SPECIE LEGNOSA IPÉ NOME LATINO Tabebuia

Commenti

Transcript

SPECIE LEGNOSA IPÉ NOME LATINO Tabebuia
ARBOL s.r.l.
SEDE LEGALE – UFFICI AMMINISTRATIVI - MAGAZZINO :
Via Monferrato, 67 San Giuliano Milanese (Mi) 20098 Italy
t. +39 0298282035
f. +39 0298282654 e-mail [email protected]
STABILIMENTO:
Via Monferrato, 62 San Giuliano Milanese
P.IVA 03846290967 – Cap. Soc. € 90.000,00 i.v.
SPECIE LEGNOSA
IPÉ
NOME LATINO
Tabebuia Serratifolia
DENOMINAZIONI COMMERCIALI O LOCALI
Alla denominazione generica Ipé vengono fatti spesso seguire
dei suffissi quali: amarelo, pardo, prieto, una, tabaco. Usati
altresì Lapacho e Tajibo.
CARATTERISTICHE DEI FUSTI
L'albero raggiunge 25-30 m di altezza con diametro a petto
d'uomo di 50-70 cm: il fusto è per lo più di forma poco
regolare.
AREA DI VEGETAZIONE NATURALE
Foreste subtropicali di latifoglie della zona comprendente gli
Stati meridionali del Brasile, il Paraguay, la Bolivia meridionale
e l'Argentina settentrionale.
ASPETTO E CARATTERISTICHE DEL LEGNO
L’alburno chiaro si differenzia bene dal durame bruno a
sfumature variabili dal giallastro al roseo ed al verdastro: dette
variazioni sono dovute a come le zone di controfilo si
presentano rispetto alla luce incidente.
CARATTERISTICHE MECCANICHE
Resistenza a compressione assiale mediamente 85 N/mm2. a
flessione 160 N/mm2, durezza molto elevata; il
comportamento all'urto è ottimo. Modulo di elasticità 16.000
N/mm2.
LAVORABILITA''
la segagione, la piallatura e la levigatura sono malagevoli sia in
dipendenza della durezza del legno che delle irregolarità di
fibratura.
- L'essiccazione è lenta e deve essere condotta con molta
prudenza.
- La sfogliatura e la tranciatura non vengono normalmente
praticate.
- Per le giunzioni con chiodi o viti è necessaria la preforatura
delle sedi.
- L'incollaggio e la verniciatura non presentano particolari
problemi.
NOTA: Il legno usato per la fabbricazione viene ricavato
unicamente da foreste controllate con programmi di
riforestazione pianificati.
PESO SPECIFICO
Allo stato fresco: mediamente 1100 kg/m3; dopo normale
stagionatura: 970 kg/m3.
DURABILITA
Da buona a ottima.
IMPIEGHI PRINCIPALI
Strutture portanti, infissi, pavimenti, falegnameria pesante,
arredamento, fondi e pareti di veicoli, torneria.
ISTRUZIONI:
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
Il prodotto deve essere conservato su superfici piane e allineato con le traverse nella stessa direzione.
La posa può avvenire su qualsiasi superficie piana purché solida e non sdrucciolevole.
La posa su superfici non piane può avvenire con l’utilizzo di supporti artificiali NON FORNITI.
La posa del listone può essere eseguita solo a correre.
Il pavimento deve avere una distanza dai muri e comunque da strutture fisse di almeno 10 mm per
compensare eventuali dilatazioni
Nel caso di evidenti difetti a vista, non caratteristici della specie legnosa, laddove in cui il compratore proceda
comunque con la posa, non potranno essere tenute in considerazione eventuali contestazioni successive.
L’utilizzo e/o la posa in opera del materiale da parte del compratore, costituiscono accettazione dello stesso e
riconoscimento della corrispondenza di esso in quello pattuito.
Qualora eventuali vizi o difetti del materiale vengano rilevati durante la posa, il compratore dovrà
immediatamente comunicarlo in azienda in modo scritto e sospendere la stessa posa, entro otto giorni dalla
scoperta, a pena di decadenza da ogni suo diritto di garanzia.
INFORMAZIONE:
1.
2.
3.
4.
5.
6.
Poiché si tratta comunque di legno posizionato in esterno, il pavimento tenderà ad ingrigire. Per
salvaguardarlo leggere attentamente le modalità di manutenzione.
Il pavimento in esterno potrebbe avere variazione dimensionali, quindi si potrebbero creare piccole
crepe/lesioni o imbarcamenti delle doghe
Non posizionare il pavimento dove potrebbe esserci un ristagno d’acqua, o comunque tenerlo sollevato con
spessori in materiale non assorbente.
In caso di abbondanti nevicate, si consiglia di rimuovere la neve per evitare che il pavimento stia a contatto
con acqua per troppi giorni consecutivi.
La fuga di drenaggio tra le doghe deve essere di circa 10 mm per permettere al listone eventuale dilatazione.
accostare le doghe alla clip in acciaio senza martellare accessivamente.
MANUTENZIONE:
1.
2.
Il pavimento deve essere nutrito con olio apposito, tutte le volte che lo necessita. (vedere istruzioni sulla
confezione del protettivo)
In caso il pavimento sia diventato grigio a causa dell’usura dell’acqua e soprattutto del sole, si può rimediare
trattandolo con il detergente GRIGIO OFF Prodotto da Chimiver S.p.a (leggere le istruzioni sulla confezione).