sintomi psichici e mentali

Commenti

Transcript

sintomi psichici e mentali
SINTOMI PSICHICI E MENTALI
DAL TRATTATO DELLE MALATTIE CRONICHE
AGARICUS MUSCARIUS
6. Avversione a parlare, senza essere di cativo umore
9. Avversione a parlare con agitazione, stizzosità e avversione al lavoro
15. Avversione per ogni tipo di lavoro
17. Disgusto per ogni tipo di lavoro che occupa la mente, e se tuttavia lo intraprende, insorge afflusso di
sangue alla testa, battito nelle arterie, vampate al volto e la facoltà del pensiero è disturbata
ALUMINA
Indicazioni cliniche: cupezza, ansietà, solitudine, timidezza, avversione al lavoro, difficoltà nel
ricordare e riflettere.
9. Al mattino, al risveglio, come depresso dal dolore, senza una chiara coscienza
11. Il ragazzo cade in un pianto continuo contro il suo volere, per ½ ora
13. Umore ansioso, troppo serio
16. Ansia con calore esterno e irrequietezza, come se avesse fatto qualcosa di male
18. Irrequietezza la sera, come se il male fosse imminente
32. Estremamente stizzoso e concentrato in se stesso
36. Indisposizione per ogni tipo di occupazione e noia, nel pomeriggio
AMMONIUM CARBONICUM
Indicazioni cliniche: timidezza, disobbedienza, ostinazione, disgusto per la vita, difficoltà la sera,
angoscia, ansia con debolezza, diminuita facoltà di pensare.
11. La mente è irrequieta e la sente strana (2° giorno)
AMMONIUM MURIATICUM
Indicazioni cliniche: lugubre, stizzoso, di umore indifferente.
ANACARDIUM
Indicazioni cliniche: umore ipocondriaco e preoccupato, depressione, asocialità, ansia, paura della morte
che arriva, mancanza di senso morale (empietà, disumanità, durezza d’animo), condizione come se avesse
due volontà delle quali una annulla ciò che l’altra lo obbliga a fare, sensazione come se lo spirito fosse
separato dal corpo.
12. Estremamente stizzoso e di cattivo umore
17. Passionale e contrariato
22. Molto indifferente e insensibile; alcunchè di gradevole e sgradevole eccita la sua simpatia; per 8
giorni
29. Difficoltà a ricordare; niente rimane nella sua memoria; manca delle idee, e perde il soggetto
velocemente, senza accorgersene
32. Nel pomeriggio la sua memoria va meglio che al mattino, sebbene sia lenta nel produrre ciò che
deve; pure la comprensione di quanto legge gli risulta molto facile, anche se non riesce a trattenerlo
(dopo 3, 4 giorni)
ANTIMONIUM CRUDUM
Indicazioni cliniche: intolleranza, in un bambino, ad essere toccato e guardato.
ARSENICUM ALBUM
Indicazioni cliniche: paura della morte, stizzosità.
11. Ansietà e calore, che non le permettono di andare a dormire prima di mezzanotte, per molti
giorni
12. Ansietà la sera, dopo essersi sdraiato, e dopo mezzanotte, alle 3, dopo un risveglio
13. Ansia severa, di notte intorno alle 3: talvolta si sentiva bollente, poi come dovesse vomitare
14. Ansietà, angoscia (Myrrhen, Quelmalz)
27. Non riesce a stare fermo in alcun posto, cambia continuamente posizione, desidera andare da
un letto all’altro e sdraiarsi, ora qui, ora lì
54. Cattivo umore, la mattina, a letto; butta il cuscino con insoddisfazione, toglie le coperte e si scopre,
non guarda e non ascolta nessuno
55. Si sente contrariato per ogni scicchezza, e non riesce a fermarsi di parlare degli sbagli altrui
72. Diminuzione della memoria
AURUM FOLIATUM
Indicazioni cliniche: ipocondria, malinconia,eccesso di vota, implso suicida.
10. Grande angoscia, che aumenta fino al suicidio con contrazione spasmodica dell’addome
27. Collerico e litigioso
30. Stizzoso e irascibile; la minima contraddizione lo eccita alla più grande collera
34. Passionalità e violenza
48. Una sorta di intossicazione ipocondriaca; la testa, specialmente verso la nuca, la sente come se
fosse piena di aria compressa
BARYTA CARBONICA
Indicazioni cliniche: tendenza al pianto, ansia per gli affari domestici, timidezza come verso gli estranei
e verso gli incontri sociali.
29. Dimenticanza; dimentica la parola che sta per pronunciare
BORAX VENETA
7. Timidi, sia lui che lei trasalgono per uno spro a distanza
CALCAREA CARBONICA
Indicazioni cliniche: avvilimento, tendenza al pianto, mancanza di allegria con pesantezza degli arti
inferiori, ansia con sudorazione, ansia irrequieta, brividi e orrore quando la sera si avvicina, angoscia,
eccitazione dai pensieri, ansia nell’ascoltare le crudeltà, eccitazione nervosa, timidezza, crisi di
scoraggiamento per la salute scossa, stizzosità sensoriale, concentrazione in se stesso, indifferenza,
difficoltà nel pensare.
1. Avvilito e malinconico al più alto grado, con una sorta di ansia
14. Grande angoscia e palpitazioni
18. Irrequietezza nella mente, con tristezza e ansia
38. Stizzosità e costante ostinata concentrazione in se stesso, per 3 giorni (dopo 28 giorni)
47. Cattivo umore senza motivo, per due sere consecutive
57. Avversione per tutti i lavori
CARBO ANIMALIS
Indicazioni cliniche: timidezza.
3. Nostalgia
33. Testa offuscata, al mattino, e ogni cosa sembra contrariarla
CARBO VEGETABILIS
Indicazioni cliniche: angoscia, irritabilità, paura, paura dei fantasmi di notte, stizzosità.
25. Passionalità e stizzosità, nel pomeriggio
26. Molto stizzoso, irritabile e incline alla collera
CAUSTICUM
Indicazioni cliniche: avvilimento ipocondriaco, malinconia, pensieri tristi di notte e pianto di giorno,
ansia, sfiducia nel futuro, tendenza allo spavento, passionalità, stizzosità.
12. La più grande angoscia per 12 ore
17. Pieno di idee paurose, la sera
33. Molto stizzoso (dopo 48 ore)
34. Umore stizzoso, irritabile
48. Indisposto al lavoro (dopo 10, 20 ore)
55. Debolezza di memoria
56. Distrazione e mancanza di pensieri
58. Disattento e distratto
COLOCYNTHIS
Indicazioni cliniche: ansietà, mancanza di senso religioso.
1. Avvilito, triste, indisposto a parlare
6. Grande angoscia (Hoyer)
CONIUM MACULATUM
Indicazioni cliniche: tristezza, ipocondria, ansia, cattivo umore e malinconia, avvilimento, irritabilità,
timidezza, inclinazione alla stizzosità, smemoratezza e debolezza della testa.
34. Mancanza di memoria
37. Straordinaria incapacità a ricordare
40. Ottusità, difficoltà a comprendere ciò che viene letto; ottundimento della testa
62. La minima quantità di liquore lo intossica
CUPRUM
6. Scosse irrequiete, e costante difficoltà
20. Delirio (Ramsay)
23. Crisi di insania: immagina di essere un comandante militare (Ramsay)
DIGITALIS
7. Ansietà, con grande apprensione per il futuro, più intensa ogni sera alle 6, con tristezza e pianto che
danno sollievo
9. Angoscia interna, come di coscienza, come se avesse commesso un crimine, o dovesse aspettarsi
rimproveri (continuativa per più di tre mesi)
36. Testa confusa, come da intossicazione, con aumento dell’attività cerebrale (Joerg)
GRAPHITES
Indicazioni cliniche: sensazione di infelicità, apprensione al mattino, ansietà, ansia durante il lavoro
sedentario, stizzosità, avversione al lavoro, senso di intossicazione alzandosi dal letto, sensazione caotica
nella testa.
1. Avvilimento, umore triste (dopo 72 ore)
6. Dolore fino alla disperazione, per le cose più insignificanti
15. Oppressione ansiosa
29. Facilmente spaventato (dopo 6 ore)
31. Eccitato molto facilmente; anche solo parlando le mani diventano bollenti
33. Stizzosità
42. Distrazione
HEPAR SULPHURIS CALCAREUM
19. Grande debolezza di memoria durante la sua stizzosità; deve riflettere giusto un momento prima di
ricordare qualcosa
IODIUM
1. Avvilimento (Kuenzli, Matthey, Gairdner, Richter)
7. Oppressione del torace (Graefe)
11. Ansietà (Gairdner, Kuenzli, Graefe, Richter, Kolley)
35. Allucinazioni tattili (Gairdner, Kuenzli, Richter)
39. Ottundimento della testa, con grande avversione a un lavoro serio
KALIUM CARBONICUM
Indicazioni cliniche: stizzosità, timidezza, mancanza di memoria.
11. Ansietà e avversione alla compagnia
12. Ansia ogni giorno
13. Pieno di apprensione
15. Apprensivo e ansioso per la sua malattia
24. Grande timidezza
37. Umore irritabile
38. Umore irritabile, stizzoso
60. Frequente ottundimento della testa
LYCOPODII POLLEN
Indicazioni cliniche: malinconia, dolore, ansia con tristezza e disposizione al pinato,
paura di essere solo, stanchezza, irritabilità, ostinazione, ipersensibilità, stizzosità,
pensieri stizzosi, sgradevoli, attività mentale impedita, disturbi da lavoro mentale.
17. Disposizione al pianto, con brividi
19. Grande oppressione nello scrobiculus cordis da contrarietà
20. Grande ansia, come se fosse nello scrobiculus cordis, senza particolari pensieri
22. Ansia la sera; le cose risultano mezze confuse davanti gli occhi
33. Codardo, triste, fantasioso
39. Grande timidezza
43. Scontento (dopo 72 ore)
45. Stizzosità
83. Errori nelle parole e nelle sillabe
MAGNESIA CARBONICA
2. Ansioso e caldo per tutto il corpo, specialmente alla testa, mangiando cibo caldo
NATRUM CARBONICUM
Indicazioni cliniche: tristezza, avvilimento, umore ipocondriaco, sogni di uomini o di
un gruppo, ansia, palpitazioni ansiose, angoscia con tremore e sudorazione durante la
traspirazione, tendenza ai sobbalzi, scoraggiamento, indignazione, malevolenza,
difficoltà a comprendere e combinare i pensieri, leggendo e ascoltando, stanchezza da
lavoro mentale.
3. Sogni di uomini e timidezza (29° giorno)
12. Apprensione, con brivido scuotente per tutto il corpo
18. Irrequietezza (dopo 3 giorni)
30. Indifferenza (dopo 10 giorni)
34. Facile tendenza allo spavento
43. Contrariato (dopo 24 ore)
46. Disposizione contrariata, irritabile
70. Ottusità nella testa, come dopo un sonno prolungato
NATRUM MURIATICUM
Indicazioni cliniche: tristezza e apprensione per il futuro, ansia, tendenza a sobbalzare,
irritabilità stizzosa, violenza.
31. Tristezza
33. Indifferente e triste
40. Disgusto per il lavoro
53. Molto incline a sobbalzare
62. È molto facilmente portato ad arrabbiarsi
63. Ogni sciocchezza lo porta ad arrabbiarsi
84. Assenza mentale; non sa realmente cosa deve dire
86. Facilmente commette errori del linguaggio
NITRI ACIDUM
Indicazioni cliniche: tristezza, mancanza di allegria, ansia per la sua malattia, con
paura della morte ed eccessiva irritabilità, stizzosità e ostinazione, avversione al lavoro.
16. Ansia, come se fosse impegnato in una inquieta causa o contestazione
44. Contrariato per la minima sciocchezza, anche su se stesso, quando fa qualcosa
che non va bene
45. Facilmente annoiato, con disturbo della mente
53. Indisposto per un serio lavoro
55. Grande debolezza di memoria
PETROLEUM
Indicazioni cliniche: ansia, timidezza, eccitazione, abuso, mancanza di memoria,
debolezza di memoria e della facoltà di pensare, ottundimento della testa.
7. Grande timidezza; sobbalzi spaventosi e violenti per le sciocchezze
17. Contrariato con se stesso per ogni cosa, anche la minima sciocchezza, e non vuole
rispondere
20. Molto stizzoso e arrabbiato; facilmente diventa passionale
29. Dimentica molto facilmente e indisposizione a pensare
PHOSPHORUS
Indicazioni cliniche: mancanza di allegria, apprensione stando solo, ansia per il futuro,
irritabilità e ansietà, timidezza, tendenza a sobbalzare, irritabilità e stizzosità,
avversione al lavoro.
25. Ansietà e irrequietezza, con molta sudorazione alla fronte e calore in testa
57. Grande irritazione dello spirito
73. Di umore molto buono, specialmente nel pomeriggio
94. Capogiro dolente, 8 mattine di seguito
105. Non può collegare i suoi pensieri, al mattino, alzandosi, avverte capogiro, la testa
pesante e dolente, come se si fosse sdraiato con la testa troppo in basso durante la
notte
PHOPSHORICUM ACIDUM
Indicazioni cliniche (da Hering, citate da Hahnemann): incapacità al lavoro mentale,
con grande scoraggiamento e indolenza del corpo e della mente.
PLATINA
7. Angoscia come se stesse per morire, come se dovesse seguire incoscienza, con
tremore a tutti gli arti, respiro bloccato e intense palpitazioni
11. Grande irrequietezza mentale, da non sapere dove stare, con tristezza che rovina
anche ciò che sarebbe più gioioso; immagina di non essere adatta per questo mondo, è
stanca di vivere, ma ha un grande orrore della morte, che crede imminente
18. Taciturna e con un pianto involontario, anche dopo il più amichevole discorso,
tanto da sentirsi contrariata con se stessa
22. Molto incline al pianto e alla stizzosità; spesso piange involontariamente; questo
la solleva
27. Grande allegria, così che potrebbe aver danzato, mezz’ora dopo il pianto
28. Dapprima grande allegria per due giorni; ogni cosa sembra bella, potrebbe aver
riso per le cose più tristi; al terzo giorno, poi, grande tristezza, anche per le cose
allegre e ridicole, anche quando ci si parla
35. Illusione immaginativa; entrando nella stanza dopo aver camminato per un’ora,
tutto intorno le sembrò molto piccolo e tutti erano fisicamente più piccoli di lei,
mentre lei stessa si sentiva grande e alta; la stanza le sembrava buia e sgradevole;
assisteva a ciò con umore ansioso, triste e contrariato; una vertigine barcollante e un
malessere sopraggiunsero, mentre prima queste cose le risultavano piacevoli; all’aperto,
alla luce del sole, tutto svaniva d’incanto
36. Sdegnoso, pietoso sguardo verso persone altrimenti rispettate, con un certo
disdegno, a parossismi, contro il suo (di lei) volere
37. Durante questo capriccio di sdegno, improvvisamente fame vorace, mangiando
in modo impaziente e affrettato; al momento del pasto usuale, poi, non c’è appetito,
ed ella mangia senza piacere
39. Indifferente, fredda, astratta nella compagnia di amici, all’aperto; risponde solo
quando deve, e riflette solo dopo se la risposta è stata appropriata; i suoi pensieri erano
sempre assenti, senza che fosse cosciente di ciò che dicevano
43. Grande vuoto mentale e dimenticanze, non ascolta ciò che si è detto prima di lei,
anche quando le si rivolge empaticamente e ripetutamente
SEPIA
Indicazioni cliniche: avvilimento e pianto, tristezza, malinconia, impensierito,
scoraggiamento, ansia la sera a letto, ansia e apprensione con vampate di calore, facilità
a spaventarsi, avversione all’occupazione di qualcuno, indifferenza verso la sua
famiglia.
32. Molto facilmente spaventato e timido
40. I nervi sono sensibili a ogni rumore
61. Molto indifferente a tutto, insensibile e apatico (sopo 6, 7, 8 giorni)
65. Memoria debole (dopo 20, 48 ore)
70. Difficoltoso flusso di idee
SILICEA
Indicazioni cliniche: disposizione alla contrarietà, mancanza di allegria,
indisposizione al lavoro, intensa irritabilità, contrarietà e ansia per le sciocchezze, a
causa di una grande debilitazione nervosa, mancanza di coraggio, irrequietezza,
mancanza di memoria, affaticamento dalla lettura e dallo scrivere, incapacità a
pensare, oscuramento della testa, grande capogiro la sera, come da intossicazione
22. Scontroso (9° giorno)
STANNUM
18. Stizzosità taciturna, non vuole rispondere, e lo fa bruscamente; egli è facilmente
contrariato, e subito diventa passionale
SULPHUR
Indicazioni cliniche: irritabilità, stizzosità e contrarietà, tendenza a sobbalzare,
timidezza, inclinazione al pianto, cattivo umore, inconsolabile stato che riguarda ogni
azione di se stessa che considera sbagliata, idee fisse di tipo religioso, attacchi di ansia,
ansia che obbliga la persona a slacciare le scarpe e cercare l’aria aperta, violenza, stato
di confusione della testa e difficoltà nel parlare, debolezza di memoria
1. Contrarietà
36. Di pessimo umore, contrariato e incline al pianto, specialmente al mattino e alla
sera
37. Estremamente annoiata e di cattivo umore, niente le si confà
40. Contrariato, accigliato e offuscato nella sua testa, come da incipiente coriza
44. Di cattivo umore e critico
46. Umore irritabile; facilmente si butta nella passionalità, e sempre introverso
47. Indolenza dello spirito e del corpo durante il giorno, indisposto a lavorare e
agitato (dopo 7 giorni)
52. La sera del tutto indisposto a qualsiasi cosa, a lavorare, a divertirsi, parlare e
muoversi; si sente molto distrbato, e non sa per quale motivo
ZINCUM
Indicazioni cliniche: indisposizione a lavorare e camminare, pensieri di morte, come se
stesse per morire, debolezza di memoria, senso di costante confusione della testa,
tristezza
4. Umore contrariato, taciturno, specialmente la sera
22. Lamento per le contrarietà; senza alcuna causa esterna, con pressione nella parte
superiore della testa
23. Facilmente arrabbiato
SINTOMI PSICHICI E MENTALI DALLA MATERIA MEDICA PURA
ACONITUM
Indicazioni cliniche: spavento combinato a contrarietà, soprattutto nelle donne durante le regole (che
spesso vengono soppresse).
505. Cupa, come se non ci fosse vita in lei (dopo 2 ore)
506. Diventa allegro e incline a cantare e ballare (dopo ½ ora)
513. Palpitazioni e ansietà, con aumento di calore nel corpo, specialmente al volto
514. Palpitazioni con grande ansietà; oppressione del respiro e grande debolezza a tutti gli arti; ciò
irradia da qui fino alla testa e si sente come stupita da un arrossamento volteggiante nel volto
516. Inconsolabile ansietà e gemito pietoso, con lamenti e rimproveri per malignità (spesso sciocche)
(dopo 5 ore)
519. Antropofobia (dopo 3 ore)
523. Il minimo rumore gli risulta intollerabile (dopo ½ ora)
524. La musica le risulta intollerabile; le attraversa le gambe; diventa del tutto malinconica (dopo 24 ore)
525. Eccessiva tendenza a essere scosso (dopo 1/4 ora)
526. Prende a male ogni cherzo (dopo 3 ore)
527. Estrema disposizione alla collera (dopo ½ ora)
534. Composto, posato, sebbene non di umore allegro (azione secondaria e curativa) (dopo 8 ore)
540. Paure lamentose di morte imminente (da 2 a 12 ore)
541. Paura che gli capiti qualche accidente
AMBRA GRISEA
477. L’immaginazione è occupata da molte idee lascive, anche nei sogni, anche se la libido e gli organi
sessuali sono molto poco eccitati da ciò (nelle prime 24 ore)
480. Ansioso la sera
481. Ansioso e tremante (dopo 8 giorni)
482. Grande avvilimento (dopo 6 giorni)
484. Molto triste (dopo 72 ore)
485. Disperazione (dopo 48 ore)
486. Lacrimoso immediatamente, poi stizzoso e collerico, per due ore
ANGUSTURA
294. Tristezza e irritabilità (dopo 24 ore)
295. Tristezza, scontento per la sua posizione, sensibilità sgradevole agli scherzi; le minime offese lo
riempiono di amarezza (dopo 12 ore)
297. Quando cammina all’aperto il suo umore è buono e allegro (immediatamente) (NOTA: sembra
essere proprio un’azione curativa)
298. Allegria e autostima, tanto che egli può intraprendere ogni cosa con forza (NOTA: reazione del
potere vitale, azione curativa)
ARGENTUM FOLIATUM
220. Sogni ansiosi; dopo il risveglio era ancora così ansioso che immaginava di aver davvero vissuto ciò
che aveva sognato (dopo 65 ore)
222. Umore più allegro e inclinazione a parlare tutto il giorno (NOTA: azione curativa secondaria)
ARNICA MONTANA
609. Ansia che riguarda il presente e il futuro (3° giorno)
611. Spavento e trasalimento per schiocchezze inaspettate (dopo 1,5 ore)
612. Avvilimento e assenza di pensieri (dopo 3,5 ore)
613. Dopo aver camminato all’aperto diventa indisposto a pensare e parlare, sebbene fosse
precedentemente vivace (dopo 9 ore)
617. Ansietà ipocondriaca
624. Umore ipersensibile; estrema inclinazione alle emozioni mentali gradevoli e sgradevoli, senza
debolezza e ipersensibilità fisica
628. Molto contrariata, ogni cosa la annoia, ogni sua precedente allegria e senso di amicizia sono andati
via (dopo 1 ora)
630. Contraddice; disputa; nessuono può fargli piacere (dopo 3, 12 ore)
633. Rigida ostinazione (dopo 4 ore)
634. Burbera insolenza e arroganza (dopo poche ore)
635. Trasale facilmente
638. Senza speranza
ARSENICUM ALBUM (vedere Malattie Croniche)
ASARUM EUROPAEUM
270. Grande gaiezza (dopo 6, fino a 12 ore), alternata a calma o anche tristezza per alcuni momenti
AURUM (vedere Malattie Croniche)
BELLADONNA
1315. Ansietà nella regione cardiaca (dopo 3 ore)
1356. Umore eccessivamente allegro, è disposto a cantare e fischiare (la sera) (dopo 13 ore)
1367. A un tempo esprime una riso folle, a un altro parla sensibilmente (dopo 1, 16 ore)
1368. Egli fa giochi stupidi, ridicoli (dopo 1/2, 6, 8 ore)
1382. Paurosità lacrimevole (dopo 1/8, 2 ore, entro le 8 ore)
1383. Dapprima pianto pietoso, che poi passa a un impaziente e spassionato lamento (con brividi) (dopo
1 ora)
1384. Pianto violento, gemito e lamento senza causa, associati a paurosità (dopo 2, fino a 8 ore, dopo
8, fino a 12, raramente dopo 12, fino a 20 ore)
1396. Scontrosità silenziosa (dopo 8 ore), due giorni dopo umore ordinario, ma il giorno seguente ancora
scontroso
1400. Grande irritabilità e acutezza dei sensi; ogni cosa ha odore e sapore più forti; il senso del tatto,
della vista e dell’udito sono più acuti, l’umore più variabiule e i pensieri più attivi (dopo 3 ore)
1411. Si muove freneticamente nel letto (dopo 10 ore) (Sauter)
1418. Fa cose senza senso, strappa i suoi vestiti a pezzi, raccoglie pietre dal terreno e le scaglia intorno a
lei (dopo 2 ore) (Sauter)
1433. Paurosità folle; teme un immaginario cane nero, la forca, etc. (più frequentemente nella prime
12 ore, più raramente nelle ore seguenti)
BISMUTHUM
106. È cupo e scontento della sua condizione e se ne lamenta (dopo 24 ore)
107. Comincia prima una cosa, poi un’altra, ma solo per poco vi rimane sopra
108. La solitudine gli risulta intollerabile
BRYONIA
766. Delirio per gli affari, per un’ora (dopo ½ ora)
768. Esitazione; apprensione (dopo 18 ore)
770. Ansietà; è apprensivo per il futuro
773. Dapprima avvilimento dello spirito, infine (dopo 5 giorni) allegria
775. Molto pianto per un giorno e mezzo
776. Umore subito collerico, contrariato e lacrimoso
780. Troppo occupato; spera di impegnarsi e lavorare a troppe cose (dopo 20 ore)
CALCAREA ACETICA
264. Umore molto triste, come se avesse dovuto aspettarsi cattive notizie (dopo 14 ore)
267. Per tutta la durata del giorno stizzoso e contrariato, ma alla fine burbero e loquace (dopo 39 ore)
268. Non disposto a parlare, ma non è di cattivo umore (dopo 6,5 ore)
269. È più allegro, e vorrebbe essere in compagnia e parlare con qualcuno (dopo 10 ore)
270. Ansioso la prima parte del giorno, poi allegro, alla fine contento con se stesso (dopo 62 ore)
CAMPHORA
345. Al primo giorno la disposizione era pigra e infelice, durante il freddo e il rigor; dopo 24 ore la
dispizione migliorò sempre più, anche durante i dolori
CANNABIS SATIVA
323. Allegria, come da intossicazione (dopo 1 ora e 1/4)
326. Tende a trasalire al minimo rumore (dopo 1 ora e 1/4)
CAPSICUM
333. Resistenza, con lamento (dopo 3 ore)
338. Disposizione a trasalire (dopo 2 ore)
341. È di umore contento, giocoso e canta, anche se per la minima causa tende ad arrabbiarsi (dopo
4 ore)
CARBO ANIMALIS E VEGETABILIS (vedere Malattie Croniche)
CHAMOMILLA
454. Ansietà tremante, con palpitazioni (dopo 1 ora)
455. Afflusso di sangue al cuore (immediatamente)
456. Estrema irrequietezza, scosse ansiose strazianti, con dolori laceranti nell’addome (dopo 1 ora),
seguiti da ottundimento dei sensi e poi cefalea intollerabile
460. (attacchi che durano qualche minuto, ogni due o tre ore): il bambino si fa rigido e si piega
all’indietro, batte con i piedi sul braccio della balia, piange in un modo incontrollabile, e getta via ogni
cosa
460. Irrequietezza lacrimevole; il bambino vuole questo e quello, e quando gli viene dato qualcosa
la rifiuta o la getta via da sè (dopo 4 ore)
464. Gemito lamentoso del bambino quando rifiutava ciò che voleva (dopo 3 ore)
467. Ella ha tendenza a trasalire (dopo 24 ore)
469. Lamento per cose insignificanti, anche un insulto immaginario che, semmai, avvenne tempo
prima
474. Cupezza per due ore
479. Non riesce a stare in piedi, essendolo interrogato o interrotto nella conversazione, specialmente dopo
essersi alzato dal sogno, con pupille lente, che si dilatano e contraggono con difficoltà (dopo 10 ore)
(NOTA: vedere sintomo 77. Le rare malattie pericolose che assomigliano alla febbre biliare acuta, e che
spesso insorgono dopo una violenta contrarietà provocante rabbia, con calore al volto, sete inestinguibile,
sapore di bile, nausea, ansia, irrequietezza, etc, ha una tale grande analogia omeopatica con i sintomi
della camomilla, che questa non può fallire nel rimuovere la malattia intera, rapidamente e
specificatamente, cosa che si ottiene come un miracolo da una goccia della sopra citata diluizione)
483. Scontroso, disposto alla disputa (dopo 12 ore)
484. La disposizione è verso la collera, la disputa e la controversia (dopo 2 ore)
485. Contrarietà con disputa; ella cerca di contraddire per ogni cosa (dopo 3 ore)
486. Gemito e lamento da spiriti bassi (dopo 5 ore)
487. È silenzioso e non parla, quando non è obbligato a rispondere alle domande (dopo 6 ore)
488. Siede rigidamente su una sedia come una statua, e sembra non prendere parte a qualunque cosa la
riguardi (dopo 24 ore)
CHELIDONIUM
nessun sintomo
CHINA
1095. Eccessiva prudenza ansiosa
1096. Eccessiva ansia per le sciocchezze (dopo 1,5 ore)
1100. Scoraggiamento
1103. Di tanto in tanto cade in un umore lacrimoso, senza cause esterne, da qualche capriccio interno
insignificante, come qualche desiderio immaginario, o che non può mangiare a sufficienza, etc (dopo 20
ore)
1107. Contrariato, arrabbiato e facilmente mosso alla collera (dopo 4 ore)
1110. Estremamente incline a essere contrariato, a ogni occasione; poi dispute e tendenza a contraddire
gli altri, fare rimproveri e dare noia (dopo 2 ore)
1113. Scontento; si crede sfortunato, e immagina di essere opposto e tormentato da qualcuno (dopo
5 ore)
1114. Disobbedienza
1115. Indisposto a pensare, con alternanza di allegria e tristezza per 3 ore (dopo 2 ore)
1120. Disprezzo per ogni cosa (dopo 1 ora)
1124. Forte cattivo umore, e non disposto a parlare (il primo giorno)
1132. Disgusto per il lavoro mentale e sonnolenza
1133. Disgusto per l’esercizio fisico e mentale
1137. Ha molte idee, si impegna a portare avanti ogni sorta di cose, castelli costruiti in aria (dopo qualche
ora)
1140. Lento flusso di idee
1142. Egli è perso nei pensieri (come il flusso di idee fosse ancora presente) (dop 3 ore)
1143. Non riesce a mettere ordine alle proprie idee, e commette errori nella scrittura e nel linguaggio,
poichè è come se mettesse le parole prima che vengano fuori; il parlare altrui lo distrae molto (dopo 2
ore)
CICUTA VIROSA
229. Ansietà; era violentemente colpito dalle storie tristi (Wepfer)
230. Gemito, uggia e lamento (Wepfer, Allen)
233. Tristezza per molti giorni (Wepfer)
241. Tranquillità della mente; era estremamente soddisfatto per la sua posizione e con se stesso, e
molto allegro (azione curativa secondaria)
CINA
292. Grande ansia e angoscia nel cuore, camminando all’aperto, come se avesse fatto qualcosa di male
(dopo 37 ore)
294. Piange pietosamente, quando qualcuno cerca di toccarlo o guidarlo (dopo 3 ore)
COCCULUS
520. I pensieri sono fissi su un singolo sgradevole soggetto; è assorta nei pensieri e non nota niente
intorno a lei
522. Ella si assorbe in profonde fantasticherie
532. Bighellona; nel lavoro non riesce a combinare o terminare niente, con le pupille contratte (dopo 12
ore)
537. Grande ansia, come se avesse fatto qualcosa di male (dopo 29 ore)
538. Ansia cardiaca, angoscia mortale (immediatamente) (Amatus Lusitanus)
540. Improvvisa, estrema ansietà
543. Ipersensibilità (dopo 24 ore)
546. Trasale facilmente
551. Facilmente infastidito; prende male qualsiasi cosa (dopo 24 ore)
552. Estrema inclinazione a essere infastidito e a prendere male ogni sciocchezza (dopo 1 ora)
555. Goioso, contento, felice; diventa spiritoso e fa scherzi (dopo 3 ore) (parzialmente azione curativa)
COLOCYNTHIS (vedere Malattie Croniche)
CONIUM (vedere Malattie Croniche)
CYCLAMEN
192. In precedenza allegro, divenne improvvisamente molto serio, e a un certo grado stizzoso (dopo 2
ore); dopo un po' divenne i nuovo allegro, e poi ancora stizzoso
194. Immerso in pensieri profondi, cercava solitudine e pensava al suo futuro destino (dopo 1 ora)
195. Pensieri profondi per il presente e il futuro, che quasi piangeva (dopo 12 ore)
196. Dolore interno e ansia di coscienza, come se non avesse compiuto il proprio dovere o avesse
commesso un crimine (dopo 1 ora)
197. Eccessiva tristezza, come se avesse fatto qualcosa di male, e avesse dimenticato il proprio dovere
(dopo 10 ore)
198. Calmo, contento con se stesso (dopo 3 ore) (azione secondaria e curativa)
DIGITALIS (vedere Malattie Croniche)
DROSERA ROTUNDIFOLIA
269. Ansia, con sensazione di calore che velocemente scorre per tutto il corpo, ma specialmente al volto,
come se stesse per ricevere cattive notizie (dopo 3,5 ore), e ancora (dopo 27 ore) rigor per tutto il corpo,
senza calore e senza sete
270. Irrequietezza; leggendo non poteva rimanere a lungo su un soggetto - doveva sempre andare a
qualcosa d’altro (dopo 36 ore)
271. Per tutto il giorno difficoltà nell’umore e ansia, pieno di diffidenza, come se avesse a che fare con
persone false (dopo 38 ore)
275. Triste e avvilito per i mali della vita, che le persone provocano le une sulle altre e verso se stesse,
per i quali è ansioso e preoccupato; nello stesso tempo mancanza di appetito (dopo 5 ore)
276. È avvilito per la malizia degli altri da un lato, e nello stesso tempo scoraggiato e preoccupato
per il futuro (dopo 4 giorni)
278. Ansia nella solitudine - sperava di avere sempre qualcuno vicino a lui; non poteva sopportare di
essere senza compagnia, ed era più tranquillo quando aveva qualcuno a cui parlare; ma quando ancora
essi lo lasciarono solo, era molto più ansioso, fino a sentire sonno; al risveglio l’ansia tornava (per 6 sere
successive)
282. Infelice, con ottundimento dei sensi e non incline al lavoro manuale e intellettuale (dopo 33 ore)
283. Una importante circostanza lo eccitò a tal punto, che era vicino alla collera (dopo 4,5 ore)
285. Sente una tranquillità interna e allegria (dopo 12 ore) (NOTA: reazione della forza vitale, azione
secondaria, azione curativa)
DULCAMARA (vedere Malattie Croniche)
EUPHRASIA OFFICINALIS
nessun sintomo
FERRUM
291. Violenza, disputa, sicumera (doo 4 ore)
292. Alternativamente, una sera eccessivamente allegro, quella dopo triste e malinconico
GUAJACUM (vedere Malattie Croniche)
HELLEBORUS NIGER
274. Estrema ansietà
278. Irrequieto e ansioso, come se anticipasse un accidente (dopo 5 giorni)
HEPAR SULPHURIS CALCAREUM (vedere Malattie Croniche)
HYOSCYAMUS NIGER
Indicazioni cliniche: disturbi mentali ed emozionali, alienazione dei sensi.
515. Stato esaltato della mente (per 12 ore), con delirio quasi incessante (da un clistere) (Joerdens)
517. Indaffarato: pensava di essere più attivo e più forte di quanto non fosse realmente (dopo 2, 4, 8 ore)
547. Il primo giorno estremamente vivace e molto burbero, il secondo contrariato e molto incline al
rimprovero
564, contrariato, triste (2° giorno)
568. Si muovevano sempre da un posto all’altro (per due giorni) (Sauvages)
581. Paurosità prolungata (Cagnion)
IGNATIA AMARA
750. Ansia di breve durata (dopo 1/4 ora)
754. Dopo il movimento della testa, specialmente al mattino, fretta di volontà; non riesce a esprimersi nel
parlare, scrivere, o a fare niente velocemente come sperava; da qui subentra un comportamento ansioso,
fa errori nel parlare e nello scrivere, e fa ogni cosa in modo goffo e ha bisogno di essere corretto (dopo 20
ore)
756. Eccessivamente indaffarato, con tendenza alla fretta; quando ha precipitazione il sangue sale al volto
(dopo 6 ore)
760. Al risveglio, dopo mezzanotte, ha paura dei ladri (dopo 10 ore)
761. Inusuale tendenza a essere spaventato
762. Teme ogni cosa, è spaventato specialmente dagli oggetti che gli si avvicinano (dopo 1 ora)
763. Audacia (dopo 3, 5 ore)
764. La minima colpa o contraddizione lo eccita alla disputa, ed è combattuto con se stesso nel fare così
(dopo 36 ore)
765. Dalla minima contraddizione è irritato e arrabbiato (dopo 8 ore)
768. Verso sera è scontento, imbronciato, ostinato, nessuno riesce a fare niente di giusto, niente che gli
piaccia (dopo 8 ore)
770. Capriccioso, impaziente, irresoluto, litigioso (ricorre ogni 3, 4 ore)
771. Incredibile cambiamento di umore, una volta scherza e gioca, un’altra è lacrimoso
(alternativamente ogni 3, 4 ore)
772. Alcune ore dopo la collera subentra umore giocoso (dopo 6 ore)
773. Trucchi scherzosi, infantili (dopo 8 ore)
775. Quando qualcuno esita a fare la minima cosa che ella desidera, o discute molto con lei, anche se in
maniera dolce e amichevole, o si sforza di persuaderla, o desidera in maniera diversa da ciò che ella
vuole, lei piange ad alta voce
776. Lamento, urla e fuori di sè, per le sciocchezze (dopo 1 ora)
777. Incomprensibili disturbi per il troppo rumore (dopo 2 ore)
778. Il rumore gli risulta intollerabile, e poi le pupille si dilatano più facilmente (dopo 6 ore)
779. Sussurra a bassa voce; non può parlare forte
780. Perdita dell’abituale allegria (2° giorno)
782. Evita di aprire la bocca e parlare; laconico (dopo 1, fino a 4 ore)
783. È come in un sonno; lo disgusta aprire gli occhi per guardare, la bocca per parlare, con respirazione
bassa e lenta
784. Una specie di apatia per tutto il corpo (2° giorno)
785. Indifferenza a tutto (2° giorno)
786. Malinconia molto seriosa; non può essere spinto a conversare o a esere allegro, con debole e
acquoso sapore per tutti i cibi e scarso appetito (dopo 24 ore)
787. Molto riservato, interiormente incline alla collera e irritabile (dopo ½ ora)
788. Siede in tutta apparenza in profondi pensieri, e guarda fisso davanti a sè, ma per tutto il tempo è
privo di pensieri (dopo 2 ore) (NOTA: il 788 provoca, come una rara condizione, un’azione alternante
con i sintomi seguenti)
790. Un’idea fissa che segue con il pensiero, o rincorre tutto in modo troppo zelante e completamente
nella conversazione (dopo 2 ore)
792. Disposizione delicata, con coscienza molto chiara
793. Disposizione sensibile, coscienza delicata (dopo 20 ore)
IPECACUANHA
218. Ripugnanza per il lavoro letterario; i pensieri lo sfiancano (dopo 29 ore)
221. Umore imbronciato, tanto che disprezza tutto, e desidera che anche gli altri non stimino o si
prendano cura di ogni cosa
223. È scrupoloso, apprensivo, e pensa che le sciocchezze siano importanti (dopo 6 ore)
226. Estrema impazienza
229. Molto spesso va in collera per la cosa più insignificante, e altrettanto può diventare facilmente e
velocemente calmo (dopo 5 ore)
232. Il bambino piange e si lamenta violentemente e ininterrottamente, e si mette il pugno nella bocca; il
volto è pallido e il corpo piuttosto freddo (dopo 1 ora)
LEDUM
329. Per tutto il giorno scontento con i suoi cari, ciò che alla fine raggiunge la misantropia
MAGNES
378. Stando al lavoro di giorno, parla ad alta voce con se stesso (NOTA: come una persona insana),
senza saperlo (immediatamente)
381. Zelante precipitazione, seguita da dolore al braccio e alla testa della spalla (nelle prime ore)
384. Indecisione, irresolutezza, precipitazione (immediatamente)
385. È stravolto e non può fissare l’attenzione su un singolo soggetto (immediatamente)
392. Molto incline alla collera e all’indignazione; quando si arrabbia ha cefalea, descritta come erosiva
(immediatamente)
394. Irascibilità
397. Disposizione pigra, flemmatica; non incline ad alcun lavoro, prostrazione e stanchezza (dopo 5 ore)
(NOTA: rara azione alternate)
MAGNETIS POLUS ARCTICUS
431. Di pessimo umore e stanco (dopo 24 ore)
432. Umore lacrimoso, con brivido e rigor nello stesso tempo (dopo 1 ora)
438. Ansioso, avvilito, codardo, disposizione inconsolabile, che lo obbliga ad auto-rimproverarsi
(dopo 1 ora)
439. Avvilimento (immediatamente)
441. Scrupolosità ansiosa, eccessiva, preoccupazione troppo coscienziosa
444. Tende a fare errori nella scrittura (dopo ½ ora)
448. Disposizione alternativamente allegra e triste per tutto il giorno (dopo 30 ore)
449. Timida e come se trasalisse (immediatamente)
452. Codardia, scrupolosità ansiosa (immediatamente)
453. Precipitoso, affrettato
456. Molto quieto, calmo, libero da preoccupazioni (dopo 1,5 ore)
457. Molto calmo e disposizione tranquilla, per tutto il giorno (dopo 48 ore)
MAGNETIS POLUS AUSTRALIS
375. Dopo aver camminato all’aperto, scontroso, litigioso (dopo 20 ore)
376. Dopo il sonno, verso sera, estremamente contrariato e litigioso (dopo 24 ore)
377. Litigioso, contrariato, stizzoso (dopo 3 giorni)
378. Silenzioso; parlare lo affligge (dopo 2 giorni)
380. Non gli piacciono i volti allegri (dopo 3 giorni)
382. Tristezza, afflizione, come se stesse solo, o avess ricevuto qualche cattiva notizia, per 3 ore
(immediatamente)
383. Pianto (immediatamente)
384. Irresolutezza (le prime ore)
MANGANUM ACETICUM
321. Tristezza (dopo 6 giorni)
322. Triste e contrariato (dopo 36 ore)
MENYANTHES TRIFOLIATA
285. Sensazione ansiosa presso il cuore, come qualcosa di brutto dovesse accadere e dovesse subire una
calamità (dopo 1 ora) (Schlegel)
286. Contrariato, di cattivo umore e scontento con se stesso e con la sua posizione; l’ansia lo spinge da un
punto all’altro (dopo 16 ore) (Schlegel)
287. Triste, fuori di umore e contrariato (dopo 1 ora)
288. Indifferente ai divertimenti (dopo 12 ore) - ½ ora dopo disposto a essere scherzoso
290. Umore malinconico; i suoi pensieri indugiano sulle tristi e sgradevoli cose del passato (dopo 80 ore)
291. Preferisce stare solo - se non è di cattivo umore - in quanto preferisce stare in silenzio, piuttosto che
parlare (dopo 7 ore)
293. Eccessiva gioiosità (dopo 11 ore) (NOTA: azione alternante)
MERCURIUS SOLUBILIS
Nessun sintomo in ordine temporale
MERCURIUS CORROSIVUS
1. Debolezza della mente; ci guarda con occhi fissi sgranati e non comprende (dopo 2 ore)
MOSCHUS
Indicazioni cliniche: grande potere curativo nelle condizioni tensive, toniche e spasmodiche delle
persone ipocondriache
150. Palpitazioni, come da aspettativa ansiosa (dopo 4 ore)
152. Contrariato (nelle prime ore)
MURIATICUM ACIDUM (vedere Malattie Croniche)
NUX VOMICA
Indicazioni cliniche: persone ansiose, zelanti, fiere, di temperamento caldo, o una disposizione
maliziosa, malvagia, irascibile.
1229. Calore solo interno, provocato da ansietà, seguito da sudorazione alla fronte (dopo alcune ore)
1231. Irrequietezza, con pupille molto dilatate (dopo 56 ore)
1238. Dopo mezzanotte, palpitazione molto violenta, con estrema ansia, che lo spinge a commettere il
suicidio (dopo 5 ore)
1242. Straordinaria ansia
1245. Intollerabile ansia, per un’ora (Consbruch)
1249. Tristezza
1254. Ella non riesce a riaversi dal più piccolo male
1261. Ella piange ad alta voce e singhiozza (dopo 3 ore)
1263. È stizzoso e solitario, se ne ha a male per ogni cosa, e facilmente prorompe in rimproveri e ingiurie
(dopo 2, 3 ore)
1264. Ella è molto incline al rimprovero rabbioso
1265. Stizzosità collerica, incline ad arrabbiarsi (dopo 1 ora)
1266. Rimprovera gli altri molto severamente per i loro errori
1269. Ostinatamente si oppone a ciò che gli altri desiderano (dopo 1 ora)
1271. Ogni cosa la sente in maniera eccessiva
1272. Ipersensibilità sensoriale; non può sopportare odori troppo forti e la luce viva
1273. Non sopporta i rumori e il parlare; la musica e il canto lo disturbano profondamente
1283. Annoiato; il tempo gli sembra intollerabilmente lungo (nella prima ora)
1286. Ha un disgusto completo per il lavoro, e anche il movimento non gli piace (dopo 2 ore)
1288. Irresolutezza, costante esitazione nelle intenzioni
1291. Non gli riesce niente (ogni cosa va al contrario) (dopo 6 ore)
1293. Agisce in maniera goffa e stupida; critica se stesso e si addolora (dopo 10 ore)
1296. Al mattino, terrore per quelle occupazioni letterarie nelle quali deve pensare per se stesso e
spiegare le idee mentalmente, onde affidarle alla scrittura o esprimerle verbalmente; ma la lettura e
l’apprendimento non gli risultano sgradevoli (dopo 16 ore)
1299. Tende a fare errori nel parlare e nello scrivere, lascia fuori sillabe e parole intere (dopo 6, 12
ore)
1300. A causa di un eccessivo afflusso di idee risulta appena cosciente, al mattino, dopo esseresi alzato
(dopo 10 ore)
OLEANDER
Indicazioni cliniche: alcune forme di alienazione mentale, come l’assenza di mente.
Nessun sintomo in ordine temporale.
OPIUM
621. Sensazione di coraggio e di allegria, tanto che è come se volesse portare fuori ciò che gli è richiesto
con energia, senza ripugnanza o paura, con una particolare sensazione di voluttà (ma che dura pochi
minuti) (dopo 1/4 ora); immediatamente dopo intorpidimento della testa, etc.
635. Paura (dopo 8, 12 ore)
646. Senza speranza, umore imbronciato, scontroso (dopo 8, 12 ore)
647. Pianto lamentoso e gemito (nelle prime ore)
655. Ansia precordiale e irrequietezza (dopo 2 ore) (Young)
PHOSPHORICUM ACIDUM (vedere Malattie Croniche)
PULSATILLA
Indicazioni cliniche: paziente timido, con disposizione al pianto, tendenza al dolore interno e stizzosità
silenziosa, o disposizione tranquilla e cedevole a tutti gli eventi; temperamenti flemmatici, lenti
1101. Calore ansioso, come se acqua bollente fosse gettata su di lui, con la fronte fredda
1103. Palpitazioni e grande ansia, tanto da doversi togliere i vestiti
1110. Quando viene sera (per 6 sere consecutive) divenne terrorizzato dai fantasmi; anche di giorno,
ansia con tremore e sensazione di flusso di calore per tutto il corpo, sebbene le mani e il volto fossero
pallidi e freddi
1111. Un sogno ansioso al mattino, e dopo il risveglio l’ansia continua, così come la paura e la
depressione di spirito, in rapporto allo spaventoso quadro della immaginazione di base (lo stesso che lo
inseguì nel sogno)
1112. Ansia: non sa come calmarsi (prima di 1 ora)
1113. Ansia: pensa che sarà rovinato (dopo 1 ora)
1115. Ansia, come se fosse minacciato da apoplessia, la sera, dopo essersi coricato, con brividi, rumori
nelle orecchie come musica, e contrazioni nelle dita della mano dx (dopo ½ ora)
1116. Ansia tremante, come se dovesse morire (dopo 1 ora)
1119. Non riesce a pensare senza affliggersi per i suoi affari, al mattino (dopo 8 ore)
1120. Stato irrequieto, come se non avesse fatto bene il suo dovere (dopo 18 ore)
1123. A volte vuole fare una cosa, a volte un’altra, e quando gli viene dato un compito, non lo esegue
(dopo 10 ore)
1126. Contrariato, non incline al lavoro (dopo 1 ora)
1127. Cupezza, prorompe in pianto, quando venne interrotto nel suo lavoro (al pomeriggio, intorno alle
4) (dopo 36 ore)
1128. Stizzosità (anche dopo molte ore)
1130. Di cattivo umore e scontento per tutto il giorno, senza motivo (dopo 24 ore)
1131. Ascoltanto una notizi sgradevole divenne afflitto, triste e scoraggiato (dopo 20 ore)
1133. Contrariato, prende a male ciò che gli altri dicono (dopo ½ ora)
1134. Cupezza ipocondriaca; prende male ogni cosa
1137. Subentra un umore cupo, malinconico (dopo 4 ore)
1142. Ogni cosa lo disgusta; ogni cosa gli risulta ripugnante (NOTA: stato alternante, assieme al 1144
e 1154)
1144. È indifferente alle cose esterne, per le quali non ha rispetto (dopo 1 ora)
1147. Disanttento, agisce con precipèitazione, fa qualcosa di diverso da ciò che deve (dopo 2 ore)
1152. Contrariato e senza appetito, dopo aver camminato nella stanza (dopo 48 ore)
RHEUM
207. Stato mentale, come mezzo assonnato (dopo 1,5 ore)
RHUS
952. Tristezza, che gli fa preferire la tranquilla solitudine (dopo 10 ore)
955. Timoroso, ansioso e tremante (dal 10°, fino al 27° giorno)
959. Più nel pomeriggio, che al mattino, vera ansia cardiaca; non riusciva a dormire nella notte, a causa di
una grande angoscia, ed era sempre così ansiosa, che sudava (dopo 12 giorni)
970. Al crepuscolo, verso sera, ansia e angoscia, come se volesse uccidersi, per 1 ora
RUTA
281. Scontroso, contrariato, quando qualcosa non va secondo il suo desiderio (dopo 24 ore)
286. Per tutto il giorno contrariato e sostettoso; non voleva contare più a lungo sul suo migliore amico, e
immaginava di essere sempre stato ingannato (dopo 40 ore)
SAMBUCUS
118. Grande disposizione a trasalire; lo fa con il terrore per le cose cui era abituato ad avere
intorno a sè
119. Persistente contrarietà; ogni cosa gli dà una sgradevole sensazione
SARSAPARILLA
Nessun sintomo in ordine temporale
SCILLA
281. Non incline a pensare, con avvilimento (dopo 1 ora)
SPIGELIA
655. Egli non parl volentieri (dopo 7,5 ore)
656. Non riesce a rallegrarsi con gli altri se non è triste (dopo 7 ore)
657. Ansia e preoccupazione ansiosa per il destino futuro (dopo 10 giorni)
658. Profonda riflessione er il suo destino futuro (dopo 24 ore)
661. Disposizione triste, e nello stesso tempo scoraggiato e apprensivo (dopo ½ ora)
664. Grande avvilimento, la sera; avrebbe potuto uccidersi - con brividi per il corpo (dopo 8 giorni)
666. Molto contrariato e sensibile; ogni cosa che pensa non è buona, per molte ore
671. Dopo il primo giorno è più vivace mentalmente e più attivo del solito (NOTA: azione curativa)
SPONGIA
388. Ozioso e di cattivo umore; preferisce stare fermo, ed è molto poco incline a parlare (dopo 3 ore)
389. Irresistibile inclinazione a cantare, con eccessiva allegria, per ½ ora (dopo ½ ora); poi stravolto e
indisposto al lavoro, per 1 ora
STANNUM (vedere Malattie Croniche)
STAPHISAGRIA
698. Indisposto a un lavoro serio
699. Stizzosità e indisposizione al lavoro mentale (dopo 2 ore)
700. Per tutto il giorno stizzoso e contrariato; non sapeva cosa fare per il cattivo umore, ed era
estremamente pensoso (dopo 37 ore)
716. Era per tutto il giorno piena di dolore interno, afflitta nel pianto per le circostanze personali, e senza
alcuna preoccupazione per il mondo (dopo 50 ore)
721. Buon umore; era allegro e loquace in società, e l’esistenza lo allegrava (dopo 13 ore) (NOTA:
azione curativa secondaria dell’organismo in un uomo dall’opposta disposizione di carattere)
STRAMONIUM
502. Dopo il risveglio non riconosce niente intorno a lui, prende il libro e va a scuola, ma entra dalla
porta sbagliata (dopo 6 ore)
505. Assenza di mente (24 ore); lieve delirio (Kellner)
525. Insania (dopo 3 ore); balla, gesticola, scoppia a ridere e canta (Grimm)
566. Inclina a trasalire (dopo 32 ore)
SULPHUR (vedere Malattie Croniche)
TARAXACUM
261. Al mattino insoddisfatto e non incline agli affari e alla conversazione (dopo 25 ore)
THUYA
617. Calore con sete, senza brivido prima o dopo, e nello stesso tempo attività della mente (dopo 1, 4
ore)
618. Durante il calore febbrile, egli aveva pensieri più chiari ed era incline a ogni tipo di lavoro (dopo 3,5
ore)
621. Disposizione irrequieta per molti giorni; ogni cosa era lo turbava e gli risultava sgradevole
622. Distrazione, disposizione indecisa, e inclinazione a fare prima una cosa e poi l’altra (dopo 6 ore)
628. A lungo impensierito per la minima sciocchezza
630. Il camminare viene svolto con estrama facilità; sente come se il suo corpo fosse spinto dalle ali;
correva per molte miglia in un inusuale bereve tempo, e con insolito spirito (immediatamente)
631. Buon umore (dopo 15 ore)
632. Disposizione allegra, senza stravaganza (dopo 7 ore)
633. Inclinazione a parlare (dopo 16 ore)
NOTA: tutti e tre questi ultimi sintomi sono una reazione curativa dell’organismo
VERATRUM ALBUM
684. Dispiszione irrequieta, oppressione e ansia (dopo 1 ora)
689. Geme, è fuori di sè, non sa come calmarsi (dopo 2, 3 ore)
693. Umore sommesso, triste, anche fino al pinato (dopo 24 ore)
700. Taciturno
704. Contrariato quando gli viene dato un motivo (dopo 4 ore)
715. Diventa molto contrariato, ogni sciocchezza lo eccita (dopo 1 ora)
711. Quando è occupato la sua mente è allegra, ma quando non ha niente da fare è come inebetito, non
riesce a pensare correttamente, è tranquillo e assorto in se stesso (dopo 2, 15 ore)
VERBASCUM
167. Indifferenza per le cose in altri tempi interessanti per lui (dopo 4 ore)
168. Molto contrariato e di umore scontroso, senza una causa scatenante; nello stesso tempo, comunque,
inclinazione e urganza per il lavoro; sente anche piacere nell’avere gente intorno a lui e con loro parlare
(dopo 2,5 ore)
171. Eccessiva gaiezza, con risate (dopo 24 ore)
172. Distrazione: diversi fiumi di pensieri e fantasie forzavano su di lui (dopo 8 giorni)
173. Immaginazione eccitata, specialmente da fantasie di carattere voluttuoso, per molti giorni