“FATTORIA CASALBOSCO” E “GALATEO RICEVIMENTI” UNITI

Commenti

Transcript

“FATTORIA CASALBOSCO” E “GALATEO RICEVIMENTI” UNITI
“FATTORIA CASALBOSCO” E “GALATEO RICEVIMENTI” UNITI CONTRO LE MALATTIE OSSEE:
UN SODALIZIO A FAVORE DI “F.I.R.M.O. FONDAZIONE RAFFAELLA BECAGLI”
Un vino che nasce nel cuore della Toscana, a pochi chilometri da Firenze; un nome suggestivo ed evocativo, che ne racconta la storia e i progetti. È "Orchidea", rosso pregiato
la cui prima produzione – quella del 2006 – sarà presentata in anteprima lunedì 20 ottobre,
giornata mondiale dell'osteoporosi, a partire dalle 18.30 al “Loft E’”, in piazza del Carmine
a Firenze.
Caratterizzato da un colore rubino intenso con sfumature uniche e da un gusto rotondo e
avvolgente, "Orchidea" è prodotto con uve cabernet e merlot altamente selezionate, cresciute su colline baciate dal sole e affinate per 16 mesi in barriques che conferiscono al
vino i suoi tipici sentori di cannella, chiodi di garofano e tabacco. Un nettare, “Orchidea”,
che come tutti i prodotti della Fattoria Casalbosco nasce dalla passione per il vino e dal
legame con la tradizione toscana. Un amore particolare, poi, ha dato vita a questo vino
unico, dedicato a Raffaella Becagli, scomparsa tragicamente tre anni fa.
Scopo della serata, condiviso da Casalbosco e da Galateo Ricevimenti, è quello di sostenere F.I.R.M.O. Fondazione Raffaella Becagli nella campagna di sensibilizzazione dell'opinione pubblica sulle malattie dello scheletro, supportando allo stesso tempo, mediante la
raccolta di fondi, la ricerca scientifica. Parte del ricavato della vendita di “Orchidea” – che
sarà disponibile a partire dal 21 ottobre – andrà infatti a beneficio della Fondazione, ente
privato non-profit il cui obiettivo è la prevenzione e la cura delle malattie ossee, osteoporosi in testa: non a caso la data scelta per la presentazione è quella durante la quale, in tutto
il mondo, si tengono iniziative di sensibilizzazione sulla malattia.
Nell'elegante e raffinata ex limonaia verranno serviti, in abbinamento a "Orchidea", piatti
creati appositamente per l'occasione con quegli elementi base particolarmente indicati per
aiutare a prevenire le malattie ossee e che non dovrebbero mai mancare nella dieta. Un
connubio perfetto non solo per il palato, ma anche per il significato che sia un'alimentazione corretta sia "Orchidea" assumono nella lotta contro le malattie ossee.
Un legame, quello tra la Fattoria Casalbosco e F.I.R.M.O., eistente già da tempo e ora sempre più tangibile: non solo il vino prende il nome dal simbolo della Fondazione, l'orchidea
Raffaella, varietà candida con il cuore screziato di lilla, ma il delicato fiore esotico – che
come lo scheletro umano ha assoluto bisogno di silicio per crescere eretto – è serigrafato
sulla bottiglia diventandone l'etichetta insieme al logo stesso della Fondazione.
Ufficio stampa: AV Alessandra Valdameri Studio – Tel +39 055 697965 – Cell. +39 335 6207941 – [email protected]