mittelfest 2013 - Comune di Cividale del Friuli

Commenti

Transcript

mittelfest 2013 - Comune di Cividale del Friuli
Venerdì 12 luglio
ore 17.00 – Teatro Ristori
INAUGURAZIONE
ore 17.30 – Teatro Ristori
EMIGRANT (Chants du Friûl)
di Nadia Fabrizio
con Nadia Fabrizio, voce recitante e voce
e Katia Fabrizio Cunéo (voce), Philippe Vranckx (chitarra), Christophe Jodet (contrabbasso)
musica Pôvolar Ensemble
canti Giorgio Ferigo
produzione TnBA – Bordeaux – Francia (http://www.tnba.org)
con il contributo di Bonlieu Scène nationale d’Annecy, CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, Fondo Pier Paolo Pasolini di
Casarsa e Associazione Giorgio Ferigo
in collaborazione con Mittelfest 2013 e ARLeF
FRANCIA
PRIMA NAZIONALE
MUSICA
durata 70’
Nostalgia, dolore, rabbia, malinconia. La lingua e il canto delle radici nutrono l’opera di Nadia Fabrizio, che è nata in Svizzera,
vive in Francia, ed è figlia e nipote di emigrati friulani. Perché migranti, siamo o saremo un po’ tutti. Lontani da ciò che abbiamo
amato, dai nostri luoghi d’origine, dalla nostra stessa storia.
ore 19.00 – Chiesa San Francesco
I SOLISTI DI ZAGABRIA
Sreten Krstić, direttore, violino
Zagrebački solisti - I Solisti di Zagabria
musiche di Vivaldi, Concerto in Sol minore RV 157 per Archi; Ch. Avison Concerto No III Re minore; G. Tartini "Didone
abbandonata" Sonata za Violinu i Klavir (arr. for string ens.Mo S. Krstić); Mendelssohn Gudacki kvintet B dur Op 87 (arr. for string
ens. Mo. S. Krstić)
Zagrebaški solisti – Zagabria
CROAZIA
PRIMA NAZIONALE
MUSICA
durata 90’
La più importante fra le formazioni da camera croate traccia un programma vario e luninoso che prevede musiche di Vivaldi,
Tartini, Avison, Mendelssohn. Portato a fama internazionale dalla conduzione del violoncellista e direttore d’orchestra Antonio
Janigro, l’ensemble di Zagabria resta una delle icone della cultura contemporanea in Croazia. Lo dirige Sreten Krstić.
ore 21.30 – Teatro Nuovo Giovanni da Udine - Udine
MICHELANGELO
dal dramma omonimo di Miroslav Krleža
regia Tomaž Pandur
drammaturgia Livija Pandur
adattamento Tomaž Pandur, Livija Pandur
scene Sven Jonke (Numen)
costumi Danica Dedijer
video Dorijan Kolundžija (Gallery 12+)
music: SILENCE
con Livio Badurina (nel ruolo di Michelangelo),
Alma Prica, Iva Mihalić, Ivana Boban, Damir Markovina, Kristijan Potočki, Andrej Dojkić, Tomislav Krstanović, Romano Nikolić,
Ivan Ožegović, Adrian Pezdirc,Jure Radnić
coproduzione Teatro Nazionale Croato di Zagabria - Zagreb, Mittelfest 2013, Pandur.Theaters
in collaborazione con il Teatro Nuovo Giovanni da Udine
CROAZIA –ITALIA
PRIMA ASSOLUTA
PROSA
durata --‘
Regista esaltante, ardito, visionario, solo Tomaž Pandur poteva immaginare di portare in scena la personalità di un titano dell’arte:
Michelangelo Buonarroti. Lo ha fatto forgiando personalmente, per questa prima assoluta a Mittelfest, la scrittura del più
importante drammaturgo croato del Novecento, Miroslav Krleža.
Sabato 13 luglio
ore 18.00 – Chiesa San Francesco
STROLIC – Almanacco in musica
da un’idea di Luca Bonutti
testi di Pietro Zorutti
musiche originali Valter Sivilotti
Sebastiano Zorza, fisarmonica, Marko Feri, chitarra, Mauro Meroi, contrabbasso
Claudia Grimaz, voce solista
Omero Antonutti, narrazioni poetiche
Coro Natissa di Aquileia
Luca Bonutti, direttore
ITALIA
PRIMA ASSOLUTA
MUSICA
durata 80’
Deriva dal latino astrologus il titolo dell’almanacco che Pietro Zorutti pubblicò a metà Ottocento. Lunatico calendario in forma di
poesia, Strolic riprende il via da Cividale, grazie al lavoro di composizione musicale di Valter Sivilotti che lo ha modellato sulle voci
aquileiesi del Coro Natissa e sul virtuosismo di nuovi strumenti e sulla voce di Omero Antonutti.
ore 19.00 – Chiesa di Santa Maria dei Battuti
PREMIO ADELAIDE RISTORI
Cerimonia di consegna del Premio Adelaide Ristori per la migliore interpretazione femminile dell’edizione Mittelfest 2012
ore 19.30 – itinerante per le vie cittadine
MICROCOSMI di Claudio Magris (1939 - )
adattamento di Giorgio Pressburger da "Microcosmi" di Claudio Magris
regia Giorgio Pressburger
scene e costumi Andrea Stanisci
disegno luci Francesco Rodaro
aiuto regia Chiara Cardinali
con Giorgio Lupano, Ariella Reggio, Antonio Salines, Paolo Fagiolo, Ester Galazzi, Adriano Giraldi, Maria Grazia Plos, Riccardo
Maranzana, Alessandro Mizzi, Marcela Serli, Maurizio Zacchigna
coproduzione Mittelfest 2013 e a.ArtistiAssociati
con la collaborazione di A.T.F. Associazione Teatrale Friulana , Scuola di danza Broadway Dance Udine con il gruppo Co.Co.Co.
(Compagnia Corpi Contemporanei), Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” - Udine
ITALIA
PRIMA ASSOLUTA
PROSA
Durata 330’
Microcosmi è l'ideale proseguimento del viaggio iniziato anni fa con Danubio. Là il macrocosmo della Mitteleuropa, qui un
percorso che conduce al centro di noi stessi. La nuova regia di Pressburger, elaborata su uno dei più apprezzati libri di Magris,
rinnova il fascino e l’attenzione per gli spettacoli che si sviluppano lungo le vie e le piazze di Cividale.
ore 20.45 – Sala Comunale L’Alpina Comeglians
EMIGRANT (Chants du Friûl) - REPLICA
Domenica 14 luglio
11.45- Duomo
èVENTO SACRO IN TERRA FOROJULIENSIS
per il 150° anniversario dell'incoronazione della Madonna di Barbana
Coro Città di Cervignano del Friuli “Vincenzo Ruffo”
con la collaborazione dell'Orchestra Mikrokosmos
esecuzione di brani per coro, strumenti e gruppi strumentali
di Daniele Zanettovich, Vincenzo Ruffo, Giampaolo Coral, Marco Sofianopulo, Bartolomeo Cordans, Jacopo Tomadini
ITALIA
MUSICA
durata 60’
Nell'agosto del 1863 avvenne l'incoronazione della Madonna di Barbana. Un avviso sacro aveva decretato che in perpetuo, il 15
agosto di ogni anno, una grande festa ricordasse la “coronazione di Maria SS.Immacolata di Barbana nella laguna di Grado”.
Quest'anno si celebra il 150esimo anniversario: il Coro Città di Cervignano “Vincenzo Ruffo” e l'Orchestra MIKROKOSMOS
hanno voluto dedicare all'evento una serie di concerti.
ore 18.00– Chiesa Santa Maria dei Battuti
IO DICO CHE DOMANI ITALIA VINCE
tratto da Il Racconto dell’Italia di Mario Sconcerti
progetto e regia Giuseppe Passoni
voci recitanti Giuseppe Passoni, Raffaella Adani, Riccardo Mattei
voce registrata Bruno Pizzul
Coproduzione Associazione Variabile e Mittelfest 2013
ITALIA
RECITAL LETTERARIO
durata 80’
Chi ha avuto la fortuna di vivere i Mondiali di calcio dell’82, può ripensare alla vittoria italiana, al Bernabéu di Madrid, come a
una favola. Tratto dal libro di Mario Sconcerti, lo spettacolo ricostruisce l’esaltante scalata al titolo di campioni del mondo, tra
ascolti di radiocronache d’epoca e letture da testi poetici di Verlaine, Neruda, Byron, Alceo.
ore 18.00 – Pozzo di Callisto
QUINTETTO DI FIATI EURITMIA
Conservatorio “J. Tomadini”, Udine
Giulia Delle Vedove (flauto), Pietro Savonitto (oboe), Ashanti Collarini (clarinetto), Stefano Brusini, (corno), Yana Kotlyarenko
(fagotto)
György Ligeti, Bagatellen , Enre Szervanszky, Quintet for winds, I mov., Ferenc Farkas, Antiche danze ungheresi, Franz Danzi,
Quintetto op. 56 No.1 in B-Dur ,Paul Hindemith, Kleine Kammermusik fur funf Blaser, Jacques Ibert, Trois pieces breves
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “J. Tomadini”, Udine
ITALIA
durata: 70’
La tipica formazione “a fiati” si impegna in un concerto dagli esiti eleganti e variati. Nella prima parte il quintetto dà voce al
patrimonio musicale del ‘900 ungherese (Ligeti, Szeevanszky, Farkas). Nella seconda raccoglie brani di autori di diversa
provenienza che, a cavallo tra ‘800 e ‘900, hanno lasciato il segno nella letteratura cameristica per questo organico.
ore 19.00 – Chiesa San Francesco
DA BRITTEN A LIGETI
Enrico Bronzi in concerto
Enrico Bronzi violoncello
musiche Bach suite n.3, Ligeti sonata per violoncello, Xenakis Kottos per violoncello, J.Dowland/M.Schildt: Paduana lachrymae
(trascr. E.Bronzi), Britten: Suite n.1
ITALIA
MUSICA
durata 60’
Apprezzato componente del Trio di Parma (che ha fondato nel ’90), Enrico Bronzi è un violoncellista di caratura internazionale,
docente al Mozarteum di Salisburgo, oltre che direttore d’orchestra. La sua “integrale” delle Suite di Bach è stata al 2° posto nella
top ten di classica su iTunes Music Store. Suona un violoncello Vincenzo Panormo del 1775.
ore 20.00 – Foro Giulio Cesare
VERDI TRA VECCHI E NUOVI ECHI D’EUROPA
Conservatorio “J. Tomadini”, Udine
Orchestra di fiati
Massimo Grespan, direttore
Domenico Lazzaroni, trombone solista, Elisa Iovele, soprano, Omar siega, tenore,
Franz von Suppè, da Cavalleria Leggera, Giuseppe Verdi, da Aida, Johannes Brahms, Danze Ungheresi, No. 5, 6, 1, Launy
Grondahl, Concerto per Trombone, Giuseppe Verdi, selezione di brani da Il Trovatore, Luisa Miller, Rigoletto, Traviata, Ferenc
Lehár, selezione di brani da La Vedova Allegra
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine
ITALIA
MUSICA
durata 70’
Omaggio a Verdi nel bicentenario della nascita. La trascrizione per orchestra di fiati è, a sua volta, un omaggio all’opera di
divulgazione che vide protagonista il mondo bandistico tra ‘800 e ‘900. Solisti sono inoltre alcuni dei migliori allievi della Scuola di
Canto del “Tomadini”. Attorno a questo nucleo centrale, si potranno ascoltare pagine tratte dal repertorio coevo d’Oltralpe.
ore 20.30 – Teatro Ristori
UN’ALLEGRA FIN DE SIÈCLE
testo e regia Lina Job Wertmüller
musiche: Italo “Lilli” Greco e Lucio Gregoretti
in scena Lina Job Wertmüller
Andrea Bianchi, pianoforte
Nicoletta Della Corte, voce
produzione Promo Music
in collaborazione con Teatro Comunale di Cagliari
ITALIA
PROSA
durata 80’
La regina della commedia cinematografica all’italiana, Lina Wertmüller, gioca con il teatro. Spregiudicata e dissacrante in scena, è
lei la narratrice, l’autrice, la compositrice delle canzoni di questa passeggiata di parole e musica, che ripercorre gli eventi di un
secolo - il 900 - “che di carognate ne ha fatte tante”.
ore 20.45 - Basilica di Aquileia
ARMONIE RISCOPERTE
Il Sacro friulano dal 700 ai giorni nostri
(musica sacra dal 700 ai giorni nostri)
FVG Mitteleuropa Orchestra
Coro Panarie, Artegna
Coro del Rojale, Reana del Rojale
direttore Paolo Paroni
ITALIA
MUSICA
durata 60’
Un concerto di carattere eminentemente religioso, con brani scelti negli archivi regionali e riarrangiati, per evidenziarne lo
splendore compositivo. Un viaggio nella musica friulana, dal Settecento ai giorni nostri, che trova posto appropriato nello scenario
della Basilica di Aquileia, e presenta opere in prima esecuzione moderna, come è nella vocazione di Mittelfest.
ore 21.00 – Centrale elettrica porto vecchio - Trieste
OUTSIDE ANOMALIES VI
Videoconcerto
Conservatorio “G. Tartini”, Trieste
Scuola di Musica e Nuove Tecnologie
Giacomo Bisaro, Cosmogonia, Alberto Caruso, Nyx - Il dilemma dell’origine, Carlo Marzaroli / Marco Godeas, La Venere nell’olio,
Paola Pisani / Alessandro Fogar, Amitai. Le mie verità, Francesco Gavosto, Arcano avvolto d'argento, Edoardo Dilani, Stardust,
Francesco Garbo, Nǚ zǐ, Annalisa Metus / Fabrizio Fiore, Casta, Bianca, Vaga luna, Federico Mullner, La carne di Ipazia, Francesca
Bergamasco / Alessandro Fogar, Stella, Ivan Penov, Senza Traiettorie
Tutti i lavori sono in prima esecuzione assoluta
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “G. Tartini”, Trieste
ITALIA
durata 75’
I video-concerti ideati dalla Scuola di Musica e Nuove Tecnologie del “Tartini” si basano sul concetto di “composizione audiovisiva
integrata”. Il rapporto tra musica e immagine vive in opere originali, create dagli studenti-artisti, ricche come in questo caso di
sorprendenti ispirazioni: figure femminili mitologiche giocano qui con curve matematiche dai più bizzarri comportamenti.
ore 22.30 – Chiostro San Francesco
VIVO E COSCIENZA
da Vivo e Coscienza di Pier Paolo Pasolini ( 1963)
coreografia, regia e dispositivo scenico Luca Veggetti
musica e progetto sonoro Paolo Aralla
luci Paolo Latini
Francesco Leonetti voce
con Vito Carretta, Silvia Dezulian, Laura Ghelli, Angela Papagni,
Marco Pericoli, Alice Raffaelli, Giulia Rossi, Jonathan Tabacchiera,
Gabriele Valerio
del corso di Teatrodanza di Milano Teatro Scuola Paolo Grassi
coordinato da Marinella Guatterini
coproduzione Milano Teatro Scuola Paolo Grassi e Mittelfest 2013
ITALIA
PRIMA NAZIONALE
DANZA
durata 60’
Una sorprendente rarità di scena a Mittelfest: scritto negli anni ‘60, rimasto incompiuto e riportato ora alla luce, Vivo e coscienza è
l’unico progetto coreografico di Pier Paolo Pasolini, che lo concepì prevedendo la collaborazione musicale di Bruno Maderna.
Protagonisti di questa prima realizzazione assoluta, i giovani danzatori della Scuola Paolo Grassi di Milano e la voce di Francesco
Leonetti.
Lunedì 15 luglio
ore 18.00 – Chiesa Santa Maria dei Battuti
I COLORI DELLA SERA - DIE FARBEN DES ABENDS
Poesie di Virgilio Giotti in triestino e tedesco
letture di Massimiliano Borghesi e Gerhard Lehner, drammaturgia di Luigi Reitani
un progetto del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Udine
a cura di Annalisa Cosentino e Luigi Reitani
Coproduzione Associazione Variabile e Mittelfest 2013
ITALIA - AUSTRIA
ESCLUSIVA MITTELFEST
RECITAL LETTERARIO
durata 50’
Lirico minimalista del crepuscolo, della vita che scivola e sfuma, il triestino Virgilio Giotti (1885-1957) è tra i maggiori esponenti
della poesia mitteleuropea. Nella serata, imperniata sulle voci di Massimiliano Borghesi e Gerhard Lehner, e sulla traduzione in
tedesco di Hans Raimund, lingue, flash musicali e versi si alternano, in una suggestiva polifonia.
Ore 20.00 Chiesa di San Francesco
UN CALICETTO CON SUPPÈ
commedia teatrale con musiche d'operetta
arie di Franz von Suppè, Jacques Offenbach, Johann Strauss e Gaetano Donizetti
con Maurizio Soldà, attore
Andrea Binetti, tenore
Marianna Prizzon, soprano
al pianoforte Antonella Costantini
Rossana Poletti, narratore
produzione Associazione Internazionale dell’Operetta Friuli Venezia Giulia
ITALIA
MUSICA
durata 75’
Un oste e una cameriera servono gli avventori di una affollata osteria, tra i quali c’è un musicista di belle speranze e pochi quattrini.
Si chiama Francesco Ezechiele Ermenegildo Cav. di Suppè Demelli. Tra qualche anno diventerà Franz von Suppè, re dell’operetta
viennese, le cui ouverture - magnetiche, vivaci, effervescenti - risuonano ancora oggi in film, pubblicità, cartoni animati.
ore 22.00 – Piazza Duomo
CSÁRDÁS! – Il tango dell’Est
coreografia e regia di Zoltán Zsuráfszky
costumi Zsuzsa Vincze
luci Béla Kovács
suono Boáz Konta
arrangiamenti musicali Péter Árendás, László Rossa, László Kelemen
Honvéd Dance Theater and Orchestra
Éva Gömöri, István Zámbó, Gergő Sánta, danzatori solisti
produzione Honvéd Dance Theater and Orchestra
UNGHERIA
PRIMA NAZIONALE
DANZA
durata 80’
Amore all’ombra dei Carpazi è il sottotitolo che la compagnia di danza ungherese ha scelto, non senza risvolti ironici, per questa
suite di balli che riprendono i motivi della tradizione magiara. La ciarda è il tango dell’est - si dice – e qui è arricchita dagli apporti
delle minoranze che abitano la regione montagnosa: gitani, slovacchi, polacchi, rumeni…
Martedì 16 luglio
ore 18.00 – Chiesa Santa Maria dei Battuti
PPeP
dialogo immaginario tra Pier Paolo Pasolini e Peter Handke
sulla scomparsa delle lucciole
drammaturgia Andrea Collavino da un'idea di Luigi Reitani
con Riccardo Maranzana e Emanuele Carucci Viterbi
un progetto del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Udine
a cura di Annalisa Cosentino e Luigi Reitani
Coproduzione Associazione Variabile e Mittelfest 2013
ITALIA - AUSTRIA
ESCLUSIVA MITTELFEST
PROSA
durata 55’
In un articolo sul Corriere della Sera, Pasolini lamentava “la scomparsa delle lucciole” e la interpretava come simbolo della
mutazione antropologica e culturale italiana. Vent’anni dopo Peter Handke, in viaggio in Friuli, scriverà invece dell’ “epifania delle
lucciole”, replicando a distanza, in chiave simbolica. Dialogano Riccardo Maranzana e Emanuele Carucci Viterbi.
ore 19.30 – Chiesa San Francesco
VICINO LONTANO
ore 20.00 – Teatro Ristori
SALOME RENAISSANCE
poema erotico di Marco Maria Tosolini
testo, drammaturgia e regia Marco Maria Tosolini
musiche originali Giulia D’Andrea
videocomposizioni Annalisa Metus
Eleonora Montagnana, violino; Astrid Donati ,viola; Laura Bisceglia ,violoncello;
Chiara Catalano, pianoforte; Luisa Casini, percussione
Francesca D’Alonzo, danza
Cristina Pedettavoce recitante
coproduzione Associazione “Musicologi”, Centro Studi AuraLexis e Mittelfest 2013
PRIMA ASSOLUTA
ITALIA
MUSICA
durata 75’
La scandalosa danzatrice che più cent’anni fa eccitò l’immaginazione di Oscar Wilde, Richard Strauss e di decine e decine di pittori,
rivive in un contemporaneo poema erotico. Al termine dei movimenti - sette come i sette veli – questa raffinata suite musicale lascia
le musiciste del quintetto d’archi vestite soltanto dei loro capelli.
ore 22.00 – Chiostro San Francesco
SERATA NIJINSKY
coreografie Raphael Bianco, Susanna Egri
elementi scenici Raphael Bianco, Ivano Coviello
costumi Loredana Capogreco
disegno luci Enzo Galia
produzione Compagnia Susanna Egri
ITALIA
durata: 100’
Quest’anno cade il centenario di alcuni capolavori di Vaslav Nijinsky. Serata Nijinsky è una selezione di balletti ideata per
celebrare la luminosa parabola dei Ballets Russes di Sergej Diaghilev e il genio di un coreografo, stella di quell’ensemble,
danzatore ineguagliabile e precoce maestro delle trasformazioni d’arte del Novecento.
Mercoledì 17 luglio
ore 18.00 – Chiesa Santa Maria dei Battuti
MUSICA DELLE PROFONDITA’
Colloquio con TONKO MAROEVIĆ
a cura di Natka Badurina, letture di Monica Mosolo
un progetto del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Udine
Coproduzione Associazione Variabile e Mittelfest 2013
ITALIA – CROAZIA
ESCLUSIVA MITTELFEST
RECITAL LETTERARIO
durata 60’
Profondo conoscitore della letteratura italiana, di cui è traduttore illustre, Tonko Maroević (nato a Spalato-Split nel 1941) è un
rappresentante di spicco della contemporanea poesia croata. Di questa e della situazione nel suo paese, prossimo membro
dell’Unione europea, discute con lui Nakta Badurina, docente di letteratura croata all’università di Udine.
ore 20.00 - Chiesa San Francesco
INTERVISTA
di Theodor Holman
tratto dal film di Theo Van Gogh
traduzione di Alessandra Griffoni
con Viola Graziosi e Graziano Piazza
regia Graziano Piazza
scene Francesco Mari
costumi Sabrina Chiocchio
musiche originali Andrea Nicolini
disegno luci Gill Mc Bride
suono e video Valerio Rodelli
Produzione IN FORSE
ITALIA
PROSA
durata 75’
Nel 2004 il regista olandese Theo van Gogh venne ucciso da un estremista islamico. A scatenare l’omicida era stato un suo film,
Submission, che denunciava violenze subite da donne musulmane. Un altro suo film, The Interview dell’anno precedente, è alla base
di questo testo teatrale, nel quale un giornalista cinico intervista una donna in vista.
ore 22.00 – Piazza Duomo
VARIATIONS IN F.ADO MINOR
regia e coreografia Hugo Viera
assistente alla coreografia Giovanni Di Palma
scenografia Dinka Jeričević
costumi Dženisa Pecotić, Emina Tataragić
disegno luci Deni Šesnić
scelte musicali Julio Dertoni
maestro di ballo Mateja Pučko-Petković
corpo di ballo del Teatro Nazionale Croato di Zagabria – Zagreb
produzione Teatro Nazionale Croato di Zagabria - Zagreb
CROAZIA
PRIMA NAZIONALE
DANZA
durata 60’
Ecco una avvincente e inaspettata contaminazione fra la tecnica dei danzatori croati e l'origine portoghese del loro coreografo.
Nato a Lisbona, Hugo Viera riporta lo spirito di malinconia e i colori accesi del fado: lo stato d'animo che prende corpo nelle
canzoni di Amalia Rodriguez e soffonde di luce i locali della capitale lusitana, dove Variations ci conduce.
ore 23.00 –Castello Canussio
METROPOLIS
proiezione del film (1926) di Fritz Lang
con le musiche originali di Juri dal Dan per quartetto
Federico Missio sassofoni
Romano Todesco contrabbasso
Alessandro Masutti batteria
Juri Dal Dan pianoforte
Mittelfest 2013 in collaborazione con l’Università degli studi di Udine
ITALIA
ESCLUSIVA MITTELFEST
MUSICA/CINEMA
durata 90’
Il mondo contemporaneo visto attraverso l’obiettivo magistrale e impavido di Fritz Lang, nel 1926. Un altro capolavoro del cinema,
il capostipite del filone fantascientifico, rinnova i suoi percorsi sonori. Juri Dal Dan ha composto una partitura originale che
accompagna il film lungo un inedito percorso jazz a cui da voce un’orchestra da camera.
Giovedì 18 luglio
ore 18.00 – Chiesa Santa Maria dei Battuti
MAGGIO BOEMO
da «Maggio» del poeta boemo Karel Hynek Mácha
traduzione di Alessandra Mura.
lettura e drammaturgia musicale a cura di Gilberto Scaramuzzo
passi di danza Mattia Mantellato
un progetto del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Udine
a cura di Annalisa Cosentino e Luigi Reitani
Coproduzione Associazione Variabile e Mittelfest 2013
REP. CECA
RECITAL LETTERARIO
durata 50’
Cupa e sensuale ballata di amore e di morte, oggetto di venerazione surrealista, Maggio del poeta boemo Karel Hynek Mácha
(1810-1836) è finalmente disponibile in una moderna traduzione italiana, , opera di Alessandra Mura. Gli dà voce Gilberto
Scaramuzzo, autore anche della drammaturgia musicale della serata, che ispira i passi di danza di Mattia Mantellato.
ore 18.00 – Chiesa San Francesco
TEHO TEARDO - MUSIC FOR WILDER MANN
Teho Teardo, chitarra baritona ed elettronica
Martina Bretoni, violoncello
ITALIA
MUSICA
durata 60’
Noto al vasto pubblico per le colonne sonore (Diaz, Il divo, La ragazza del lago, tra le più in vista) Theo Teardo è una figura chiave
nel panorama musicale internazionale, anche se le sue origini sono in questa regione. Music for the wilder man, il suo album 2013,
racconta dell’essere selvaggi, dei riti di passaggio, del ciclo della vita e delle stagioni.
ore 20.00 – Teatro Ristori
UNA GIOVINEZZA ENORMEMENTE GIOVANE
di Gianni Borgna
ispirato ai testi di Pier Paolo Pasolini
con Roberto Herlitzka
regia Antonio Calenda
scene Paolo Giovannazzi
luci Nino Napoletano
produzione Teatro Stabile del FVG
in collaborazione con Mittelfest 2013
ITALIA
PRIMA ASSOLUTA
PROSA
durata 80’
Una musica, un colpo nel buio, un corpo a terra. Come se Pasolini fosse il testimone della propria fine - sempre rimasta oscura - il
regista Antonio Calenda usa l’impatto profetico dell’immagine e del suono per aprire il testo di Gianni Borgna, che conobbe
direttamente Pasolini e grande attenzione e studio ha dedicato al suo pensiero.
ore 21.00 – Cervignano
GLAUCO VENIER: FRANK ZAPPA & TOM WAITS
Omaggio a Frank Zappa
Ensemble Jazz del Conservatorio “J. Tomadini” di Udine diretto da Glauco Venier
Omaggio a Tom Waits
Glauco Venier Quartet
programma
Omaggio a Frank Zappa
Ensemble Jazz del Conservatorio “J. Tomadini” di Udine diretto da Glauco Venier
King Kong, Black Napkins, City Of Tiny Lites, Blessed Relief, Big Swifty, Zoot Allures, Dupree's Paradise, For Calvin (And His Next
Two Hitch-Hikers), Hot Plate Heaven At The Green Hotel,
The Grand Wazoo, The Orange County Lumber Truck, Zomby Woof
Glauco Venier Quartet
Glauco Venier, pianoforte
Flavio Davanzo, tromba
Alessandro Turchet, contrabbasso
Luca Colussi, batteria
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “J. Tomadini”, Udine
ITALIA
MUSICA
durata: 60’+60’'
Due formidabili icone musicali del XX secolo propiziano il lavoro che il jazzista Glauco Venier sta svolgendo con gli studenti del
dipartimento jazz del “Tomadini”. Diviso in due parti, il concerto di Cervignano prevede uno sgargiante progetto che impegna i
giovani esecutori sui concetti più cari alla musica di Frank Zappa, seguito da un personale tributo di Venier a Tom Waits.
ore 21.30 – Piazza Duomo
GRAN GALA GITANO
I VIRTUOSI DEL ROMA HUNGARICUM STATE ENSEMBLE
Ferenc Sarkozi, direttore artistico
Zoltan Benjamin Baranyi (violino), Zoltan Danyi (violino), Elemer Duka (violoncello), Elemer Farkas (violin), Jozsef Hanko
(violino), Tibor Horvath (viola) Janos Johan (violino), Laszlo Kardos (violino), Eva Lazar (violoncello), Károly Oláh (violino),
Jozsef Okros (contrabbasso), Laszlo Okros (clarinetto), Jozsef Racz (clarinetto), Norbert Salasovics (violino), Jozsef Sarkozi
(violino), Richard Vasko (contrabbasso), Bela Vidak (cimbalom), Tamas Voros (cimbalom)
Roma Hungaricum State Ensemble – Budapest
Ferenc Sarkozi, direttore artistico
UNGHERIA
PRIMA NAZIONALE
MUSICA
durata 70’
Patrimonio nazionale ungherese, la gypsy music ha trovato esecutori speciali nel Roma Hungaricum Ensemble. La spontaneità
dell’esecuzione (affidata alla memoria e mai a partiture scritte), le sonorità cangianti e il ruolo spettacolare degli strumenti, tra i
quali l’impetuoso cimbalom, fanno di ogni loro esibizione un avvenimento.
ore 23.00 – Chiostro San Francesco
GIUDITTA E OLOFERNE
coreografia Simona Bucci
musica originale Paki Zennaro
scenografia Angelo Linzalata
costumi Massimo Missiroli
con Eleonora Chiocchini, Carmelo Scarcella, Frida Vannini
Coproduzione Compagnia Simona Bucci, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia
con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Dipartimento dello Spettacolo, Regione Toscana
e con il sostegno di CCN Roubaix - Centre Chorégraphique National Roubaix Nord-Pas de Calais
ITALIA
DANZA
durata 65’
L'immaginario dei più grandi pittori - tra cui Mantegna e Caravaggio - è stato spesso colpito dalla drammatica storia di Giuditta.
L’eroina biblica è una donna virtuosa che per salvare il proprio popolo non esita a mozzare la testa al tiranno. Per la coreografa
Simona Bucci, Giuditta diventa un “simbolo del possibile”.
Venerdì 19 luglio
ore 18.00 – Chiesa Santa Maria in Corte
VECCHIO E NUOVO CONTINENTE
Conservatorio “G. Tartini”, Trieste
Quartetto Tetrachord
Paolo Skabar, violino
Matteo Ghione, violino
Jacopo Toso, viola
Francesco Pinosa, violoncello
programma: Carl Nielsen, Quartetto No. 1 op. 13 in sol minore, Samuel Barber, Quartetto per archi op. 11 in si minore, Soulima
Stravinsky, Allegro dal Quartetto per archi No. 1
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “G. Tartini”, Trieste
ITALIA
MUSICA
durata 65’
Tra Europa e Stati Uniti d’America scorrono le pagine - in alcuni casi poco note, in altri ben conosciute – di questo giovane e
promettente quartetto d’archi. Dalle composizioni del danese Carl Nielsen e dell’elvetico-americano Sviatoslav Soulima Stravinsky
(sì, proprio il figlio di Igor), al più celebre dei brani di Samuel Barber: l’infinitamente malinconico Adagio, dal Quartetto op.11.
ore 18.00 Chiesa S. Maria dei Battuti
MARYLIN MON…… AMOUR
da un’idea di Silvia Giulia Mendola
testo di Cinzia Spanò
regia di Silvia Giulia Mendola e Chiara Petruzzelli
con Silvia Giulia Mendola, attrice
danzatrice Lara Guidetti
con la collaborazione artistica per la creazione di Vanessa Korn
Produzione Teatro Franco Parenti
in collaborazione con PianoinBilico
con il contributo di Casa Orban
ITALIA
PROSA
durata 70’
“Si, avevo qualcosa di speciale e sapevo cos’era. Ero il tipo di ragazza che trovano morta in una camera da letto con un flacone
vuoto di sonniferi in mano”. Questa storia si apre con un funerale e con un funerale termina. Solo in questi due momenti Norma
Jean – così la mitica Marilyn Monroe era registrata all’anagrafe – parla. E delle due, sembra la più forte.
ore 19.00 – Chiesa di San Francesco
POLIFONIE CROATE: DARKO JURKOVIC IN CONCERTO
Concerto solistico per due chitarre
Darko Jurkovic
CROAZIA
MUSICA
durata 60’
Gioca a superare se stesso, il chitarrista Darko Jurcovic, maestro del two hand tapping, la tecnica che prevede l’uso di entrambe le
mani sulla tastiera e trasforma la chitarra in una specie di pianoforte. L’acrobatico strumentista croato si cimenta ora con due
chitarre addirittura. E promette sonorità, effetti, virtuosismi che il miglior jazz non ha finora conosciuto.
ore 20.00 – Piazza Duomo
THE BIG TARTINI BAND
Conservatorio “G. Tartini”, Trieste
Klaus Gesing, direttore
programma: Cute, Neal Hefti , Aces & Faces, Buck Clayton , Just in Time, Jule Styne, Betty Comden & Adolphe Green, The Lady is
a Tramp, Richard Rogers & Lorenz Hart , Rootin‘ 2012, Klaus Gesing , Balun, Zoran Maijstorovic, Funky Feeling, Sebastian
Piovesan , Fantasy (by Earth,Wind & Fire), Maurice White, Vendine White, Eddie del Barrio, Lament, Maria Schneider, Spiral,
Francesco de Luisa, Spain, Chick Corea
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “G. Tartini” di Trieste
ITALIA
MUSICA
durata 90’
E’ considerata uno degli organici classici del jazz, ma è ancora oggi un veicolo importante di questo genere musicale. Anche nel
campo dell’insegnamento, la Big Band mantiene un ruolo decisivo. Per suonare e cantare in una Big Band sono richieste infatti, al
più alto grado, tutte le capacità che un musicista sviluppa nel campo dell’improvvisazione.
20.45 – Teatro comunale di Cormons
KAFKA PROJECT: FRONTIERE/GRANICE/MEJE/GRENS/BORDERS…
di Karina Holla
testo, regia, movimento scenico Karina Holla
coautore e assistente Henk van Riemsdijk
scene Anton T. Plešić
costumi Manuela Paladin
musiche Stanko Juzbašić
luci Predrag Potončjak
con Elena Brumini, Rosanna Bubola, Ivna Bruck, Tomas Kutinjac, Miriam Monica, Giuseppe Nicodemo, Mirko Soldano, Andrea
Tich
produzione Dramma Italiano -Talijanska Drama del Teatro Nazionale Croato «Ivan pl. Zajc» Fiume – Rijeka Croazia
CROAZIA
PROSA
durata
Frontiere. Granice. Meje. Grens. Borders. I racconti e la vita di Kafka segnano il perimetro di questo spettacolo, dove la regista e
drammaturga olandese Karina Holla studia il significato della parola frontiere. Possono essere le frontiere più intime, quelle più
segrete, quelle che attraversano i pensieri e delimitano le nostre azioni.
ore 22,30 – Chiostro San Francesco
INNESTI_il corpo tecnico
coreografie e regia Marta Bevilacqua
musiche Einsturzende Neubauten, David Guetta, King Crimson, Chris Liebing, Marianne Faithfull, Mozart, The For Carnation,
Vittorio Vella
danzatrici Marta Bevilacqua, Anna Giustina, Valentina Saggin
produzione Compagnia Arearea © 2010
coproduzione Festival Danza Estate CSC Anymore_Bergamo
con il sostegno di Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Dipartimento dello Spettacolo, Regione Friuli Venezia Giulia
ITALIA
DANZA
durata 55’
La coreografia Innesti affronta il tema delle modificazioni, clonazioni, plastiche e lifting. Innesti parla di un corpo che,
affermandosi, progressivamente si nega. “Siamo partite da un assunto – spiega la coreografa Marta Bevilacqua - oggi diamo alla
tecnica il potere di omologare e di renderci seriali". Diventeremo tutti come Barbie? Oppure creature bestiali?
ore 23.00 –Castello Canussio
BERLIN, DIE SYMPHONIE EINER GROβSTADT
proiezione di Lichtspiel Opus III (1924) e Lichtspiel Opus IV (1925) di Walter Ruttmann
proiezione di Berlin, die Symphonie einer Groβstadt (1927) di Walter Ruttmann
sonorizzazione originale Renato Rinaldi
Mittelfest 2013 in collaborazione con l’Università degli studi di Udine
ITALIA
ESCLUSIVA MITTELFEST
CINEMA/MUSICA
durata 115’
Interessante e sorprendente incontro è questo che sposa uno sperimentatore di suoni, com’è Renato Rinaldi, e un film che
rappresenta un grande affresco della metropoli d'inizi secolo. Berlin, die Symphonie einer Großstadt (1927) di Walter Ruttmann era
stato presentato allora, dallo stesso regista, come una “sinfonia di immagini”.
ore 23.00 – Corte San Francesco
THE QUICKSILVERS
Conservatorio “G. Tartini”, Trieste
Robert Mikuljan, tromba, Giorgio Giacobbi, sax tenore, Stefano Salmaso, sax tenore, Marco Bolfelli, chitarra, Paolo Ius, chitarra,
Mitsugu Harada, contrabbasso, Gianluca Moro, batteria
programma: Strollin’, Horace Silver, Senor Blues, Horace Silver, Peace, Horace Silver,Nica’s Dream, Horace Silver Gemini, Jimmy
Heath
Bright Mississippi, Thelonious Monk, For Harry Carney, Charles Mingus
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “G. Tartini” di Trieste
ITALIA
MUSICA
durata 60’
Lo stile hard-bop, caratterizzato da un approccio ritmico marcato, sonorità bluesy, arrangiamenti sofisticati e complessi, e
dall’ampio spazio concesso all’intervento solistico, sviluppa nei giovani musicisti il gusto dell’improvvisazione e la precisione
esecutiva. L’organico dei Quicksilvers è formato da tromba, sax tenori, chitarre, contrabbasso, batteria.
Sabato 20 luglio
ore 18.00 – Chiesa San Francesco
presentazione libro Adelaide Ristori
ore 18.00 – Chiesa di Santa Maria dei Battuti
SONO UNA FERITA CHE BRUCIA
la vita in versi del poeta magiaro Endre Ady
adattamento ed esecuzione drammaturgica di Paolo Fagiolo; direzione musicale, arrangiamenti, chitarra di Alan Malusà Magno;
arrangiamenti, tastiere di Giorgio Pacorig; contrabbasso di Alessandro Turchet; fiati di Enrico Sartori
un progetto del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Udine
a cura di Annalisa Cosentino e Luigi Reitani
Associazione Variabile in collaborazione con Mittelfest 2013
UNGHERIA
ESCLUSIVA MITTELFEST
PROSA
durata 55’
Temi centrali nella lirica di Endre Ady (1877-1919)- poeta che ha rivoluzionato radicalmente i canoni della letteratura magiara sono l’erotismo, la sofferta, incredula religiosità, lo spirito di rivolta antinazionalista. E tutti si intrecciano con la sua tormentata
esistenza. Paolo Fagiolo ne sfoglia le pagine e la biografia.
ore 18.00 – Pozzo Callisto
TRA IMMAGINI E SUGGESTIONI
Conservatorio “G. Tartini”, Trieste
Duo Avian – Mastella
Giovanna Mastella, saxofono
Gabriele Avian, pianoforte
programma: Alexander Tcherepnine, Sonatine Sportive , Paul Hindemith, Sonate, Alain Crepin, Nuits Blanches, Eugéne Bozza, Aria,
Claude Delvincour, Croquembouches, André Jolivet, Fantaisie-Impromptu
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “G. Tartini”, Trieste
ITALIA
MUSICA
durata 45’
Esercizi sportivi, stuzzichini, notti bianche… Sono le evocazioni che si elevano dalle pagine per sax e pianoforte, scritte da diversi
autori moderni che si divertono a metterne in gioco la forza e la dolcezza. Una composizione Alain Crepin illustra, per esempio,
come le notti passate in bianco possano portare a nuovi pensieri musicali.
ore 19.00 - vie cittadine
MARCHING BAND
Conservatorio “J. Tomadini”, Udine
Marching Band
Marzio Tomada, (contrabbasso), Vito Paolo Salvatore, (basso tuba), Paolo Mestroni (rullante), Mattia Romano (banjo), Alessandro
Cherici (banjo), Maria Benedetti (clarinetto), Tania Haunzwickl, (clarinetto), Stefano Fornasaro (ottavino), Margherita Gruden
(piatti), Emanuele Filippi, Vincenzo Di Francesco, Alessandro Scolz, Aimo Scampa, (percussione), Ermanno Del Zotto (sax
soprano), Pierpaolo Gregorig (sax tenore), Federico Mansutti (tromba), Federico Biondi, (trombone), Max Ravanello, (trombone),
Cristina Del Negro, (voce)
programma: Muskrat Ramble, When the Saints go marching in, St. Louis Blues e altri brani della tradizione New Orleans e dixieland
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “J. Tomadini”, Udine
ITALIA
MUSICA
durata 50'
In Italia il fenomeno delle marching band non è così diffuso come in altri paesi (USA, Giappone, Paesi Bassi, Gran Bretagna). Ma
dagli anni ‘90 questo tipo di formazione - che trova origine nel panorama musicale americano delle High School e delle Università –
ha raccolto sempre più estimatori e giovani musicisti che si dedicano a questo tipo di spettacolo di strada ad alto impatto.
ore 19.00 – Teatro Ristori
UNA VOCE UMANA e IL BELL’INDIFFERENTE
di Jean Cocteau (1889-1963)
traduzione René de Ceccatty
con Adriana Asti e Mauro Conte
regia di Benoît Jacquot
una coproduzione Spoleto56 Festival dei 2 Mondi,
Teatro Metastasio Stabile della Toscana e Mittelfest 2013
ITALIA
PROSA
durata 70’
Sono state Anna Magnani e Edith Piaf a interpretare i due atti unici del leggendario scrittore francese. L’abbandono,
l’esasperazione, il mal de vivre di due donne rimaste sole rivivono ora in Adriana Asti. Che è altrettanto intensa. Mittelfest rende in
questo modo omaggio alle qualità di una protagonista assoluta di cinema e teatro internazionali.
ore 20.00 – Corte San Francesco
TRIO MIMESIS
Conservatorio “G. Tartini”, Trieste
Trio Mimesis
Sebastiano Marzullo, clarinetto
Francesco Pinosa, violoncello
Hiromi Arai, pianoforte
programma: Ludwig van Beethoven, Trio n.4 in Si bemolle maggiore op.11, Johannes Brahms, Trio in la minore op. 114
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “G. Tartini”, Trieste
ITALIA
MUSICA
durata 45’
Pianoforte, clarinetto, violoncello. La letteratura per questo particolare organico è ricca e tocca vette elevate. Tanto più se si tratta
dei compositori scelti dal Trio Mimesis (Hiromi Arai, Sebastiano Marzullo, Francesco Pinosa), che ha in programma il Trio n.4 in si
bemolle maggiore op.11 di Beethoven e il Trio in la minore op. 114 di Brahms.
ore 20.30 - Belvedere
DAFNE_per una mitologia urbana
di e con Marta Bevilacqua
musiche Christoph Willibald Gluck e Nima Ben David
produzione Associazione ARTU (GE) / Progetto Euroregionale Luoghi Comuni e Compagnia Arearea 2012
con il sostegno di Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Dipartimento dello Spettacolo, Regione Friuli Venezia Giulia
ITALIA
DANZA
durata 18’
Dafne_per una mitologia urbana si pone a metà tra l'installazione scultorea e la performance coreografica, e si svolge attorno a un
albero. Attraverso il colore, il gesto, la natura, danza e scultura ridanno nuova vita a una storia antica. Dafne venne trasformata in
un albero di alloro: proprio lì noi la ritroveremo, legata alla sua condanna eterna.
Ore 21.30- Teatro Verdi Gorizia
RITRATTO DI UN MITO – Omaggio a Elisabetta Terabust
Gala internazionale di danza
a cura di Daniele Cipriani
danzano Ashley Bouder (New York City Ballet),
Chase Finlay (New York City Ballet),
Erika Gaudenzi (Teatro dell'Opera di Roma),
Letizia Giuliani (MaggioDanza),
Giuseppe Picone (étoile internazionale),
Alessandro Riga (MaggioDanza), Yana Salenko (Staatsballet Berlin),
Marian Walter (Staatsballet Berlin)
con la partecipazione della Scuola di Danza del Teatro dell'Opera di Roma
diretta da Laura Comi
Jeshua Costa e Gloria Malvaso
alla presenza straordinaria di Elisabetta Terabust
video-artisti Ginevra Napoleoni e Massimiliano Siccardi
ITALIA
DANZA
durata 80’
“L’acuta, spregiudicata intelligenza ha dato alle sue qualità di interprete e di virtuosa il profumo dell’alta qualità” così la critica
parla di Elisabetta Terabust. Dedicato ad un mito della grande danza italiana, questo viaggio antologico rende omaggio alla
ballerina in un percorso di danza ed effetti multimediali accanto ai suoi celebri partner: Nureyev, Baryshnikov, Derevianko,…
ore 21.30 – Palmanova
RICHARD GALLIANO "AROUND DJANGO REINHART"
Richard Galliano accordeon, Mauro Negri clarinetto e clarinetto basso,
Jean-Christophe Galliano batteria, Jean Marie Ecay chitarra
FRANCIA
MUSICA
durata 60’
Sembrava che la fisarmonica non dovesse mai rivelare solisti di grande spicco, maestri dello swing, campioni contemporanei della
musica. Invece è arrivato Richard Galliano, dieci dita d’oro. In esclusiva per Mittelfest, l’omaggio che il fisarmonicista di remote
origini italiane fa a un gigante del jazz gitano, Django Reinhardt.
ore 22.00 – Chiesa Santa Maria in Corte
TRADIZIONE UNGHERESE E 900 ITALIANO
Conservatorio “J. Tomadini”, Udine
Duo Andri – Pes
Riccardo Pes, violoncello
Matteo Andri, pianoforte
programma: Miklós Rózsa ,Toccata capricciosa op. 36 per violoncello solo, Zoltán Kodály, Sonata per violoncello e pianoforte op. 4,
Ferenc Liszt, Rapsodia ungherese n° 9 "Il carnevale di Pest", Guido Alberto Fano, Sonata per violoncello e pianoforte op. 7
Mittelfest 2013 in collaborazione con il Conservatorio di Musica “J. Tomadini”, Udine
ITALIA
MUSICA
durata 60’
Il programma ha come protagonista l’Ungheria, la scuola musicale di Budapest e i suoi echi nella musica d’arte occidentale colta.
Ispirazioni che dai tempi di Joseph Haydn, e anche prima, non hanno mai smesso di affascinare la fantasia di compositori (Liszt ,
Ròsza, Kodàly) e interpreti. La seconda parte è dedicata al compositore italiano Guido Alberto Fano.
ore 22.00 – Piazza Duomo
TEMPI MODERNI
proiezione del film (1936) di Charlie Chaplin
musiche originali di Charlie Chaplin
revisione della partitura Timothy Brock
FVG Mitteleuropa Orchestra
Gillian Anderson, direttore
Coproduzione FVG Mitteleuropa Orchestra e Mittelfest 2013 in collaborazione con l’Università degli studi di Udine
ITALIA
ESCLUSIVA MITTELFEST
MUSICA/CINEMA
durata 90’
Uno dei grandi titoli della storia del cinema. Il primo in cui Charlie Chaplin affronta tematiche sociali. Tempi moderni (1936) brilla
di uno smalto nuovo grazie a Timothy Brock compositore a cui si deve il restauro delle colonne sonore dei film di Chaplin. Gillian
Anderson, direttrice d’orchestra e musicologa, guida la FVG Mitteleuropa Orchestra in questo avvincente recupero.
Domenica 21 luglio
ore 11.45 – Chiesa San Francesco
PASSION DI CRIST CONTADE DI ZUAN
di Francesco Corteccia (1502-1571)
per coro, soli e voce recitante
traduzione in lingua friulana dall’originale in volgare fiorentino del ’500
a cura della “Societât Filologjiche Furlane”
Gruppo Polifonico “Claudio Monteverdi” di Ruda
Matjaž Šček, direttore
Andrea Zuccolo, voce recitante
ITALIA
MUSICA
durata 50’
E’ stata tradotta in friulano ed è interpretata da solisti, coro e dalla voce recitante di Andrea Zuccolo, la Passione di Christo
secondo San Giovanni che il compositore aretino Francesco Corteccia (1502-1571) inserì nella sua doviziosa raccolta di madrigali,
intermezzi, mottetti, responsori e inni.

Documenti analoghi