reading - Daria Masiero

Transcript

reading - Daria Masiero
V ENERDI 19
MARZO
La Cronaca di Casalmaggiore
2010
21
CULTURA: C A S A L A S C O & D I N T O R N I
Parma, Grande Concerto Lirico
di Primavera, un vero successo
-
CASALMAGGIORE
“Ite, Missa est”
venerdì 26 marzo
in Duomo (ore 20,45)
CASALMAGGIORE - Venerdì
26 marzo alle ore 20,45
presso il Duomo di Santo Stefano, “Ite, Missa Est”, dramma liturgico medievale sulla
Passione di Cristo di Zenone
Benedetto. “In scena” canti
gregoriani, musiche storiche
di origine popolare: attori e
monaci cantori concorreranno
alla narrazione di una storia
senza tempo. Quadri drammatici liturgici proposti: Ultima
Cena-Eucaristia, Orto dei Getsemani-Tradimento di Giuda, il
processo del Sinedro, la dischiusa
degli inferi, il giudizio di Pilato, Flagellazione e
Crocefissione, Invocazione
di maria e
Resurrezione, rito
conclusivo.
“Una comunità
monastica
di uomini
e donne
ripercorrerà, tra liturgia e teatralità, i momenti fondamentali
che hanno portato alla morte
ed alla resurrezione di Cristo.
Il testo, interamente rielaborato, tiene conto del dettato imprescindibile che ci viene dalla
Sacre Scritture (Nuovo e Vecchio Testamento) e partendo
da esse, cerca di indagare le
inquietudini, le angosce, le
speranze e persino gli auspici
di tutti coloro che concorrono
all’ineluttabile trascorrere del
tempo narrativo. Tra fioche luci di candele votive e l’intenso
profumo degli incensi rituali, la
figura onnipresente del Cristo
morente sulla croce dominerà
l’intero spazio scenico, ricordando a tutti, con il suo sacrificio, la via capace di appagare
il nostro desiderio innato di
trascendenza”. Info
0375/42001 340/3631005. Prevendite al
Bar Centrale, alla Libreria “Il
seme” e all’oratorio “Maffei”.
CASALMAGGIORE
“Shutter Island”
da questa sera
al cinema Zenith
CASALMAGGIORE - “”Shutter
Island” con
Leonardo Di
Caprio è il film
in programma
da questa sera allo Zenith.
Ecco gli orari
delle visioni:
stasera e domani alle 21,
domenica alle
15, alle
17,30 e alle
21, lunedì alle
21. Il film è vitato ai minori di
14 anni.
Non è un caso che il Grande Concerto Lirico di Primavera
promosso dagli Amici della Lirica del CRAL Cariparma si
sia rivelato un vero successo. La scelta per una serata all’insegna della solidarietà effettuata dal Presidente dell’Associazione, Paolo Zoppi, ha fatto centro anche questa volta e, con il soprano Daria Masiero, il tenore Roberto
Aronica e il pianista Raffaele Cortesi, ci siamo trovati di
fronte a veri artisti, capaci di offrire disinteressatamente il
frutto del proprio appassionato ma difficile lavoro per una
causa benefica. L’intero ricavato del concerto è andato infatti alla Cooperativa Fiordaliso, società di volontariato ora presieduta da Giuseppe
Giuberti - che, da venticinque anni, si occupa concretamente dell’integrazione di
persone svantaggiate e del loro inserimento nel mondo del
lavoro.
Per incrementare la raccolta di fondi volta alla realizzazione di nuovi progetti inerenti a questa realtà, i cantanti si sono avvicendati sul palcoscenico per quasi due ore
con un’ardua serie di brani
tratti dal repertorio operistico
ottocentesco, rivelando costantemente un’ammirevole sintonia se in duo, una perizia non comune se soli, sempre assecondati da un accompagnamento pianistico di rara eleganza e raffinatezza. Si è passati dal passionale wertheriano «Pourquoi me reveiller» a brani pucciniani tratti da Turandot, Tosca o Bohème; opera quest’ultima assai congeniale
soprattutto alla Masiero che, con Aronica, ha saputo renderci con stile vocale impeccabile l’innocente serenità del
primo incontro tra Mimì e Rodolfo sottolineando con la
sua delicata vocalità tale momento toccante e apparentemente idilliaco, ma in effetti già precursore del dramma
ineluttabile. Il duetto «O soave fanciulla» ha visto i due artisti insieme quali protagonisti dell’ardente e acceso lin-
Nelle foto due momenti del Concerto di Primavera
guaggio pucciniano, compositore in tale lavoro ormai sicuro e padrone delle forme compositive. Si è passati quindi
all’incantevole aria «Song to the moon» dalla Rusalka di
Dvorak per giungere all’attesissima verdiana «La donna è
mobile» che ha dato modo a Paolo Zoppi di proporre
un’inconsueta lettura dei noti versi di Piave «muta d’accento e di pensier» cantati dal Duca di Mantova. Parole di
ambigua interpretazione e che Aronica ha saputo renderci
con un ottimo legato, così come prescritto dal compositore. Si è tornati quindi a Puccini, autore conforme al temperamento della Masiero, per concludere con un omaggio
a Verdi, con Aronica interprete della dolce e quasi belliniana melodia «Quando le sere al placido» dalla Luisa Miller;
melodia di estensione ostica declamata con slancio a conclusione del concerto. Immancabile il bis, una serie di capolavori classici della canzone napoletana; e con i popolarissimi Torna a Surriento, Core ‘ngrato e O sole mio gli artisti
si sono congedati dal loro pubblico, non senza intonare
gioiosamente il tradizionale Coro «Libiam» tratto dalla
Traviata.
Paola Cirani
CASALMAGGIORE
Provini in biblioteca per il nuovo film
di Bianchini, si cercano i protagonisti
CASALMAGGIORE – Casting per
il nuovo film di Paolo Bianchini ieri
pomeriggio presso la biblioteca Mortara di Casalmaggiore.
Dalle 15 sino alle 18,30 l’aiuto regista, Giuseppina Capozzi, in sinergia con una larga fetta del gruppo dei
Genitori Instabili – cui Bianchini da
qualche tempo è legato sia da amicizia che dalla passione per la pellicola
– ha incontrato i vari ragazzi residenti
a Casalmaggiore e dintorni pronti ad
entrare nel cast de “Il sole dentro”.
Per i ruoli principali lo staff di Bianchini cerca ragazzi maschi di origine
africana ed italiana di età compresa
tra i 13 e i 15 anni. Cerca, con maggior precisione, i 4 protagonisti della
bella storia che approderà prossimamente nelle sale cinematografiche
italiane grazie ad Alveare Cinema.
La sceneggiatura prende il via da
una storia vera: quella di due giovanissimi africani che, nascondendosi
nella stiva di un areo, vogliono raggiungere Bruxelles – sede del Parla-
mento Europeo – per sottoporre all’attenzione delle autorità europee le indecenti condizioni di vita di tanti bambini africani. Chiedono per tutti loro interventi mirati, istruzione, possibilità di
migliorare le proprie condizioni di vita.
Scrivono tutto questo in una lettera
che gli addetti trovano stretta tra le loro mani quando, privi di vita per le
basse temperature di volo in stiva, vengono ritrovati dopo l’atterraggio in terra Europea. Parallelamente a questa
storia il nuovo film di Bianchini ne racconterà un’altra, con un viaggio inverso dall’Europa all’Africa, per sfuggire
dalle dinamiche perverse del calcio
mercato dei giovani talenti alla ricerca
di valori autentici di solidarietà e convivenza. Il casting di ieri in biblioteca
si aggiunge a quello realizzato nei
Nelle foto alcuni momenti del
casting di ieri. Sopra parte del giorni scorsi a Roma e ad un successigruppo dei Genitori Instabili e i vo che si terrà in Sicilia.
L’auspicio è che almeno uno dei
provini nel cortile interno
volti de “Il sole dentro” provenga dal
della biblioteca. Sotto l’aiuto
nostro casalasco.
regista al lavoro
Katia Bernuzzi
IN BREVE
Maria Teresa Grassi
stasera a Gazoldo,
Siria in primo piano
GAZOLDO DEGLI IPPOLITI Questa sera alle 20,30 per
“Postumiae Universitas” - Accademia di arte, letteratura,
scienze e storia per tutte le
età e senza esami, appuntamento a Villa Ippoliti con “Dalla Lombardia alla Siria: le
nuove ricerche di archeologia
romana dell’Università degli
Studi di Milano”. Conversazione con la professoressa Maria Teresa Grassi, introduzione del professor Roberto Navarrini. Nel corso della serata
sarà illustrato anche il programma della gita (prevista
per il prossimo mese di ottobre) che Postumia promuoverà in Siria e Giordania compensativa della visita al cantiere archeologico di Palmaria diretto da Maria Teresa
Grassi.
Sabbioneta, lunedì
si presenta
la struttura IAT
SABBIONETA - Lunedì 22
marzo, alle ore 16:30 presso la Sala Rosa di Palazzo
Forti a Sabbioneta, si terrà
la presentazione, alle istituzioni e ai cittadini, della
struttura IAT Oglio-Po.
L’Assessore alla cultura e turismo della Provincia di Mantova, Roberto Pedrazzoli, insieme ai responsabili dell’associazione Pro Loco e dell’amministrazione comunale
di Sabbioneta illustreranno le
attività di Informazione e Accoglienza Turistica che il sodalizio
sabbionetano
gestisce in
collaborazione
con
l’Amministrazione
Comunale, il
funzionamento ed i servizi forniti
dallo IAT stesso ed esporranno i dati aggiornati dell’osservatorio provinciale del
turismo.
Lo status di IAT è stato assegnato alla Pro Loco di
Sabbioneta dall’Amministrazione Provinciale con competenza sull’area dell’Oglio-Po e
Ovest mantovano costituita
da dieci comuni: Bozzolo,
Commessaggio, Dosolo,
Gazzuolo, Marcaria, Pomponesco, Rivarolo Mantovano,
Sabbioneta, San Martino dall’Argine e Viadana.
L’invito all’incontro è diretto
soprattutto ai sindaci, agli
assessori alla cultura, alle
Pro Loco, ma è anche esteso alle istituzioni, agli operatori turistici, alle associazioni
culturali del territorio di
competenza e dei vicini comuni della Provincia di Cremona.

Documenti analoghi