scene di guerra - Provincia di Varese

Commenti

Transcript

scene di guerra - Provincia di Varese
Biblioteca Civica di Saronno
Scene di guerra
Il cinema racconta la Grande Guerra
Segnalazione di film e documentari
dal catalogo della Rete Bibliotecaria della Provincia di Varese
http://webopac.bibliotecheprovinciadivarese.it
Ottobre 2014
in appendice: la Grande Guerra nel WEB
2
I quattro cavalieri dell'Apocalisse (The Four Horsemen of the Apocalypse )
Regia di Rex Ingram con Alice Terry, Rodolfo Valentino - b/n, muto
(USA 1921)
Tratto dal romanzo Los quatros jinetes del Apocalipsis di Vicente Blasco Ibáñez.
Durante la Prima Guerra Mondiale, un ranchero argentino si reca in Francia per difendere il
paese, e scopre che suo cugino si è unito alla fazione nemica tedesca.
ORG – SAR
La grande sparata (The Strong Man)
Regia di Frank Capra con Harry Langdon, Priscilla Bonner - b/n, muto
(USA 1926)
Durante la prima guerra mondiale un soldato belga, Paul Bergot, dopo essere stato fatto
prigioniero dai tedeschi, diventa assistente di un uomo cannone, Zandow il grande, che
seguirà in America alla ricerca della sua madrina di guerra. Paul la troverà solo dopo
innumerevoli peripezie, in una cittadina dove finirà per sostituire l'ubriaco Zandow.
TRA
All’Ovest niente di nuovo (All Quiet on the Western Front )
Regia di Lewis Milestone con Lew Ayres, John Wray, Louis Wolheim, Arnold Lucy
(USA 1930)
Tratto dal romanzo Im Westen nichts Neues di Erich Maria Remarque)
La Prima Guerra Mondiale vista attraverso gli occhi di un gruppo di giovani tedeschi,
arruolatisi con entusiasmo a causa dei discorsi di un professore esaltato e destinati a
scontrarsi con gli orrori della trincea. Il film ha avuto vari seguiti e rifacimenti.
SAR – CPL – TUR – ORG
Mata Hari
Regia di George Fitzmaurice con Ramon Novarro, Lionel Barrymore, Lewi Stone, Greta
Garbo
(USA 1931)
Nella Parigi della Prima Guerra Mondiale, una bella e sensuale ballerina si presta a lavorare
per il controspionaggio occidentale ma, invaghitasi di un aitante ufficiale russo, protegge in
tutti i modi il suo amato e viene processata per alto tradimento.
CARDANO AL CAMPO
Addio alle armi (A Farewell to Arms)
Regia di Frank Borzagecon Gary Cooper, Helen Hayes, Adolphe Menjou
(USA 1932)
Tratto dal romanzo A Farewell to Arms di Ernest Hemingway
Durante la prima guerra mondiale, sul fronte italiano nasce la storia d'amore tra Henry, un
tenente americano che partecipa alla guerra come volontario, e Catherine, l'infermiera che lo
cura nell'ospedale militare dove lui è stato ricoverato in seguito a una ferita. La guerra
imperversa e quando lei parte, lui, per raggiungerla, diserta e va in Svizzera. Catherine è
gravemente ammalata e ha perso il bambino che aspettava da lui. Henry arriverà in tempo
solo per un ultimo saluto.
SAR – COG - ORG
3
Le vie della gloria (The Road to Glory)
Regia di Howard Hawks con Fredric March, Lionel Barrymore, June Lang
(USA 1936)
1916, in Francia infuria la guerra di trincea. Il tenente Denet, uomo coraggioso e leale, è
profondamente attratto dall'infermiera Monique, che a sua volta subisce il fascino del
capitano Laroche, un uomo tutto d'un pezzo apparentemente senza cuore. Laroche ha perso
le tracce del padre molto tempo prima e annega i propri dispiaceri nell'alcool e nelle
medicine. La violenza della guerra sconvolgerà i loro destini, rimescolando le carte.
SAR – ORG – COG
Cavalleria
Regia di Goffreo Alessandrini con Anna Magnani, Mario Ferrari, Enrico Viarisio, Elisa
Cegani
(Italia 1936)
Torino 1901. Il conte di Frasseneto rischia la rovina economica a causa di alcuni investimenti
andati male. La figlia Speranza rinuncia all'amore del sottotenente di cavalleria Umberto
Solaro per sposare un barone austriaco e salvare così la famiglia. Solaro diventa un celebre
cavallerizzo istruttore di equitazione, ma quando il suo cavallo muore accidentalmente, si
arruola nell’aviazione militare e muore eroicamente durante la prima Guerra mondiale.
SAR
La grande illusione (La Grande Illusion)
Regia di Jean Renoir con Jean Gabin, Erich von Stroheim, Pierre Fresnay
(Francia 1937)
Ambientato nei campi di prigionia tedeschi durante la prima guerra mondiale il film descrive i
tentativi di evasione di tre ufficiali francesi. A causa di questi tentativi i tre vengono portati in
una fortezza speciale, da dove tenteranno ancora una volta di evadere: due di essi riescono
a fuggire, ma il loro capitano muore, come è destinata a scomparire la stirpe aristocratica cui
appartiene.
SAR – ORG – COG
ll sergente York (Sergeant York)
Regia di Howard Hawks con Gary Cooper, Walter Brennan, Joan Leslie
(USA 1941)
Timido e goffo contadino del Tennessee, Alvin York è un ottimo tiratore, ma per convinzioni
religiose è contro la violenza. Chiamato alle armi per la Prima Guerra Mondiale, si
comporterà da eroe.
SAR – COG
La regina d'Africa (The African Queen)
Regia di John Huston con Humphrey Bogart, Catharine Hepburn
(USA 1951)
Tratto dal romanzo The African Queen di Cecil Scott Forester
Durante la guerra 1914-18 una zitella missionaria inglese e un ruvido marinaio discendono in
battello un fiume africano con l'assurdo proposito di affondare una nave da guerra tedesca in
un grande lago. Una storia d'amore tra un'ossuta quarantenne bigotta e un cinquantenne
irsuto e alcolista
SAR
4
Uomini alla ventura
Regia di John Ford con James Cagney, Dan Dailey, Corinne Calvet
(USA 1952)
In un villaggio francese vicino al fronte è di stanza un battaglione americano durante la Prima
guerra mondiale. Il capitano Flagg e il sergente Quirk hanno personalità troppo forti e diverse
per non ritenersi avversari, e quando scoprono di essere innamorati della stessa ragazza,
Charmaine, la loro sfida arriva ai tiri mancini.
ORG – UBL
Addio alle armi (A Farewell to Arms)
Regia di Chrles Vidor con Rock Hudson, Jennifer Jones, Vittorio De Sica
(USA 1957)
Tratto dal romanzo A Farewell to Arms di Ernest Hemingway
Seconda versione del romanzo di E. Hemingway. Prodotto da David O. Selznick, marito di J.
Jones, non ottenne lo stesso successo di critica e di pubblico rispetto alla versione di Frank
Borzage del ’32. Vittorio De Sica si guadagnò però la nomination all'Oscar come attore non
protagonista. Fu girato in Friuli.
BUA – CTL
Orizzonti di gloria (Paths of Glory)
Regia di Stanley Kubrick con Kirk Douglas, Ralph Meeker, Adolphe Menjou.
(USA 1957)
Tratto dal romanzo Paths of Glory di Humphrey Cobb
Prima guerra mondiale. Dopo il fallimento dell'attacco francese ai tedeschi un generale
ordina come punizione l'uccisione di tre uomini scelti a caso per dare l'esempio e li accusa di
codardia. Inutili sono i tentativi di un colonnello per salvare i condannati a morte perchè visti
come desiderio di prendere il posto del generale. La verità però viene a galla: era stata
l'impazienza del generale la causa della sconfitta francese.
Un capolavoro del cinema antimilitarista, e il solo film hollywoodiano che analizzi la guerra e
il militarismo in termini di classe. Fu distribuito in Francia soltanto nel 1975.
SAR – COG – ORG – TUR
La grande guerra
Regia di Mario Monicelli con Alberto Sordi, Vittorio Gassman, Silvana Mangano
(Italia 1959)
Tratto dal racconto Due eroi di Luciano Vincenzoni
Durante la Prima Guerra Mondiale due giovani soldati opportunisti, Oreste Jacovacci e
Giovanni Busacca, trascorrono la guerra nascondendosi, trafficando e vivendo avventure
amorose. Ma quando vengono catturati dagli austriaci, però, pur di non svelare la missione
che stavano compiendo, si fanno fucilare morendo da veri eroi.
Leone d'oro a Venezia ex aequo con Il generale Della Rovere di Rossellini.
SAR – TUR – ORG
Lawrence d’Arabia (Lawrence of Arabia)
Regia di David Lean con Peter O'Toole, Anthony Quinn, Omar Sharif, Alec Guinness
(Gran Bretagna 1962)
Durante la guerra 1914-18 il tenente Thomas Edward Lawrence (1888-1935), agente del
servizio segreto britannico mandato in avanscoperta per saggiare le possibilità di una guerra
antiturca, decide di appoggiare la causa dei beduini e li porta alla conquista di Damasco
cercando anche di favorire la creazione di un'unica identità araba.
Il film ottenne 7 premi Oscar e fu ripristinato nel 1989 dallo stesso Lean in un'edizione di 212
minuti.
TUR – SAR
5
Per il re e per la patria (King and Country)
Regia di Joseph Losey con Tom Courtenay, Dirk Bogarde
(Gran Bretagna 1964)
Tratto dal romanzo Return to the Wood di James Lansdale Hodson e dal dramma Hamp di
John Wilson
Nel 1917 il soldato volontario inglese Arthur Hamp viene processato per diserzione. Hamp,
non si sente colpevole e crede che tutto si limiterà ad una punizione disciplinare. Lo difende
il capitano Hargreaves. dapprima senza convinzione poi, però, con accenti nobili e
persuasivi. Ma la necessità di una sentenza "esemplare" prende il sopravvento.
È considerato, con Orizzonti di gloria (1957), il capolavoro del cinema antimilitarista del
dopoguerra
SAR
La caduta delle aquile (The Blue Max)
Regia di John Guillermin con George Peppard, Ursula Andress, James Mason
(USA 1965)
Tratto dal romanzo The Blue Max di Jack D. Hunter
Bruno Satchel è un pilota dell'aviazione tedesca, è ambizioso e temerario, niente e nessuno
sembra poterlo fermare. Bruno ha una sola meta, ed è disposto a tutto pur di ottenerla:
conquistare Blue Max, la più alta decorazione militare. Anche quando si porterà a letto la
moglie di un suo superiore, il pilota lo farà solo per raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi.
SAR – UBL – COG
E Johnny prese il fucile (Johnny Got His Gun)
Regia di Dalton Trumbo con Joe Bonham, Kathy Fields, Diane Varsi
(USA 1970)
Tratto dal romanzo di Dalton Trumbo Johnny Got His Gun
Durante la prima guerra mondiale un soldato americano perde la vista, l’udito e rimane
mutilato di tutti e quattro gli arti. Muovendo la testa riesce a comunicare con i medici che lo
assistono. Il film alterna al tragico presente del soldato i suoi ricordi e i suoi sogni.
Il film fu diretto nel 1970 da Dalton Trumbo che nel '38 aveva scritto il libro e che
successivamente è stato uno dei "dieci di Hollywood" incarcerati durante il maccartismo. Per
anni censurato ed ancora oggi piuttosto raro, il gruppo dei Metallica ha riportato questo film
alla ribalta con il brano One utilizzandone delle sequenze per la realizzazione del videoclip
musicale. E Johnny prese il fucile è uno dei più importanti manifesti pacifisti di tutti i tempi.
ORG
Uomini contro
Regia di Francesco Rosi con Mark Frechette, Alain Cuny, Gianmaria Volonté
(Italia-Jugoslavia 1970)
Tratto dal romanzo Un anno sull’Altipiano di Emilio Lussu
Sull'altopiano di Asiago tra il 1916 e il 1917 i soldati del generale Leone, dopo aver
conquistato una cima strategicamente indispensabile, nonostante le numerose perdite
ricevono l'ordine di abbandonarla. Poi l'ordine cambia e gli uomini devono nuovamente
conquistare la vetta a costo della vita. Stanchi di essere mandati al massacro alcuni soldati
organizzano una protesta. Il generale Leone ordina che vengano decimati. Neppure i due
ufficiali Ottolenghi e Sassu riusciranno ad impedire un inutile massacro.
COG
6
Il Barone Rosso (Von Richthofen and Brown )
Regia di Roger Corman Con John Philip Law, Hurd Hatfield, Barry Primus, Don Stroud
(USA 1971)
Europa. Prima guerra mondiale. Sui cieli della Francia il barone Manfred von Richthofen,
conosciuto come il barone rosso, asso germanico dell'aviazione da caccia, e il suo 'fling
circus' regnano sovrani. Nel frattempo, in Inghilterra, gli ufficiali delle forze aeree sono
disturbati dall'arrivo di un giovane e sfacciato canadese: Ro Brown. A differenza degli aviatori
del suo tempo, Brown non si attiene all'aristocratico codice di combattimento. I due rivali
combatteranno nella battaglia che segnerà un prima e un dopo nell'aviazione di guerra.
Questa è la loro storia.
ORG – SAR
Niente di nuovo sul fronte occidentale (All Quiet on the Western Front)
Regia di Delbert Mann con Ernest Borgnine, Dona ld Pleasence, Robert Thomas, Ian Holm
(USA 1979)
Tratto dal romanzo di Im Westen nichts Neues di Erich Maria Remarque
Sei giovani studenti austriaci partono volontari per la Grande Guerra. Attraverso terrificanti
esperienze, dalle esercitazioni brutali al contatto con la morte violenta, dalla ricerca di cibo
per sopravvivere allo spettacolo della distruzione, diventano soldati incalliti. Rifacimento di
"All'Ovest niente di nuovo" del 1930.
TUR – COG – ORG – SAR
Gli anni spezzati (Gallipoli )
Regia di Peter Weir con Mel Gibson, Mark Lee, Bill Hunter
(Australia 1981)
Australia, 1915. Due giovani con la passione della corsa, decidono di arruolarsi nel corpo di
spedizione australiano che partecipa alla Prima Guerra Mondiale. Dopo una breve sosta di
addestramento in Egitto, sbarcano sulla penisola di Gallipoli, dove le truppe australiane
vengono massacrate dai continui bombardamenti turchi.
ORG – SAR
Porca vacca
Regia di Pasquale Festa Campanile con Renato Pozzetto, Laura Antonelli, Aldo Maccione
(Italia 1982)
Arruolato per la Prima Guerra Mondiale, un cabarettista si trova a doversi difendere piú che
dagli austriaci, da due contadini italiani profittatori e accaparratori che continua a trovarsi di
fronte fino all'ultima eroica missione. È il tentativo, soltanto in parte riuscito, di buttare in farsa
la tematica dell'antimilitarismo.
ORG
Cuore
Regia di Luigi Comencini con johnny Dorelli, Giuliana De Sio, Eduardo De Filippo.
Registrazioni d'epoca digitalizzate e rimasterizzate dello sceneggiato trasmesso nel 1984
dalla RAI.
Torino, 1915. I volontari partono per la Grande Guerra e alla stazione si incontrano, ormai
adulti, due allievi del maestro Perboni. Il primo fa il fuochista ed è contro la guerra, il secondo
è in partenza per il fronte dove ritroverà altri due compagni di classe. Da li partirà il ricordo di
un lontano anno scolastico, quello della loro terza elementare.
SAR
7
Il colonnello Redl (Redl ezredes)
Regia di Iztvan Szabò con Klaus Maria Brandauer, Armin Müller-Stahl, Gudrun Landgrebe
(Ungheria-Austria-Germania 1985)
Tratto dal dramma A patriot for me di John Osborne
Ascesa e tragica caduta nell'esercito austro-ungarico di Alfred Redl. Grazie al suo zelo, alla
sua astuzia e all'amore per un impero alle soglie dello sgretolamento, riesce a occupare
incarichi sempre più importanti. Ma, insieme al declino dell'impero austro-ungarico, si
consuma l'ascesa e la caduta di un uomo in un mondo nel quale il confine tra lealtà e
tradimento è sottilissimo.
SAR - UBL
Lighthorsemen: attacco nel deserto (The Lighthorsemen )
Regia di Simon Wincer con Jon Blake, Peter Phelps
(Australia 1987)
Durante la Prima Guerra Mondiale, la cavalleria australiana prepara una carica contro la città
di Beersheba (Palestina) tenuta da una agguerrita guarnigione di tedeschi. Tra gli altri
componenti del commando di assalitori c'è una giovane recluta che non riesce ad accettare
l'idea di dover uccidere degli esseri umani, suoi simili, sia pure per non essere ucciso.
ORG
Regeneration
Regia di Gillies MacKinnon con Jonathan Pryce, James Wilby, Johnny Lee Miller
(Gran Bretagna 1997)
Tratto dal romanzo Regeneration di Pat Barker
Nel 1917, il dottor William Rivers lavora nell'ospedale militare di Claiglockart, in Scozia, dove
vengono accolti i feriti di guerra, non nel fisico ma nella mente. Lì si trova anche Sigfried
Sassoon, poeta e già eroe di guerra, che scrive una coraggiosa dichiarazione in cui, pur non
rinnegando i principi che hanno mosso il conflitto, ne denuncia l' inutile massacro di vite.
ORG
Una lunga domenica di passioni (Un long dimanche de fiançailles )
Regia di Jean-Pierre Jeunet con Audrey Tautou, Gaspard Ulliel, Marion Cotillard, Jodie
Foster, Julie Depardieu ecc. (Francia 2004)
Tratto dal romanzo Un long dimanche de fiançailles di Sébastien Japrisot
Francia, 1919. Mathilde, una ragazza di 19 anni rimasta claudicante in seguito alla
poliomielite, ha perso in guerra il suo fidanzato Manech, partito due anni prima per il fronte
sulla Somme. La ragazza è convinta che lui sia ancora vivo nonostante le informazioni avute
da un sergente che ha conosciuto Manech e che le confida di aver assistito alla fucilazione
del soldato e di altri quattro commilitoni presso Bingo Crepuscolo. Incapace di accettare
l’idea di aver perduto per sempre il suo grande amore, Mathilde inizia uno straordinario
viaggio alla scoperta di ciò che è accaduto…
SAR
Joyeux Noël
Regia di Christian Carion, con Diane Kruger, Benno Fürmann, Guillaume Canet, Gary Lewis,
Lucas Belvaux (Francia 2005)
Nel 1914 lo scoppio della guerra sconvolse l'esistenza di milioni di uomini. Arriva il Natale ma
per chi indossa l'uniforme è difficile dimenticare l'orrore della guerra anche per poche ore.
Ma un piccolo grande miracolo sta per accadere: durante la vigilia di Natale i soldati escono
dalle trincee abbandonando i fucili per stringere la mano al nemico. E il destino di quattro
persone cambierà per sempre.
ORG – TUR – COG – SAR
8
Giovani aquile (Flyboys)
Regia di Tony Bill con James Franco, Jean Reno, Martin Henderson
(USA-Francia 2006)
Un gruppo di giovani americani, gli "Escadrille di Lafayette", si unirono alle forze francesi
durante la prima guerra mondiale, prima che gli Stati Uniti entrassero in guerra. I ragazzi
divennero così i primi piloti combattenti della storia statunitense.
ORG – SAR - COG
War Horse
Regia di Steven Spielberg con Emily Watson, David Thewlis, Peter Mullan, Niels Arestrup,
(USA 2011)
Tratto dal romanzo War Horse di Michael Morpurgo
Inghilterra, prima guerra mondiale. Il giovane Albert alleva e addestra il suo cavallo Joey. Il
conflitto bellico li allontana quando Joey diventa un "War Horse", un cavallo da guerra
impiegato in azioni militari prima per i francesi e poi per i tedeschi. Lo straordinario legame
che lo unisce ad Albert spingerà Joey a compiere un viaggio eroico, attraverso i duri scenari
della guerra, che cambierà e ispirerà le vite di tutti coloro che incontrerà sul suo cammino.
Albert intanto, con grande coraggio, si arruolerà per ritrovare il suo cavallo mai dimenticato.
SAR – TUR – ORG – COG
9
DOCUMENTARI
La Grande Guerra 1914-1918
Cinehollywood, 2010
Milioni di soldati costretti a combattere nel fango delle trincee, attacchi mal pianificati, il
miraggio di una rapida vittoria: la Prima Guerra Mondiale doveva essere una guerra lampo,
si trasformò in una spaventosa e inutile carneficina. La storia del conflitto è narrata anno
per anno, frutto di un lungo lavoro di ricerca negli archivi di tutto il mondo. Un'opera
grandiosa, che offre un quadro degli eventi bellici su tutti i fronti, in oltre 4 ore di immagini
originali dell'epoca e con mappe che illustrano strategie e battaglie.
Il cofanetto è composto da 3 DVD:
1. L'offensiva tedesca - inizia la guerra di trincea 2. Il conflitto si allarga - attacchi e
contrattacchi 3. Il crollo degli imperi centrali
SAR – ORG
La Grande Guerra 1915 -1918
di Nicola Caracciolo - Cinecittà Luce 2006 – cofanetto con 1 libro e 2 DVD
1: La Grande Guerra: è la riproposizione del documentario, curato da Nicola Caracciolo,
andato in onda su Raitre nella serie “La grande storia in prima serata”. In un’ ora
abbondante di immagini vengono proposte tutte le fasi cruciali del conflitto sul fronte
italiano, con una particolare attenzione agli antefatti nel contesto balcanico, dove scoccò la
scintilla della guerra
2: Gloria: curato da Roberto Omegna, è un film prodotto dall’Istituto Luce nel 1934 per
raccontare e celebrare la prima guerra mondiale e la vittoria italiana. L’interesse di questo
film risiede proprio nel duplice piano di lettura che oggi possiamo farne. Da un lato come
ricostruzione, con filmati d’archivio spesso inediti, di un conflitto che per la prima volta
coinvolgeva tutta la nazione, dai fanti in trincea al fronte interno. Dall'altro come
interpretazione, dal punto vista del regime fascista, di eventi così vicini ma già entrati a
pieno titolo nella mitologia guerresca del "popolo in armi"
SAR
Gloria: la Grande Guerra
di Roberto Omegna - Cinecittà Luce 1934 (Rimasterizzazione: 2011)
Nel 1934 l’Istituto Luce realizzò il film/documentario Gloria, montando insieme una serie di
filmati realizzati durante gli anni della Prima guerra Mondiale. Sempre l’ Istituto Luce, nel
2011, cura la rimasterizzazione e il restauro di Gloria rendendolo disponibile su due
supporti digitali:
- un DVD dove il film originale è stato diviso in 12 temi; durante lo svolgimento di ognuno
di questi “capitoli” è possibile fare stop per visionare tagli di montaggio o altri documenti
filmati connessi
- un CD-movie che contiene lo stesso film nella versione non restaurata oltre a tagli
inediti, scene non montate e spezzoni di altri ducumenti filmati accanto a centinaia di foto e
disegni.
COG – SAR
Explosive War – La montagna che esplode
di Marco Rosi - Cinecittà Luce 2006
Uno degli episodi più straordinari della prima guerra mondiale avvenne sulle Dolomiti per il
controllo del monte Lagazuoi. La vetta, simile ad una fortezza, era stata trasformata in
una guarnigione dall’esercito austro-ungarico. Per espugnarla l’esercito italiano realizzò
una galleria all’interno del monte e ne riempì la parte finale di esplosivo. Il filmato ripropone
quei momenti drammatici attraverso gli occhi di due giovani che si trovano in schieramenti
opposti ma che parlano la stessa lingua.
COG – ORG – SAR
10
Le battaglie della Grande Guerra : Mons (1914) - Gallipoli (1915) Somme (1916)
Fa parte di: Le battaglie della grande guerra - Cinehollywood, c2008. - 2 DVD
Primo filmato: agosto 1914: il corpo di spedizione britannico nei pressi di Mons si scontra
con lo schieramento tedesco. Secondo filmato: nel 1915 gli alleati progettano un attacco
navale contro la penisola di Gallipoli, dando inizio ad una lunga guerra di trincea contro
dell'esercito ottomano. Terzo filmato: 1° luglio 1916: britannici e francesi attaccano le
truppe tedesche sul fiume Somme, trasformando la battaglia in carneficina.
GOG – ORG – SAR
Le battaglie della Grande Guerra : Cambrai (1917) - L’offensiva del
Kaiser (1918)
Fa parte di: Le battaglie della grande guerra - Cinehollywood, c2008. - 2 DVD
Il primo filmato racconta della battaglia di Cambrai che ebbe inizio nel novembre 1917 e
durante la quale i britannici per la prima volta utilizzarono il carro armato. Nel secondo
filmato si presenta l'offensiva contro il fronte occidentale pianificata dai tedeschi nel 1918
che però si rivelò fatale per la Germania.
ORG – COG – SAR
The great War
Eagle media 1991 (World War One Centenary Collection)
Ediz. In lingua inglese
SAR
Cambrai & Kaiserschlacht
Eagle media 2001 (World War One Centenary Collection)
Ediz. In lingua inglese
SAR
The Somme & Verdun
Editore Eagle media 2004 (World War One Centenary Collection)
Ediz. In lingua inglese
SAR
The Red Baron & german aircraft of World War One
Eagle media 1997 (World War One Centenary Collection)
Ediz. In lingua inglese
SAR
11
Mons & Gallipoli
Eagle media 2002 (World War One Centenary Collection)
Ediz. In lingua inglese
SAR
Le armi della Grande Guerra: I mezzi bellici di terra, mare e cielo
Cinehollywood c2008
L’intensa attività dell’industria bellica stimolata dalla Grande Guerra portò allo sviluppo di
molte nuove tecnologie. Le armi divennero sempre più precise, sofisticate e distruttive.
Dagli aerei alle navi, ai primi carri armati, questo DVD offre un quadro approfondito dei
sistemi d’arma della Prima Guerra Mondiale grazie ad immagini di repertorio provenienti
dagli archivi di tutto il mondo.
SAR – ORG – COG
La prima guerra mondiale: le grandi battaglie dei fronti europei
Questo documentario, ricco di immagini originali e spesso inedite, ci porta sugli scenari
della Grande Guerra avvalendosi di uno scarno e sintetico commento audio. Include
contenuti speciali: Cronologia della Prima Guerra Mondiale
SAR - ORG
14-18 Amore e Furore
di Jean-Francois Delassus - Cinecittà Luce 2012
A condurci nel racconto agghiacciante di quattro anni d’inferno nelle trincee dello
sterminato fronte della Grande Guerra è un giovane francese il cui volto non appare mai,
così come non appaiono mai il volto di Marta, la sua giovane moglie, e di Léon, il suo
grande amico. Quest’assenza, se possibile, rende la narrazione ancora più drammatica e
coinvolgente. Eccezionali filmati d’archivio, a cui è stato dato il colore con tecniche digitali
d’avanguardia, mettono lo spettatore di oggi davanti alla crudezza di quelle immagini che il
narratore, un reduce senza nome, definisce “immagini d’ inferno”.
SAR - COG – ORG
La grande guerra sul Monte Grappa 1915-18
di Andrea Kozlovic – Rossato videomedia, 2010
Pubblicato con il libro: La grande guerra sul Monte Grappa 1915-1918 / Enrico Acerbi
Il filmato presenta testimonianze e documenti sulla guerra di posizione combattuta sul
Monte Grappa durante la prima Guerra mondiale.
ORG
La Grande Guerra: la tragedia della modernita'
di Maurizio Cascavilla e Giovanni Sabbatucci - Elleu multimedia : Rai trade, c2004-2005.
Cofanetto 5 DVD
La ricostruzione della Prima Guerra mondiale per temi specifici raccontati non solo in
relazione alle vicende italiane ma sviluppati anche nel quadro internazionale. La scelta di
RAI Educational è stata dettata dalle esigenze della storiografia contemporanea, che
studia le vicende attraverso il loro sviluppo temporale, unitamente ad un’analisi di ogni loro
12
componente.
1: Nazionalismo e violenza –Eserciti di massa
2: Soldati – L’economia della guerra
3: Guerra e Rivoluzione – I traumi della guerra
4: La propaganda – Il lutto – La fine della guerra – La difficile pace
SAR – COG - ORG
La grande storia dell'uomo
Di Piero e Alberto Angela. - Rai Trade; Corriere della Sera, c2008.
25: La Grande Guerra: la prima guerra combattuta con armi moderne
Alberto Angela nelle trincee del Carso e nelle Gallerie del Monte Sabotino dove tra il 1915
e il 1918 sono morti migliaia di soldati racconta, direttamente dai luoghi dove è stata
combattuta, le motivazioni e gli episodi più salienti di questa guerra; da dove arrivavano e
come venivano reclutati i soldati, la loro vita in trincea, le loro angosce, le strategie di
sopravvivenza, le armi usate e le tecniche di combattimento.
CVN – CTL – FGO
La grande guerra 1914-1918: la drammatica storia della Prima
Guerra Mondiale
[testi di Andy Wiest] - Hobby & Work, 2004
La collana La Grande Guerra in DVD comprende i seguenti titoli:
•
•
•
•
•
•
•
•
Armi e armamenti della grande guerra ; Il cinema muto e la grande guerra
Le origini del conflitto ; Dalla mobilitazione alla guerra in trincea
La guerra a quota 3000 ; Il fronte orientale dopo Tannenberg
4 novembre 1918: l'ora della vittoria ; La sconfitta degli imperi centrali
L'Italia in guerra: Isonzo fiume di sangue ; Inferno sul fronte occidentale
Gorizia, Trieste e l'operazione K ; La rivoluzione russa ; Arrivano gli yankees
La guerra sui mari ; La guerra nei cieli
Caporetto: il destino e sul Piave ; Guerra totale
ORG
1914 - 1918 Prima Guerra Mondiale : la tragedia e gli orrori della
grande Guerra
Hamilton films, c2004 ; Hobby & work, c2005.
L’opera comprende I seguenti titoli:
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Alle armi
L' embargo inglese
La fine dello stallo
Guerra mondiale
Una guerra senza fine
Jihad
Legati a un cadavere
La Rivoluzione Russa
Sotto l'aquila
L' ultimo azzardo della Germania
ORG
13
Prima guerra mondiale
Hobby & Work publishing, c2007 – cofanetto con 4 DVD
1: Le origini del conflitto, Dalla mobilitazione alla guerra in trincea;
2: L'Italia in guerra, Isonzo fiume di sangue, Inferno sul fronte occidentale;
3: Caporetto il destino e sul Piave, Guerra totale;
4: 4 novembre 1918 l'ora della vittoria, La sconfitta degli imperi centrali
ORG
Storia d'Italia di Giovanni Minoli
Rai Storia, Rai Trade, Corriere della sera, 2010 – 20 DVD
Giovanni Minoli costruisce un racconto inedito, realizzato utilizzando le grandi cineteche e
videoteche del Paese, dalla Rai all’Istituto Luce, e l’enorme materiale custodito nei piccoli
istituti di ricerca, tra cui i numerosi centri per la storia del movimento operaio. Il risultato è
un’opera polifonica, nel senso letterale del termine, perché ci fa sentire innanzitutto le voci
dei grandi protagonisti
2: Dall’Unità d’Italia alla I Guerra Mondiale 1870-1915
4: La Grande Guerra 1915-1918
VGG
Dall’Unità d’Italia alla Grande Guerra
Hobby & Work c2005 (collana “Mussolini e il Fascismo”)
L'unita d'Italia, La guerra d'Indipendenza, La nascita del sentimento irridentista, La
questione romana, Roma capitale, La posizione intransigente di Leone XIII, La rivoluzione
industriale in Italia, La nascita delle idee socialiste e anarchiche, L'eta delle alleanze,
L'impresa coloniale in Africa, La nascita dei movimenti operai, Le rivolte, L'assassinio di
Umberto I, La nascita dei movimenti nazionalisti, La guerra di Libia, L'assassinio di
Sarajevo, Lo scoppio della Prima guerra mondiale, L'intervento dell'Italia, Gli anni di guerra
ORG
Storia d’Italia: dall’Unità al 2000
Garzanti, Istituto Luce, 2004
2: L’età giolittiana e la Grande Guerra
Sviluppi, contraddizioni e crisi del giolittismo – Stato e società nell’Italia giolittiana –
Cultura, politica e religione – Dall’eredità di Adua all’intervento – L’Italia in guerra
dall’intervento a Caporetto – l’Italia in guerra dal Piave a Vittorio Veneto
SAR
La Grande Guerra 1915-1918
De Agostini, Cinecittà Luce 2010
Pubblicato in custodia con il libro: La Grande Guerra: l'Italia nel primo conflitto
mondiale e con il DVD Gloria
La Grande Guerra, l'evento traumatico che inaugurò quello che lo storico inglese Erich J.
Hobsbawm ha definito "il secolo breve", fu il primo conflitto che interessò tutta la società
non solo per il coinvolgimento di tutte le grandi potenze e per la sua estensione su scala
planetaria, ma anche per l'enorme massa di uomini e mezzi che vennero messi in campo.
L'opera racconta sia lo sforzo bellico sostenuto dagli uomini ai fronte, sia l'impatto del
conflitto su tutti gli strati sociali.
CVN
14
La grande guerra (1910-1918)
Castronovo, De Felice, Scoppola - Istituto Luce c2005 (Storia d’Italia dall’Unità al 2000)
Oltre 600.000 morti e un milione di feriti e il prezzo che paga l'Italia per reggere la prova
eccezionale della Grande Guerra. L'Italia entra in guerra con una classe politica
prevalentemente neutralista e un'opinione pubblica divisa, ma sono proprio questo conflitto
e la drammatica disfatta di Caporetto a creare un forte spirito di coesione che conduce alla
vittoria sugli austro-tedeschi nel novembre 1918.
OLO
Penne Nere: Storia delle truppe alpine
Cinehollywood, 2005
Fin dalla nascita nel 1872 gli alpini si sono distinti per il valore dimostrato in tempo di pace
e di guerra. Le penne nere hanno scritto pagine epiche nella storia del nostro paese e le
eroiche gesta compiute negli ultimi due conflitti mondiali ne fanno uno dei corpi militari piú
gloriosi e ammirati. La storia delle penne nere dai primi anni ai giorni nostri documentata
attraverso rari filmati storici di guerra e immagini dell'addestramento degli allievi ufficiali alla
scuola militare alpina di Aosta.
SAR - ORG – COG
Scemi di guerra : La follia nelle trincee
di Enrico Verra - Cinecittà Luce 2011 - (Italia 2008)
Sono tanti i volti disorientati e terrorizzati che popolano le fotografie e i filmati realizzati
durante e dopo la prima guerra mondiale. La perdita di sé che si legge in questi volti evoca
una delle vicende più dolorose e, tuttavia, meno note della Grande Guerra: l’enorme
diffusione della malattia mentale tra i combattenti. Attraverso una ricca documentazione e
le testimonianze di storici autorevoli, il film accompagna lo spettatore in un “labirinto della
follia”: il viaggio, spesso senza ritorno, dei soldati impazziti sui campi di battaglia.
SAR – ORG
Il bilancio della Grande Guerra (1915-1920)
Castronovo, De Felice, Istituto Luce c2005 (Storia d’Italia dall’Unità al 2000)
Le aspettative del governo italiano, guidato da Vittorio Emanuele Orlando, di vedere
riconosciuti gli sforzi sostenuti nel conflitto, vissuto come una prosecuzione delle lotte
risorgimentali, furono deluse dai risultati delle trattative di pace di Parigi, che
ridimensionarono il ruolo di potenza vincitrice dell'Italia. Caratterizzato dalle violente
proteste dei nazionalisti per la "vittoria mutilata" e dalla difficile situazione economica e
sociale, il dopoguerra italiano finì per rappresentare l'inizio di quella crisi che si sarebbe
rivelata in seguito fatale per le istituzioni liberali e parlamentari..
OLO
Soldati senza nome
Discovery communications 2005 – 2 DVD
Un team di specialisti, storici e archeologi ha trascorso molti mesi sui campi di battaglia per
cercare di ricostruire e capire le dinamiche di ogni singolo combattimento della prima
guerra mondiale. Dopo quasi novant'anni si indaga sulla sorte di due milioni di soldati che
hanno lottato sui campi di battaglia di Francia e Belgio e che alla fine della guerra
risultarono dispersi.
1: Ypres (1914): la prima trincea, Serre (1915): fratelli nella morte, Loose (1915): la guerra
sotterranea
2: Beaumont Hamel (1916): i feriti, Passchendaele (1917): affogare nel fango
ORG
15
Il Milite Ignoto
di Leonardo Tiberi - Cinecittà Luce 2011
Estate 1921: l’Italia decide di onorare i caduti della Grande Guerra scegliendo a simbolo di
tutti i caduti i resti di un combattente che non è stato possibile identificare. Dopo mesi di
ricerche, una commissione incaricata dal governo seleziona i resti di 11 combattenti, ma
sarà una donna di Trieste, madre di un soldato dichiarato disperso, a indicare il corpo che
dovrà diventare il simbolo di tutti i combattenti che hanno perso la vita nel tragico conflitto.
Il feretro è posto su un treno speciale che, viaggiando a passo d’uomo, porta i resti dal
Friuli fino a Roma dove sarà tumulato all’Altare della Patria. Un cammino durante il quale
milioni di italiani commossi renderanno onore al corpo di questo eroe sconosciuto.
SAR
16
La Grande Guerra nel WEB
http://www.cimeetrincee.it/
Sito dell’Associazione storica veneziana “Cime e trincee”
che si occupa dello studio e della memoria della Grande
Guerra sull’intero territorio nazionale
Da questa iniziativa è nata l'Associazione Storica
Cimetrincee che coordina ricerche e cura una mostra
permanente sulla Grande Guerra
www.cadutigrandeguerra.it
Albo dei Caduti della Grande Guerra
http://www.pietredellamemoria.it/
http://www.societaitalianastoriamilitare.org
http://www.itinerarigrandeguerra.it
www.archiviomemoriagrandeguerra.it
Il sito è un progetto nato dalla collaborazione tra
l’Associazione Storica CIMEETRINCEE e l'ISTORECO di
Reggio Emilia che raccoglie le schede dei caduti italiani
della Grande Guerra presenti nei 28 volumi più le 3
appendici dell'Albo d'Oro dei Caduti della Grande Guerra
pubblicato dal Ministero della Guerra.
Il progetto Pietre della Memoria, messo a punto dal
Comitato regionale umbro dell’ANMIG (Associazione
Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra e Fondazione),
consiste in primo luogo nel censimento di monumenti, lapidi,
steli, cippi e targhe presenti nel territorio nazionale che
ricordano la prima e la seconda guerra mondiale. Tutto il
materiale raccolto, catalogato e ordinato per schede
omogenee, sarà pubblicato su questo sito che vuole anche
essere facile e utile strumento di consultazione per storici e
studenti.
Sito della Società italiana di storia militare ricco di
materiale documentario, storico e di memorie relativi ai
conflitti combattuti dall’Italia
Il progetto interregionale "Itinerari della Grande Guerra Un viaggio nella storia" coinvolge le regioni Friuli Venezia
Giulia (capofila del progetto), Veneto, Lombardia e le
province autonome di Trento e Bolzano. Il suo obiettivo è la
valorizzazione in chiave turistica di questo straordinario
patrimonio storico e culturale in modo da renderlo fruibile a
tutti gli appassionati e a chiunque voglia conoscere
un'importante parte del passato non solo italiano ma
europeo.
E’ presente una sezione sui Monumenti dedicati al conflitto.
Il Centro Studi Storico Militari sulla Grande Guerra
“Piero Pieri” di Vittorio Veneto ha ideato e realizzato la
creazione dell’ Archivio della Memoria sulla Grande
Guerra, basato su una banca dati digitale liberamente
accessibile attraverso un portale web. Il fine è quello di dar
vita a un Archivio, che ora si presenta offrendo le prime
raccolte familiari analizzate e una prima parte del
Censimento dei Caduti della Grande Guerra in Veneto, ma
che si svilupperà nel tempo grazie al contributo attivo della
cittadinanza e degli studiosi, per presentarsi alla ricorrenza
del Centenario dalla fine della Grande Guerra nel 2018
come un importante e autorevole patrimonio documentale,
di ricerca e di studio
17
http://www.truppealpine.it/
http://www.monumentigrandeguerra.it
MONUMENTI DELLA GRANDE GUERRA
Sito dedicato al ricordo del Corpo degli Alpini nella Grande
Guerra
Questo archivio on line, aperto alla collaborazione di
istituzioni, privati e associazioni, presenta la
documentazione iconografica dei Monumenti italiani ai
Caduti della Grande Guerra raccolta dal Museo Civico del
Risorgimento di Bologna e dal Museo Storico Italiano
della Guerra di Rovereto http://www.museodellaguerra.it/
Suoi scopi sono ricordare il grande lutto che seguì il primo
conflitto mondiale, segnalare il patrimonio storico-artistico
che caratterizza il nostro paesaggio urbano e sottolinearne
l'importanza civile e il valore di testimonianza.
La tecnologia utilizzata consente il continuo incremento e
aggiornamento dell'Archivio, che è aperto al contributo di
istituti culturali, associazioni e privati.
http://www.lagrandeguerra.too.it/
C’è una Sezione sulla Prima Guerra Mondiale nel sito web
Storia XXI secolo che ha l'ambizione di essere il portale
Internet della storia italiana contemporanea, ovvero la porta
di accesso a tutto quanto è presente nel web riguardo a
Fascismo, Antifascismo, Nazismo, Guerra di Spagna,
Resistenza, Seconda guerra mondiale, RSI, Deportazione,
IMI, Costituente e Storia d'Italia dal '45 ad oggi.
Curato dall' Anpi di Roma e dal Centro telematico di
storia contemporanea, in collaborazione con il Comune di
Roma.
http://www.tapum.it
Sui sentieri della grande Guerra
http://www.artegrandeguerra.it
Arte nella Grande Guerra
Le opere d'arte e gli scritti dei soldati della Prima
guerra mondiale
http://www.fortificazioni.net/
Sito di TA PUM dell’omonima Associazione, alla quale
aderiscono originariamente l’associazione L’Uomo libero,
ideatrice del progetto, l’Associazione degli
Accompagnatori del territorio del Trentino, il Comitato
Ev-k2-CNR e l’Ufficio Stampa del CNR.
TA PUM è il suono del colpo di fucile che ha accompagnato,
incessante, i giorni e le notti di tanti soldati al fronte,
rievocato e raddolcito nelle note di una delle più famose e
struggenti canzoni della Prima Guerra Mondiale.
In occasione del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia,
l’Associazione Ta Pum promuove un ‘Cammino della
memoria’ nei luoghi, dallo Stelvio al Mare, che furono lo
scenario della Grande Guerra.
Questo sito rappresenta un tentativo di riflessione "fuori
dalle righe" sulla Grande Guerra. A un secolo di distanza, un
gran numero di immagini e di scritti prodotti dai soldati
coinvolti nei combattimenti risultano dimenticati o dispersi.
L'associazione culturale ArteGrandeGuerra sta lavorando
da tempo per recuperare parte di tale materiale prezioso,
prediligendo le testimonianze che utilizzano una chiave di
lettura peculiare e rivelatrice: quella dell'arte.
Sito ufficiale dell'Associazione Italiana per lo Studio delle
Fortificazionidedicato alle Fortificazioni Militari costruite in
Europa, un patrimonio storico-culturale enorme da
rivalutare. Vengono analizzate le fortificazioni costruite dal
1800 in poi e le strutture usate nella Guerra Fredda
18
http://www.guerrabianca.it
Sito della Società Storica per la Guerra Bianca che
promuove la ricerca e la divulgazione storica e si
propone come punto di riferimento e di incontro per tutti
coloro che, a vario livello (studiosi, appassionati,
collezionisti, musei, associazioni ed enti locali), si occupano
della storia delle Alpi durante il conflitto mondiale, con
un'attenzione particolare non solo alla storia e
all'organizzazione militare, ma soprattutto agli aspetti sociali
(i combattenti ma anche le popolazioni locali, anch'esse
vittime e protagoniste della guerra) e all'ambiente naturale in
cui si svolsero le operazioni, che ancora oggi reca i segni
incancellabili della tragedia.
http://movio.beniculturali.it/mcrr/immaginidellagrande
guerra/
Istituto per la Storia
del Risorgimento Italiano
Questa mostra on-line, curata dal Museo Centrale del
Risorgimento, vuole proporre un percorso visivo attraverso
le testimonianze della Grande Guerra.
Con la Prima guerra mondiale iniziò un utilizzo capillare
delle moderne forme di comunicazione: foto, cartoline, film,
manifesti, opuscoli. Tutto veniva diffuso e servì a dare del
conflitto quell'immagine che venne definita come "il crinale
della modernità".
Vedere la Grande Guerra
Immagini della prima guerra mondiale
http://www.lagrandeguerrapiu100.it/
La Grande Guerra + 100 è un calendario digitale. Al suo
interno, attraverso strumenti tanto tradizionali quanto
innovativi, viene proposta la narrazione di ciò che è
accaduto sui campi di battaglia, nei luoghi del potere, nelle
città e nelle campagne, nelle fabbriche dell’Europa che
entrava in guerra. Testi originali, testimonianze, tavole
grafiche, infografiche e schizzi vi accompagneranno in un
viaggio attraverso l’Italia e l’Europa di cento anni fa.
Un progetto digitale divulgativo promosso dall’Università di
Trento e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei
Ministri- Unità di missione per il Centenario. La prima
puntata online dal 25 maggio 2014.
Questo Calendario Digitale, nei prossimi cinque anni seguirà
passo passo ciò che è accaduto esattamente un secolo fa,
in Europa e nel mondo. In 56 puntate scoprirete i
protagonisti, gli eventi, i numeri del conflitto che cambiò per
sempre il modo di vedere la guerra e la storia.
http://www.europeana1914-1918.eu/it
http://www.europeana-collections-1914-1918.eu
I progetti “Europeana” e “European Film
Gateway”
L’Unione europea (UE) ha finanziato tre importanti progetti a
livello comunitario collegati alla prima guerra mondiale e al
suo centenario: “Europeana Collections 1914-1918”,
“Europeana 1914-1918 – untold stories & official histories of
WW1”, “European film gateway”. Il progetto “Europeana
Collections 1914-1918” metterà a disposizione del
pubblico della Rete, a partire dal 2014, attraverso il portale
di libero accesso “Europeana” oltre 400.000 documenti
relativi alla “Grande Guerra” in formato digitale (volantini,
giornali, libri, fotografie, etc.) provenienti dalle collezioni di
dieci biblioteche nazionali e di altre istituzioni partner dei
paesi europei coinvolti nel conflitto (l’Italia partecipa al
progetto con la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, la
Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e con l’Istituto
19
http://www.europeanfilmgateway.eu
http://www.14-18.it/
http://www.grandeguerra100.it
Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane).
Scopo dichiarato di questo progetto è contribuire ad una
narrazione della guerra che non privilegi le vicende militari
ma piuttosto le condizioni di vita dei soldati al fronte e dei
civili (uomini, donne, bambini) nelle città, nelle fabbriche e
nelle campagne, e che, nell’emersione dei lutti, delle
sofferenze e dei sacrifici comuni a tutte le nazioni
belligeranti, contribuisca alla costruzione di una memoria
collettiva europea, realmente condivisa dell’evento storico. Il
progetto “Europeana Collections 1914-1918 – untold
stories & official histories of WW1” si prefigge come
obiettivo di ricostruire le “family history” degli europei che
hanno vissuto la guerra, proponendone una diversa
narrazione che anteponga la dimensione “privata” a quella
“pubblica” della Storia. Con questa finalità, il progetto (a cui
partecipa anche l’Italia) si rivolge indistintamente a tutte le
persone per raccogliere in formato digitale, direttamente sul
proprio sito o con l’organizzazione sui territori di speciali
“collection day”, tutti quei documenti/testimonianze (lettere,
diari, racconti, fotografie, oggetti vari) che costituiscono le
memorie familiari della “Grande Guerra”. Infine, il progetto
“European film gateway” (EFG) che consiste in un portale
(attualmente in versione beta) attraverso il quale sarà
possibile accedere al vasto patrimonio di film sulla prima
guerra mondiale (documentari, filmati di propaganda, fiction,
etc.), già disponibile in formato digitale o da digitalizzare,
posseduto dalle principali cineteche europee (per l’Italia
sono partner del progetto, la Cineteca dell’Istituto Luce di
Roma, la Cineteca di Bologna e la Cineteca del Friuli).
14-18: Documenti e immagini della Grande Guerra
Il sito raccoglie le più importanti collezioni documentarie in
Italia tra il 1914 e il 1918 e costituisce l’aggregatore
nazionale per l’invio dei metadati a Europeana.
Il progetto del MiBact (Ministero dei beni e delle attività
culturali e del turismo), prevede la creazione di un grande
archivio di immagini, poco conosciute ma di assoluta
rilevanza qualitativa, se non di vero e proprio valore
artistico, e, nel suo insieme, di straordinario interesse storico
e documentario, che consentirà la conoscenza e la
valorizzazione di collezioni documentarie possedute da
istituti diversi.
WW1 è una piattaforma editoriale che offre al pubblico una
grande mappa interattiva, quella del Fronte, attraverso la
quale interagire con contenuti inediti. Panorami interattivi e
immersivi a 360°, video a forte carattere emozionale,
documenti storici “certificati” come Albo d’Oro, le Relazioni
dell'Esercito sulla Grande Guerra, memorie private,
ricostruzioni di forti e trincee, la vita civile saranno i
contenuti accessibili in forma digitale e in lingua italiana e
inglese per il largo pubblico.
WW1 apre la possibilità di scoprire il presente e il
passato attraverso il web, i propri dispositivi mobili e i
monitor touch distribuiti nelle stazioni, negli aeroporti,
nelle città.
WW1 è uno strumento che crescerà nel tempo con lo scopo
di diffondere e condividere conoscenza e cultura attraverso i
linguaggi che le persone utilizzano e sentono propri.
20
http://www.centoannigrandeguerra.it
http://www.letteratura.rai.it/cerca.aspx?s=Prima%20Guerra
%20Mondiale
Il progetto 100 Anni Grande Guerra per le scuole è
promosso da La Fabbrica e da ANP (Associazione
Nazionale Presidi) con la supervisione scientifica del Prof.
Giovanni De Luna, storico, si colloca in modo strategico e
sinergico all’interno del panorama di azioni messe a punto
per ricordare e commemorare i 100 anni dall’inizio del primo
conflitto mondiale.L’iniziativa didattica è rivolta
alle scuole italiane ed estere di ogni ordine e grado, con
l’obiettivo di fornire alle classi una pluralità di
strumenti nuovi, interattivi, utili a far riscoprire a tutti,
indipendentemente dalla classe frequentata, un momento
fondamentale della storia contemporanea.
In italiano e inglese.
RaiEducational - Letteratura "Prima Guerra Mondiale"
Video relativi a programmi sulla Prima Guerra Mondiale dal
portale di Rai Educational in collaborazione con RaiTeche
http://www.grandeguerra.rai.it
Il portale di RaiEducational dedicato alla Grande Guerra.
Video, Personaggi, Battaglie, Timeline, Gallery,
Testimonianze. In parternariato con: Telesoftware on line
del Televideo, Archivio Centrale dello Stato, Istituto per la
storia del Risorgimento Italiano, Fondazione “Museo storico
del Trentino”, Struttura di missione per gli anniversari di
interesse nazionale, Rai Storia e ORF Universum,
Eurovisione.
http://www.bbc.com/history
http://www.worldwar1.com/
Un vero e proprio museo, “tradotto” però in linguaggio
informatico e “trapiantato” all'interno di un'infrastruttura web.
Il portale realizzato dalla BBC (servizio televisivo pubblico
britannico) può essere considerato un piccolo capolavoro
moderno della tecnologia applicata alla storiografia.
Navigando tra le varie sezioni, è possibile ascoltare, vedere,
leggere e, infine, interrogarsi sui risvolti della Grande
Guerra, anche quelli meno conosciuti. Le guide
interattive, inoltre, offriranno ulteriori spunti di riflessione
su fatti poco noti accaduti tra il 1914 e il 1918.
Il sito contiene una vastissima raccolta di materiali,
informazioni e documenti riguardanti gli avvenimenti, i luoghi
e le popolazioni coinvolte nella Prima Guerra Mondiale.
Data l'enorme quantità di pagine a disposizione, si consiglia
di iniziare l'esplorazione partendo dalla sezione Reference
Library dove è stato catalogato tutto il materiale presente
nel sito. Chi è alla ricerca di particolari informazioni, invece,
troverà estremamente comodo l'utilizzo del motore di ricerca
interno.
http://www.historial.org/
Sito del Centre de recherche - Historial de la Grande
Guerre che ha lo scopo di promuovere la ricerca scientifica
sulla prima guerra mondiale.
Del comitato scientifico fanno parte ricercatori francesi,
tedeschi, inglesi, italiani e russi. Molto ricco il "centro di
documentazione" con libri, giornali, filmati d'epoca (in
francese, tedesco o inglese).
21
I documenti indicati nella presente Filmografia sono posseduti dalle biblioteche
indicate in calce a ogni scheda, per brevità non sono state indicate tutte le
biblioteche facenti parte della Rete Bibliotecaria Provinciale ma solo quelle facenti
parte del Sistema bibliotecario di Saronno.
Per catalogo, orari biblioteche e
:
http://webopac.bibliotecheprovinciavarese.it
Elenco delle sigle:
SAR
CPL
CIS
COG
GER
LAZ
MIS
ORG
ROV
TUR
UBL
Saronno
Caronno P.lla
Cislago
Cogliate
Gerenzano
Lazzate
Misinto
Origgio
Rovello Porro
Turate
Uboldo
BIBLIOTECA CIVICA DI SARONNO
V.le Santuario, 2 – 21047 Saronno
Tel. 02 96701153 02 9609075
www.comune.saronno.va.it
Orario di apertura:
LUNEDÌ, MARTEDÌ, MERCOLEDÌ, VENERDÌ
9.00 - 18.30
SABATO
9.00 – 17.00
Orario servizio prestito:
LUNEDÌ, MARTEDÌ, MERCOLEDÌ, VENERDÌ
9.30 - 12.20 e 14 - 18.20
GIOVEDÌ
9.30 - 18.20
SABATO
9.30 - 12.20 e 14 - 16.50
22