Progetto Arca agli Special Olympics 2015

Commenti

Transcript

Progetto Arca agli Special Olympics 2015
Associazione Arca Comunità
“L’Arcobaleno” O.N.L.U.S
CHE COS’E’ SPECIAL OLYMPICS
Special Olympics è un programma internazionale di allenamento sportivo e competizioni atletiche
per le persone, ragazzi ed adulti, con disabilità intellettiva. Nel mondo sono oltre 170 i paesi che
adottano il programma Special Olympics.
Il giuramento dell'Atleta Special Olympics è: “Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa
tentare con tutte le mie forze”. In Italia Special Olympics è stato inserito nell’ambito dell’attività
della Federazione italiana Sport Disabili (FISD) per circa 15 anni.
Dal 2003, Special Olympics ha raggiunto una maggiore autonomia approvando anche un
nuovo statuto, con il proposito di dare un maggior risalto a tutto il movimento ed una maggiore
diffusione del suo messaggio di gioia e di speranza.
Ogni anno una rappresentativa italiana viene chiamata a partecipare alternativamente ai Giochi
Mondiali (Invernali o Estivi) o a quelli Europei. i suoi programmi sono adottati in più di 170 Paesi.
Si calcola che nel mondo ci siano 4.427.447 Atleti più di 4.000.000 i membri di famiglie e
1.364.144 i volontari che ogni anno collaborano alla riuscita di 81.129 grandi eventi nel mondo.
Special Olympics Inc è riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale, così come il Comitato
Paralimpico. Le due sono organizzazioni separate e distinte. Diverse le premesse, diversa la
filosofia che muove le due organizzazioni. Mentre il Comitato Paralimpico opera coerentemente
con i criteri dei Giochi Olimpici con gare competitive riservate ai migliori, Special Olympics
ovunque nel mondo e ad ogni livello (locale, nazionale ed internazionale), è un Programma
educativo, che propone ed organizza allenamenti ed eventi solo per persone con disabilità
intellettiva e per ogni livello di abilità. Le manifestazioni sportive sono aperte a tutti e premiano
tutti, sulla base di regolamenti internazionali continuamente testati e aggiornati.
Associazione Arca Comunità
“L’Arcobaleno” O.N.L.U.S
La Comunità dell'arca L'Arcobaleno e Special Olympics
COSA ABBIAMO FATTO NEL 2014
Nell'ambito delle attività del centro diurno della comunità dell'Arca L'Arcobaleno già da alcuni anni
era presente un gruppo (10 persone con handicap, 3 operatori e 1 volontario) che si incontrava
intorno a dei giochi strutturati con finalità prevalentemente ludiche e di stimolazione motoria. In
seguito all'incontro della realtà di Special Olympics e alla decisione di partecipare alle olimpiadi
estive del 2014, sono stati selezionati all'interno di questo gruppo 5 ragazzi con handicap che, a
partire dal mese di gennaio, hanno iniziato ad allenarsi per poter partecipare alle gare di atletica
leggera che si sarebbero svolte a La Spezia. Sulla base delle caratteristiche dei ragazzi selezionati
sono state individuate specialità che non necessitassero di una preparazione tecnica complessa, in
particolare ci siamo cimentati nei 50 metri piani, nel lancio della palla e nel lancio della pallina da
tennis.
Abbiamo partecipato prima ad una fase regionale che abbiamo svolto però fuori regione, per la
precisione a La Spezia e successivamente ai giochi nazionali, di nuovo a La Spezia.
E’ stata un’esperienza bellissima sia dal punto di vista tecnico, visto che tutti i nostri partecipanti
sono saliti sul podio della propria categoria ma soprattutto come esperienza di crescita.
Tutti i ragazzi sono stati in grado di svolgere la gara in autonomia, accompagnati dagli operatori
solo fino alla zona di chiamata, dove erano accolti da volontari dell’organizzazione a loro
Associazione Arca Comunità
“L’Arcobaleno” O.N.L.U.S
sconosciuti. Da quel momento in poi, l’attesa della gara, la gara e la cerimonia di premiazione
l’hanno fatta senza accompagnatori a loro familiari.
Oltre alle gare ci sono stati momenti di festa e di condivisione, in particolare la cerimonia
d’apertura e quella di chiusura dove c’è stata la possibilità di conoscere persone provenienti da
tutta Italia.
Per preparare le gare ci siamo organizzati con le poche risorse a nostra disposizione, le attrezzature
che già avevamo, utilizzando a volte gli spazi della Comunità, a volte il campo d’atletica messoci
gentilmente a disposizione dall’Atletica Castenaso.
PROGRAMMI PER IL FUTURO
Vista la positività dell’esperienza, il progetto è rendere continuativa nella comunità l’attività
sportiva e la partecipazione agli Special Olympics, cercando di alzare il livello tecnico, il numero dei
dei partecipanti (da 5 a 7 atleti) e le competizioni a cui partecipare.
Con alcuni ragazzi del vecchio gruppo stiamo vorremmo partecipare a specialità più impegnative
nell’atletica leggera, ad esempio allungare la distanza della corsa ai 100 metri piani, lancio del
vortex, salto in lungo. Con due nuovi atleti vorremmo poi partecipare alle gare di bowling.
Le prossime gare Special Olympics in programma sono il 7-9 Maggio a Formigine per il bowling, e
il 16-17 maggio a Lodi per l’atletica leggera.
Per realizzare il progetto occorrono spazi per allenamento, sia al chiuso per il periodo invernale sia
all’aperto, operatori specializzati per gli allenamenti, divise da gara, attrezzature, a cui si
aggiungono i costi di viaggio e di iscrizione per la partecipazione alle gare.

Documenti analoghi