ROMANIA - Breve nota sul mercato farmaceutico

Commenti

Transcript

ROMANIA - Breve nota sul mercato farmaceutico
ICE – Agenzia per la promozione all’estero e
l’internazionalizzazione delle imprese italiane
ROMANIA - Breve nota sul mercato
farmaceutico
Luglio 2013
Ufficio di Bucarest
Str.A,D. Xenopol nr.15, 010472 Bucuresti
T +40 21 2114240 F +40 21 2100613
[email protected]
www.italtrade.com/romania
ICE - Agenzia per la promozione all’estero e
l’internazionalizzazione delle imprese italiane
Sectia Promovare Schimburi – Ambasada Italiei
Il mercato dei medicinali ha raggiunto nel 2012 il 2,6 miliardi di euro (+3,1% rispetto al 2011). Il
principale acquirente e` lo stato romeno che finanzia oltre il 60 % delle vendite di medicinali.
In Romania esistono 27 produttori di medicinali, ed il valore della produzione locale e` arrivato nel
2012 a 2,55 miliardi di lei (cca 0,572 miliardi Euro). I primi dieci produttori locali hanno cumulato un
giro d’affari di oltre 550 milioni di Euro.
Nonostante la presenza di numerosi produttori locali, le importazioni restano ancora molto elevate
(il deficit della bilancia commerciale nel 2012 e` stato di 1565,3 milioni di Euro). Se nel 2006
venivano vendute sul mercato locale 315 milioni di scatole di medicinali prodotte in Romania, nel
2011 tale valore era soltanto 225 milioni di scatole (una contrazione di quasi il 30 %).
Top 10 produttori romeni di medicinali
Azienda
1
2
3
4
5
6
7
Terapia Ranbaxy
Europharm
Actavis
Antibiotice SA
Sandoz
Zentiva
Gedeon Richter
Romania
Fatturato
2012 (mil
Euro)
105,8
104,0
80,5
68,4
58,6
54,4
Utile 2012
(mil Euro)
Addetti
2012
Soci
21,7
11,1
5,7
6,1
5,8
7,2
783
254
221
1465
225
531
Daiichi Sankyo (Giappone)
GlaxoSmithKline (Gran Bretagna)
Actavis (Svizzera)
Ministero della Salute (Romania)
Sandoz (Svizzera)
Sanofi (Francia)
27,6
n.d.
550
Gedeon Richter (Ungheria)
8
Infomed Fluids
27,1
1,7
402
9
Labormed
n.d.
n.d.
n.d.
10
Biofarm SA
23,6
4,7
340
World Fine Chemicals
(Luxemburg), Harpgrove Limited
(Irlanda)
Alvogen (USA)
SIF Oltenia, SIF Banat Crisana,
SIF Moldova
Dei principali 10 produttori romeni, soltanto due sono aziende romene (Antibiotice SA e Biofarm
SA), il resto e` rappresentato da compagnie multinazionali, che, in genere, hanno acquistato
vecchie fabbriche di medicine appartenenti allo stato. Polipharma, Laropharm ed altri due
produttori romeni di farmaci di origine naturale sono le eccezioni alla regola, avendo costruito le
proprie strutture di produzione ex novo.
Recentemente, la multinazionale GlaxoSmithKline ha messo in vendita la fabbrica Europharm di
Brasov. Nel caso in cui non si trovi un acquirente, la Europharm potrebbe chiudere entro 6 mesi.
La fabbrica ha esportato nel 2011 il 60 % della produzione in circa 80 Paesi. Qui vengono prodotti,
tra l’altro, l’antidepressivo Seroxat e Retrovir, una medicina anti HIV.
La chiusura di Europharm rappresenterebbe una riduzione del 16 % del valore della produzione di
medicine in Romania (2,55 miliardi di lei nel 2012).
Il distributore di medicinali Polisano intende investire 12 milioni di Euro nella costruzione di una
fabbrica per prodotti utilizzati nel trattamento del cancro. Secondo le informazioni presenti sul sito
del Ministero dell’Economia, l’azienda ha ottenuto 3,8 milioni di Euro di fondi europei per lo
sviluppo di questo progetto. L’impianto diventerebbe la seconda unita` di produzione in portafoglio,
dopo Polipharma Industries di Sibiu.
Per quanto riguarda il commercio internazionale, nel 2012 le importazioni di prodotti farmaceutici
(NC 30) sono state di 2.463,4 milioni di Euro (+6,7 % rispetto al 2011), di cui 81 % provenienti
dall’Unione Europea (2.003,7 milioni di Euro).
ICE - Agenzia per la promozione all’estero e
l’internazionalizzazione delle imprese italiane
Sectia Promovare Schimburi – Ambasada Italiei
Importazioni da Paesi UE
(milioni di Euro)
Totale UE
%
2003,7
100
Ungheria
430,3
21,48
Germania
334,1
16,67
Francia
179,8
8,97
Belgio
177,9
8,88
Olanda
171,9
8,58
Austria
121,9
6,08
Gran Bretagna
102,1
5,10
Italia
100,6
5,02
Le esportazioni FOB di prodotti farmaceutici (NC 30) sono state pari ai 899,9 milioni di Euro, di cui
75,25 % destinati all’Unione Europea (677,2 milioni di Euro).
Esportazioni dai Paesi UE
(milioni di Euro)
Totale UE
677,2
%
100,00
Germania
259,2
38,28
Gran Bretagna
111,5
16,46
Francia
66,5
9,82
Danimarca
65,7
9,7
Belgio
34,5
5,09
Bulgaria
29,5
4,36
Olanda
22,5
3,32
Polonia
18,4
2,72
Ungheria
17,1
2,53
Italia
16,7
2,47
Uno dei problemi riscontrati dagli operatori in Romania e` la tassa “clawback”, una tassa che
impone ai produttori di rimborsare allo stato romeno la parte del profitto realizzato dalla vendita di
medicinali compensate dallo stato che supera il valore stanziato dal Fondo Nazionale di
Assicurazioni. Il rimborso da parte dello stato attualmente deve avvenire entro 300 giorni; tale
periodo e` stato recentemente ridotto e sara` di 60 giorni entro la fine del 2014.
Tale situazione determina un cambiamento delle strategie aziendali che si orientano sempre piu`
verso l’export, con la conseguente ristrutturazione del loro portafoglio di prodotti.
Prodotti “over the counter” (OTC)
Ultimamente, le medicine senza prescrizione, le cosi dette OTC hanno registrato un crescente
interesse, diventando un vero e proprio rifugio per le aziende alla ricerca di liquidita’ e di scadenze
di pagamento piu` brevi. I prezzi di tali prodotti, infatti, non sono regolamentati dallo stato, ma sono
soggetti alle regole del libero mercato.
ICE - Agenzia per la promozione all’estero e
l’internazionalizzazione delle imprese italiane
Sectia Promovare Schimburi – Ambasada Italiei
Dalle informazioni fornite della societa` di consulenza IMS Health, nel 2012, le vendite di prodotti
OTC sono arrivate a 371,15 milioni di Euro (rispetto alle 323 milioni di Euro nel 2010) e per il 2013
si prevede un aumento del 8-10 %.
Secondo l’IMS Health, il principale operatore del settore delle medicine senza prescrizione e` stato
nel 2012 Reckitt Benkiser, azienda che ha nel portafoglio prodotti come NUROFEN e STREPSILS.
Da molti anni Nurofen e` al primo posto nella graduatoria delle medicine OTC piu` vendute, ed e`
l’unica presente nel top dei primi 10 farmaci piu` venduti nel paese (il resto dei prodotti sono su
prescrizione).
Dopo il Nurofen, che e` importato, le medicine OTC piu` vendute sono prodotte in Romania:
Aspenter, Parasinus e Antinevralgic.
L’interesse per il settore delle OTC, che rappresenta circa il 15 % del mercato delle medicine, ha
determinato un incremento delle attivita` di promozione. Le compagnie del settore, infatti, sono al
terzo posto nell graduatoria dei maggiori investitori nella pubblicita` locale (secondo le informazioni
ricavate dal report Media FactBook).
Per quanto riguarda la distribuzione delle medicine, i principali 10 distributori del mercato hanno
avuto nel 2012 un giro d’affari di oltre 2,6 miliardi di Euro. Tali distributori forniscono alle farmacie
non solo farmaci, ma anche cosmetici, dermo cosmetici, apparecchiature medicali ed altri prodotti.
Da molti anni la distribuzione locale e` dominata da Mediplus (parte del gruppo A&D Pharma), ma
seguita da vicino da Farmexpert (appartenente al gruppo Alliance Boots).
Top 10 distributori romeni di medicinali
Azienda
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
Mediplus
Farmexpert
Polisano
Farmexim
Fildas
Europharm
ADM Farm
Gedeon Richter (incluso
il comm al dettaglio)
A & G Med Trading
Romastru
Fatturato
2012 (mil
Euro)
706,2
461,0
294,3
285,7
250,2
205,5
196,9
Utile 2012
(mil Euro)
Addetti
2012
Soci
14,1
n.d.
6,3
2,8
5,8
n.d.
0,46
897
n.d.
710
617
611
455
494
Soci stranieri
Anzag (germania) + socio romeno
Socio romeno
Socio romeno
Socio romeno
GlaxoSmithKline (Gran Bretagna)
Enterprise Countexpert
112,2
n.d.
n.d.
Gedeon Richter (Ungheria)
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
n.d.
Ravena LLC (SUA) + soci romeni
Vari soci stranieri e romeni
Farmexpert, Europharm e Gedeon sono compagnie multinazionali, ma la distribuzione
farmaceutica rimane un mercato dominato dagli imprenditori romeni.
Fonte: Ziarul Financiar 05.07.2013, 11.07.2013, Capital 8-14 luglio 2013 ed elaborazioni ICE su dati INSSE