Angelo ARIEL - Sotto le ali degli Angeli

Commenti

Transcript

Angelo ARIEL - Sotto le ali degli Angeli
Angelo ARIEL
Angelo Custode delle persone nate dal 08 al 12 novembre
“ Io tutelo tutto ciò che cresce”
Le qualità eccezionali sono le più difficili da accettare: tutti infatti si sentono un po’ speciali
ogni tanto. Ogni protetto di quest’Angelo avrebbe molto da raccontare a questo proposito,
se l’imbarazzo, il timore anzi dei suoi meravigliosi talenti non l’avessero spinto fin
dall’infanzia a tenerli nascosti perfino a se stesso. Questi individui sono tutti per loro natura
veggenti. E’ sufficiente che provino interesse per qualcosa o per qualcuno, ed ecco che già
hanno la strana, netta sensazione di saperne moltissimo, di conoscere soprattutto ciò che
quel qualcuno nasconde. Ognuno sa, per esempio, che nella nostra epoca è essenziale la
specializzazione : ma la mente effervescente di questi non sopporta limitazioni al proprio
campo d’azione, scopre e smaschera ovunque, e in certi suoi settori è perennemente
attraversata da flussi di illuminazioni. Complicazioni analoghe si hanno nella loro vita
sentimentale: rarissimo è trovare un compagno o amici di cui in breve tempo non conosca
già tutti i segreti o che riescano a stare al passo con il continuo moltiplicarsi dei suoi
interessi. La maggior parte credono che tutto ciò sia troppo anomalo, e preoccupati si
sforzano di fuggire a lungo da se stessi. Alcuni si trovano che impongono davvero continui
spostamenti, altri semplicemente si spengono, come noi spegneremmo una radio: si
impongono di sembrare normali e si scelgono perciò modesti ruoli di factotum. E’
naturalmente una sorte triste, non soltanto perché in fondo al loro cuore rimane sempre la
sensazione di aver sbagliato, ma perché il destino ha l’abitudine di accanirsi contro chi
rifiuta la propria eccezionalità, e li bombarda di frustrazioni in tutti i campi. Il risultato è di
solito una forma depressiva più o meno grave, ma talvolta proprio questi periodi cupi
possono diventare la salvezza: nel malessere, nell’angoscia,nella disperazione anche questi
protetti più fortunati si vedono finalmente costretti a fare i conti con se stessi, e hanno allora
buone probabilità di trovare il coraggio di abbracciare la propria incredibile vocazione, e di
stupire
il
mondo.
Angelo dispensatore di energie venusiane e solari. Secondo la Tradizione, lo si invoca per
vedere in anticipo il futuro. Viene chiamato "DIO Rivelatore" e, per aiutarci a realizzare i
nostri sogni, può farci trovare tesori nascosti. L'oro, le monete, i biglietti di banca, sono solo
Luce condensata; se ne abbiamo possiamo attuare i nostri progetti molto più rapidamente.
Le Preghiere rivolte a quest'Angelo vertono principalmente su richieste di beni materiali che
consentiranno di agire con maggior efficacia e facilità; l'Opera Divina è il mondo materiale,
visibile, e DIO tiene alla riuscita della Sua Creazione. I protetti di ARIEL potranno fare una
scoperta importantissima, sia spirituale, sia materiale, che cambierà la loro vita perché darà
loro nuove possibilità. ARIEL illumina il canale per il quale noi percepiamo le ricompense
materiali; e, come la Luce Vita, così quest'Angelo muove in larga misura le cose nell'ambito
della vitalità e dell'amore. Altri Angeli sono incaricati di guidarci all'edificazione della
Società, ma ARIEL ha un solo, specifico incarico: quello di farci prendere coscienza delle
molteplici bellezze del mondo già costruito (in precedenza). Traendo profitto dall'influenza
di quest'Angelo - Sole, è possibile diventare Grande Cavaliere di DIO, per il fatto di poter
investire del denaro nella diffusione della spiritualità; inoltre alle persone protette da
quest'Angelo è concesso il dono innato di una notevole abilità manuale, cosicché potranno
affermarsi mirabilmente come gioiellieri o tagliatori di pietre preziose
Caratteristiche:
Angelo del Giorno: 22 febbraio, 6 maggio, 20 luglio, 2 ottobre, 13 dicembre
Elemento: Acqua
Erbe: erica
Colore personale: magenta/verde
Cristallo: Peridot
PREGHIERA a ARIEL
ARIEL: Signore, voglio liberarmi dai lacci della materia,
per percorrere i Tuoi Spazi Infiniti, il Tuo Mondo Spirituale.
Voglio andare oltre il mondo concreto,
materiale, per saturarmi di eternità!
Svelami, Angelo ARIEL, tutti i Segreti racchiusi nella Tua Divina Profondità,
perché io possa trasmetterli alla Società dei miei fratelli Umani.
Illumina, Signore, i miei centri di percezione spirituale,
perché io possa rivelare e mostrare ai miei fratelli i tesori nascosti,
addormentati nelle profondità del mio e del loro essere.
E a quel punto, concedimi la Grazia di portare a buon fine la mia esistenza,
perché la mia riuscita sarà anche la Tua e quella del Creatore e Signore dell’Universo,
per il sommo Bene di tutti.