LITUANIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017

Commenti

Transcript

LITUANIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2017
LITUANIA
Rapporto Congiunto
Ambasciate/Consolati/ENIT 2017
Lituania
1
INDICE
Analisi del quadro socio-economico
1.a
1.b
Principali indicatori economici
Principali indicatori sociali e demografici
Analisi del mercato turistico
2.a
2.b
2.c
2.d
2.e
2.f
2.g
Analisi del turismo outgoing
Composizione target
Analisi SWOT della destinazione Italia
Analisi della domanda organizzata
Collegamenti aerei
Brand Italia e analisi dei competitors
Nuove tecnologie e turismo
Le linee strategiche
Bibliografia
Contatti
Lituania
2
1. Analisi del quadro socio-economico
La crescita del PIL nel 2015 pari all’1,7% è stata inferiore rispetto a quella registrata nel
2014 (2,9%). Tale diminuzione è stata influenzata, in particolare, dalla drastica diminuzione
delle esportazioni verso la Russia (-61,8% nel 2015). Le previsioni per il 2016 indicano una
crescita al 2,8%, rafforzata dai consumi interni e dall’aumento dei redditi. La domanda
interna rimane il fattore chiave della crescita economica del Paese, con il più grande
contributo proveniente dai consumi delle famiglie, favoriti da crescita dei salari e
dell'occupazione e dalla bassa inflazione che beneficia del calo dei prezzi delle materie
prime energetiche.
In tema di conti pubblici, il rapporto deficit/Pil e’ stato dello 0.7% nel 2014, dell’1,4% nel
2015, mentre per il 2016 si prevede un rapporto deficit/Pil all’1,2 %. Il debito pubblico, al
42,7% nel 2015, dovrebbe scendere al 41,1% nel 2016. Circa le pressioni sui prezzi,
l’inflazione al -0,1% nel 2015, dovrebbe attestarsi al +0,6% nel 2016. Il tasso di
disoccupazione, al 9,1% nel 2015 è fra i più bassi in Europa, nel 2016 dovrebbe scendere
all’8,8%, all’8,1% nel 2017 ed al 7,1% nel 2018. Il salario medio dovrebbe crescere
progressivamente nel periodo 2015-2018, del 4,9% nel 2015 e del 6,2% nel 2018. Il salario
minimo garantito e’ pari a 350 Euro mensili.
L’ingresso all’eurozona è avvenuto il 1° gennaio 2015.
1.a Principali indicatori economici
(In euro)
2014
2015
2016*
PIL
36,4
37,2
38,3
PIL pro-capite
12 428 12 779
Crescita del PIL reale (var %)
2,9
1,7
2,8
Consumi privati (% PIL)
3,3
4,6
4,1
Debito pubblico (% PIL)
40,9
42,7
41,1
Investimenti diretti stranieri (mln di
12 865 13 264
euro, dati cumulati)
Bilancia commerciale (mln/euro)
-1528,2 -2413,1
Rating OECD sul rischio Paese
2
2
Fonti: Istituto di Statistica Lituano
* Previsioni: Commissione Europea, Banca della Lituania
Lituania
2017*
39,5
3,1
4,0
42,9
3
1.b Principali indicatori sociali e demografici
(Anno 2015)
Popolazione (in milioni)
Lingua ufficiale
Religione
Struttura demografica (quota %)
Età media
Tasso di crescita della
popolazione (in %)
Rapporto maschi/femmine
Fonti: Istituto di Statistica Lituano
2.872 (aprile 2016)
Lituano (diffusi Russo, Polacco, Inglese)
Cattolica (min. Ortodossa)
0-14 anni: 15 15-64 anni: 67 over 65 anni: 18
74,59
-3,4
54% donne, 46% uomini
2. Analisi del mercato turistico
2.a Analisi del turismo outgoing
Gli ultimi dati reperibili, sia di Eurostat che dell’Istituto Nazionale di Statistica Lituano,
risultano del 2014. I dati di Eurostat rivelano che nel 2014 i turisti lituani hanno effettuato
2.585.087 viaggi di durata 1-3 notti e 1.317.899 viaggi di durata minimo 4 notti. Secondo
l’Istituto Nazionale di Statistica Lituano, 1.788.600 di questi viaggi erano oltre confine.
Le destinazioni preferite dal turista lituano nel 2014 sono state:
Lettonia
231.000 viaggi
Gran Bretagna
206.600
Belarus
177.800
Polonia
140.200
Germania
117.000
Alla luce del contesto economico del Paese, la crescita del PIL continua, anche per il 2015
si è registrato un aumento di 1,6%, e con una domanda interna forte, aumenti stipendi e
diminuzione della disoccupazione (attualmente a 9,1% il più basso livello negli ultimi otto
anni), le prospettive per il futuro per il travel trade sono positive.
Nel grafico sottostante si riporta l’andamento dei flussi turistici in Italia. Secondo i dati
ISTAT, nel 2009 e nel 2010, per effetto della crisi economica che ha profondamente frenato
i consumi turistici dei lituani, c’è stato un netto calo nel numero di arrivi e presenze. Dal
2011 si evidenzia invece una netta ripresa nel numero degli arrivi e tale andamento
continua anche per gli anni seguenti.
Lituania
4
Arrivi e Presenze, 2008 - 2015
400000
350000
300000
250000
200000
150000
100000
50000
0
2008
2009
2010
2011
Arrivi
2012
2013
2014
2015
Presenze
Nel 2015 ISTAT ha registrato un totale di arrivi dalla Lituania pari a n. 127.131 per un totale di
369.230 presenze con un netto incremento rispetto all’anno precedente (arrivi +14,7% e presenze
+15,6% sul 2014).
Quanto alla distribuzione regionale dei flussi lituani nel 2015, la seguente tabella illustra le Regioni
maggiormente visitate ed il relativo numero di presenze:
LITUANIA
Lombardia
Veneto
Lazio
Trentino Alto Adige
Sicilia
63 344
63 233
40 592
39 384
33 146
Le Regioni che notano il maggior aumento di presenze da parte dei turisti lituani sono:
Toscana con un aumento di 16,1%, Lombardia con il 10,9%, Veneto con il 27,1% e la
regione Lazio che registra un aumento del 42,7%.
Per quanto concerne il dato relativo alla spesa turistica, si fa riferimento ai dati aggiornati
per il 2014 e forniti dall’Istituto Nazionale di Statistica Lituano, che confermano in generale
un costante aumento della spesa turistica outgoing dal 2010 - 2014.
Nel 2013 la spesa turistica dei lituani all’estero è stata di € 797.699 un incremento pari all’
+8,15% rispetto al 2012 e ben il doppio dell’aumento registrato nel 2011 relativamente al
2010 (+4,2%). Per 2014 si registra una spesa turistica di € 785.400, un piccolo calo di
1,54%. In generale, la spesa media di un lituano per un viaggio è pari a € 439,10 e la
spesa media per un viaggio in Italia corrisponde a € 710,20 .
Lituania
5
Nell’evidenziare ancora la preferenza dei lituani a viaggiare verso gli stati esteri limitrofi
(Lettonia, Bielorussia e Polonia), qui di seguito si indicano i dati dell’Istituto Nazionale di
Statistica Lituano, riguardante il posizionamento dell’Italia rispetto ai nostri principali
competitors e lo sviluppo dei viaggi tra gli anni 2007 - 2014:
Posizionamento 2007 - 2014
numero viaggi
90000
80000
70000
60000
50000
40000
30000
20000
10000
0
2007
2008
2009
Turchia
2010
Italia
Grecia
2011
Spagna
2012
2013
2014
Francia
Per le azioni da programmare per il prossimo futuro sul mercato lituano si ritiene importante
considerare alcuni fattori e tendenze relativi al comportamento del viaggiatore lituano:
Secondo l’indagine Flash Eurobarometer 2016 “Preferences of Europeans towards tourism”
Il 65% dei lituani ha effettuato un viaggio durante 2015, +5% in confronto al 2014.
La principale motivazione del viaggio è visitare amici e parenti, seguita dalla ricerca di
attrazioni naturalistiche e poi mare e relax.
Nella scelta della destinazione, le fonti di informazione ed ispirazione sono soprattutto i
consigli e le raccomandazioni da parte degli amici ed i vari siti internet. L’utilizzo di Social
media diventa sempre più importante come fonte, aumenta con 8% dal 2014. Si sottolinea
che i lituani non utilizzano in generale brochure turistiche, sia a pagamento che gratuite, ed
il livello di uso di questa fonte informativa in Lituania risulta essere è il più basso tra tutti i
Paesi EU28.
La prenotazione del viaggio viene fatta soprattutto tramite internet e tra le tipologie di viaggi
sono molto utilizzate le soluzioni fai-da-te.
I motivi più importanti che spingono i lituani a ritornare nella stessa destinazione sono i
paesaggi naturalistici, l’offerta culturale ed anche il buon rapporto qualità/prezzo.
Lituania
6
Nonostante la ripresa dell’economia lituana negli ultimi anni, la percezione di una offerta
turistica non competitiva in termini economici, come quella italiana incide negativamente a
vantaggio di competitor internazionali capaci di offrire soluzioni di viaggio, specie per la
vacanza balneare, a condizioni economiche più vantaggiose. Quasi tutte le agenzie di
viaggio ed operatori turistici lituani hanno un’offerta italiana nei loro cataloghi, comunque,
per l’offerta del prodotto Italia, la tendenza da parte del turismo organizzato è quella di
preferire ancora le mete dell’Italia classica, i pacchetti neve, i tour classici in pullman e le
località balneari come Sicilia, Sardegna e la costa adriatica.
2.b Composizione target
TARGET
1 Coppie senza figli
2 Famiglie con bambini
3 Giovani/studenti
4 Seniors
5 Singles
6 Uomini d'affari/professionisti
7 Altro
TOTALE
QUOTA %
36 %
26 %
13 %
5%
... %
20 %
…%
100%
Di seguito le tabelle che descrivono brevemente i principali target di riferimento come individuati
precedentemente:
TARGET: Coppie senza figli (DINKs)
Segmento socio-economico di
appartenenza
Livello culturale
Fasce di età
Propensione al viaggio
Principali motivazioni di vacanza
all’estero
Mezzi di trasporto preferiti (auto,
pullman, aereo, treno, ecc., con
relative quote %)
Lituania
Il reddito individuale, presenta differenze molto marcate tra le
varie fasce della popolazione: ciò sta portando alla crescita di
un mercato a due velocità: un primo segmento interessato
verso destinazioni turistiche di buon livello, per la rapida
evoluzione dei gusti delle fasce economiche elevate; un altro
segmento che, per effetto della pressione salariale, coinvolge
progressivamente nei consumi anche le fasce reddituali medie
o medio-basse, orientate tuttavia verso prodotti di facile
accessibilità economica.
Medio-alto
25-45
rappresenta in termini di viaggio all’estero il segmento più attivo
in termini di viaggi outgoing della popolazione.
Divertimento, balneare, attrazioni culturali e naturalistiche
Automobile propria o pullman (73,2%), Aereo (22,3%), Treno
(2,7%), Nave (1,8%)
7
Prodotti turistici preferiti ed
emergenti (arte, mare, montagna,
laghi, ecc.)
Fattori determinanti nella scelta
delle destinazioni (prezzi, livello di
organizzazione, conoscenza delle
lingue, sicurezza, efficienza dei
servizi, ecc.)
Tipo di alloggio preferito
Mesi preferiti per i viaggi
fonti di informazione preferite
(cataloghi, siti web, stampa
specializzata, ecc.)
Canali d’acquisto utilizzati
(Agenzie di viaggio, Tour
Operators, Internet, ecc.)
Altro…
Mare, campagna, laghi, città d’arte
La scelta della destinazione è innanzitutto strettamente correlata
ai fattori di commercializzazione ed accessibilità.
Il “fattore prezzo” é sempre un fattore di rilievo per
l’organizzazione del viaggio. Infine, particolare attenzione è
prestata a livello di organizzazione ed efficienza dei servizi della
destinazione
Hotel 3*, Residence
Maggio – settembre
Consigli dagli amici, siti web, consigli da AV e TO
Via internet, presso AV e TO
TARGET: Famiglie con bambini
Segmento socio-economico di
appartenenza
Livello culturale
Fasce di età
Propensione al viaggio
Principali motivazioni di vacanza
all’estero
Mezzi di trasporto preferiti (auto,
pullman, aereo, treno, ecc., con
relative quote %)
Prodotti turistici preferiti ed
emergenti (arte, mare, montagna,
laghi, ecc.)
Fattori determinanti nella scelta
delle destinazioni (prezzi, livello di
organizzazione, conoscenza delle
lingue, sicurezza, efficienza dei
servizi, ecc.)
Tipo di alloggio preferito
Lituania
Il reddito individuale, presenta differenze molto marcate tra le
varie fasce della popolazione: ciò sta portando alla crescita di
un mercato a due velocità: un primo segmento interessato
verso destinazioni turistiche di buon livello, per la rapida
evoluzione dei gusti delle fasce economiche elevate; un altro
segmento che, per effetto della pressione salariale, coinvolge
progressivamente nei consumi anche le fasce reddituali medie
o medio-basse, orientate tuttavia verso prodotti di facile
accessibilità economica.
Medio-Alto
30-50
Gode di una propensione al viaggio buona.
Balneare e visita ai parenti e amici.
Automobile propria o pullman (73,2%), Aereo (22,3%), Treno
(2,7%), Nave (1,8%)
Mare, laghi, campagna, grande città
La scelta della destinazione è innanzitutto strettamente correlata
ai fattori di commercializzazione ed accessibilità.
Il “fattore prezzo” é sempre un fattore di rilievo per
l’organizzazione del viaggio. Infine, particolare attenzione è
prestata a livello di organizzazione ed efficienza dei servizi della
destinazione
Hotel 3-4*, Residence
8
Mesi preferiti per i viaggi
fonti di informazione preferite
(cataloghi, siti web, stampa
specializzata, ecc.)
Canali d’acquisto utilizzati
(Agenzie di viaggio, Tour
Operators, Internet, ecc.)
Altro…
Durante le vacanze scolastiche
Consigli dagli amici, siti web, AV e TO
Internet, T.O., charter, AV
TARGET: Giovani / Studenti
Segmento socio-economico di
appartenenza
Livello culturale
Fasce di età
Propensione al viaggio
Principali motivazioni di vacanza
all’estero
Mezzi di trasporto preferiti (auto,
pullman, aereo, treno, ecc., con
relative quote %)
Prodotti turistici preferiti ed
emergenti (arte, mare, montagna,
laghi, ecc.)
Fattori determinanti nella scelta
delle destinazioni (prezzi, livello di
organizzazione, conoscenza delle
lingue, sicurezza, efficienza dei
servizi, ecc.)
Tipo di alloggio preferito
Mesi preferiti per i viaggi
fonti di informazione preferite
(cataloghi, siti web, stampa
specializzata, ecc.)
Canali d’acquisto utilizzati
(Agenzie di viaggio, Tour
Operators, Internet, ecc.)
Altro…
Per il target considerato il costo della vacanza all’estero
costituisce un limite alla possibilità di viaggio. Le destinazioni
scelte sono soprattutto citybreak, di breve durata, in
sistemazione budget (2-3*).
Medio
18-25
Medio – Bassa, in significato incremento l’attitudine a soluzioni
di viaggio auto-organizzate.
Divertimento e visite a amici e famiglia.
Aereo low cost, Crociere, Auto, Treno
Mare e grande città d’arte
Prezzo e accessibilità della destinazione.
Hotel 2-3*, B&B, WiFi gratis
Durante le vacanze scolastiche
Consigli dagli amici, siti web, social media, AV e TO
Diretto sul sito della compagnia lowcost o via AV
TARGET: Seniors
Segmento socio-economico di
appartenenza
Lituania
Il target di clientela in questione è caratterizzato da un livello
reddituale medio-basso che scelge soprattutto viaggi entro i
confini nazionali o all’estero nei Paesi limitrofi
9
Livello culturale
Fasce di età
Medio
65-75
Propensione al viaggio
Principali motivazioni di vacanza
all’estero
Mezzi di trasporto preferiti (auto,
pullman, aereo, treno, ecc., con
relative quote %)
Prodotti turistici preferiti ed
emergenti (arte, mare, montagna,
laghi, ecc.)
Fattori determinanti nella scelta
delle destinazioni (prezzi, livello di
organizzazione, conoscenza delle
lingue, sicurezza, efficienza dei
servizi, ecc.)
Tipo di alloggio preferito
Mesi preferiti per i viaggi
fonti di informazione preferite
(cataloghi, siti web, stampa
specializzata, ecc.)
Canali d’acquisto utilizzati
(Agenzie di viaggio, Tour
Operators, Internet, ecc.)
Altro…
Gode di una propensione al viaggio scarsa
Visitare parenti ed amici
Auto propria, pullman, treno, nave
Laghi, campagna e città d’arte
Il livello dei prezzi rappresenta l’elemento maggiormente
significativo per la scelta della destinazione all’estero.
Hotel 3*, da parenti
Aprile - Settembre
AV e TO, Stampa e TV, consigli da amici
Presso AV o TO
TARGET: D’affari / professionisti
Segmento socio-economico di
appartenenza
Livello culturale
Fasce di età
Il reddito alto consente a più viaggi all’estero anno.
Propensione al viaggio
Principali motivazioni di vacanza
all’estero
Mezzi di trasporto preferiti (auto,
pullman, aereo, treno, ecc., con
relative quote %)
Prodotti turistici preferiti ed
emergenti (arte, mare, montagna,
laghi, ecc.)
Fattori determinanti nella scelta
delle destinazioni (prezzi, livello di
organizzazione, conoscenza delle
lingue, sicurezza, efficienza dei
servizi, ecc.)
Tipo di alloggio preferito
Medio-Alto
Viaggi di affari o viaggi incentives
Lituania
Medio
30-60
Aereo di linea, Auto, Nave, Treno
Grande Città
Accessibilità della destinazione, sicurezza, livello di
organizzazione, efficienza dei servizi
Hotel 4*, WiFi gratis
10
Mesi preferiti per i viaggi
fonti di informazione preferite
(cataloghi, siti web, stampa
specializzata, ecc.)
Canali d’acquisto utilizzati
(Agenzie di viaggio, Tour
Operators, Internet, ecc.)
Altro…
marzo-maggio // settembre-novembre
AV di settore
AV di settore
2.c Analisi SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities, Threats) della destinazione Italia
Punti di forza





Identificazione della destinazione-Italia con
uno stile di vita altamente qualitativo (storia,
cultura, enogastronomia, il Made in Italy)
Attrazione climatica
Ricchezza storica, artistica e culturale
Varietà
e
qualità
delle
tradizioni
gastronomiche ed enologiche
“Fattore
umano”
–
Atteggiamento
tipicamente italiano di disponibilità ed
apertura nei confronti del visitatore straniero
Opportunità







Scoperta dell’Italia minore
Vacanza attiva (cicloturismo, trekking ed
hiking)
Vacanza nel verde
Creazione di pacchetti turistici integrati ed
innovativi
Sviluppo di itinerari eno-gastronomici
Sviluppo dei voli low cost
Adeguate politiche di promozione e
commercializzazione del prodotto mare per
far fronte alla concorrenza dei Paesi del
Mediterraneo (Grecia, Turchia e Spagna)
Punti di debolezza




Percezione dell’Italia quale destinazione
onerosa
Mancanza di azioni di co-marketing in
collaborazione con i principali TO che
promuovono la destinazione Italia
Insufficiente qualità di una parte dell’offerta
turistica italiana (soprattutto le strutture di
medio livello), soprattutto se comparato agli
standard internazionali
Insufficienza di investimenti promozionali
per la divulgazione della “marca Italia”
(presentazione organica e coordinata
dell’Italia come destinazione turistica)
Rischi/Difficoltà Potenziali




Mantenimento dell’attuale dinamica dei
prezzi interni in Italia rispetto a concorrenti
che stanno offrendo tariffe scontate molto
vantaggiose
Ritardi o carenze nell’utilizzo della leva
tecnologica da parte dell’offerta turistica
italiana
Persistenza dell’attuale gap di investimenti
finanziari nella promozione turistica rispetto
ai principali competitor internazionali
(Spagna, Grecia, Turchia)
Ritardi o carenze nel processo di
riqualificazione di parte del patrimonio
ricettivo nazionale
2.d Analisi della domanda organizzata
Ad oggi si annoverano una trentina di Agenzie di Viaggio ed Operatori Turistici che vendono
regolarmente l’Italia quale destinazione di viaggio; nella loro programmazione l’Italia è
prevalentemente promossa per le destinazioni balneari, la visita alle città d’arte attraverso tour in
pullman e la vacanza sulla neve.
Lituania
11
Si riportano di seguito le schede di due rappresentativi tour operators lituani che promuovono
viaggi in Italia:
NOVATURAS
Fatturato
Quota di mercato
Numero pax venduti
Strategie di mercato
Previsioni di vendita per l’anno 2016
Tipologia operatore
(tour operator, bus operator, wholesaler,
agenzia di viaggi, ecc.)
Canali di vendita
(proprie agenzie di viaggio, altre agenzie di
viaggio, internet, telemarketing, ecc.)
Tipologia pacchetti venduti
(per individuali, per gruppi,"all inclusive" da
catalogo, "su misura", con volo di linea,
con volo charter, con volo low cost, tour con
pullman, last minute, fly & drive, ecc)
Tipologia clienti
(giovani, studenti, terza età, famiglie con
bambini, coppie senza figli, singles, ecc)
Strutture ricettive proposte
(hotel 5 stelle superior/5 stelle, hotel 4 stelle
superior/4 stelle, hotel 3 stelle, hotel 1/2
stelle, residenze turistico-alberghiere, villaggi
turistici, agriturismi, bed & breakfast, ville e
appartamenti, castelli/dimore storiche,
campeggi, ecc)
Prodotti turistici venduti
(business e MICE, enogastronomia, grandi
città d'arte, Italia minore, laghi, mare,
montagna estiva, montagna invernale,
natura e parchi, terme & benessere, turismo
religioso,
turismo sportivo, ecc)
Altro
Prodotti turistici venduti
(business e MICE, enogastronomia, grandi
città d'arte, Italia minore, laghi, mare,
montagna estiva, montagna invernale,
natura e parchi, terme & benessere, turismo
religioso,
turismo sportivo, ecc)
Lituania
n.d.
Il principale Charter Operator sul mercato lituano
n.d.
Global T.O. of the new generation.
Organizzare tour confortabili per i propri clienti ed
amplifiare la propria offerta per poter fare i clienti
propri scoprire il mondo.
Buone
Tour Operator, Charter, Coach Operator
Proprie agenzie di viaggio, Altre agenzie di viaggio,
Internet
Per individuali, per gruppi,"all inclusive" da catalogo,
"su misura", con volo di linea, con volo, tour con
pullman
Giovani, studenti, terza età, famiglie con bambini,
coppie senza figli
Hotel 4 stelle superior/4 stelle, hotel 3 stelle, hotel 1/2
stelle, residenze turistico-alberghiere, villaggi turistici
Enogastronomia, grandi città d'arte, Italia minore,
laghi, mare, montagna estiva, montagna invernale,
natura e parchi, terme & benessere, turismo religioso
Enogastronomia, grandi città d'arte, Italia minore,
laghi, mare, montagna estiva, montagna invernale,
natura e parchi, terme & benessere, turismo religioso
12
Altro
2.e Collegamenti aerei
I mezzi di trasporto preferiti per i viaggi di medio e lungo raggio sono l’aereo e la propria auto,
per viaggi verso Italia l’aereo è il mezzo scelto in assoluto, seguito dal pullman e poi l’auto di
proprietà.
Si rimettono di seguito collegamenti aerei diretti attualmente operanti tra Lituania e l’Italia:
Aeroporto di partenza Aeroporto di arrivo
Kaunas
Trapani
Compagnia aerea
RyanAir
Operativo
Stagionalmente
Vilnius
Roma (Fiumicino)
WizzAir
Annualmente
Milano (Bergamo)
Milano (Bergamo)
Roma (Ciampino)
WizzAir
RyanAir
RyanAir
Annualmente
Annualmente
Annualmente
Bari (Karol Wojtyła)
WizzAir
Annualmente
2.f Brand Italia e analisi dei competitors
Il Bel Paese continua ad essere identificato dai lituani quale destinazione con uno stile di vita
altamente qualitativo, un clima mite ed una indubbia ricchezza storica, artistica e culturale.
In generale i lituani apprezzano tutto ciò che è italiano in ogni settore a partire dalla eccellente
enogastronomia, produzioni del Made in Italy che tuttora come si è descritto precedentemente
agisce da stimolo nei viaggi legati allo shopping. A tal proposito basti pensare che nelle vie più
eleganti delle principali città lituane si trovano diversi brand di stilisti italiani.
Diverse sono state le azioni promozionali condotte dai principali competitors tra le quali
workshop b2b, roadshow ed educational tours volti a far incontrare l’offerta turistica con la
domanda organizzata lituana con il fine di stringere relazioni salde con i maggiori tour
operators attivi nel mercato. Si rende noto che nella promozione del prodotto balneare si sono
concentrati gli sforzi dei maggiori Paesi competitors.
Infine la manifestazione Adventur tenutasi dal 22 al 24 gennaio 2016, il principale evento
fieristico del settore viaggi e turismo in Lituania, dedicato sia al trade che al grande pubblico,
ha visto la partecipazione di alcuni enti di promozione turistica di Paesi competitors quali
Turchia, Portogallo e Tunisia.
Lituania
13
2.g Nuove tecnologie e turismo
Secondo gli ultimi dati di Statistics Lithuania per il 2015, il 67,6% della popolazione possiede un pc
e 68,3% ha connessione internet.
Il 72,2% usa l’internet, nella fascia età 15-34, quasi il 100% ha utilizzato internet negli ultimi 3 mesi.
L’uso dell’internet è soprattutto legato all’informazione e alle news, il 66,8% legge giornali e riviste
online, il 66,5% usa internet per la comunicazione (e-mail) e il 9,4% usa internet per la ricerca di
servizi collegati al viaggio e all’alloggio turistico.
Riguardante l’e-commerce, i prodotti acquistati sono soprattutto servizi con 31,8%, abbigliamento
con 16,4% e l’8,7% per acquistare biglietti viaggi e prenotare sistemazione ricettiva.
3. Le linee strategiche
Obiettivi e azioni da perseguire ai fini dell’incremento dei flussi turistici verso l’Italia con riferimento
a:
PRODOTTI E AREE DI INTERVENTO
STRATEGIA E STRUMENTI
Prodotti turistici tradizionali mantenimento/consolidamento
competitività
Rafforzamento della promozione dei prodotti turistici
consolidati (mare, Italia Classica) e delle destinazioni
attualmente preferite dei turisti lituani (Toscana, Veneto,
Sicilia, e Lombardia). A tal fine si necessita di accordi di
co-marketing con charter-operators e coah operators
oltre ad una maggiore visibilità e presenza sui media
(riviste specializzate) al fine di estendere i potenziali
target audience.
Prodotti turistici di nicchia
Incentivazione e sviluppo di prodotti turistici di nicchia
potenzialmente in crescita, ma legati allo sviluppo
dell’economia locale per stimolare la conoscenza di
nuovi itinerari turistici e nuovi prodotti.
Al fine di uno sviluppo adeguato si ritiene strategico
attuare azione di sensibilizzazione per la formazione di
cataloghi online dell’offerta italiana di nicchia, per una
selezionata clientela ad alto livello di reddito.
Destagionalizzazione
Incentivazione della bassa stagione anche sfruttando il
calendario scolastico lituano per le destinazioni balneari
realizzando iniziative ad hoc quali pacchetti all inclusive
e/o offerte su misura con possibilità di acquisto diretto a
prezzi scontati.
Promozione dell’Italia minore
Prospettive di crescita legate al lancio di prodotti
all’insegna della qualità e della genuinità pienamente
rappresentativi dell’offerta turistica italiana. A tal fine si
necessita di programmare azioni di promozione e
Lituania
14
commercializzazione mirate a tali specifici segmenti di
mercato.
Promozione delle Regioni dell’Italia del
Sud
Grandi prospettive di crescita, condizionatamente alla
disponibilità di informazioni e allo sviluppo dei
collegamenti aerei diretti low cost / charter che
potrebbero aprire nuove scenari determinando flussi
turistici verso destinazioni atte a soddisfare a pieno il
bisogno di sole e mare e di cultura del turista lituano.
Attrazione di nuovi bacini di formazione
del flusso turistico
Sviluppo del segmento Italia Classica attraverso lo
sviluppo dei viaggi in pullman a supporto di tale
obiettivo si necessita di azioni di promozione mirata
volte ad integrare diversi prodotti turistici ed
conseguentemente estendere la permanenza media del
viaggio.
Miglioramento dell’assistenza alle
imprese italiane
Intensificare e attuare i progetti di collaborazione con
soggetti pubblici e privati volti a creare momenti di
promozione efficaci per una adeguata diffusione della
variegata offerta turistica nazionale nel mercato lituano.
Lituania
15
Bibliografia
Banca Centrale Italiana:
https://www.bancaditalia.it/statistiche/tematiche/rapporti-estero/turismo-internazionale/index.html
Istituto Nazionale di Statistica: http://dati.istat.it/
Flash Eurobarometer 2016:
http://ec.europa.eu/COMMFrontOffice/PublicOpinion/index.cfm/Survey/getSurveyDetail/instrument
s/FLASH/surveyKy/2065
Istituto Nazionale di Statistica Lituania, http://www.stat.gov.lt/en/
Contatti
Ufficio ENIT competente
Agenzia di sede Estera di Stoccolma
Gärdesgatan 14, SE-115 27 Stockholm, Svezia
Tel. 0046 8 545 68 330
E-mail. [email protected]
Ambasciata d’Italia a Vilnius
Lituania
16