Costa Crociere

Commenti

Transcript

Costa Crociere
Soluzioni ABB per l’efficienza energetica
Costa Crociere
Tecnologia e innovazione sulle navi
Garantire l’assoluto livello di confort cui i passeggeri
sono abituati rispettando di più l’ambiente ed evitando il
più possibile gli sprechi. La soluzione studiata in
collaborazione da Costa Crociere e da ABB ha permesso
di centrare tutti e tre questi obiettivi ed è già diventata
uno standard.
Il contesto
È il più grande gruppo turistico italiano e la compagnia di
crociere numero uno in Europa: da oltre 60 anni Costa
Crociere porta nel mondo il meglio dell’ospitalità, della
gastronomia e dell’intrattenimento italiani. Ciascuna con
proprie caratteristiche di stile ma tutte battenti bandiera
italiana, le sue 15 navi toccano ogni anno 250
destinazioni nel Mediterraneo, Nord Europa, Baltico,
Caraibi, Centro e Sud America, Emirati Arabi, Oceano
Indiano ed Estremo Oriente. La capienza totale della
flotta è oggi di 40.800 ospiti totali e arriverà a 50.000
entro il 2014. Costa Crociere S.p.A. fa parte del gruppo
Carnival Corporation, leader mondiale delle crociere.
La ricerca “Global Reputation Pulse”, che prende in
considerazione le 600 maggiori imprese in 32 Paesi del
mondo, ha assegnato nel 2009 al gruppo il primo posto
fra le aziende di servizi italiane per affidabilità e
reputazione.
Anche nell’ambito della tutela ambientale la compagnia
italiana si distingue per eccellenza e innovazione. È stata
infatti la prima al mondo a ricevere per l’intera flotta la
“Green Star” del RINA: l’importante riconoscimento
certifica che le sue navi contribuiscono a mantenere puliti
l’aria e il mare al di là di quanto richiesto dalle normative
internazionali.
Dal 2006 la compagnia pubblica un Bilancio socioambientale che informa in modo completo e trasparente
sugli impatti delle attività aziendali.
Sulle navi Costa si effettua la raccolta differenziata per il
100 per cento dei rifiuti solidi e nessun rifiuto solido (cibo
trattato a parte) viene scaricato in mare. Ogni anno,
centinaia di metri cubi di alluminio e migliaia di metri cubi
di vetro provenienti dalle navi sono inviati al riciclo.
L’acqua utilizzata è per la maggior parte prodotta dai
dissalatori di bordo e le navi sono dotate di doppio
separatore di acque oleose di sentina e di “White box”
per verificare ulteriormente il contenuto degli scarichi. In
modo sistematico si effettuano campionamenti e analisi
delle emissioni dei motori, dei generatori diesel e degli
inceneritori, oltre che verifiche delle emissioni
elettromagnetiche.
L’innovazione è continua. Costa Luminosa, entrata in
servizio nel 2009, è la prima nave in Italia, e una delle
prime al mondo, predisposta per il “Shore-to-ship power”,
sistema ABB di alimentazione elettrica da terra che
permette di spegnere i motori quando è in porto.
A bordo della flotta Costa, grande attenzione è riservata
anche al risparmio energetico, con interventi come
l’utilizzo di pitture ecologiche al silicone che aumentano
le prestazioni idrodinamiche dello scafo, l’adozione di
lampadine a LED, l’ampliamento degli impianti per
produrre acqua potabile a bordo, l’economizzatore per il
riutilizzo dell’acqua calda prodotta dai motori,
l’ottimizzazione del condizionamento nelle aree
pubbliche, le campagne di sensibilizzazione di
equipaggio e ospiti.
L’applicazione
I grandi ventilatori ed estrattori presenti nella sala
macchine della nave sono stati progettati per funzionare
sempre nella condizione più sfavorevole, che prevede
una temperatura esterna di 35°C: se questa diminuisce,
il dimensionamento risulta eccessivo.
Un’analisi condotta congiuntamente dai tecnici di Costa
Crociere e di ABB ha portato a concepire un sistema
alternativo che rende l'impianto più flessibile,
permettendogli di funzionare in modo ottimale a seconda
delle reali necessità. La soluzione è consistita nel dotare
ventilatori ed estrattori di inverter che regolano con
continuità la potenza elettrica fornita centrando il punto di
massimo rendimento.
Gli interventi di adeguamento, iniziati nel 2008, hanno
finora riguardato cinque navi di recente costruzione:
Costa Fortuna, Costa Serena, Costa Magica, Costa
Concordia e Costa Pacifica. In totale sono stati installati
171 inverter con potenze comprese fra i 30 kW e i 315
kW. La scelta dei convertitori di frequenza si è indirizzata
verso gli ABB Standard Drives serie ACS800.
L’installazione ha cambiato l’assetto di parte degli
impianti elettrici ma non sono state incontrate difficoltà di
alcun tipo nella realizzazione. Gli interventi sono stati
effettuati sia durante le soste in bacino di carenaggio che
durante la normale operatività delle navi.
La soluzione è diventata uno standard per le nuove
costruzioni della flotta.
I vantaggi ottenuti
Il risparmio ottenuto per ciascuna nave varia a seconda
delle sue dimensioni e dei relativi impianti, da un minimo
di 400 kW media/anno e un massimo di 700 kW
media/anno. In totale si parla di 3.250 kWh.
Dato che l’energia elettrica di questi lussuosi alberghi
naviganti è integralmente prodotta dai generatori diesel
di bordo, la base di calcolo più immediata dei consumi
energetici è rappresentata dalle tonnellate di
combustibile. Sull’insieme delle cinque navi, gli inverter
fanno risparmiare circa 5.500 tonnellate di combustibile
in un anno, con la conseguente diminuzione delle
emissioni in atmosfera di 16.500 t/anno di CO2.
La quantificazione dei risparmi ottenuti si basa sul
costante monitoraggio dei carichi elettrici della nave e dei
consumi di combustibile descritti nei rapporti di macchina
elaborati dai comandi per ogni crociera effettuata. Un
ulteriore vantaggio è rappresentato dal fatto che la
riduzione delle ore di funzionamento risparmia i motori e
allunga gli intervalli di manutenzione. Per tutte le navi il
tempo di rientro dell'investimento è stato sensibilmente
inferiore all’anno solare.
Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
ABB S.p.A.
Gian Filippo D’Oriano
Corporate Communications
Tel: +39 06 47499200
Mob: +39 335 1302779
[email protected]

Documenti analoghi