Alpini è necessario addentrarsi nel

Commenti

Transcript

Alpini è necessario addentrarsi nel
Alpini è necessario addentrarsi nell'ambito della vita militare, caratterizzata da un insieme di esperienze di
gruppo che portano ad uno spirito di
partecipazione collettiva ai bisogni
umani dell’altro.
Il simbolo del cappello fa rinascere nell'alpino il ricordo della vita militare, fatta di condivisione, tolleranza
e solidarietà, elementi di estrema
attualità.
Una serie di iniziative benefiche e
di interventi a favore del prossimo
hanno caratterizzato i vent'anni appena trascorsi, portando gli Alpini, a
livello locale oltre che nazionale, a
diventare un punto di riferimento,
presenti ogni qualvolta se ne ravvisi la
necessità.
Così, in occasione delle varie calamità che, purtroppo, a cadenza quasi
regolare colpiscono il nostro martoriato Paese, la presenza degli Alpini si
fa sentire immancabilmente, per portare aiuti concreti, organizzazione,
logistica, e perché no, una parola di
conforto, un abbraccio fraterno.
Ma la vita degli Alpini non è e non
può essere fatta solo di tragedie: infatti, ogni anno una città organizza una
manifestazione chiamata Raduno
Nazionale, al quale accorrono gli
iscritti di ogni parte d'Italia. Il folclore e l'umanità che caratterizzano questi momenti riescono veramente ad
emozionare chiunque. La sfilata finale è il momento clou, quando una
marea di cappelli alpini, al suono del
33, tipico inno alpino, procede per le
vie della città, colorandone i contorni
in modo indelebile.
Da quasi undici anni il Gruppo,
con l’aiuto di tutti, alpini e simpatizzanti, si è dotato di una nuova sede, la
Baita. Senza nulla togliere alla vecchia sede, condivisa con altre associazioni e situata nel parco della villa
comunale, da anni il Gruppo sentiva
l’esigenza di possedere in forma
esclusiva un luogo da poter frequenLa Torretta ● giugno 2010
tare in ogni momento, senza il vincolo
di esigenze organizzative e di disponibilità.
A seguito di enormi sforzi, sia di
tipo economico che in termini di
impegno personale, finalmente il
Gruppo Alpini si è dotato di una struttura autosufficiente e consona alla
mole di impegni e attività che ogni
giorno caratterizzano la vita del Gruppo stesso.
Per quanto riguarda un aspetto fondamentale della vita sociale a Ronco
Briantino, l’ambiente, il Gruppo Alpini è in prima linea, con la gestione dell'isola ecologica, garantendone il perfetto funzionamento con i propri
volontari, regolarmente iscritti
all'”Alpina”, associazione creata
appositamente allo scopo.
Si dice poi che ad un alpino piace
mangiare, bere e stare in compagnia.
Vero! Infatti è notorio che nel parco
comunale è installata una cucina
attrezzata e perfettamente a norma, a
disposizione di qualsiasi associazione
voglia organizzare una festa in tale
struttura. La Festa Alpina, chiusasi in
questi giorni, è stata l’occasione,
ancora una volta, per gustare i manicaretti preparati dai tanti volontari che
vi profondono energie e tempo gratuitamente.
All’appuntamento gastronomico,
affiancato da musica, giochi e vari
divertimenti, non è mancata la risposta entusiasta della popolazione ronchese.
Come già evidenziato in apertura di
articolo, quest’anno si festeggia il ventesimo anno di costituzione del Gruppo e, per celebrare la ricorrenza, si è
pensato di organizzare una manifestazione per il 18 e 19 settembre 2010.
Per l’occasione saranno presenti
numerose rappresentanze di gruppi
della sezione di Monza e territori limitrofi.
In linea di massima il programma
della manifestazione prevede, oltre
alla preghiera ai caduti presso il
monumento in via Mandelli, una sfila-
Gli alpini al Passo del Tonale. Nell’altra pagina, foto di gruppo in villa comunale
35

Documenti analoghi