Vent`anni in cima al mondo

Commenti

Transcript

Vent`anni in cima al mondo
Eventi
Trevi Benne
Vent’anni
in cima al mondo
La celebrazione del 7 luglio scorso ha confermato il primato
internazionale dell’azienda di Noventa Vicentina. Con una
ricorrenza dove i ricordi si sono accompagnati alle promesse
di un futuro di crescita e sviluppo sullo scenario mondiale
di Alberto Finotto
C
he la festa cominci. E che non finisca
mai, potremmo aggiungere noi, con
tutta la forza dell’ottimismo
che si è riusciti a raccogliere sabato 7 luglio, in occasione del ventennale dell’azienda veneta.
28 mt - Settembre 2012
A Noventa Vicentina, negli
spazi della grande fabbrica
che dal 2007 ospita l’attività
del costruttore veneto, hanno
risposto alla “convocazione”
celebrativa oltre 1.500 persone tra dipendenti, clienti,
fornitori, autorità cittadine e
giornalisti, oltre ai tanti ami-
ci e familiari che hanno voluto condividere un traguardo
importante e soprattutto ancora ricco di prospettive per
il futuro, in una sfida coraggiosa e costante alla crisi che
ha colpito la meccanica europea.
La festa per i vent’anni
Lucia Vaccaro, vicepresidente
di Trevi Benne, mostra ai fotografi
la targa conferita dall’Apindustria
di Vicenza all’azienda in occasione
del ventennale
dell’azienda guidata dai fratelli Vaccaro (Luca e Lucia,
attuali presidente e vicepresidente di Trevi Benne) ha
avuto inizio già nel pomeriggio, intorno alle 18, con la prima accoglienza degli invitati
in uno scenario decisamente
estivo: il prato allestito con
gazebo e relaxing point, un
campo da beach volley, spazi
per il cocktail e, soprattutto,
una raccolta fondi straordinaria in favore dei terremotati di
Finale Emilia.
Un messaggio di solidarietà
che ha illuminato la notte vicentina insieme alle mille luci dei fuochi d’artificio e alla speranza di futuro sensibile nello spirito di un’azienda
ancora in prima linea sul mercato internazionale.
vole, a sottolineare la solida
sinergia del territorio con un
tessuto economico che ne costituisce la pietra d’angolo per
una tenuta ancora straordinaria del settore manifatturiero. La forte espansione nei
mercati esteri di Trevi Benne
caro, che hanno sottolineato
la vocazione all’export ancora
più spinta nel 2012 e nel prossimo futuro, con una percentuale che si avvicina sempre
di più alla quota del 90%. In
rappresentanza della municipalità di Finale Emilia è inter-
La tecnologia per la demolizione delle attrezzature
Trevi Benne ha conquistato il mercato internazionale,
con una quota di export che sfiora il 90%
della raccolta fondi durante la
festa, destinata alla popolazione colpita dal sisma.
Una dimostrazione ancora più
significativa, quella di Trevi
Benne in favore del comune emiliano colpito dal terremoto, se pensiamo che la
storia di questa realtà d’eccezione della meccanica veneta ha trovato il successo
definitivo proprio grazie alle tecnologie di demolizione controllata nella prospet-
Michele Botton, direttore generale dell’azienda, durante il discorso
inaugurale della manifestazione per i 20 anni di Trevi Benne
L’intervento del presidente di Unionmeccanica Vicenza, Paolo Rizzato
Il sindaco di Noventa Vicentina, Marcello Spigolon,
con l’europarlamentare Sergio Berlato
Il consigliere comunale Gianluca Borgatti, in rappresentanza del Comune
di Finale Emilia, ringrazia la dirigenza Trevi Benne per la raccolta benefica
a favore della popolazione colpita dal terremoto
Solidità veneta
Tra gli ospiti illustri della festa, l’europarlamentare Sergio
Berlato - già presente ai festeggiamenti dei primi 15 anni di Trevi Benne - e il sindaco
di Noventa Vicentina, Marcello Spigolon, insieme al presidente di Unionmeccanica Vicenza, Paolo Rizzato.
Un “parterre veneto” autore-
Nel 2008, l’azienda di Noventa Vicentina
ha prodotto i più grandi “monster jaws” mai realizzati
da un costruttore europeo
ha rappresentato il tema principale dei discorsi celebrativi, con le parole di Michele
Botton (direttore generale
della società) e di Luca Vac-
venuto il consigliere comunale Gianluca Borgatti, che ha
ringraziato l’azienda per la
grande sensibilità dimostrata con l’iniziativa encomiabile
tiva della ricostruzione di
aree industriali e residenziali.
Dal 1992, esordio dell’avventura di Trevi Benne, la produzione si è evoluta dalla produzione di attrezzature standard
per il movimento terra fino alla specificità più raffinata di
strumenti per la demolizione,
la movimentazione e il riciclaggio, in applicazione soSettembre 2012 -
mt 29
Una storia da protagonisti
Trevi Benne nasce nel 1992 con l’apertura dello stabilimento di Agugliaro (Vi), in un’area di 2.700 m2. La prima produzione prevede benne
standard, attacchi rapidi e attrezzature per escavatori e pale caricatrici.
Nel 1994 l’azienda progetta la prima benna vagliatrice della nuova serie BVR e il primo frantumatore idraulico della serie F: per il costruttore
vicentino è l’inizio di un futuro da specialista nel campo della demolizione e del riciclaggio. Nel 1999 la società si trasferisce in una nuova sede produttiva a Noventa Vicentina, all’interno di un’area di 12.000 m2.
Luca Vaccaro è presidente di Trevi Benne, con la sorella Lucia nella carica
di vicepresidente. Nel luglio del 2004 l’azienda raggiunge il traguardo
della millesima attrezzatura da demolizione venduta sul mercato internazionale, mentre è del 2006 il conseguimento della certificazione UNI
EN ISO 9001:2000 e l’apertura della struttura commerciale Trevi France
nei pressi di Lione. All’inizio del 2007 Trevi Benne si trasforma in Spa e
il 7 luglio festeggia i primi 15 anni di vita, inaugurando nell’occasione il
nuovo stabilimento di Noventa Vicentina, su un’area di 17.000 m2.
Tra il 2008 e il 2009, dalla nuova fabbrica escono i tre frantumatori-record FR 200, del peso di 22 t: sono le più grandi attrezzature mordenti
mai realizzate da un’azienda europea e rappresentano il simbolo più
recente del grande successo mondiale di Trevi Benne.
prattutto agli escavatori e alle
pale caricatrici. La diffusione
commerciale delle serie prodotte a Noventa Vicentina ha
visto un’espansione completa, sotto ogni latitudine, con
più di 3.500 clienti in tutti i
continenti, oltre 50 distributori internazionali e una crescita costante di fatturato e
personale.
Nel cielo del mondo
La grande festa per il ventennale ha visto la partecipazione di oltre
1.500 ospiti, con momenti di spettacolo e svago fino a notte fonda
I fuochi d’artificio illuminano la notte dei 20 anni di Trevi Benne
30 mt - Settembre 2012
Il momento fondamentale del successo mondiale di
Trevi Benne può essere indicato negli anni 2000-2004,
segnati dalla produzione del
millesimo demolitore idraulico e dalla creazione di nuove
“teste di ponte” per i mercati internazionali (con l’apertura, nel 2006, di una Commercial Company in Francia,
completata dall’ufficio vendite di Lione).
Nel giugno del 2006 l’azienda ha ottenuto da TÜV Italia il Management System
Certification for Quality in
conformità con l’UNI EN
ISO 9001:2000, mentre l’anno successivo il gruppo industriale SSAB Oxelosund
ha conferito a Trevi Benne la certificazione di utilizzo comprovato dei propri
prodotti in conformità agli
standard di qualità Hardox
(gli acciai altoresistenziali
per antonomasia impiegati nel campo delle macchine
e attrezzature Construction)
e il permesso di esporre sulle attrezzature la prestigiosa
dicitura “Hardox in my body”.
Nel 2008/2009, poi, arriva il
record senza confronti con la
realizzazione di tre “monster
jaws” idraulici di dimensioni mai tentate da un’impresa
europea in precedenza.
In questi anni la ricerca applicata alle nuove attrezzature
da demolizione ha visto nuovi
investimenti e soluzioni implementate. Lo stabilimento Trevi
Benne di Noventa Vicentina
impiega attualmente oltre 70
addetti all’interno di un’area
complessiva di ben 17.000 m2
(di cui 5.500 m2 coperti).
Nella sede di questa grande
storia industriale si è svolta la
cena del ventennale, con più
di mille ospiti, seguita da una
serata sontuosa all’insegna
dell’intrattenimento musicale, con un prodigioso gruppo
di danzatrici cubane che hanno animato la pista da ballo
fino a tarda ora.
A mezzanotte, il taglio della
torta ha preceduto il gran finale, in un firmamento pieno
di stelle e di fuochi. Un cielo
di speranza e di tenacia che
non è mai stato così blu. 

Documenti analoghi

The steel giant

The steel giant Benne di Noventa Vicentina (Vi) produce attrezzature per macchine movimento terra, identificabili in due linee di prodotto: attrezzature da demolizione, movimentazione e riciclaggio (frantumatori, ...

Dettagli

Macchine e attrezzature per la frantumazione

Macchine e attrezzature per la frantumazione ricordarlo, sono classificati come rifiuti speciali e che perciò, dopo anni di incurie e disattenzioni, sono divenuti oggetto di una disciplina sempre più specifica e vincolante e di una conseguent...

Dettagli