2006 UAE Desert Challenge

Commenti

Transcript

2006 UAE Desert Challenge
2006 UAE Desert Challenge
FIA Cross-Country Rally World Cup, final round
Leg 5 Moreeb - Dubai
Liaison: 119.35 km, Special 122.45 km, Liaison 103.85 km, Special 163.90 km, Liaison 44.85 km
- Total 554.40 km
Weather conditions: hot and sunny – 26-35C
LUC ALPHAND E GILLES PICARD CONQUISTANO UNA VITTORIA
CRUCIALE PER MITSUBISHI NELLA “UAE DESERT CHALLENGE”
• Peterhansel conclude in seconda posizione; il giapponese Masuoka ottiene il settimo posto;
• La squadra Repsol Mitsubishi Ralliart conquista il “FIA World Cup Manufacturers’ award”;
DUBAI, Emirati Arabi Uniti – I dominatori della Dakar Rally Luc Alphand e Gilles Picard hanno
assicurato oggi un’importante vittoria al team Repsol Mitsubishi Ralliart in seguito a cinque tappe infelici
della 2006 UAE Desert Challenge.
I francesi Stéphane Peterhansel e Jean-Paul Cottret si sono attestati in seconda posizione nelle qualifiche
del venerdì, mentre il team di Hiroshi Masuoka e Pascal Maimon ha concluso al settimo posto. Mitsubishi si
è inoltre confermata vincitrice nel campionato costruttori 2006 FIA Cross-Country.
L’evento in questione rappresenta forse la tappa più impegnativa della FIA Cross-Country Rally World Cup
e si tiene nel deserto più remoto e spettacolare del mondo. Questo anno i team in gara hanno dovuto
sopportare le temperature più estreme mai registrate durante i rally Cross-Country internazionali.
Alphand è diventato quindi il sesto pilota Mitsubishi a vincere una UAE Desert Challenge nei suoi 14 anni
di storia nella FIA World Cup. Il costruttore giapponese ha ora collezionato otto vittorie in appena 14
stagioni, risultando come il team con il maggior numero di vittorie nella storia dell’evento. Alphand si
aggiunge infatti ad una schiera di vincitori che include Saeed Al-Hajri, Bruno Saby, Jean-Pierre Fontenay
ed il team di Masuoka e Peterhansel (tre vittorie).
Alphand e Picard hanno iniziato la giornata conclusiva con 20 minuti e 45 secondi di vantaggio rispetto a
Peterhansel e Cottret, il secondo equipaggio che ha dato alla nuova versione MPR13 del Mitsubishi
Pajero/Montero Evolution il debutto in gara prima del rally della Dakar in Gennaio.
Il nuovo veicolo ha registrato la prima vittoria durante la terza manche di mercoledì e l’equipaggio francese
ha confermato la propria posizione nel corso delle due prove selettive di oggi, permettendo ad entrambi i
veicoli Mitsubishi in testa di ottenere senza problemi un’eccezionale doppietta. Il vantaggio di Alphand si è
attestato sui 15 minuti e 59 secondi.
“L’importante oggi era restare fuori dai guai e non commettere errori”, ha dichiarato Alphand. ”Era un rally
lungo e difficile e sono entusiasta di aver vinto qui per la prima volta. Il terreno qui è abbastanza
imprevedibile e le temperature interne ed esterne al veicolo hanno reso la competizione molto più che una
sfida. Il nostro intero team ha lavorato in modo superbo.”
“Oggi non ci poteva essere margine di rischio” ha confermato Peterhansel. “Abbiamo dimostrato ancora
una volta che siamo un team molto forte e sono molto soddisfatto della performance della nuova vettura.
Questo è stato un ottimo test per me ed un grande risultato per l’intera squadra.”
Hiroshi Masuoka e Pascal Maimon hanno iniziato la giornata con un gap di 2 minuti e 42 secondi rispetto
alla sesta posizione di Jutta Kleinschmidt, ma l’equipaggio della Mitsubishi ha ridotto il ritardo a soli 1
minuto e 17 secondi dopo la prima manche della prova finale, facendo registrare il terzo miglior tempo. Ma
Kleinschmidt ha difeso la sua posizione, costringendo Masuoka ad accontentarsi del settimo posto.
“L’intera squadra ha lavorato sodo negli ultimi sei mesi per sviluppare la nuova macchina”, ha dichiarato
Dominique Serieys, MMSP Manager e Direttore Sportivo. “Abbiamo condotto molti test in Giugno e
Settembre e ora abbiamo raggiunto questo grande successo nella UAE Desert Challenge. Sono
ovviamente molto orgoglioso dell’intero team per questo risultato, ma oggi il mio pensiero va al fatto che
sono passati solo sei mesi da quando abbiamo perso Henri (Magne) in Marocco.
“L’obiettivo è quello di riuscire a dedicargli la prossima vittoria alla Dakar. Siamo contenti che un altro test
difficile sia stato superato dal nuovo MPR13. Luc, Stéphane e Hiroshi hanno fatto un ottimo lavoro e ‘Nani
(Roma) testerà qui il nuovo MPR13 tra un paio di giorni. Ora possiamo guardare avanti alla Dakar sapendo
di aver ottenuto questi grandi risultati.”
“Sono veramente orgoglioso della nostra squadra e del loro risultato di questa settimana” ha confermato il
Presidente di MMSP Isao Torii. “Abbiamo lavorato bene per raggiungere questo risultato e ora ci possiamo
concentrare sull’obiettivo del prossimo anno: vincere di nuovo il Rally a Dakar.”
“Il rally di Dubai si è tenuto in condizioni particolari, quasi uniche, e non può essere considerato come un
test reale per la nuova MPR13” ha ammesso il Direttore Tecnico MMsp Thierry Viardot. “Ma abbiamo
appurato di non aver nessun problema con il raffreddamento. Infatti, abbiamo sempre mantenuto un
margine di sicurezza. Il rally è stato un ottimo allenamento per i piloti e per il team, ma siamo consapevoli
che la Dakar sarà molto diversa.”
Il team Mitsubishi Ralliart intraprenderà un’ulteriore serie di test tra le dune del deserto a Sud di Dubai e un
allenamento fisico per la squadra in Bretagna a Dicembre. Poi gli sforzi dell’intero team saranno
concentrati per difendere il titolo del Dakar Rally per la settima stagione di successo. La storica
competizione africana prenderà il via Sabato 6 Gennaio a Lisbona.
Positions on SSS5 (section 1) –
1. Jean-Louis Schlesser (F)/Emmanual Guigou (F) Schlesser DSC Buggy 1h 04m 50s
2. Carlos Sainz (E)/Michel Périn (F) Volkswagen Touareg 1h 05m 29s
3. Hiroshi Masuoka (J)/Pascal Maimon (F) Mitsubishi Pajero/Montero Evolution 1h 06m 40s
4. Stéphane Peterhansel (F)/Jean-Paul Cottret (F) Mitsubishi Pajero/Montero Evolution 1h 06m 47s
5. Jutta Kleinschmidt (D)/Tina Thörner (S) BMW X3CC 1h 08m 05s
6. Luc Alphand (F)/Gilles Picard (F) Mitsubishi Pajero/Montero Evolution 1h 08m 30s
7. Carlos Sousa (P)/Andreas Schulz (D) Volkswagen Touareg 1h 09m 31s
Positions on SSS5 (section 2) –
1. Carlos Sainz (E)/Michel Périn (F) Volkswagen Touareg 1h 35m 14s
2. Stéphane Peterhansel (F)/Jean-Paul Cottret (F) Mitsubishi Pajero/Montero Evolution 1h 37m 33s
3. Nasser Saleh Al-Attiyah (QA)/Alain Guehennec (F) BMW X3 CC 1h 37m 35s
4. Jutta Kleinschmidt (D)/Tina Thörner (S) BMW X3CC 1h 37m 45s
5. Hiroshi Masuoka (J)/Pascal Maimon (F) Mitsubishi Pajero/Montero Evolution 1h 39m 10s
6. Luc Alphand (F)/Gilles Picard (F) Mitsubishi Pajero/Montero Evolution 1h 40m 36s
7. Carlos Sousa (P)/Andreas Schulz (D) Volkswagen Touareg 1h 41m 20s
Final positions after leg 5 –
1. Luc Alphand (F)/Gilles Picard (F) Mitsubishi Pajero/Montero Evolution 16h 51m 15s
2. Stéphane Peterhansel (F)/Jean-Paul Cottret (F) Mitsubishi Pajero/Montero Evolution 17h 07m 14s
3. Jean-Louis Schlesser (F)/Emmanual Guigou (F) Schlesser DSC Buggy 17h 27m 42s
4. Carlos Sousa (P)/Andreas Schulz (D) Volkswagen Touareg 17h 32m 12s
5. Nasser Saleh Al-Attiyah (QA)/Alain Guehennec (F) BMW X3 CC 18h 02m 09s
6. Jutta Kleinschmidt (D)/Tina Thörner (S) BMW X3 CC 18h 25m 34s
7. Hiroshi Masuoka (J)/Pascal Maimon (F) Mitsubishi Pajero/Montero Evolution 18h 28m 16s
8. José-Luis Monterde (E)/Jean-Marie Lurquin (B) BMW X5 19h 03m 50s
9. Yayha Al-Helai (UAE)/Khaled Al-Kendi (UAE) Liberty Chevrolet 20h 44m 43s
10. Carlos Sainz (E)/Michel Périn (F) Volkswagen Touareg 21h 12m 45s
11. Ahmed Bin Soughat (UAE)/Abdul Bari Bin Soughat (UAE) Liberty Chevrolet 21h 37m 09s