, continuare a rosolare aggiungendo un bicchierino di vino bianco
facendolo evaporare.
Aggiungere i pinoli e le patate precedentemente bollite e tagliate a dadini, far cuocere velocemente.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, e appena pronta unirla al sugo e spadellare a fuoco
vivo.
Impiattare aggiungendo una spolverata di prezzemolo.
27
Le nostre ricette
Treglie ‘ncassuola’
Via Cimarosa
Chef Vincenzo Palumbo
NAPOLI
preparazione in
ingredienti per 4 persone
20’
10 triglie
1 cipolla
500 gr. di pomodorini
100 gr. di olio d’oliva
3 spicchi d’aglio
prezzemolo
pepe
sale
ramoscello di rosmarino
Pulire e squamare le triglie, lavarle e asciugarle. Tritare aglio, prezzemolo, cipolla e il rosmarino,
mettendo il tutto a soffriggere. Quando il trito sarà imbiondito aggiungere i pomodori tagliati a
pezzetti. Appena il sugo si rapprende, unire le triglie precedentemente salate e pepate.
Fare cuocere a recipiente coperto.
Girare le triglie delicatamente e portare a cottura.
28
Le nostre ricette
Pastiera di melanzane
Piazza Dante
Chef Francesco Mazzocchi
100’
melanzane lunghe violette
400 gr. grano cotto
6 uova
300 gr. di zucchero
3 gr. di cannella
600 gr. ricotta setacciata
1 fiala acqua di mille fiori
50 gr. cioccolato fondente
200 gr. panna
800 gr. latte
200 gr. burro
NAPOLI
preparazione in
ingredienti per 4 persone
In un recipiente sbattere i tuorli delle uova con lo zucchero sino ad ottenere una crema omogenea,
aggiungetevi la ricotta setacciata e mescolare con un frustino elettrico.
A parte preparare una crema con latte, grano cotto e burro, una volta raffreddata amalgamarla con
il preparato di uova precedente e lasciare riposare in frigo per 1 ora.
Tagliare le melanzane per il lungo sottili e friggere in abbondante olio di oliva. Preparare uno
stampo tondo, ungerlo con il burro e infarinarlo. Disporre le melanzane sul fondo e sui lati e
versarvi il composto di uova. Coprire con le restanti melanzane e infornare a 180 Gradi sino a
completa cottura.
Lasciare raffreddare e al momento si servire guarnire con cioccolato fondente sciolto.
29
Le nostre ricette
Ciocco freddo
Via Partenope
Chef Rosario Stinca
NAPOLI
preparazione in
ingredienti per 6 persone
7 uova
200 gr. di zucchero
200 gr. di cioccolato fondente
200 gr. di burro
50 gr. di cacao amaro
150 gr. di farina
gelato
30’
Montare le uova con lo zucchero; sciogliere la cioccolata a bagnomaria e mescolare il burro con
il cacao. Quando le uova sono ben montate aggiungervi il resto degli ingredienti, per ultimo
la farina.
Lasciare riposare in frigo per un paio d’ore.
Rienpire un pò più della metà degli stampini da delizia (recipienti di acciaio del diametro di
non più di 10 cm) e cuocere a forno caldo per otto dieci minuti.
Servire con gelato a piacere spolverando con zucchero al velo.
30
Le nostre ricette
Ravioloni di fagioli con salsicce pezzenti,
pomodorini e rosmarino
Afragola “Le Porte di Napoli” Chef Carmine Pica
120’
per la pasta:
600 gr. di farina 00
100 gr. di semola
6 uova intere
2 tuorli
un filo di olio
extravergine
sale, pepe,
prezzemolo tritato
per il ripieno:
400 gr. di fagioli
tondini secchi
5\6 pomodorini
una cotenna di
prosciutto
mollica di pane
raffermo
olio
aglio
prezzemolo
sale
per la salsa:
6oo gr. di pomodorini
3oo gr. di salsiccia
pezzente (prodotto
tipico, salsicciaripiena
con carne e ritagli
di maiale)
80 gr di olio
30 gr di cipolla
1 rametto di rosmarino
NAPOLI
preparazione in
ingredienti per 4 persone
Preparare il ripieno:
cuocere i fagioli (messi a bagno la sera prima) in abbondante acqua, con tutti gli ingredienti indicati. Colarli ben bene, passarli al passaverdure, ovemai l’impasto fosse troppo liquido, addensare
con un po’ di pane raffermo tostato e tritato.
Preparare la pasta all’uovo impastando tutti gli ingredienti, stendere a sfoglia sottile, ricavare un
rettangolo lungo, spennellare con un po’ d’acqua, con un cucchiaio disporre il ripieno su di un lato
a mucchietti distanziati, richiudere il rettangolo e ritagliare i ravioli con una rondella.
Ricavare 20 ravioli.
Preparare la salsa soffriggendo la cipolla nell’olio, aggiungere il rosmarino la pezzente sbriciolata,
sfumare con un po’ di vino bianco, aggiungere i pomodorini e portare a cottura aggiungendo un
po’ d’acqua.
Cuocere i ravioli e saltarli nella salsa, impiattarli decorando con un rametto di rosmarino.
31
Le nostre ricette
Perciatelli con “friarielli e spennocchie”
Via Lungomare Trieste
Chef Antonio Arena
SALERNO
preparazione in
ingredienti per 4 persone
20’
400 gr. perciatelli
300gr. friggiarelli
(broccoli partenopei) puliti
150 gr. olio extravergine
2 spicchi d’aglio
8 spennocchie (cannocchie)
sale
peperoncino
Soffriggere aglio olio e peperoncino in una padella alta, versarvi i friarielli, coprire e portare a
cottura. A parte soffriggere le cannocchie con aglio e olio e far cuocere per tre minuti.
Cuocere i perciatelli colarli, saltarli con i friarielli e le cannocchie.
32
Le nostre ricette
“La palamita persa nel bosco”
Telese Terme, Via C. P. Telesino Chef Monica Sanconte
40’
1 palamita (tonnetto
mediterraneo) circa 1.200 gr.
1 aglio fresco
1 mazzetto di timo fresco
60 gr. di pinoli tostati
1 manciatina di capperi
1 manciatina di uva
passa ammollata
1 acciuga di cetara
200 gr. di porcini fresci
1 spruzzata di aceto balsamico
16 pomodorini del Vesuvio
50 gr. di mollica di pane fritto
40 gr. olio extravergine d’oliva
crostini di polenta
sale, pepe, prezzemolo
BENEVENTO
preparazione in
ingredienti per 4 persone
La sera prima preparare l’olio al timo: riscaldare l’olio in un pentolino alto, spegnere e lasciare in
infusione un po’ di aglio e un rametto di timo.
Pulire la palamita: eviscerarala, spinarla e ricavarne quattro filetti strofinarli con sale, pepe ed
aglio, scottarli, in padella leggermente unta, con la pelle rivolta verso l’alto, coprire e portare a
cottura. Tenere in caldo.
A parte in una padella larga soffrigere l’olio con l’aglio, i capperi, l’uva passa, l’acciuga, aggiungere
i porcini tagliati a fette regolari, sfumare con l’aceto balsamico, aggiungere i pomodorini tagliati a
metà, aggiustare di sale pepe, aggiungere le molliche di pane fritte, i pinoli ed il prezzemolo.
Montare il piatto: disporre tre crostini di polenta, adagiarvi a metà il filetto di palamita, lucidare
con l’olio al timo, contornare con il souté di porcini e decorare con un rametto di timo fresco.
33
Le nostre ricette
Palmarelle con peperoni cruschi
e ricotta salata
Viale dell’Unicef
Chef Renato Oliva
POTENZA
preparazione in
ingredienti per 4 persone
Per le palmarelle:
600 gr. di semola
240 gr. di acqua tiepida
sale
20’
Per la salsa:
8 peperoni cruschi
(tipici peperoni potentini)
1 spicchio d’aglio schiacciato
220 gr. di olio extra vergine di oliva
150 gr. di ricotta salata stagionata
1 peperoncino piccante
sale
Preparare le palmarelle: impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo, formare una palla e fare riposare. Sulla spianatoia formare dei cilindretti, tagliarli a tocchetti di circa
4/5 cm. e cavarli con 4 dita. Cuocere le palmarelle in acqua salata e colarle per bene.
Preparare il condimento: soffriggere bene lo spicchio d’aglio, nell’olio in una capiente padella,
quindi togliere l’aglio ed agguingere i peperoni nell’olio già caldo, rosolarli avendo cura di non
bruciarli. Mettere da parte i peperoni e soffriggere a fuoco spento il peperoncino.
Saltare le palmarelle nell’olio, aggiungere i peperoni già rosolati e la ricotta. Impiattare e grattuggiare la ricotta a scaglie.
34
Le nostre ricette
“Chitarrella”
Corso Francia
Chef Ciro Sorrentino
90’
350 gr. vermicelli bucati
1 kg. friggiarelli sporchi
100 gr. salsiccia
20 gr. parmigiano
10 gr. basilico
200 gr. patate bianche
50 gr. provola affumicata fresca
20 gr. pecorino romano
10 gr. burro
10 gr. pane grattuggiato
50 gr. latte
ROMA
preparazione in
ingredienti per 6 persone
Pulire i friggiarelli e usando cime e foglie, farli soffriggere in una padella con aglio, olio e peperoncino, aggiungendo il sale. Nel frattempo preparare le polpette di salsiccia, aprendole eliminando il
budello, dopodiché amalgamarle con trito di basilico, pepe e parmigiano e friggerle in padella.
A questo punto prendere 150 gr. di patate pelarle e tagliarle a fette sottili, la restante parte bollirle
schiacciarle e mescolarle con latte, burro e pecorino così da creare una vellutata che farà da letto
al nostro fagottino.
Cuocere i vermicelli bucati molto al dente, dopodiché saltarli in una padella con le polpettine fritte,
la provola a dadini, friggiarelli e parmigiano e mantecare il tutto.
Prendere una terrina ripassare l’interno con burro e pane grattuggiato, quindi foderare l’interno
con le patate affettate e versare la nostra pasta saltata, chiudere con le patate come un fagotto e
cuocere in forno a 180° per circa 10 minuti.
A cottura finita prendere un piatto di portata ed adagiare la nostra vellutata di patate all’interno,
che fara da letto al nostro sformato.
35
Le nostre ricette
Filetto di Cefalo dorato al finocchietto
Colli Portuensi
Chef Passatelli Massimo
ROMA
preparazione in
ingredienti per 4 persone
50’
2 cespi di scarola
4 cefali da porzione
200 gr. di olive di Gaeta
50 gr. di semi di finocchio
30 gr. di capperi in salamoia
250 gr. di formaggio grattuggiato
olio extravergine di oliva
aglio, sale, pepe di mulinello
Per la pastella:
200 gr. di farina 00
3 uova
mezzo bicchiere di birra
Eviscerare e squamare i Cefali, sfilettarli ottenendo otto filetti regolari.
In una ciotola preparare la pastella, con l’aggiunta dei semi di finocchio, lasciandone qualcuno per
la decorazione.
Mondare i due cespi di scarola lavandoli in abbondante acqua e lasciarli sgocciolare per bene.
In una padella a bordo alto, soffriggere l’aglio intero, le olive denocciolate, i capperi ben lavati e
le scarole. Far cuocere quanto basta, mantenendo una cottura al dente, regolate il tutto con sale
e pepe.
Preparare una teglia foderata di carta forno, spolverandogli uniformemente il formaggio grattuggiato, cuocere in forno preriscaldato a 200°. Otterrete una sfoglia dorata da tagliare subito dopo
l’uscita dal forno in otto cerchi da 6 cm., usando un coppapasta.
A questo punto pastellate i filetti di Cefalo friggendoli a fuoco vivo.
Porre al centro del piatto il coppapasta e rempirlo alternando una cialda, le scarole, e ancora una
cialda. Sfilando il coppapasta si ottera’ uno sformato, adagiateci su di un lato due filetti di Cefalo
precedentemente fritti e guarnite il tutto con qualche seme di finocchio a bordo piatto, un rametto
di rosmarino fresco, pepe di mulinello e qualche goccia di olio extravergine di oliva.
Prima di andare a chiudere lo sformato con la cialda, in alternativa si puo’ aggiungere una fettina
sottile di mozzarella di bufala.
36
Le nostre ricette
Gnocchi con porcini, pomodorini
e vongole
Fiumicino, Parco Leonardo Chef Eugenio Incontreda
30’
per gli gnocchi:
500 gr. di patate lesse
250 gr. circa di farina 00
3 tuorli d’uovo
15 gr. parmigiano
sale pepe q.b.
per la salsa:
150 gr. olio extravergine
2 spicchi d’aglio
600 gr. di pomodorini
1 kg. di vongole veraci
300 gr. di porcini
prezzemolo
sale e pepe
tipologia
ROMA
preparazione in
ingredienti per 4 persone
Preparare gli gnocchi: impastare tutti gli ingredienti ,formare dei cilindretti, tagliarli a tocchetti
e formare gli gnocchi.
Preparare il condimento: soffriggere l’aglio nell’olio, aggiungere i porcini tagliati a fette ed i pomodorini tagliati a metà.
In un’altra padella aprire le vongole a sauté, sgusciarle ed aggiungerle con il liquido filtrato al
sugo di porcini. cuocere gli gnocchi, colarli saltare in padella con il sugo, impiattare cospargere di
prezzemolo e servire
37
Le nostre ricette
Raviolone corallino
Piazza del Mercato Centrale
Chef Daniele Geranio
FIRENZE
preparazione in
ingredienti per 4 persone
per la sfoglia:
500 gr. di farina 00
5 uova
80’
per il ripieno:
300 gr. di patate lessate
300 gr. di zucchine lessate
100 gr. di scamorza
di Agerola tritata
1 cucchiaio di
pesto di basilico
150 gr. di parmigiano
reggiano
sale e pepe a
proprio gusto
per la salsa:
1 kg di pomodorini
del Vesuvio
1 spicchio d’aglio
3 cucchiai d’olio
extravergine di
oliva di Sorrento
20 gr. di basilico
tritato molto fine
sale q. b.
Preparare il ripieno tritando le verdure finemente, mescolare con la scamorza il pesto ed il parmigiano stendere la sfoglia , ritagliare dei quadrati regolari imbottire con il ripieno preparato in
precedenza, formare i ravioli.
La salsa viene preparato molto semplicemente: soffriggere l’aglio, una volta rosolato toglierlo, aggiungere i pomodorini, farli appassire aiutandoci con il coperchio aggiungere il basilico. Mettere a
cuocere i ravioli e una volta cotti unirli alla salsa calda e lasciare mantecare qualche minuto.
Impiattare i ravioli e alla fine cospargere con pecorino grattuggiato.
38
Le nostre ricette
Tortino di riso ai ricci di mare
con sauté di telline
Casalecchio
Chef Ezio Di Giovanni
30’
Ingredienti per un tortino:
500 gr. Riso carnaroli
150 gr. Fumetto di pesce
6 Ricci di mare (femmina)
150gr. Telline
Olio
Aglio
Pepe
Prezzemolo
BOLOGNA
preparazione in
ingredienti per 6 persone
Prepaparare il tortino: tostare il riso in un po’ di olio, sfumare con il vino, aggiungere il fumetto.
A cottura quasi ultimata, (il riso deve rimanere al dente), allontanare dal fuoco, aggiungere la
polpa di ricci, e mantecare delicatamente. Tenere in caldo
Preparare il sauté di telline: soffrigere olio ed aglio aggiungere le telline ed il pepe.
Montare il piatto: sformare il riso, contornare con il sauté, guarnire con prezzemolo.
39
Le nostre ricette
Treccine di spada al pane profumato
con cous cous, cozze e melanzane
Fossalta
Chef Antonio De Simone
BOLOGNA
preparazione in
ingredienti per 2 persone
60’
300 gr di melanzane
300 gr di cozze
100 gr di cous cous precotto
50 grammi di ceci cotti
1 bustina di zafferano
600 gr di pesce spada
(due fette larghe)
80 gr di olio extravergine
olio per friggere
due spicchi di aglio
pangrattato, sale, pepe q.b.
trito di origano,
menta,
prezzemolo,
capperi
2 pomodorini
Preparare le treccine di spada: da ogni fetta ricavare tre striscioline, intrecciarle, mettere da parte
i ritagli.
Tagliare ora le melanzane a fettine, infarinarle leggermente e dorarle in padella, metterle ad asciugare su carta assorbente. Mettere a rinvenire il cous cous in 200 gr. di acqua salata, in cui avrete
sciolto metà zafferano. In una padella soffriggere l’aglio, aggiungere le cozze, una volta aperte,
sgusciarle e tenerle da parte; nella stessa padella aggiungere i ritagli di spada, i ceci ben colati, il
cous cous, le cozze ed il restante zafferano, aggiustare di sale. Foderare uno stampino da creme
caramel, precedentemente oleato e spolverato di pangrattato, con le fette di melanzane, riempire
con il composto ed infornare per 10 minuti a 200 gr.
In una padella antiaderente, leggermente oleata, scottare le treccine di spada, spennellarle di olio
cospargerle con pangrattato precedentemente aromattizato col trito aromatico, passare in forno a
200 gradi per pochi minuti. Comporre il piatto sformando il tortino, adagiarvi la treccina di spada
lucidata con un po’ di olio al limone, guarnire con un pomodorino ed un rametto di menta.
40
Le nostre ricette
Scialatielli “Camaldolesi”
Largo Fausto Bocchi
Chef Domenico Imperato
60’
per gli scialatielli:
250 gr: farina 00
250 gr. semola
di grano duro
2 uova intere
125 gr. latte
10 gr. prezzemolo
tritato
per la salsa:
100 gr. olio
extravergine
150 gr. pomodorini
200 gr. pancetta
tesa a dadini
180 gr. funghi porcini
50 gr. noci
30 gr. pinoli
60 gr. pesto basilico
scaglie di parmigiano
PARMA
preparazione in
ingredienti per 4 persone
Preparare gli scialatielli: impastare tutti gli ingredienti, ottenendo una pasta liscia ed omogenea.
Tirere la sfoglia non molto sottile e tagliare delle listarelle da 7 cm circa. Riscaldare l’olio in una
padella larga, fare rosolare cipolla e pancetta, una volta imbiondita aggiungere i funghi, pinoli e
noci fare sfumare con un po’ di vino bianco. Aggiungere i pomodorini, portare a cottura. Cuocere
gli scialatielli in acqua abbondante ed aggiungerli ben colati alla salsa, mantecare aggiungere il
pesto ed impiattare guarnendo con le scaglie di parmigiano ed un ciuffetto di basilco.
41
Le nostre ricette
Duchessa di pasticcera al caffè napoletano
con marmellata di castagne
Via Santa Lucia
Chef Raffaele Avolio
PADOVA
preparazione in
ingredienti per 6 persone
110’
Per marmellata:
500 gr. castagne fresche
250 gr. zucchero
1 limone
1 bicchiere rhum
Per il dolce:
100 gr. castagne lesse
500 gr. crema pasticcera compatta
4 tazzine di caffè napoletano
500 gr. biscotti savoiardi
20 chicchi di caffè
Per la marmellata:
Portare ad ebollizione 2 litri di acqua leggermente salata e cuocere per una mezz’ora le castagne
precedentemente sbucciate e pelate. Scolarle, tagliarle a pezzetti e in una pentola di acciaio con
lo zucchero e la buccia di limone grattugiata cuocere per un’altra mezz’ora rimestando continuamente, terminata la cottura aggiungere il rhum.
Per il dolce:
Pestare i biscotti savoiardi insieme alle castagne e il contenuto di una tazzina di caffè, impastare il
tutto, versare il composto in 6 stampini tondi e cuocere in forno a 160°C per 15 minuti.
Unire il restante caffè alla crema pasticcera, con una sach à pochè (siringa da cucina) con punta
riccia larga formare delle duchesse sui biscotti freddi, impiattare con marmellata di castagne e
qualche chicco di caffè tostato e zucchero a velo.
42
Le nostre ricette
Involtini “cafoncelli”
Largo La Foppa Chef Raffaele Giannella
30’
4 fettine di vitello da 100 gr. l’una
300 gr. di salsiccia di suino
1 spicchio d’aglio
sale
pepe
prezzemolo q. b.
mezza cipolla
salsa di pomodoro q. b.
MILANO
preparazione in
ingredienti per 4 persone
Battere le fettine, intanto soffriggere con poco olio la cipolla tritata fine, l’aglio e la salsiccia sbriciolata una volta cotta, togliere dal fuoco aggiungere sale pepe e prezzemolo e distribuire il tutto
al centro delle fettine, arrotolarle ad involtino e chiudere le estremità con degli stuzzicadenti.
Passare gli involtini nella farina e soffriggerli nell’olio bagnandoli con del vino bianco, una volta.
evaporato aggiungere la salsa di pomodoro e portare a cottura guarnire con prezzemolo.
43
Le nostre ricette
Vellutata di ceci con gamberi e cozze
Imbarcadero Darsena
Chef Nicola Pazienza
MILANO
preparazione in
ingredienti per 6 porzioni
60’
800 gr. di ceci secchi
1 cipolla
1 ramoscello di rosmarino
300 ml di panna
1 cucchiaino di bicarbonato
600 gr. di gamberi mazzancolle
800 gr. di cozze fresche
2 spicchi d’aglio
1 bicchiere di vino bianco
sale olio pepe q.b.
Mettete a bagno la sera prima i ceci con abbondante acqua e un pizzico di bicarbonato.
L’indomani scolate i ceci risciacquare sotto acqua corrente.
A parte prendete una casseruola, mettete a riscaldare un mestolo d’olio.
Quando l’olio sarà ben caldo, fate rosolare la cipolla e uno spicchio d’aglio tritato, a questo punto
aggiungeteci i ceci e il rosmarino facendo stufare con dell’acqua.
Quando i ceci saranno cotti, salateli e pepateli.
Aggiungetegli la panna e passate tutto al mixer, fino a farli diventare una crema.
A parte prendete una padella, fate riscaldare un po’ d’olio, fate rosolare l’aglio, adagiateci le cozze
e i gamberoni sgusciati lasciando testa e coda. Coprite per qualche minuto, e poi sfumate con
del vino bianco senza coprire fino cottura ultimata (5 - 6 minuti). Montiamo il piatto: prendere
un piatto fondo a falde larghe, riempirlo a metà con la vellutata, adagiare i gamberoni e le cozze
sgusciate, versare un filo di olio extravergine.
Accompagnate il tutto con qualche crostino di pane profumato all’aglio.
44
Le nostre ricette
Paccheri con scampetti, zucchine
e pomodorini canditi
Molino delle Armi
‘Gennarone’ Don Vimal
30’
400 gr. paccheri
800 gr. scampetti
200 gr. zucchine
100 gr. pomodorini
1 spruzzo di aceto balsamico
1 spruzzo di vino bianco
aglio
olio
zucchero di canna
sale e pepe
MILANO
preparazione in
ingredienti per 4 persone
Tagliare i pomodorini, disporli in una teglia spolverarli con sale, pepe, zucchero di canna, passare
al forno a 80 gradi per 2 ore.
Tagliare le zucchine a julienne, far rosolare olio e aglio, aggiungere gli scampi e le zucchine sfumare con il vino bianco e lasciar cuocere per qualche minuto aggiustare di sale e pepe.
Cuocere i paccheri, colarli e saltarli in padella con le zucchine e gli scampi, impiattare e guarnire
con pomodori canditi e prezzemolo tritato.
45
Le nostre ricette
Tagliatelle di semola e zucchine con vellutata
di bufala, salame all’aglianico e caciocavallo
Bicocca
Chef Giampaolo Baroni
MILANO
preparazione in
ingredienti per 4 persone
60’
per le tagliatelle:
200 gr. farina 00
200 gr. di semola
200 gr. di purea zucchine
(zucchine sbollentate e
passate al mixer)
2 uova
30 gr. formaggio grattato
sale
per la vellutata:
20 gr. di burro
30 gr. farina
400 gr. siero mozzarella
100 gr. panna fresca
40 gr. olio extravergine
200 gr. salame all’aglianico
120 gr. scaglie caciocavallo
basilico abbondante
Preparare le tagliatelle, impastando tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica, stendere la sfoglia e ricavare le tagliatelle.
Preparare la vellutata: tostare leggermente la farina nel burro, aggiungere il siero riscaldato portare a cottura aggiungere la panna, cuocere le tagliatelle in acqua bollente, riscaldare l’olio in
una padella a bordi alti, aggiungere il salame, la fonduta colare ben bene le tagliatelle, versare in
padella, mantecare.
Impiattare decorando con scaglie di caciocavallo e ciuffi di basilico.
46
Le nostre ricette
Semifreddo al croccantino alle nocciole
di Giffoni
San Donato, S.S. Paullese Chef Gianluca Rosano Waynes
20’
per la base:
1 lt di panna
8 tuorli d’uovo
250 gr. di zucchero
1 bustina di vanillina
per il ristretto:
1 bicchierino di nocino
2 arance
1 cucchiaio di
zucchero semolato
per il croccante:
500 gr. di zucchero
250 gr. di nocciole
MILANO
preparazione in
ingredienti per 4 persone
Mettere lo zucchero a caramellare in un pentolino di rame. Una volta che è biondo aggiungere le
nocciole per tostarle un pò.
Stendere il tutto su un piano possibilmente di marmo oleandolo e far raffreddare. Una volta raffreddato una parte va tritata con un coltello.
In una ciotola montare le uova con lo zucchero e aggiungere il trito di croccante.
Montare la panna a neve ed amalgamarla delicatamente dall’alto verso il basso insieme al composto
di uova.
Mettere negli stampini e in freezer.
In un pentolino mettere le bucce d’arancia tagliate a julienne, il nocino, 1 cucchiaio di zucchero
e far restringere.
Servire il semifreddo con una guarnizione di croccante e il ristretto di nocino.
47
Le nostre ricette
O’mussillo
Viale Sarca
Chef Antonio Bencivenga
MILANO
preparazione in
ingredienti per 6 persone
30’
800 gr. di baccalà
2 cucchiai di grana grattugiato
350 gr. di pomodorini
2 cucchiai di pecorino grattugiato
150 gr. di olive verdi snocciolate
un pizzico di pepe
5 gr. di pinoli
10 fette di pan carrè
1 bicc. di vino bianco
2 spicchi d’aglio
olio extravegine D.O.P.
sale, pepe e prezzemolo
Preparazione della cialda:
Riscaldare una padella antiaderente e versarci dentro il formaggio fino a rivestirla con un sottile
strato, quando il fondo della cialda comincia a staccarsi e a prendere colore, girarla e cuocerla
dall’altra parte per circa 1 minuto.
Ultimata la cottura toglierla dal fuoco e lavorarla dandogli la forma di un cono, poi lasciarla riposare.
Riscaldare in una padella l’olio e l’aglio, adagiare il baccalà passato leggermente nella farina, farlo
rosolare, poi addizionare le olive e i pomodorini, eventualmente aggiungere un po’ d’acqua e far
cuocere per 6/7 minuti.
Sbriciolare in una terrina a parte le fette di pan carrè aggiungendo uno spicchio di aglio tritato,
prezzemolo, pepe, 2 cucchiai di olio, un cucchiaio di vino bianco e amalgamare il tutto.
Mettere in una teglia unta il baccalà precedentemente preparato e ricoprirlo col pane profumato,
completandone la cottura in forno per pochi minuti.
Impiattare:
Mettere la cialda e il baccalà nel piatto e ricoprire quest’ultimo con la salsa; ultimare con una
manciata di pinoli tostati e una spolverata di prezzemolo.
48
Le nostre ricette
“Latteinpiedi” ai fiori d’arancio
e croccante al cioccolato
Rozzano, Via Curiel
Chef Giuseppe Varriale
1/2 litro di latte
150 gr. di zucchero
50 gr. di croccante al cioccolato
40ml di fiori d’arancio essenza
4 fogli di gelatina
10’
tipologia
MILANO
preparazione in
ingredienti per 6 persone
Portare ad ebollizione il latte insieme a lo zucchero e l’acqua fiori d arancio aggiungere i fogli
di gelatina precedentemente ammollati in acqua fredda, mettere in frigo per tre ore in stampini
d’acciaio tipo creme caramel.
Servire accompagnato dai croccantini al cioccolato.
49
Le nostre ricette
Sformato di melanzane ripieno
di bucatino alle cozze
Via Milazzo
Chef Luca Capuozzo
PAVIA
preparazione in
ingredienti per 6 persone
40’
6 melanzane larghe
500 gr. bucatini
600 gr. cozze
500 gr. pomodorini
200 gr. rucola
prezzemolo
sale
pepe
farina
pecorino
aglio
Tagliare le melanzane a fette spesse 1 cm. e ricavarne 6 per porzione.
Passarle nella farina e friggerle. Una volta colate, adagiarle su di un piano formando una stella.
Intanto preparate la salsa: soffrigere aglio e olio, aggiungere i pomodorini tagliati a metà e dopo
pochi minuti, unire cozze, prezzemolo, sale e pepe. Ritirare le cozze aperte, sgusciarle e rimetterle
nel salsa.
Sbollentare i bucatini e saltarli con il condimento.
Quando è ben amalgamato il tutto disporre i bucatini al centro della stella di melanzane, chiudere
a fagottino, ripassare per pochi minuti in forno, impiattare e decorare con rucola e pecorino.
50
Le nostre ricette
Paccheri alla monaca
Via Carlo Cattaneo
Chef Ciro Musella
60
600 gr. di paccheri
1000 gr. di calamari sporchi
12 scampi di media pezzatura
600 gr. di pomodorini
2 spicchi d’aglio
1 peperone giallo grande
1 bicc.di vino bianco
olio extravergine D.O.P.
sale, pepe e prezzemolo q. b.
MONZA
preparazione in
ingredienti per 6 persone
Cuocere il peperone alla griglia spellarlo e tagliarlo a dadini.
Prendere una padella,riscaldare l’olio e aggiungere l’aglio in camicia aspettando che imbiondisca
per poi toglierlo.
Aggiungere immediatamente dopo, gli scampi precedentemente incisi sulla coda, una volta rosolati, aggiungere i calamari puliti e tagliati a listarelle dopo qualche secondo sfumare con del vino
bianco, aggiungere poi i pomodorini ed i dadini di peperone, salando e speziando.
Portare la salsa a cottura (a fuoco vivo per circa 3 min.) togliere la padella dal fornello.
Quando la pasta ha raggiunto una cottura ideale scolarla e saltarla nella padella a fuoco vivo,
aggiungendo del prezzemolo.
51
Le nostre ricette
“Le sarde” ed il finocchietto
Viale delle Serre
Chef Roberto Tonzanu
CAGLIARI
preparazione in
ingredienti per 4 persone
per gli involtini:
20 sarde spinate ed
aperte a libro
30’
per il ripieno:
400 gr. di ricotta
di pecora
2 rossi d’uovo
30 gr. di formaggio
grattato
sale, pepe
finocchio selvatico
semi di finocchio
pangrattato
per il pesto:
300 gr. di pomodorini sodi
basilico
olio extravergine
aglio
sale
Stendere le sarde su di un piano con la pelle rivolta verso l’alto farcirle con un leggero strato di
ripieno preparato mescolando tutti gli ingredienti, tranne il pangrattato, chiudere ad involtino e
fermarli con uno stuzzicadenti, disporli in una teglia a mo’ di cilindro.
Cospargere con un filo di olio e pane grattato, infornare a 180 gradi per 6/8 minuti.
Nel frattempo preparare il pesto: sbollentare velocemente i pomodorini, pelarli, trinciarli e metterli
in un colino per far perdere l’acqua, riunirli in una ciotola, condirli con olio, sale e il succo d’aglio.
Montare il piatto, stendendo un velo di pesto, adagiarvi i cilindri di sarde ripiene, spolverare con
prezzemolo e guarnire con un ramoscello di finocchio.
52
Le nostre ricette
Alici in tortiera
Via Mondello
Chef Luca Buonanno
60’
1 kg alici fresche
50 gr. funghi secchi
50 gr. mollica di pane
1 uovo
25 gr. parmigiano grattugiato
15 gr. maggiorana tritata
sale, pepe
olio
pan grattato.
CATANIA
preparazione in
ingredienti per 6 persone
Mettere in acqua tiepida i funghi secchi, risciaquarli e tritarli finemente. Mettere in bagno la
mollica di pane strizzarla bene tra le mani, e unirla ai funghi. Nella terrinetta rompere l’uovo e
aggiungere, il parmigiano grattugiato, un po’ di noce moscata, maggiorana tritata e poi sale, pepe
e mescolare il tutto. Pulire le alici, aprirle in due, e togliere la spina e spalmare una parte del composto preparato, richiuse metterle in una teglia aggiungendo un po’ d’olio. Dopo cospargere le alici
di pangrattato e infornarle per 30 minuti a 180° fino ad ottenere una superficiale doratura.
53
Le nostre ricette
Rombi di calamaro con fagiolini
e olive nere di Gaeta
Chelsea, Fulham Road
Chef Gaetano D’Avanzo
LONDRA
preparazione in
ingredienti per 4 persone
20’
per il coulis:
300 gr. pomodori verdi
25 ml. olio
extravergine di oliva
2 gr. aglio
sale e pepe
quanto basta
per la preparazione
della salsa, frullare
tutto e passare con
il colino cinese.
per i calamari:
800 gr. calamari
sporchi
160 gr. di olive
nere di Gaeta
240 gr. fagiolini
cotti al dente
2 gr. aglio
100 gr. capperi
sale, olio e pepe q. b.
Per la preparazione del piatto sfriggere aglio, olio.
Aggiungere i calamari tagliati a rombi.
A cottura ultimata aggiungere e saltare fagiolini, olive, capperi, sale e pepe.
Montare il piatto mettendo prima un mestolo del coulis di pomodori verdi e poi al centro i calamari
saltati.
54
Le nostre ricette
Medaglioni di pescespada agli agrumi
Dronningensgade
Chef Tommaso Mazzocca
20’
200 gr. medaglione di pescespada
1 spicchio di aglio
1 arancia
1 limone
1 bicchiere vino bianco
30 gr. di burro
olio di oliva q. b.
2 pomodori ramati
100 gr. olive di gaeta denocciolate
1 ciuffetto di prezzemolo tritato
COPENHAGEN
preparazione in
ingredienti per 4 persone
In una padella fare sciogliere il burro con l’olio,aggiungere l’aglio in camicia, fare dorare le fette
di spada da ambo i lati, eliminare l’aglio quindi versare il vino bianco e fare sfumare abbassare la
fiamma fare cuocere a fuoco lento per circa 5 minuti.
Togliere le fette di spada e tenerle in caldo.
Premere mezza arancia e mezzo limone, versare il succo degli agrumi nella padella e fare restringere la salsina.
Montare ora il piatto: adagiare i medaglioni di spada in quattro piatti, napparli con la salsa, guarnire con una foglia di insalata verde in cui verserete una concassé di pomodori precedentemente
preparata pelando a vivo i pomodori e tagliandoli a dadini regolari.
Decorare tutt’intorno con le olive precedentemente denocciolate spolverare con una manciata di
prezzemolo fresco tritato servire ben caldo.
55
Le nostre ricette
I Paccheri di Gragnano con le alici di Cetara il
finocchietto selvatico e il provolone del monaco
Chef
Raimo Chiacchiera
SUPERVISOR
preparazione in
ingredienti per 4 persone
40’
150 gr. di pomodorini del piennolo
600 gr. di Paccheri di Gragnano
olio extravergine di oliva
700 gr. di alici di Cetara
1 spicchio d’aglio
3 ramoscelli di finocchietto
sale e peperoncino q. b.
finocchietto selvatico fresco
200 gr. di provolone del monaco
Far cuocere la pasta al dente.
Nel frattempo soffriggere uno spicchio d’aglio con il peperoncino, quando sarà ben rosolato aggiungervi le alici fresche deliscate.
Unite una spruzzatina di vino bianco, lasciare evaporare dopodiché aggiungere i pomodorini ed un
mestolo d’acqua di cottura della pasta.
Scolare a questo punto i paccheri e saltarli in padella con il composto di alici preparato precedentemente, unirvi una parte di finocchietto selvatico ed il provolone tagiato dadini piccoli. Adagiare
il tutto in un piatto e decorare con il restante ramoscello di finocchietto selvatico.
56
Le nostre ricette
Struffoli
Prossima apertura
Chef Giuseppe Sullo
30’
8 uova
50 gr. di zucchero
1 bicchierino di limoncello
1 bustina di zucchero vanigliato
la buccia grattugiata di un limone
sale
bicarbonato
50 gr. di strutto
250 gr. di miele
1 Kg di farina 00
TORINO
preparazione in
ingredienti per 4 persone
Disponete la farina a fontana, aggiungetevi le uova, lo strutto, lo zucchero, il limoncello la bustina
di zucchero vanigliato, il bicarbonato, la buccia del limone ed impastate.
Lavorate bene l’impasto fino a quando non si stacca dalle mani.
Formate quindi con l’impasto tanti piccoli serpentelli di 3 cm di diametro e tagliarli a tocchetti e
friggeteli in abbondante olio.
Quando tutti i tocchetti sono fritti prendete una teglia in cui metterete 4 o 5 cucchiai di zucchero
a sciogliere a fuoco lento, aggiungete il miele e poi gli struffolie rimestate per alcuni minuti.
Alzateli dalla teglia e sistemateli in un piatto guarniteli con della frutta candita tagliata a listarelle
(cedro e arancio), con qualche ciliegina candita, con i confettini.
57
Le nostre ricette
Panzanella marinara
Prossima apertura
Chef Pompeo Cavalieri
BENEVENTO
preparazione in
ingredienti per 4 persone
15’
800 gr. pane di grano raffermo
2 cipolle novelle
2 aringhe affumicate
100 gr. olive nere
300 gr. pomodorini freschi
300 gr. caciotta fresca
aceto bianco
sale, pepe, olio
4 ciuffi di basilico
Rompere grossolanamente il pane, bagnarlo brevemente con acqua fredda. Intanto avete pulito
spellato le aringhe e tenute in un po’ di latte.
Componete ora in ogni piatto la panzanella: spruzzate il pane con un po’ di aceto, sale e pepe.
Adagiatelo al centro in maniera irregolare alternando con filetti di aringa, olive, pomodori, caciotta
tagliata a dadini. Tagliare il cipollotto ad anelli, cospargerli su ogni montagnella.
Condire con olio extravergine e guarnire con basilico.
58
Le nostre ricette
Sformatini di porcini e salsicce
Prossima apertura
Chef Giuseppe Esposito
40’
6 salsicce
600 gr. di porcini
800 gr. pane
200 gr. di latte
2 uova
pecorino semistagionato
olio extravergine
aglio, sale, pepe
Prezzemolo
EBOLI
preparazione in
ingredienti per 6 persone
Sbriciolare le salsicce, soffrigerle con olio ed aglio.
Aggiungere i porcini tagliati, far restringere. Tagliare il pane a cubetti, bagnarli nel latte, aggiungerli in padella. Togliere dal fuoco.
Amalgamare le uova, il formaggio, aggiustare di sale e pepe, aggiungere il prezzemolo. Riempire
degli stampini precedentemente oleati e cosparsi di pangrattato, cuocere a bagnomaria nel forno
per 20’ minuti. Sformare nel piatto, eventualmente servire con una fonduta di formaggio e guarnire con prezzemolo.
59
Le nostre ricette
Tartare di fragole con crema
agli agrumi e menta
Prossima apertura
Chef Gennaro Chiacchiera
LIVORNO
preparazione in
ingredienti per 4 persone
20’
800 Gr. di fragoloni
1 bicchierino di limoncello
50 Gr. di zucchero
150 Gr. succo d’arancia
150Gr. succo di mandarino
150Gr. succo di limone
200Gr. zucchero
5 tuorli
50 Gr. burro
1 rametto di menta
Tagliare i fragoloni a fette regolari, mettere a bagno nel limoncello e zucchero. Preparare la salsa
agli agrumi: unire i tuorli e lo zucchero montarli brevemente, aggiungere il succo degli agrumi
filtrato. Mettere in un pentolino riscaldare senza far bollire, aggiungere il burro a temperatura
ambiente e riporre nuovamente sul fuoco, far ridurre.
Preparare i piatti. Coppare al centro le fragole ben colate. Guarnire con la crema e con un rametto
di menta.
60
Le nostre ricette
Paccheri “Mbuttunati e fritti”
Prossima apertura
Chef Claudio Annunziata
30’
16 paccheri
600 Gr. ricotta
5 uova
100 Gr. salame Napoli
60 Gr. provola affumicata
formaggio grattato
prezzemolo
sale, pepe
farina per la pastella
CASERTA
preparazione in
ingredienti per 4 persone
Cuocere i paccheri al dente, passarli sotto l’acqua fredda. Intanto avrete preparato il ripieno mescolando la ricotta, la provola tagliata a dadini piccolissimi, il formaggio, il sale, il pepe ed il tuorlo
di due uova. Passate i paccheri in una pastella abbastanza densa.
Friggere in abbondante olio, cospargere di prezzemolo e servire accompagnato da un pesto di pomodori, preparato frullando 220 gr. di pomodori ramati, precedentemente pelati, con uno spicchio
d’aglio, sale ed uno spruzzo di aceto balsamico.
61
Le nostre ricette
Lumaconi ripieni di carciofi e gamberi
Prossima apertura
Chef Massimiliano Ambrosio
BUENIOS AIRES
preparazione in
ingredienti per 4 persone
60’
20 lumaconi
6 carciofi
50 Gr. mollica di pane
600 Gr. di gamberi
40 Gr. di burro
60 Gr. farina
brodo leggero
vino bianco
olio extravergine
sale, pepe, mentuccia, aglio
Vellutata di carciofi: tagliare i cuori di quattro carciofi a dadini, saltarli nel burro spumeggiante,
aggiungere la farina ed un po’ di brodo, passare al mixer e tenere in caldo.
Pulire i rametti di carciofo, ricavarne sei cuori etenerli in acqua acidulata.
Saltare i gamberi (tranne quattro) sgusciati in olio ed aglio, sfumare con il vino, e tritarli grossolanamente: sbollentare due cuori di carciofo, sminnuzzarli, aggiungere ai gamberi tritati con
la mollica di pane, la mentuccia ed aggiustare di sale. Cuocere i lumaconi al dente raffreddarli in
acqua fredda farcirli con il composto di gamberi e carciofi, nappare con una vellutata di carciofi,
passare sotto il grill servire guarnendo con un gambero cotto a vapore.
62
Le nostre ricette
Pappardelle con passatina
di ceci e baccalà
Prossima apertura
Chef Ciro Pozzi
40’
400 gr. di pappardelle
300 gr. di ceci secchi
aglio
prezzemolo
120 gr. olio extravergine
800 gr. di baccalà dissalato
peperoncino
sale
ROMA
preparazione in
ingredienti per 4 persone
Mettere a bagno i ceci la sera prima con un pizzico di bicarbonato, metter sul fuoco senza cambiare l’acqua portare a cottura con un spicchio d’aglio fin quando i ceci diventano morbidi e cremosi.
Passare il tutto al passa verdure ed ottenere una crema fluida. Soffrigere un spicchio d’aglio nell’olio aggiumgere il baccalà spellato e tagliato a pezzetti, sfumare con un po’ di vino aggiungere
la crema di ceci. Cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata colarle e saltarle in padella con
la salsa di ceci e baccalà, aggiungere un pizzico di peperoncino e il prezzemolo.
63
Le nostre ricette
Bucatini con amatriciana di mare
Prossima apertura
Chef “Pasqualone” Rjas
MILANO
preparazione in
ingredienti per 4 persone
60’
400 gr. bucatini
200 gr. guanciale
600 gr. cozze
20 gr. cipolla
1 spicchio aglio
prezzemolo, pepe
600 gr. pomodorini
50 gr. pecorino
150 gr. olio extravergine
Soffriggere nell’olio la cipolla e il guanciale aggiungere i pomodorini e le cozze sgusciate precedentemente cotte a souté con aglio e olio, aggiungere ache il lievito di cottura e tirare la salsa
a fuoco vivo. Lessate i bucatini colateli e mantecate con la salsa, il pecorino, prezzemolo, e una
manciata di pepe.
64
Le nostre ricette
Tartufi al “caffè napoletano corretto
all’anice”
Prossima apertura
Chef Daniele Villai
250 gr. cioccolato fondente
130 gr. zucchero a velo
200 gr. burro
1 tuorlo d’uova
1 tazzina di caffè corretta all’anice
cacao
90’
CAGLIARI
preparazione in
ingredienti per 4 persone
In una ciotola sciogliere a bagnomaria la cioccolata, caffè corretto, burro a tocchetti e zucchero a
velo. Amalgamare il tutto con il tuorlo d’uovo e far riposare il composto in luogo fresco. Ricavarne
delle palline e rotolarle in una miscela di cacao amaro e caffè in polvere
65
si ringraziano tutti gli Chef
Giovanni Merolla - Napoli, Corso Vittorio Emanuele
Alessandro Gargiulo - Napoli, Piazza Trieste e Trento
Vincenzo Palumbo - Napoli, Via Cimarosa
Francesco Mazzocchi - Napoli, Piazza Dante
Rosario Stinca - Napoli, Via Partenope
Carmine Pica - Napoli, Afragola centro commerciale “Le Porte di Napoli”
Antonio Arena - Salerno, Via Lungomare Trieste
Monica Sanconte - Benevento, Telese Terme Via Caio Ponzio Telesino
Renato Oliva - Potenza, Viale dell’Unicef “centro commerciale “Galassia”
Ciro Sorrentino - Roma, Corso Francia
Massimo Passatelli - Roma, Via dei Colli Portuensi
Eugenio Incontreda - Roma, Fiumicino Via Portuense “Parco Leonardo”
Daniele Geranio - Firenze, Piazza del Mercato Centrale
Ezio Di Giovanni - Bologna, Casalecchio di Reno centro commerciale “Meridiana”
Antonio De Simone - Bologna, Fossalta
Domenico Imperato - Parma, Largo Fausto Bocchi
Raffaele Avolio - Padova, Via Santa Lucia
Raffaele Giannella - Milano, Largo la Foppa
Nicola Pazienza - Milano, Imbarcadero Darsena
“Gennarone” Don Vimal - Milano, Via Molino delle Armi
Giampaolo Baroni - Milano, Bicocca Via Aldo Moro
Gianluca Rosano Waynes - Milano, San Donato S.S. “Paullese”
Antonio Bencivenga - Milano, Viale Sarca
Giuseppe Varriale - Milano, Rozzano Via Curiel “Multisala Medusa”
Luca Capozzi - Pavia, Via Milazzo
Ciro Musella - Monza, Via Carlo Cattaneo
Daniele Villari - Cagliari, Viale delle Serre centro d’intrattenimento “Millenium”
Luca Buonanno - Catania, Via Mondello centro commerciale “Le Zagare”
Gaetano D’Avanzo - Londra, Chelsea Fulham Road
Tommaso Bruno - Copenhagen, Dronningensgade
Raimo Chiacchiera - Executive Chef
FARRO srl via Virgilio, 16/24 Bacoli (NA)
tel. 0818545555, fax 0818545489
web: www.cantinefarro.it e-mail: [email protected]
www.sebeto.it
www.sebeto.it
si ringrazia Giampiero Galeazzi per la prefazione
un ringraziamento speciale a Paolo Morra
si ringraziano gli sponsor
Peroni, Bellopede & Golino, Kimbo, Malinconico, Cantine Farro,
Anema e Cozze, PizzaContorni e Maccheroni
gli autori delle ricette
Paolo Cannavaro - giocatore di calcio
Emanuele Calaiò - giocatore di calcio
Gennaro Iezzo - giocatore di calcio
Gianni Improta - ex calciatore, allenatore, opinionista
Massimiliano Rosolino - campione di nuoto
Davide Rummolo - campione di nuoto
Paolo Trapanese - campione di pallanuoto
Mario Fiorillo - campione di pallanuoto
Giuseppe Abbagnale - campione di canottaggio
Carmine Abbagnale - campione di canottaggio
Mario Palmisano - campione di canottaggio
Diego Nargiso - campione di tennis
Salvatore Perugini - giocatore di rugby
Mario Bollesan - campione di rugby, allenatore, manager
Claudio Pollio - campione di lotta
editore
Gruppo Sebeto
a cura di
Vincenzo De Angelis, Antonio Sorrentino
coordinamento
Paolo Giglio
progetto grafico
Gianni Somma_Idee per la Grafica Napoli
archivio fotografico
Sergio Siano
finito di stampare
Novembre 2006

Documenti analoghi