Care Bears! Adorabili

Transcript

Care Bears! Adorabili
n°12 - aprile
giugno 2010
BILINGUAL
EDITION
Kazachok Licensing Mag’ Italia, anno IV, Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70%-DCB Milano
CARE BEARS ©™ 2010 Those Characthers From Cleveland, Inc.
Adorabili Care Bears!
hotfile
La nuova
televisione in
versione kids
market focus
Doxa Junior:
i ragazzi vogliono
diventare grandi
trends
Il licensing
arreda la casa
di/by Paolo Lucci
Hotfile
Cari lettori,
editoriale
con questo numero Kazachok Licensing Mag’ compie tre anni. Per
quanto scontata, non ci sembra del tutto immeritata una pausa
celebrativa, considerato che tramite questo Magazine abbiamo
contribuito a creare visibilità e valore al mercato del licensing
italiano, in Italia e all’estero. Gli anni di cui abbiamo dato conto non
verranno certo ricordati tra i migliori in termini di performance, ma
La televisione versione
kids: sfida in nome
dell’audience
The audience
share challenge
(p26)
News
Cover Story
Care Bears: gli Orsetti continuano a scaldare i cuori
Keep on warming our hearts Care Bears
Paris, city of licesing
Paris, city of licensing
provato a rileggere alcuni articoli apparsi nei primi numeri. Grazie
Property Focus
quindi a tutti coloro, licensor e licenzatari, che hanno costituito i
Champs 12: let the licence begin
Champs 12: let the licence begin
veri contenuti di queste pagine, e grazie a tutte le persone che
Paramount Pictures: licenze da Oscar
hanno collaborato, internamente ed esternamente, a rendere
Paramount Pictures: a licensing Oscar
questi contenuti interessanti e meritevoli di essere letti. Finita
Grande attesa per il ritorno delle guerriere
questa pausa, lo spettacolo ricomincia, per tutti coloro che sono
Toy Story3: verso l’infinito e oltre
Buona lettura a tutti!
Dear readers,
with this issue Kazachok Licensing Mag turns three. And we feel it’s a
Sailors Ahoy!
Toy Story3: to infinity and beyond
Andy Capp: da personaggio a brand
Andy Capp: from character to brand
My Melody sempre più glamour
Glamour galore for My Melody
Teen Days, il primo talent show in animazione
birthday worth celebrating considering that it has proved a great showcase,
Teen Days, the first cartoon talent show
adding real value to the Italian licensing market, both at home and abroad.
I viaggi dei Saurini
Although the years we have chronicled so far may not have seen recordbreaking performances, they have been years of evolution, something that
really stands out starkly glancing back at some of the articles which
appeared in the first issues of Kazachok. So I would like to take this opportunity to say a big thank you to licensors and licensees alike, who are the real
stars of these pages, and to everyone who has contributed, in house and out,
to making our contents interesting and readable. Now it’s back to business
Jurassic Cubs go licensing
Spike Team, passione sportiva in cartone animato
Spike Team, a passion for sport - cartoon style
La televisione versione kids:
sfida in nome dell’ audience
The audience share challenge
Market Focus
We hope you enjoy the magazine.
Doxa Junior: Kids are growing sooner
Doxa Junior: i ragazzi vogliono diventare grandi
L’Outlet Factory sempre più di moda
The March of the Malls through Italy
Direttore Kazachok Licensing Mag’ Italia
p 14
p 16
p 17
p 18
p 20
p 21
p 22
p 23
p 24
p 25
Hotfile
as usual, let the licensing show go on!
Paolo Lucci
p 12
Events
sono pur sempre stati anni di grandi evoluzioni, parola di chi ha
interessati a seguire le sorti del licensing.
p 06
p 26
p 32
p 36
Trends
Il licensing arreda la casa
Bedtime licensing story
p 40
Strategy
Kazachok Licensing Mag’ Italia
Hugo Pratt For Corto Maltese: total look da marinaio
Editore: Kazachok S.a.r.l. - 141 Avenue de Verdun - 92130 Issy les Moulineaux
France • Registrazione Tribunale di Milano n. 192 del 21/03/2007 • Redazione:
Corso Sempione, 11 - 20145 Milano - Tel. 02.34938355 • Impaginazione: Tortuga
• Stampa: Offset Vandevelde n.v. - Industriezone 26 - B-9770 Kruishoutem
Belgio • Direttore responsabile: Paolo Lucci • Abbonamento annuale: euro
52,00 per 4 numeri, scrivere a [email protected] • Hanno collaborato: Gisella
Barabino, Giulia Cappelli, Andrea Enotti, Gaia Guglielmini, Benedetta Marcias,
Marina Martorana, Renato Monti, Monica Nannarelli, Stefania Ormazza, Studio
Queens, Leonardo Turconi • Tutti i diritti riservati. La redazione si è curata di
ottenere il copyright delle immagini pubblicate. Ove non possibile, l’editore è a
disposizione degli aventi diritto per regolare eventuali spettanze.
Le novità di Planeta Junior
Hugo Pratt for Corto Maltese: innovative apparel
News from Planeta Junior
p 44
p 48
Legal
Acquisizione, fusione: cosa succede alle licenze?
Buy-outs and mergers: and the licenses?
p 50
Licensee Focus
Mycrom: versione artistica del licensing
Mycrom: artistic vision of licensing
p 52
news
Il ritorno dell’uomo Fiorucci
A partire dall’A/I 2010 Offshore Italia
produrrà una collezione menswear
Fiorucci che sarà distribuita in Italia e nel
resto d’Europa dalla Brand Connection.
Con la firma di questa importante licenza,
Fiorucci vuole dare nuova vita a una linea
che ha avuto una forte presenza negli anni
’70 e ’80, recuperando anche temi e
soggetti “storici” e rileggendoli in una
chiave fresca e moderna. Con questa
collezione si prevede di raggiungere
duecentocinquanta punti vendita in
Italia entro la fine di quest’anno. Una
capsula di circa venti capi è già
presente nei negozi con jeans colorati,
bermuda e t-shirt stampate con
soggetti classici Fiorucci (gli angeli, le
labbra) e altre immagini estive tratte
dagli archivi degli anni ’80. Questa
selezione contiene anche due modelli
realizzati in co-branding con lo storico
Temporary Store a Milano per le licenze Smiley
E’ andato in scena a Milano, in Corso
Garibaldi, il primo Temporary Store di
Smiley: un esperimento che ha coinciso con
la settimana della Moda Donna, che ha
avuto luogo dal 24 Febbraio al 3 Marzo. E
che SmileyWorld Ltd., titolare del marchio,
considera un test per un possibile sviluppo
di negozi Smiley in franchising. Tra i prodotti
esposti erano a disposizione tutta la linea (cartoleria, peluche,
gioielli, borse) di Cartorama, partner licenziatario grazie al quale il
test è stato resto possibile a Milano. Ma non solo: nel negozio sono
stati venduti anche prodotti di altri licenziatari, come
i vestiti firmati Adventureland, l’intimo Etam, i
gioielli N2, casalinghi NefNef e la linea di prodotti di
bellezza Happy Therapy di Arthes. All’interno dello
Smiley Temporary Store era presente anche una
mini esposizione di pop art: le pareti sono state
infatti decorate con una selezione di fotografie con il
sorriso più contagioso del mondo.
Temporary Store in Milan for Smiley
Smiley’s first Temporary Store has opened in Milan, in Corso
Garibaldi: an experiment that coincided with the Milan fashion
week from 24 February to 3 March that SmileyWorld Ltd., the
brand owner, considers a test run for a chain of Smiley shops in
franchising. Among items on sale the whole line (stationery, soft
toys, jewels and bags) from Cartorama, Smiley’s licensing partner
who was behind the Milan test run. But customers also had their
pick of other licensed goodies, such as Adventureland fashion,
Etam lingerie, N2 jewelry, NefNef homewear and cosmetics Happy
Therapy from Arthes. The Smiley Temporary Store was hosting a
pop art exhibition for the occasion: the walls were hung with
photos of the most contagious smiles in the world.
6
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
marchio K-WAY. La collezione autunno-inverno 2010 sarà invece,
distribuita nei negozi a partire da luglio.
Fiorucci man is back
Autumn/winter 2010 will see a new Fiorucci menswear collection
from Offshore Italia, distributed in Italy and the rest of Europe by
Brand Connection. Inking this important licensing contract is a
tangible sign of Fiorucci’s intention to revitalise a
line that was virtually iconic in the 70s and 80s,
taking a fresh look at classic themes and subjects
and reinterpreting them in a modern key. This
collection aims to hit the shelves in 250 retail outlets
in Italy by the end of the year. A capsule collection of
about 20 items is already in the shops, with colourful
jeans, bermuda shorts and t-shirts bearing ubërFiorucci prints (think angels and lips) and other
summer fare straight from their 80s files. The
collection also comprises 2 items in co-branding
with the institutional K-WAY brand. While the
autumn/winter 2010 collection is scheduled to reach
the shops in July.
Lupin III per una collezione che va a ruba!
Dopo essere stato il protagonista di linee di vestiti, giochi, biancheria per la casa, accendini, prodotti di cosmesi, il ladro gentiluomo firma una collezione di caschi. Sono stati prodotti da Berik,
azienda leader nel settore dell’abbigliamento moto e casual. La
linea è già disponibile in tutti i negozi specializzati nel settore e
nei punti vendita San Diego, i negozi monomarca della New York
Zero, che vendono l’abbigliamento di Lupin. I modelli prevedono
eleganti linee nere e stanno avendo molto successo, perché
uniscono elevato confort e sicurezza alle caratteristiche del
personaggio. È intelligente e furbo, ironico e audace. È anche un
intenditore della raffinata arte della seduzione e abile nelle arti
marziali.
Lupin III steals the show with a new collection!
Already the star of a fashion collection, toys, homewear textiles,
lighters and cosmetics, the gentleman thief is now riding high with
a collection of motorcycle helmets. Produced by Berik, a leader in
casual clothing and bikers gear, the line is already on the shelves
in specialist outlets and at branches of San Diego, New York Zero’s
single brand chain, who already stock Lupin apparel. The new
helmets are streamlined in black and are already selling like
walking out of the
stores because they
combine comfort and
safety with the essential Lupin characteristics. Smart, ironic and
daring, he knows how
to make women swoon
for him and he is a dab
hand at martial arts.
Ed Hardy, Ecko Unltd, Zoo York arrivano in europa con TLC
Iconix Brand Group annuncia la partnership con The Licensing Company per lo
svilluppo e l’espansione dei brands fashion,
attraverso l’apertura di una filiale europea,
Iconix Europe LLC. TLC, scelta come
azienda con più esperienza nel mercato del
licensing a livello europeo: detiene il 50%
degli interessi, mentre l’altro
50% resta a Iconix.
Ed Hardy, Ecko
Unltd, Zoo York, sono solo alcuni dei 17
famosi brands che saranno gestiti
seguendo la strategia Iconix americana:
contratti di licenza firmati direct-to-retail.
Sono già 11 i contratti firmati con la distribuzione. Iconix Europe rappresenta la terza
partnership: l’azienda è già presente in Cina con
Silas Chou’s Novel Fashions e in America Latina
con il Gruppo Falic.
Nuovi accordi per The Licensing Factory
The Licensing Factory annuncia la firma di due nuovi accordi con il
Gruppo Buondì Bistefani e Selectiva del Gruppo Paglieri per la
gestione di brand tanto forti, quanto poco usuali nel mondo del
licensing italiano. Buondì, Girella, Yo-yo, Ciocorì e Biancorì sono
marchi storici e si prestano a essere utilizzati in linee di merchandising vintage: abbigliamento, scarpe, accessori uomo e donna,
articoli per la scuola e biancheria per la casa sono solo alcune delle
idee che calzano per questi brand. Aquolina e Pink Sugar sono,
invece, le due fortunate linee di prodotti per il corpo lanciate
dall’azienda italiana Selectiva. Grazie alla vasta gamma di
fragranze dolci, fruttate e golose, sono diventati sinonimo di
femminilità e di sensualità nel mondo delle giovanissime. The
Licensing Factory sta già lavorando con alcuni partner per realizzare linee di abbigliamento e accessori glamour.
New contracts for The Licensing Factory
The Licensing Factory has inked 2 new contracts with the Buondì
Bistefani Group and Selectiva, part of the Paglieri Group, to
manage top brands that have yet to make waves on the Italian
licensing scene. Buondì, Girella, Yo-yo, Ciocorì and Biancorì are
classic brands, ideal for vintage merchandising lines: apparel,
footwear, men and women’s accessories, back to school and
homewear textiles are only a few that spring to mind. On the
Selectiva front the company is anxious to cash in on the success of
its Aquolina and Pink Sugar bodycare cosmetic lines.
Thanks to their huge range of sweet, fruity
fragrances they have come to embody
femminility and sensuality for their following of
young fans. The Licensing Factory is already
hard at work with its partners to
produce
fashion
lines and glamour
accessories.
Ed Hardy, Ecko Unltd,
Zoo York & Co go
European with TLC
Iconix Brand Group has
announced its partnership
with The Licensing Company
in a bid to develop its fashion
brands by opening a
European branch,
Iconix Europe LLC.
Iconix plumped on TLC as the company with the most
licensing market know-how in Europe, and the new branch
is jointly owned by the 2 founders with a 50% share each. Ed
Hardy, Ecko Unltd and Zoo York are among the 17 famous
brands that will be managed according to Iconix’ American
strategy: licensing contracts direct-to-retail. 11 contracts have
already been signed. Iconix Europe is the third partnership for
the group: in China they are represented by Silas Chou’s Novel
Fashions and in South America by the Falic Group.
Successo italiano per le Università d’oltralpe
Continua il trend fortemente positivo nel mercato
dell’abbigliamento italiano per i temi ispirati alle
Università. L’anno scorso Henry Cottons faceva da
apripista con le licenze Harvard e Oxford unite sotto
l’egida HCU- Henry Cotton’s University, mentre il
Maglificio Simon coniugava le collezioni Harvard nel
total look bambino. Quest’anno la linea bambino
Oxford è stata lanciata con successo al Pitti Bimbo da Mafrat, licenziataria per l’Europa, mentre Fix Design lancia la prima collezione
American Freshman: questo il brand-ombrello che raccoglie tutte le
Università USA, con i design, lettering e mascotte originali dei 52
campus più prestigiosi. Fix Design parte con i primi 3 (Miami, Florida
e Louisiana) che verranno rinnovati nelle prossime collezioni. IMG,
licensor europeo che gestisce tutte le properties menzionate, dopo i
successi raccolti in Italia sta allargando le prospettive al mercato
spagnolo e francese.
UK/US varsities wow Italy
Uni-inspired gear is on an upward trend on the
Italian apparel market. Last year Henry Cotton
paved the way with their Harvard and Oxford
licenses grouped under the HCU- Henry Cotton’s
University - label, while the knitwear company Simon
interpreted the Harvard label in a total look for kids. This
year Mafrat, licensees for Europe, successfully showcased an
Oxford kids’ line at Pitti Bimbo, while Fix Design launched their first
American Freshman collection. American Freshman is the umbrella
brand that groups together 52 prestigious US universities, with their
design, lettering and original mascots. Fix Design is kicking off with
their first 3 (Miami, Florida and Louisiana,) while planning new
goodies for their next collections. IMG, the European licensor who
manages all these properties, is looking to export the success of its
Italian job to the Frech and Spanish markets.
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
7
news
55DSL e Panini passione mondiale
55DSL e Panini lanciano una collezione esclusiva di t-shirt celebrative della passione per il
calcio, che quest’anno sarà mondiale. La collezione comprende 10 t-shirts disegnate da 10
differenti artisti internazionali, ciascuna dedicata a una diversa Nazione. L’undicesima
maglietta, realizzata dal 55DSL Creative Team, celebrerà la collaborazione tra 55DSL e Panini.
Ad accompagnare il lancio, il torneo internazionale di biliardino “Galactic Battle of Foosball”,
che si terrà a partire da Aprile in Italia, Inghilterra, Olanda, Francia, Grecia, Colombia, Stati
Uniti e Giappone e che si concluderà con la finale di Bassano del Grappa
a metà giugno. I vincitori voleranno in Sud Africa con Andrea Rosso.
Per partecipare al torneo, basterà iscriversi negli 8 negozi 55DSL
che ospiteranno le partite: per individuarli basta accedere al sito
55DSL.com/foosball.
World passion for 55DSL and Panini
55DSL and Panini launch an exclusive collection of t-shirts theming
the passion for football due to be celebrated with the World Cup this
year. The collection comprises 10 t-shirts designed by 10 different
international artists, each dedicated to a different nation. The 11th
t-shirt, designed by the 55DSL Creative Team, is a homage to the 55DSL-Panini partnership.
The launch is accompanied by an international table football tournament entitled “Galactic
Battle of Foosball”, due to kick off in April with rounds in Italy, UK, Holland, France, Greece, Colombia, US and Japan. The finals will be
held at Bassano del Grappa mid-June and the lucky winners get to fly to South Africa with Andrea Rosso. Sign up for the tournament in
one of the 8 55DSL shops that will be hosting the games. Check out locations on www.55DSL.com/foosball.
Qpiz: le cupido dei giorni nostri
Qpiz, una nuova property destinata al target delle tweens,
nasce da un progetto di Neo
Network, la digital factory di
Magnolia. In attesa dell’arrivo in
Tv della serie animata (52x2,5’)
sul canale digitale terrestre Rai
Gulp previsto per novembre
2010, la piattaforma di lancio
delle Qpiz è il web. Il sito
www.theqpiz.com, lanciato in
occasione di San Valentino, permette di creare e personalizzare con i love
credits il proprio avatar e di competere nei contest per diventare la ragazza
più popolare della community. Hearty, Liebe e Lovelyn sono anche su
Facebook con le loro pagine personali, ricche di post e suggerimenti d’amore.
Varie sono le attività già avviate da TeamWorks, che gestisce la property per
settori merceologici quali le aree dell’edicola, nel mondo del fashion ed
accessori, della scuola e gift. A partire da marzo, infatti, in libreria si potrà poi
trovare il libro “I test delle Qpiz” realizzato da De Agostini, il primo della
collana che la casa editrice sta sviluppando intorno alla property.
Qpiz: modern day cupid
Qpiz is a new property for tweens developed by Neo Network, Magnolia’s
digital factory. In the run up to the Tv cartoon series (52x2.5’), scheduled to
air on Rai Gulp from November 2010, Qpiz has been launched via web. The
www.theqpiz.com site, which appropriately went live on St Valentine’s day,
has visitors creating avatars and personalising them with love credits, then
they can compete in the contest to become the most popular girl in the
community. Hearty, Liebe and Lovelyn are also on Facebook with personal
pages, full of posts and love advice. On the licensing front TeamWorks has
already discussed for the newsagents’, fashion and accessories, school and
gift sectors. March sees the publication of a “Qpiz tests” from De Agostini,
the first in a series the company is developing around the property.
8
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
Holly Hobbie rispetta l’ambiente
American Greetings Properties e Starbright annunciano
l'accordo raggiunto con Cartiere Paolo Pigna, per la realizzazione di una linea stationery in carta riciclata, in co-branding con il marchio storico Pigna "Nature". Questo brand,
caratterizzato dalla carta riciclata proveniente da maceri
selezionati, fa parte di un progetto 100% eco-friendly
dell’azienda Pigna e ha permesso il riconoscimento della
certificazione “Forest Stewardship Council”: legno e carta
utilizzati provengono da foreste gestite secondo criteri di
sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Holly
Hobbie, con una style guide creata ad hoc, é la testimonial
perfetta per questa campagna di sensibilizzazione, sia per
lo stile country che la caratterizza sia per l'amore per la
natura che le sue immagini acquarellate trasmettono. La
linea ufficiale Holly Hobbie Nature Walk viene lanciata nel
corso della Bologna Children
Bookfair 2010.
Holly Hobbie
green
goes
American Greetings Properties
and
Starbright
have
announced a new agreement with Cartiere Paolo
Pigna to produce a new
stationery line using recycled paper, in co-branding with
Pigna’s well-known "Nature" brand. The brand is part of a
100% eco-friendly project and has earned the sought-after
“Forest Stewardship Council” certification: the wood and
paper used are from forests managed with sustainable
environmental, social and economic criteria. Holly Hobbie,
with a new style guide created ad hoc, is a perfect testimonial for this campaign, thanks to her country look and the
nature-loving image her water paint pics inspire. The official Holly Hobbie Nature Walk line is due to be launched
during the Bologna Children Bookfair 2010.
news
Quarta licenza attiva per Original Marines
Original Marines, il family store che conta più di 600 punti vendita,
passa da licenziatario a licenziante. E’ fresca infatti la firma di un
accordo di licenza del marchio Original Marines per la pelletteria
adulto e junior con Pell River. Le collezioni saranno sugli scaffali
dei negozi specializzati
entro l’autunno 2010, e
seguiranno
per
le
successive 3 stagioni.
Questo è il quarto
contratto che vede il
retailer italiano impegnato come licensor sulle
categorie scuola e cartoleria (Biembi), occhiali da
sole kids (Mamidevi) e
tessile casa adulti e
bambini. Frutto della
La nuova via Juventus al merchandising
Juventus ha presentato ai licenziatari un nuovo progetto imperniato
sulla nuova style guide. Voluta da Juventus Merchandising, società
del gruppo Nike, la guida è disegnata da Ginnico Celeste
Comunicazione, agenzia creativa con una forte specializzazione internazionale nel settore sportivo. La style guide fornirà a ogni licenziatario Juventus nuove possibilità creative per produrre prodotti di
grande impatto visivo. Ma non finisce qui. Sono previste, infatti, il rilascio entro il 2011 di 28
linee, che interpretano i
quattro valori in cui
Juventus FC si identifica:
tradizione, stile, determinazione, eccellenza.
Nuovi colori, grafiche
innovative e contemporanee: le nuove linee
prodotto copriranno 7
target
diversi.
Dai
toddlers, agli adulti,
dagli adolescenti alle ragazze, con oltre 100 declinazioni del marchio
Juventus. Per un nuovo approccio al merchandising sportivo.
Juventus merchandising makeover
Juventus has presented a new project that revolves round its new
style guide to licensees. The moving spirit behind the makeover
was Juventus Merchandising, part of the Nike group, and the guide
has been designed by Ginnico Celeste Comunicazione, a creative
agency specialised in the international sports’ sector. The
revamped style guide provides licensees with new opportunities to
create products with a strong visual impact. And there’s more in
the pipeline. By 2011 there are plans afoot for 28 lines interpreting
the four values Juventus FC stands for: tradition, style, determination and excellence. New colours, with innovative, contemporaryfeel graphics for new lines aimed at 7 different targets: from
toddlers to adults and teenagers to girls, with over 100 variations
on the Juventus brand. A cutting edge new approach to sports
merchandising.
10
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
notorietà e visibilità del brand, questi accordi si basano sui valori
distintivi del family store che riesce a coniugare contenuto moda e
accessibilità con freschezza
e rinnovamento continuo.
Original Marines license N°4
Original Marine, family apparel retailer with more than
600 points of sales, just signed another contract as a
licensor. Pell River is now the licensee for fashion bags
and leather accessories, lining up with the other three
previous licencees on stationery (Biembi), kids’
eyewear (Mamidevi) and home textile. Thanks to the
brand’s popularity and awareness, these licenses
enhance the brand value of family store, where fashion
and accessibility meet together with continuous innovation and refreshment.
E’ arrivata Hero 108, la property da eroi
Dal 1 Marzo, tutti i giorni alle
15.50, su Cartoon Network è in
onda Hero 108, un inedito
cartone ispirato a un famoso
romanzo cinese del XIV
secolo: “The Water Margin”.
Presentata in anteprima al
Future Film Festival 2010, l’innovativa serie tv narra una
storia antica: le sfide di un’alleanza di Eroi (Umani) che
lottano contro il malvagio
imperatore HighRoller, comandante delle armate degli Animali.
Co-prodotto dagli Studios europei del canale, insieme a
Moonscoop, utilizzando tecniche d’animazione d’avanguardia (HD
Flash e CGI), Hero 108 é formato da 52 puntate di 11 minuti ed é
rivolto ai ragazzi, ma anche alle community di videogamers. La
serie infatti é costruita come un videogioco: attraverso ogni
puntata si passa da un livello all’altro. Ogni episodio racconta una
sfida a sé, sempre diversa, tra giochi di ingegno, abilitá e molto
umorismo. Gli Animali battuti, infine, solitamente si legano agli
Eroi, 108 in tutto, per sconfiggere l’Imperatore nella battaglia
finale.
Here comes Hero 108
From 1 March Cartoon Network has been broadcasting Hero 108 in
a daily 15:50 slot, a new cartoon inspired by a famous 15th century
Chinese novel “The Water Margin”. Presented at the Future Film
Festival 2010, the TV series tells the tale of the epic battle between
an alliance of human heroes against the wicked emperor
HighRoller, comander of the Animal army. Co-produced by the
channel’s European studios, together with Moonscoop, using
cutting edge animation technology (HD Flash and CGI), Hero 108’s
52 11-minute episodes are aimed at boys, but the community of
videogamers should warm to it too, because it’s built like a game:
each episode is the self-contained story of a challenge, and takes
you one level further. Smart, and with a healthy dose of humour too.
Tom & Jerry: il primo party “gluten free”
Annunciato l’accordo tra WBCP e Farmo, azienda italiana leader nella produzione e
distribuzione di preparati e prodotti dietetici senza glutine: Tom & Jerry saranno i protagonisti di una linea di prodotti, dai grissini ai biscotti e dalle tortine alla pasta, dedicati a
bambini e adulti intolleranti al glutine. I due simpatici personaggi, eterni amici-nemici, interpretano il
tema del Best Party Ever con il loro stile giocoso e ‘pasticcione’: specialisti del party, Tom & Jerry sono
infatti i protagonisti del sito www.tom-jerry.it che propone tante idee originali per organizzare le feste
dei bambini. Oltre a contenuti da scaricare e giochi divertenti da fare con gli amici o i genitori, usando la
tecnologia come mezzo educativo. I prodotti Farmo ispirati a Tom & Jerry saranno i perfetti compagni per un Best
Party Ever ‘Gluten-free’: per consentire anche a bambini e ragazzi celiaci di vivere la festa, ma anche tutti i
momenti della giornata, senza sentirsi diversi dai coetanei.
Tom & Jerry: “gluten free” party fare
A new agreement has just been inked between WBCP and Farmo, the leading Italian producer and distributor of gluten free products,
Tom & Jerry are to star in a new line dedicated to kids with a raft of products from breadsticks to biscuits and muffins to pasta. The eternally dueling duo take a lead role in a Best Party Ever theme, and as two party experts, Tom & Jerry also feature in the site www.tomjerry.it, packed with fun-filled ideas for a great kids’ party and downloads for games galore, smart technology at its instructive best. Tom
& Jerry-inspired Farmo products are the perfect partners for a Gluten-free Best Party Ever; letting kids with food tolerance issues join
in the fun with everyone else. At party time and right through the day.
Nuove licenze in casa Dic 2
Dic 2 annuncia la firma di due nuovi accordi di licenza:
Route66 con Polinelli e Sarah Kay con G.A. La mitica
strada americana conosciuta in tutto il mondo come la
strada dell'avventura e della libertà ispirerà una collezione di occhiali pensati per gli spazi aperti, per chi vive
la sua vita “on the road”. Sarah Kay sarà, invece, la
protagonista della collezione di ombrelli di G.A. Questo
personaggio romantico sarà declinato in 8 diversi
soggetti, in più versioni di colore. Gli ombrelli di Sarah
Kay saranno in vendita a partire dal prossimo mese di
luglio nella grande distribuzione.
New licenses for Dic 2
Dic 2 has inked two important new licensing agreements:
Route66 with Polinelli and Sarah Kay with G.A. The mythical American highway that is a worldwide symbol of
freedom and adventure will supply the inspiration for a
collection of glasses designed for the wide open spaces,
for people who live “on the road”, while Sarah Kay is due
to star in a new collection of umbrellas for G.A. The
romantic character will be available in 8 different
versions and a range of colours. Sarah Kay umbrellas
will go on sale next July in the mass market.
Kazachok presenta in anteprima
la Guida italiana del Licensing
Kazachok ha il piacere di annunciare la
presentazione della nuovissima edizione
della Guida italiana del Licensing
martedì 20 Aprile, nella location Spazio
Asti 17 a Milano. Saranno presenti licenziatari, licensors, buyer della grande
distribuzione, giornalisti, agenzie stampa.
E’ un’occasione per fare il punto della
situazione sul mercato del licensing in una piacevole cornice. Inoltre si avrà la possibilità di conoscere,
per chi ancora non l’ha potuto apprezzare, lo strumento più
importante per il proprio lavoro. La Guida del Licensing, con
oltre 2000 Aziende è il riferimento per ricerche di contatti
nel settore del licensing. Ed è l’unica esistente sul mercato
italiano. Vi aspettiamo a partire dalle 17.30 per un cocktail.
Per ulteriori informazioni contattare lo 02 34938355, oppure
scrivere a [email protected]
Kazachok presents the Italian Licensing Guide
Kazachok is pleased to announce the presentation of a brand new
edition of the Italian Licensing Guide on 20th April, at Spazio Asti
17 in Milan. Guests will include licensors, licensees, buyers, journalists and press agencies. A chance to take a privileged look at
the licensing industry in pleasant surroundings. And either make
or renew your acquaintance with an essential part of your professional toolkit. The Licensing Guide contains over 2000 names of
companies, an indispensable who’s who of the
Italian licensing world, the only one on the
market. We look forward to welcoming you as
our guests for a cocktail from 17.30 onwards.
For further information please contact +39
02 34938355, or mail [email protected] .
2
SAVE
THE
DA
0-4-2 TE
010
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
11
cover story
Care Bears:
gli Orsetti continuano
a scaldare i cuori
Una delle property più amate dagli anni Ottanta, Care Bears torna con un appeal tutto
nuovo, con oltre 300 licenziatari in tutto il mondo. E un awareness superiore all’80%
Negli
anni
O t t a n t a
American
Greetings crea, per
intrattenere e divertire i
bimbi in età prescolare,
Care Bears, gli Orsetti
del Cuore. Un gruppo di oltre 30
orsacchiotti di pezza, nelle tinte
pastello.
Riscuotono
subito
successo, perchè sono fuori dagli
standard: ognuno ha il suo carattere e particolari qualità. E dal
diverso simbolo, che ogni personaggio ha sul petto, scaturisce un
raggio d’amore che sconfigge il
male, scaldando il cuore di chi viene
colpito. Oggi rappresentano una
delle licenze globali più amate di
tutti i tempi, con oltre 300 licenziatari nel mondo. Tra gli elementi che
contraddistinguono il brand spicca
la forte trasversalità. Che ha sviluppato un vero collezionismo degli
orsetti, anche sul target adulto.
A livello entertainment sono
state realizzate
10
serie
animate e 7 film
acquistati dalle
maggiori emittenti
del
pianeta
e
ciclicamente
trasmessi. La
novità
20102011 sono i 52
12
Kazachok Licensing Mag'
episodi in onda su
Italia
1.
Ma
da
American Greetings
trapela la notizia che
un’altra serie tv è già
p i a n i f i c a t a .
Inarrestabili.
Non ultimo, i Care Bears sono in
fase di fortissimo sviluppo in
Giappone dove il grande successo
sul target 18-25 anni ha spinto il
Licensor a inventare un nuovo
personaggio, il Sakura Bear, con il
simbolo del Paese: un fiore di
ciliegio.
I diritti mondiali degli Orsetti del
Cuore appartengono ad American
Greetings Properties. In Italia, dal 1
gennaio 2010 li ha acquisiti
l’agenzia Starbright. Ecco l’intervista di Kazachok a Giada Paterlini,
Managing Director dell’agenzia.
Keep on warming our hearts
Care Bears
The Care Bears are coming: Italy is all set for a
much-loved property that has been going strong since
the 80s. With over 300 licensees worldwide. And an
awareness level of over 80%
American Greetings created the Care Bears, a collection of over 30 cute teddy bears, for pre-schoolers in
the 80s. They were an immediate hit, thanks to each
bear’s individual characterisation and the different
symbols each of them had sewn on their hearts, which
sent out rays of love to defeat evil and warm the hearts
they hit. Today it is one of the best-loved licenses in the
world, with over 300 licensees. One of the elements
which sets the brand apart is its transversal quality,
making the Care Bears collectors’ items even with an
adult target.
On the entertainment front, the Bears’ 10 cartoon
Kazachok: Strategia e previsioni
per il 2010: dove siete e quali sono
gli obiettivi?
Giada Paterlini: “Starbright,
nell’ottica di un rafforzamento della partnership
col
licensor
American
Greetings Properties,
di cui già gestisce i
brand Holly Hobbie,
Madballs
e
Twisted
Whiskers, dal 1
gennaio 2010 si
occupa del licensing
aprile - giugno 10
series and 7 films have been bought by all the world’s
major broadcasters and are regular features on the
small screen. 2010-2011 will see 52 episodes broadcast on Italia 1. But American Greetings are rumoured
to already have another series in the pipeline.
And then there’s the Care Bears’ growing popularity in
Japan, where the huge success they have had with 1825 year olds has persuaded the Licensor to invent a
new character, the Sakura Bear, with Japan’s own
cherry blossom symbol.
American Greetings Properties hold the world rights
for the Care Bears. Starbright obtained the rights for
Italy from 1st January 2010. Kazachok interviews Giada
Paterlini, Starbright’s managing director.
dei Care Bears. E sta già lavorando
attivamente a un piano di licensing
impegnativo, tramite sinergie a livello
internazionale in alcune key-categories. Puntiamo al prossimo ingresso
di partner italiani, leader sui fronti
back to school e food. Sul rilancio dei
Care Bears in Europa, il core sarà dal
2011. Rileviamo segnali molto incoraggianti dal mercato: l’awareness di
questo popolarissimo brand, come
per Holly Hobbie, ancora oggi supera
l’80%”.
K: A che target è rivolto?
G.P.: Il target primario è
prescolare, unisex. Il
secondario
sono
teens e young adults
(18-25), fenomeno
che sta crescendo in
Giappone con un
+100% di venduto
rispetto
all’anno
precedente.
K.: Aziende licenziatarie coinvolte:
avete già un'idea di chi potrebbe
essere interessato?
G.P.: Stiamo lavorando su un doppio
fronte: prescolare e fashion. Per la
prima sono in definizione back to
school, tessile casa, intimo, calze,
pigiami e alcuni prodotti food. Per la
seconda stiamo sviluppando, oltre
all’abbigliamento, lo stationery e gli
accessori. Anche sul collectible e
sul publishing stiamo riscuotendo
segnali di interesse.
K.: Quale sarà il vostro
approccio?
G.P.: Cerchiamo partnership con
aziende che puntino a sviluppare prodotti innovativi, di
qualità e in linea con il
target. Pronte a investire
con noi in un piano biennale,
2011-2012.
Stefania Ormazza
Carla Silva: il successo sta nell’appeal
Carla Silva, Vice President International Licensing di
American Greetings, è molto contenta di lavorare in
Italia con Starbright. Racconta: “Questa nuova partnership è un passo importante per lo sviluppo dei Care
Bears. E crediamo sia l’agenzia giusta, hanno molta
esperienza nella caratterizzazione dei marchi”. Perché
Carla Silva non ha dubbi. Una property ha successo nel
tempo in base a tre elementi: appeal, esposizione,
accuratezza nella gestione del brand. E su cosa debba fare un licensor per
aiutare la property ad affermarsi, spiega: “Bisogna saper essere innovativi e catturare l’interesse anche delle nuove generazioni. Con prodotti
coerenti, le cui vendite trainano in associazione tutto il resto. Marketing e
investimenti di denaro non garantiscono la riuscita, rispetto al saper
creare un fascino, d’immagine e commerciale, intorno ai marchi”.
Carla Silva: appeal is the secret of success
Carla Silva, Vice President International Licensing for American Greetings, is
delighted to be working with Starbright in Italy. “This new partnership is important
for the development of the Care Bears. And we’re sure we’ve chosen the right
agency, with plenty of experience in brand characterisation”. Carla Silva is
convinced that a property’s enduring success is based on three elements: appeal,
exposure, and careful brand management. As far as the licensor’s role in helping to
boost a property goes, she explains: “You have to know how to innovate and how to
capture the interest of new generations. With coherent products which lead the way
for the rest. Marketing and investment alone are no guarantee of success, what
counts is creating the mystique of brand-appeal that works with customers and
manufacturers alike”.
Kazachok: Strategies and forecasts for 2010: what’s your current
position and what do you aim to
achieve?
Giada Paterlini: Starbright already
manages Holly Hobbie, Madballs
and
Twisted
Whiskers
for
American Greetings Properties and
now we’ve strengthened our partnership by taking on the licensing for the Care Bears for
Italy from 1st January 2010. And we’re already working
on an ambitious licensing plan, with international
synergies in key categories. We’ve got some leading
Italian companies lined up for the back to school and
food sectors. The core of the Care Bears relaunch in
Europe is scheduled for 2011, but we’re getting very
encouraging signals from the market, where brand
awareness is still riding high at over 80%, just as it is
for Holly Hobbie.
K.: What target are you aiming at?
G.P.: Our main target is preschoolers of both sexes,
with a secondary target of teens and young adults (1825), a huge growth sector in Japan, with sales up over
100% compared to last year.
K.: Licensees: do you already have an idea of who
might be interested?
G.P.: We’re working on two fronts: preschoolers and
fashion. For preschoolers we’re firming up on back to
school, household textiles, lingerie, socks and tights,
nightwear and some food products. As far as fashion
goes we’re looking beyond apparel to stationery and
accessories. We’ve had signs of interest from
collectibles and publishing too.
K.: What approach are you going to take?
G.P.: We’re looking for partnerships with companies
that want to develop innovative quality products that
are suitable for our targets, and are ready to invest with
us in a two-year plan for 2011-2012.
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
13
events
ile
r
p
a
8-9
2010
Paris, city
of licensing
Al rendez-vous internazionale Kazachok Licensing
Forum si incontrano i più importanti licensors europei, si scoprono le
proprietà di domani, si firmano contratti. E ancora, tra conferenze e
dibattiti, si osservano e analizzano i trend emergenti delle aziende
Pronti, via. La settima edizione internazionale del Kazachok
Licensing Forum sarà l’8 e il 9 aprile 2010 nel cuore di Parigi,
ospite del prestigioso complesso industriale La Halle Freyssinet.
E per la prima volta il rendez-vous durerà due giorni. Segno che l’incontro
europeo del gran mercato delle licenze diventa il primo evento a tutta
licenza, in calendario per gli addetti al settore. D’altronde va considerato
che l’Europa ha le sue forti specificità: è un Continente con tanti Paesi
dall’economia-guida nel mondo. E quando i diritti del licensing vengono
acquistati, essi naturalmente continuano la loro validità, di territorio in
territorio. Molteplici le possibilità di evoluzione nel mercato, nonostante il
momento di recessione. La sfida consiste nel far diventare queste giornate
il momento clou per gli attori del mondo europeo delle licenze: infatti qui si
trovano i rappresentanti delle più importanti properties internazionali, che
riescono a chiudere contratti dall’estensione europea. Ma anche quanti
rappresentano i diritti locali nei singoli Paesi.
Il programma del Forum parigino risulta completo ed esaustivo: una
kermesse per vedere chiunque, ascoltare conferenze, scambiare informazioni con competitor e distributori. Poi, incontri di business e session
pitching, ovvero sessioni private per consentire ai licensor di raccontare le
loro strategie di licensing.
Paris, city of licensing
The International Hub for the International Industry will
take place in Paris, City of Licensing from 8th to 9th,
April 2010. Save the date
Europe has specific particularities: it's a continent that
includes a large number of countries with a strong
economic drive. However, when licensing rights are
purchased they continue to be validated territory by
territory.
So how can buyers "go shopping" with a minimum
amount of hindsight and access a large, transversal,
sophisticated and local offering?
Based on our scrutinizing and observant position,
Kazachok took the market evolution and the worries
induced by the recession into consideration to make sure
the 2010 edition of the Licensing Forum would meet
these expectations.
The challenge is to make the European licensing pros
come together in continental Europe. Those who represent international properties and who are capable of
signing pan-European deals as well as those who represent rights locally throughout Europe.
To meet that challenge a great number of novelties will
be available. First of all, the Forum will last 2 days as
consistently requested by a great number of visitors. The
Forum's program has always been very full and thus, to
see everyone, listen to the conferences, exchange information with competitors and distributors, the gift of
being everywhere at once was just not enough!
14
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
Ed ecco i punti principali delle conferenze:
La crisi: che impatto ha nel mercato mondiale?
Con parametro di riferimento del mercato nordamericano, di Ira Mayer
(EPM Communication)
Quali sono i diversi modi di fare licensing nelle promozioni per
bambini?
Resoconto dell'esperienza di The Marketing Store, insieme al loro cliente
McDonald’s.
The conferences held both mornings
will remain the Forum's highlights:
Che peso ha il licensing nei prodotti culturali?
Una presentazione di GFK licensing Panel
The crisis: what impact is there on the market world-
Come utilizzare i social networks, quali sono gli strumenti di comunicazione preferiti dai teenagers?
ABC+ e Daily Motion sveleranno le posizioni dei brand e delle properties
nei nuovi mezzi di comunicazione
With a benchmark of the Northamerican market by Ira
Trade e licensing: quali sono le chiavi del successo?
Un’analisi dettagliata, presentata dalla consulente Veronique Morel, attraverso un sondaggio sugli store eseguito per Kid’in Store. Poi Kelvyn Gardner,
Lima UK e Stephane Fillastre, Director Retail & Business Development of
Warner Bros. Consumer Products, si confronteranno sul tema: quali strategie
neccessarie per strutturare programmi europei.
Experience sharing by The Marketing Store, accompa-
Le proprietà del web e il loro sviluppo a 360 gradi.
Ankama parlerà delle nuove piattaforme: Interner, cellulari, giochi
online, web tv
wide?
Mayer (EPM Communication)
What are the different uses for licensing in kids' promotions?
nied by their client McDonald’s
What is the share of licensing in the cultural goods
market?
A presentation of the GFK licensing Panel
How to use social networks – teenagers' new favorite
communication tools?
ABC+ and Daily Motion will fill us in on the position of
Retail Lounge per scoprire le strategie di..
4Kids Entertainment, Ankama, Canal + Licence, Chupa Chups, Classic
Media, CPLG, Elle, ERB Tarzan, Fitzroy Media, France Télévision
Distribution, FremantleMedia, Gulli, License Lab, M6 Licences,
Marathon Media, Moonscoop, Nelvana, MTV, Nickelodeon, Propertiz, TF1
Licences, TLC, Toei Animation, Warner Bros. CP
brands and properties in these new tools/media.
Trade and licensing: what are the keys to success?
First of all a breakdown analysis will be presented by
Véronique Morel based on store surveys conducted for
Kid’in Store, then Kelvyn Gardner, Lima UK and
Stéphane Fillastre, Director Retail & Business
Development Warner Bros. Consumer Products, on
Contatti utili
Website dell’evento: http://forumlicence.kazachock.com
Iscrizioni: [email protected]
Espositori: Christelle [email protected]
Direzione del Forum: Nathalie [email protected]
Tel: +33 1 55 95 00 20.
what kind of strategy is suitable to set up European
promotions.
WEB properties and their 360° developments:
Ankama will tell us about new platforms: Internet, cell
phones, online network games, Web TV
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
15
property focus
Champs 12: let
the licence begin
Dall’Agentina con amore arriva in Italia “Champs 12”. Una property tutta sentimenti, sport,
musica e danza da non lasciarsi sfuggire...
Dopo il trionfo de “Il
Mondo di Patty” sarà
ancora Elastic Rights a
distribuire sul territorio nazionale
la serie tv “Champs 12” prodotta e
realizzata da Dori Media. 120
puntate della durata di un’ora che
tra musica, partite di calcio e ballo
raccontano le avventure e i dilemmi
di due giovani ragazzi. Una brillante
serie teen costruita intorno alla
figura della protagonista Charlotte
(Liz Solari) che, timida dodicenne e
brutto anatroccolo proprio come la
tanto amata Patty, viene ridicolizzata di fronte a tutti dal
bellissimo e promettente
calciatore
Gonzalo (Tomas De
Las Heras). Il
tempo
passa,
Charlotte
si
trasferisce
a
New York e,
poco più che
diciottenne,
torna
in
Argentina
trasformata in
un biondissimo
cigno alla moda.
E con tutta l’intenzione di rovinare la vita del
ragazzo. Convince
così il padre ad
acquistare il club
dove gioca Gonzalo
e tra i due è un
disastro
annunciato. Scherzi, litigi
e
competizioni
infiammano,
infatti, il college
fino a quando
16
Kazachok Licensing Mag'
l’amore non stravolgerà anche le
regole di questa partita. Un telefilm
che fa divertire indagando anche
nel delicato rapporto genitori-figli.
“Champs 12” si rivolge a un target
teen (dai 13 anni in su), cresciuto
rispetto al pubblico de “Il mondo di
Patty” e capace di cogliere anche gli
aspetti più problematici e sensibili
della vita degli adolescenti moderni.
Televisione, certo, ma non
solo. Sono tantissime
infatti le attività legate al
telefilm: una colonna
sonora pensata ad hoc, un
cd con 12 canzoni e 3 videoclip interpretati dagli attori
sembrano infatti preparare questo teen-movie a
un successo su più fronti.
Altrettanto
numerosi
sono anche i progetti
previsti per questa
property, tra i quali
interessanti progetti
editoriali e sviluppi di
collezioni in ambito
fashion.
aprile - giugno 10
Champs 12:
let the licence begin
Champs 12 arrives in Italy from Argentina with love.
A hot property packed with emotions, sport, music and
dance up for grabs...
And as an encore to their “Patty’s World” triumph,
Elastic Rights are revving up to distribute the hot new
“Champs 12” tv series in Italy produced by Dori Media. A
teensoap starring Charlotte
(Liz Solari), who as a shy 12
year-old is humiliated in front
of all her mates by Gonzalo
(Tomas De Las Heras), a
promising young football
player and stunningly goodlooking latin-lover type. Time
passes, Charlotte moves to
New York and grows into a
beauty in her own right. At 18
she comes home to Argentina
with every intention of
revenge. She persuades her
father to buy the football club
Gonzalo plays for and the two
skirmish their way through a
series of jokes and fights until
love conquers all. “Champs
12” is aimed at a 13 year-old
+ target, older than Patty’s
World, and able to appreciate
the trials and tribulations of
modern teenagers. And its
television and more. A teenmovie with a specially written
soundtrack, a cd with 12
songs, and 3 videoclips starring the TV series characters
looks all set to make waves
with its young audience.
Naturally a host of projects
are busy being hatched for
the property, from interesting publishing project to
the whole fashion word
development.
Paramount Pictures:
licenze da Oscar
Si accendono i riflettori sul mondo del licensing con le properties
superstar della major americana che ha scritto la storia del cinema.
E si muovono i primi licenziatari
Cosa hanno in comune i
film
Il
Padrino,
Footloose e Grease?
Forse che i protagonisti sono tutte
icone sexy del cinema mondiale?
Sicuramente sì, ma il filo di Arianna
di questo straordinario trio sta
soprattutto nella doppia “P” che
compone il nome di “Paramount
Pictures”. Va infatti al colosso
produzione americana in un
contesto moderno. E proprio su
questa idea si è mossa “Guru”,
azienda leader nell’abbigliamento
giovane, che ha fatto del film "The
Warrior" il leit-motive della sua
collezione autunno-inverno 20102011. Presentata al Pitti Immagine
di Firenze e al Bread&Butter di
Berlino, la collezione strizza l’oc-
americano il merito di aver prodotto
e distribuito questi e altri successi
cinematografici, campioni d’incassi
in tutto il mondo. C'è davvero qualcuno che non ricorda il viso di una
giovane Audrey Hepburn in
“Colazione da Tiffany”? E’ possibile
ascoltare il successo musicale
“Take my breath away” e non
pensare al tenente Maverick che
sfreccia su una moto nei panni di un
affascinante Tom Cruise? Un
universo cinematografico carico di
suggestioni. Che oggi può essere
declinato in operazioni di marketing, nonché nelle forme più tradizionali di sviluppo licensing attraverso progetti su molteplici categorie merceologiche quali abbigliamento e accessori per la casa, ma
anche stationery, gift e tante altre.
A gestire per l’Italia il portfolio
Paramount con cui, tra gli altri
vantaggi, è possibile costruire collezioni eterogenee utilizzando diversi
titoli, è l’agenzia Backstage che
mira a sviluppare nuove linee che
valorizzino la creatività della casa di
chio al mondo punk raccontato da
Walter Hill, con una linea di giacche
in pelle, gilet borchiati, pantaloni
slim-fit e t-shirt stampate. «La
tendenza che ci interessava sviluppare» spiega G. Montacchini, direttore creativo di Guru, «era lo
“spirito Rock” con i suoi tratti anche
ruvidi. E credo che non vi sia miglior
pellicola per rappresentare questo
concetto».
Paramount Pictures:
a licensing Oscar
Licensing in the limelight for the superstar properties
from the US Major that helped make film history. And
licensees are already queuing at the box office
High Noon, Breakfast at Tiffany’s and Mission
Impossibile: three blockbusters all linked by the double
“P” of “Paramount Pictures”, the US giant which has
produced and distributed these, and many other famous
films, throughout the history of cinema. And now this
evocative heritage is enjoying a new lease of life as a
marketing vehicle and under the guise of more traditional licensing development projects in categories like
apparel and homewear, stationery and back to school. In
Italy the Paramount portfolio, with its innovative advantage of being able to buy a package of titles under a
single license, which gives licensees a broad range of
collections for all tastes, is managed by the Backstage
agency. Backstage aims to develop new lines that
enhance the American producer’s creative image in a
modern key. And this was exactly the thinking behind
Guru, a leading clothes company for young people, which
has made the film "The Warrior" the leitmotif of its 20102011 autumn-winter collection. Unveiled at Pitti
Immagine in Florence and at the Bread& Butter in
Berlin, the collection has overtones of punk as seen by
Walter Hill, with a line of leather jackets, stud-bestrewn
waistcoats, slim-fit trousers and printed t-shirts.
G. Montacchini, creative director at Guru clarifies, “What
we were aiming for was “a spirit of rock” look, with all its
rough edges, and I can’t think of a better film to represent this concept».
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
17
property focus
Grande attesa per il
ritorno delle guerriere
Dopo il successo che negli anni’90 dal Giappone conquistò tutto il mondo, le Sailor
ritornano. Con la rimessa in onda delle 5 serie e una style guide che parla italiano
Sailor Moon nasce in
Giappone agli inizi degli
anni ’90. Da manga
diventa una serie Tv: è un successo
straordinario per le 5 serie da 200
episodi, che sono seguiti da 3
milioni di bambine dai 4 ai 12 anni in
ogni puntata. Le avventure di Sailor
Moon vengono quindi divulgate in
tutto il mondo: il fumetto è pubblicato in 22 paesi, solo in
Europa vende 20
milioni di copie.
E inizia l’estesa
attività
di
licensing che
raggiungerà
una
dimensione internazionale
seconda
solo
ai
Pokemon,
e prima in
q u a n to
property solo
femminile. La serie
narra le avventure
di Bunny, una quattordicenne pasticciona che grazie
all’incontro con Luna, una gatta
parlante, scopre di potersi trasformare in Sailor Moon. Assieme alle
sue compagne, Sailor Mercury,
Sailor Mars, Sailor Jupiter e Sailor
Venus e al misterioso Tuxedo Mask,
avrà il compito di ritrovare la principessa della Luna, il Cristallo d’ar18
Kazachok Licensing Mag'
gento illusorio. E’ prevista per l’autunno 2010 la rimessa in onda delle
serie originali, che erano state
trasmesse tra il 1995 e il 1998 su
Rete 4 e Canale 5 e che quasi certamente saranno ospitate nel pomeriggio di Italia 1. E Backstage si
prepara al successo, perché la
formula non cambia. Anzi è arricchita dalla creazione di una nuova
style guide tutta italiana grazie alla
collaborazione
con
Kappa
Edizioni. Questo
è un ulteriore
vantaggio per le
aziende licenziatarie
italiane
perché le
style guide
rispecchier a n n o
maggiormente
il
gusto locale
e saranno più
facilmente
modulabili
a
seconda
dello
sviluppo dei prodotti. E’
previsto un completo
programma di licensing
che coinvolgerà le principali categorie merceologiche: giochi, cartoleria, editoria, abbigliamento e
accessori, cosmesi, gift e altro
ancora. Tutto è pronto, aspettiamo
le Sailor!
aprile - giugno 10
Sailors Ahoy!
After their runaway success in the 90s when they first
sailed forth from Japan to conquer the world, the
heroines of Sailor Moon are back. With all 5 series
and an all-Italian style guide
Sailor Moon was originally created in Japan at the beginning of the 90s. It started life as a manga, but made the
leap onto TV, where its 5 200-episode series were a huge
success. The adventures of Sailor Moon were broadcast
worldwide, with the cartoon going to press in 22 countries; in Europe alone it sold 20 million copies. This was
the beginning of an international licensing phenomenom
second only to Pokemon, but topping the charts as a
property for girls. The series tells the tale of Bunny, who
discovers she can transform herself into Sailor Moon.
Together with her friends and the mysterious Tuxedo
Mask, she has to find the illusory Silver Crystal. The
series was originally broadcast on Rete 4 and Canale 5
between 1995 and 1998, and is now slated to be rerun in
autumn 2010, probably in an afternoon slot on Italia 1.
And Backstage is confidently expecting success thanks
to the same winning formula, but this time round with
the added bonus of new Italian style guides produced
with Kappa Edizioni. These specially-localized guides
are more in line with Italian tastes and should make life
easier for Italian licensees, because they will be easier
to adapt to product development. The sweeping licensing
project covers all the main merchandising categories:
toys, stationery, publishing, apparel and accessories,
cosmetics, gifts and much more. So, everything is ready
to welcome back the Sailors!
property focus
Toy Story3:
verso l’infinito e oltre
In attesa dell'uscita nelle sale di "Toy Story 3" Disney concede la property a selezionati
licenziatari, per linee di prodotto che coinvolgano tutti i settori merceologici
Toy Story - Il mondo dei giocattoli - è stato il primo film d'animazione in grafica computerizzata realizzato da Pixar e distribuito da Walt Disney Pictures. Il cartone nasce nel 1995 nella
stanzetta del piccolo Andy dove i giocattoli
prendono vita sotto la guida di Woody, il cow
boy da sempre gioco preferito del bambino.
Quando però, per il suo compleanno, Andy
riceve in dono il nuovissimo Buzz, un
moderno uomo dello spazio, le sue preferenze cominciano a cambiare. Inizia così una
vera e propria competizione tra i due supergiocattoli che, tra mille peripezie, si trasformerà in profonda amicizia. Quattro anni
dopo in Toy Story 2, Woody corre il pericolo
di non vedere mai più i suoi compagni
perché,
catturato
dall’avido
commerciante di giocattoli Al,
rischia di essere venduto a un
famoso museo giapponese. Nuove
difficoltà tanta azione, divertimento
e, ancora una volta, l’amicizia che
porta al lieto fine. Oggi,
dopo undici anni, tornano i pericoli per i
protagonisti di Toy Story 3. Dal lontano 1995 è infatti
passato molto tempo ed Andy, diventato
grande, si prepara a partire per il college
e a mettere i giocattoli in soffitta. Per
errore i piccoli protagonisti vengono
però spediti in una scuola materna dove
finiscono sotto le grinfie di alcuni perfidi
bambini. Fuggire dall’asilo e trovare un nuovo
padroncino non sarà facile. E' grande l’attesa per l'uscita
del terzo episodio di Toy Story firmato da John Lasseter
interamente in 3d previsto nelle sale americane il 18
giugno e in quelle italiane il 7 luglio. Per celebrare al
meglio l'evento, Disney ha firmato con un pool di
aziende selezionate la licenza di questa property
tanto ambita. Saranno infatti Giochi Preziosi, Mattel,
Dima, Prenatal, Oviesse, De Fonseca, Pengo, Evoluzione, Gala, i
licenziatari che lanceranno i prodotti Toy Story su tutti i settori merceologici. Tutto è già pronto per l’arrivo del prodotto sugli scaffali, dove i
prodotti…voleranno verso l’infinito e oltre!
20
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
Toy Story3:
to infinity and beyond
As Italy waits for Toy Story 3, the licensing world
celebrates with a raft of new projects for kids
Toy Story was born in 1995 in Andy’s bedroom,
where toys come to life under the guidance of
Woody the cow boy, Andy’s favourite toy. But
then Andy gets a new space man, Buzz, for his
birthday and the competition for favourite toy
is on. And it’ll take a whole load of adventures to transform the rivalry between the
two toys into solid friendship. Four
years later in Toy Story 2, Woody runs
the risk of losing his companions
forever when he is captured by the
avaricious toy merchant Al, and looks
all set to end his days in a Japanese
museum. New adventures for our
favourite characters, but once again,
friendship triumphs over all. Now,
eleven years later, Andy is about to
go to college and consign his toys to
the attic. But in a mix up our little friends
get sent to a junior school and fall into the clutches
of some truly horrible brats. Escaping from
school and finding a new owner won’t be easy. To
celebrate Toy Story 3 by John Lasseter, Disney,
together with their licensees Giochi Preziosi,
Mattel, Dima, Prenatal, Oviesse, De Fonseca, Pengo,
Evoluzione, Gala, have a whole raft of new products
ready. Products range from apparel and accessories to footwear and back to school, not to
mention toys, toiletries, food and homewear.
Andy Capp: da
personaggio a brand
Dopo la firma del primo contratto per l’abbigliamento, l’ironia di Andy
Capp arriverà in altri settori. Con l’inconfondibile berretto verde
Nato dalla surreale creatività di
Reginald Smythe alla fine degli anni
cinquanta sulle pagine del Daily
Mirror, quotidiano londinese, Andy Capp con il
suo inseparabile berretto verde calato sugli
occhi è uno dei personaggi più amati dal
pubblico italiano. Pensa e parla di poche
cose: donne, rugby, biliardo, freccette e
ovviamente di birra. È sposato con Florrie,
una donna che lavora onestamente e che
sopporta il marito fannullone. L’ironia e
l’originalità di questo personaggio, presentato attraverso grafiche uniche e strip dai contenuti comici e esilaranti, è destinato ad appassionare un pubblico trasversale. Che ama non solo il mondo di
Andy Capp, ma anche lo stile di vita e l’informalità che lo rappresentano. La
strategia di licensing che The Licensing Machine (TLM) si è posta, prevede
di trasformare questo personaggio in brand, aumentandone la percezione dei contenuti ironici e divertenti, in
settori ricettivi come quello dell’abbigliamento,
dell’arredo casa, del toiletries e dell’accessorio di
qualità. Geco Srl è il primo licenziatario italiano
nella categoria abbigliamento che produce e distribuisce il marchio Andy Capp. Originali e di ricercato
design sono le t-shirts, le polo e le felpe. Speciali sono
i tessuti trattati e la cura nella scelta delle etichette e
delle icone che valorizzano con ironia, in perfetto stile
british, i capi. Gli accessori e le finiture, le buste per
i capi e le borsine in carta-ecologica, tutte rigorosamente English style, interpretano benissimo lo stile sfacciato e irriverente che si
richiede a un personaggio anticonvenzionale e dinamico come Andy. TLM è
presente con un proprio stand a
Bologna in occasione della Fiera del
Libro per Ragazzi, presso l’UNAWAY
Hotel per presentare Andy Capp e le altre
licenze del gruppo.
Andy Capp: from character
to brand
Following an initial contract for apparel, Andy Capp’s
peculiar brand of irony is all set to conquer other
sectors. With flat cap to the fore
Created by an inspired Reginald Smythe towards the
end of the fifties, when he graced the pages of the Daily
Mirror, Andy Capp is one of Italy’s favourite characters.
Andy has a fairly limited range of interests: women,
rugby, snooker, darts and, above all, beer. Andy’s irony
and originality, sketched in Smythe’s signature comic
strip, exudes the sort of humour that goes down well
with a broad audience, who love Andy Capp, his world
and his off-beat, informal lifestyle. The Licensing
Machine (TLM) aims to transform Andy into a brand,
perfect for apparel, homewear, toiletries and quality
accessories. Geco Srl is the first Italian licensee to
produce and distribute Andy Capp brand, with originally
designed t-shirts, rollnecks and sweatshirts. The materials used are specially treated and the labels and logos
have been carefully chosen to enhance the clothes. The
accessories and finishing touches, the shopping bags
and liners in recycled paper are all rigorously English
style, in perfect Andy style. TLM will be hosting a stand
at Bologna for the children’s book fair at the UNAWAY
Hotel to present Andy Capp and other licenses the
group represents.
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
21
property focus
My Melody sempre
più glamour
Il piano di licensing avviato, le serie animate, una style guide ampliata: l’obiettivo è
di conquistare un pubblico sempre più esteso, grazie alla sua femminilità spensierata
Il character di casa
Sanrio si presenta oggi
con tutte le carte in
regola per diventare, nel prossimo
biennio, un’icona glamour del
licensing “Made in Italy”. E’
prevista per l’Autunno/Inverno
2010 una nuova collezione, realizzata grazie alla partnership con
Lui-Jo, che promuoverà in passerella e sulle vetrine l’ingenua
femminilità
di
My
Melody.
Personaggio non certo sconosciuto nel mondo delle licenze: in
Italia, infatti, Starbright ha già
consolidato da qualche tempo un
piano di licensing strutturato che
conta partner importanti come
BBS, Edibas, Floreal, Gedis, Giochi
Preziosi, Hermet-Novia, Jaxo,
Lisciani Giochi, Lugar Diffusion,
Marbel, Nec Eurochim, Open
22
Kazachok Licensing Mag'
Mark, Oviesse,
P a n i n i ,
Promoplast,
Dulcop,
Re
Florence,
ai
quali si affiancheranno nel
corso del 2010
altri nomi di
rilievo a livello europeo, che
Sanrio annuncerà prossimamente.
Uno dei motivi di questi risultati è
sicuramente il successo delle
serie animate: “My Melody Sogni
di Magia”, 216 episodi andati in
onda a partire dal 2008 su Italia 1.
La serie composta racconta le
avventure della dolce My Melody
alle prese con la perfida Kuromi,
scappata dalla prigione sotterranea del regno di Mary Land per
impadronirsi di potere magico
tramite i sogni degli umani. E il
tocco finale del progetto arriverà
dal Giappone: sono stati annunciati nuovi aggiornamenti della
Style Guide, ispirati alle tendenze
emergenti in campo moda giovane
e caratterizzati da una serie di
spunti creativi che stimoleranno i
licenziatari a interpretare il personaggio con una nuova verve. Il
character gode comunque del
fatto che alle spalle vi è un’azienda
come Sanrio, leader assoluto nella
creazione e commercializzazione
di characters per il licensing e
conosciuta in tutto il mondo per
aver dato alla luce Hello Kitty: un
fenomeno di costume globale
senza eguali.
aprile - giugno 10
Glamour galore for My Melody
A licensing plan up and running, a cartoon series, a
more complete style guide: the aim is to conquer a
wider public thanks to her happy-go-lucky feminine
appeal
The character from Sanrio is all set to earn a crown over
the next two years as one of the glamour icons of Italian
licensing. With the backing of one of the major leaders in
the creation and commercialisation of characters for
licensing known worldwide for its Hello Kitty success,
and thanks to a licensing plan for Italy from Starbright,
who can count on partners like BBS, Edibas, Floreal,
Gedis, Giochi Preziosi, Hermet-Novia, Jaxo, Lisciani
Giochi, Lugar Diffusion, Marbel, Nec Eurochim, Open
Mark, Oviesse, Panini, Promoplast, Dulcop and Re
Florence, soon to be joined by other illustrious European
names during 2010. This year sees the addition of Liu-Jo,
who has signed a partnership with Sanrio and has chosen
My Melody as its glamour star for the A/W 2010 collection. My Melody has been gracing the small screen since
2008 with 216 episodes of the cartoon series “My Melody
Magic Dreams” broadcast by Italia 1. New updates are in
the pipeline for the Style Guide too: a series of creative
ideas aimed at stimulating licensees to interpret the
character with renewed verve and enthusiasm.
Teen Days, il primo talent
show in animazione
Un cartone, uno spettacolo, una competizione: questo è Teen Days, il primo talent show
in animazione che entra, a passi di danza, nel mondo del licensing
Sei ragazzi, una band e un
ambitissimo torneo internazionale dei licei musicali, il Music One. Sono questi gli
elementi di “Teen
Days”, trasmesso
da
Disney
Channel
France
e
Rai2. 13 ore
di programmazione per
raccontare le
vicende
di
Isabel, Max, Leo, Elia,
Sara e Thomas, sei giovani artisti
diversi per stile di vita e ceto sociale
ma uniti da una grande passione, la
musica. Iscritti alla Musix School,
liceo che si occupa di formare giovani
talenti nel campo delle Performing
Arts. La band, nata tra i banchi di
scuola, insegue il sogno di vincere
l’ambito Torneo Internazionale dei
Licei Musicali. Un intero anno scolastico in 26 episodi in cui i ragazzi
cercheranno di portare avanti il loro
ambizioso progetto affrontando, con
scatenati balli e performances
canore, i loro principali antagonisti
rappresentati
dai “Victory”,
una band rock
che cercherà
in tutti i modi
di contrastarli.
“Teen Days” si
rivolge a tutti i tipi di
pubblico
grazie
alla
grafica colorata e dinamica
abbracciando soprattutto l'orizzonte degli adolescenti che, come i
protagonisti del cartone, si trovano a
convivere con problemi di studio,
dinamiche complicate tra genitori e
figli, tra amici, band rivali, primi innamoramenti e litigi. A gestire questa
property è l'agenzia Smart Brands
che ha già siglato numerosi accordi di
licenza con marchi come Seven,
Cartiere Paolo Pigna, Preca
Brummel,
Antasya,
Nestlè,
Mondadori. Tante nuove iniziative che
coinvolgono il mondo dell'abbigliamento, del food, del personal care, del
back to school e delle pubblicazioni
editoriali. Quello di “Teen Days” è un
prodotto interamente italiano, realizzato da Cartoon One in co-produzione
con Rai Fiction, attorno al quale
ruotano altri numerosi progetti cross
mediatici, tra cui il Teen Days Live
Tour,
una
Web
Community,
Edugames, Advergames. Cartoon
One ha appena siglato con Sony un
accordo per la realizzazione di un CD.
Uscito il 19 marzo è composto da 6
brani musicali.
Teen Days, the first cartoon
talent show
A cartoon, a show, a competition: Teen Days is the new
cartoon talent show all set to dance its way into
licensing
Six kids, a band and a prestigious international competition. These are the ingredients of “Teen Days” the first
cartoon talent show broadcast by Rai2. 13 hours to tell
the tale of Isabel, Max, Leo, Elia, Sara and Thomas, six
young artists with different life styles, from different
backgrounds with a common passion for music. As
pupils of the Musix School, which trains young talents in
performing arts, the band dreams of winning the
sought-after International Music Schools trophy. The 26
episodes cover a school year portraying their struggle to
win the trophy, as they sing and dance their hearts out,
determined to beat their arch-rivals, the “Victory” duo.
“Teen Days” has something for everyone thanks to its
colourful, dynamic graphics, which appeal above all to
teenagers. The property is handled by the agency Smart
Brands Srl, which has already inked licensing agreements with big names such as Seven, Cartiere Paolo
Pigna,
Preca
Brummel,
Anastasya,
Nestlè
and
Mondadori. A raft of new ventures ranging from apparel
to food, toiletries, back to school and publishing.
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
23
property focus
I viaggi
dei Saurini
Cinque cuccioli di dinosauro vanno alla ricerca dei genitori perduti. Magia, viaggi nel
tempo, ambientazioni storiche, meteoriti, affascineranno il piccolo pubblico di Raidue
e Raisat Yo-Yo
Saro, Bronto, Stego,
Ranu, Nunzy hanno
perso i genitori durante
una tremenda pioggia
di meteoriti. Utilizzando i meteoriti neri come vere e proprie
macchine del tempo giurassiche,
vanno alla ricerca dei genitori
scomparsi viaggiando attraverso
epoche storiche e affrontando
incredibili avventure. “I Saurini e i
viaggi del meteorite nero”, 26
episodi da 13 min. co-prodotti da
Rai Fiction e la società romana
Animundi, sono stati i cartoni più
seguiti durante tutta la programmazione nel contenitore Cartoon
Flakes di Rai Due: share medio del
10% (su un pubblico di 600.000
spettatori giornalieri). La serie
televisiva è andata anche in onda
su Rai Gulp e si sta concordando
un re-run su Raisat Yo-Yo, per poi
tornare su Raidue. Le avventure
dei cinque cuccioli di dinosauri
entusiasmano i bambini dai 4 ai 7
anni, pubblico a cui principalmente sono rivolte, ma anche i più
24
Kazachok Licensing Mag'
grandi (8-14 anni), per il contenuto
e il fascino "senza tempo" del
tema dinosauri. Interessanti sono
le ambientazioni storiche, curate
con costumi, scenografie, oggetti.
Si parte dall'era Giurassica,
all'antica Roma; dal mondo dei
pirati fino alla Transilvania,
passando per il Far West.
Particolarmente curate sono la
qualità della realizzazione grafica
e l'animazione. Animundi, inoltre,
ha ideato una nuova metodologia
denominata ”Stereotoon”, grazie
alla quale è possibile, utilizzando
gli occhialini dalle lenti blu e
rosse, percepire la sensazione di
profondità in un cartoon 2D, nato
quindi per la Tv. I diritti di licensing
del cartoon saranno gestiti da Rai
Trade, che oltre al consolidamento dei contratti già in corso
con aziende quali New Age e
Memory Technology, punterà
all'espansione della property in
ulteriori settori merceologici:
toys, back to school, publishing,
food e body care. Puntando a una
elevata qualità realizzativa, in
linea con gli standard di produzione della Serie.
aprile - giugno 10
Jurassic Cubs go licensing
Five dinosaur cubs who go looking for their lost parents.
Magic, time travel, historical settings and meteorites are
all there to enchant the young viewers on Raidue and
Raisat Yo-Yo
Saro, Bronto, Stego, Ranu and Nunzy have lost their
parents during a terrible meteorite storm and have to find
them again by using black meteorites as time machines to
travel backwards and forwards in history. “Jurassic cubs
and the Black Meteorite Journeys”, the 26 13 min
episodes co-produced by Rai Fiction and Animundi,
attracted the highest number of viewers during the Rai
Due Cartoon Flakes programme, with an average audience share of 10% (out of a daily audience of 600,000
viewers). The tv series was also broadcast by Rai Gulp,
and plans are afoot for a re-run on Raisat Yo-Yo, before
going back out on Raidue. Kids in the 4-7 age range, the
main target, adore the adventures of the dinosaur cubs,
but it is also popular with 8-14 year-olds, thanks to the
programme’s content and the evergreen appeal of
dinosaurs. The quality of the graphics and the animation
is particularly high. Animundi have come up with a new
technique called “Stereotoon”, which gives a sense of
depth to 2D cartoons made for TV. The cartoon’s licensing
rights are to be managed by Rai Trade, who aim to consolidate existing contracts with companies like New Age and
Memory Technology, and to expand the property into other
markets, such as toys, back to school, publishing, food
and body care, concentrating on top quality products in
line with the series’ production standards
Spike Team, passione
sportiva in cartone animato
In arrivo una nuova serie Tv dove un vero campione
di volley ispira un progetto di animazione unico e
speciale. E sono molte le aziende che hanno già
aderito
“Spike Team” è una
nuova serie Tv prevista
in lancio il prossimo
autunno su RAI 2. Sarà un cartone
animato incentrato sullo sport e sui
suoi valori: forza, coraggio, lealtà,
sacrificio, tenacia, equilibrio e
umiltà. Il messaggio di fondo: la vita
è un gioco di squadra, lo sport aiuta
a crescere, supera ogni barriera.
Non serve essere campioni, ma
avere passione, sempre. Il progetto
nasce da un’idea di Andrea
Lucchetta, campione del mondo del
volley. Che entra a far parte del
cartone stesso impersonando
Lucky l’allenatore. La storia si articola sulle avventure di sei ragazze
apparentemente comuni che si
riveleranno estremamente speciali.
Allenate da Lucky, ogni ragazza
possiede caretteristiche particolari:
Jo, la forza; Patty, lo spirito di sacrificio; Beth, il coraggio; Susan,
l’equilibrio; Ann Mary, la tenacia;
Victoria, la lealtà. La passione è tale
da indurre Lucchetta all’impegno in
prima linea con la Lucky Dreams
nella produzione e divulgazione
della serie. I 26 episodi sono
prodotti da Graphilm in co-produzione con RAI: prodotto quindi tutto
italiano che vuole parlare al mondo
attraverso l’universalità dello sport.
Per i diritti derivati TeamWorks si
occuperà non solo del licensing
italiano e mondiale ma anche della
distribuzione del prodotto televisivo
nel mondo. E numerose sono le
aziende che hanno già aderito al
progetto: Cartorama, Fly, Erreà,
Flik Flak/Gruppo Swatch, Pasta di
Gragnano. E varie in via di definizione negli ambiti editoriale, giocattoli, abbigliamento, accessori e
alimentare. Tutte pronte a raccogliere la sfida sportivamente al
grido di “Spike it”!
Spike Team, a passion for
sport - cartoon style
Licensees are already on their marks for this very
special new Tv series from a real life volleyball champ
“Spike Team” is slated for airing next autumn on RAI 2.
This brand new cartoon revolves round sport and its
positive values: strength, courage, loyalty, sacrifice, grit,
balance and humility. The underlying text runs: life is a
team game, sport helps us grow and overcome any
obstacle. You don’t have to be a champion, but you do
need passion, always. The project is the brainchild of
Andrea Lucchetta, world volleyball champion, who also
appears in the cartoon as the trainer Lucky. The story is
about six apparently run-of-the-mill kids who prove to
have hidden gifts: Jo, strength; Patty, spirit of sacrifice;
Beth, courage; Susan, balance; Ann Mary, grit; Victoria,
loyalty. Lucchetta has worked in the front line with Lucky
Dreams on producing and publicising the series. The 26
episodes were made by Graphilm in co-production with
RAI for a 100% Italian series that wants to talk to the
world through the universal language of sport.
TeamWorks is handling both the Italian and world
licensing rights, plus worldwide distribution of the TV
rights. And a whole raft of licensees are already on board
this project: Cartorama, Fly, Errea, Flik Flak/Swatch
Group, and Pasta di Gragnano, while several more are
under negotiation in the publishing, toy, apparel, accessories and food fields. All ready to play the game to the
shout of “Spike it”!
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
25
hotfile
La televisione versione kids:
sfida in nome dell’audience
L’evoluzione dei palinsesti tv kids: come cambiano le strategie di acquisto delle serie Tv con
l’avvento del digitale terrestre. Un un’offerta più ampia e nuovi concorrenti, fuori dallo schermo
La rivoluzione è in corso.
kids. La Tv deve saper
Ed entro il 2012 la Tv
rispecchiare le diverse
italiana sarà digitaliz-
fasi della crescita e
zata. Un fatto epocale che porterà ai
offrire
telespettatori una marea di nuovi
tagliati su misura”.
canali e alle principali emittenti la
Quattro i canali televi-
necessità di adottare strategie
sivi italiani a marchio
innovative nei loro palinsesti. Per
Disney (Disney Channel,
essere competitive. In particolare ci
Disney Channel+1, Toon
focalizziamo sul target junior, in
Disney,
rapida crescita, notoriamente il più
Disney) e dall’appeal
difficile da segmentare e quindi da
internazionale. Tra i vari classici da
trattenere
stesso
Topolino a I Miei Amici Tigro e Pooh,
l’offerta spazia anche su serie inno-
alcuni tra i principali top manager
vative. Come Il Mondo di Patty, la
della tv kids per capire come vivono
telenovela
evoluzione
allo
Playhouse
programma. Abbiamo intervistato
questa
davanti
programmi
argentina
di
gran
Programming on children’s Tv is in rapid evolution, as
the advent of digital Tv changes the way players buy
series. With more on offer and new competitors out of
the box
e
successo trasmessa
cosa intendono fare in
nel 2008 per la prima
The revolution is underway. By 2012 Italian Tv will be
nome dell’audience.
volta e la cui seconda
completely digital. An earth-shaking change that will
stagione è partita su
Commenta Elizabeth Dé
gennaio
2010.
at the junior target, in rapid expansion and notoriously
Grassi,
Direttore
Prosegue Dé Grassi:
the most difficult to segment and keep glued to the same
Programmi Walt Disney
“Per essere competi-
programme. We interviewed some top managers in kids
sfida è entusiasmante e
a
nies to make sweeping changes to their programming.
Disney
Elizabeth Dé Grassi
Channel
bring viewers a raft of new channels and force Tv compa-
Crescere con il pubblico
Television Italia: “La
26
The audience share challenge
tivi bisogna saper fare
bene programmi che
Otherwise they risk losing the race. Here we take a look
Tv to get an idea of their take on the changing situation
and what they planned to do to keep their audience
figures looking healthy.
chi ne uscirà vittorioso sarà sempre
piacciano ai ragazzi di oggi e quindi
il pubblico, i bambini. Il bello della
diventa sempre più cruciale cono-
rivoluzione digitale è che l'offerta si
scere profondamente il proprio
espande e diventa sempre più
pubblico, i suoi desideri e le sue
variegata. Questo è ancora più vero
aspettative”.
invece
the kids. The great thing about the digital revolution is
per
crescendo
Fabrizio Margaria, Head of children
that the public will have so much more choice. This is
cambiano molto rapidamente. Oggi
Programs di RTI Mediaset: “Il
non c’è un target kids, ma più target
futuro sarà sempre più frammen-
i
ragazzi,
che
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
Più
cauto
Growing with the public
Elizabeth De’ Grassi, head of programmes at Walt
Disney Television Italy, comments “This is a fantastic
challenge and the winners are bound to be the public,
especially true for children, who grow and change so
quickly. We can’t really talk about a kids’ target anymore,
because there are several of them. Tv has to reflect the
different age groups and provide programmes that
respond to their different needs”.
Disney has four channels in Italy (Disney Channel,
Disney Channel+1, Toon Disney, Playhouse Disney) with
an international appeal. Apart from classics like Mickey
Mouse and My Friends Tiger and Pooh, they also offer
innovative series, like Patty’s World, the runaway
Argentinean success first broadcast in 2008, with the
second series just out on Disney Channel from January
2010. De’ Grassi continues: “If you want to be competitive you have to make programmes that kids like, so you
really need to know your audience and what they want”.
Fabrizio Margaria, head of children’s programmes at RTI
Mediaset, is slightly more cautious: “The future will be
tato, anche il gusto si frammenta,
anche su rapporti ultradecennali
perchè
più
con fornitori, ma oggi dobbiamo
because they’ll have so much more choice. Once upon a
realtà. Una volta c’era l’appunta-
vedere prima degli altri e capire,
time you switched on to watch a given programme at a
mento fisso e si sapeva che lì, e a
comprare prioritariamente tutti i
quell’ora, si vedeva quello. Adesso
diritti di esclusiva e garantire la
bisogna cercare di catturare un
massima
target.”
merchandising, che è il vero busi-
Margaria goes on: “Boys love cartoons, while girls prefer
ness. Non si sa mai cosa funziona o
live action, aspirational stories, true stories with real
arriveranno
molte
esposizione
per
il
increasingly fragmented, people will be more fickle,
given time on a given channel. Now we have to capture
the attention of our target.”
Videogames, the new competitor
people. Basically you have to broadcast something grip-
Videogame, il nuovo concorrente
no, si può solo intuire, ed è sempre
Continua Margaria: “I maschi sono
meno
più legati all’animazione, le bimbe
compro, abbiamo provato a co-
appeals to a broad age range. But in my opinion, Tv’s real
più al live action, all’aspirazionale, a
produrre, ma produrre costa troppo
competitor will be videogames, which are increasingly
storie vere fatte da persone reali.
per rientrare nei costi. Acquisto in
Fondamentale, comunque, mettere
tutto il mondo, dove individuo qual-
in onda cose interessanti. Che
cosa - dal classico che va sempre
series to choose change too, although contracts have to
significa la somma di tutto: storia,
all’originalità straniera - che possa
be respected. In Margaria’s opinion: “Choice does
disegno e target da collocare,
funzionare nel nostro Paese. Scelgo
meglio se largo come età. Ma a
dai palinsesti americani, e sono
parer mio il vero concorrente è e
attratto dal prolifico Giappone, che
sarà il videogioco, che sta andando
produce oltre 80 serie all’anno. E, in
sempre
facile
programmare.
Io
più
Europa,
in
forte, ed è inte-
Francia.
Oltre
r a t t i v o .
partnership significative, per
Sostituisce l’ani-
ampliare ascolti e capacità
mazione
comunicativa”.
bimbo
e
il
primis
a
line, the artwork and the target, with an added plus if it
popular and are interactive. They’re replacing cartoons,
because the kids get to play the lead role themselves”.
And with a changing market, strategies over which
dalla
siglare
diventa
protagonista”. E
Le nuove integrazioni a valle
se la situazione
Intanto
di
ping. And that means getting everything right: the story
mercato
Fabrizio Margaria
cambia, la stra-
Boing,
il
canale
gratuito per bambini e ragazzi
nato dalla joint venture tra
tegia da adottare nella selezione
RTI Mediaset e Turner Broadcasting
delle serie cambia di conseguenza,
System Italia (e trasmesso unica-
fermi restando i vincoli. Margaria la
mente in digitale terrestre), ha un
vede così: “La selezione si basa
riscontro superiore alle attese. Non
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
27
hotfile
solo si conferma il più visto tra i
canali junior in onda su tutte le piattaforme, ma conquista il primo
posto tra le reti italiane free e il
quinto nazionale. E da marzo
approda su Boing Ben10, la prima
stagione della serie che racconta le
storie del bimbo di 10 anni in grado
di trasformarsi in 10 alieni e sconfiggere i cattivi. “Un ottimo matrimonio questo con Mediaset, nato 5
anni fa”, puntualizza con soddisfazione Jaime Ondarza, Senior Vice
President
e
General
Manager
Turner Italia: “Il successo dell’ope-
Alien Force. La seconda serie, con
razione è una garanzia anche per il
le avventure del bimbo cresciuto,
licenziatario: la property verrà vista
ormai quindicenne, prodotto con
così da una base più ampia di
business integrato per la trasmis-
bambini. Non è solo una questione
sione anche su Boing. E a giugno
di numeri, ma di consulenza di
verrà varata in Italia la seconda
comunicazione cui noi teniamo
serie di Secret Saturdays, avventura
molto”. Turner è anche editore di
e fantascienza, di cui Mattel ha
Cartoon Network, il cui modello di
lanciato il giocattolo. Mentre su
business lies today. You never really know what’s going
business è integrato e completo su
Boomerang pezzo forte tra classici
to work or not, it’s always a gamble, and it’s increasingly
tutta la filiera. Sviluppo contenuti,
e prescolari sono le serie su Hello
produzioni
co-produzioni,
Kitty, in ogni variante, per ogni età
trasmissione, gestione licensing e
dell’infanzia. Commenta Ondarza:
will work in Italy – programming from the US and from
merchandising, sino alle produzioni
“I numeri ci portano molti licenzia-
Japan, a real power house that produces more than 80
speciali di advertising e promo.
tari: investono sui nostri programmi
series a year. In Europe I mainly buy French
Turner è leader in Italia nella multi-
anche perché è un dato continuativo
canalità pay, il primo editore per
di leadership negli ultimi 3 anni”.
e
bimbi: il dato auditel complessivo
kid è di 30.600 ascoltatori al minuto
depend partly on the relationships you’ve built up with
suppliers over the years, but we also need to keep ahead
of the game and buy up all the exclusive rights to guarantee full-on merchandising, which is where the real
difficult to plan. We’ve tried co-producing, but it’s too
expensive. I buy from all over the world, from the classics to new stuff from other countries, whatever I think
programmes. This gives us important partnerships, and
boosts audience figures and communication capacity.”
Integrating downstream
In the meantime Boing, the free to
air
RTI
Mediaset
and
Turner
medio, con share del 3,2%. E da
Broadcasting System Italy joint
aprile manderà in onda i nuovi
venture channel for kids (broadcast
episodi di Ben10, ovvero Ben10
solely in digital clear), has been
making more waves than was originally expected. Not only has it
clocked up the highest audience
figures for junior channels broadcast
on all platforms, but it also leads the
race among all the available free
channels and is national fifth overall.
March sees the arrival of Ben10 on
Boing, the first season for the series
that tells the story of a 10 year-old
boy who can transform himself into
10 aliens to beat the baddies. “We
30
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
forged a great partnership with Mediaset 5 years ago”,
remarks with a certain satisfaction Jaime Ondarza,
Senior Vice President and General Manager for Turner
Italy: “The success of this operation is a guarantee for
licensees – it means that properties are showcased to a
wider audience of kids. And it’s not just a question of
numbers, we pride ourselves on our role as communication advisors”. Turner is also behind Cartoon Network,
which adopts an integral business model approach. They
develop content, take care of production or co-production, broadcast the properties, manage licensing and
merchandising, and even produce the advertising and
promos. Turner is the Italian leader in multi pay channels, and number one for kids: auditel data for kids gives
Fidelizzare con la forza del brand
grandi
grandi
an average overall audience figure of 30,600 per minute,
editoriale
responsabilità, dobbiamo fare forti
with Turner notching up a 3.2% share. And from April
E di fronte a un’offerta più ampia e
investimenti per tenere alto lo
variegata - in termini di modalità di
sviluppo di prodotto in Europa”. E
fruizione e di canali - la differenza
tra le ultimissime novità, c’è già
an integrated business model and is due to go out on
la farà sempre più il contenuto:
qualcosa di peculiare, che sta evol-
Boing too. After that Italy can look forward to the second
“Bisogna saper instaurare una rela-
vendosi. Si tratta di Hero 108, la
soddisfazioni
e
they’ll be airing the new Ben10 series, Ben10 Alien
Force, the second series that shows the adventures of an
older, 15 year-old Ben, It has been produced following
series of Secret Saturdays in June, a sci-fi/adventure
mix that Mattel has already launched a game for. One of
zione forte col target”,
trasposizione di un’an-
sostiene
Ondarza,
tica leggenda giappo-
school favourites is Hello Kitty, with a range of series for
“guidata quindi da un
nese, co-prodotta in
all ages of kids. Ondarza comments: “The numbers pull
principio editoriale di
Francia, lanciata da
the licensees in: they invest on our programmes
intesa e fiducia col
marzo in Italia. Con i
pubblico. Con grande
ritmi di un videogioco e
attenzione quindi alla
con 108 personaggi, sta
Loyalty and channels
qualità. Ma non tutte le
suscitando
So with so much to choose from and so many ways of
emittenti
interesse sul fronte
forza
hanno
per
la
creare
Jaime Ondarza
un
forte
licensing. La sfida tra
Boomerang’s hot properties among its classics and pre-
because we’ve claimed the leadership for the last 3
years running”.
seeing it the winning card is increasingly the contents
“You need to really build up a relationship with your
target audience” explains Ondarza, “broadcasters have
questa fidelizzazione”. Turner, per
emittenti quindi si giochera in
to earn public trust. So they need to provide consistent
fronteggiare la frammentazione del
primis
quality. But not all the stations are strong enough to
mercato, sta quindi puntando al
Anche fuori dallo schermo.
in
nome
dell’audience.
consolidamento, con strategie a
lungo termine. “Non vogliamo
essere un’emittente
troppo commerciale e
smaccata, ma coinvol-
build up this kind of loyalty.” Turner is squaring up to
market fragmentation by adopting long term strategies
aimed at integration. “We don’t want to be too brashly
Marina Martorana
commercial as a station, we want our audience to get
involved by having fun. So we keep rolling out new stuff,
two examples being the Argentinean soap for kids, Flor,
and along the same lines, Teen Angels. We’re working
really hard and we’re seeing great returns, although you
gere in modo diver-
have to sink a lot of money into keeping product devel-
tente. Con continui
opment on a high here in Europe”. Among the latest
rifornimenti di novità,
novelties is the series Hero 108, based on an ancient
cito per esempio la
telenovela
per
Japanese legend and co-produced in France, which is
due to be launched in Italy in March. The new series
boasts rhythms worthy of a videogame and 108 charac-
bambini, l’argentina
ters. Naturally the licensing world is all ears. So the
Flor, o sulla stessa
challenge between stations is mainly in terms of audi-
scia,
Teen
Insomma,
Angels.
abbiamo
ence share, but there’s a lot that comes in its wake. Off
screen as well as on.
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
31
market focus
Doxa Junior: i ragazzi
vogliono diventare grandi
L’ultima analisi statistica del target junior, pubblicata da Doxa, offre uno spaccato
significativo sui gusti giovanili, da 8 a 12 anni. Una fascia di età che vuole crescere. Tra
i brand più trendy, D&G e Baci&Abbracci
Doxa, da 60 anni sinonimo di ricerche di
mercato in Italia, ogni 6
mesi sonda anche il terreno della
gioventù - maschi e femmine - da 8
a 12 anni. L’analisi in oggetto è l’ultima pubblicata e riguarda i dati
della primavera 2009. Doxa Junior
si avvale di un campione rappresentativo, stratificato geograficamente
per regioni, ampiezza centri e classi
di età biennali, sulla reale distribuzione della popolazione, rilevata
dall’ISTAT. Basata su 2.500 interviste a bambini e mamme con
metodologia face-to-face, (condotte
personalmente
nell'abitazione
dell'intervistato), l’indagine sonda i
gusti del target utilizzando mate-
riale cartaceo (copertine di riviste,
loghi, fotografie di personaggi),
immagini e video. Immancabile la
proposta dei marchi. E dall’esplorazione delle risposte sulle marche di
abbigliamento e accessori sportivi
che i giovani da 8 a 12 anni acquisterebbero, si profilano spunti interessanti sull’approccio dei preteenagers al mondo della moda .
Sport e performance
Per esempio, il 54% infatti indica al
top Nike, che perde però punti dalla
precedente rilevazione: nell’inverno
2008 sfiorava infatti il 57%, ma
nella primavera dello stesso anno si
posizionava sul 53%. A seguire
spicca Adidas, col 32% (nell’inverno
Doxa Junior:
Kids are growing sooner
Doxa’s latest statistics on the junior target paint an
accurate picture of tastes in the 8 to 12 age range. A
group dying to grow up. The trendiest brands are
Benetton, D&G and Baci&Abbracci
Doxa, synonymous with market research for
the last 60 years in Italy, takes a look at the
Marche di abbigliamento sportivo che acquisterebbero per sesso
Sportswear brands by gender
the 8 to 12 age range – every 6 months. The
analysis below is the latest to be published and
Valori %
48
Nike
26
Adidas
21
Pum a
Dim ensione Danza
10
9
Reebok
Seven
9
Fila
Freddy
Killer Loop
AND1
Junior uses a representative sample, stratified
38
geographically by region. It is based on 2500
27
interviews with children and their mothers
aimed at exploring the tastes of the target. Hard
16
copy material (magazine covers, logos, photos
12
10
12
of famous people), images and video are all
used. And naturally brands.
11
9
9
Sports and performance
7
6
Eastpak
54% prefers Nike, a brand that had its ups and
6
0
2
refers to data gathered in spring 2009. Doxa
16
3
Invicta
Deha
59
33
2
Lotto
Femmine/Female 8-12 anni
3
Maschi/Male 8-12 anni
0
1
JUNIOR PRIMAVERA 2009
32
junior segment of the market – boys and girls in
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
downs in last year’s survey: the 2008 winter
report saw it just under 57%, up from its spring
report from the same year at 53%. Next most
2008 era il 34%, mentre nella
stessa primavera si attestava sul
32%) e al terzo posto Puma, con il
25%. Anche Puma risulta in discesa
come gradimento, nell’inverno 2008
piaceva al 27% e la primavera di
quell’anno al 28%. Rimonta invece
Dimensione Danza, al quarto posto
con il 17%, dato stabile rispetto
all’inverno (16%) e in aumento
rispetto alla primavera 2008 (13%).
Al quinto posto ecco Lotto, invariato
col 12% per tre semestri e al sesto
Reebook, in aumento con l’11%
(contro il 10 e l’8% delle precedenti
rilevazioni). Ovvio che lo sport sia
dominato dall’universo maschile,
ma se guardiamo la suddivisione
statistica per sesso dei primi
marchi classificati: Nike piace
anche al 48% delle femmine. E
Adidas al 26% delle femmine contro
il 38% dei maschi. Puma segna poi
solo sei punti differenza tra le
femmine e i maschi, mentre
femmine battono maschi su
Dimensione Danza con un 33%
rispetto al 2%.
Tweens modaioli
Passiamo alla sezione dell’abbigliamento trendy. I ragazzini 8-12 anni
continuano a preferire l’universo
Benetton, al primo posto col 27% e
sempre più in alto: nell’inverno
2008 era al 26% e in primavera il
23%. Secondo classificato D&G, col
21%: in lieve discesa, era al 23% in
inverno
2008.
Baci&Abbracci
conquista un onorevole terzo posto
con il 19%, stessa percentuale
dell’inverno, seppure in calo
rispetto alla primavera 2008 con il
22%. Discesa per Levi’s col 18%
dopo aver raggiunto il 20% nell’inverno e il 19% nella scorsa primavera. Non sorprende più l’ottimo
posizionamento
di
Original
Marines, di cui abbiamo già trattato
su queste pagine, con un quinto
posto al 16%, posizionato con onore
tra i mega brand. In questa carrellata va notata l’entrata in scena di
Converse, che si piazza al settimo
posto col 13%: mentre Diesel, al
sesto posto attualmente col 13%,
rileva una discesa: nell’inverno
2008 registrava il 18% e nella
primavera il 13%.
popular was Adidas, with 32% (winter 2008: 34%; spring
2008: approx 32%) and third place went to Puma, with
25%. Puma was also down on last year, from 27% in
winter 2008 and 28% in spring of the same year.
Dimensione Danza was up in fourth place with 17%,
similar to their winter 2008 16%, but up on their 13%
from spring 2008. Lotto came in fifth, with a steady 12%
for the last 3 editions running and sixth was Reebook, up
Voglia di diventare grandi
Anche in questo caso alcuni marchi
sono preferiti dalle femmine, come
Benetton e Baci&Abbracci, mentre
Levi’s e Diesel sembrano più
apprezzati dai maschi. Original
Marines e Converse invece accontentano entrambi i fronti, con uno
scarto minimo tra i sessi.
Analizzando questi dati più in
to 11% from 10% and 8% in the previous 2 reports.
Trendy tweens
When it comes to fashion 8-12 year olds still make a
beeline for Benetton, in first place with 27%, up from
26% in the 2008 winter report and 23% in the preceding
spring. Slated second was D&G with 21%, slightly down
on their 23% from winter 2008. Baci&Abbracci come in
with an entirely respectable third place at 19%, holding
steady from last winter’s report, but down on
spring 2008, when they clocked 22%. Levi’s with
Marche di abbigliamento che acquisterebbero-Trend
Fashion brands-Trend
18% are down on their preceding 20% from the
Valori %
Base: ragazzi 8-13 anni
surprises in Original Marines’ excellent fifth
winter report and 19% in spring 2008. No
place with 16%, right up there with the mega
7
Benetton
23
21
D&G
23
21
19
19
Baci&Abbracci
13
Diesel
13
13
Converse
9
Oviesse
8
8
6
4
7
7
7
8
from their peak winter 2008 performance with
5
5
5
18% and gone back to their spring 2008 figure
5
6
6
Golden Lady
Primavera/Spring 2009
Inverno/Winter 2008
3
3
3
Primavera/Spring 2008
Nessuna di queste
None
Wannabe grown ups
Some brands are more popular with girls, such
3
4
4
Pompea
Max&Co
(13%).
5
5
5
14
9
9
7
currently in sixth place with 13%, has slipped
7
Stefanel
18
11
11
11
11
Guru
Zara
6
Intimissimi
H&M
Guess
in seventh place with 13%, while Diesel,
8
8
Phard
16
14
16
brands. Interesting to note the rise of Converse,
6
Calzedonia
20
19
Original Marines
Fiorucci
Numero medio citazioni:
• 2009 => 2.2
• 2008 => 1.9
• 2007 => 1.7
8
8
18
Levi's
Timberland
22
Onyx
27
26
as Benetton and Baci&Abbracci, while the boys
2
2
2
prefer Levi’s and Diesel. No preferences
18
emerge for Original Marines and Converse,
20
20
popular with both sexes.
JUNIOR PRIMAVERA 2009
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
33
market focus
Marche di abbigliamento che acquisterebbero per sesso
Fashion Brands by gender
Valori %
34
Benetton
21
D&G
28
Onyx
Calzedonia
10
21
Phard
8
Diesel
15
12
11
Converse
7
12
0
9
0
Stefanel
3
H&M
2
Golden Lady
8
12
Oviesse
9
Femmine/Female 8-12 anni
Maschi/Male 8-12 anni
4
9
Pom pea
1
Max&Co
1
7
7
5
1
11
Guru
8
2
14
Guess
11
2
Intim issim i
17
17
Original Marines
11
4
9
Levi's
13
2
Zara
17
Baci&Abbracci
Tim berland
Fiorucci
24
5
2
14
Nessuna di queste
None
24
JUNIOR PRIMAVERA 2009
Analysing the data in depth the dubious trend of
the very young imitating their elder brothers and
profondità, risulta chiara la già
conosciuta e discussa tendenza dei
giovani a emulare il target più
maturo, con grande urgenza di
crescere in fretta. Va da sé, per
esempio, che parecchie ragazzine
prediligano - dopo Benetton - i
modaioli D&G e Baci&Abbracci, che
le fanno sentire socialmente grandicelle e smart. E’ sorprendente,
invece, quanto un marchio democratico come Original Marines,
etichetta casual-sport con orienta-
mento alla famiglia e un rapporto
vincente stile-qualità-prezzo, risulti
apprezzata in maniera superiore a
grandi marchi aspirazionali, tra cui
Diesel o Converse. Si può leggere
forse una maggiore consapevolezza
da parte di un target giovanissimo
ma che si sofferma - come qualche
adulto - sui contenuti. Complice
comunque un ingente investimento
pubblicitario della marca sulle
testate di riferimento moda.
Benedetta Marcias
E la Junior diventa multietnica
Il difficile processo dell’integrazione passa
anche dai consumi. I popoli immigrati
approcciano in maniera differente non solo
le marche e i prodotti, ma anche il canale di vendita. E dal momento che
i brand pesano in Italia, sul target 5-13 anni almeno il 10% sempre più
aziende hanno la necessità di conoscerne consumi, atteggiamenti e
abitudini. Per tracciare adeguatamente queste evoluzioni, Doxa realizza
nel 2010 Etno-Neonati: ricerca on-line sulle mamme 0-3 anni, ed EtnoJunior, ricerca face to face su bambini 5-13 anni. Entrambe lavorano con
un campione mirato di immigrati. L’etno-marketing è già realtà.
Info: Cristina Liverani – [email protected] - +39 02 48193320
Junior goes multiethnic
Consumerism is all part of the tricky process of integration. Immigrants have a
different approach, not just to brands and products, but to sales outlets too. And
considering that immigrants, account for 10% of the total 5-13 target in Italy, companies are feeling an increasing need to know more about their consumer attitudes
and habits. So to keep pace with these trends Doxa is carrying out two surveys in
2010: Ethno-Babies, an on-line survey aimed at mothers of 0-3 year-olds, and
Ethno-Junior, face to face interviews with children in the 5-13 age range, both
specifically targeted at the immigrant population. Ethno-marketing has arrived.
34
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
sisters is confirmed. These are kids who want to grow up
fast. Which is the reason why so many girls opt, after
Benetton, for the fashionist D&G and Baci&Abbracci
labels, making them feel smart and grown up. What is
surprising is how a democratic brand like Original
Marines, a casual-sports label with a family flavour and a
good style/price/quality ratio, is more popular than some
of the aspirational brands like Diesel or Converse. This
may indicate a certain level of content-awareness among
the junior target, similar to that found in the adult target.
A hefty injection of cash into advertising the brand in the
appropriate fashion magazines hasn’t hurt either.
market focus
L’Outlet Factory
sempre più di moda
In crescita i Factory Outlet Center nel Belpaese: entro il 2012, al varo altri 12, che si
aggiungeranno ai 20 attuali. Ultimo dato sul fatturato globale 2009 +3%
Chi li ferma più? I FOC Factory Outlet Center italiani galoppano forte,
con un risultato 2009 del +3%. Un
risultato più che positivo, soprattutto se valutato come oggettiva
controtendenza nella attuale criticità economica, situazione di
mercato che come ben si sa
affligge tutto e tutti. Con numeri
in discesa a picco. E attesta un
trend in netta crescita: i nostri
presidi del risparmio hanno dieci
anni di vita, sono venti ed entro il
2012 si prevedono altre 12 aperture, da Nord a Sud. L’ultimo ad
aver appena alzato i battenti, il 18
febbraio 2010, è stato La Reggia
Designer Outlet a Marcianise,
provincia di Caserta. Firmato
McArthurGlen, il player numero
uno in Europa e che ha dato il via
all’italica stagione dell’outletmania.
E’ stato, infatti, anche il primo ad
aver inaugurato una roccaforte di
brand in perenne sconto nel
Belpaese: il noto e frequentatissimo Serravalle Outlet in Piemonte,
all’uscita autostradale Serravalle
Scrivia
della
Milano-Genova.
McArthurGlen Italia ha chiuso il
2009 con un incremento del 6%,
registrato nei suoi 4 outlet village
già in azione: oltre al piemontese,
uno è in Toscana a Barberino di
Mugello (FI), l’altro a Castel
Romano (RM) e il penultimo, nato
nel 2008 in Veneto, a Noventa di
Piave (VE).
The March of the
Malls through Italy
Factory Outlet Centers are mushrooming in Italy, with
a further 12 due to join the current 20 by 2012. With a
trend for 2009 of +3%
There’s absolutely no stopping them. Italian FOCs –
Factory Outlet Centers – are a runaway success with
an overall +3% turnover increase in 2009. These types
of malls are a relatively new phenomenon in Italy,
where they first appeared a mere decade ago. There
are now 20 of them and 12 more are planned to open
up and down the country by 2012. The latest addition is
the La Reggia Designer Outlet in Marcianise, Caserta,
which just opened in February 2010. It’s a
McArthurGlen initiative, the N°1 player in Europe that
originally set the outlet-mania ball rolling in Italy.
McArthurGlen Italy opened the first (hugely
successful) FOC in Italy at Serravalle in Piedmont.
They now have a total of 5 outlet villages dotted up and
down the boot, in Piedmont, in Tuscany, near Rome,
near Venice, and now just north of Naples near
Caserta. 2009 figures were looking rosy with a healthy
+6% on the books.
E nel resto dell’Europa?
Interessante ed esaustivo, per
analizzare coi dati la fenomenologia,
l’ultima edizione di European
Factory Outlet Center Report 2009,
la pubblicazione biennale del centro
studi
tedesco
Institut
für
Gewerbezentren, di Starnberg. Un
maxi volume-radiografia del fenomeno nel Vecchio Continente, edito
da questa realtà che si occupa da
molto tempo di analisi, tra
grande distribuzione e centri
NUMERO DI FACTORY-OUTLET-CENTERS IN EUROPA
NUMBER OF FACTORY-OUTLET-CENTERS IN EUROPE
commerciali. E, da qualche
anno, visto il forte sviluppo
Status Dec. 31 Stand jeweils zum 31.12
del segmento nel retail, ha 175
creato una specifica area
143
150
135
esplorativa per la nicchia dei
124
FOC (Factory Outlet Center). 125
114
180
160
100
100
89
83
75
75
60
46
50
35
27
21
25
7
10
13
1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009
Source/Quelle: Institut für Gewerbezentren, Stamberg: December 2008
36
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
SUPERFICIE MEDIA PRO CAPITE
FACTORY.OUTLET.CENTER.ARE IN RELATION TO REGIONAL POPULATION
13,4 m2
Portugal
10,0 m2
United Kingdom
9,7 m2
Croatia
8,5 m2
Switzerland
7,4 m2
Italy with San Marino
6,5 m2
Turkey
6,5 m2
Ireland
6,3 m2
Hungary
6,2 m2
Spain
4,7 m2
Belgium
France
4,6 m2
Czech Republic
4,5 m2
4,4 m2
Austria
4,1 m2
The Netherlands
3,9 m2
Sweden
L'incremento, dall’anno 2000, oscilla
infatti intorno al 234%.
Esteso e diffusissimo il comparto,
che registra globalmente un fatturato del 2% in più ogni anno. A fine
dicembre 2008 risultano 160 outlet
center costruiti in Europa, per un
totale circa di 2.933.000 metri
quadrati. E noi siamo attualmente al
terzo posto dopo Inghilterra
(pioniera europea insieme alla
Francia) e Turchia. In Italia nel 2009
risultavano 19 outlet center, approssimativamente occupano 443.600
metri quadrati. Sulla merceologia
bestseller nessun dubbio: svetta
incontrastato l’abbigliamento col
53%. Come si evince dal grafico, al
secondo posto si classifica l’enogastronomia ma con un 8,9% e al terzo
le calzature, 7,2%.
A proposito degli operatori del
segmento, l'international management è come già detto scettro di
McArthurGlen.
Leader
in
2,4 m2
Denmark
Europa,
sia
come
1,9 m
Poland
1,9 m
Germany
numero di FOC o di
Greece
1,6 m
Outlet Mall (la diffeRomania
0,8 m
renza sta nell’estetica
2,0 m 4,0 m 6,0 m 8,0 m 10,0 m 12,0 m 14,0 m
dei centri, oppure se
Source/Quelle: Institut für Gewerbezentren, Stamberg: December 2008
sono al coperto o
all’aperto stile villaggio fiction) che
Crunching the numbers in Europe
per superficie commerciale globale
The business bible in the field is the latest edition of the
European Factory Outlet Center Report (2009), a biennial
occupata dagli stessi. Sono questi i
report published by the German Institut für
due dati complessivi da considerare
Gewerbezentren in Starnberg, complete with a forminella top ten europea: l’operatore
dable array of statistics. Outlet business in Europe is up
spicca nel mercato col 12.6% e dopo
a tidy 234% since the year 2000, and globally the sector’s
turnover grows by 2% every year. By the end of 2008
aver edificato circa in 370 mila
there were 160 outlet centers in Europe, with a total
metri quadrati in tutta Europa.
floorspace of roughly 2,933,000 square metres. Italy is in
Al secondo posto ecco Value
third place, after the UK (the European pioneers
together with France) and Turkey. There were 19 outlet
Retail con 9 centri commerciali che
centers in Italy by 2009 with a floorspace of about
tappezzano 164,200 metri quadrati
443,600 square metres.
(in Italia ne ha uno solo, Fidenza
So what’s hot down at the outlet? Fashion is queen with
Village in Emilia). E al terzo,
53% of total sales, followed by food at 8.9% and footwear
2
2
2
2
2
2
LE QUOTE DI MERCATO DEI LEADER
MARKET SHARE OF LEADING OUTLET-CENTER
MANAGEMENT COMPANIES
FREEPORT
3,7 %
4,2 %
4,5 %
4,7 %
4,7 %
5,0 %
5,6 %
55,0 %
OTHERS
12,6 %
VALUE RETAIL
2
2
2
2
2
in third place at 7.2%.
Among the operators
McArthurGlen
reigns
supreme in international
management. Leader in
Europe in terms of both its
number of Outlet Malls
and total floorspace, it can
claim a 12.6% market
share and 370,000 square
metres scattered around
the continent. Its nearest
competitor
is
Value
Retail, with 9 malls and
164,200 metres of floorspace (its only mall in Italy
is the Fidenza Village in
Emilia). And in third place
is Neinver with 9 centres
(2 in Italy, Vicolongo
Outlets near Novara and
Castelguelfo Outlet near
Bologna) and approximately 147,800 metres of
floorspace.
Source/Quelle: Institut für Gewerbezentren, Stamberg: December 2008
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
37
market focus
IL MIX PER CATEGORIA (per numero di unità)
TENANT MIX OF OUTLET-CENTERS IN EUROPE (by number of units)
Neinver con 9 centri (due nel
Belpaese, Vicolungo Outlets in
provincia di Novara e Castelguelfo
Outlet in quella di Bologna) e più o
meno 147.800.
I prossimi nel Belpaese sino al 2012
Tornando in Italia e burocrazia
permettendo, in ordine cronologico
dovrebbero aprire - entro un paio di
anni - altri undici Outlet Center,
oltre a quello di Marcianise fresco
di varo. Prossimo all’appello
Roncade Outlet Village in provincia
di Treviso, il cui operatore è LefimGruppo Basso. A seguire di mese in
mese, Marina Yachting Outlet in
quel di Marina di Ravenna (RA), di
Seaser. Poi, un salto in Sicilia: il
Melilli Outlet a Melilli (SR) è
marcato Fashion District, il player
italiano che ha già creato tre cittadelle dell’acquisto conveniente: a
Molfetta (MN), a Valmontone (RM) e
a Molfetta (BA). E ha in calendario,
entro il 2012, pure il Grisignano
Outlet,
a
Grisignano
(VI).
Proseguendo con le previsioni di
novità in calendario, risulta
Occhiobello Outlet, a Occhiobello
(RO), di Costruzioni Generali. Poi
dovrebbe essere la volta di Sicilia
Outlet Village, ad Agira (EN), da
Based on analysis of 9,157 tenants in 139 schmes across Europe
TEMPO LIBERO/ENOGASTRONOMIA
LEISURE/GASTRONOMY
ALTRI
OTHER OUTLETS
8,9 %
18,1 %
PELLETTERIA
LEATHER-GOODS
3,0 %
CASALINGHI E ARREDO
HOUSEHOLD EFFECTS/GLASS/CHINA
3,9 %
ABBIGLIAMENTO
CLOTHING
53,0 %
5,9 %
SPORT
SPORT/SPORTFACILITIES
7,2 %
SCARPE
SHOES
Source/Quelle: Institut für Gewerbezentren, Stamberg: December 2008
parte di Premium Retail, che ha in
programma pure il Fashion Mall a
Settimo Torinese (TO). E poco dopo
quella di Reggello Company Store a
Reggello (FI) di Europinvest, che nel
frattempo ha aperto cantieri pure a
Vigevano (PV) per il suo futuro
Vigevano Lifestyle Park. Intanto la
Promos Brescia è impegnata sul
fronte del Pisa Outlet Village a
Crespina (PI) e, in partnership con
Ingenre, su quello di Cilento Outlet
Village, a Eboli (SA).
Marina Martorana
More malls for Italy by 2012
A further 11 malls are planned for Italy over the next
couple of years. The next in the pipeline is the Roncade
Outlet Village near Treviso, run by Lefim-Gruppo Basso.
Then there’s the Marina Yachting Outlet in Ravenna, by
Seaser. In Sicily the Italian player Fashion District is
hatching the Melilli Outlet, scheduled to join its existing
three malls in Molfetta (Mantua), Valmontone (Rome) and
Molfetta (Bari). There are also plans for a Grisignano
Outlet (Vicenza) by 2012. Other projects include an
Occhiobello Outlet, (Rovigo), from Costruzioni Generali,
and a Sicilia Outlet Village (Enna), from Premium Retail,
who are also planning the Fashion Mall at Settimo
Torinese (Turin). Europinvest is building the Reggello
Company Store near Florence, and is working on another
site at Vigevano (Pavia) for its future Vigevano Lifestyle
Park. In the meantime Promos Brescia is busy with its
Pisa Outlet Village near Pisa and, in partnership with
Ingenre, a Cilento Outlet Village, at Eboli near Salerno.
Institut für Gewerbezentren
Institut für Gewerbezentren è un istituto di ricerca e consulenza indipendente specializzato nello studio
dei centri commerciali da oltre 33 anni, fondato dal Professor Bernard Falk a Starnberg nel 1972. Fino
ad ora, l'IfG ha collaborato nella realizzazione e nello sviluppo di progetti per oltre 15 milioni di metri
quadrati. Ogni analisi viene ponderata in base alle specifiche esigenze del cliente e dell’immobile.
Infatti, oltre allo sviluppo di progetti, l’istituto fornisce servizi connessi alla riqualificazione degli
immobili: una dettagliata valutazione degli aspetti macro-economici in relazione al territorio in cui si
trova la proprietà, un’analisi del posizionamento rispetto alla concorrenza, l’individuazione del bacino
d’utenza e la fattibilità del progetto.
Per ulteriori informazioni: www.shoppingcenters.de
The "Institut für Gewerbezentren" is an independent research and consulting institution which has specialized in trade
Prof. Bernard Falk
and center research and consulting for 33 years, founded by Professor Bernard Falk in Starnberg
in 1972. Up to now, the IfG has supported more than 15 million square meters of usable space by working out project development measures. Each market and locational analysis carried out by us is individually tailored to the needs of the property. Besides the project development, the fields of business include space recycling and the revitalization of commercial property. In fact the analysis does not only include the detailed evaluation of the macro-economic data of the property environment, but also the examination of the current competitive position, the catchment area and the acceptability
of the property or project.
For information: www.shoppingcenters.de
38
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
TORTUGA - covo creativo
IMMAGINE NON DEFINITIVA
I PROTAGONISTI DEL SUCCESSO
SONO SOLO QUI.
Se devi contattare il responsabile licensing abbigliamento Disney, come ti muovi?
E se ti servisse parlare con il licenziatario pelletteria Sweet Years? Da oggi la risposta
è l'esclusiva Guida Italiana del Licensing e Merchandising Kazachok 2010-2011.
• È l'unica guida italiana del licensing.
• È lo strumento indispensabile per licensor, licenziatari, buyer
e agenzie di comunicazione e promozione.
Puoi acquistarla sul sito www.kazachok.it, oppure su www.ilsole24ore.it area www.shopping24.it
KAZACHOK Italia - corso Sempione, 11 - 20145 Milano - Italia • tel. +39 02 34938355 • e-mail: [email protected]
trends
Il licensing
arreda la casa
In espansione le properties nel tessile domestico: aumentano i brand e si profilano nuove
categorie merceologiche, per ogni gusto ed età. Con l’obiettivo di rafforzare il portafoglio
prodotto
Sembrava la cenerentola dei progetti di licensing italiani. A parte
qualche evergreen cartoon destinato al mercato bambino, la categoria tessile casa arrivava ultima e
spesso si limitava agli articoli per il
letto. Da qualche anno questo
comparto registra invece una forte
vivacità nello sviluppo di nuove
proposte in licenza, non solo per i
kids. E non solo per il letto. Sono
numerose infatti le aziende italiane
che hanno diversificato il portafoglio prodotti, seguendo tre macro
trend. Che vedono l’adulto in prima
fila con proposte mutuate da
fashion brand, con nuovi fenomeni
entertainment a sviluppo veloce e
nuove sottocategorie: tendaggi, i
tappeti, la biancheria per il bagno e
per la cucina.
Bedtime licensing story
New horizons for licensed homewear textiles, with
brands galore boldly blossoming into areas where no
brand has gone before. And with expanded product
portfolios to cater for all tastes and ages
Local textiles have always been the poor relation in the
licensing world. Apart from a few cartoon favourites for
kids, they tended to be very much an afterthought, if
anyone thought of them at all, and were mainly confined
to bedding. But over the last few years the sector has
been picking up, and not just in properties for kids. And
it has managed to make it beyond the bedroom. A
number of companies have diversified their product
portfolios, following three macro trends. The new
tendency is mainly adult-centred, with fashion brands
and instant entertainment phenomena to the fore in
new subcategories: curtains, rugs, bathroom and
kitchen linen.
New fashion brand frontiers
Filippo Zucchi, from the Zucchi Group, which includes
Bassetti, explains: “In Europe the outlay on homewear
textiles is about 29 euros per person, not much. So we
want to go beyond national borders, and with international brands it’s easier to take the company into new
markets. And we’re looking for something smart,
competitive and fresh. At the moment we have three
brands under license: Lacoste and Diesel (worldwide
licensing) and Laura Ashley (for the EU), so globally
we’re pretty satisfied. But it isn’t just a question of
managing licensing in homewear textiles, you have to
find the right balance between style, relationships and
communication”. Among the new Bassetti licenses
LoveTherapy by Elio Fiorucci stands out. And while
Zucchi is getting heavily into fashion, its competitors
haven’t been letting the grass grow under their feet: Eria
40
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
licenze Bassetti spicca invece
LoveTherapy by Elio Fiorucci. E se
il Gruppo punta sul fashion per
connotarsi con forza, i concorrenti
non sono da meno: Eria con Liu Jo,
Caleffi dopo Sweet Years punta
sull’icona dark Emily the Strange.
E Fratelli Carillo lancia la
nuova collezione Baci&Abbracci.
“L’anteprima presentata lo scorso
febbraio a Immagine Italia & Co, è
andata molto bene per freschezza e
innovazione: siamo contenti”
commenta Giammichele Carillo,
della Fratelli Carillo.
has signed up Liu Jo and Caleffi, after Sweet Years, is
going for the dark icon Emily the Strange, while Fratelli
Carillo are launching their new Baci & Abbracci collection. “When we previewed this in February 2010 at
Immagine Italia & Co everybody was enthusiastic over its
freshness and innovation, so I think we’ve got it right”
comments Giammichele Carillo, partner in F.lli Carillo.
Diversifying the portfolio
“Designer homewear is a good way to try and climb out
of the crisis.” Giammichele Carillo continues “Investing
in properties is a response to a change in the market. At
the moment we’re negotiating for the Roma football club
license to add to our Inter, Milan and Juventus collection. We started last year with Hello Kitty rugs and Walt
Disney curtains for the kids market, the buyers were
happy and that’s obviously going to be the trend in the
Le nuove frontiere dei fashion
brand
Considera Filippo Zucchi, di Zucchi
Group, che comprende anche
Bassetti: “In Europa la spesa di
tessile casa confezionato è di circa
29 euro procapite: un mini perimetro. Così oggi la nostra strategia
consiste nel superare i confini
nazionali: con un brand internazionale si esporta la marca su altri
mercati”.
E
poi
prosegue:
“Cerchiamo quindi prodotti smart,
competitivi, più svincolati dagli
stereotipi. I nostri tre marchi in
licenza sono particolari: Lacoste e
Diesel (con licenza mondiale) e
Laura Ashley (per la UE), globalmente siamo soddisfatti. Ma non è
semplice gestire il licensing nel
tessile domestico, bisogna trovare
giusti equilibri tra stile, rapporti
e comunicazione”. Tra le nuove
Diversificare il portafoglio
“E’ importate oggi fare qualcosa di
firmato per la casa, per tentare di
uscire da questa crisi” prosegue
Giammichele Carillo. “Investire
sulle properties nasce dal cambiamento del mercato. Ora stiamo
trattando per la licenza con la
società di calcio A.S. Roma, da
aggiungere alle nostre collezioni
Inter, Milan e Juventus.
E abbiamo iniziato l’anno
scorso con i tappeti di
Hello Kitty e i tendaggi
Walt Disney per il
mercato kids, con soddisfazione dei buyer destinata a crescere nel
lungo periodo.” Una
realtà lanciatissima sul
mercato delle licenze
kids è Novia, azienda
che ne conta otto attive,
tra cui Ben10, Gormiti e
Spiderman. Fresco di
firma il contratto per
long run.” Another company that’s taking licensing for
the kids market really seriously is Novia, with 8 current
properties, including Ben10, Gormiti and Spiderman.
And the ink is barely dry on their new Puppy in my Pocket
contract. Marketing director, Pietro Bertonazzi explains:
“Initially we were just out to get as many licenses as
possible, but over the last 3 years we’ve segmented the
market into pre-school, juniors and teens. We often
work with retailers if the license isn’t a real superstar.
Otherwise we do our own all-round development. We can
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
41
trends
Cuccioli cerca Amici. Ci racconta il
Direttore
Marketing,
Pietro
Bertonazzi: “Inizialmente ci siamo
mossi per prendere ogni licenza
possibile, ma negli ultimi 3 anni,
stiamo segmentando il mercato
come prescolare, scolare e teen”.
Continua Bertonazzi: “Lavoriamo
spesso con i retailer, se la licenza
non è molto forte. Altrimenti, la
prendiamo noi e la sviluppiamo a
360 gradi. Abbiamo tempi produttivi molto brevi grazie alla produzione in Italia: possiamo uscire
velocemente con gli articoli”.
Caleffi: dalle vetrine Princess a
Sweet Years, Paul Frank e Kilari
Veterano del mercato è il gruppo
Disney Home, e in Italia il suo
partner storico è Caleffi, noto
marchio del bedding. Insieme
hanno sviluppato una campagna
vetrine per il lancio dei prodotti
Princess a cui seguirà analogo
evento nel periodo estivo con Toy
Story. Ma il mondo Disney non è
l'unico riferimento di Caleffi:
nuove acquisizioni infatti sono le
licenze Emily the Strange, Kilari,
Paul Frank e Sweet Years.
Leonardo Turconi
get things out on the shelves really quickly because we
produce here in Italy.”
Caleffi: Princess, Sweet Years, Paul Frank and Kilari
The Disney Home Group is a veteran in this market, and
in Italy their longterm partner is Caleffi, the well-known
bedding brand. Together they have been busy developing
a showcase campaign to launch the new Princess products, a fore-runner to a similar campaign planned this
summer for Toy Story. But Disney is not the only string to
Caleffi’s bow new purchases include licenses for Emily
the Strange, Kilari, Paul Frank and Sweet Years.
E il carisma di Valentina conquista Fazzini
Fazzini, azienda interamente made in Italy, si inserisce nella
competizione con Io Valentina di Crepax. Paolo Fazzini
conferma il successo, con riassortimento immediato sui punti
vendita. “E già pensiamo ad altre properties” prosegue”, che
andranno a rafforzare i risultati. Valentina è un un soggetto
sofisticato, ammiccante e mai volgare. Lo abbiamo commercializzato rispettando e interpretando al massimo la sua
personalità”.
Valentina’s charms seduce Fazzini
Fazzini, the 100% made in Italy homewear company, has joined the licensing rush with Io
Valentina by Crepax. Paolo Fazzini confirms the success the property’s been having as
products fly off the shelves. “We’re thinking of adding more licensing to our marketing
mix, to boost results even further. Valentina is a sophisticate, alluring, but never vulgar.
We’ve taken care to commercialise the property respecting its intrinsic charm”.
42
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
strategy
Hugo Pratt For
Corto Maltese: total
look da marinaio
La strategica collezione di total look, in esclusiva con Chiros, è alla terza stagione. Dopo la
linea uomo, da fine giugno 2010 verrà distribuita anche la collezione donna. Alta qualità,
stile e tessuti ad hoc. E intanto il marinaio in licenza decolla all’estero
La strategia? In primis,
individuare una vera
novità sul mercato. A
seguire, realizzarla al massimo. Il
veneto Michele Calvani, 35 anni,
messo a punto il piano d’azione ha
trovato l’azienda terzista interessata all’esclusiva. E da Direttore
Commerciale è diventato General
Manager della Chiros Industre
Abbigliamento di Portogruaro (VE),
l’impresa licenziataria divenuta,
così, esclusivista in tutto il mondo
44
Kazachok Licensing Mag'
dell’innovativo brand di total look
Hugo Pratt For Corto Maltese. Un
bel colpo. Ora Calvani gestisce una
struttura interna ad hoc, coordina i
vari uffici occupandosi dallo stile
alla distribuzione, per creare,
perfezionare e far diffondere il
marchio. Che esiste da tre stagioni,
come sola linea maschile. Ma, da
fine giugno 2010, verrà distribuita
anche la collezione femminile.
Racconta Calvani: “Da anni lavoro
nel settore, ho partecipato alla
start up di altri brand. Poi ho
conosciuto Patrizia Zanotti,
socia di maggioranza di
Cong sa, la società svizzera
che gestisce tutti i diritti
d’autore di Hugo Pratt: lei è
stata
collaboratrice
e
compagna di vita di Hugo
Pratt”.
Una piccola nota: Hugo
Eugenio Pratt, nato a Rimini
il 15 giugno 1927 (ma veneziano di origine) e mancato a
Grandvaux il 20 agosto 1995,
è stato un noto autore di
fumetti e saggista. Il suo
carismatico marinaio Corto
Maltese, creato nel 1967,
resta una intramontabile
punta di diamante nel
cartoon internazionale. Ma
non solo. Rappresenta un
vincente mix di moda, attua-
aprile - giugno 10
Hugo Pratt for Corto Maltese:
innovative apparel
The strategic total look collection, a Chiros exclusive,
is now in its third season. The menswear line is
scheduled to be joined by a women’s wear collection
at the end of June 2010. Characteristics: quality, style
and bespoke fabrics. And the sailor adventurer is
already conquering foreign markets
The strategy? First and foremost to identify a (genuine)
market novelty. Then push it to the limits. 35 year-old
Michele Calvani from Veneto mapped his plan and then
went looking for a manufacturer who was interested in
the exclusive. And from being a sales director he moved
up to the General Manager slot at Chiros Industrie
Abbigliamento at Portogruaro, the licensee who has the
world exclusive for the innovative total look brand Hugo
Pratt For Corto Maltese. Quite an achievement. Now
Calvani manages a special department and coordinates
everything from styling to distribution to create, perfect
and publicise the brand, which has produced menswear
collections for the last three seasons but is gearing up to
get a women wear collection out on the shelves towards
the end of June 2010. Calvani explains: “I’ve been
working in this field for years and I’ve been part of other
brand start-ups. Then I met Patrizia Zanotti, the main
shareholder in Cong sa, the Swiss company that holds
the rights to Hugo Pratt’s works; she was his assistant
and partner”.
Brief note: Hugo Eugenio Pratt, born Rimini 15 June
1927 (but of Venetian origins) died in Grandvaux 20
August 1995, was a well-known essayist and artist who
produced comics. His charismatic sailor adventurer
Corto Maltese, created in 1967, remains a beacon in the
lità, società e arte grafica. Proprio
di recente i disegni originali di Pratt
sono stati battuti all’asta, per 300
mila euro. Un’icona non facile da
licenziare, né da gestire. Prosegue
infatti Michele Calvani: “I miei
timori erano legati proprio alla
percezione collettiva del personaggio, un massimo livello che non
poteva scadere nel puro merchandising. E all’inizio ho fatto un po’
fatica nel capire come far conciliare il mix di ingredienti e dettagli
che determinano il top di una linea.
Poi siamo usciti con una collezione
molto coerente: alta qualità, nuove
soluzioni d’immagine e di scelta nei
tessuti”. Continua Calvani: “La
maggior soddisfazione mi è stata
data dagli stessi buyer, che hanno
immediatamente recepito Hugo
Pratt For Corto Maltese come
un’idea originale, una vera novità
nell’ambiente di moda e licesing:
mi ha riempito d’orgoglio. Chi
meglio di loro, abituati a valutare e
a vedere migliaia di collezioni, può
dare un parere obiettivo?”
E il marinaio licenziato è giunto
alla sua terza stagione, tra
giacche, t-shirt, pantaloni, con
posizionamento ai massimi
livelli. Adesso dalla primavera 2010 la linea sta decollando anche all’estero, con una
distribuzione super selezionata.
La licenza riguarda il total look
uomo-donna-bimbi, ma viene
gestita gradualmente. Dapprima si
è partiti con l’abbigliamento
maschile, d’altronde è nel dna dello
stesso Corto.
Pezzo forte, caban anche per lei
Da fine giugno 2010 saranno
presenti nei negozi anche i primi
capi femminili: il fascino un po’
selvaggio del marinaio maltese ha
conquistato un numero impressionante di fan-lettrici. Pezzo forte del
guardaroba è il caban di Corto, così
definito dai francesi, mentre per gli
americani si chiama peacoat: in un
modo o nell’altro, si tratta della
famosa giacca stile marina del
personaggio di Pratt, declinata in
molte varianti. Un caban contraddistinto dalla fascia metal/oro
sull'avambraccio sinistro e da
bottoni personalizzati, firmati Hugo
Pratt. Ed è la linea guida pure per
international world of comics. An icon that was by no
means easy to license, or indeed to manage. Michele
Calvani continues: “I was worried about the collective
image the public had of the character, something which
couldn’t be frittered away on pure merchandising. It
wasn’t easy to get started. Then we came up with what
we wanted: a top quality, well thought-out collection with
just the right fabrics and image. The best thing was that
the buyers immediately pounced on Hugo Pratt For Corto
Maltese as something new and original in the fashion and
licensing world: that made me feel really good”.
So the sailor adventurer has embarked on his third
season of jackets, t-shirts and trousers with an excellent
market position. Spring 2010 will see the line branch out
onto foreign shores, but with a very select distribution
network. The license caters for total look men’s, women’s
and children’s wear, but it’s been carefully managed. The
initial range was menswear only.
Centre piece – the caban for her
Late June 2010 sees the debut of the women’s collection. One of the key elements will be what the French
call the caban de Corto; the Americans know it as a
peacoat, while the British usually call it a reefer jacket,
whatever you call it, it was the signature piece in Corto
Maltese’s wardrobe – his classic sailor’s jacket, reinterpreted here in a range of versions. This caban has a gold
metal armband on the left sleeve and Hugo Pratt
designer buttons. Which sets the mood for the whole
women’s collection: men’s clothes remodelled to the
female form. Very much in line with the prevailing
fashion, sparked off by jeans-mania, of less defined
borders between the sexes. The distinctive character-
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
45
strategy
istic of the collection is its search for absolute quality in
every phase of production.
Kids come next
Children’s collections still lie in the future, but the idea
is to set up a parallel organisation to handle them,
then, when the brand has conquered a high level of
market awareness, an independent structure wholly
dedicated to children.
la collezione donna: vengono
utilizzati i modelli maschili,
dimensionandoli al corpo femminile. Seguendo la tendenza nel
fashion, partita dalla jeans-mania,
di un mood meno netto e definito
tra i due poli opposti. L’elemento
distintivo della collezione è l'assoluta ricerca di qualità in tutti i
passaggi produttivi, dalla selezione dei tessuti alla façon, dai
trattamenti innovativi all'attenzione per il packaging e il labeling. Le suggestioni che trasmettono i disegni di Pratt sono un
archivio senza fine, da cui attin-
gere per le creazioni dei capi: la
cura con cui l’autore rappresentava con la matita i dettagli e il
fitting è propria dei migliori
stilisti.
In futuro i bambini
In seguito si penserà, con un’organizzazione laterale ad hoc, a
impostare il pianeta bambino:
quando il brand avrà una maggior
riconoscibilità
sul
mercato,
nascerà una struttura indipendente dedicata all’infanzia.
Renato Monti
L’antieroe evergreen, modello di vita
Evergreen. E modello di vita. Eppure "Una Ballata Del Mare Salato", il primo numero del fumetto Corto Maltese, risale al 1967.
Molto particolare per la subitanea immagine del protagonista: Hugo Pratt ci mostra per la prima volta Corto legato mani e piedi,
su una logora zattera, in seguito all'ammutinamento dei suo marinai. Barba incolta, aria stranita, vestiti strappati: immagine non
rassicurante. Corto Maltese da quel momento diventa un antieroe per definizione. Dalla prima impressione non ha di fatto
nessuna eroica qualità, neppure l’aspetto. Successivamente Pratt accettò una proposta del settimanale francese per ragazze Pif.
Corto Maltese divenne per tre anni il protagonista di ventuno episodi, di ventun tavole ciascuno. Ma il sommo disegnatore e
narratore preferiva le storie lunghe alle brevi. Smise di pubblicare per Pif. Ricordiamo che, come rivista, Corto Maltese è nata
ufficialmente molto più avanti, nel 1983 , diretta da Fulvia Serra per Rizzoli. Intanto però il personaggio di Corto cresceva, diventava sempre più un esempio da seguire, un modello di vita. E la vignetta famosa e iniziale, quella di “Una Ballata", assume il
significato che caratterizza il fumetto: a Corto non interessa vincere o rendere grandiosa ogni sua vincita sul nemico, bensì solo
imporre il proprio ego, la sua personalità, sulle persone. E minimizzare ogni sorta di sconfitta o di vittoria. In Corto Maltese,
anche se Pratt nega ogni sorta di autobiografismo, ci sono molte similitudini del suo inventore: il piacere di viaggiare (infatti
molte storie sono ambientate in luoghi dove Pratt è stato, per esempio l'Argentina), di scoprire nuovi posti. E ancora, la prontezza, l'amore per le case in affitto, la calma nel prendere ogni decisione. Questo è Pratt. E, nello stesso tempo, Corto.
The evergreen anti-hero and lifestyle model
Evergreen. And a lifestyle model. Yet the first Corto Maltese, the "Ballad of the Salt Sea", was published back in 1967. And he hardly made a
glorious debut: Hugo Pratt has him drifting on a raft, bound hands and feet, following the mutiny of his crew. A growth of stubble, torn clothes,
a weary air… not exactly the most reassuring of images. But from that moment onwards Corto Maltese became the archetype of the anti-hero.
At a glance he seems to have no heroic qualities, not even in his appearance. He had a rather fragmentary career, only coming out as a comic in
1983, edited by Fulvia Serra for Rizzoli. In the meantime though the character was quietly gaining a grip, becoming an example to follow, a
lifestyle model. And the famous first book, the "Ballad of the Salt Sea", set the tone for the whole series. Corto wasn’t particularly interested in
winning or puffing off his victories over his enemies, he just wanted people to take him as they found him, playing down any victories or defeats.
Corto Maltese bears some strong resemblances to his author, although Pratt denied that he was in any way autobiographical. He loves travelling, and many of the adventures are set in places Pratt had been to, like Argentina, and exploring new places. He’s quick-witted, prefers rented
accommodation and takes decisions calmly. Very Pratt. And very Corto.
46
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
strategy
Le novità di
Planeta Junior
Dalle properties Cuccioli Cerca Amici e Codice Atlantico, al consolidamento del gruppo in sud
Europa. Dopo Grecia e Francia, si valutano Turchia e Balcani
Planeta Junior nasce in Spagna
nel 2000, dalla joint venture tra i
gruppi Planeta e De Agostini.
Diventa subito protagonista nei
settori tv, home video, licensing e
merchandising. Affermandosi come
il più importante distributore di
contenuti per l’intrattenimento
dei bambini. Nel 2004, a seguito
del successo spagnolo, la
società iberica guidata dal
General Manager Ignacio Segura
sbarca nel Belpaese. Con l’obiettivo di diventare, in pochi anni,
una grande major europea.
Kazachok ha intervistato Guido
Bertè, 45 anni, Head of Sales per
l’Italia.
Kazachok: A che punto è il
processo
di
consolidamento
europeo di Planeta Junior?
Guido Bertè: Sono operative le
due nuove filiali di Grecia e Francia.
Questo processo di espansione,
voluto da Ignacio Segura e iniziato
con l’Italia, prosegue il suo consolidamento in sud Europa, che oggi è
stato in gran parte coperto. Stiamo
valutando un ulteriore piano di
sviluppo su Turchia e Balcani.
K.: Quali sono i Paesi in cui puntate
maggiormente?
G.B.: Non ci sono Paesi su cui
puntiamo di più: l’obiettivo è di
rafforzare la nostra presenza in
tutto il sud Europa.
K.: Quali sono le strategie di
sviluppo nel medio periodo?
G.B.: Lavoriamo sia sull’acquisizione di nuove properties sia sul
rinnovamento dei nostri classici: a
fine 2011 è previsto il lancio della
serie l’Ape Maia 3D. Stiamo
cercando, sull’altro fronte, di
costruire i nuovi evergreen del
futuro su tutti e quattro i
Paesi, in coordinamento
con la Spagna, lavorando
con i big del toys e dell’entertainment. Mettendo anche a disposizione risorse economiche per coproduzioni televisive.
K.: Ci sono importanti properties in
gestione di fresca firma: ce ne
potete parlare?
G.B.: Le più significative sono due.
Una relativa al target 3/10 anni:
48
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
News from Planeta Junior
With properties like Puppy in my Pocket and the
Atlantic Codex the group is consolidating in southern
Europe. After Greece and France, they’re looking at
Turkey and the Balkans
Planeta Junior was founded in Spain in 2000, a joint
venture between the Planeta and De Agostini groups. It
soon made its mark on tv, home videos, licensing and
merchandising, taking over a leadership role as a distributor of contents in the kids’ entertainment field. Flushed
with their success in Spain, in 2004 Planeta Junior, led by
general manager Ignacio Segura decided to open an
Italian subsiduary. With the ambitious aim of becoming a
European major in short order. Kazachok interviews 45
year-old Guido Bertè, head of sales for Italy.
Kazachok: How’s Planeta Junior European expansion
plan going?
Guido Bertè: We’ve got two new branches up and
running in Greece and France. Ignacio Segura’s growth
strategy, launched with our Italian branch, is now
consolidating in southern Europe. We’re studying further
development in Turkey and the Balkans.
K.: Which countries are you targetting in particular?
G.B.: None of them. Our aim is to strengthen our position
in southern Europe generally.
K.: What are your mid-term development strategies?
G.B.: We’re updating our classics. At the end of 2011
we’re scheduled to launch a 3D series of Maya the Bee.
And then we’re on the look out for new properties for all
four countries.
You’ve recently inked some important new properties,
can you tell us something about them?
G.B.: The 2 most important ones are Puppy in my Pocket
for the 3/10 target, with a tv series due out
late December 2010, and for the adult
market the merchandising rights to
Leonardo Da Vinci’s Atlantic Codex, thanks
to an agreement with the publisher’s De
Agostini and the Ambrosiana Library in
Milan. Here we’ll be concentrating mainly on
Leonardo’s ingenious artistic and scientific
inventions.
dopo i Gormiti, abbiamo
infatti siglato con il Gruppo
Preziosi un accordo per
Cuccioli cerca Amici, di cui
uscirà una serie tv a fine
dicembre 2010. Per quanto
riguarda il mercato adulti, un
accordo con De Agostini Editore e
la Biblioteca Ambrosiana di Milano
ci assicura i diritti di merchandising del Codice Atlantico di
Leonardo Da Vinci. Qui ci focalizzeremo sostanzialmente sulle
geniali invenzioni artistiche e
scientifiche del genio italiano.
K.: Quali le strategie per queste
properties?
G.B.: L’approccio è diverso,
rispetto al nostro passato. Per i
Cuccioli Cerca Amici ci muoveremo sfruttando la notorietà del
marchio con accordi basic, tra cui
principalmente il food. In contemporanea, lavoreremo sulle nicchie
di mercato, come ad esempio
sugli accessori abbigliamento.
Invece, per il Codice Atlantico,
dobbiamo pensare al target cui ci
rivolgiamo: adulto e socio-culturalmente attento. Vorremmo
infatti garantire alla property
partner di pari livello, in termini
di notorietà. D’altronde si sa,
Leonardo
è
un’eccellenza
italiana. La nostra primaria
volontà è che non si creino situazioni distoniche con la portata
dell’argomento. Faremo quindi
una particolare selezione dei
K.: What strategies have you got lined up
for these properties?
G.B.: Well each of them requires a different
approach. For Puppy in my Pocket we’ll be
exploiting the brand’s high profile to ink
some basic deals, including the food
industry, and at the same time we’ll be
working on niche markets in each sector.
Whereas with the Atlantic Codex we need to
bear in mind that we’re dealing with a
culturally sophisticated, adult target. So
we’d like to make sure the property gets
some prestige partners. Which means being pretty
choosy over our potential licensees, concentrating
primarily on the project and then evaluating the
economics.
futuri licenziatari, focalizzandoci
prima sul progetto e valutandone, solo successivamente,
l’aspetto economico.
K.: Da player europei, come
vedete il mercato del
licensing in Europa? E
quello italiano?
G.B.: Direi che la crisi
abbia dato al mondo delle
licenze un’opportunità di
crescita. In particolare
noi abbiamo investito
molto in sud Europa,
dove ancora c’è spazio,
ottenendo per esempio
ottimi risultati nel 2009 in
Grecia per effetto di Hello
Kitty e Gormiti. Questa
tendenza, generalizzabile
a tutto il mercato Sud
Europa, dimostra che il
licensing
è
un’arma
estremamente valida per
consolidarsi, ampliare il
campionario e incrementare le vendite. Per questi
motivi notiamo che si
stanno avvicinando al
licensing anche le piccole
e medie aziende.
K.: As European players, what’s your view of the
licensing market in Europe, and in Italy?
G.B.: I think the crisis has been an opportunity for
growth for licensing. We’ve invested heavily in
southern Europe, where there’s still room to expand.
And we’ve had excellent results for 2009, for example
in Greece with Hello Kitty and the Gormiti. The same
concept applies generally throughout Europe.
Benedetta Marcias
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
49
legal
Acquisizione,
fusione: cosa succede
alle licenze?
Due diligence e change of control: gli strumenti indispensabili per esaminare
la situazione societaria e verificare le clausole dei contratti. Parte Prima
Nel caso di acquisizione
da parte di un terzo di
una quota delle azioni di
una società o dell’intero pacchetto
azionario, il potenziale acquirente
pone in essere dei metodi di verifica
dell’azienda che vengono attuati, di
solito, con la due diligence.
Si può affermare che con la due diligence, eseguita di solito da un team
di avvocati esperti in diversi rami
del diritto, viene esaminata
l’azienda in tutti i suoi aspetti. La
situazione societaria, la gestione
del personale e le problematiche
del lavoro, della contrattualistica e
dei relativi impegni contrattuali, la
proprietà intellettuale, il contenzioso in essere. Per definire e
determinare
l’effettivo
valore
dell’azienda e per identificare le
aree di rischio nel caso in cui l’acquisizione vada a buon fine, stabilendo quindi gli eventuali rimedi per
il prima e dopo dell’acquisizione
stessa.
Buy-outs and mergers:
and the licenses?
Le licenze sono trasferite se
cambia la società?
Di solito i contratti di licenza costituiscono, per chi ha deciso di
vendere tutta l’azienda o la maggioranza delle azioni, un patrimonio
molto importante, in quanto l’acquirente acquisisce (o pensa di acquisire) con l’azienda anche la licenza
(o le licenze). In tal modo infatti può
contare sulla produzione e distribu-
licensing agreements. Part one
Monica Nannarelli
Due diligence and change of control are the key words
when it comes to giving a company a clean bill of
health and checking up on all the clauses in the
When a third party purchases all, or part, of a company’s
shares the buyer needs to carry out a thorough check,
using due diligence to determine the company’s real
value and any potential risks. So they can decide on
strategies before and after the purchase goes through.
Are licenses transferred if the company changes
hands?
Licensing contracts are an important component of the
assets if owners have decided to sell a company or the
majority of the shares, because the buyer is (possibly)
also purchasing the license or licenses together with the
50
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
zione dei marchi propri dell’azienda
da acquisire e sui marchi concessi
con la licenza, aggiungendo più
valore alle attività aziendali. In sede
di due diligence si esaminano quindi
le clausole inserite nei contratti di
licenza, e in particolare il tema del
“change of control”; in sostanza si
verifica se effettivamente la licenza
verrà trasferita nonostante i mutamenti della compagine societaria,
derivanti dalla vendita - totalitaria o
parziale - delle azioni o quote. A
questo punto, però, il contratto di
licenza è già in essere e le clausole
relative al change of control sono
già state accettate e quindi non sono
modificabili senza il consenso del
licenziante.
Consigli di tutela per il potenziale
acquirente
Molte volte, durante una fase delicata come quella della finalizzazione
della vendita di una azienda, il
proprietario cedente deve farsi
carico di lunghe riunioni e discussioni con il licenziante per illustrare
quali saranno i cambiamenti e ottenere il suo “gradimento” per il nuovo
socio o per il nuovo proprietario. Nei
casi peggiori, proprio a causa del
tipo di clausola che è stata inserita
nel contratto di licenza, si rischia di
perdere il contratto anche per l’ingresso di un socio che acquista una
percentuale minima di azioni. Certo
questo non dovrebbe accadere se la
licenza funziona bene e non vi sono
particolari problemi, ma spesso può
essere anche una specie di “escamotage” usato dal licenziante che ha la
facoltà di chiudere il contratto e chiedere di discutere nuovamente di
aumento delle percentuali di royalties e di minimi garantiti, per farlo
andare avanti. Pertanto, nella redazione e negoziazione di un contratto
di licenza si deve fare particolare
attenzione a queste clausole che a
volte passano in secondo piano
(spesso sono inserite tra le clausole
finali del contratto), ma possono
invece determinare risvolti molto
importanti per il futuro della licenza e
delle parti coinvolte. Quindi anche se
è sicuramente un diritto del licenziante tutelarsi per evitare di trovarsi
di fronte magari a un concorrente,
che è entrato a far parte dell’azienda
del licenziatario, si devono prendere
le misure necessarie per far si che
anche il licenziatario possa tutelarsi e
salvaguardare quindi i suoi investimenti nella licenza. Nel prossimo
numero, luglio-settembre, verranno
prese in esame alcune clausole
ricorrenti nei contratti di licenza in
modo da poter valutare le differenti
implicazioni per le parti coinvolte.
Monica Nannarelli
Direttore Ufficio Legale
Gruppo Morellato & Sector
company. Due diligence therefore requires a careful
examination of the clauses in the licensing contracts,
especially the change of control contracts, to make sure
the license is effectively transferred if the company
ownership changes through a partial or total share
sellout. Potential buyers need to bear in mind that the
licensing contract stands as is, and the clauses on
change of control have already been accepted, and
cannot therefore be modified without the consent of the
licensor.
Potential buyers beware
In many cases when a company is sold the seller has to
detail the changes and get an official green light from
the licensor. In a worst case scenario the contract may
be declared null and void even when a new partner
acquires a minimum quota of shares. Some licensors
may even see this as an opportunity to invalidate the
contract and hold out for increased percentages on the
royalties and up the guaranteed minimum to reconfirm
the license. So these clauses are obviously an essential
part to consider when negotiating and drawing up a
licensing contract, because they can have a very important effect on the future of the license itself and the
parties involved.
Although, naturally, the licensor has every right to
protect themselves against an unexpected company
takeover that may even involve one of their direct
competitors, the licensee also needs to consider how
they can protect their interests and the investments they
have made in the license.
In the next issue we take a look at clauses commonly
found in licensing contracts in order to evaluate their
implications for the parties involved.
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
51
licensee focus
Mycrom:
versione artistica
del licensing
Grazie al licensing Mycrom si è trasformata da fotolito ad azienda leader nella stampa chic
su tessuto. Prodotti esclusivi per allestire la casa. Con accessori d’arredo dal sofisticato design
Curiosa e di forte attualità la storia di Mycrom.
L’azienda familiare torinese, nata nel 1991 nell’ambito
delle lavorazioni di prestampa, da
qualche anno si occupa d’altro.
Non ha buttato via tutto il suo
patrimonio di esperienza nella
ricerca applicativa in ambito
grafico-editoriale, ma l’ha evoluto.
Trasformandolo, con tecnica e
licensing, in un’attività fashion: articoli esclusivi, per arredare spazi
con sofisticato design. Dal 2006
produce infatti stampe artistiche su
tessuto, con particolare esaltazione
per il dettaglio. Una precisione
possibile proprio grazie al background professionale di Mycrom.
Un’attività che tende nel DNA a
guardare avanti e, tra l’altro, dal
cuore verde: da sempre, per filosofia, pone forte attenzione a tutto
quanto può risultare a basso
impatto ambientale. Ogni tecnologia di stampa applicata a laminato
o tessuto è eco-compatibile. E
vengono utilizzati inchiostri a base
acqua, senza solventi. Così i tessuti
delle Collezioni Mycrom sono ignifughi, garantiti da certificazione.
Il motivo del cambiamento di rotta
sul mercato consiste, in primis,
nell’osservazione della realtà: il
mondo della fotolitografia era
destinato a ridursi. Alessandro
Imoda, 43 anni, Presidente e AD, lo
racconta a Kazachok
Kazachok: Come è iniziata l’avventura delle licenze?
Alessandro Imoda: “Sono un
Mycrom: artistic vision
of licensing
Mycrom has used licensing to evolve from its original
lithograph business to become a leader in the field of
sophisticated textile printing, producing exclusive
designs for soft furnishings and homewear accessories
Mycrom’s history is both interesting and typical of the
times. A Turin-based family company founded in 1991
working in pre-printing, it has now evolved into a different
field. Without turning its back on its considerable experience in graphics and publishing, Mycrom has taken it on
to the next level, using the twin tools of expertise and
licensing to enter the fashion world with exclusive products bringing a touch of sophisticated design to interiors.
Since 2006 the company has exploited its professional
background to produce painstakingly detailed art prints
on fabrics. And it’s an eco-friendly company too, which
has always been acutely aware of environmental issues.
43 year-old Alessandro Imoda, Mycrom’s President and
CEO, talks to Kazachok
Kazachok: How did you get into licensing?
Alessandro Imoda: “I’ve always been a dynamic, eclectic
entrepreneur, constantly on the lookout for ways to
grow the company. Five years ago I completely revolutionised production because the lithograph business was sinking fast. I didn’t want to turn the
company into a simple printers, so my father and I
started evaluating new opportunities. On the other
hand we’ve always been pioneers; about 14 years ago
we invented high pressure digital printing on laminates. So in 2004 we started looking at technology
applications to produce fashion textiles. In the end
we came up with the solutions we were looking for,
all we needed then were the images to print.
K: So which property did you opt for?
A.I.: “Well I’m a big Diabolik fan and collector. Flicking
through my favourite comic, I thought it might be just
right for carbon pigment printing.
52
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
imprenditore iperattivo, eclettico,
attento. Quindi cerco sempre di
capire cosa fare, per crescere come
azienda. Cinque anni fa, l’intuizione
di inserire in azienda nuove tecnologie che mi hanno permesso di
reinventarmi una nuova Mycrom,
alla luce della trasformazione in
atto del mondo del fotolito.
Sviluppare un’attività tipografica
classica non mi convinceva e ho
deciso, insieme a mio padre che
lavora con me, di soprassedere e di
valutare nuove strade. D’altronde
siamo sempre stati dei pionieri:
circa 14 anni fa avevamo inventato
la stampa dei laminati in alta pressione digitale. Piaceva molto e noi
eravamo stati i primi a pensarci, per
personalizzare ambienti. Così nel
2004 ci siamo avvicinati a questa
tecnologia legata ai tessuti e al
mondo del fashion. Molto difficile
inizialmente, ma io non mi stanco
mai di dire: bisogna provare, se non
ci provi non lo saprai mai. E infine
ce l’abbiamo fatta. Ma messa a
punto la tecnica, dovevamo trovare
l’immagine da riprodurre. Così è
iniziata l’avventura di Mycrom nel
licensing.”
K.: E con quale property?
A.I.: “Sono un lettore collezionista
di Diabolik, da quando ero bambino.
Sfogliando il mio fumetto preferito,
cosa che mi capita spesso di fare,
ho pensato si potessero ben riprodurre le icone con la tecnica ai
pigmenti di carbonio. Così ho telefonato ad Astorina, l’editore milanese che pubblica solo Diabolik, e
mi hanno passato il direttore, Mario
Gomboli, per illustrargli la mia idea.
Gomboli mi ascolta, probabilmente
si fida. Perché mi domanda di fare
una prova, ovvero di realizzare un
prototipo con due immagini del
fumetto che mi invia, naturalmente
stracoperte da diritti. Entro una
settimana avevo già realizzato il
test e ottenuto da Astorina un
primo ok a procedere. A quel
punto mi è stato chiesto di
presentare il progetto. Glielo
redigo e, tra le varie modalità,
chiedo l’acquisizione dei
diritti mondiali di stampa su
tessuti. Invece di spedirglielo,
a quel punto preferisco
portarlo di persona. Insieme a
un mio primo quadro su stoffa
- alto 1,80 - di Eva Kant. Che
conquista l’editore, benché
poi siano trascorsi circa 10
mesi, tra una cosa e l’altra,
per arrivare all’accordo definitivo”.
K.: Qual è la vostra strategia
di licensing?
A.I.: “Assicurarci, col tempo,
le properties più importanti
nel mondo del fumetto. Creando un
oggetto finito, che nessuno può
copiare. Come già detto, questa
avventura è nata un po’ per
passione, un po’ per gioco, come
pure per necessità. Con l’obiettivo
di far diventare Diabolik icona
dell’arredo di design. Passati i primi
momenti di euforia, abbiamo
operato con strategia più attenta e
selettiva: nonostante la recessione,
preferiamo essere presenti con i
nostri prodotti solo nei migliori
So I rang Astorina, the Milanese publisher who
publishes Diabolik, and they passed me the managing
director, Mario Gomboli. Gomboli listened as I explained
and seemed pretty interested, because he asked me to
do a trial run, and sent me a couple of pictures to work
on, obviously covered by watertight copyright. It only took
us a week to produce sample copies and get an initial
green light from Astorina, which then asked me for a
project. I drew one up asking, among other things, to
purchase the world rights for textile printing. Instead of
just sending it in, I decided to take it to Milan personally,
together with our first picture printed on fabric – 1.80m
high – of Eva Kant. The publisher was really keen,
although it took us a further 10 months to sort out all the
details and ink a contract.
K: What’s your licensing strategy?
A.I.: “Over a period of time we’d like to acquire all the
most important comic properties, giving us a finished
product that no one can copy. Despite the recession
we’ve opted to limit sales to a restricted number of top
retail outlets, currently about 150. We’ll be building that
up to 300 over the next two years, mainly in direct
contact with our headquarters, although we do use
intermediaries in some regions, everything is centrally
managed. And we’ve started to showcase at trade fairs
Kazachok Licensing Mag’
aprile - giugno 10
53
licensee focus
interessanti, che speriamo
sviluppare a breve.”
negozi, oggi circa 150 autorizzati
alla vendita delle nostre Collezioni,
con l’obiettivo di arrivare presto a
300, puntando sulla gestione diretta
dei punti vendita selezionati, avvalendoci, in alcuni casi di referenti
nelle varie regioni. Però tutto fa
sempre capo a noi. Abbiamo,
inoltre, iniziato a partecipare a
saloni di livello internazionale per
farci conoscere ad ampio raggio.
Diabolik Collection è e resta il
nostro bestseller con l’immagine di
Eva Kant su sfondo rosso, ormai un
cult nel mondo del complemento
d’arredo. Nell’ultimo anno abbiamo
aggiunto anche altri must, tra cui
Mister Linea di Cavandoli, Valentina
di Crepax e nuovo fiore all’occhiello,
Snoopy&Peanuts di Schulz, la
collezione in uscita in questi giorni
per celebrare il sessantesimo anniversario dei Peanuts”
K.: Piani di sviluppo futuri ?
A.I.: “Appunto, per noi è molto
importante adesso rafforzare i punti
vendita e acquisire altre top properties. Abbiamo già in corso contatti
di
K.: Quali vantaggi vi hanno assicurato le licenze?
A.I.: “Tutti gli interlocutori apprezzano l’esclusiva dei nostri prodotti,
totalmente Made in Italy e di alta
qualità. Naturalmente hanno pure
tentato di imitarci, ma con scarsi
risultati d’immagine. Noi abbiamo
la precisione di un fotolito, un know
how da pignoli nella stampa.
Desidero inoltre aggiungere che i
clienti apprezzano lo sforzo nell’acquisire properties di gran livello.”
K.: E quali difficoltà riscontrate?
A.I.: “Per ottenere il successo che
vorremmo, dobbiamo aspettare.
E’ un periodo difficile per tutti e la
recessione economica rende il
percorso ancora più faticoso. Il
nostro non è, inoltre, un prodotto di
prima necessità e proprio per
questo stiamo lavorando su fasce di
prezzo alternative e maggiormente
accessibili.”
K.: Se fosse al posto del suo principale licensor cosa vorrebbe
cambiare?
A.I.: “La capacità di capire che a
volte la royalty non è solo legata al
nome importante, bensì alla capacità di venderlo. Talvolta chi ha un
brand forte crede di poter domandare di tutto. Bisogna invece guardare con saggezza il mercato.”
Gaia Guglielmini
Mycrom in sintesi / Mycrom in figures
Anno di fondazione: 1991 (2006 la nuova attività)
Fatturato 2009: 1 milione e 700 mila euro
Clienti attivi totali: 5-600 a rotazione
Licenze attive: Diabolik Collection, Mister Linea Mon Amour, Valentina, Snoopy
&Peanuts, Nespolo, Bobart, Lapone, Duck’s Gallery, Carl Warner Foodscapes Art
Collection.
Founded: 1991 (launched new business in 2006)
2009 turnover: 1.7 million euros
Total number of current customers: 5-600 at any one time
Current licenses: Diabolik and Eva Kant, Mister Linea, Valentina, Snoopy and
Peanuts: the most popular. Then there’s Nespolo, Bobart, Lapone, Ducks Gallery,
Cral Warner Foodscapes Art Collection.
54
Kazachok Licensing Mag'
aprile - giugno 10
to raise our public profile. Diabolik is still our bestseller, we’ve made over 3000 copies of our red Eva
Kant. But in the meantime we’ve added some other
important pieces, such as Mister Linea and Valentina by
Crepax and Snoopy&Peanuts “
K: Plans for 2010?
A.I.: “Well, as I said, we want to extend the number of
retail points selling our work and we want to buy
other top properties. We’ve already put feelers out for
some very interesting items and we hope to firm up
on those soon”.
K: What benefits has licensing given you?
A.I.: “Everybody appreciates the exclusivity of our top
quality products, totally Made in Italy. Of course we
have competitors, but they haven’t been terribly
successful in terms of image quality. We have all the
precision that comes from lithographs, and our knowhow makes us very demanding about print quality.
Apart from that, customers seem to appreciate the
effort we’ve made to acquire top properties”.
K: What setbacks have you had?
A.I.: “To be as successful as we’d like to be we’ll have
to be patient. Times are hard for everyone, with the
recession we’re all having difficulty making ends meet.
And our products aren’t exactly necessary. We do try to
make pictures in various price ranges, so everyone can
afford them”.
K: If you were in your main licensor’s shoes what
would you like to change?
A.I.: “The ability to understand that royalties aren’t
always just a matter of a big name, it’s also a question
of knowing how to sell it. Sometimes owners of wellknown brands think the sky’s the limit. But you need to
study the market carefully”.

Documenti analoghi

15 Kazachok 2010.qxd:15

15 Kazachok 2010.qxd:15 new themes and graphics for its brands. A unique chance to get to know the impressive Warner portfolio. 2011 is going to be the year of great films, with the return of Happy Feet 2, super-hero DC G...

Dettagli

property focus

property focus Doxa Junior e le preferenze dei tweens Doxa Junior and what tweens want

Dettagli

strategy market focus hotfile

strategy market focus hotfile Guida del Licensing Italiana, abbiamo tirato qualche somma. Le properties disponibili in Italia (quelle censite, non necessariamente il 100% dell'universo), sono più di 2000. I licenziatari aumenta...

Dettagli

property focus

property focus Celebrities: opportunities or risks?

Dettagli

property focus

property focus Kazachok Licensing Mag’ Italia Editore: Kazachok S.a.r.l. - 141 Avenue de Verdun - 92130 Issy les Moulineaux France • Registrazione Tribunale di Milano n. 192 del 21/03/2007 • Redazione: Corso Semp...

Dettagli

Dossier Speciale

Dossier Speciale Kazachok Licensing Mag’ Italia, anno III, Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70%-DCB Milano

Dettagli