Lapeyre salute

Transcript

Lapeyre salute
In un momento storico come quello attuale, caratterizzato da una forte
crisi economica e da un’esasperata attenzione al contenimento della
spesa, compiere scelte che siano anche eticamente accettabili e
socialmente condivise, dovrebbe essere uno dei paradigmi fondamentali
per rendere sostenibili le decisioni che incidono in grande misura sul
livello qualitativo dei sistemi sanitari.
Il 6° Congresso Nazionale della Sihtaintende indagare la dimensione
etica e d’impatto sociale dell’Health Technology Assessment affinché in
ogni processo decisionale, non prevalgano più orientamenti poveri di
dimensione valoriale quasi esclusivamente orientati ai tagli lineari
piuttosto che a un sapiente disinvestimento che non incida sulla salute
dei cittadini.
Declinare in tale maniera il percorso decisionale suggerito dalle
metodologie di HTA costituisce un’ulteriore garanzia affinché le stesse
vengano realmente interpretate come una leva per lo sviluppo economico
del Paese.
Il Congresso si articolerà in quattro sessioni plenarie, numerose sessioni
parallele nelle quali saranno presentati sia contributi scientifici proposti
dai partecipanti che workshop e panel su temi specifici.
Le quattro sessioni plenarie saranno dedicate a:
1. La valutazione etica e di impatto sociale in HTA
2. HTA come leva per lo sviluppo economico del Paese
3. HTA tra innovazione e disinvestimento
4. Equità e sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale
CONSIGLIO DIRETTIVO
Presidente
Carlo Favaretti
Vice Presidente Vicario
Americo Cicchetti
COMITATO TECNICO
SCIENTIFICO
Walter Ricciardi
(Coordinatore)
Revisore dei conti
Fabrizio Fontana
Marina Cerbo
Pietro Derrico
Fabrizio Fontana
Gian Franco Gensini
Roberto Grilli
Giovanni Guizzetti
Marcella Marletta
Saverio Francesco Mennini
Giandomenico Nollo
Paolo Siviero
Stefano Vella
PRESIDENTI CONGRESSO
COMITATO ORGANIZZATORE
Carlo Favaretti
Michele Virgilio
Americo Cicchetti
(Coordinatore)
Vice Presidente
Paolo Lago
Segretario e Tesoriere
Sandro Franco
Consiglieri
Maurizio Ettore Maccarini
Marco Marchetti
Giovanni Maria Guarrera
Marina Cerbo
Sandro Franco
Paolo Lago
Marco Marchetti
Walter Ricciardi
Michele Tringali
Michele Virgilio
PROGRAMMA AVANZATO
GIOVEDÌ 7 NOVEMBRE 2013
10.00-13.00
ATTIVITÀ PRECONGRESSUALI
HEALTH POLICY FORUM 2013
Incontro Autunnale (ad invito)
14.00-15.00
Registrazione dei partecipanti
15.00
Inaugurazione del Congresso
Saluti delle Autorità
16.00-18.00
I SESSIONE
“La valutazione etica e d’impatto sociale in HTA”
Moderatori: Carlo Favaretti Presidente SIHTA
Michele Virgilio Coordinatore Gruppo di Lavoro HTA Ares Puglia
• La metodologia della valutazione etica in HTA
Maria Luisa Di Pietro Facoltà di Medicina e Chirurgia
Policlinico Universitario “A.Gemelli”, Università Cattolica del
Sacro Cuore, Roma
• La valutazione d’impatto sociale: metodi ed esperienze
internazionali
Pascale Lehoux Professeur titulaire,
Département d'administration de la santé.
Titulaire de la Chaire de recherche du Canada sur les
Innovations en santé.
Institut de recherche en santé publique de l'Université
de Montréal (IRSPUM)
• La valutazione etica nei rapporti di HTA e nelle decisioni
programmatorie: l’esperienza nazionale e internazionale
Dario Sacchini EUnetHTA; HTAi-INAHTA subgroup on Ethics
PROGRAMMA AVANZATO
VENERDÌ 8 NOVEMBRE 2013
9.00-11.00
II SESSIONE
“HTA: una leva per lo sviluppo economico del Paese”
Moderatori: Americo Cicchetti Direttore Alta Scuola di Economia
e Management dei Sistemi Sanitari, ALTEMS
Paolo Lago Vice Presidente SIHTA.
Direttore della Struttura di Ingegneria Clinica, Fondazione IRCCS
Policlinico S. Matteo, Pavia
• Regolazione e programmazione possono aiutare
lo sviluppo economico?
Marcella Marletta Direttore Generale dei dispositivi medici
del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure,
Ministero della Salute
Francesco Bux Direttore Generale Ares Puglia
• HTA e industria: vincolo o opportunità di sviluppo?
Daniel Lapeyre Vice Presidente di Farmindustria
Luciano Frattini Vice Presidente Assobiomedica
• Prevenzione primaria e strategie di sviluppo locale
Elisabetta Graps Dirigente Medico Ares Puglia
PROGRAMMA AVANZATO
11.00-13.00
SESSIONI PARALLELE
11.00-13.00
Dalle evidenze alle decisioni nel SSN:
il progetto DECIDE
Moderatore: Marina Davoli Direttore Dipartimento Epidemiologia Regione Lazio
DECIDE è un progetto di ricerca finanziato dalla Commissione Europea il cui obiettivo è
sviluppare e valutare strategie di comunicazione che favoriscano l'assunzione di decisioni
basate su evidenze scientifiche. Decisioni che riguardano se e come introdurre o interrompere (o chiedere di introdurre/interrompere) la copertura economica di farmaci, test, dispositivi,
interventi o servizi sanitari. Nell'ambito del progetto è stata sviluppata una griglia che sintetizza le informazioni relative alle evidenze disponibili sull'intervento, la rilevanza del problema, i
costi, i rischi e i benefici legati all'intervento, i valori di cui i pazienti sono portatori e l'equità.
• Su quali criteri fondare le decisioni: le aree da esplorare
Carlo Saitto ASL RME
• Come pesare le evidenze scientifiche e come presentarle:
le caratteristiche dello strumento di valutazione
Laura Amato Dipartimento Epidemiologia Regione Lazio
• Come utilizzare lo strumento di valutazione: un esempio operativo
Elena Parmelli Università di Modena e Reggio Emilia
11.00-13.00
Un nuovo paradigma per le terapie dell'HIV fra ricerca clinica
e sostenibilità economica. Le valutazioni di costo-efficacia e
gli studi di farmaco-epidemiologia tramite l'impiego
dei database amministrativi
Francesco Saverio Mennini
Luca Degli Esposti
La valutazione della tecnologia farmaco è un processo dinamico che considera il progressivo
consolidamento delle informazioni cliniche disponibili attraverso il monitoraggio nella pratica
clinica sia in termini di efficacia e sicurezza, sia in un’ottica di razionalizzazione dei costi.In
questo nuovo contesto, la ricerca clinica osservazionale e l’outcomes research (registri, studi
epidemiologici, analisi dei database amministrativi) sempre di più si configurano come valido
strumento per dimostrare il “valore del farmaco” nella pratica clinica e per fornire evidenze a
supporto della definizione delle linee guida e dell’appropriatezza d’uso.
PROGRAMMA AVANZATO
11.00-13.00
Costruzione ed uso di filtri per la valutazione delle tecnologie
sanitarie in PubMed
Claudia Vidale Servizio di Documentazione Biomedica
AO Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine
Giovanni Maria Guarrera Dirigente medico presso l’AO
Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine.
Socio fondatore SIHTA
Il personale delle strutture sanitarie coinvolto nella valutazione multidisciplinare delle tecnologie sanitarie è tenuto a conoscere la letteratura specifica di riferimento. Oltre alla ricerca dei
report e delle valutazioni prodotte dalle agenzie di HTA, è possibile individuare tramite PubMed citazioni bibliografiche di articoli con l'ottica della valutazione multidisciplinare delle tecnologie. Ogni persona interessata può ottenere, sfruttando le potenzialità di PubMed, My
NCBI ed utilizzando tecniche sofisticate per la creazione di filtri, uno strumento personalizzato particolarmente utile per il reperimento di letteratura scientifica pertinente.
11.00-13.00
COMUNICAZIONI
Policy e implicazioni etico-sociali
13.00-14.00
Lunch
14.00-16.00
III SESSIONE
“HTA tra innovazione e disinvestimento”
Moderatori: Carlo Favaretti Presidente SIHTA
Marina Cerbo Direttore di Innovazione, Sperimentazione e Sviluppo,
HTA dell'AgeNaS
• Trasformazioni organizzative e cambio di cultura
Joakim Edvinsson Senior Improvement leader at Qulturum,
Jönköping
• Le organizzazioni sanitarie che cambiano: esperienze italiane
Fabrizio Fontana Direttore Dipartimento di Prevenzione Azienda
Sanitaria ULSS 3 Bassano del Grappa
• Scelte economiche tra spending review e HTA
Stefano Capri Professore di Economia presso la School of Economics and Management Cattaneo-LIUC University, Castellanza
PROGRAMMA AVANZATO
16.00-18.00
SESSIONI PARALLELE
16.00-18.00
Unioni d'acquisto e gare per area vasta tra bisogni degli
stakeholder e rispetto delle regole di mercato
Moderatori: Francesco De Nicolo Presidente Nazionale FARE, Bari
Michele Lattarulo Segretario Regionale Puglia SIFO, Bari
La concentrazione della domanda per la gestione delle gare per unione d'acquisto e per Aree
Vaste sta comportando grosse difficoltà per la definizione dei capitolati di gara sia per le
diverse abitudini/esigenze dei clinici utilizzatori sia per i fornitori che vedono stravolte le situazioni di mercato. Un tavolo tecnico che veda riuniti tutti gli stakeholder, volto ad “accontentare
tutti” riducendo il contenzioso sia nella fase di gara sia durante la fase di vigenza della fornitura, potrebbe comportare una drastica diminuzione della concorrenza ed il conseguente
mancato raggiungimento degli obiettivi di trasparenza ed economicità. Obiettivo della sessione dovrebbe essere quello di confrontare le esperienze e verificare la possibilità di trovare il
break-even point tra le varie esigenze per coniugare economicità, soddisfazione degli utenti,
trasparenza, rispetto del codice degli appalti e garanzia di una corretta e reale disponibilità
delle innovazioni tecnologiche. Individuare cioè la “tecnologia/procedura” ottimale per l'analisi
dei fabbisogni condivisi e la stesura di un efficace capitolato di gara. Ulteriore quesito/obiettivo è rispondere alla domanda: esiste una dimostrazione che la concentrazione della domanda porti a reali economie di scala o si tratta solo di un concetto demagogico e deduttivo mai
dimostrato? Esiste un limite oltre il quale una ulteriore aggregazione della domanda smette di
produrre effetti economici rilevanti?
• L'esperienza dell'Intercent-er
Alessandra Boni Direttrice Intercent-er Emilia Romagna
• L'esperienza della CONSIP
Andrea Di Tommaso CONSIP - Roma
• Lo studio FARE
Claudio Amoruso Direttivo FARE
• La posizione dell'Assobiomedica
Paolo Gazzaniga Direttore Centro Studi Assobiomedica, Milano
Discussant: Angelo Domenico Colasanto Direttore Generale ASL Provinciale
di Bari
Giuseppe Marchitelli Presidente A.F.O.R.P. Regione Puglia
Emilio Chiarolla Nucleo Verifica Contratti ed Appalti Regione Puglia
PROGRAMMA AVANZATO
16.00-18.00
Hta capacity building: il caso della fisica medica
Moderatori: Giandomenico Nollo Comitato Scientifico SIHTA
L. Widescott Referente Gruppo HTA di AIFM
La complessità dei processi decisionali e la necessità di istituirli attraverso percorsi strutturati
per una effettiva capacità di 'decisione informata' coinvolge anche il Fisico Medico e il suo
ruolo di professionista delle grandi attrezzature. Diventa quindi impellente la necessità di
intraprendere percorsi di formazione in ambito HTA, che consentano al Fisico Medico di porsi
come interlocutore competente e centrale nei processi di valutazione, acquisizione, e dismissione delle grandi apparecchiature diagnostiche e terapeutiche di cui da sempre è il gestore
tecnico. Con questa tavola rotonda, AIFM intende dare il proprio contributo nel ambito del
percorso formativo in HTA di un fisico medico, di modo che la prossima generazione di fisici
sia in possesso di un lessico ed un bagaglio metodologico condivisi su territorio nazionale,
attraverso i quali proporsi non solo come soggetti passivi ma come promotori dell'HTA a livello
micro, meso e macro.
Luisa Begnozzi Presidente AIFM
Pace Gruppo HTA di AIFM
Carlo Favaretti Presidente SIHTA
Americo Cicchetti Direttore Alta Scuola di Economia
e Management dei Sistemi Sanitari, ALTEMS
Del Guerra Coordinatore Scuole di Specializzazione
di Fisica Medica
Marie Claire Cantone Direttrice Scuola di Specializzazione
di Fisica Medica, Milano
16.00-18.00
Eperienze di telemedicina: come migliorare l'impatto sociale
attraverso analisi di HTA
Moderatore: Davide Minniti Direzione Sanitaria OO.RR di Rivoli,
ASL TO3 Torino
La rapida modificazione della struttura della popolazione ha significato la modificazione altrettanto rapida del funzionamento della rete dei servizi ospedalieri ed extraospedalieri. Nonostante l’epidemiologia metta sempre più in evidenza il problema crescente della cronicità e
degli aspetti sociali ed economici che ad essa si correlano, ad oggi le tecnologie e i modelli
organizzativi connessi a questi setting assistenziali rimangono molto limitati. Nel paziente
anziano è indispensabile prevedere una strategia a lungo termine di integrazione tra tecnolo-
PROGRAMMA AVANZATO
gia e assistenza continuativa. Allo sviluppo tecnologico delle “macchine” bisogna affiancare
la strategia dell’organizzazione sanitaria e, in particolare, dell’appropriatezza organizzativa. I
diversi modelli di Telemedicina possono essere considerati, nell’ambito della continuità assistenziale, un servizio “ponte” tra l’ospedale e il territorio. Rappresentano, tuttavia, una difficile
sfida perché devono rispondere a specifici requisiti di accettabilità, appropriatezza, efficacia,
efficienza e sicurezza degli interventi. A questo proposito, risulta di fondamentale importanza
valutare le diverse tecniche a disposizione tramite l’applicazione di metodiche di HTA, strumenti in grado di assicurare che le tecnologie utilizzate siano le migliori possibili in termini di
costo/efficacia e che possano migliorare significativamente la qualità di vita dei pazienti contribuendo a diminuire in maniera importante la spesa sanitaria.
16.00-18.30
COMUNICAZIONI
Innovazione e disinvestimento
18.00-19.00
Assemblea dei Soci SIHTA
PROGRAMMA AVANZATO
S A B AT O 9 N O V E M B R E 2 0 1 3
8.30-11.00
SESSIONI PARALLELE
8.30-11.00
COMUNICAZIONI
Hospital based HTA
8.30-11.00
COMUNICAZIONI
Valutazioni economiche in HTA
9.00-11.00
Esempi di HTA per la prevenzione delle malattie infettive
e cardiovascolari
Moderatore: Roberto Gasparini Professore Ordinario Università degli Studi di
Genova
S’illustrerà come l’applicazione dell’Health Tecnology Assessement (HTA) alle nuove tecnologie, vaccini o farmaci, può rappresentare uno strumento di rilevante importanza per i decisionmakers su argomenti di Sanità Pubblica oggi ampiamente dibattuti, soprattutto per quanto
riguarda l’aspetto economico. In tempi di risorse sempre più limitate, l’introduzione dell’HTA
nel settore della prevenzione risulta ogni giorno sempre più necessaria per dimostrare che
vaccini e nuove tecnologie devono essere considerate una risorsa per il Servizio Sanitario
Nazionale e non un costo difficile da sostenere finanziariamente. Strategie di taglio indiscriminato dei costi nell’ambito della prevenzione vaccinale o la mancata offerta di nuovi farmaci
non risultano razionali né in termini di salute, né di convenienza economica, né di eticità,
rappresentando validi strumenti preventivi per ridurre il carico di malattia sia per il Servizio
Sanitario Nazionale sia per la Società.
• Valutazione preliminare della vaccinazione anti-meningococcica
con vaccino coniugato quadrivalente in Italia
Sara Boccalini Ricercatore presso l’Università di Firenze,
Dipartimento di Scienze della Salute, Sezione Igiene Medicina
Preventiva e Sanità Pubblica
• Vaccinare gli infanti italiani con il nuovo vaccino
multicomponente meningococcico B: un'analisi costo-efficacia
Roberto Gasparini Università degli Studi di Genova
PROGRAMMA AVANZATO
• Efficacia dei vaccini influenzali adiuvati e ricadute
farmaco-economiche
Donatella Panatto Ricercatore presso l’Università degli Studi
di Genova
• HTA di Rivaroxaban per la prevenzione dell'ictus in pazienti con
Fibrillazione Atriale
Silvio Capizzi Medico in formazione specialistica presso
l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma
9.00-11.00
Health Technology Assessment in Medicina Nucleare:
Nuove Tecnologie e Radiofarmaci
Moderatori: Carlo Favaretti Presidente SIHTA
Onelio Geatti Presidente AIMN
Bernardo Scarano Coordinatore Tavolo Tecnico HTA-MN
c/o ARES Puglia
• Gli Ibridomi dell'Imaging Molecolare
Giorgio Ascoli Segretario Gruppo di Studio HTA dell'AIMN
• I nuovi Radiofarmaci: dalla sperimentazione alla clinica
Riccardo Schiavo Vice Presidente AIMN
• Il ruolo dell'Industria
Marco Campione Vice Presidente Associazione
Elettromedicali di Assobiomedica
• La valutazione delle alte tecnologie
Michele Virgilio Responsabile HTA ARES Puglia
• Il Partenariato Pubblico-Privato
Pasquale Di Fazio Direttore Medicina Nucleare ASL BAT
Roberto Laforgia ITEL Pharma
• Nuove opportunità per la ricerca in Medicina Nucleare:
Horizon 2020
Francesca Avolio Servizio Internazionalizzazione del settore
Salute e rapporti con la U.E., ARES Puglia
PROGRAMMA AVANZATO
11.00-13.00
IV SESSIONE
“Equità e sostenibilità nel SSN”
Moderatore: Francesco Bux Direttore Generale Ares Puglia
La prospettiva nazionale
Carla Collicelli Vice Direttore Censis
TAVOLA ROTONDA
Moderatori: Marco Marchetti Responsabile Unità valutazione Tecnologie
Policlinico Universitario “A. Gemelli” di Roma
Carlo Favaretti Presidente SIHTA
Volumi di attività e sicurezza del paziente: che cosa chiedere
al nuovo Governo
Walter Ricciardi Direttore del Dipartimento per l’assistenza sanitaria
di Sanità Pubblica, Policlinico “A. Gemelli”, Roma.
Presidente Federazione Italiana per la Salute Pubblica
e l’Organizzazione Sanitaria (FISPeOS).
Presidente Società Europea di Sanità Pubblica (EUPHA), Utrecht
Trasparenza dei dati per decisioni condivise
Marina Cerbo Direttore di Innovazione, Sperimentazione e Sviluppo,
HTA dell'AgeNaS
Il punto di vista dei cittadini
Alessio Terzi Segretario Generale CittadinanzAttiva
Il punto di vista della politica
Elena Gentile Assessore alla Sanità Puglia, Bari
Il punto di vista della SIHTA
Americo Cicchetti Vice Presidente Vicario SIHTA
13.00-13.15
Conclusioni e chiusura del Congresso
Crediti attribuiti 12 (per tutte le professioni)
L’evento è accreditato per 149 persone
Verranno assegnati i crediti ECM fino al raggiungimento
delle prime 149 iscrizioni pervenute.
Sarà rispettato l’ordine cronologico di arrivo delle schede di iscrizione.

Documenti analoghi