ww w. p ro fe ssione ca lcio . eu NUMERO 11

Commenti

Transcript

ww w. p ro fe ssione ca lcio . eu NUMERO 11
Sped. Abb. postale comma 20/B - Filiale di Roma Legge 23/12/’96 - Viale Filippo Tommaso Marinetti, 221 - 00143 Roma
IL QUOTIDIANO DI A, B, LEGA PRO, D, CALCIO FEMMINILE E CALCIO A 5
ANNO 1 - N° 11 26 settembre 2012 1€
15
Arezzo: Abel Balbo
7
Cremonese, esonero per Brevi
10
Coppa Italia Serie D oggi in campo
All’interno
Otto società in Lega Pro penalizzate
Le ultime di calciomercato in Serie D
7
13
2
w w w.professionecalcio.eu
NUMERO 11 - 26 settembre 2012
Il calcio femminile nelle mani del destino
di Massimiliano Giacomini
C
[email protected]
alcio in rosa? No, calcio in posa. Nel senso
Flaminio afferma con forza che l’unico modo
L?AICF ha presentato un piano di sviluppo che
di “fermo”, di stallo, perché il calcio fem-
che ha il movimento femminile di ripartire e
però non ha fatto breccia nel capo dei dilet-
minile italiano sembra non trovare uno sbocco
iniziare un percorso di crescita è quello di tras-
tanti. Di tutta risposta l’Assocalciofemminile
che metta d’accordo tutti. Da una parte la Lega
formarsi in Dipartimento come già accaduto
ha fatto sapere tramite il suo sito che ha
Nazionale Dilettanti, che al lancio dell’idea di
per l’Interregionale, ma dopo le componenti
richiesto, ufficialmente, al Presidente della
riportare in casa propria la Divisione trasfor-
FIGC anche l’Assocalciofemminile (AICF) del
Camera dei Deputati Onorevole Gianfranco Fini
mandola in Dipartimento ha dovuto scontrarsi,
presidente Roberto Salerno si è detto, in realtà
un audizione presso la Commissione Cultura,
assurdamente, con l’AIAC e l’AIC che misero il
lo è da sempre, contrario al Dipartimento.
Spettacolo e Sport. Comunque vada non sarà
proprio veto. Dopo più di un anno ancora non
Nella giornata di ieri c’è stato un incontro
un successo, visto che il Calcio Femminile sta
si sa dove si andrà a parare, visto che Carlo
con Salerno e Tavecchio e le due parti non si
vivendo il periodo più nello della
Tavecchio numero uno della Lega di Piazzale
sono trovate d’accordo praticamente su nulla.
sua storia.
4
w w w.professionecalcio.eu
NUMERO 11 - 26 settembre 2012
Lega Pro: le designazioni arbitrali
1^A
1^B
dalla Redazione
[email protected]
NUMERO 11 - 26 settembre 2012
w w w.professionecalcio.eu
Seconda Divisione girone A
Seconda Divisione girone B
5
NUMERO 11 - 26 settembre 2012
w w w.professionecalcio.eu
Brevi: “Non mi aspettavo l’esonero”
7
di Filippo Gherardi
[email protected]
L
’avevamo sentito venerdì, prima della gara
delusione. Purtroppo sono cose che succedono
comunque troppo presto per tracciare un bi-
in casa del Carpi, e si era dichiarato tutto
nel calcio, la società ha fatto la sua scelta e non
lancio, anche solo parziale. Abbiamo avuto dei
sommato tranquillo circa la sua permanenza
mi va di entrare troppo nel merito della stessa.
risultati non troppo esalanti ma, come le dice-
sulla panchina della Cremonese. Ed invece,
Prendo atto, ringrazio per l’opportunità che mi
vo anche la volta scorsa, sia contro il Lecce che
dopo il pari per 1 a 1 raccolto al Cabassi la so-
è stata data e comincerò a guardarmi intorno
contro l’Albinoleffe siamo stati penalizzati oltre
cietà grigiorossa ha deciso di sollevarlo dal suo
e a pensare al futuro». Un matrimonio, quello
modo da episodi sfortunati». Brevi lascia la
incarico e di affidare, entrambe notizie di oggi,
tra Brevi e la Cremonese, durato esattamente
Cremonese a Giuseppe Scienza, con un bottino
la squadra a Giuseppe Scienza. Stiamo par-
sedici mesi: «Quello che mi porterò dietro di
di appena quattro punti in classifica, cinque to-
lando, naturalmente, di Oscar Brevi, da meno
questa esperienza a Cremona è innanzitutto
tali conquistati se consideriamo anche la pena-
di cinque ore ex allenatore della Cremonese:
una stagione intensa come quella dello scor-
lizzazione, in quattro partite disputate: «Non
«Confermo tutto quello che vi ho detto venerdì
so anno, dove malgrado la penalizzazione in
conosco personalmente Scienza, ma auguro
prima della gara con il Carpi, e pertanto pos-
classifica siamo riusciti a raggiungere i play off
tanto a lui quanto alla Cremonese le migliori
so tranquillamente dirle che non mi aspettavo
e a sfiorare anche la possibile promozione in
fortune. Nessun rancore da parte mia, qui ho
affatto questo esonero. Mi è stato comunica-
Serie B. Quest’anno eravamo partiti con grandi
conosciuto persone splendide che mi porterò
to stamattina, e non posso nascondere la mia
ambizioni, ma dopo appena cinque giornate è
sempre dietro».
Penalizzazioni per otto società in Lega Pro
dalla Redazione
[email protected]professionecalcio.net
C
ome prevedibile, cominciano ad arriva-
ni 6, Feralpisalò 6, Portogruaro 5, Lumezzane
Patria 7, Bellaria 6, Castiglione 6, Unione Vene-
re le penalizzazioni per quelle società
5, Como (-1) 4, Cremonese (-1) 4, Sudtirol 4,
zia 5, Giacomense 5, Mantova 4, Monza (-4) 3,
che non hanno adempiuto regolarmente alle
Pavia 4, Cuneo 4, San Marino 3, Tritium 1, Tre-
Milazzo 3, Rimini 3, Bassano 2, Santarcangelo
disposizioni della Lega Pro al momento dell’i-
viso (-1) -1, Albinoleffe (-10) -4.
2, Fano (-1) 2, Vallée d’Aosta (-1) 0, Casale (-5)
scrizione al campionato. Così il Casale subisce
Prima Divisione girone B
-3.
4 punti di penalizzazione, il Campobasso 2, e
Perugia (-1) 9, Avellino 8, Frosinone (-1) 8 , La-
Seconda Divisione girone B
un punto ciascuno per Chieti, Andria, Vallée
tina (-1) 8, Viareggio, Gubbio 7, Benevento 6,
Aprilia 10, Chieti (-1) 9, Pontedera 9, Martina
d’Aoste, Como, Treviso e Latina. Di seguito le
Paganese 5, Pisa 5, Catanzaro 4, Sorrento 4,
Franca 8, Poggibonsi 8, Arzanese 7, Aversa
classifiche aggiornate:
Nocerina 3, Prato 3, Andria (-1) 2, Barletta 2,
Normanna 5, Gavorrano 5, Teramo 5, Vigor La-
Carrarese 0.
mezia 4, L’Aquila 4, Borgo a Buggiano 3, Foligno
Prima Divisione girone A
Seconda Divisione girone A
3. Hinterreggio 2, Melfi 2, Campobasso (-2) 2,
Lecce 12, Entella 9, Carpi 7, Reggiana 6, Trapa-
Savona 12, Alessandria 9, Forlì 9, Renate 9, Pro
Fondi 2, Salernitana 2.
10
w w w.professionecalcio.eu
NUMERO 11 - 26 settembre 2012
Interregionale: alle 15 scatta l’ora della Coppa Italia
Derby fra Messina e Città di Messina. Catalano (Acr): “Sarà gara vera”
La Novese si affida al turnover. Viassi: “Ho problemi di formazione”
di Delfina Maria D’ambrosio
[email protected]
M
anca ormai pochissimo al fischio di
sco D’Albertis-Imperia, Pistoiese-Lavagnese,
che scendiamo in campo». Anche Mezzanot-
inizio che alle 15, su ben 32 campi,
Virtus Castelfranco-Bagnolese, Mezzolara-
ti, allenatore del Sansepolcro, non nega che
darà l’avvio ai trentaduesimi di finale della
Scandicci, Arezzo-San Miniato Tuttocuoio,
quella con il Deruta sarà una partita ricca di
Coppa Italia di Serie D. Tantissime le squadre
Sansepolcro-Deruta, Casacastalda-Castel
insidie: «Non solo il Deruta è un avversario
impegnate, tanti giovani in campo, novi-
Rigone, Viterbese-Città di Marino, Ancona-Vis
difficile che ultimamente sta andando bene,
tà tattiche: tutto questo in un pomeriggio
Pesaro, Sambenedettese-San Nicolò, Isernia-
ma in più c’è anche la stanchezza dovuta al
completamente dedicato al calcio dilettan-
Olympia Agnonese, Anziolavinio-Fidene,
giocare ogni tre giorni. Sicuramente cam-
tistico. Le partite si mostrano, inoltre, molto
Gladiator-San Cesareo, Caserta-Ischia, Mono-
bierò qualcosa della formazione per donare
interessanti: alcune delle squadre che si
spolis-Bisceglie, Sarnese-Savoia, Francavilla-
maggior freschezza alla squadra». È invece
affronteranno quest’oggi si sono già scontrate
Grottaglie, Torre Neapolis-Nuova Cosenza,
un turnover obbligato quello a cui si affiderà
in campionato, e avranno voglia di rivalsa o
Messina-Città di Messina, Ragusa-Noto. Noi
il mister della Novese Fabrizio Viassi: «Ho
di riconferma, in altri casi la sorte ha invece
di Professione calcio abbiamo intervistato
diversi problemi nell’organico - esordisce
deciso di divertirsi e di aggiungere un valore
diversi allenatori impegnati in questo appun-
l’allenatore - domenica abbiamo perso altri
aggiunto addirittura maggiore, quello del
tamento, pubblicando alcune delle sul nostro
due giocatori importantissimi che sono sem-
derby. È il caso del derby dello stretto tra
quotidiano di ieri, oggi arriva invece la secon-
pre in campo, tranne nel caso di eccezionali
Messina e Città di Messina, ma sono davvero
da parte delle dichiarazioni dei tecnici. Mister
variazioni. La partita è già complicata di suo,
tantissime le gare sentite e tanta è anche la
Catalano, allenatore del Messina, impegnato
il Derthona è un avversario ostico e inoltre
voglia dei tecnici di avere conferme positive o
nel suo derby di coppa, non può che rico-
questo è un derby, bisogna fare bene ma ab-
di invertire la rotta di possibili inizi di stagio-
noscere l’importanza di questa gara: «È una
biamo pochissimo tempo a disposizione. Non
ne non proprio brillanti. Ottimi presupposti
partita serissima per noi, vogliamo passare il
possiamo quindi nemmeno stare a lamentar-
per chi spera di vedere un bello spettacolo.
turno e poi è un derby, la situazione è parti-
ci, chi andrà in campo dovrà fare di tutto per
E a provare ad offrirlo saranno i club impe-
colare, un evento direi abbastanza raro. Dal
dare il meglio di sé e per cercare quel risulta-
gnati nelle seguenti gare: Clodiense-Sacilese,
punto di vista tattico il Città di Messina è una
to positivo che potrebbe tirarci su il morale
Cerea-Trissino Valdagno, Belluno-Sandonaje-
bella squadra, staremo attenti». La stessa at-
dopo un avvio di stagione negativo che ci ha
solo, Este-Delta Porto Tolle, St.Georgen-Virtus
tenzione promette di prestarla Egidio Pirozzi,
un po’ deluso. Non manderò in campo ragazzi
Vecomp Verona, Ponte S.Pietro-Aurora Seria-
tecnico della Sarnese: «Giocheremo contro
nuovi per vedere come si esprimono, siamo
te, Caronnese-Seregno, Voghera-Caravaggio,
il Savoia, un’ottima squadra, non sarà certo
contati ormai e chi giocherà oggi giocherà
Arzachena-Alzano Cene, Budoni-Portotorres,
una partita facile. Rimaniamo concentrati e
anche domenica, motivo in più
Chieri-Borgosesia, Derthona-Novese, Boglia-
pronti a giocare come facciamo ogni volta
per fare bene».
NUMERO 11 - 26 settembre 2012
11
w w w.professionecalcio.eu
Serie D: le decisioni del Giudice sportivo
Arriva la stangata (4 turni) per Perrone (Asti), Giglio (I.Liri), Cintoi (R.Spal) e Patrini (S.Angelo)
Per Kamai della Novese tre turni di stop, sette allenatori prendono due giornate di squalifica
dalla Redazione
[email protected]
Società
Calciatori
Riccardo Tacconi (Sant’Angelo), Davide Pinzin
Squalifiche:
(Sanvitese), Alessandro De Vitis (Scandicci),
Ammende:
4 gare
Josef De Santis (Sporting Terni), Simone Dea-
1.500 euro Città di Marino;
Marco Perrone (Asti), Antonio Giglio (Isola
na (Tamai), Luca Del Bergiolo (Taranto), Vin-
1.300 euro e diffida Pro Sesto;
Liri), Nicola Cintoi (Real Spal), Michele Patrini
cenzo Romani (Todi), Samuele Segato (Union
1.000 euro Real Hyria;
(Sant’Angelo);
Quinto), Andrea Di Stasio (Virtus Pavullese) e
700 euro Borgosesia e Fidene;
3 gare
Alessandro Santini (Vis Pesaro).
500 euro Comprensorio Normanno, Sora e
Kamal Jafri (Novese);
Palazzolo;
2 gare
400 euro Bisceglie, Lecco;
Alessandro Remedi (Camaiore), Salvatore
300 euro Pro Piacenza;
D’Alterio (Casertana), Claudio Poesio (La-
200 euro Lupa Frascati e Riccione.
vagnese), Davide Scantamburlo (Matera),
Simone Bertagno (Real Vicenza), Rocco
Allenatori
Costantino (S.Nicolò);
Squalifiche:
1 gara
2 gare
Andrea Torta (Ancona), Luca Ungaro (Bo-
Guido Pagliuca (Bogliasco D’Albertis),
gliasco D’Albertis), Marco Dalla Costa (Bra),
Fabrizio Daidola (Bra), Emanuele Balsamo
Stefano Garzon (Cerea), Raffaele Cavallini
(Derthona), Renato Cioffi (Isola Liri), Andrea
(Ctl Campania), Daniele Bricchetti (Flaminia
Bellini (Lanciotto Campi Bisenzio), Glen Fur-
Civitacastellana), Andrea Bracci (Fortis Juven-
lan (Sanvitese) e Fabio Nistico (Verbania);
tus), Nicola Rostellato (Giorgione), Nicholas
1 gara
Costantini e Claudio Vago (Imperia), Ciro Au-
Roberto Scirpoli (Arzachena), Vincenzo Man-
ricchio (Noto), Luisito Campisi (Olginatese),
zo (Borgosesia), Roberto Cortese (Fersina
Adriano D’Astolfo e Daniele Piro (Ostiamare),
Perginese), Stefano Esposito (Giorgione),
Dennis Villanueva (Ostiamare), Marco Bonu-
Giancarlo Bonsignore (Nissa), Giuseppe Ana-
ra (Pierantonio), Antonello Giordano (Pro Ca-
stasi (Ragusa), Stefano De Agostini (Sambo-
vese), Francesco Fontana (Ragusa), Massimo
nifacese).
Malerba (Sandonajesolo), Samuele Dragoni e
Guido Pagliuca, tecnico del Bogliasco
(Foto Archivio)
Marco Perrone, attaccante dell’Asti
(Foto Archivio)
NUMERO 11 - 26 settembre 2012
13
w w w.professionecalcio.eu
Le ultime di calciomercato in Serie D
di Filippo Gherardi
[email protected]
U
ltimi colpi di mercato, letteralmente last
zo Chianese, classe 1976, il Verbano per risolle-
minute, per quel che riguarda il campiona-
vare una classifica fin qui non proprio esaltante
to di Serie D. Interesse forte della Fortis Trani per
nel girone A. L’attaccante originario di Melito di
il centrocampista over trenta Antonio De Rosa
Napoli vanta presenze anche in Serie A e Serie
ex, tra le altre, di Benevento e Juve Stabia. L’A-
B, e trascorsi con club blasonati del calibro di Sa-
rezzo di Balbo, come riportato anche in chiusura
lernitana, Foggia ed Atalanta, giusto per citarne
alla breve intervista fatta con l’allenatore argen-
alcuni. Scosse di assestamento, sotto forma di
tino e pubblicata a pagina 15, ha aggiunto un
interessanti movimenti di mercato, si registrano
ulteriore tassello al proprio attacco con l’acqui-
anche sul fronte dirigenziale: ore decisive, pro-
sto di Lorenzo Bianchini, giovane classe ’89 che
babilmente, per sapere chi sarà il nuovo diretto-
nella sua carriera ha già indossato le maglie di
re generale del Potenza, mentre è gia ufficiale la
Isola Liri, Pistoiese e numerose nazionali giova-
nomina di Antonio Sposito al ruolo
nili. Si aggrappa invece all’esperienza di Vincen-
di team manager del Pomigliano.
Vincenzo Chianese
(Foto Archivio)
NUMERO 11 - 26 settembre 2012
15
w w w.professionecalcio.eu
Arezzo, Balbo: “Finora sfortunati”
Parla il tecnico degli amaranto, nell’immediata vigilia della gara di Coppa contro il Tuttocuoio
“Avrei preferito non giocare oggi, stiamo pagando lo stress di inizio stagione. Serve rodaggio”
di Filippo Gherardi
[email protected]
A
rriva il primo tour de force stagionale per
mento di competenza del Sansepolcro, di già
go ed il Sansepolcro, a differenza nostra, è stata
l’Arezzo di Abel Balbo. Oggi, infatti, ama-
otto punti: «Credo l’Arezzo sia stato penaliz-
aiutata anche da una serie di episodi favorevoli
ranto impegnati in casa contro il Tuttocuoio
zato, in questo inizio di stagione, anche da una
in queste prime uscite ufficiali. Quella di Mez-
nella gara valevole per il trentaduesimi di finale
serie di episodi sfortunati che hanno finito col
zanotti senza dubbio è una buona squadra, per
della Coppa Italia di Serie D. Un impegno insid-
penalizzarci anche oltre quelli che erano i nostri
giunta ben guidata in panchina, ma a mio av-
ioso e che arriva in un momento non proprio
demeriti. Domenica, ad esempio, contro il Casa-
viso non credo che sia da considerare la favorita
esaltante per l’Arezzo, costretto a fare i conti
castalda siamo stati puniti alla prima, ed unica,
alla vittoria finale del girone. Vedo formazioni
con un inizio zoppicante in campionato. Anche
disattenzione commessa. Mentre, al contrario,
come Castel Rigone e Voluntas Spoleto più at-
per questo Balbo non nasconde che avrebbe
abbiamo creato tanto ma finalizzato solo una
trezzate». Domenica prossima l’Arezzo farà vis-
preferito trovare la Coppa Italia in un altro
volta le numerose occasioni avute. Non voglio
ita proprio alla Voluntas Spoleto, in quella che,
periodo: «Avrei preferito non giocare stasera
dire che non ci siano cose da migliorare, specie
riprendendo le stesse parole del tecnico argen-
in Coppa Italia, la squadra è ancora in fase di
in fase di creazione del gioco, ma bisogna ricon-
tino, si preannuncia come una partita dal peso
rodaggio e stiamo pagando lo stress di inizio
oscere che anche la sfortuna ci sta mettendo
specifico notevole: «Sarà una gara importante,
stagione. Ciò nonostante, faremo di tutto per
del suo. Per quel che riguarda la classifica, il dis-
contro un avversario molto forte. Ottenere i tre
passare il turno e per arrivare più avanti pos-
tacco di otto punti dal primo posto non mi pre-
punti sarebbe fondamentale innanzitutto per
sibile in questa competizione. Il Tuttocuoio non
occupa più di tanto. Il campionato è ancora lun-
trasmettere a questi ragazzi maggiore sicurez-
l’ho mai visto giocare dal vivo,
za e convinzione nei propri mez-
trovandosi inserito in un altro
zi, che sono sicuramente di tutto
girone, ma per quello che pos-
rispetto. Giocare con la maglia
sono contare i numeri e i risultati
dell’Arezzo non è facile, ma non
ottenuti mi sembra un’ottima
bisogna farsi condizionare dalle
squadra, assolutamente da non
pressioni». In chiusura, notizia
sottovalutare». A tenere banco
di qualche ora fa, dal mercato è
nell’ambiente
però,
arrivato un ultimo rinforzo per
come detto, è innanzitutto un
Abel Balbo: si tratta di Lorenzo
inizio di campionato al di sotto
Bianchini, attaccante classe ’89
delle aspettative, con appena
ex Isola Liri e Pistoiese, con alle
aretino
quattro punti raccolti in altrettante partite disputate ed un
ritardo dal primo posto, al mo-
Abel Balbo
(Foto Archivio)
spalle anche qualche presenza
con le nazionali
Under 17, 18 e 19.