5D_ITIS_

Commenti

Transcript

5D_ITIS_
I.T.I.S. “Galilei”
ANNO SCOLASTICO 2015/2016
DOCUMENTO DEL
CONSIGLIO DI CLASSE
relativo all'AZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA
REALIZZATA NELL'ULTIMO ANNO DI CORSO
elaborato ai sensi
del 2° comma dell'art. 5 del D.P.R. n° 323 del 23 luglio 1998
e successive modifiche dell’art. 2 della L. 169 del 30 ottobre 2008
dell’O.M. n. 252 del 19-04-2016
D.P.R. n. 122 del 22 giugno 2009
CLASSE 5D
Indirizzo Informatico
DATA REDAZIONE DOCUMENTO: 15 MAGGIO 2016
COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE
Materie
Docente
Ore/sett.
Religione
Francesco Minari
1
Scienze Motorie
Giordano Ferrari
2
Italiano
Andreina Fietta
4
Storia
Andreina Fietta
2
Inglese
Battistini M. Emanuela
3
Informatica
Lori Corrado/Luca Bonavoglia
6/4
Sistemi e Reti
Martino Gabriele/Bonelli Marco
4/2
Matematica
Monica Lucia
5/1
Gestione progetto,
organizz. impresa
Martino Gabriele/Bonelli Luca
3/2
Tecnol. e progett. Inf.
Giovanni Franco / Luca Bonavoglia
4/2
Sostegno
Albano Evelina
Pagliara Cosimo
Taffuri Virginia
Mori Checcucci Andrea
COORDINATRICE DI CLASSE
Prof.ssa Fietta Andreina
DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof.ssa Anna Rita Sicuri
PRESENTAZIONE DELLA CLASSE
A) GLI STUDENTI
La classe è composta da 20 studenti, tutti maschi, provenienti da comuni limitrofi o dal comune di San
Secondo. L’attuale gruppo classe si è mantenuto pressochè omogeneo fin dalla classe prima.
N°ALUNNI
N°ALUNNI
PROMOSSI
NON
PROMOSSI
ABBANDONI
INGRESSI
22
21
1
0
1
22
IV D
22
20
2
0
20
VD
20
-
-
0
20
A.S.
CLASSE
2013/14
III D
2014/15
2015/16
INIZIALE
0
FINALE
Sono presenti 3 alunni con P.E.I.,di cui 2 sono stranieri, nessun alunno con certificazione di Disturbo
Specifico dell’Apprendimento (DSA).
Sono presenti alunni stranieri che nel corso del biennio hanno frequentato i corsi di alfabetizzazione
ed altri, invece, italofoni che hanno frequentato i precedenti anni scolastici in Italia.
B) I DOCENTI
La seguente tabella evidenzia una buona continuità didattica nel corso del triennio.
A.S 2013/14
A.S. 2014/15
A.S.2015/16
Religione
Minari
Minari
Minari
Scienze motorie
Ferrari
Ferrari
Ferrari
Italiano
Fietta
Fietta
Fietta
Storia
Fietta
Fietta
Fietta
Lori
Di Nunzio
Lori
Materie
AREA COMUNE
MATERIE DI
INDIRIZZO
Informatica
Sistemi e Reti
Telecomunicazioni
Inglese
Gestione progetto,
organizz. impresa
Tecnol.e Progett.
Sistemi inf.
Bonavoglia
Bonavoglia
Franco
Pedrazzoli
Bonavoglia
Bonavoglia
Costa
Bonavoglia
Martino
Bonelli
De nobile
Costa
De nobile
-
Battistini
Battistini
Battistini
-
-
Martino
Bonelli
Franco
Franco
Franco
Bonavoglia
Bonavoglia
Pettenati
Zolo
Matematica
Sedazzari
Malpeli
(supplente)
Monica
C) INCONTRI, DIBATTITI E ESPERIENZE CULTURALI
Progetti trasversali
Educazione alla salute:
a.s. 2013-2014
-incontro con il dott. Borelli sul problema della tossico-dipendenza
-visione di un film
Progetto alternanza scuola-lavoro per l'alunni con PEI
Lettura del quotidiano in classe
Olimpiadi di matematica (alcuni alunni )
Progetto “Il Giacimento sotto i nostri piedi”
Progetto “Della Scuola non si butta niente”
Incontro con Liliana Segre, sopravvissuta al campo di
concentramento di Auschwitz
Progetto Meeting
a.s. 2014-20145
Olimpiadi di matematica (alcuni alunni)
Lettura del quotidiano in classe
Incontro Shujaa Graham, “exoneree” testimone del braccio della
morte in una prigione statunitense
Educazione alla salute Incontro ADMO
Educazione alla salute: incontro con l’AVIS .
Concorso poesia ANPI San Secondo (alcuni alunni)
Educazione stradale: incontro con esperti e con atleti diversamente
abili ( Croce Rossa, Basket Villanova d'Arda)
Incontro con esperto sul tema delle Reti Informatiche Aziendali
Progetto Meeting
Incontro con Lucia Annibali
Incontro con Mirella Stanzione, sopravvissuta al campo di
Ravensbruck
A.S. 2015/16
Progetto CORDA
Incontro con ass.ne Libera- sig.Bentivoglio
Olimpiadi di matematica ( alcuni alunni)
Incontro con esperto sul tema delle Reti Informatiche Aziendali
CLIL
Piano Lauree Scientifiche – in collaborazione con l’Università di
Parma (alcuni alunni)
Incontro sig.Campanini -presentazione ENIGMA
incontro sulla legalità -magistrato Imperato
Incontro con ANPI di S.Secondo
Incontro sig.ra Sinatra per orientamento
Incontro con ist.storico della Resistenza per conferenza “Al di
là del muro”.
A
Visite di istruzione e uscite didattiche
a.s.2013/14
Visita di istruzione a Bologna
a.s. 2014-2015
Fiera dell’elettronica di Gonzaga (MN)
Giornata Bianca ad Andalo
Visita di istruzione di due giorni a Firenze
a.s.2015/16
Visita di istruzione a Dublino
Fiera elettronica Gonzaga (MN)
Uscita sull’altopiano di Asiago
Visita ad Expo
D) ORIENTAMENTO
Cognome – Nome
Alunni classe 4^D
Azienda
Indirizzo Azienda
AFFATICATI LORENZO
UNIVERSITA’ STUDI DI
PARMA
Parco Area delle Scienze
181/A Parma
ALLEGRI MARCELLO
GLOBAL SYSTEM
TECHNOLOGY
Via Galeotti, 7/a Soragna
BETTATI LORENZO
FIRST POINT srl
Via Milano Sud Fidenza
BROZI MATEO
G.S.R.L. LASER E
BENNDING
Via IV Novembre, 4
Roccabianca
CANVELLI SIMONE
UNIVERSITA’ STUDI DI
PARMA
Parco Area delle Scienze
181/A Parma
CAVALCA NICOLAS
FRAMBATI 2 CO
Via Parini, 12/a Parma
CONTINI LORENZO
UNIVERSITA’ STUDI DI
PARMA
Parco Area delle Scienze
181/A Parma
Periodo :
18-05-2015/30-06-2015
DODONU IGNAT
UNIVERSITA’ STUDI DI
PARMA
Parco Area delle Scienze
181/A Parma
FOLLA DANIEL
FORMAGGERIA D e D
Via Pezzani, 7 Torrile
GALASSO ANDREA
ISTITUTO COMPRENS.
“BELLONI”
VIA V.VENETO, 1
COLORNO
IACOLINA SIMONE
COMET spa
Via San Michele
Campagna Fidenza
LAL BRUNO DEWITT
GESTCON SAS DI PAOLO
PORTA
VIA Picasso,6 Parma
KUMAR LALIT
FRANZONI MARCO
STR.PROV. PER PARMA,
6-SAN SECONDO
MANGHI ALESSANDRO
CUSTOM SPA
Via Berettine, 2B
Fontevivo
MORA LORENZO
COMESER srl
P.zza Repubblica, 20
Fidenza
PASTO’ FEDERICO
COMESER srl
P.zza Repubblica, 20
Fidenza
PINCOLINI ANDREA
F.LLI PINCOLINI SRL
VIA PAROLETTA, 116
FONTANELLATO
RIEGA CALDERON
EDSON
UNIVERSITA’ STUDI DI
PARMA
Parco Area delle Scienze
181/A Parma
SAIB NAIM MOUBARAK
SWITCNOP SRL
VIA GOBETTI 5 FIDENZA
SINGH TAJINDER
FRANZONI MARCO
STR.PROV. PER PARMA,
6-SAN SECONDO
ZANARDI CRISTIAN
DIAMANT snc
Str.Coppini, 10
Fontanelle Roccabianca
studenti
Attività
tutta la classe
Incontro con gli studenti della Facoltà di Ingegneria corso di laurea in
Ingegneria Informatica
tutta la classe
Incontri con l’esperto di selezione del personale per la compilazione del
curriculum vitae e simulazione colloqui di assunzione
tutta la classe
Incontro con gli studenti della Facoltà di Scienze corso di laurea in Scienze
Informatiche
tutta la classe
Incontro con rappresentanti dell’Accademia militare
tutta la classe
Incontro con rappresentanti di Forum Solidarietà sul servizio civile
E) GIUDIZIO SINTETICO COMPLESSIVO SULLA CLASSE
Nel corso del triennio la classe ha manifestato un comportamento abbastanza corretto, ma scarsa
disponibilità all’impegno costante soprattutto domestico. Il gruppo classe ha mantenuto una buona
coesione e l'inserimento di nuovi alunni non ha comportato particolari problemi dal punto di vista
relazionale.
Il profilo didattico ha mantenuto un andamento costante ma non adeguato alle esigenze scolastiche.
Tranne pochissimi casi ,infatti ,l’impegno si è dimostrato superficiale, l'interesse e la partecipazione
alle attività didattiche settoriali e discontinui.
Gli studenti hanno maturato scarsa capacità di rielaborazione autonoma e di approfondimento dei
contenuti raggiungendo una preparazione sufficiente; la maggior parte degli alunni ha raggiunto un
livello di preparazione adeguata con qualche difficoltà in alcune materie; i rimanenti hanno
raggiunto un sufficiente livello di preparazione .
Alcuni alunni hanno partecipato con assiduità e impegno all’attività pomeridiana di intensificazione
di informatica e al corso di matematica pre-universitaria. L’alternanza scuola-lavoro è risultata
positiva per tutta la classe.
APPROFONDIMENTI
Nell’ultimo anno di corso sono stati svolti progetti di approfondimento individuali. È necessario che
l’aula della sede di esame sia corredata di strumentazione informatica.
Di seguito i titoli degli approfondimenti che verranno presentati
LA SCUOLA - IL CONTESTO - LA STORIA - GLI INDIRIZZI DI STUDIO
In seguito alla razionalizzazione della rete scolastica provinciale (Decreto Provveditore n° 5403 del 18
aprile 1997) che ha aggregato l'Istituto Tecnico Agrario Statale “F. Bocchialini” di Parma e l'Istituto
Professionale di Stato per l'agricoltura e l'Ambiente “S. Solari” di Fidenza all'Istituto Tecnico
Industriale “G. Galilei” di San Secondo è nato il Polo Scolastico dell'Agroindustria, che in seguito al
DPR n° 157 del 2 marzo 1998 è diventato l'Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “G.
Galilei” - “F. Bocchialini” - “S. Solari”: I.S.I.S.S. “Galilei-Bocchialini-Solari”.
La sede Amministrativa e della Dirigenza Scolastica è stata collocata a San Secondo.
La vocazione agroalimentare della provincia di Parma, e delle zone confinanti, è un dato di
fatto storico, è il presente e certamente rappresenta anche molto del futuro del tessuto
produttivo provinciale. La particolarità e l'unicità del territorio è un invito a mantenere
l'istruzione tecnica agroalimentare e a rafforzarla per renderla flessibile, aperta
all'innovazione e dinamicamente inserita in un contesto socio-economico in continuo
cambiamento. Da qui la necessità di costituire una scuola della “filiera agroalimentare”.
Le nostre tre scuole rispondono a questa esigenza e con la loro proposta educativa sono a
servizio di un ampio territorio: l'IPSASR Solari a Fidenza, con l'offerta di un corso triennale di
Istruzione e Formazione Professionale e di un corso quinquennale in “Servizi per l'agricoltura
e lo sviluppo rurale”; l'ITAS Bocchialini a Parma con percorsi in tre diverse articolazioni
(Gestione dell'ambiente e del Territorio, Produzioni e trasformazioni, Viticoltura ed enologia)
a coprire diversi ambiti nell'istruzione tecnica agraria; l'ITIS a San Secondo, che insieme a un
corso agrario di Produzioni e Trasformazioni offre corsi in ambito economico e informatico.
Pur con le loro diverse storie, mantenendo ciascuna caratteristiche proprie, le nostre tre
scuole condividono il progetto educativo, che vuole sviluppare negli studenti quelle
competenze di cittadinanza attiva che permettano loro di inserirsi in vari contesti di studio,
lavoro e vita, e la finalità formativa, tesa a fornire una solida base di istruzione generale e
tecnico professionale, a far sviluppare le abilità cognitive adatte a risolvere problemi, a far
acquisire quelle conoscenze teoriche e pratiche che consentano di operare efficacemente in
ambiti caratterizzati da costanti mutamenti e innovazioni e di rispondere alle richieste di
realtà sempre più aperte a una dimensione globale.
E' presente il Comitato Tecnico Scientifico. Composto da docenti eletti dal Collegio docenti e
dal Dirigente Scolastico, ha funzione propositiva per l'innovazione didattica, l'organizzazione
delle aree di indirizzo e l'utilizzazione degli spazi di autonomia e flessibilità. Può inoltre
avvalersi della consulenza di esperti e rappresentanti del mondo del lavoro.
La scuola è dotata di due pullman e diversi veicoli minori, che permettono di organizzare con
semplicità ed economicità lezioni fuori sede e uscite didattiche nel rispetto dell’inclusione.
Al termine del percorso di studi, con i saperi e le competenze acquisite, gli studenti possono
inserirsi direttamente nel mondo del lavoro, accedere all'università, o proseguire la propria
formazione in un Istituto Tecnico Superiore, quale l'ITS Parma, che ha visto il Polo Scolastico
dell'Agroindustria fra i suoi soci fondatori.
L'I.T.I.S. “G. Galilei” di San Secondo P.se
L'ITIS “G. Galilei” è nato nel 1974 come ITSOS per volere dell'Amministrazione Provinciale (e con
decreto del Presidente della Repubblica) che aveva scelto San Secondo come sede idonea per ospitare
un plesso di una Scuola Secondaria Superiore – in una logica di decentramento scolastico – con
un'offerta formativa articolata che potesse soddisfare le esigenze di un territorio in grande evoluzione.
La scuola si è poi resa autonoma ed è diventata ITIS nel 1987.
La storia dell'ITIS “G. Galilei” è sempre stata caratterizzata da una forte propensione alla
sperimentazione di nuovi modelli e di nuove offerte formative. E' certamente scuola del territorio nel
senso più ampio del termine, con un'offerta formativa differenziata che permette allo studente di
scegliere il corso più adatto per costruire e realizzare un concreto progetto professionale e di vita. Per
consentire loro di continuare il percorso con le migliori possibilità di successo, nel corso del biennio
gli studenti, anche attraverso incontri individuali, sono invitati a riflettere sulla propria scelta e
possono eventualmente passare ad altro indirizzo.
Nella scuola sono presenti quattro indirizzi:
1) Indirizzo Agraria, agroalimentare e agroindustria – Produzioni e Trasformazioni
2) Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni – Informatica
3) Indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing
4) Indirizzo Relazioni Internazionali per il Marketing.
L'obiettivo formativo comune a tutti gli indirizzi è di far acquisire agli studenti:
- un patrimonio espressivo nella lingua italiana che permetta di interagire con successo nelle varie
situazioni comunicative in diversi contesti sociali, culturali, economici;
- strumenti sia culturali che metodologici indispensabili per confrontarsi in modo critico con la realtà e
i suoi problemi;
- buona conoscenza della lingua inglese, nei suoi aspetti strutturali e funzionali, per poter interagire in
contesti di vita quotidiana e di lavoro;
- strategie per affrontare problemi e elaborare le opportune soluzioni in vari contesti;
-
competenze nel campo delle applicazioni e tecnologie Web, delle reti, dell'elaborazione
dell'informazione.
ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
L’alternanza scuola lavoro entra nel nostro sistema educativo con la legge 28 marzo 2003, n.53, il
decreto legislativo 15 aprile 2005, n.77, che ne è conseguito, definisce l’alternanza quale modalità di
realizzazione dei corsi del secondo ciclo per assicurare ai giovani, oltre alle conoscenze di base,
l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro. Sono gli studenti che possono
presentare la richiesta di svolgere, sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica o formativa, il
percorso formativo prescelto alternando periodi in aula e in contesti lavorativi, nel rispetto del
medesimo profilo educativo del corso di studi ordinario.
Il nostro Istituto nelle sue diverse sedi ha attivato questo percorso negli anni scolastici precedenti.
All’interno del sistema educativo del nostro Istituto l’alternanza scuola lavoro è stata proposta come
metodologia didattica per:
a) attuare modalità di apprendimento flessibili e equivalenti sotto il profilo culturale ed educativo,
rispetto agli esiti dei percorsi del secondo ciclo, che colleghino sistematicamente la formazione in aula
con l'esperienza pratica;
b) arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l'acquisizione di competenze
spendibili anche nel mercato del lavoro;
c) favorire l'orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di
apprendimento individuali;
d) realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche e formative con il mondo del lavoro
e la società civile
e) correlare l'offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio
L’attività di alternanza si configura come un percorso unico e articolato da realizzare in contesti
operativi con una forte integrazione ed equivalenza formativa tra esperienza scolastica ed esperienza
lavorativa.
Il percorso formativo è co-progettato tra la scuola e l’aziende/ente ospitante, come pure
i criteri di verifica e valutazione delle competenze acquisite.
Lo studente viene valutato dal Consiglio di Classe, modulando il punteggio in base ai seguenti criteri:
1. il rispetto del percorso formativo individuale concordato con il tutor esterno e la
valutazione finale attribuita;
2. il grado di possesso delle competenze acquisite (in base agli obiettivi concordati del
percorso formativo);
3. lo sviluppo, il consolidamento, il potenziamento delle competenze relazionali e cognitive rispetto alla
fase d’aula ed alle esperienze maturate in azienda;
4. l’autovalutazione dell’allievo. Gli studenti al termine delle attività di stage dovranno,
infatti, produrre una relazione finale individuale sull’esperienza svolta.
La scuola pertanto, tenuto conto delle indicazioni fornite dal tutor formativo esterno, certifica, sulla
base di apposito modello, le competenze acquisite dagli studenti.
IL PROFILO TECNICO-PROFESSIONALE DEL PERITO INFORMATICO
Indirizzo Informatica e telecomunicazioni - Informatica
E' l'indirizzo per chi è appassionato alle nuove tecnologie, non si accontenta di usare un computer,
vuole camminare lungo le sue strade elettroniche per scoprire e capire come è fatto dentro, vuole
imparare a programmare, vuole vivere e lavorare nel mondo dell'informatica e delle
telecomunicazioni.
L'obiettivo formativo dell'indirizzo è di far acquisire agli studenti:
- un patrimonio espressivo nella lingua italiana che permetta di interagire con successo nelle varie
situazioni comunicative in diversi contesti sociali, culturali, economici;
- strumenti sia culturali che metodologici indispensabili per confrontarsi in modo critico con la realtà e
i suoi problemi;
- buona conoscenza della lingua inglese, nei suoi aspetti strutturali e funzionali, per poter interagire in
contesti di vita quotidiana e di lavoro;
- strategie per affrontare problemi e elaborare le opportune soluzioni in vari contesti;
- competenze nel campo delle applicazioni e tecnologie Web, delle reti, dell'elaborazione
dell'informazione.
Al termine di un biennio del Settore Tecnologico, che fornisce una solida base di istruzione generale,
lo studente prosegue nel triennio di specializzazione, che lo porterà ad approfondire la conoscenza di
hardware e software del PC e delle periferiche ad esso collegate, a conoscere in modo approfondito
Internet e a sviluppare pagine web, a progettare e utilizzare software applicativi gestionali, a
progettare sistemi di automazione utilizzando dispositivi industriali, a proseguire lo studio della
lingua inglese anche specifica del settore, ad acquisire un adeguato bagaglio di competenze
matematiche.
Il diplomato in 'Informatica e Telecomunicazioni – Informatica' sa analizzare, progettare, installare
sistemi informatici, sa scegliere dispositivi e strumenti valutando le loro caratteristiche, sa configurare,
installare e gestire sistemi di elaborazione dei dati e reti, sa collaborare nella gestione di progetti nel
rispetto della normativa nazionale e internazionale.
Al termine dei cinque anni, con le competenze acquisite, i Periti in 'Informatica e telecomunicazioni –
Informatica' possono inserirsi direttamente nel mondo del lavoro o accedere all'università
prevalentemente nelle facoltà del settore scientifico-tecnologico.
QUADRO ORARIO DEL CORSO INFORMATICO
Materie/ore settimanali di insegnamento
I
II
III
IV
V
Italiano
4
4
4
4
4
Inglese
3
3
3
3
3
Storia
2
2
2
2
2
Matematica
4
4
4
4
3
Diritto ed Economia
2
2
Scienze della terra
2
2
Biologia
Fisica
3(1)
3(1)
Chimica
3(1)
3(1)
Tecnologia e tecniche rappresentazione grafica
3(1)
3(1)
Tecnologie informatiche
3(2)
3(1)
Scienze e tecnol. applicate
Scienze motorie
2
2
2
2
2
Religione
1
1
1
1
1
Geografia
1
Sistemi e reti
4 (2)
4 (2)
4 (2)
Tecnologia e progettazione sistemi informatici
3 (1)
3 (1)
4 (2)
3(2)
Gestione progetto, organizz. impresa
Informatica
6 (3)
6 (3)
Telecomunicazioni
3(2 )
3(2 )
32(8)
32( 8)
TOTALE
33(5)
32(4)
Le ore tra parentesi sono ore di laboratorio e compresenza con Insegnante Tecnico Pratico
6(4)
32 (1
OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DEL TRIENNIO
Il PTOF segnala l’orizzonte complessivo verso cui tende l’azione formativa indicando che alla fine
del triennio l’alunno dovrebbe essere in grado di:
▪
lavorare autonomamente
▪
comunicare e documentare adeguatamente il proprio lavoro
▪
partecipare al lavoro organizzato di gruppo
▪
realizzare collegamenti tra diversi settori disciplinari individuandone i comuni denominatori
▪
valutare ed autovalutarsi
▪
sviluppare un adeguato metodo di ricerca o di lavoro
▪
aprirsi all’innovazione.
OBIETTIVI SPECIFICI DEI VARI AMBITI DISCIPINARI
Per gli obiettivi specifici si rinvia ai piani di lavoro per la programmazione annuale.
CONTENUTI
I contenuti disciplinari, raggruppati per moduli o percorsi didattici, sono stati elencati nelle allegate
relazioni dei singoli docenti (Allegati A) e saranno ulteriormente specificati nei programmi
dettagliati, sottoscritti da almeno due studenti.
METODI
I docenti hanno lavorato con programmazione modulare utilizzando strumenti da loro
presentati nel piano di lavoro individuale, quali ad esempio: lezioni frontali, lezioni
interattive, schemi prodotti dai docenti, diapositive e presentazioni multimediali, laboratori e
quant’altro possa essere servito a valorizzare il percorso individuale dell’alunno.
I docenti hanno avuto la possibilità di attivare per gli alunni sportelli didattici, studio assistito,
recupero in itinere.
MEZZI – STRUMENTI - MATERIALI
Come per i contenuti disciplinari anche i mezzi, gli strumenti didattici ed il materiale utilizzato sono
indicati dai singoli docenti nelle relazioni di cui all’Allegato A
Materiali , strumenti e strutture a disposizione degli studenti del “Galilei”:
□ libri di testo
□ incontri con esperti
□ quotidiani;
□ CD-Rom didattici;
□ sussidi audiovisivi;
□ laboratori di informatica, di sistemi, di elettronica;
□ palestra attrezzata
□ laboratorio linguistico
TEMPI E FLESSIBILITÀ DELL’ORARIO
CALENDARIO SCOLASTICO
Il Calendario scolastico d’Istituto per l’anno 2014/2015 (deliberato dal Consiglio di Istituto)
ha previsto, oltre a tutte le domeniche, le seguenti sospensioni delle lezioni in sintonia con il
Calendario emanato dall’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna:
I.T.I.S.
MOTIVAZIONE
07/12/15
Circ.di ist.
08/12/15
Calendario Reg.le
dal 24-12-2015
al 06-01-2016
Vacanze natalizie
04/04/16
Patrono
dal 24/03/16 al
30/03/16
Vacanze pasquali
25/04/16
Calendario Reg.le
2 giugno 2016
Calendario Reg.le
L’anno scolastico è suddiviso in due periodi: il primo quadrimestre, dal 15/09/2015 al 31/12/2015
con scrutini e valutazione entro i primi 20 giorni di gennaio, ed il secondo quadrimestre dal
01/01/2016 al 06/06/2016 all’interno del quale è fissata una valutazione interquadrimestrale (metà
marzo) con consegna alle famiglie del “pagellino”.
L’orario è distribuito in 5 ore da 60 minuti al giorno per tre giorni la settimana e in 6 ore da 50 minuti
per tre giorni, mercoledì ,venerdì e sabato.
CRITERI DI VALUTAZIONE - CREDITI - CONDOTTA
Criteri di valutazione di fine anno scolastico:
1) Per tutte le classi, il Consiglio di Classe per decidere sulla AMMISSIONE o NON AMMISSIONE
valuterà se lo studente abbia acquisito conoscenze e competenze che gli consentano di proseguire
nella classe successiva.
2) Per le classi di inizio ciclo (biennio), il riferimento prevalente saranno le competenze del ciclo stesso,
tenendo conto:
degli effettivi apporti formativi e culturali che la scuola ha potuto fornire
delle risposte a questi apporti da parte dello studente, riguardo il rendimento scolastico,
dell’impegno nello studio, la partecipazione a iniziative didattiche e formative
delle fondate possibilità che lo studente consegua le competenze, nel tempo rimanente delciclo,
attraverso ulteriori e specifiche sollecitazioni della scuola.
Al termine del Biennio la scuola rilascia un certificato di competenze relative ai livelli raggiunti (V
allegato).
3) Tutte le materie, senza classificazione di importanza, concorrono alla formazione culturale e
personale dello studente.
4) Per tutte le classi, un insufficiente profitto ricorrente in più discipline, anche affini, nel caso richieda
la necessità di tempi lunghi di recupero, può essere un elemento di giudizio non positivo ai fini
dell’ammissione alla classe successiva. Per studenti con carenze ed insufficienze l’ammissione o non
ammissione alla classe successiva è regolata dalla
normativa sul recupero scolastico (DM 80/2007 e OM 92/2007)
5) Per tutte le classi, vengono considerati come prioritari gli elementi relativi al profitto scolastico,
tenuto conto anche dell’impegno e della partecipazione.
A questi elementi, che si evincono dalle proposte di voto di ogni docente, il Consiglio di Classe
aggiunge la valutazione di elementi di giudizio relativi ad eventuali:
corsi di recupero
scambi culturali
attività di scuola-lavoro
iniziative parascolastiche
attività di integrazione scuola-territorio.
Il Consiglio di Classe considererà anche l’elemento della provenienza socio-culturale, nella sua
incidenza sul rendimento scolastico.
6) Per tutte le classi, il voto di condotta, su proposta del docente con il maggior numero di ore, viene
attribuito in base ai criteri indicati nel successivo paragrafo dedicato.
7) Il Consiglio di Classe, negli scrutini di fine anno (nella sessione di giugno e nella successiva sessione
prevista a conclusione del percorso di recupero previsto dal DM 80 e dalla OM 92) riferisce gli
elementi di sua conoscenza riguardo ai singoli studenti, nel rispetto della normativa vigente e decide
autonomamente sulla AMMISSIONE o NON AMMISSIONE alla classe successiva.
8) Il Consiglio di Classe del triennio, per ogni classe e per ogni alunno, attribuisce il Credito
Scolastico, ai sensi delle normativa vigente (DM 22 maggio 2007 n. 42). L’assegnazione tiene conto di:
profitto
assiduità della frequenza
interesse e impegno nella partecipazione al dialogo educativo
attività complementari e integrative
eventuali crediti formativi
eventuali esperienze di alternanza scuola –lavoro
9) Il Consiglio di Classe del triennio attribuisce, ai sensi della normativa vigente, il Credito Formativo,
sulla base dei criteri generali stabiliti dal Collegio Docenti e sulla base della documentazione
presentata da ogni singolo alunno (D.P.R. 1998, n.323, art.12 e D.M. 10 febbraio1999, n.34, art.1 così
come modificati dal DM 22 maggio 2007 n. 42.). Il credito formativo consiste in ogni qualificata
esperienza, debitamente documentata, dalla quale derivino competenze coerenti con il tipo di corso a
cui si riferisce l’Esame di Stato; la coerenza può essere individuata nell’omogeneità con i contenuti
tematici del corso, nel loro approfondimento, nel loro ampliamento, nella loro concreta attuazione.
Tale coerenza è accertata dai Consigli di Classe e, nel caso di candidati all’Esame di Stato esterni, dalle
Commissioni d’Esame.
Le certificazioni comprovanti attività lavorativa devono indicare l’ente a cui sono stati versati i
contributi di assistenza e previdenza ovvero le disposizioni normative che escludano l’obbligo
dell’adempimento contributivo.
Le certificazioni dei crediti formativi acquisiti all’estero sono convalidate dall’autorità diplomatica o
consolare.
Le esperienze che danno luogo all’acquisizione dei crediti formativi sono acquisite al di fuori della
scuola di appartenenza, in ambiti e settori della società civile legati alla formazione della persona e
della crescita umana, civile e culturale, quali quelli relativi alle attività culturali, artistiche e ricreative,
alla formazione professionale, al lavoro, all’ambiente, al volontariato, alla solidarietà, alla
cooperazione, allo sport.
Il Consiglio di Classe, al fine dell’attribuzione del credito formativo, ha il compito di valutare
l’effettiva incidenza di tali esperienze sulla formazione della persona e sulla crescita umana dello
studente.
10) I docenti dovranno utilizzare l’intera gamma dei voti dall’uno al dieci, seguendo le indicazioni
della griglia allegata. In sede di scrutinio ogni insegnante presenterà la propria valutazione espressa in
numero intero.
A partire dall’anno scolastico 2010.11 per essere ammessi alla classe successiva le assenze degli
studenti non possono superare il 25% dei giorni complessivi di lezione, salvo assenze per malattia
debitamente documentate.
GRIGLIA DI VALUTAZIONE IN DECIMI
1-2
NESSUNA CONOSCENZA/COMPETENZA Rifiuta la verifica. Non ha nessuna
conoscenza degli argomenti proposti.
3
CONOSCENZA/COMPETENZA GRAVEMENTE LACUNOSA. Commette gravi errori.
Non ha nessuna capacità di orientarsi nella disciplina.
4
CONOSCENZA/COMPETENZA GRAVEMENTE INSUFFICIENTE. Conosce in modo
incompleto,frammentario e superficiale gli argomenti proposti. Commette errori frequenti
e, pur avendo acquisito alcune conoscenze, non è in grado di utilizzarle, nemmeno in
compiti semplici.
5
CONOSCENZA/COMPETENZA INCERTA. Conosce gli argomenti proposti solo
parzialmente e in modo non approfondito; solo se guidato riesce ad orientarsi, pur con
qualche difficoltà . Le competenze non sono sufficientemente acquisite.
6
LIVELLI MINIMI DI CONOSCENZA E PADRONANZA. Conosce gli
argomenti fondamentali e li sa applicare con sufficiente padronanza, anche se non sempre
in modo autonomo. Non commette numerosi gravi errori nell’esecuzione dei compiti
assegnati.
7
DISCRETA PADRONANZA Conosce, comprende e applica gli argomenti proposti quasi
sempre con autonomia. Non commette errori sostanziali e si esprime in modo abbastanza
appropriato.
8
BUONA PADRONANZA. Conosce, comprende in modo analitico e sa applicare i contenuti
e le procedure proposte in modo autonomo. Non commette errori, ma soltanto
imprecisioni. Si esprime con sicurezza e proprietà di linguaggio.
9
OTTIMA PADRONANZA. Conosce e rielabora in modo organico e critico gli argomenti. Sa
organizzare e applicare autonomamente le conoscenze e utilizza correttamente la
terminologia specifica.
10
ECCELLENTE PADRONANZA. Conosce e rielabora in modo critico e personale gli
argomenti. Usa in modo rigoroso la terminologia specifica. Organizza autonomamente le
conoscenze, effettuando opportuni approfondimenti e collegamenti inter e pluridisciplinari.
Dimostra un eccellente livello di competenza.
CRITERI PER LA VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO
Indicatori
1. Frequenza assidua e tempestività nella giustificazione di assenze e ritardi.
2. Attenzione, disponibilità, partecipazione alle attività didattiche proposte alla classe.
3. Impegno nello studio e rispetto delle consegne.
4. Rispetto delle persone, dell’ambiente e delle regole.
10
In presenza di tutte le condizioni descritte dagli indicatori al massimo livello, unite ad un percorso
didattico in cui costantemente la partecipazione alle attività proposte dal consiglio di classe è stata
interpretata in modo consapevole, costruttivo e condiviso con il resto del gruppo classe. L’alunno
costituisce un esempio per tutti. Ottiene risultati positivi in tutte le materie.
9
In presenza di tutte le condizioni descritte dagli indicatori al massimo livello: frequenza costante,
positivo impegno nello studio domestico, attiva partecipazione al lavoro in classe, pieno rispetto delle
persone e dell’ambiente secondo le regole. Ottiene risultati positivi in tutte le discipline o presenta al
massimo due insufficienze lievi, non riconducibili a mancanza di impegno.
8
In presenza di una frequenza regolare, di un impegno nello studio domestico e nello svolgimento dei
compiti assegnati complessivamente costanti, di una partecipazione all'attività didattica e contributo
al lavoro comune adeguati, nel rispetto delle regole condivise.
7
In presenza di un comportamento non pienamente soddisfacente rispetto agli indicatori sopra
elencati, ed in particolare una frequenza non sempre regolare, impegno e partecipazione talvolta non
adeguati, con episodi non particolarmente gravi di contravvenzione alle regole.
Da attribuire al verificarsi di uno o più dei seguenti o analoghi comportamenti:
Assenze strategiche, giustificazione delle assenze non sempre tempestiva, scarsa partecipazione al
lavoro in classe, insufficiente impegno nello studio, poca cura dell’ambiente, superficialità
nell’ottemperare al regolamento di Istituto, atteggiamento non sempre corretto verso compagni,
insegnanti e personale scolastico, scarsa cura nella consegna delle comunicazioni scuola – famiglia,
ecc.*
* Nelle valutazioni dall’8 in su tutto quanto elencato non deve comparire.
6
In presenza di un comportamento non soddisfacente rispetto agli indicatori sopra elencati, con
episodi di una certa gravità, in presenza di note disciplinari e sospensioni.
Da attribuire al verificarsi di uno o più dei seguenti o analoghi comportamenti:
Consuetudine alle assenze strategiche per evitare verifiche, consuetudine al ritardo, costante
irregolarità nella giustificazione delle assenze, disturbo e disattenzione in classe, discontinuo impegno
nello studio, nessuna cura dell’ambiente, superficialità nell’ottemperare al regolamento di istituto,
evidente disinteresse per le attività promosse dalla scuola, atteggiamento non sempre corretto verso i
compagni, gli insegnanti e il personale scolastico, gravi comportamenti non conformi al regolamento
d’istituto e sanzionati da note disciplinari.
5
Il cinque in condotta viene assegnato esclusivamente in presenza di comportamenti di particolari
gravità che prevedano sanzioni disciplinari che comportino l'allontanamento temporaneo dello
studente dalla comunità scolastica per periodi superiori a quindici giorni. Il Cdc attribuisce votazione
insufficiente in sede di scrutinio finale dopo aver accertato che lo studente sia stato destinatario di
almeno una delle suddette sanzioni disciplinari e che anche in seguito all'irrogazione di sanzioni di
natura educativa e riparatoria non abbia dimostrato nel comportamento cambiamenti tali da
evidenziare un sufficiente livello di miglioramento nel suo percorso di crescita e maturazione. La
valutazione va adeguatamente motivata e verbalizzata, soprattutto in sede di scrutinio intermedio e
finale. Il coordinatore deve avvertire i genitori, che dovranno sempre essere informati
tempestivamente e coinvolti attivamente in merito alla condotta dei propri figli.
SIMULAZIONI PROVE D’ESAME
Nel corso dell’anno sono state effettuate le seguenti simulazioni delle prove d’esame:
I Prova
28/04/2016
II prova
13/05/2016
III prova
22/0372016
Tecn.e Pr. Sistemi inf.
Italiano
Informatica
Sistemi e Reti
Inglese
Matematica
20/04/2016
Tecn.e Pr. Sistemi inf.
Sistemi e Reti
Inglese
Matematica
Criteri di valutazione della prima prova scritta: Italiano
Tipologia A (Analisi di un testo in prosa o poetico)
Nome del candidato: ........................................................................ Classe: ............................
Indicatori
Punteggio
massimo
attribuibile
all'indicatore
1) Comprensione
e analisi dei nodi
concettuali
4 punti
Livelli di valore
Descrittori
○ insufficiente
- comprensione parziale
1
○
- comprensione superficiale
2
○ sufficiente
- comprensione degli aspetti
essenziali
3
○ discreto
- comprensione corretta e completa
mediocre
○ buono/ottimo - comprensione ed interpretazione
Punteggio
Voto
corrispondent attribuit
e ai diversi
o
livelli
3,5
4
approfondite ed articolate
2) Analisi delle
strutture formali
3 punti
○ insufficiente
- individuazione incompleta
0.5
○ sufficiente
- individuazione e descrizione
1
○ discreto
- Individuazione, descrizione e
analisi (non del tutto complete)
2
○ ottimo
3) Capacità di
contestualizzare
il testo
○ insufficiente
- Contestualizzazione non pertinente
1
○
- Contestualizzazione parziale e
superficiale
2
mediocre
○ sufficiente
4 punti
○ buono
○ ottimo
○ insufficiente
4) Padronanza
della lingua,
capacità
linguisticoespressive
○
4 punti
3
- Individuazione, descrizione e
analisi complete
mediocre
○ sufficiente
○ discreto
- Individuazione di diversi elementi
significativi
3.5
-Individuazione di tutti gli elementi
significativi richiesti
4
- espressione scorretta/lessico
improprio
1
2
- espressione generica/lessico
povero
- espressione abbastanza chiara e
corretta/lessico essenziale
- espressione chiara e
corretta/lessico appropriato
- espressione corretta ed
○ buono/ottimo efficace/lessico ricco
Data: .............................................
3
- Individuazione degli elementi più
significativi
3
3.5
4
Voto complessivo attribuito alla prova: ................................../15
Tipologia B (Saggio breve o articolo di giornale)
Nome del candidato: ................................................................................. Classe: ............................
Indicatori
Punteggio
massimo
attribuibile
all'indicato
re
Livelli di valore
○ scarso
1)Padronanza
della lingua,
capacità
linguisticoespressive
○
4 punti
mediocre
○ sufficiente
○ discreto
2) Uso
documentazion
e e conoscenze
relative
all'argomento
3)Rispetto delle
consegne
2 punti
- espressione generica/ lessico
povero
- espressione abbastanza chiara e
corretta/lessico essenziale
1
2
3
3,5
- espressione chiara e
corretta/lessico appropriato
- espressione corretta ed efficace/
lessico ricco
4
○ scarso
- uso limitato delle fonti e
conoscenze parziali
2
mediocre
- uso essenziale delle fonti e
conoscenza globale degli aspetti
fondamentali
○ discreto
- uso e conoscenze adeguati
○ buono/ottimo
- uso appropriato/efficace delle
fonti e sicura/approfondita conosc.
○ scarso
- parziale rispetto delle consegne
○ sufficiente
- sostanziale rispetto delle
consegne
○ scarso/elementare
○ sufficiente
○ buono/ottimo
Data: .............................................
3,5
4
5
1
1,5
2
- totale rispetto delle consegne
- rielaborazione molto
parziale/limitata
1
2
- rielaborazione semplice ma
coerente
4 punti
○ discreto
3
- c. Superficiali e uso parziale
delle fonti
○ sufficiente
○ buono/ottimo
4) Capacità
criticoanalitiche
- espressione scorretta/lessico
improprio
Punteggio
corrispond
ente ai
diversi
livelli
○ buono/ottimo
○
5 punti
Descrittori
- rielaborazione abbastanza
articolata e organica
3
-rielaborazione organica, coerente,
articolata ed esauriente
4
Voto complessivo attribuito alla prova: ................................../15
Voto
attribuit
o
Tipologia C e D (Temi di argomento storico e di ordine generale)
Nome del candidato: ................................................................................. Classe: ............................
Indicatori
Livelli di valore
Punteggio
massimo
attribuibile
all'indicatore
1) Padronanza
della lingua,
capacità
linguisticoespressive
6 punti
3) Capacità di
organizzare un
testo
3 punti
4) Capacità di
elaborazione
critica, originalità
e/o creatività
scarso
- espressione scorretta/lessico
improprio
○
mediocre
- espressione generica/ lessico povero
○
sufficiente
- espressione abbastanza chiara e
corretta/ lessico essenziale.
○
discreto
- espressione chiara e corretta/lessico
appropriato
○
buono/ottimo
- espressione corretta ed
efficace/lessico ricco
4
○
scarso
- conoscenza lacunosa e priva di
contestualizzazione
3
○
mediocre
- conoscenza superficiale/
contestualizzazione parziale
4
○
sufficiente
- conoscenza e contestualizzazione
essenziali
○
discreto
- conosc. adeguate e
contestualizzazione corretta
5
○
buono/ottimo
- conoscenze
approfondite/contestualizzazione
corretta
6
○
scarso
○
mediocre
- argomentazione generica e
parzialmente pertinente
○
- argomentazione semplice ma
organica e coerente
1,5
sufficiente
discreto
- argomentazione pertinente e
abbastanza articolata
2
○
○
buono/ottimo
- argomentazione organica, articolata
ed esauriente
3
○
scarso
- rielaborazione praticamente assente
0
- argomentazione disorganica e
incoerente al suo interno e/o rispetto
alla traccia
○ elementare
- rielaborazione limitata
○
sufficiente
- rielaborazione semplice ma
coerente
○
discreto
- rielaborazione abbastanza articolata
e organica
buono/ottimo
- rielaborazione efficace e motivata
sulla base di conoscenze acquisite e
criteri esplicitati
2 punti
○
Data: .............................................
Punteggio
corrispondent
e ai diversi
livelli
○
4 punti
2) Conoscenze
relative
all'argomento
scelto e al quadro
di riferimento
generale
Descrittori
1
2
3
3,5
4,5
0,5
1
0,5
1
1,5
2
Voto complessivo attribuito alla prova: ................................../15
Voto
attribuit
o
TABELLA DI VALUTAZIONE SECONDA PROVA
Disciplina: SISTEMI e RETI
INDICATORI
Punteggio
massimo
attribuibile
all’indicatore
Livelli di valutazione
Punteggio P
corrispondente ai diversi
livelli
1. Conoscenza
pertinente degli
argomenti
5 punti
Grav. Insuff.
Insufficiente
Sufficiente
Discreto
Buono
Ottimo
1 ≤ P ≤ 1,5…
1,5 < P < 3,3……
P = 3,3
3,3 < P ≤ 3,8…
3,8 < P ≤ 4,5…
4,5 < P ≤ 5……
2. Utilizzo del
linguaggio
tecnico
scientifico
4 punti
Grav. Insuff.
Insufficiente
Sufficiente
Discreto
Buono
Ottimo
0 ≤ P ≤ 1,5
1,5 < P < 2,7…
P = 2,7
2,7 < P ≤ 3…..
3 < P ≤ 3,5…
3,5 < P ≤ 4……
3.
Elaborazion
e delle
conoscenze
acquisite
6 punti
Grav. Insuff.
Insufficiente
Sufficiente
Discreto
Buono
Ottimo
0 ≤ P ≤ 2…
2 < P < 4…
P = 4…
4 < P ≤ 4,5
4,5 < P ≤ 5,3…
5,3 < P ≤ 6……
Punteggio
attribuito
all’indicatore
……
TOTALE
Voto complessivo
…… / 15
Il voto complessivo è il risultato della somma dei punteggi attribuiti ai singoli indicatori e, in presenza
di valori decimali, viene arrotondato all’intero più vicino.
La sufficienza corrisponde a 10 punti , pari a 3,3 punti per la conoscenza pertinente degli argomenti
più 2,7 punti per l’utilizzo del linguaggio tecnico scientifico più 4 punti per la elaborazione delle
conoscenze acquisite.
GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DELLA TERZA PROVA SCRITTA
In merito alla terza prova, il Consiglio di classe si è posto l’obiettivo di realizzare un accertamento
pluridisciplinare sulle materie dell’ultimo anno di corso; e ogni prova ha accertato le conoscenze e le
competenze relative a quattro materie.
Tra le modalità previste, il Consiglio di Classe ha scelto la tipologia B in quanto ha ritenuto che sia la
più consona all’iter metodologico seguito nel corso dell’anno e la più adeguata a verificare le capacità e
le competenze della classe. La durata delle simulazioni della terza prova è stata di 3 ore.
GRIGLA DI VALUTAZIONE
Disciplina
Padronanza
Coerenza,
della lingua o
coesione,
Contenuto organicità,
lessico del
(60%)=
settore (20%) =
sintesi
punti 3
(20%) =
punti 9
punti 3
Inglese
Informatica
Matematica
Tecnologia e
Progettazione
VALUTAZIONE =
Punteggi
Parziali
1a SIMULAZIONE DI TERZA PROVA
Disciplina: INGLESE
APPS FOR CATS
A growing number of apps are being created for cats — not cat owners. Seriously. Do a YouTube search for
“iPad and cats” or “cat plays with iPad” and you’ll see some amusing examples.
That said, there are subtle differences in the games that can be relevant to your cat.
Game for Cats has two levels. The first features a red dot against a black background. This is the free level.
After your cat plays this (or not) for a minute or so, a button appears that asks whether you want to upgrade to
the mouse level for $1.
If your cat is pouncing on the first level, it is quite possible that it can buy the upgraded version without your
knowing it because an iTunes password is not always needed to make an in-app purchase. ITunes customers
have complained about that, but Nate Murray, one of the app’s developers, said he believed no cat had ever
made a purchase.
He said the development team hadn’t considered the problem when they built the app because they were
unaware that in-app purchases sometimes did not require a password.
While he was at it, Mr. Murray said he was confident — but not completely certain — that a cat’s claws would
not harm an iPad’s screen. (Of course, if your cat has a pebble stuck in its paw, its gaming habit will absolutely
wreck your screen.)
App for Cats (free) has two screens and several kinds of bugs that meow when you hit them. (For what it’s
worth, the meow sounded suspiciously human.)
Cat Toy (free), offered four objects to chase: a spider, a butterfly, a red dot and a tiny mouse that squeaked
when tapped.
Answer the questions ( max. 5 lines)
1.What kind of applications is the article about?
2. What is the problem with " Game for Cats"?
3.What do these apps have in common?
Disciplina: MATEMATICA
1. Dopo aver dato la definizione di serie geometrica e averne illustrato il carattere al variare della ragione,
stabilisci per quali valori reali di x la serie
è convergente e calcolane la somma.
2. Determina il carattere della serie
motivando la tua risposta.
3. Nel grafico è rappresentata l’iperbole di equazione
curva e dalla retta di equazione
. Calcola l’area del trapezoide delimitato da tale
.
3
INFORMATICA
Dovete creare il Data Base per l’archiviazione dei dati della RITORNOALFUTURO, un’agenzia che
organizza viaggi nel tempo.
Per ogni viaggio vanno salvati: periodo storico visitato, luogo di destinazione, date di partenza e ritorno
nel tempo attuale, elenco viaggiatori, capogita e costo di partecipazione.
Scelto un ben preciso periodo storico, il Data Base deve fornire l’elenco di tutti i viaggi organizzati
verso quel periodo.
3
TECNOLOGIA E PROGETTAZIONE
1.
Descrivi la "portabilità" di JAVA
2. Scrivi le istruzioni di lettura di dati numerici e testuali da tastiera in una applicazione console in
JAVA
3.
Parla del “Garbage Collector”.
3
2a SIMULAZIONE DI TERZA PROVA
Disciplina: INGLESE
A solar revolution
A record-breaking attempt to fly around the world in a solar-powered plane has completed its first leg.
The aircraft - called Solar Impulse-2 - took off from Abu Dhabi, heading east to Muscat in Oman. Over
the next five months, it will skip from continent to continent, crossing both the Pacific and Atlantic
oceans. Businessman and pilot Andre Borschberg will share the pilot duties with fellow Swiss,
Bertrand Piccard. The plan is to stop off at various locations around the globe, to rest and to carry out
maintenance, and also to spread a campaigning message about clean technologies. Before taking off,
Borschberg told BBC News: "I am confident we have a very special aeroplane, and it will have to be to
get us across the big oceans. We may have to fly for five days and five nights to do that, and it will be
a challenge. But we have the next two months, as we fly the legs to China, to train and prepare
ourselves."
It's a deep-breath moment in
the history of technology as Solar Impulse soars to the skies : solar power is predicted to become the
dominant source of electricity globally by 2050. The price of solar electric panels fell 70% in recent
years and costs are expected to halve again this decade. And Deutsche Bank forecasts that, based
on current fossil fuel prices, solar will produce power as cheaply as gas in two thirds of the world
before 2020. In the UK the solar industry thinks it can compete with wind within 18 months and with
gas in the near future. In the USA, solar jobs already outnumbered coal jobs.
Adapted from www.bbc.com (9 March 2015)
Answer the following questions (max. 5 lines):
1.What kind of aircraft is Solar Impulse-2 and what exploit is it doing at the moment?
.....................................................................................................................................................
…...............................................................................................................................................................
...................................................................................................................................................................
...................................................................................................................................................................
............................................................................................................
2.What is the purpose of Solar Impulse-2 ?
.....................................................................................................................................................
…...............................................................................................................................................................
...................................................................................................................................................................
...................................................................................................................................................................
............................................................................................................
3. Why is the use of solar power going to increase in the next decades?
.....................................................................................................................................................
…...............................................................................................................................................................
...................................................................................................................................................................
...................................................................................................................................................................
............................................................................................................
3
Disciplina: MATEMATICA
1. Dopo aver stabilito come sono i termini della serie
specificando il criterio utilizzato.
2. Studia il carattere della serie
3. Calcola la somma della serie
, determinane il carattere
ed enuncia il criterio applicato.
dopo aver stabilito per quali valori reali di x converge.
3
TECNOLOGIA E PROGETTAZIONE
1) Si parli del “World Wide Web Consortium (W3C)”
2) Si parli del linguaggio XML per la rappresentazione dei dati
3) Si parli dei web-service per la gestione delle risorse con operazioni CRUD
3
INFORMATICA
Si vuole creare un Data Base per registrare le informazioni relative ai tour in Italia dei principali
nomi della canzone, sia italiani che stranieri.
Scopo di tale archivio è contenere informazioni sui concerti già effettuati e sulle varie date in
calendario.
In particolare, scelto un artista, il Data Base deve fornire il programma dei suoi prossimi concerti.
3
ALLEGATO:
PROGRAMMI EFFETTIVAMENTE SVOLTI
Firma dei docenti del Consiglio di Classe
Battistini M.Emanuela__________________________
Bonavoglia Luca _________________________
Bonelli Marco__________________________
Ferrari Giordano__________________________
Fietta Andreina__________________________
Franco Giovanni__________________________
Lori Corrado__________________________
Martino Gabriele__________________________
Minari Francesco__________________________
Monica Lucia__________________________
Albano Evelina__________________________
Pagliara Cosimo_________________________
4