mia strada preferita - Il ponte dei Canais

Commenti

Transcript

mia strada preferita - Il ponte dei Canais
LA MIA STRADA PREFERITA
La strada per tornare da casa di un mio amico non finisce mai.
Di notte è piena di gatti randagi e di quei rumorini paurosi.
Quando passa una macchina ti illumina per un attimo, poi
scompare nel buio. Il percorso procede davanti alla stalla, con la
puzza di letame e i rumori delle mucche. Poi si giunge al
municipio dove pensi di essere sempre al sicuro, per via delle
macchine della polizia municipale. In beve si arriva nella mia via ,
dove ci sono tantissimi cani che ti abbaiano.
Ma di giorno è tutto diverso, è solo un paese tranquillo e
rassicurante.
Solo all’ora di pranzo non c’è mai nessuno in giro, un silenzio
tremendo che ti fa sentire solo. Ma tutto il resto non fa paura, non
ci sono gatti e c’è luce. Nella stalla si sentono le mucche che
parlano fra di loro e il contadino al lavoro. Il municipio è senza
auto e lo stop è pieno di macchine. La mia via è tranquilla con i
cani che giocano o corrono.
Questa è la mia strada preferita.
Cristiano Giampaoli

Documenti analoghi