Bari comunicato congiunto ok

Commenti

Transcript

Bari comunicato congiunto ok
LETTERA APERTA
C
CO
ON
NT
TR
RA
AT
TT
TA
AZ
ZIIO
ON
NE
E :: P
PE
ER
RC
CH
HE
E’’ II ““T
TA
AV
VO
OL
LII S
SE
EP
PA
AR
RA
AT
TII”” ?
?
E
E’’ G
GIIU
UN
NTTA
A FFO
OR
RS
SE
E LLA
A FFIIN
NE
ED
DE
ELLLLA
AP
PLLU
UR
RA
ALLIITTÀ
ÀD
DE
EM
MO
OC
CR
RA
ATTIIC
CA
AD
DE
ELL
S
SIIN
ND
DA
AC
CA
ATTO
OA
AB
BA
AR
RII ?
?
Cari colleghi;
è con sommo dispiacere che queste OO.SS. vi comunicano, come a seguito degli ultimi
avvenimenti in occasione degli inizi dei tavoli per le Contrattazioni Decentrate in questa
Provincia, è stato assestato un duro colpo, da parte di alcune OO.SS., al cartello sindacale,
sinonimo di vero spirito d’unità sindacale.
Momento, quello delle contrattazioni decentrate importante per tutti i poliziotti di Bari
che da oggi, a causa di quanto appena detto, sembra essere divenuto un momento di
disgregazione sindacale e formazione di blocchi contrapposti tra gli stessi sindacati.
Vogliamo dire ai non addetti ai lavori, che la richiesta di tavoli Separati sulla
contrattazione decentrata è una scelta, che sebbene lecita, lacera profondamente lo spirito
unitario del Sindacato Barese, sentimento, posto a fondamento dell’esistenza stessa del
sindacato e che, purtroppo, qualcuno sembra aver dimenticato.
La parola "sindacato" deriva dal greco SIN (insieme) DIKE’ (giustizia), vuol dire cioè;
“ Insieme per la Giustizia “
I sindacati sono organismi che raccolgono i rappresentanti delle categorie produttive ed
esistono, infatti, sia sindacati dei lavoratori che sindacati dei datori di Lavoro.
La storia dei sindacati è però soprattutto storia dei lavoratori (operai, contadini,
impiegati) che si riuniscono allo scopo di difendere gli interessi delle loro categorie.
Il sindacato non è un nemico dell'Amministrazione, né tanto meno di un’altra sigla
sindacale, ma semplicemente un diritto alla tutela del lavoratore.
Ogni OO.SS. non è il sindacato dei SOLI iscritti, ma è il sindacato di TUTTI i lavoratori,
anche dei non iscritti, indipendentemente dalla "poca sindacalizzazione" dell'Amministrazione,
termine usato troppo spesso e in modo inopportuno, per tentare di minimizzare il lavoro dei
delegati.
Ogni lavoratore deve sentirsi LIBERO di iscriversi al sindacato. Non è giusto da parte di
un lavoratore sentirsi incapace di richiedere all'Amministrazione qualcosa, soprattutto se gli
spetta di diritto, oppure sentirsi potenzialmente ostacolato o messo da parte solo perchè parte
di un sindacato.
Esistono molti motivi per iscriversi, principio, necessità di aiuto, desiderio di essere
uniti.
Dobbiamo dire a tutti Voi colleghi che questa richiesta, a nostro parere, appare
inspiegabile visto il tenore di quanto acclarato dall’art. 3 del vigente A.N.Q., nonché da quanto
enunciato nell’art. 4 del vigente A.N.Q.
La divisione sindacale in un momento come quello della contrattazione decentrata, a
nostro avviso non fa che agevolare la contro parte, visto che la forza contrattuale data
dall’unione di tutte le OO.SS. produrranno un ineludibile vantaggio per tutti Noi lavoratori di
Polizia.
E mentre a Roma da qualche anno si lavora in cartello per far fronte comune sulle
richieste, sugli accordi e sulle battaglie sindacali, qui a Bari ci si divide.
L'unione fa la forza !!!, sembra scontato, ma non sottovalutarlo è già un passo
avanti.
La volontà di fare trattative in tavoli separati è un metodo sbagliato perché
non pone a confronto le idee e le strategie dei soggetti impegnati nella vertenza.
La democrazia di mandato non è un optional ma una scelta sicura, non trattabile.
Qualunque accordo o contratto ha maggior valore, se condiviso dalla più ampia
maggioranza dei lavoratori interessati ed è per questo che sulla concertazione delle regole
comuni ci si deve unire e non certo dividersi in tavoli separati.
Va bene !!! non ci accomodiamo, in ogni caso continueremo a lavorare con serietà
al servizio di TUTTI i lavoratori di Polizia, fermamente contrari a chiedere i tavoli separati da
altri che non la pensano come noi.
Noi siamo disposti sempre e comunque a confrontarci e come già ribadito più
volte noi continueremo sempre ed in ogni sede a portare con estrema radicalità il nostro
pensiero, mettendolo a disposizione di tutti, non come base di scontro ma contributo per
elaborare, non una mediazione, ma una posizione comune e adeguata.
Qualcuno ci ha definiti “piccoli sindacati” sarà anche così !!!, ma Noi siamo l’ago della
bilancia, noi siamo quelli che sui posti di lavoro, lavorando al vostro fianco spesso sentono le
lamentele di Voi tutti, sul modo di far sindacato dei c.d.“grandi”.
Vogliamo dire a loro tutti, purtroppo per voi, esistiamo e non staremo a guardare
passivamente e vostro malgrado continueremo imperterriti la nostra opera di sindacalisti al
servizio di TUTTI i lavoratori di Polizia.
Leggendo questa lettera qualcuno si chiederà chi sono questi sindacati che non amano la
democrazia, il pluralismo…. cari colleghi vogliamo lasciare a Voi il piacere, tramite i vostri
sindacati di scoprirlo e magari scoprire le motivazioni che li ha spinti a questa decisione.
Ricordiamo che In ogni Democrazia esiste la libertà e il rispetto dell'opinione e ognuno
dovrebbe essere difensore di questo principio;...noi
lo siamo!!!
E’ proprio vero “Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti
combattono. Alla fine, vinciamo… NOI !!!”
Fed. S.P.
P. MISURELLI
Ugl - Polizia
R. LAGHEZZA
Coisp-Up-FpsAdp-Pnfi-Mps
M. OSTELLO
Consap
Italia Sicura
M. MERCADANTE