23 aprile 2009: Giornata mondiale del libro dell

Commenti

Transcript

23 aprile 2009: Giornata mondiale del libro dell
Comunicato stampa
23 aprile 2009: Giornata mondiale del libro dell’UNESCO
Zurigo, 27.03.09 – Tra poco meno di un mese, la Lobby svizzera del libro, la comunità di
organizzazioni a sostegno del libro in Svizzera, lancerà per il quinto anno consecutivo la
Giornata mondiale del libro. L’iniziativa su scala nazionale intende attirare l’attenzione del
pubblico sul libro in quanto bene culturale e promuovere la lettura. Decine di personalità
svizzere del mondo della cultura, dello sport, dell’economia e della politica hanno accettato
di svelare il loro libro preferito e le loro abitudini di lettura. L’azione “Regala un libro” si
svolgerà in un centinaio di librerie. In tutto il paese verranno organizzati centinaia di eventi.
Tre città accoglieranno una Bookparade.
« La Svizzera legge”: lo slogan della Giornata mondiale del libro viene declinato in tutte le regioni
linguistiche e vedrà fiorire diverse azioni e manifestazioni. “La Svizzera legge”, di tutto e ovunque:
decine di personalità elvetiche del mondo della cultura, dello sport, dell’economia e della politica
hanno accettato di svelare qual è il loro libro preferito e quali sono le loro abitudini di lettura. Qual è il
libro preferito di Ueli Maurer? Che cosa affascina la sciatrice Lara Gut ne „L’ombra del vento“ ? Dove
preferisce leggere il cantante Stress? Tutti i contribuiti, fra cui quelli di molte personalità ticinesi,
sono consultabili sul nuovo sito internet www.giornatamondialedellibro.ch. Qui, il pubblico potrà
inoltre trovare tutte le informazioni su quanto viene organizzato in Ticino e nelle altri regioni
elvetiche. Un’agenda delle manifestazioni verrà costantemente aggiornata dagli stessi organizzatori
sino al 23 aprile.
L’Associazione svizzero-tedesca degli editori e librai SBVV ripropone anche nel 2009 la sua azione
“Regala un libro”, alla quale quest’anno si associa il Salon international du livre et de la presse di
Ginevra. “Con questa iniziativa”, spiega Dani Landolf, il direttore della SBVV, “vogliamo far capire
che il libro è un regalo di gran valore”. Le persone che desiderano regalare un libro il 23 aprile 2009
possono acquistarlo da un libraio, che confezionerà un pacco. La Posta si incaricherà in seguito di
spedirlo gratuitamente all’indirizzo scelto in Svizzera. Contemporaneamente, i clienti parteciperanno
ad un concorso che permetterà loro di vincere bellissimi premi. Anche se il Ticino non si associa per
il momento all’azione, un giro nelle librerie della Svizzera tedesca o alla fiera ginevrina non guasta!
La festa del libro, dentro e fuori
Le biblioteche e le scuole non potevano far mancare il loro sostegno alla festa della lettura e del
libro. “Numerose biblioteche organizzano eventi sorprendenti”, sottolinea Barbara Kräuchi di
Biblioteca Informazione Svizzera (BIS). « Lo scopo è di attirare i giovani ed i meno giovani e di
suscitare in loro l’entusiasmo per la lettura”. Un invito già colto, ad esempio, a Biasca, Bellinzona,
Coldrerio e Lugano.
Anche quest’anno il libro viene festeggiato per le strade di diverse città elvetiche: centinaia di
persone sfileranno nei centro-città di Bienne, Lucerna e Zurigo mormorando versi o declamando il
loro autore preferito. Spettacolo garantito! «La Bookparade è una manifestazione a favore del libro e
della letteratura”, spiega Anna Kulp, la portavoce dell’associazione Bookparade, “ e quindi a favore
di un bene culturale che deve affermarsi in un mondo sempre più segnato dai media elettronici. Ecco
perché andiamo con i nostri libri per le strade!”.
Il libro, un bene indispensabile
In Svizzera, la Giornata mondiale del libro ricalca quella instaurata nel 1995 dall’UNESCO, che
dichiarò il 23 aprile Giornata mondiale del libro e dei diritti d’autore in omaggio a Shakespeare e
Cervantes. Da quell’anno si festeggia nel mondo intero la lettura e il libro, formidabile strumento di
educazione, di confronto e di cultura, e si riflette sugli autori e l’editoria, evidenziando prospettive e
problemi. «Il libro è indispensabile alla nostra società: da secoli è praticamente il media più
importante e, nonostante l’avvento di nuovi metodi di comunicazione, non ha perso nulla del suo
fascino”, afferma Peter Wille, direttore della Fondazione Bibliomedia Svizzera e co-fondatore della
Lobby svizzera del libro. « Questo 23 aprile”, aggiunge Francesco Mieli, presidente di Autrici ed
autori della Svizzera (ads), « è inoltre una buona occasione per attirare l’attenzione su questioni
sempre tralasciate come i diritti d’autore degli scrittori e dei traduttori letterari”.
Ulteriori informazioni:
Servizio media «Giornata mondiale del libro”
Claudia Nuara, Tel: + 41 (0) 79 350 52 29 (fr, it)
[email protected]
[email protected]
Violanta von Salis, Tel: + 41 (0) 76 365 11 75 (dt)
[email protected]