I NUMERI DELLA CONTRAFFAZIONE

Commenti

Transcript

I NUMERI DELLA CONTRAFFAZIONE
 I NUMERI DELLA CONTRAFFAZIONE Combattere la contraffazione conviene Il mercato del falso sul territorio nazionale vale 7 miliardi di fatturato all’anno e significa 110mila unità di lavoro sottratte all'economia regolare. La stima dell’impatto della contraffazione sull’economia italiana evidenzia 5,5 miliardi di valore aggiunto perduto (corrispondenti allo 0,35% del PIL italiano); 1,7 miliardi di gettito perduto per imposte, legate alla produzione diretta; 4 miliardi e 620 milioni di euro se si comprende anche la produzione indotta. I settori più colpiti sono quelli di abbigliamento e accessori (quasi 2,5 miliardi di euro), il comparto software, cd e dvd (più di 1,8 miliardi di euro) e quello dei prodotti alimentari (quasi 1,1 miliardi di euro). La contraffazione non conosce crisi In Toscana nel 2013 la Guardia di Finanza ha effettuato 976 interventi, quasi tre al giorno, contro le merci falsificate, sequestrando prodotti per un valore di oltre 85 milioni di euro. Durante i blitz sono state denunciate 508 persone e sono stati sequestrati 3,5 milioni di capi di abbigliamento, fra i quali borse e articoli di moda in pelle (+20% sul 2012). Per quanto riguarda il tessile, sono stati sequestrati 135mila rotoli di tessuto (quasi tutti provenienti dalla Cina) senza etichettatura dell’origine e della composizione fibrosa (+35% sul 2012), equivalenti a 27 milioni di metri quadri di stoffe caricati in 322 containers.