ULAV (UbuntuLite AntiVirus) - Comune di Campagnano di Roma

Commenti

Transcript

ULAV (UbuntuLite AntiVirus) - Comune di Campagnano di Roma
ULAV (UbuntuLite AntiVirus)
Augusto Scatolini ([email protected])
Ver. 1.0 (agosto 2009)
OBIETTIVO
L'obiettivo di questa guida è mostrare come sia possibile costruirsi un live CD GNU\Linux con
dentro 4 antivirus installati, aggiornati e funzionanti.
Ovviamente gli antivirus non sono per le macchine GNU\Linux ma per le macchine Windows
infette e non ripulibili con l'antivirus installato di default.
Infatti il primo problema di un sistema infetto è che deve essere ripulito da uno o più antivirus che
non siano residenti sulla stessa macchina. La soluzione è appunto un Live CD con GNU\Linux con
uno o più antivirus che avvia (boot) il PC prescindendo dalle condizioni di Windows.
REQUISITI
Un sistema GNU\Linux funzionante (è stato usato Ubuntu 9.04)
Un sistema di virtualizzazione (è stato usato Sun VirtualBox 2.2.4)
Un'immagine ISO di un sistema GNU\Linux minimale (è stato usato Ubuntulite)
Un programma capace di ricreare un CD Live da una installazione (è stato usato Remastersys 2.0-5)
4 antivirus da installare sul CD Live (Clamav, F-prot, Bitdefender e Avast)
Un server gratuito che ospiti l'immagine ISO da scaricare (è stato usato www.adrive.com)
DIFFICOLTA'
Le maggiori difficoltà incontrate per questo progetto sono state due:
1. la ricerca di una distribuzione GNU\Linux con le seguenti caratteristiche
◦ Derivata da Ubuntu (perché più conosciuta)
◦ Funzionante in modalità grafica (perché più semplice)
◦ Funzionante in modalità Live CD (per avviare il PC Windows)
◦ Installabile (per apportare le necessarie modifiche)
◦ Talmente piccola da installarci 4 antivirus e non superare le dimensioni di un CD-ROM
2. la ricerca di antivirus free (open source) o freeware relativamente leggeri
◦ ClamAV
◦ F-Prot
◦ BitDefender
◦ Avast
PROCEDURA
Procurarsi una copia di Ubuntulite
Dal sito http://u-lite.org/content/get-u-lite si può scaricare l'immagine ISO ubuntulite 0.8 beta2.iso
di soli 356 MB, è consigliabile scaricarla dal circuito torrent alla pagina
http://linuxtracker.org/index.php?page=torrent-details&id=2eba5c5848c87aa8634e35f15a694413fe36aa95
Installare, tramite VirtualBox, una macchina virtuale a partire dall'immagine ISO scaricata
Pulizia del Sistema
Nonostante le ridotte dimensioni di questa distribuzione, per installare comodamente gli antivirus e
soprattutto per aggiornare le firme antivirus, è opportuno liberare più spazio possibile per mantenere
le dimensioni di un CD-ROM (700 MB).
Quindi si disinstalla tutto quello che è disinstallabile e si cancella quello che non è disinstallabile.
Come si noterà il menù delle applicazioni contiene pochissime
voci di programmi,
il resto è stato disinstallato,
i programmi che si vedono aprendo per esempio Audio e Video
non funzionano perché sono stati cancellati a mano.
Installazione degli Antivirus
La scelta degli antivirus è ricaduta sui quattro sopra citati per la relativa facilità di installazione e
per le contenute dimensioni. Per esempio l'antivirus AVG occuperebbe troppo spazio.
Si era pensato di includere anche l'eseguibile Stinger di McAfee, ma questo richiede l'installazione
di Wine che è improponibile se si vuole rimanere dentro le dimensioni di un Cd-ROM
Installare Remastersys
Il programma Remastersys (http://www.geekconnection.org/remastersys/remastersystool.html)
permette il backup del proprio sistema Debian o Ubuntu su CD/DVD o la creazione di un live
CD/DVD a partire dalla propria installazione.
L'installazione presuppone l'inserimento del seguente repository nel file /etc/apt/sources.list
# Remastersys
deb http://www.geekconnection.org/remastersys/repository ubuntu/
dopo di ché sarà possibile installare remastersys tramite Synaptic, previo aggiornamento
** se non è già installato squashfs-tools, sarà necessario installare il tool con il seguente comando
sudo apt-get install squashfs-tools
Creare il CD Live
Il programma remastersys è tanto potente quanto semplice da usare. Tramite terminale sono
sufficienti due comandi per creare il Cd Live e per cancellare il lavoro fatto:
sudo remastersys dist nomecdlive.iso
sudo remastersys clean
L'host per la ridistribuzione
Visto che la distribuzione era veramente minimale, non c'era modo di trasferire l'immagine ISO
dalla macchina virtuale a quella reale. Visto che comunque c'era bisogno di host per la
ridistribuzione dell'immagine ISO e visto che la distribuzione era in grado di connettersi alla rete
internet si è scelto il sito http://www.adrive.com prima per spostare l'immagine ISO dalla macchina
virtuale e in secondo luogo per ridistribuire via internet il Live CD.
** visto che il rilascio della distribuzione ha una frequenza mensile, per aggiornare gli antivirus, per
scaricare l'immagine del momento è necessario collegarsi alla pagina
http://www.comunecampagnano.it/ubuntulite/
FINE
Questo documento è rilasciato con licenza Copyleft
(tutti i rovesci sono riservati)
altre miniguide
http://www.comunecampagnano.it/gnu/miniguide.htm

Documenti analoghi

gnu/linux ubuntu 8.04 (live cd) localizzato personalizzato

gnu/linux ubuntu 8.04 (live cd) localizzato personalizzato tentare di masterizzarla su CD ROM in modalità OVERBURN ma la probabilità che poi il CD funzioni è minima, d’altra parte masterizzare 703 MB su un DVD con capacita di oltre 4 GB non solo non ha sen...

Dettagli