La terapia medica nel glaucoma

Commenti

Transcript

La terapia medica nel glaucoma
t
i
.
i
p
o
o
.
w
w
w
La terapia medica nel glaucoma
Francesca Bertuzzi
“Congresso nazionale OPI-Match master
in Oftalmologia”
Roma, 19 settembre 2015
OBIETTIVO DELLA TERAPIA MEDICA
p
o
o
.
w
w
w
t
i
.
i
EGS :” Mantenere funzionalità visiva e
qualità di vita ad un costo
sostenibile”
p
o
o
.
w
w
w
t
i
.
i
FLOW-CHART
Partire con 1 solo
farmaco
t
i
.
i
Se non tolleratoinsufficiente
compenso
p
o
o
.
w
w
w
-tollerabilità
-efficacia
• cambiare
monoterapia
•aggiungere II
farmaco
•Considerare laser
p
o
o
.
w
w
w
t
i
.
i
p
o
o
.
w
w
w
t
i
.
i
A partire dagli anni '90 il
trattamento medico è
diventato nettamente
prevalente rispetto al
chirurgico
(introduzione PG)
t
i
.
i
Associazioni fisse / non
fisse
p
o
o
.
w
w
w
Nonostante la buona
efficacia
ipotonizzante di PG e
Beta-bloccanti circa il
75% dei glaucomatosi
ha bisogno di più di
un farmaco
Analoghi PG/ Prostamidi
t
i
.
i
CARATTERISTICHE
EFF.COLLATERALI/
Efficacia 25-35%
CONTROINDICAZIONI
Deflusso uveosclerale
E.C. lievi, locali
ipertricosi / iperemia
cute e congiuntiva .
Cefalea
p
o
o
.
w
w
w
Monosomministraz
ione
Buon controllo
circadiano
Controindicati
glaucomi infiammatoriesiti uveite o infezioni
HSV
Beta bloccanti
t
i
.
i
CARATTERISTICHE
EFF.COLLATERALI/
Efficacia 20-25%
CONTROINDICAZIONI
< produzione
acqueo
Fenomeno tachifilassi
MonoBisomministrazione
Controindicati asmablocco branca
p
o
o
.
w
w
w
Ben tollerati
localmente
α2- agonisti
t
i
.
i
CARATTERISTICHE
EFF.COLLATERALI/
Efficacia 20-25%
CONTROINDICAZIONI
< produzione
acqueo e > deflusso
US
Allergie locali (meno nelle
associazioni)
p
o
o
.
w
w
w
Bisomministrazione
Effetto
neuroprotetttivo?
Ipotensione sistemicasonnolenza ,secchezza
fauci, ipotensione
Controindicati bambini!!!
MAO
Pz sottopeso
CAI topici
CARATTERISTICHE
t
i
.
i
EFF.COLLATERALI/
p
o
o
.
w
w
w
Efficacia 15-20%
CONTROINDICAZIONI
< produzione
acqueo
Bruciore/
Bisomministrazione
Ben tollerati
localmente
Annebbiamento-CPS
Edema corneale in
cornea guttata
Sapore amaro in gola
Cefalea, astenia,
parestesie, prurito
CAI sistemici
CARATTERISTICHE
t
i
.
i
EFF.COLLATERALI/
p
o
o
.
w
w
w
Efficacia 30-40%
< produzione
acqueo
3-4
somministrazioni/die
(Emivita breve)
CONTROINDICAZIONI
Insufficienza renale –
alterazioni degli
elettroliti plasmatici,
acidosi
Cefalea, astenia,
parestesie, nausea,
vomito, anoressia,
diarrea, discrasia
ematica, squilibri
elettrolitici
Colinergici
t
i
.
i
CARATTERISTICHE
EFF.COLLATERALI/
Efficacia 20-25%
CONTROINDICAZIONI
> deflusso
trabecolare attraverso
miosi e contrazione
muscolo ciliaretrazione trabecolato
Infiammazione
p
o
o
.
w
w
w
Rischio DR, spasmi GI,
ulcera,bradicardia,
IMA, Parkinson
3
somministrazioni/die
Offuscamento visivo,
turbe accomodative,
DR
Di scelta nella
chiusura d’angolo
Cefalea, coliche,
broncospasmo
ELEMENTI DA CONSIDERARE NELLA
SCELTA
t
i
.
i
Scelta la classe/i di farmaci idonei – assenza
controindicazioni
p
o
o
.
w
w
w
EFFICACIA
Posologia
Effetti collaterali locali
SUPERFICIE OCULARE
Aderenza alla
terapia!!!
ALTERNATIVE DISPONIBILI
p
o
o
.
w
w
w
t
i
.
i
• Multidose- BAK
• Multidose “Abak”
• Multidose
Polyquad
• Monodose
Generici con e senza
conservanti
Strategie per migliorare Aderenza alla
terapia e Persistenza
t
i
.
i
p
o
o
.
w
w
w
Ad oggi dagli studi
non emerge un netto
miglioramento
compliance stimata
dal 30-70%
-Meno colliri
possibili
-Schema più
semplice possibile
-Investire tempo
nella spiegazioneCoinvolgere i
familiari
-Chiedere sempre
come va
Strategie per migliorare Aderenza alla
terapia e Persistenza
t
i
.
i
p
o
o
.
w
w
w
Adattare la terapia al singolo paziente
- Attenzione alla superficie oculare ma
anche alla praticità di somministrazione
-Rendersi disponibili e raccomandarsi di
chiamare per qualsiasi prolema con i colliri e
non prendere iniziative sulla terapia senza
consultare il Medico
E’ dimostrato che aggiunta di III -IV collirio non è
efficace e produce persistenza molto bassa (ca 20%
successo a 1 anno)
NEUROPROTEZIONE
- Apoptosi delle RGC
è l’evento
patogenetico
fondamentale nel
glaucoma
t
i
.
i
Evidenza scientifica
e di imaging del
danno nervoso
centrale nel
glaucoma:
p
o
o
.
w
w
w
-Nucleo genicolato
laterale
-Radiazioni ottiche
-Corteccia
NEUROPROTEZIONE
In cosa consiste?
t
i
.
i
p
o
o
.
w
w
w
-Contrastare fattori
tossici (NO,
Glutammato)
-Fornire fattori
nutrizionali per
limitare processi
distruttivi
-Migliorare apporto
ematico
-Memantina
-Citicolina
-Brimonidina
-Omotaurina
-Aminoacidi e
Vitamine
-Polifenoli
p
o
o
.
w
w
w
t
i
.
i
- Necessità di
raggiungere
evidenze scientifiche
solide trial clinici
multicentrici con
endpoint Campo
Visivo
- Difficile scorporare
l’effetto
dell’abbassamento
della IOP da quello
neuroprotettivo
p
o
o
.
w
w
w
t
i
.
i

Documenti analoghi

l`utilizzo di ologen inserto in collagene nella trabeculectomia

l`utilizzo di ologen inserto in collagene nella trabeculectomia La tecnica chirurgica consiste nell’effettuare una peritomia limbare (fornix based technique) di circa 4 mm a cui segue una cauterizzazione attenta di alcuni capillari che sanguinano. Si separa la ...

Dettagli